Facebook-Social-Sharing-Button_Top
Twitter-Social-Sharing-Button_top
GooglePlus-Social-Sharing-Button_top
LinkedIn-Social-Sharing-Button_Top

MLB Advanced Media (MLBAM) desiderava trovare un nuovo modo per individuare e analizzare ogni singola giocata utilizzando strumenti di raccolta e di analisi dei dati. Occorreva una piattaforma che fosse in grado di acquisire con la massima rapidità i dati dai diamanti di tutto il Nord America, fornire una potenza di elaborazione sufficiente ad eseguire analisi in tempo reale e produrne i risultati in pochi secondi, e poi rimanere inattiva durante le pause del campionato.  MLBAM si è rivolta ad AWS per sfruttare al massimo il suo rivoluzionario Player Tracking System, un sistema di monitoraggio dei giocatori che rivela sfumature e dettagli di gioco mai colti prima suscitando l'entusiasmo di fan, giornalisti e squadre.

mlbam-innovation-thumb

È un passo verso la leggenda, in uno sport come il baseball che da 150 anni si nutre di leggende. Durante il terzo inning di gara 7 delle World Series del 2014, quindi nella partita decisiva per l'assegnazione del titolo, i San Francisco Giants e i Kansas City Royals erano in parità sul 2 a 2. Eric Hosmer dei Royals ha colpito perfettamente la palla indirizzandola verso l'esterno centro. Se fossero riusciti a superare la linea di difesa, quella giocata sarebbe potuta essere l'inizio di un parziale decisivo.

Il seconda base dei Giants Joe Panik è però riuscito con un tuffo spettacolare a salvare la palla ed eliminare così due giocatori, uno dei quali era Hosmer, che aveva cercato di raggiugere in tuffo la prima base per anticipare il tiro di Panik. Un possibile parziale dei Royals è stato così bloccato sul nascere, e i Giants hanno poi vinto la gara, e quindi le World Series, di un solo punto.

La giocata di Panik è stata molto discussa sui social network, nei programmi televisivi e nei bar di tutto il paese. Sono poi emersi dettagli molto importanti sulla giocata, grazie a un sistema in esecuzione nel cloud: una soluzione per i Big Data chiamata Player Tracking System, creata da MLB Advanced Media (MLBAM) con Amazon Web Services (AWS).

Questo programma ha evidenziato che Hosmer avrebbe potuto raggiungere la prima base se avesse corso invece di cercare la scivolata; esempio perfetto dell'incredibile complessità che si può nascondere in qualsiasi azione di gioco. Il Player Tracking System è stato introdotto in tutti i 30 diamanti dell'MLB a partire dall'inizio della stagione 2015 e sta già destando molto interesse, perché è in grado di fornire informazioni eccezionali in pochi secondi, tra cui i dati inviati alle televisioni sotto il marchio "Statcast".

Joe Inzerillo, vice presidente esecutivo e responsabile tecnologico presso MLBAM, dice che la senza AWS sarebbe stato impossibile realizzare Statcast.

"Il comportamento dei consumatori è in costante evoluzione. Tutti online, tutti su dispositivi mobili, la tecnologia è cruciale per lo sviluppo del gioco", spiega. "Una delle soluzioni più entusiasmanti a cui abbiamo lavorato ultimamente è Statcast, basato su AWS. Per la prima volta, rileviamo informazioni misurabili che prima non eravamo in grado di rilevare".

  • Servizi AWS utilizzati

  • I vantaggi di AWS

    • AWS è in grado di gestire i flussi di dati in continua evoluzione provenienti da tutte le partite nel paese
    • Può acquisire, analizzare e memorizzare più di 17 PB di dati per stagione
    • MLBAM ridimensiona le proprie risorse durante i giorni senza partite e nelle pause del campionato.
    • Consente a fan, televisioni e squadre di analizzare le giocate e i giocatori
    • Le informazioni prodotte sono usate da televisioni e dalle app MLB



  • Informazioni su MLBAM

    MLBAM è la divisione che si occupa di servizi digitali della Major League Baseball. Gestisce il sito ufficiale della lega e i siti Web delle 30 squadre tramite MLB.com, in cui sono disponibili notizie, classifiche, statistiche e calendari, nonché programmi in diretta e registrati per gli abbonati. MLBAM possiede e gestisce inoltre MLB Radio e BaseballChannel.TV, e gestisce o possiede numerosi altri siti Web, ad esempio Minor League Baseball, YES Network, SportsNet New York e World Championship Sports Network.


Dati provenienti da Statcast in sovraimpressione sul video della giocata di Panik e Hosmer

Dati provenienti dal Player Tracking System (Statcast) in sovraimpressione sul video della giocata di Panik e Hosmer. La sezione rossa del grafico, sulla destra, mostra cosa sarebbe successo se Hosmer avesse mantenuto la velocità invece di tuffarsi sulla base: si sarebbe salvato per 30 centimetri.

I dati giocano un ruolo fondamentale nel baseball, e la quantità di informazioni provenienti dalle statistiche di gioco di una stagione è enorme. Queste informazioni, tuttavia, sono statiche. MLBAM desiderava cambiare il proprio approccio alle statistiche raccogliendo e analizzati dati in tempo reale per cogliere tutte le sfumature più difficili da individuare del baseball.

