In che modo posso ottimizzare le prestazioni di trasferimento dei file tramite Direct Connect?

Ultimo aggiornamento: 11/01/2022

Sto riscontrando basse velocità di trasferimento dei file tramite la connessione AWS Direct Connect.

Risoluzione

Segui i seguenti passaggi per la risoluzione dei problemi del tuo caso d'uso.

Nota: Se ricevi messaggi di errore durante l'esecuzione dei comandi di AWS Command Line Interface (AWS CLI), assicurati di utilizzare la versione più recente di AWS CLI.

Utilizza i parametri di Amazon CloudWatch per verificare l'utilizzo e gli errori della connessione Direct Connect

Puoi utilizzare i parametri di CloudWatch per monitorare le connessioni Direct Connect e le interfacce virtuali. Per le connessioni dedicate Direct Connect, controlla i parametri ConnectionBpsEgress e ConnectionBpsIngress per i valori che superano le velocità delle porte di rete. Controlla il parametro ConnectionErrorCount per errori a livello MAC. Per ulteriori informazioni sulla risoluzione degli errori a livello MAC, consulta la sezione ConnectionErrorCount nei parametri di connessione Direct Connect.

Per le connessioni ospitate, rivedi i parametri VirtualInterfaceBpsEgress e VirtualInterfaceBpsIngress. È possibile creare una sola interfaccia virtuale Direct Connect per ogni connessione ospitata. Questi parametri sono una stima del bitrate totale del traffico di rete per la connessione ospitata.

Per ulteriori informazioni, consulta Viewing Direct Connect CloudWatch metrics (Visualizzazione dei parametri di Direct Connect CloudWatch).

Ottimizzazione delle prestazioni durante il caricamento di file di grandi dimensioni in Amazon Simple Storage Service (Amazon S3)

Per caricare file di grandi dimensioni in Amazon S3, è consigliabile sfruttare i caricamenti in più parti. Se utilizzi la AWS CLI, tutti i comandi di alto livello di Amazon S3 come cp e sync eseguono automaticamente caricamenti in più parti per file di grandi dimensioni.

Utilizza i seguenti valori di configurazione Amazon S3 della AWS CLI:

  • max_concurrent_requests - Il numero massimo di richieste simultanee. Il valore predefinito è 10. Assicurati di disporre di risorse sufficienti per supportare il numero massimo di richieste.
  • max_queue_size - Il numero massimo di operazioni nella coda delle operazioni.
  • multipart_threshold - La soglia di dimensione utilizzata dalla CLI per i trasferimenti in più parti di singoli file.
  • multipart_chunksize - Quando si utilizzano trasferimenti in più parti, questa è la dimensione del blocco utilizzata dalla CLI per i trasferimenti in più parti di singoli file. Questo valore imposta la dimensione di ogni parte caricata dalla AWS CLI in un caricamento in più parti per un singolo file. Questa impostazione consente di suddividere un file più grande (ad esempio di 300 MB) in parti più piccole per una maggiore velocità di caricamento. Il valore predefinito è 8 MB mentre il valore minimo che è possibile impostare è 5 MB.

Nota: Un caricamento in più parti richiede che un singolo file venga caricato in un massimo di 10.000 parti. Accertati che il chunksize impostato sia in equilibrio tra le dimensioni del file e il numero di parti.

  • max_bandwidth - La larghezza di banda massima che verrà utilizzata per il caricamento e il download di dati da e verso Amazon S3.

Per ulteriori informazioni, consulta la sezione Migrare piccoli set di dati da un ambiente on-premise ad Amazon S3 utilizzando AWS SFTP (Migrate small sets of data from on premises to Amazon S3 using AWS SFTP).

Regolazione delle prestazioni per i file server Windows Server Message Block (SMB)

Per ottimizzare le prestazioni di rete per i file server SMB Windows,il protocollo Server Message Block (SMB) 3.0 deve essere negoziato tra ogni client e file server. Questo perché SMB 3.0 utilizza il protocollo che migliora le prestazioni dei file server SMB, incluse le seguenti caratteristiche:

  • SMB Direct - Questa caratteristica assicura che SMB rilevi le interfacce di rete RDMA sul file server e utilizzi automaticamente Remote Direct Memory Access (RDMA). RDMA aumenta la velocità effettiva, fornisce bassa latenza e basso utilizzo della CPU.
  • Multicanale SMB - Questa caratteristica consente ai file server di utilizzare più connessioni di rete contemporaneamente e fornisce una velocità effettiva maggiore.
  • Scalabilità orizzontale SMB - Questa caratteristica consente al protocollo SMB 3.0 nelle configurazioni cluster di mostrare una condivisione in tutti i nodi di un cluster in una configurazione attivo/attivo. Ciò garantisce che la larghezza di banda massima condivisa sia la larghezza di banda totale di tutti i nodi cluster di file server.

Per i client SMB, utilizzare la caratteristica multithread robocopy per copiare file e cartelle sul file server tramite più connessioni parallele.

È inoltre possibile utilizzareExplicit Congestion Notification (ECN) e Large Send Offload (LSO) per ridurre la velocità effettiva.

Verifica la perdita di pacchetti sulla connessione Direct Connect

La perdita di pacchetti si verifica quando i pacchetti di dati trasmessi non arrivano alla loro destinazione, con conseguenti problemi di prestazioni della rete. La perdita di pacchetti è causata da bassa potenza del segnale nella destinazione, utilizzo eccessivo del sistema, congestione della rete e configurazioni errate del percorso di rete.

Per ulteriori informazioni, consulta la sezione Come posso risolvere la perdita di pacchetti per la mia connessione Direct Connect?

Isolamento e diagnosi dei problemi di prestazioni di rete e applicazioni

È possibile utilizzare servizi comeiPerf3,tcpdump e Wireshark per risolvere i problemi di prestazioni di Direct Connect e analizzare i risultati della rete. Prendere nota delle seguenti impostazioni che influiscono sulla velocità effettiva di rete su un singolo flusso TCP:

  • Receiver Window Size (RWS) - Indica il numero massimo di byte che il ricevitore può accettare senza buffer overflow.
  • I mittenti inviano buffer - Questo può limitare il numero massimo di byte che il ricevitore può riconoscere. Il mittente non può scartare i byte non riconosciuti finché non riceve la conferma. Potrebbe essere necessario ritrasmettere i byte non riconosciuti dopo un periodo di timeout.
  • Mittenti MSS (Maximum Segment Size) - Il numero massimo di byte che un segmento TCP può avere come payload. Più piccolo è l'MSS, minore è la velocità effettiva della rete.
  • Il tempo di andata e ritorno (RTT) - Maggiore è l'RTT tra il mittente e il destinatario, minore è la larghezza di banda di rete disponibile.

Suggerimento: È consigliabile che il mittente avvii diverse connessioni parallele al destinatario durante i trasferimenti di file.

Per ulteriori informazioni, consulta la sezione Come posso risolvere i problemi relativi alle prestazioni della rete Direct Connect?


Questo articolo è stato utile?


Hai bisogno di supporto tecnico o per la fatturazione?