D: Cos'è Amazon Elasticsearch Service?

Amazon Elasticsearch Service è un servizio gestito che semplifica distribuzione, funzionamento e ridimensionamento di cluster Elasticsearch nel cloud AWS.

D: Quale versione di Elasticsearch supporta Amazon Elasticsearch Service?

Al momento, Amazon Elasticsearch Service supporta le 6.0, 5.5, 5.3, 5.1, 2.3 e 1.5 di Elasticsearch.

Inizia a usare AWS gratis

Crea un account gratuito
Oppure accedi alla console

Il piano gratuito di AWS include 750 ore al mese per un'istanza t2.micro.elasticsearch o t2.small.elasticsearch e 10 GB al mese di storage Amazon EBS opzionale (Magnetic o General Purpose)

Visualizza i dettagli del piano gratuito di AWS »

 

 

D: Cos'è un dominio Amazon Elasticsearch?

I domini Amazon Elasticsearch sono cluster Elasticsearch creati utilizzando la console, le API o l'interfaccia a riga di comando di Amazon Elasticsearch Service. Ogni dominio è un cluster Elasticsearch nel cloud che offre le risorse di elaborazione e di storage richieste. È possibile creare ed eliminare domini, definire gli attributi della loro infrastruttura e controllare gli accessi e le impostazioni di sicurezza. È possibile eseguire uno o più domini Amazon Elasticsearch.

D: Quali attività sono gestite da Amazon Elasticsearch Service per mio conto?

Amazon Elasticsearch Service gestisce le attività necessarie per configurare un dominio: dal provisioning della capacità dell'infrastruttura nell'ambiente di rete all'installazione del software Elasticsearch. Quando il dominio è attivo, Amazon Elasticsearch Service esegue in automatico le attività di amministrazione più frequenti, ad esempio l'esecuzione di backup, il monitoraggio delle istanze e l'applicazione di patch software. Amazon Elasticsearch Service si integra con Amazon CloudWatch per creare parametri che consentano di raccogliere informazioni sullo stato dei domini. Il servizio, inoltre, offre la possibilità di modificare l'istanza del dominio e le opzioni di storage per semplificare la personalizzazione del dominio in base alle esigenze delle applicazioni.

D: Amazon Elasticsearch Service supporta le API open source di Elasticsearch?

Per garantire la continuità con il codice, le applicazioni e gli strumenti più comuni in uso negli ambienti Elasticsearch, Amazon Elasticsearch Service supporta la maggior parte delle API di Elasticsearch di utilizzo frequente. Per un elenco completo delle operazioni Elasticsearch supportate, consulta la documentazione.

Torna all'inizio >>


D: È possibile creare e modificare il dominio Amazon Elasticsearch tramite la console di Amazon Elasticsearch Service?

Sì. È possibile creare un nuovo dominio Amazon Elasticsearch in pochi clic tramite la procedura guidata Domain Creation della console. Al momento della creazione di un nuovo dominio, puoi specificare il numero di istanze, i tipi di istanza e i volumi EBS che desideri allocare a tale dominio. Puoi anche modificare o eliminare i domini Amazon Elasticsearch esistenti tramite la console.

D: Amazon Elasticsearch Service supporta Amazon VPC?

Sì, Amazon Elasticsearch Service si integra con Amazon VPC. Al momento della scelta dell'accesso VPC, gli indirizzi IP del cloud privato virtuale vengono collegati al dominio Amazon Elasticsearch Service; in questo modo il traffico di rete rimarrà nell'ambito della rete AWS e non sarà accessibile da Internet. Inoltre, è possibile utilizzare gruppi di sicurezza e policy di IAM per limitare l'accesso ai domini Amazon Elasticsearch Service.

D: È possibile usare i modelli di CloudFormation per effettuare il provisioning dei domini di Amazon ES?

Sì. AWS CloudFormation supporta Amazon ES. Per ulteriori informazioni, consulta la documentazione di riferimento sui modelli di CloudFormation.

D: Amazon Elasticsearch Service supporta la configurazione dedicata di nodi master?

Sì. È possibile configurare nodi master dedicati per un dominio. Al momento della scelta della configurazione master dedicata, è possibile specificare il tipo e il numero di istanze.

