Cinque modi in cui i leader possono promuovere l'armonia tra vita lavorativa e vita privata durante la pandemia

 Ian Wilson, Vicepresidente delle risorse umane di AWS

di Ian Wilson, Vicepresidente delle risorse umane di AWS

Mantenere l'armonia in circostanze normali non è sempre facile e la pandemia lo ha reso ancora più difficile. Ian Wilson, Vicepresidente delle Risorse Umane di AWS, condivide il suo approccio su come aiutare i dipendenti a superare le sfide e le opportunità del lavoro durante questa crisi.

Ascolta il podcast su Spotify o Apple Podcasts


L'armonia tra vita lavorativa e vita privata è nei pensieri di molte persone in questo momento. In Amazon pensiamo all'armonia tra vita lavorativa e vita privata come energia e presenza sia sul lavoro che al di fuori del lavoro. Jeff Bezos una volta ha spiegato questo concetto in termini di volàno, con l'energia di una parte della tua vita che aiuta ad alimentare l'altra.

Mantenere l'armonia in circostanze normali non è sempre facile e la pandemia lo ha reso ancora più difficile. Le tradizionali barriere di sicurezza che hanno aiutato le persone a gestire la vita lavorativa e la vita privata, come andare al lavoro, incontri sociali, assistenza all'infanzia o vacanze, sono cambiati improvvisamente e continuano a evolversi. Molti clienti mi hanno chiesto come abbiamo affrontato queste sfide inaspettate in AWS.

Ian Wilson, Vicepresidente delle risorse umane, AWS

Per noi dipendenti di Amazon la mentalità del Giorno 1 è una parte così importante del nostro approccio che l'adattamento ai cambiamenti è qualcosa a cui siamo abbastanza abituati. Jeff Bezos creò il concetto del Giorno 1 nei primi tempi di Amazon. Significa che dovremmo considerare ogni giorno in Amazon come se fosse il primo giorno di una nuova startup. Significa concentrarsi su ciò che il presente e il futuro richiedono, non su ciò che ha funzionato in passato. Significa che adottiamo e ci aspettiamo un cambiamento.

Il concetto del Giorno 1 consente ai nostri dipendenti di guardare cosa hanno di fronte e prendere la decisione migliore, che potrebbe essere diversa da quella che aveva senso in precedenza. Questo è ciò che vedo fare ai dipendenti e i leader in AWS mentre adottano le sfide e le opportunità del lavoro durante questa crisi.

In qualità di vicepresidente delle risorse umane di AWS ho avuto la possibilità di parlare con molte persone di questo argomento. Vorrei condividere alcuni dei modi in cui i dipendenti di Amazon si stanno appoggiando al concetto del Giorno 1 e ai nostri Principi di leadership di Amazon per trovare la nuova armonia tra lavoro e vita privata.

GRAPHIC_Orange-rule_01

1. Quando possibile, scegli la guida rispetto alle istruzioni

Quando così tanti cambiamenti drastici avvengono tutti in una volta, come la chiusura di uffici e scuole e il divieto di viaggiare, l'interruzione ha un effetto a catena che tocca la vita di tutti in modi unici. Naturalmente, le persone chiedono ai loro datori di lavoro come gestire questa situazione. Ad esempio i dipendenti si chiedono se possono cambiare il loro orario di lavoro in modo da potersi occupare di un bambino o a scuola a casa, o se invece dovrebbero rimandare un viaggio di lavoro o incontrarsi virtualmente.

Quando si tratta della sicurezza dei nostri lavoratori essenziali, dobbiamo essere più espliciti quando rispondiamo alle domande perché ci sono procedure in atto per la loro protezione. Ma in altri contesti non è necessario o possibile rispondere a tutte le domande. Pertanto in AWS abbiamo cercato di offrire ai dipendenti la massima flessibilità possibile.

Ad esempio invece di dire i dipendenti chi dovrebbe tornare in ufficio e quando, inviamo delle indicazioni: "I dipendenti che svolgono un ruolo che può essere svolto efficacemente da casa sono invitati a farlo fino al 30 giugno 2021". Nonostante molti dipendenti siano rimasti a casa, alcuni hanno anche deciso di tornare. Perché questo è il meglio per loro. I dipendenti scelgono da soli, entro i limiti di alcune indicazioni, come vogliono risolvere le sfide che li aspettano e come vogliono affrontare il lavoro.

