Travelex è un nome di cui molti si fidano per la sua esperienza nel cambio di valuta e la sua presenza negli aeroporti di tutto il mondo. L'azienda investe nell'evoluzione delle proprie capacità digitali per semplificare il trasferimento internazionale di denaro e i servizi di cambio valuta per consumatori e clienti aziendali.

Fondata a Londra nel 1976, la sua missione è "consentire un flusso di denaro senza attriti attraverso i confini" e, grazie alla crescita dell'organico e alle acquisizioni mirate, è attualmente attiva in 30 paesi con una rete di oltre 1.000 sportelli automatici e 1.200 negozi in tutto il mondo.

Dan Phelps, capo architetto di Travelex, è una delle persone che guidano la continua trasformazione digitale dell'azienda. "Negli ultimi anni, siamo riusciti a sviluppare capacità fintech significative oltre a mantenere il nostro tradizionale punto forte sulla vendita al dettaglio", afferma Phelps. "Siamo in una buona posizione. Abbiamo la fiducia e la stabilità che derivano da 40 anni di esperienza impeccabile nel settore e, allo stesso tempo, costruiamo soluzioni digitali all'avanguardia per supportare l'innovazione e la rivoluzione che sono caratteristiche delle fintech".

La base dell'ultima offerta digitale dell'azienda è costruita su Amazon Web Services (AWS). Più di recente, Travelex ha utilizzato AWS per fornire alcuni dei nuovi servizi dell'azienda, come Travelex Wire, un servizio digitale di trasferimento di denaro a livello internazionale. Questo servizio doveva essere conforme ai requisiti normativi del Regno Unito, e il rispetto della conformità è stato reso più facile con AWS. "Abbiamo decenni di esperienza nel rispetto delle normative finanziarie in tutto il mondo, ma questa era la prima volta che chiedevamo l'approvazione per un carico di lavoro cloud", continua Phelps.

"Grazie all'utilizzo di AWS, il processo è stato più semplice e molto più veloce. Non ci sono stati fornitori di cloud di terze parti con cui trattare e un architetto della sicurezza AWS ha lavorato a stretto contatto con noi, ha condiviso la conoscenza del settore e, infine, ci ha aiutato a realizzare il nostro sistema più sicuro fino ad oggi, che tutti i futuri prodotti e servizi Travelex erediteranno".

Chris West, responsabile DevOps di Travelex, e i suoi colleghi hanno scelto di utilizzare i microservizi lanciati tramite Docker e Amazon Elastic Container Service (Amazon ECS), con un framework di controlli di sicurezza completo che incorpora AWS Key Management Service (KMS), Amazon Virtual Private Cloud (Amazon VPC), Amazon Web Application Firewall (AWS WAF) e altri strumenti.  

Ogni set di container, che esegue un microservizio o un gateway API, ha il traffico distribuito da Elastic Load Balancing in esecuzione nel livello 4, quindi i dati crittografati non devono essere decrittografati per passare tra i servizi. Ogni giorno, i container vengono ridistribuiti con nuovi certificati di sicurezza per ridurre al minimo l'effetto della perdita o del furto di configurazioni sensibili. West spiega in dettaglio l'architettura in questo video nell'ambito della serie "This Is My Architecture".

tma-travelex
5:57
Travelex: A Secure FCA Regulated B2C Payment Platform on ECS

Un buon esempio del nuovo e agile modo di lavorare di Travelex è la sua capacità di riprogettare Travelex Wire da un servizio incentrato sul consumatore a un servizio business-to-business (B2B) in soli 100 giorni. Phelps dichiara: "Il mercato dei pagamenti internazionali B2B rappresenta per noi un'enorme opportunità commerciale. Abbiamo sempre saputo che a un certo punto avremmo dovuto voltare pagina e l'opportunità si è presentata molto più rapidamente del previsto. Con l'architettura che abbiamo costruito in AWS, siamo stati in grado di immettere sul mercato il nostro nuovo prodotto in tre mesi, la metà del tempo che ci sarebbe voluto in precedenza".  

Gran parte di questa agilità deriva dall'adozione di microservizi. Questi includono, ad esempio, servizi che elaborano pagamenti, recuperano tassi di cambio o gestiscono accordi, nonché servizi rivolti ai clienti che inviano e-mail o testi. West afferma: "I microservizi sono modulari, quindi possiamo combinare i servizi esistenti in nuovi modi per sviluppare nuovi servizi. Allo stesso tempo, tale approccio è più veloce perché gli sviluppatori lavorano solo su piccoli elementi indipendenti, il che riduce anche il rischio di apportare modifiche".

Tale opportunità ha concesso a Travelex il tempo e l'energia per testare e iterare nuovi prodotti come Travelex Wire e il suo equivalente B2B. In precedenza, nelle sue strutture monolitiche del data center, qualsiasi nuova funzionalità o modifica basata sul feedback dei clienti avrebbe dovuto attendere fino al rilascio del prodotto, che si verificava circa otto volte l'anno. Ora, Travelex rilascia nuovi programmi fino a 100 volte a settimana, se necessario. "Essere in grado di avviare i server in 30 minuti e trascorrere un pomeriggio a provare una nuova funzionalità è un mondo lontano rispetto ai processi di cambiamento coinvolti in un data center fisico", sostiene Phelps. "E possiamo farlo ovunque nel mondo. Grazie ad AWS, ora abbiamo un data center virtuale negli Stati Uniti e in Europa".

Travelex è ora ancora più reattiva alle esigenze dei propri clienti e può eseguire l'onboarding dei nuovi clienti più velocemente, tramite microservizi dedicati ai controlli know-your-customer (KYC) e antiriciclaggio (AML, Anti Money Laundering) che gli consentono di rimanere conforme. "Possiamo sederci in una stanza con un cliente, eseguirne l'onboarding e poi testare e pianificare il suo percorso Travelex e implementare il feedback su qualsiasi prodotto e servizio più velocemente di quanto siamo mai riusciti prima", continua Phelps.

Travelex ha sempre avuto una cultura innovativa e ha sfruttato AWS per aiutare i suoi team di prodotti e IT a ritagliarsi più tempo per testare, interrompere, apprendere e creare ambienti "sandbox". Gli ingegneri stanno testando Lambda@Edge, che esegue funzioni di elaborazione serverless in risposta a eventi nelle edge location Amazon CloudFront per accelerare le prestazioni per gli utenti globali. L'azienda utilizza anche AWS Lambda nell'ambito della sua nuova piattaforma dati, che conterrà tutti i dati e gli eventi provenienti dai suoi cluster Amazon ECS.

Ciò consente agli sviluppatori di eseguire codice senza eseguire il provisioning o gestire server. Phelps afferma: "Ora, ogni volta che abbiamo bisogno di progettare un ambiente, abbiamo la possibilità di scegliere tra microservizi o serverless. A lungo termine, utilizzeremo più serverless possibile, perché abbiamo meno stack tecnologico da gestire e i nostri ingegneri possono concentrarsi sui nostri clienti".