• Amazon CloudFront espande la presenza in Medio Oriente con la prima edge location in Bahrein

    Inserito il: Aug 27, 2019

    Dettagli: Amazon CloudFront annuncia la sua prima edge location a Manama in Bahrein. Con questa nuova edge location, gli utenti in Bahrein riscontreranno ora un miglioramento del 40% nella latenza durante l’accesso ai contenuti con CloudFront. CloudFront offre ora un totale di 189 punti di accesso (PoP) in 71città e in 32 paesi.

    Un elenco completo dell’infrastruttura globale di CloudFront è disponibile nella pagina Caratteristiche di CloudFront.

  • AWS IoT Analytics supporta l’impostazione semplificata delle risorse IoT Analytics da AWS IoT Core

    Inserito il: Apr 25, 2019

    Da oggi AWS IoT Analytics supporta l’impostazione semplificata delle risorse IoT Analytics da AWS IoT Core, la quale ti permette di creare risorse di canale, pipeline, datastore e set di dati SQL dalla console delle regole di IoT Core con un semplice clic e senza dover configurare manualmente autorizzazioni e ruoli IAM. Questo supporto si aggiunge a quello lanciato il mese scorso, che permette di impostare con un solo passaggio le risorse di IoT Analytics dalla console IoT Analytics. I clienti possono creare facilmente le risorse di IoT Analytics con un solo passaggio sia sulla console di IoT Analytics, sia sulla console di IoT core.

  • I server in tempo reale di Amazon GameLift sono ora disponibili

    Inserito il: Apr 25, 2019

    Dopo l’annuncio dell’anteprima durante la Game Developers Conference (GDC) 2019, i server in tempo reale di Amazon GameLift sono ora disponibili per permettere agli sviluppatori di creare e personalizzare server di gioco economici.

  • Presentazione delle AMI di Windows Server 2019 per Amazon EC2

    Inserito il: Jan 7, 2019

    Amazon EC2 offre ora supporto per Microsoft Windows Server 2019 con diverse nuove AMI con licenza inclusa; questo servizio offre ai clienti un modo semplice e flessibile di operatività grazie all'ultima versione di Windows Server. È ora possibile sfruttare l'affidabilità, le prestazioni e l'elasticità di AWS con le nuove funzionalità di Windows Server, tramite l’esecuzione della nuova versione 2019 in Amazon EC2.

    Windows Server 2019 offre una serie di nuove funzionalità, tra cui container Windows di dimensioni ridotte ma più efficienti, supporto per container Linux per la modernizzazione dell'applicazione e funzione di compatibilità delle app on demand. Fai clic qui, per ulteriori informazioni su Windows Server 2019.

    Le AMI di Windows Server 2019 sono disponibili in tutte le regioni pubbliche AWS e GovCloud. I clienti possono avviare le istanze direttamente dalla console di Amazon EC2 nonché fatturare tutte le istanze che eseguono AMI di Windows Server 2019 in base ai prezzi standard di Windows. Per ulteriori dettagli su Windows Server 2019 in Amazon EC2, consulta le Domande frequenti e la Guida per le istanze Windows.

  • Presentazione dell’eccezione di RuleGroup per le regole gestite per AWS WAF

    Inserito il: Dec 21, 2018

    AWS WAF ora supporta eccezioni di RuleGroup che consentono la sostituzione di singole regole all'interno di un gruppo di regole gestito. Ora è possibile scegliere quali regole, all'interno del gruppo, debbano essere escluse e impostate in modalità esclusiva di conteggio, il che impedisce che tali regole blocchino la richiesta. Questo ti consente di modificare il comportamento di un gruppo di regole gestito per adattarlo al tuo ambiente unico.

    In precedenza, era necessario contattare il fornitore di regole gestite per qualsiasi personalizzazione all'interno del gruppo. A partire da oggi, è invece possibile escludere singole regole all’interno di un gruppo gestito e cambiarne lo stato in modalità CONTEGGIO Dunque, le richieste che corrispondano a una regola esclusa sono conteggiate, ma non bloccate. Questo consente la prova di nuovi gruppi di regole gestite per AWS WAF, tempi di reazione a condizioni anormali più rapidi e un maggiore controllo sugli ACL web.