GRAPHIC_Orange-rule_01

2. Controlla il polso della tua forza lavoro

Negli ultimi anni abbiamo utilizzato un programma di feedback giornaliero, Connections, per comprendere meglio la nostra forza lavoro. Ogni giorno migliaia di dipendenti Amazon hanno la possibilità di rispondere a una domanda sul lavoro. Queste informazioni vengono utilizzate per migliorare il posto di lavoro e molte delle domande quotidiane durante la pandemia sono state correlate a dipendenti che lavoravano in circostanze senza precedenti.

Oltre ai dati che abbiamo raccolto tramite Connections abbiamo anche avuto conversazioni su determinati argomenti per approfondire. Abbiamo posto le stesse domande durante la pandemia per tenere traccia di come stanno cambiando le cose. Queste informazioni sono state preziose per comprendere il sentimento dei dipendenti e identificare opportunità per un supporto più significativo.

Se le aziende si prendono il tempo per ascoltare la loro forza lavoro possono essere sorpresi dalle informazioni che scoprono. Una cosa che mi ha sorpreso, in senso positivo, è che in questo momento i punteggi di soddisfazione dei nostri manager per AWS sono letteralmente i più alti che abbia mai visto nella mia carriera. Questo mi suggerisce che i nostri manager stanno facendo un ottimo lavoro rimanendo in contatto con i loro dipendenti e fornendo supporto dove possono. Se non avessimo raccolto questi dati forse non avremmo riconosciuto questi sforzi straordinari e il ruolo prezioso che hanno svolto i nostri manager.

Raccogliendo feedback, le aziende possono prendere decisioni basate sui dati su come supportare i propri dipendenti e su come avere il maggiore impatto. Ciò è strettamente in linea con i principi di leadership di Amazon, "Approfondisci". Questo principio incoraggia i nostri dipendenti a rimanere connessi ai dettagli, eseguire controlli frequenti ed essere scettici quando cifre e osservazioni personali non coincidono.

GRAPHIC_Orange-rule_01

3. Accetta il contesto

Questa crisi ha costretto le persone a condividere un quadro più completo di chi sono, del loro vero e autentico sé. Negli ultimi sei mesi ho incontrato e visto più familiari dei miei colleghi, inclusi gli animali domestici, che nell'ultimo decennio. Prima della crisi penso che le persone fossero più a disagio con questo. Ma ora che siamo tutti sulla stessa barca è come se le barriere stessero crollando. Da quello che abbiamo visto è una buona cosa.

Mi fa pensare a uno dei miei principi di leadership Amazon preferiti, "Impara e sii curioso", che incoraggia i nostri dipendenti a non smettere mai di imparare. E ora stiamo imparando di più l'uno sull'altro. In effetti una delle cose che abbiamo riscontrato nella nostra ricerca è che l'inclusione tra i dipendenti, questo senso di "sentirsi incluso", è effettivamente aumentata in modo significativo ed è rimasta molto alta durante questa crisi.

Non avrei mai previsto che durante un periodo in cui siamo stati ulteriormente separati l'inclusione sarebbe aumentata tanto. Penso che sia perché ora ci relazioniamo a un livello più umano. Non si tratta solo di Ian, il mio collega. Si tratta di Ian, che è in un ambiente con i suoi figli che imparano a casa. Sta continuando a portare avanti la sua famiglia e la sua casa.

Imparare di più l'uno sull'altro ci dà anche più empatia, che è importante per la costruzione di relazioni. Per questo motivo incoraggerei le aziende ad affacciarci a questa nuova finestra che abbiamo sulla vita degli altri, invece di evitarla.

Accetta il contesto
GRAPHIC_Orange-rule_01

4. Prendersi tempo per una pausa

Nonostante quello che penserebbe la maggior parte delle persone lavorare da casa non crea sempre più tempo libero. Invece di sostituire il nuovo tempo che hanno a disposizione con i tempi di inattività, perché non devono più spostarsi, lo sostituiscono con più lavoro. In effetti la tentazione di produrre di più quando il lavoro è così facilmente accessibile è grande per alcune persone. Di conseguenza si trovano a lavorare più a casa che in ufficio.

Un altro problema è che le persone non si prendono tanto tempo libero, il che aggrava il problema. Per alcuni è perché non possono viaggiare, quindi sembra uno spreco di giorni di vacanza. Altri stanno risparmiando i giorni di vacanza nel caso in cui ci sia una recrudescenza del virus e le restrizioni di quarantena li lascino di nuovo senza assistenza per i propri figli. Sfortunatamente penso che questa pandemia stia durando più a lungo di quanto ognuno di noi si aspettasse inizialmente e potrebbe volerci ancora un po' prima che finisca. Nel frattempo tutti hanno bisogno di una pausa.