D: È possibile creare diversi indici Elasticsearch all'interno di un singolo dominio Amazon Elasticsearch?

Sì. È possibile creare diversi indici Elasticsearch all'interno di uno stesso dominio Amazon Elasticsearch. Elasticsearch distribuisce automaticamente gli indici e le eventuali repliche associate tra le istanze allocate al dominio.

D: In che modo è possibile acquisire dati in un dominio di Amazon Elasticsearch Service?

Amazon Elasticsearch Service supporta tre opzioni per l'acquisizione di dati:

  • In caso di volumi elevati, consigliamo l'utilizzo di Amazon Kinesis Firehose, un servizio completamente gestito che ridimensiona automaticamente le risorse in base al throughput dei dati e non richiede alcuna attività manuale di amministrazione. Inoltre, questo servizio trasforma, suddivide in batch e comprime i dati prima del caricamento.
  • Amazon Elasticsearch Service supporta l'integrazione con Logstash. È possibile configurare un dominio Amazon Elasticsearch Service come datastore per tutti i log in arrivo da un'implementazione Logstash.
  • Per caricare i dati nel dominio, è possibile utilizzare le API native di Elasticsearch, tra cui le API index e bulk.

D: Amazon Elasticsearch Service supporta l'integrazione con Logstash?

Sì. Amazon Elasticsearch Service supporta l'integrazione con Logstash. Puoi configurare il dominio Amazon Elasticsearch come store di back-end per tutti i log provenienti dall'implementazione Logstash. Puoi inoltre configurare il controllo degli accessi sul dominio Amazon Elasticsearch in modo che richieda la firma per autenticare le chiamate provenienti dall'implementazione Logstash, oppure in modo che utilizzi le policy di IAM basate sulle risorse, includendo gli indirizzi IP delle istanze in esecuzione nell'implementazione Logstash.

D: Amazon Elasticsearch Service supporta l'integrazione con Kibana?

Sì. Amazon Elasticsearch Service include un'installazione Kibana distribuita insieme al dominio del servizio.

D: È possibile creare report personalizzati con l'installazione Kibana inclusa con Amazon Elasticsearch Service?

Sì. Kibana supporta la creazione e il salvataggio di report personalizzati tramite l'interfaccia utente. Per ulteriori informazioni su come utilizzare Kibana, consulta la relativa documentazione.

D: Quali opzioni di storage sono disponibili per Amazon Elasticsearch Service?

È possibile scegliere tra storage locale su istanze o volumi EBS. Durante la creazione di un dominio, se viene selezionata l'opzione di storage EBS, è anche possibile aumentare o ridurre le dimensioni del volume di storage.

D: Quali tipi di volumi EBS supporta Amazon Elasticsearch Service?

È possibile scegliere tra volumi EBS Magnetic, General Purpose e Provisioned IOPS.

D: È previsto un limite alla quantità di storage EBS che può essere allocata a un dominio Amazon Elasticsearch?

Sì. Amazon Elasticsearch Service supporta un volume EBS (fino a 1,5 TB) per istanza associata a un dominio. Per default, sono consentiti fino a 20 nodi dati per ogni dominio Amazon Elasticsearch Service, quindi è possibile allocare circa 30 TB di storage EBS a un solo dominio. È possibile richiedere un aumento del limite del servizio fino a 100 istanze per dominio creando un caso con il Centro supporto AWS. Con 100 istanze è possibile allocare circa 150 TB di storage EBS a un solo dominio.

Torna all'inizio >>


D: Un programma in esecuzione sui server di un data center può accedere ai domini Amazon Elasticsearch?

Sì. I programmi con accesso a Internet possono accedere ai domini Amazon Elasticsearch Service tramite un endpoint pubblico. Se il data center è già collegato ad Amazon VPC tramite Direct Connect o tunneling SSH, è anche possibile accedere dal cloud privato virtuale. In entrambi i casi, è possibile configurare le policy e i gruppi di sicurezza di IAM in modo da consentire ai programmi in esecuzione su server esterni ad AWS di accedere ai domini Amazon Elasticsearch. Per ulteriori informazioni sulle richieste con firma, fai clic qui.