    Aggiungere una regola gestita a un elenco di eccezioni richiede tre passaggi. Il primo, prevede l’analisi del traffico in entrata tramite la funzionalità di registrazione di log completa e l’attesa di eventuali comportamenti non previsti all’interno del gruppo. In secondo luogo, è necessario identificare la regola indesiderata nel log. Infine, escluderla accedendo alla console AWS WAF o tramite l’API.

    Non è previsto alcun costo aggiuntivo per i clienti per l’abilitazione di questa funzionalità. Per ulteriori informazioni, consulta Documentazione di AWS WAF.

  • Amazon Connect aggiunge il flusso vocale dei clienti in tempo reale

    Inserito il: Dec 21, 2018

    Grazie alla nuova funzione di flusso vocale dei clienti, è ora possibile la trasmissione di audio dei clienti in streaming, direttamente dal contact center di Amazon Connect. In precedenza, era possibile accedere all'audio dei clienti solo dopo aver completato una chiamata, tramite l’utilizzo della funzione di registrazione delle chiamate. Ora è possibile trasmettere automaticamente l'audio dei clienti da qualsiasi punto durante la chiamata, sia dall'IVR, in coda o durante una chiamata con un agente.

  • AWS Elemental MediaLive aggiunge il supporto per l’inserimento di metadati ID3 cronometrati per flussi in formato HLS

    Inserito il: Dec 21, 2018

    Con AWS Elemental MediaLive, ora è possibile inserire i tag dei metadati ID3 cronometrati Apple negli output dei canali live in formato HLS. I tag di metadata ID3 consentono l'integrazione dei dati nei flussi video HLS con timecode specifici, utilizzabili dai sistemi o dai client downstream per migliorare l'esperienza di riproduzione. I tag di metadati ID3 sono inseriti tramite la stessa pianificazione API utilizzata per SCTE-35 e inserimento di immagini statiche, nonché con la modifica di input dei canali.

  • Supporto per Spark 2.4.0 e Hue 4.3.0 su Amazon EMR versione 5.20.0

    Inserito il: Dec 21, 2018

    Ora puoi utilizzare Apache Spark 2.4.0 e Hue 4.3.0 su Amazon EMR versione 5.20.0 Spark 2.4.0 include nuove funzionalità e aggiornamenti, tra cui il supporto per un nuovo modello di pianificazione chiamato modalità di esecuzione del blocco (barrier execution mode), che facilita l’integrazione con i carichi di lavoro di apprendimento profondo, nuove funzioni integrate in SQL per gestire tipi di dati complessi come array e mappe senza difficoltà, oltre a supporto nativo per la lettura e la scrittura di formati di dati Avro. Hue 4.3.0 include miglioramenti all’esplorazione di SQL, alla pianificazione e al monitoraggio di job, layout del pannello di controllo più intuitivi e diverse correzioni di bug.

    Inoltre, con questa versione, potrai utilizzare le versioni aggiornate di Apache Hive 2.3.4, Apache Flink 1.6.2, Apache HBase 1.4.8, Apache MXNet 1.3.1, Apache Tez 0.9.1, TensorFlow 1.12.0 e Presto 0.214.

    Con la versione 5.20.0 è possibile creare un cluster Amazon EMR scegliendo l'etichetta "emr-5.20.0" tramite Console di gestione AWS, interfaccia a riga di comando AWS o kit SDK. Puoi selezionare Spark, Hue, Hive, Flink, HBase, MXNet, Tez, TensorFlow e Presto per installare queste applicazioni all’avvio del cluster EMR. Per ulteriori informazioni su EMR versione 5.20.0, Spark 2.4.0, Hue 4.3.0, Hive 2.3.4, Flink 1.6.2, HBase 1.4.8, MXNet 1.3.1, Tez 0.9.1 e Presto 0.214, consulta la documentazione di Amazon EMR..

