Developer Center/Getting Started/Hands-on/...(Centro Sviluppatori/Introduzione/Esercitazione pratica/...

Creazione e connessione di un database Microsoft SQL Server

con Amazon RDS

Introduzione

Questo tutorial illustra come creare un'istanza database per Microsoft SQL Server, come connetterti al database e come eliminare l'istanza database. Per farlo, impiegheremo Amazon Relational Database Service (Amazon RDS) e tutte le operazioni mostrate in questo tutorial sono disponibili nell'ambito del piano gratuito .

 

 Costo richiesto per il completamento

Piano gratuito

 Servizi utilizzati

Gestisci le tue risorse AWS

Implementazione

  • Accedere alla console RDS

    Facendo clic qui, la Console di gestione AWS si aprirà in una nuova finestra del browser in modo da poter mantenere aperta questa guida dettagliata. Una volta caricata questa schermata, individua RDS in Database e fai clic per aprire la console Amazon RDS.

    Console di gestione AWS
  • Creazione un'istanza database per Microsoft SQL Server

    In questa fase, impiegheremo Amazon RDS per creare un'istanza database per Microsoft SQL Server con istanze database di classe db.t2.micro, 20 GB di storage e backup automatici abilitati con un tempo di conservazione di un giorno.  Promemoria: tutte queste operazioni possono essere eseguite nell'ambito del piano gratuito.

    a. Nell'angolo in alto a destra della console di Amazon RDS, seleziona la regione in cui creare l'istanza database.

    Nota: le risorse di AWS Cloud si trovano in data center ad elevata disponibilità distribuiti in diverse regioni in tutto il mondo. È perciò possibile scegliere in quale regione avranno sede le proprie attività di Amazon RDS. 

    Nell'angolo in alto a destra della console di Amazon RDS, seleziona la regione in cui creare l'istanza database.

    b.   Nella sezione Crea database, seleziona Crea database.

    Nella sezione Crea database, seleziona Crea database.

    c.  È ora necessario scegliere il motore. Per questo tutorial, fai clic sull’icona Microsoft SQL Server. Seleziona SQL Server Express Edition, lascia il valore di default della versione del motore e la licenza, quindi fai clic sul modello Piano gratuito.

    Motore Select SQL Server

    d. Ora puoi configurare l'istanza database. Specifica le impostazioni di configurazione riportate di seguito:

    Impostazioni:

    • Identificatore istanze DB: digita un nome per l'istanza database che sia univoco per l'account nella regione selezionata. Per questo tutorial, inserisci myrdstest.
    • Nome utente master: digita un nome utente da usare per eseguire l'accesso all'istanza database. In questo esempio, useremo masterUsername.
    • Password master: digita una password che contenga da 8 a 41 caratteri ASCII stampabili (esclusi /," e @) per la tua password master,
    • Conferma password: digita nuovamente la password.

    Specifiche dell'istanza:

    • Classe di istanza DB: seleziona la classe di default, db.t2.micro --- 1 vCPU, 1 GIB RAM. Saranno previsti 1 GB di memoria e 1 vCPU. Per un elenco delle classi di istanza supportate, visita la pagina Prezzi di Amazon RDS..
    • Tipo di archiviazione: seleziona Uso generale (SSD). Per ulteriori informazioni sull’archiviazione, consulta Archiviazione per Amazon RDS.
    • Archiviazione allocata: seleziona l'opzione di default 20 per allocare 20 GB di archiviazione al database. Con Amazon RDS for SQL Server, è possibile dimensionare le risorse fino a 64 TB.
    • Abilita la scalabilità automatica dell’archiviazione: se il carico di lavoro è ciclico o imprevedibile, esiste la possibilità di abilitare la scalabilità automatica per dare a RDS la possibilità di aumentare l’archiviazione quando necessario. Questa opzione non è disponibile per questo tutorial.
    Vista Impostazioni

    e. Sarà visualizzata la sezione Connettività, in cui sarà possibile fornire informazioni aggiuntive necessarie a RDS per lanciare l'istanza database per Microsoft SQL Server. Espandi il menu a discesa in basso per visualizzare le impostazioni di esempio da utilizzare per l'istanza database.