D: In che modo è possibile migrare i dati da un cluster Elasticsearch esistente a un nuovo dominio di Amazon Elasticsearch?

Per migrare i dati da un cluster Elasticsearch esistente, è necessario creare uno snapshot del cluster Elasticsearch esistente e memorizzarlo in un bucket Amazon S3. È quindi possibile creare un nuovo dominio Amazon Elasticsearch e caricare i dati dallo snapshot nel nuovo dominio utilizzando l'API restore di Elasticsearch.

D: Come è possibile ridimensionare un dominio Amazon Elasticsearch?

Amazon Elasticsearch Service consente il ridimensionamento dei domini Amazon Elasticsearch usando la console, le API e l'interfaccia a riga di comando. È possibile ricalibrare i domini Amazon Elasticsearch aggiungendo, rimuovendo o modificando istanze o volumi di storage in base alle proprie esigenze. Amazon Elasticsearch Service integra Amazon CloudWatch per offrire parametri sullo stato dei domini Amazon Elasticsearch, consentendo di ricalibrare le risorse in modo tempestivo.

D: Ridimensionare un dominio Amazon Elasticsearch può causare interruzioni?

No. Il ridimensionamento di un dominio Amazon Elasticsearch, che può avvenire aggiungendo o modificando istanze o volumi di storage, è un'operazione che avviene online e che non provoca interruzioni.

D: Quali opzioni offre Amazon Elasticsearch Service in caso di errori dei nodi?

Amazon Elasticsearch Service rileva automaticamente gli errori dei nodi e sostituisce quelli guasti. Il servizio acquisirà nuove istanze e reindirizzerà le richieste Elasticsearch e gli aggiornamenti dei documenti alle nuove istanze. Nel caso in cui un nodo non possa essere sostituito, sarà possibile usare un qualsiasi snapshot del cluster per riavviare il dominio con dati precaricati.

D: Amazon Elasticsearch Service supporta la replica su più zone?

Sì. È possibile abilitare l'opzione Zone Awareness in un dominio Amazon Elasticsearch al momento della creazione o durante il suo funzionamento. Quando l'opzione Zone Awareness è attivata, Amazon Elasticsearch Service distribuirà le istanze che supportano il dominio su due diverse zone di disponibilità. Se poi è abilitata l'opzione di replica nel motore di Elasticsearch, allocherà le repliche del dominio su diverse istanze in modo da offrire repliche su più zone.

D: Amazon Elasticsearch Service applica parametri prestazionali tramite Amazon CloudWatch?

Sì. Amazon Elasticsearch Service applica diversi parametri prestazionali tramite Amazon CloudWatch, tra cui il numero di nodi, l'integrità del cluster, i documenti ricercabili e i parametri di EBS (dove applicabile), nonché l'utilizzo di CPU, memoria e disco per i dati e per i nodi master. Consulta la documentazione relativa al servizio per un elenco di tutti i parametri di CloudWatch disponibili.

D: Desidero effettuare analisi di sicurezza o attività di risoluzione dei problemi operativi della distribuzione Amazon Elasticsearch Service. È possibile visionare uno storico di tutte le chiamate API di Amazon Elasticsearch Service effettuate sul mio account?

Sì. AWS CloudTrail è un servizio Web che registra le chiamate alle API di AWS per il tuo account e fornisce i relativi file di log. Lo storico delle chiamate API di AWS creato da AWS CloudTrail rende possibile analisi di sicurezza, monitoraggio delle modifiche alle risorse e audit di conformità. Per ulteriori informazioni su AWS CloudTrail consulta la pagina dei dettagli di AWS CloudTrail, quindi attiva il servizio tramite la home page di CloudTrail nella Console di gestione AWS.

D: Cos'è uno snapshot?

Uno snapshot è una copia del dominio Amazon Elasticsearch in un determinato momento.

D: Qual è il vantaggio degli snapshot?

Creare snapshot può risultare utile in caso di perdite di dati causate da errori di un nodo, oppure nell'improbabile eventualità di un guasto hardware. Puoi usare gli snapshot per ripristinare un dominio Amazon Elasticsearch o per crearne un nuovo, in entrambi casi con dati precaricati. Un altro caso d'uso comune degli snapshot è la creazione di backup e l'archiviazione. Gli snapshot vengono memorizzati in Amazon S3.