Inizialmente, MLBAM ha valutato l'idea di creare una soluzione IT interna, ma ha dovuto escluderla. "Volevamo usare le capacità di calcolo in tutti gli stadi", dice Dirk Van Dall, vice presidente per lo sviluppo delle tecnologie multimediali presso MLBAM. "Ma distribuire i dati in modo efficiente in così tante sedi avrebbe richiesto molto tempo e investimenti significativi in costose risorse IT che sarebbero rimaste pressoché inutilizzate per sei mesi l'anno".

Il cloud AWS offriva un'alternativa ideale che consentiva di supportare 15 partite un giorno e solo una o due il giorno dopo.

"AWS offre tempi di roundtrip ideali per la trasmissione di dati dai campi di gioco di tutto il paese verso il cloud e verso tutti i servizi che usiamo per Statcast", spiega Van Dall. "Offre una scalabilità eccezionale che ci consente di aumentare la capacità quando più ci serve, gestire una, due o più partite in un solo giorno e quindi di ridurre le risorse nei periodi di pausa del campionato".

Il flusso di lavoro viene avviato da due sistemi di acquisizione dei dati che si trovano negli stadi e che forniscono informazioni coordinate. Dietro la casa base, è posizionato un radar doppler che rileva la posizione della palla 2.000 volte al secondo. Due sistemi di imaging stereoscopico, in genere posizionati sopra la riga della terza base, monitorano la posizione dei giocatori 30 volte al secondo. Ai dati acquisiti da questi sistemi vengono poi applicate brevi descrizioni di ciascuna azione scritte dal personale sul campo una volta completata l'azione.

Dopo circa 10-15 secondi, i dati vengono trasmessi mediante reti private installate negli stadi, quindi aggregati e infine inviati al cloud AWS tramite AWS Direct Connect, che fornisce una connessione di rete dedicata per l'invio rapido di informazioni. MLBAM impiega Amazon Elastic Compute Cloud (Amazon EC2) per fornire capacità di elaborazione all'intera soluzione. Le informazioni complete di ciascuna azione vengono poi immagazzinate in Amazon Simple Storage Service (Amazon S3), la cui capacità varia per permettere la raccolta di tutte le informazioni generate dalla soluzione. Secondo le previsioni di MLBAM, ogni partita produce in media circa 7 TB di dati. Questo significa che 2.430 partite a stagione generano circa 17 TB di dati.

MLBAM impiega Amazon ElastiCache per immagazzinare temporaneamente le informazioni di gioco in cache di memoria invece che su dischi rigidi e rendere l'accesso a questi dati più rapido per le attività di analisi. Amazon DynamoDB consente di creare query e recuperare dati con la massima rapidità, mentre Amazon CloudFront fornisce una soluzione scalabile a supporto delle API.

AWS Lambda, un servizio di elaborazione serverless che esegue codice in risposta ad eventi, supporta l'analisi di feed di dati nel motore di parametri della soluzione. "Lambda è un servizio intelligente. Tramite Lambda otteniamo i dati grezzi, li affiniamo, cerchiamo eventuali errori, quindi creiamo parametri che forniscono dati molto importanti sulle singole giocate: i lanci, l'accelerazione e la velocità dei giocatori", spiega Van Dall. "C'è una miniera di dati, e nemmeno siamo ancora scesi in profondità".

Le analisi vengono completate pochi millisecondi dopo la ricezione di dati, un dettaglio fondamentale per le televisioni, che sono in grado di utilizzare questi parametri grezzi entro 12 secondi dalla fine di un'azione.

MLBAM_arch-diagram
MLBAM_arch-diagram

L'architettura di Statcast, basata su AWS. Fai clic sull'immagine per ingrandirla.

Velocità, scalabilità e capacità di acquisire, analizzare e distribuire grandi quantità di dati in diversi canali sono la chiave dell'innovazione di MLBAM; e ora grazie a questa soluzione tutti i fan potranno affidarsi a parametri affidabili quando discutono di quale giocatore, ad esempio, è più efficiente a rubare le basi o ha i migliori tempi di reazione dopo una battuta.

"Quello che offriamo sono informazioni empiriche sul gioco, per la gioia di tutti gli appassionati di sport", afferma Inzerillo.

Le televisioni, inoltre, avranno a propria disposizione nuovi dati su cui basare le analisi in diretta per migliorare il coinvolgimento degli spettatori, mentre le franchigie potranno impiegare queste informazioni come strumento per analizzare e migliorare le prestazioni dei propri giocatori.

"Riteniamo che Player Tracking System basato su AWS ci consentirà di distribuire nuovi tipi di informazione su dispositivi e applicazioni, il tutto a favore di una nuova generazione di fan, quelli abituati ai videogiochi e che hanno grandi aspettative sull'esperienza sportiva", dichiara Van Dall. "Darà vita a un nuovo livello di coinvolgimento nel mondo del baseball".

big-data-image

Per ulteriori informazioni su come AWS possa aiutare ad acquisire e analizzare i Big Data, visita la pagina dei dettagli sui Big Data.

mlbam-big-data-thumb

Joe Inzerillo descrive in che modo AWS consente a MLBAM di portare avanti le proprie idee innovative.

mblam-statcast-thumb

Joe Inzerillo spiega in che modo AWS consente a MLBAM di ridurre il time-to-market dei propri prodotti.


Facebook-Social-Sharing-Button_v5
Twitter-Social-Sharing-Button_v4
GooglePlus-Social-Sharing-Button_v4
LinkedIn-Social-Sharing-Button_v4