Crea un flusso di lavoro che consente ai team applicazioni di effettuare l’onboarding delle proprie applicazioni in AppStream 2.0. Con questo flusso di lavoro, i tuoi team applicazioni non richiedono l’accesso alla Console di gestione AWS o all’esperienza informatica basata sul cloud.

  • Configura e verifica un’identità dell’indirizzo e-mail tramite l’uso di Amazon Simple Email Service (SES). Amazon SES invia e-mail agli utenti che si iscrivono all’onboarding delle applicazioni aziendali.
  • Crea una policy e un ruolo tramite l’utilizzo di AWS Identity and Access Management (IAM).
  • Crea sei funzioni con l’ausilio di AWS Lambda. Le funzioni gestiscono il provisioning per tutte le risorse e l’accesso ad AppStream 2.0.
  • Crea una macchina a stati AWS Step Functions. La macchina a stati viene avviata da un comando POST di pagina web inviato tramite Amazon API Gateway. La macchina a stati avvia ogni funzione Lambda e assicura il completamento corretto della funzione prima dell’avvio della successiva.
  • Configura un Gateway API per gestire le richieste web in ingresso e passare le informazioni ad AWS Step Functions.
  • Abilita l'hosting di siti web per Example Corp. Portale di onboarding delle applicazioni aziendali tramite l’utilizzo di Amazon Simple Storage Service (Amazon S3).

L’architettura applicativa utilizza Amazon S3, Amazon API Gateway, AWS Lambda, Amazon AppStream 2.0, AWS Step Functions e Amazon SES, come visualizzato nel diagramma seguente.

Application_architecture

Il progetto comprende sei moduli. Per passare al successivo, è necessario avere completato ciascun modulo.

  1. Personalizzazione dell'indirizzo DA utilizzato per le comunicazioni e-mail con gli utenti
  2. Creazione di un back-end serverless
  3. Creazione di una macchina a stati
  4. Distribuzione di un'API RESTful
  5. Hosting di un sito Web statico
  6. Verifica della configurazione

AWS Experience: consigliamo di acquisire familiarità con AppStream 2.0 e altri servizi AWS. Se è la prima volta che usi AppStream 2.0, consulta la Guida alle operazioni di base di AppStream 2.0. Questa guida descrive come:

  • Installare e configurare due applicazioni. 
  • Eseguire attività di amministrazione di base tramite l’utilizzo della console di AppStream 2.0.
  • Assegnazione di una rete virtuale in Amazon Virtual Private Cloud (Amazon VPC) tramite l’uso di un modello AWS CloudFormation assegnato.

Tempo di completamento: 1,5 ore per i moduli da 1 a 5. Nel modulo 6, il tempo richiesto per le risorse AppStream 2.0 da assegnare varia in base alla configurazione adottata.

Costo per il completamento:  alcuni dei servizi utilizzati in questo progetto sono idonei al piano gratuito AWS. Per identificare i servizi idonei, consultare Piano gratuito di AWS. Se fuoriesci dai limiti di utilizzo del piano gratuito, il costo totale del completamento del progetto varierà in base alle tue esigenze e alla tua configurazione. Per ridurre i costi, ti consigliamo di arrestare le risorse associate al tuo progetto una volta completato. Se scegli di non arrestare le risorse, ti consigliamo di interrompere i parchi istanze e le istanze Image Builder quando non sono utilizzati.
 
Prerequisiti: per completare questo tutorial, è necessario quanto segue:
  • An account AWS: ti consente di iniziare a utilizzare AppStream 2.0 e altri servizi AWS. Per ulteriori informazioni, consulta In che modo è possibile creare e attivare un nuovo account Amazon Web Services?
  • Un VPC: il VPC deve avere due sottoreti private, una sottorete pubblica e un gruppo di sicurezza. Per accertarti di disporre della configurazione necessaria, esegui una delle operazioni seguenti:
  • Account e-mail: accedi ad almeno un indirizzo e-mail utente del test per completare la configurazione descritta in questo progetto.