    Amazon EMR versione 5.20.0 è ora disponibile in tutte le regioni supportate per Amazon EMR.

    Puoi restare al passo con le nuove versioni in EMR iscrivendoti ai feed delle note di rilascio della versione EMR. Usa l’icona RSS in cima alla Guida Release EMRper collegare l’URL dei feed direttamente al tuo lettore di feed preferito.

  • Amazon Elemental MediaConvert è disponibile nella regione AWS GovCloud (Stati Uniti occidentali)

    Inserito il: Dec 21, 2018

    Amazon Elemental MediaConvert è ora disponibile nella regione AWS GovCloud (Stati Uniti occidentali).

  • Amazon EMR offre ora supporto per istanze C5n, R5a e M5a

    Inserito il: Dec 21, 2018

    È ora possibile avviare cluster Amazon EMR con la nuova generazione di istanze C5n ottimizzate per il calcolo, con le nuove istanze M5a per uso generico basate su AMD e con le istanze R5a ottimizzate per la memoria, tutte comprese nella famiglia di istanze Amazon EC2. Queste istanze sono disponibili per i cluster EMR a partire dalla release 5.20.0. Le istanze C5n di calcolo ottimizzato offrono una larghezza di banda di rete fino a 100 Gb/s e sono ideali per l’esecuzione di analisi distribuita a uso intensivo di comunicazione nonché di applicazioni di big data di elaborazione pesante che richiedono un throughput di rete elevato e un computing ad alte prestazioni. Le nuove istanze M5a e R5a basate su AMD sono varianti delle famiglie di istanze di Amazon EC2 (M5) e di quelle con memoria ottimizzata (R5) che offrono costi ridotti del 10% rispetto alle istanze comparabili. Le istanze M5a offrono un equilibro di risorse di calcolo, memoria e rete per soddisfare un'ampia gamma di carichi di lavoro. Le istanze R5a offrono un rapporto memoria/vCPU elevato e sono ideali per carichi di lavoro di analisi con requisiti di memoria elevati. Queste istanze sono disponibili in varie dimensioni; per ulteriori informazioni a riguardo, visita la pagina delle istanze di Amazon EC2. Per informazioni sulle tariffe di queste istanze, consulta la pagina dei prezzi di Amazon EMR.

    Amazon EMR supporta queste istanze nelle seguenti regioni:

    Le istanze C5n sono supportate nelle regioni AWS Stati Uniti orientali (Virginia settentrionale e Ohio), Stati Uniti occidentali (Oregon), Europa (Irlanda) e AWS GovCloud (Stati Uniti occidentali).

    Le istanze M5a ed R5a sono supportate nelle regioni AWS Stati Uniti orientali (Virginia settentrionale e Ohio), Stati Uniti occidentali (Oregon), Europa (Irlanda) e Asia Pacifico (Singapore).

  • Nuovo comando SAM PUBLISH per semplificare la pubblicazione di applicazioni nell’AWS Serverless Application Repository

    Inserito il: Dec 21, 2018

    Adesso è possibile utilizzare il comando sam publish per creare facilmente un’applicazione o pubblicare una nuova versione dell’applicazione nell’AWS Serverless Application Repository tramite l’interfaccia della riga di comando (CLI) di AWS Serverless Application Model (AWS SAM).

  • Amazon RDS per SQL offre ora supporto per istanze di tipo M5

    Inserito il: Dec 21, 2018

    È ora possibile lanciare istanze di tipo M5 durante l’esecuzione di Amazon RDS per SQL Server. Le istanze Amazon EC2 di tipo M5 rappresentano la generazione più recente di istanze di calcolo di Amazon EC2 per uso generico. Offrono il giusto bilanciamento di risorse di elaborazione, memoria e rete per un'ampia gamma di carichi di lavoro di database.

