VMware Cloud on AWS fornisce un'infrastruttura dedicata a tenant singolo, che supporta cluster composti da 4 a 16 host vSphere distribuiti nell'infrastruttura bare metal elastica di AWS basata su istanze Storage Optimized ad elevato I/O di prossima generazione ed è dotato di memoria non volatile di tipo Express o NVMe (Non-Volatile Memory Express) su dischi a stato solido. È possibile ricalibrare la capacità aggiungendo e rimuovendo host dai cluster (da 4 a 16 host per cluster). VMware Cloud on AWS esegue lo stack software VMware direttamente su server host senza virtualizzazione nidificata. È possibile spostare i carichi di lavoro esistenti tra l'ambiente VMware e VMware Cloud on AWS tramite migrazione a freddo o migrazione di modelli VM.

È possibile creare rapidamente nuovi cluster VMware SDDC nel cloud AWS tramite una console basata sul Web o mediante API RESTful. VMware gestisce e garantisce il funzionamento del servizio, inclusi i componenti software VMware SDDC e la moderna console basata sul Web. Inoltre, invia notifiche sullo stato del servizio e offre garanzia di affidabilità e assistenza di classe enterprise operativa 24 ore su 24, 7 giorni su 7, nonché un centro di supporto con domande frequenti, forum e assistenza tramite chat. VMware fornisce aggiornamenti software pianificati dei prodotti SDDC e patch di emergenza con notifiche e remediation automatica dei guasti hardware.


vmware_Portability_08172017

VMware Cloud on AWS offre lo stack software VMware SDDC al cloud AWS dimensionabile elasticamente, inclusi vSphere, vSAN, NSX e vCenter. Ogni prodotto SDDC è composto da un numero di host compreso tra 4 e 16, ognuno dei quali dispone di 36 core, 512 GiB di memoria e 15,2 TB di storage raw NVMe (che corrisponde a circa 21 TB di capacità utilizzabile per ogni cluster di 4 host). È possibile distribuire un cluster SDDC VMware completamente configurato in poche ore e modificare il numero di host in pochi minuti.


Tutti i cluster SDDC utilizzano una soluzione di storage vSAN completamente flash basata su storage di istanze NVMe. Ogni host ESXi dispone di storage NVMe. Un cluster iniziale composto da 4 host che eseguono vSAN offre 15,2 TB di storage raw (che corrisponde a circa 21 TB di capacità utilizzabile). È possibile gestire i contratti sul livello di servizio dello storage in base alla singola applicazione tramite il servizio Storage Policy-Based Management offerto da vSphere. Inoltre, è possibile usufruire di servizi avanzati per lo sfruttamento dei dati, ad esempio Quality of Service, codice di cancellazione e diverse API per la protezione dei dati di terze parti (vADP).

Benefit_100x100_Predictable-Performance

awsmp_networking.png

VMware Cloud on AWS fornisce reti dedicate e separate per gestione e traffico applicativo connesse tramite la piattaforma di rete VMware NSX e supporta reti multicast. Gli host ESXi sono collegati a un cloud VPC AWS tramite AWS Elastic Networking Adapter (ENA), che supporta fino a 25 Gb/s di throughput.


AWS mette la sicurezza al primo posto e pertanto VMware Cloud on AWS impiega connessioni VPN IPsec con l'ambiente locale del cliente. È possibile utilizzare Network Address Translation (NAT) per stabilire una connessione tra carichi di lavoro in esecuzione in una sottorete privata e VMware Cloud on AWS e sfruttare le liste di controllo degli accessi (ACL) di rete per controllare il traffico da e verso la sottorete.

vmware_Security_08172017

software

VMware Cloud on AWS supporta macchine virtuali di dimensioni personalizzate, esegue tutti i sistemi operativi supportati da VMware e impiega l'infrastruttura fisica bare metal a tenant singolo di AWS per permettere l'utilizzo nel cloud delle licenze Windows Server esistenti.


È disponibile il supporto per soluzioni create da produttori di software indipendenti partner di AWS che operano in diversi settori, tra cui protezione dei dati, DevOps, migrazione nel cloud e sicurezza. Per ulteriori informazioni, consulta il sito Web VMware.

operating_systems