AWS X-Ray semplifica gli sviluppatori l'analisi dei comportamenti di applicazioni di produzione distribuite con funzionalità di monitoraggio complete. X-Ray può essere impiegato per identificare colli di bottiglia, errori legati a casi limite e altri problemi in genere difficili da individuare. X-Ray supporta applicazioni di qualsiasi tipo e dimensione, in fase di sviluppo o di produzione, da semplici chiamate ad eventi asincroni e applicazioni Web a tre livelli fino ad applicazioni distribuite complete che usano architetture di microservizi. Gli sviluppatori saranno così in grado di individuare e risolvere rapidamente i problemi delle loro applicazioni, migliorandone la fruibilità per gli utenti finali.

Nozioni di base

Prova AWS X-Ray gratuitamente

Il piano gratuito di AWS include 100.000 tracce registrate al mese e un milione di tracce recuperate o scansite al mese.

Visualizza i dettagli del piano gratuito di AWS »

Impostazione semplificata

X-Ray può essere impiegato con applicazioni in esecuzione in Amazon Elastic Compute Cloud (EC2), Amazon EC2 Container Service (Amazon ECS), AWS Lambda e AWS Elastic Beanstalk. Amazon X-Ray è molto semplice da utilizzare. È sufficiente integrare il kit SDK X-Ray nell'applicazione e installare l'agente X-Ray. Nel caso di AWS Elastic Beanstalk, è sufficiente integrare il kit SDK X-Ray con l'applicazione, perché l'agente X-Ray è preinstallato in Elastic Beanstalk.  

Tracciamento completo

AWS X-Ray permette una visione completa e su più servizi delle richieste inoltrate all'applicazione. Offre una panoramica incentrata sull'applicazione di tutte le richieste indirizzate all'applicazione, aggregando i dati raccolti da singoli servizi in un'unità chiamata traccia. Questa traccia può essere impiegata per seguire il percorso di una singola richiesta attraverso i diversi servizi o livelli dell'applicazione, per rilevare i punti in cui si verificano i problemi.

Integrazione con database e servizi AWS

AWS X-Ray supporta applicazioni in esecuzione in Amazon Elastic Compute Cloud (Amazon EC2), Amazon EC2 Container Service (Amazon ECS), AWS Lambda e AWS Elastic Beanstalk. Il kit SDK X-Ray acquisisce i metadati per le richieste eseguite su database MySQL e PostgreSQL (in self-hosting, Amazon RDS e Amazon Aurora) e Amazon DynamoDB. Inoltre, acquisisce i metadati per le richieste eseguite su Amazon Simple Queue Service e Amazon Simple Notification Service.

Per ulteriori informazioni sull'integrazione di X-Ray con altri servizi AWS, consulta questo documento.

Supporto per più sintassi

AWS X-Ray supporta l'uso di tracce per applicazioni scritte in Node.js, Java e .NET.

Campionamento delle richieste

Puoi impostare la frequenza di campionamento più adatta all'applicazione, a seconda che si trovi in fase di sviluppo o di produzione. X-Ray conserverà la traccia delle richieste inoltrate all'applicazione, conservandone un campionamento a scopo di analisi. In questo modo avrai a disposizione una quantità di informazioni sufficiente per ottenere analisi significative senza dover memorizzare e gestire enormi quantità di dati.

Mappatura dei servizi

AWS X-Ray crea una mappatura dei servizi utilizzati dall'applicazione con i dati di tracciamento, che sarà possibile utilizzare per approfondire il funzionamento dei servizi o individuare problemi. Questa funzionalità offre una panoramica delle connessioni tra i servizi nell'applicazione e i dati aggregati di ciascun servizi, incluse latenza media e tasso di guasti. Inoltre, potrai creare strutture ad albero di dipendenze, eseguire il rilevamento delle chiamate tra zone di disponibilità o regioni differenti e molto altro.

Mappatura dei servizi di AWS X-Ray
Mappatura dei servizi di AWS X-Ray

Fai clic per allargare

Visualizzazione storica di AWS X-Ray
Visualizzazione storica di AWS X-Ray

Fai clic per allargare

Annotazioni e filtraggio dei dati

AWS X-Ray consente di rilevare visivamente la distribuzione della latenza dei nodi e dei confini direttamente dalla mappatura dei servizi. Si possono facilmente isolare gli outlier, i modelli e i trend dei grafici, eseguire il drill delle tracce e filtrare per chiavi integrate e annotazioni personalizzate per individuare meglio i problemi di prestazioni che influenzano un'applicazione e i suoi utenti finali.

Annotazioni e filtraggio dei dati

AWS X-Ray permette di aggiungere annotazioni ai dati emessi da componenti o servizi specifici dell'applicazione. Questa caratteristica può essere usata per allegare metadati aziendali che facilitino il rilevamento di problemi. Inoltre, i dati delle tracce possono essere filtrati in base a proprietà quali annotazioni, latenza media, stato delle risposte HTTP, time stamp, tabella di database in uso e molto altro.

Visualizzazione tracce di AWS X-Ray
Visualizzazione tracce di AWS X-Ray

Fai clic per allargare

Filtraggio dei dati di AWS X-Ray
Filtraggio dei dati di AWS X-Ray

Fai clic per allargare

Console e accesso programmatico

Potrai usare AWS X-Ray con la Console di gestione AWS, l'interfaccia a riga di comando e i kit SDK AWS. L'API di X-Ray permette di accedere programmatica al servizio in modo da esportare i dati delle tracce o inoltrarli in altri strumenti o pannelli di controllo di analisi personalizzati.

Sicurezza

AWS X-Ray si integra con AWS Identity and Access Management (IAM) per consentire il controllo di quali utenti e risorse possono accedere alle tracce e in che modo.