Tutto ciò combinato con lo stress della pandemia significa che le persone stanno vivendo un esaurimento nervoso. Non avrei mai immaginato che sarebbe stato così difficile convincere le persone a lavorare di meno. Ma se i dipendenti non si prendono del tempo per se stessi, la loro famiglia o qualsiasi altra cosa li renda felici non staranno bene. E questo di solito ha un impatto negativo sul loro lavoro nel lungo periodo, avendo l'effetto opposto di quello che volevano.

Tutti noi prendiamo decisioni migliori quando le nostre menti sono libere. Ecco perché le pause e il riposo sono importanti. Ecco alcuni modi in cui mi assicuro di ottenerli: blocco gli orari sul mio calendario per le pause durante il giorno, spengo il computer quando ho finito di lavorare in modo da non essere tentato di sbirciare di nuovo e usufruisco delle ferie, anche se è solo per accamparmi nel cortile con i miei figli.

GRAPHIC_Orange-rule_01

5. Costruisci un comportamento sano

Come dice il proverbio: "Ciò che conta è quello che fai, non quello che dici". Ad esempio se un manager incoraggia i dipendenti a disconnettersi di notte e fare pause durante il giorno, ma chiaramente non seguono loro stessi questo consiglio, è improbabile che lo farà il suo team. Nessuno vuole sentirsi come un "fannullone" se il resto della squadra lavora senza sosta. Ma lavorare tutto il tempo non è salutare o sostenibile.

Per i manager questo è un ottimo modo per "guadagnare fiducia", che è un altro principio di leadership di Amazon. Le persone si fidano maggiormente di qualcuno quando le loro parole corrispondono alle loro azioni. Oltre ad assicurarmi di prendermi del tempo libero, ho fatto alcune altre cose in modo che il mio team possa vedere che metto in pratica ciò che dico. Ad esempio, invece di allontanare i miei figli se passano vicino alla mia scrivania durante una riunione video, li faccio conoscere e, a volte, li presento anche alle altre persone della riunione.

GRAPHIC_Orange-rule_01

L’impatto sul cliente

L'armonia tra vita lavorativa e vita privata non solo avvantaggia i dipendenti, ma anche i clienti. È un po' come quando sei su un aereo e l'assistente di volo dice ai passeggeri di "indossare la maschera per l'ossigeno prima di aiutare gli altri". Questo perché, se finisci l'ossigeno, non puoi aiutare nessun altro.

Quando i dipendenti arrivano al lavoro pieni di energia e ispirazione, si prenderanno più cura dei clienti, avranno idee più innovative e saranno in una posizione migliore per affrontare le sfide, che quest'anno sembrano essere infinite. Non abbiamo tutte le risposte, ma seguendo la filosofia del Giorno 1 e appoggiandosi ai nostri Principi di leadership di Amazon, molti dei nostri dipendenti si sono fatti strada in queste acque agitate e hanno trovato una nuova armonia tra lavoro e vita privata.

------------------

Questo post fa parte di una nuova serie del Blog Riconcepire la forza lavoro in cui i dirigenti di AWS e Amazon condividono le loro esperienze e intuizioni durante la pandemia. Se vuoi leggere altri post della serie clicca qui.

Informazioni sull'autore

Ian Wilson, Vicepresidente delle risorse umane, AWS

Ian Wilson
Vicepresidente delle risorse umane, AWS

Ian Wilson è il vicepresidente delle risorse umane per Amazon Web Services (AWS) da quando è entrato a far parte del team nel 2018. Il suo team delle risorse umane di AWS opera in dozzine di paesi, supportando migliaia di dipendenti, per coltivare la cultura AWS, far crescere i talenti e sviluppare le capacità per abilitare i clienti AWS.

Prima del suo ruolo attuale, Ian è stato il leader delle risorse umane per Windows and Devices Group di Microsoft e ha guidato le iniziative delle risorse umane per l'ingegneria hardware, la produzione e la catena di fornitura e Interactive Entertainment Business (Xbox). In precedenza, in Microsoft, Ian ha lavorato a Pechino, in Cina, come direttore regionale delle risorse umane per la regione della Cina. Prima di entrare in Microsoft Ian ha trascorso sette anni presso Allied Signal/Honeywell, aziende di automazione industriale e aerospaziale, ricoprendo diversi ruoli di generalista e specialista delle risorse umane.

Ian ha conseguito una laurea presso la School of Industrial and Labour Relations della Cornell University. Vive a Issaquah, WA con sua moglie e due figli. Ian attualmente fa parte del Consiglio di amministrazione di Kindering, un centro di sviluppo della prima infanzia senza scopo di lucro a Washington.


Come prepari il personale per il cloud?

È meno costoso riqualificare e aggiornare le competenze professionali del personale attuale piuttosto che assumere nuovi team.