    Rete e sicurezza


    Configurazioni di connettività aggiuntive

    • Gruppo di sottoreti: seleziona il gruppo di sottorete di default. Per ulteriori informazioni sui gruppi di sottoreti, consulta Utilizzo di gruppi di sottoreti del database.
    • Accessibilità pubblica: seleziona . Verrà allocato in indirizzo IP per l'istanza database, per consentirti di connetterti al database direttamente dal tuo dispositivo.
    • Zona di disponibilità: seleziona Nessuna preferenza. Consulta Regioni e zone di disponibilità per maggiori dettagli.
    • Gruppi di sicurezza VPC: seleziona Crea nuovo gruppo di sicurezza VPC. In questo modo verrà creato un gruppo di sicurezza che consente la connessione dall'indirizzo IP del dispositivo in uso al database creato.
    • Porta: lascia il valore di default 1433.

    Autenticazione Server Windows Microsoft SQL

    • Directory: lascia questa opzione disabilitata.
    Vista Impostazioni

    Nella sezione Ulteriori configurazioni:

    Opzioni di database

    • Nome del database: digita un nome per il database utilizzando un numero di caratteri alfanumerici compreso tra 1 e 64. Se non viene fornito un nome, Amazon RDS non genererà automaticamente un database nell'istanza database che viene creata.
    • Gruppo parametri del database: lascia il valore di default. Per ulteriori informazioni, consulta Utilizzo dei gruppi di parametri del database.
    • Gruppo di opzioni: lascia il valore di default. Amazon RDS usa i gruppi di opzioni per abilitare e configurare le caratteristiche aggiuntive. Per ulteriori informazioni, consulta Utilizzo di gruppi di opzioni.

    Crittografia
    Quest’opzione non è disponibile nel piano gratuito. Per ulteriori informazioni, consulta Crittografia delle risorse Amazon RDS

    Backup

    • Tempo di conservazione del backup: è possibile scegliere il numero di giorni in cui vengono conservati i backup. Per questo tutorial, imposta il valore 1 giorno.
    • Finestra di backup: utilizza il valore di default Nessuna preferenza.

    Monitoraggio

    • Monitoraggio avanzato: utilizza il valore di default Abilita monitoraggio avanzato. L’opzione Monitoraggio potenziato fornisce parametri in tempo reale per il sistema operativo su cui viene eseguita l'istanza database. Per ulteriori informazioni, consulta Visualizzazione dei parametri delle istanze database.
    Vista Impostazioni

    Manutenzione

    • Aggiornamento automatico di versioni secondarie: seleziona Aggiornamento automatico di versioni secondarie per ricevere tutti gli aggiornamenti automatici quando sono disponibili.
    • Finestra di manutenzione: seleziona Nessuna preferenza.

    Protezione da eliminazione
    Deseleziona Abilita la protezione da eliminazione per questo tutorial. Quando questa opzione è abilitata, non è possibile cancellare il database.

    Fai clic su Crea database.

    Vista Impostazioni

    f. L'istanza database viene creata.   Fare clic su Visualizza le tue istanze database.

    Nota: a seconda della classe dell'istanza database e dello storage allocato, prima che l'istanza database sia disponibile possono trascorrere diversi minuti.

    La nuova istanza database viene visualizzata nell'elenco di istanze database della console di RDS. Lo stato dell'istanza database sarà in creazione fino al completamento di questa fase, quando sarà pronta per essere impiegata.   Quando lo stato cambia in disponibile, è possibile collegarsi a un database sull'istanza database.  

    Mentre attendi che l'istanza database diventi disponibile, puoi passare alla fase successiva.