D: Amazon Elasticsearch Service fornisce snapshot in modo automatico?

Sì. Di default, Amazon Elasticsearch Service creerà automaticamente uno snapshot al giorno per ciascun dominio Amazon Elasticsearch. Gli snapshot quotidiani sono configurati per essere eseguiti tra mezzanotte e l'una del mattino UTC. È comunque possibile modificare l'ora di acquisizione dello snapshot automatico a seconda delle proprie esigenze.

D: È possibile modificare le impostazioni di default per gli snapshot automatici quotidiani forniti da Amazon Elasticsearch Service?

Sì. È possibile modificare l'ora di acquisizione degli snapshot automatici quotidiani per adattarla alla pianificazione della propria applicazione.

D: Per quanto tempo rimangono memorizzati gli snapshot automatici quotidiani eseguiti da Amazon Elasticsearch Service?

Amazon Elasticsearch Service conserverà gli snapshot automatici quotidiani degli ultimi 14 giorni.

D: È previsto un costo per gli snapshot automatici quotidiani?

Per questi snapshot automatici quotidiani non è previsto alcun costo. Gli snapshot vengono memorizzati gratuitamente in un bucket S3 di Amazon Elasticsearch Service e saranno disponibili per il ripristino dei nodi.

D: È possibile creare snapshot aggiuntivi dei domini Amazon Elasticsearch?

Sì. È possibile usare l'API snapshot di Elasticsearch per creare manualmente snapshot in aggiunta a quelli creati automaticamente da Amazon Elasticsearch Service. Gli snapshot creati manualmente vengono memorizzati nel tuo bucket S3 e sono soggetti ai normali costi di utilizzo di Amazon S3.

D: Gli snapshot creati manualmente possono essere usati per ripristinare un dominio in caso di guasto?

Sì. È possibile creare un nuovo dominio Amazon Elasticsearch e caricare i dati dallo snapshot nel nuovo dominio utilizzando l'API restore di Elasticsearch.

D: Cosa succede agli snapshot quando viene eliminato il dominio Amazon Elasticsearch?

Gli snapshot quotidiani creati da Amazon Elasticsearch Service vengono eliminati insieme al dominio. Prima di eliminare un dominio, consigliamo di creare uno snapshot del dominio da memorizzare nel tuo bucket S3 utilizzando la procedura manuale. Gli snapshot memorizzati nel tuo bucket S3 non saranno eliminati insieme al dominio Amazon Elasticsearch.

D: Cosa sono gli slow log?

Gli slow log sono file di log che facilitano il monitoraggio delle prestazioni nelle varie fasi operative. Elasticsearch si avvale due tipi di slow log:

  • Slow log di indici: si tratta di log che forniscono indicazioni sul processo di indicizzazione e che possono essere utilizzati per ottimizzare l'impostazione dell'indice.
  • Slow log di ricerca: questi log forniscono indicazioni sulla velocità di query e di recupero di dati. Permettono di ottimizzare le prestazioni di qualsiasi tipo di operazione di ricerca in Elasticsearch. 

Per informazioni complete sugli slow log di Elasticsearch, consulta la documentazione di Elasticsearch.

D: In che modo è possibile attivare gli slow log in Amazon ES?

Gli slow log possono essere abilitati direttamente dalla console o tramite interfaccia a riga di comando e API. Per ulteriori dettagli, consulta la nostradocumentazione.

D: È possibile abilitare gli slow log per indici specifici?

Sì. È possibile aggiornare le importazioni per un indice specifico o abilitarne e disabilitarne gli slow log. Per ulteriori dettagli, consulta la documentazione.

D: L'attivazione degli slow log in Amazon ES abilita automaticamente la registrazione di log per tutti gli indici?

No. Disattivare gli slow log in Amazon ES permette di pubblicare i log generati in Amazon CloudWatch Logs per creare indici in un dato dominio. Tuttavia, per poter generare i log è necessario avviare il processo di registrazione di log aggiornando le impostazioni per uno o più indici. Per ulteriori dettagli su come configurare gli indici per abilitare gli slow log, consulta la documentazione.

