Amazon EC2
Cloud AWS
Nozioni di base su Elastic Load Balancing

Elastic Load Balancing instrada automaticamente il traffico in entrata delle applicazioni tra molteplici destinazioni, quali istanze Amazon EC2, contenitori e indirizzi IP. È in grado di gestire diversi carichi di traffico delle tue applicazioni nell'ambito di una sola Zona di disponibilità o di diverse Zone di disponibilità. Elastic Load Balancing offre tre tipi di bilanciamento di carico, caratterizzati da una superiore disponibilità, scalabilità automatica e consolidata sicurezza, necessarie a rendere le tue applicazioni tolleranti al guasto.

Application Load Balancer

Application Load Balancer è particolarmente indicato per il traffico HTTP e HTTPS e offre un instradamento avanzato delle richieste, finalizzato all'accesso a moderne architetture applicative, compresi microservizi e contenitori. A livello di richieste individuali (Layer 7), Application Load Balancer instrada il traffico verso destinazioni nell'ambito di Amazon Virtual Private Cloud (Amazon VPC), in base al contenuto della richiesta.

Ulteriori informazioni>>

Network Load Balancer

Network Load Balancer è particolarmente indicato per il bilanciamento del carico relativo al traffico TCP che richiede il massimo delle prestazioni. A livello di connessione (Layer 4), Network Load Balancer instrada il traffico verso destinazioni nell'ambito di Amazon Virtual Private Cloud (Amazon VPC) ed è in grado di gestire milioni di richieste al secondo mantenendo bassissimi i tempi di latenza. Network Load Balancer è inoltre ottimizzato per la gestione di configurazioni di traffici improvvisi e volatili.

Ulteriori informazioni>>

Classic Load Balancer

Classic Load Balancer assicura un bilanciamento del carico di base tra molteplici istanze Amazon EC2 e funziona sia a livello di richiesta che di connessione. Classic Load Balancer va utilizzato con applicazioni sviluppate nell'ambito della rete EC2-Classic.

Ulteriori informazioni>>


Elaborazione elastica su scala Web

Alta disponibilità

Elastic Load Balancing distribuisce automaticamente il traffico in entrata tra molteplici destinazioni – istanze Amazon EC2, contenitori e indirizzi IP – nell'ambito di molteplici Zone di disponibilità e garantisce che soltanto le destinazioni integre ricevano il traffico. Elastic Load Balancing è anche in grado di bilanciare il carico attraverso una Regione, instradando il traffico verso destinazioni integre nell'ambito di diverse Zone di disponibilità.

Controllo completo

Sicurezza

Elastic Load Balancing funziona con Amazon Virtual Private Cloud (VPC) al fine di offrire efficaci funzionalità di sicurezza, comprese la gestione integrata di certificati e la decriptazione SSL. L'abbinamento di queste funzionalità offre la flessibilità necessaria a una gestione centralizzata delle impostazioni SSl e alla rimozione dei traffici intensi della CPU dalle tue applicazioni.

Servizi flessibili di hosting nel cloud

Elasticità

Elastic Load Balancing è in grado di gestire rapide modifiche apportate alle configurazioni del traffico di rete. Un'efficace integrazione con Auto Scaling garantisce una capacità dell'applicazione sufficiente a gestire i vari livelli di carico applicativo senza alcun intervento manuale.                                                                                                                                                                                                                

Servizi flessibili di hosting nel cloud

Flessibilità

Elastic Load Balancing consente inoltre di utilizzare gli indirizzi IP per instradare le richieste verso destinazioni applicative. Questo offre flessibilità riguardo alla modalità di virtualizzazione delle destinazioni applicative consentendo di ospitare più applicazioni nella stessa istanza. Consente inoltre a tali applicazioni di stabilire singoli gruppi di sicurezza e di utilizzare la stessa porta di rete per semplificare ulteriormente la comunicazione tra le varie applicazioni nell'ambito di un'architettura a base di microservizi.

Servizi flessibili di hosting nel cloud

Monitoraggio e auditing consolidati

Elastic Load Balancing consente di monitorare in tempo reale le applicazioni e le loro prestazioni utilizzando i parametri, il logging e il rintracciamento delle richieste di Amazon CloudWatch. Questo rende maggiormente visibile il comportamento delle applicazioni, rilevando problematiche e identificando strozzature nello stack di applicazioni con il massimo livello di dettagli per ogni singola richiesta.