    L'istanza database è stata creata. Fai clic su Visualizza le tue istanze database.
  • Download di un client SQL

    Una volta completata la creazione dell'istanza database e lo stato cambia in “disponibile”, è possibile collegarsi a un database sull'istanza database utilizzando un qualsiasi client SQL standard. In questa fase, scaricheremo Microsoft SQL Server Management Studio Express, un client per SQL Server molto comune.

    a. Accedi alla pagina Microsoft Download Center - Microsoft SQL Server Management Studio Express e fai clic su Continua.

    Note: ricordati di scaricare il client SQL dallo stesso dispositivo da cui è stata creata l'istanza database RDS. Il gruppo di sicurezza in cui si trova il database è configurato per consentire la connessione solo dal dispositivo con cui hai creato l'istanza database.

    Scarica Microsoft SQL Server Management Studio Express

    b. Verrà richiesto di eseguire la registrazione sul sito Microsoft; questo passaggio non è necessario per il download.  È possibile saltare la registrazione selezionando il pulsante accanto a "No, non desidero registrarmi. Visualizza il download.' e facendo clic su Successivo nel modale a comparsa.

    Seleziona quindi la versione di SQL Management Studio appropriata e fai clic su Successivoper avviare il download.

    Seleziona tipo di download
  • Connessione al database Microsoft SQL Server

    In questa fase, connetteremo il database che hai creato usando SQL Server Management Studio.

    a. Una volta completato il download, installa e apri il programma. Viene visualizzata una finestra di dialogo.  Inserisci i seguenti dati:

    • Tipo di server: seleziona Motore del database
    • Nome host: copia e incolla il nome host dalla console Amazon RDS (vedi immagine a destra). Sostituisci quindi i due punti tra il DNS e il numero di porta con una virgola. Ad esempio, il nome del tuo server dovrebbe avere il seguente aspetto sample-instance.cg034hpkmmjt.us-east-1.rds.amazonaws.com,1433.
    • Nome utente: digita il nome utente creato per il database Amazon RDS.  Nel nostro esempio, il nome utente è 'masterUsername.'
    • Password: digita la password utilizzata al momento della creazione del database Amazon RDS. 

    Fai clic su Connetti.

    Opzioni nella finestra di dialogo

    b. Il collegamento con il database è completato. In SQL Server Management Studio, verranno visualizzati diversi oggetti schema nel database. Ora puoi iniziare a creare tabelle, inserire dati ed eseguire query.

    Vedrai diversi oggetti schema disponibili nel database.
  • Eliminazione dell'istanza database

    L'istanza database per Microsoft SQL Server può essere eliminata con la massima semplicità dalla console di Amazon RDS. Anzi, eliminare le istanze non più in uso è una best practice consigliata per evitare di pagare per risorse inutilizzate.

    a. Torna alla console Amazon RDS.  Seleziona Database, scegli l’istanza da eliminare, quindi seleziona Elimina dal menu a discesa Operazioni.

    In Operazioni, seleziona Elimina.

    b. Verrà richiesto di creare uno snapshot finale e confermare l'eliminazione. Nel caso del nostro esempio, non creare uno snapshot finale, assicurati di voler eliminare l'istanza e quindi fai clic su Elimina.  

    Nota: l'eliminazione dell'istanza database può richiedere qualche minuto.

    Schermata di eliminazione

Questo tutorial è stato utile?

Grazie
Facci sapere cosa ti è piaciuto.
Chiudi
Spiacenti di non esserti stati d'aiuto
C'è qualcosa di obsoleto, ambiguo o approssimativo? Aiutaci a migliorare questo tutorial con il tuo feedback.
Chiudi

Complimenti!

Hai creato un'istanza database per Microsoft SQL Server con Amazon RDS, vi hai eseguito l'accesso e l'hai eliminata.  Amazon RDS semplifica la configurazione, l'uso e il dimensionamento dei database relazionali nel cloud. Oltre a offrire una capacità scalabile a un costo conveniente, gestisce le onerose attività di amministrazione del database lasciando il cliente libero di dedicarsi alle sue applicazioni e alla sua attività.