D: Se gli slow log in Amazon ES sono disattivati, non verrà generato alcun file di log?

No. La generazione di file di log dipende dalle impostazioni di indicizzazione. Per disattivare la generazione di file di log è necessario aggiornare la configurazione dell'indice. Per ulteriori dettagli su come configurare gli indici per abilitare gli slow log, consulta la documentazione.

D: È possibile ottimizzare la granularità dei log?

Sì. Elasticsearch applica diversi livelli di registrazione di log. È importante selezionare il livello desiderato nella configurazione dell'indice. Per ulteriori dettagli su come configurare gli indici per abilitare gli slow log, consulta la documentazione.

D: Quali sono i costi correlati all'uso di slow log?

Quando gli slow log sono attivati, Amazon ES pubblica i log generati in Amazon CloudWatch Logs. Elasticsearch Service non addebiterà alcun costo per gli slow log. Saranno tuttavia applicate le tariffe standard di CloudWatch.

D: Sono previsti limiti alle dimensioni di ciascuna voce del log?

Sì. Ciascuna voce di un log in CloudWatch potrà contenere fino a 255.000 caratteri. Se la voce del log è più grande, verrà interrotta dopo 255.000 caratteri.

D: Quali sono le best practice consigliate per l'utilizzo di slow log?

Gli slow log sono necessari solo quando si desidera risolvere problemi relativi agli indici o ottimizzarne le prestazioni. L'approccio consigliato è quello di abilitare la registrazione di log per gli indici di cui è importante acquisire informazioni sulle performance. Inoltre, una volta completata l'analisi, è consigliabile disattivare questa opzione per evitare di incorrere in costi aggiuntivi. Per ulteriori informazioni, consulta la nostra documentazione.

D: In che modo è possibile utilizzare i log da CloudWatch Logs?
CloudWatch offre diversi modi per utilizzare i log. È possibile visionare i dati nei log, esportarli in S3 o elaborarli in tempo reale. Per ulteriori informazioni, consulta la guida per sviluppatori di CloudWatch Logs.

D: Gli slow log sono disponibili per tutte le versioni di Elasticsearch supportate da Amazon ES?

Sì. Gli slow log possono essere attivati per tutte le versioni di Elasticsearch supportate da Amazon ES. Tuttavia, ciascuna versione di Elasticsearch prevede opzioni leggermente differenti per modificare le impostazioni. Per ulteriori informazioni, consulta la documentazione.

D: Sono previsti tempi di inattività per i cluster nel momento in cui la registrazione di log è attivata o disattivata?

No. Non sono previsti tempi di inattività. Ogni volta che lo stato di un log viene aggiornato, distribuiremo un nuovo cluster in background e sostituiremo il cluster esistente con quello nuovo. Questo processo non provocherà alcuna interruzione. Tuttavia, poiché viene distribuito un nuovo cluster, l'aggiornamento dello stato del log non sarà istantaneo.  

Torna all'inizio >>


D: In che modo è possibile proteggere un dominio Amazon Elasticsearch Service?

Se si sceglie di proteggere applicazioni, dati e traffico di rete utilizzando Amazon VPC, è possibile configurare l'accesso al cloud privato virtuale per Amazon Elasticsearch Service, consentendo così il controllo degli accessi di rete tramite gruppi di sicurezza. È anche possibile impiegare le policy basate su IAM per ottenere controllo degli accessi granulare su quali ruoli di IAM possono eseguire attività di amministrazione, utilizzare le API Elasticsearch e accedere alle risorse nel dominio fino al livello di indice.

Per accertarsi che il dominio Amazon Elasticsearch Service sia accessibile tramite Internet, è possibile specificare l'opzione di accesso pubblico. In questo modo sarà possibile controllare gli accessi all'endpoint in base all'indirizzo IP e richiedere l'autenticazione con ruoli IAM. Le policy di IAM consentono di controllare gli accessi ai domini Amazon Elasticsearch e alle relative risorse secondarie, ad esempio gli indici.

È possibile configurare le policy di IAM anche in modo da fornire controllo degli accessi all'API management, ad esempio per la creazione e il ridimensionamento di cluster, e all'API Elasticsearch, ad esempio per il caricamento di documenti e l'esecuzione richieste.

