Se includiamo i costi dei dipendenti e del data center, l'utilizzo di AWS è significativamente più economico rispetto ai server fisici, soprattutto per supportare i picchi di traffico correlati al notevole aumento del numero di studenti. 
Dr. Kalpesh Parikh IT Advisor

Fondata nel 2007, la Gujarat Technological University (GTU) offre corsi di specializzazione d'impresa, ingegneria, farmacia e software a circa 500.000 studenti all'anno che provengono da 500 località dell'India. La GTU fornisce inoltre laboratori e strutture collegate per i ricercatori allo scopo di favorire i progressi nel campo della scienza e della tecnologia.  

Nel 2008, la GTU utilizzava server fisici, storage e attrezzature di rete per fornire supporto a 52.000 studenti. Tuttavia, con l'aumento del numero degli studenti e dei professori, i server hanno iniziato a sovraccaricarsi e le applicazioni e i servizi di maggiore importanza, fra cui il sito Web del GTU e un sistema di gestione e di monitoraggio di progetti, sono diventati inaccessibili. Questi problemi di disponibilità, che si sono protratti per tre giorni, erano inaccettabili per la GTU, poiché l'istituzione dipendeva enormemente da Internet per la distribuzione di servizi a studenti e ricercatori e per le attività di amministrazione. "Il nostro sito Web aveva in media 50.000 visite giornaliere, tranne il lunedì, giorno in cui il numero poteva arrivare fino a 100.000", spiega il Dott. Ashai Aggarwal, vice rettore della GTU. "Ci trovavamo di fronte a un problema inevitabile: dovevamo investire in un'infrastruttura in grado di supportare i picchi di domanda, ma che sarebbe rimasta inutilizzata per buona parte della settimana". 

La GTU ha deciso che un servizio cloud pubblico era in grado di fornire la disponibilità necessaria, oltre alla scalabilità per supportare la crescita e l'elasticità per gestire i picchi di domanda. Mentre la GTU esaminava diversi servizi cloud locali, un ex studente della GTU che lavorava ad Amazon Web Services (AWS) negli Stati Uniti ha contattato il Dott. Aggarwal e ha proposto AWS come il candidato più adatto per le esigenze dell'istituzione. La GTU ha intrapreso una valutazione dettagliata che ha confermato l'opinione dell'ex studente, iniziando così a sviluppare un piano per eseguire la migrazione in un'architettura AWS. La GTU ha intrapreso il lavoro preliminare prima di rivolgersi ad AWS perché il progetto diventava sempre più complesso e rapido. "AWS ci ha fornito un aiuto prezioso per determinare la migliore architettura e la configurazione capaci di soddisfare i nostri requisiti", dichiara il Dott. Kalpesh Parikh, Consulente IT alla GTU. "Abbiamo anche ricevuto un'assistenza significativa da un partner AWS per la risoluzione dei problemi".

La GTU ora esegue istanze Amazon Elastic Compute Cloud (Amazon EC2) per fornire le risorse di elaborazione necessarie all'esecuzione dei suoi servizi e applicazioni, con Amazon Elastic Block Store (Amazon EBS) e Amazon Simple Storage Service (Amazon S3) per lo storage delle risorse. Amazon Glacier fornisce l'archiviazione dei dati e il backup a lungo termine e Amazon CloudWatch il monitoraggio e gli avvisi per le risorse AWS e le applicazioni e il sito Web della GTU.

AWS e il suo partner hanno contribuito alla formazione del team tecnologico della GTU per consentirgli di ottimizzare l'utilizzo delle risorse AWS e risolvere i problemi potenziali. Ad esempio, è stato previsto il monitoraggio del sito Web e delle applicazioni fra mezzanotte e le 5 del mattino e la riduzione delle risorse per tenere sotto controllo i costi. "Il team è stato anche in grado di configurare i gruppi di sicurezza in AWS per proteggere meglio le nostre risorse da attacchi esterni e ridurre al minimo il rischio di perdita e di fuga dei dati", racconta il Dott. Parikh.

La figura qui sotto illustra l'ambiente del progetto di mentoring e monitoraggio della GTU:

chart

La GTU ha ottenuto numerosi vantaggi dall'utilizzo di AWS. L'istituzione ha ottenuto il 99,999% di disponibilità per il suo sito Web, le applicazioni e i servizi. Questo riduce al minimo le interruzioni che possono ritardare la programmazione dell'insegnamento e dei corsi e che in passato aveva rischiato di compromettere l'istruzione di decine di migliaia di studenti. "Se includiamo i costi dei dipendenti e delle strutture dei data center, AWS è decisamente più economico rispetto all'utilizzo di server fisici per supportare un aumento rapido del traffico dovuto all'aumento del numero di studenti", afferma il Dott. Parikh. "Possiamo tranquillamente ricalibrare il sito Web perché supporti da 3.000 a 30.000 utenti simultanei".

Il Dott. Parikh è entusiasta all'idea di ottenere maggiore efficienza e opportunità di innovazione utilizzando AWS. "Vogliamo avere un'integrazione molto stretta con AWS e stabilire una relazione a lungo termine", dichiara.

Per ulteriori informazioni su come AWS può aiutare a gestire i siti Web, visita la nostra pagina dei dettagli sull'hosting di siti Web.