Inserito il: Nov 26, 2018

Oggi Amazon Web Services (AWS) annuncia Firecracker, nuova tecnologia di virtualizzazione e open source che consente ai proprietari di servizi di fornire servizi multi-tenant sicuri basati su container combinando la velocità, l’efficacia delle risorse e le prestazioni garantite dai container con la sicurezza e l’isolamento offerti dalle VM tradizionali. Firecracker implementa un sistema di virtual machine manager (VMM) basato sulla tecnologia Kernel-based Virtual Machine (KVM) e fornisce un’API RESTful per creare e gestire micro VM con qualsiasi combinazione di vCPU e memoria, rispettando così i requisiti dell’applicazione. Firecracker è stato creato con una un’emulazione di dispositivi minima che consente un tempo di avvio più rapido e fornisce una capacità di memoria ridotta per ogni micro VM, offrendo un ambiente in modalità sandbox affidabile per ogni container. 

AWS Lambda sfrutta Firecracker per effettuare il provisioning e attivare sandbox sicure al fine di eseguire le funzioni del cliente. Puoi effettuare rapidamente il provisioning di queste sandbox sicure con un consumo minimo, garantendo prestazioni senza sacrificare la sicurezza. Le attività di AWS Fargate eseguono anche micro VM su Firecracker consentendo l’esecuzione più veloce ed efficace del runtime layer di Fargate sulle istanze bare metal di EC2, senza compromettere l’isolamento kernel-level delle attività.

I clienti possono eseguire Firecracker sulle istanze metal di AWS e su molti altri server bare metal, compresi gli ambienti locali e i portatili degli sviluppatori. Puoi eseguire Firecracker sui processori Intel, il supporto per AMD e ARM arriverà nel 2019.

Firecracker è open source con Apache 2.0. Per ulteriori informazioni, consulta la pagina di Firecracker. Per ulteriori informazioni, puoi anche consultare il blog di Jeff Barr e il blog dei servizi open source.

Per cominciare, visita questo repository di Github. Entra nella community e scrivici su Slack.