Servizi flessibili di hosting nel cloud

Bilanciamento di carico ibrido

Elastic Load Balancing offre la possibilità di bilanciare il carico tra le risorse AWS e quelle locali utilizzando lo stesso sistema di bilanciamento del carico. Questo facilita la migrazione, il trasferimento a blocchi o il failover delle applicazioni locali nel cloud.

Elastic Load Balancing consente alle applicazioni di acquisire una maggiore tolleranza ai guasti mediante un bilanciamento automatico del traffico tra le varie destinazioni – istanze Amazon EC2, contenitori e indirizzi IP – e tra le Zone di disponibilità, accertando al contempo che soltanto le destinazioni integre ricevano il traffico. Se nessuna destinazione, nell'ambito di una Zona di disponibilità, è integra, Elastic Load Balancing instraderà il traffico verso istanze integre di altre Zone di disponibilità. Una volta che le destinazioni ritornano a essere integre, il bilanciamento del carico riprende automaticamente la distribuzione alle destinazioni d'origine.

Grazie a un supporto potenziato del contenitore per Elastic Load Balancing, è ora possibile bilanciare il carico tra varie porte della stessa istanza Amazon EC2. È anche possibile trarre vantaggio dall'efficace integrazione con Amazon EC2 Container Service (ECS) che offre un contenitore completamente gestito. Basta registrare un servizio con un sistema di bilanciamento del carico e ECS gestirà in modo trasparente la registrazione e la cancellazione della registrazione dei contenitori Docker. Il sistema di bilanciamento del carico rileva automaticamente la porta e si riconfigura dinamicamente.

Elastic Load Balancing assicura che le applicazioni verranno scalate in base alle richieste del cliente. Grazie alla capacità di avviare un Auto Scaling per il parco istanze Amazon EC2, se la latenza di una qualsiasi delle istanze EC2 supera una soglia preconfigurata, le applicazioni saranno sempre pronte a soddisfare la prossima richiesta del cliente.

Elastic Load Balancing (ELB) semplifica la creazione di un punto di ingresso connesso a Internet nel VPC o l'instradamento del traffico delle richieste tra livelli diversi di un'applicazione nel VPC. È possibile assegnare un gruppo di sicurezza al sistema di bilanciamento del carico per verificare quali porte sono aperte rispetto a un elenco di sorgenti consentite. Poiché Elastic Load Balancing è integrato al VPC, tutte le liste di controllo accessi (ACL) di rete esistenti e le tabelle di routing continuano a fornire controlli di rete aggiuntivi.

Quando viene creato un sistema di bilanciamento del carico nel VPC, è possibile specificare se tale sistema debba essere connesso a Internet (impostazione predefinita) o se debba essere interno. Se scegli un sistema interno, non ti sarà necessario disporre di un gateway Internet per collegarti al bilanciatore, mentre i relativi indirizzi IP privati saranno utilizzati nel record DNS.

Elastic Load Balancing offre la possibilità di bilanciare il carico tra le risorse AWS e quelle locali utilizzando lo stesso sistema di bilanciamento del carico. Ad esempio, se occorre distribuire il traffico di un'applicazione sia tra le risorse AWS che tra quelle locali, è possibile farlo registrando tutte le risorse sullo stesso gruppo di destinazione e associando tale gruppo a un sistema di bilanciamento del carico. In alternativa, si può usare il bilanciamento del carico ponderato basato su DNS tra le risorse AWS e quelle locali, usando due sistemi di bilanciamento del carico, uno per le risorse AWS l'altro per le risorse locali.

Si può anche usare un sistema di bilanciamento del carico ibrido a vantaggio di diverse applicazioni se una dovesse essere in un VPC e l'altra in un percorso locale. Si può semplicemente inserire le destinazioni VPC in un gruppo di destinazione e le destinazioni locali in un altro gruppo di destinazione e quindi usare l'instradamento basato sul contenuto per dirigere il traffico verso ogni gruppo di destinazione.


È facile iniziare a usare Elastic Load Balancing. Segui il tutorial guidato nella console per utilizzare per la prima volta il sistema di bilanciamento del carico con pochi clic soltanto.

Accedi alla console