D: È possibile crittografare i dati inattivi e utilizzare al contempo Amazon Elasticsearch Service?

Amazon Elasticsearch Service prevede un'opzione che consente di crittografare i dati usando le chiavi gestite mediante AWS Key Management Service (KMS). Se attivata, tutti i dati archiviati inattivi nei sistemi di storage sottostanti saranno crittografati, compresi gli indici principali e delle repliche, i file di log, i file di swap di memoria e gli snapshot S3 automatici. Amazon Elasticsearch Service gestisce perfettamente crittografia e decrittazione, per cui non è necessario modificare l'applicazione per accedere ai dati. Puoi scegliere di abilitare la crittografia quando crei nuovi domini tramite la console di gestione AWS o le API. Amazon Elasticsearch Service può creare una chiave KMS master per te oppure ne puoi scegliere una delle tue. La crittografia dei dati inattivi supporta Amazon Elastic Block Store (EBS) e lo storage dell'istanza.

Per ulteriori informazioni sull'utilizzo di AWS KMS con Amazon Elasticsearch Service, consulta la Guida per sviluppatori di Amazon Elasticsearch Service. Per ulteriori informazioni su AWS KMS, visita la pagina Web.

D: In che modo è possibile configurare l'accesso a un cloud privato virtuale per Amazon Elasticsearch Service?

L'accesso a VPC deve essere configurato al momento della creazione di un dominio Amazon Elasticsearch Service. L'operazione può essere completata con la massima semplicità tramite console, interfaccia a riga di comando o API. Per ulteriori dettagli, consulta la Amazon Elasticsearch Service Developer Guide.

D: Se viene configurato l'accesso a un cloud privato virtuale per un dominio Amazon Elasticsearch Service, in che modo è possibile accedere a Kibana?

Quando viene abilitato l'accesso a un cloud privato virtuale, l'endpoint per Amazon Elasticsearch Service diviene accessibile solo al suo interno. Per poter accedere a Kibana all'esterno del cloud privato virtuale, è necessario prima collegarvi la propria macchina tramite VPN o Direct Connect.

Torna all'inizio >>


D: Come viene addebitato e fatturato il mio utilizzo di Amazon Elasticsearch Service?

Paghi solo quello che utilizzi e non ci sono tariffe minime né commissioni di installazione. Il tuo utilizzo viene fatturato in base a quanto segue:

  • Ore-istanza dell'istanza Amazon Elasticsearch: in base alla classe (ad esempio, Standard, Small, Large, Extra Large) dell'istanza Amazon Elasticsearch utilizzata. Le ore parziali di utilizzo delle istanze Amazon Elasticsearch saranno fatturate come ore complete.
  • Storage (per GB al mese): capacità di storage EBS che hai assegnato alla tua istanza Amazon Elasticsearch. Se la capacità di storage assegnata viene ridimensionata nel corso del mese, l'addebito sarà ripartito proporzionalmente.
  • Assegnazione di IOPS al mese: quantità di volumi Provisioned IOPS di EBS, indipendentemente dal numero di IOPS eseguite (solo per lo storage Provisioned IOPS (SSD) di Amazon Elasticsearch Service).
  • Trasferimento dei dati: sono applicate le tariffe standard di trasferimento dati di AWS.

Consulta la pagina dei prezzi di Amazon Elasticsearch Service per ulteriori informazioni.


D: Quando inizia e quando finisce il periodo di fatturazione di un dominio Amazon Elasticsearch?

La fatturazione di un'istanza Amazon Elasticsearch inizia appena l'istanza è disponibile. La fatturazione continua finché l'istanza Amazon Elasticsearch termina, a seguito della sua eliminazione o in caso di malfunzionamento dell'istanza.

D: Come vengono definite le ore fatturabili per un'istanza per Amazon Elasticsearch Service?

Le ore dell'istanza Amazon Elasticsearch vengono fatturate per ogni ora in cui l'istanza è in esecuzione in stato disponibile. Se non desideri che ti vengano addebitati i costi per un'istanza Amazon Elasticsearch, devi eliminare il dominio. Le ore parziali di utilizzo delle istanze Amazon Elasticsearch saranno fatturate come ore complete.

Torna all'inizio >>