  • Amazon RDS per PostgreSQL offre ora supporto per istanze di tipo R5

    Inserito il: Dec 21, 2018

    È ora possibile lanciare istanze di tipo R5 durante l’esecuzione di Amazon RDS per PostgreSQL. Le istanze R5 di Amazon EC2 sono la nuova generazione di istanze ottimizzate per la memoria Amazon EC2.

    Le istanze R5 si basano sul sistema Nitro di Amazon EC2, una combinazione di hardware dedicato e hypervisor leggero che fornisce tutte le risorse di memoria ed elaborazione all'hardware host delle tue istanze di database. Con un rapporto vCPU e memoria 1:8 e dimensioni ampliate, le istanze R5 sono adatte per l'esecuzione di carichi di lavoro di database con memoria intensiva, tra cui elaborazione delle transazioni, data warehousing e analisi. Le istanze R5 comprendono un'istanza di dimensioni maggiori, r5.24xlarge, che fornisce 96 vCPU e 768 GiB di memoria per istanza. Rispetto alle istanze R3 ed R4, a seconda del carico di lavoro, è possibile ottenere un aumento delle prestazioni fino al 35% con le nuove istanze R5.

    I tipi di istanza R5 offrono supporto per istanze del database Amazon RDS che eseguono le versioni di PostgreSQL 9.6.9 (e successive) e 10.4 (e successive). Puoi aumentare facilmente le dimensioni fino a queste nuove classi di istanze modificando la tua istanza DB esistente nella Console di gestione AWS per RDS.

    Per ulteriori dettagli, consulta la Guida per l’utente di Amazon RDS e la pagina dei prezzi di Amazon RDS per i dettagli sui prezzi e la disponibilità regionale.

  • Il nuovo Quick Start distribuisce Varnish Cache Plus (VCP) sul Cloud AWS

    Inserito il: Dec 20, 2018

    Questo Quick Start distribuisce Varnish Cache Plus (VCP), una tecnologia di caching e accelerazione HTTP di Varnish Software, sul Cloud AWS in circa 30 minuti.

  • Sono ora disponibili miglioramenti dell'usabilità per la Console di gestione AWS nella regione AWS GlovCloud (Stati Uniti)

    Inserito il: Dec 20, 2018

    La Console di gestione AWS semplifica la ricerca e l’accesso ai servizi preferiti.

    La Console di gestione AWS rileva automaticamente se si accede tramite smartphone, tablet, computer portatile o monitor widescreen e ridimensiona il contenuto sullo schermo in modo da semplificare l’accesso ai servizi preferiti. Quando fai clic sulla barra di ricerca, puoi visualizzare un elenco di servizi AWS con descrizioni facili da seguire, prima ancora di iniziare a digitare. Questo ti consente di trovare rapidamente servizi pertinenti in base alle tue esigenze.

    Questi miglioramenti sono disponibili nella regione AWS GovCloud (Stati Uniti). Per iniziare a utilizzare queste caratteristiche, accedi alla Console di gestione AWS.

  • Introduzione a Workload Qualification Framework per la progettazione del piano di migrazioni del database in AWS

    Inserito il: Dec 20, 2018

    Oggi, lanciamo il Workload Qualification Framework (WQF), come parte del servizio AWS Database Migration Service (AWS DMS) che ti consente di valutare e pianificare le migrazione dei database in AWS.

    WQF utilizza lo strumento Schema Conversion Tool di AWS (AWS SCT) per raccogliere informazioni e modellare i carichi di lavoro dei database Oracle e Microsoft SQL Server esistenti nonché fornisce istruzioni per convertirli in un database AWS. Tra i diversi input offerti, identifica la complessità della migrazione tramite l’analisi di schemi di database, oggetti di codice, codice dell'applicazione, dipendenze e caratteristiche. WQF è in grado di condurre un'analisi del portfolio completo di database dell'intero parco e offre supporto per la categorizzazione delle migrazioni in base alla complessità e al carico di lavoro, valutando, in questo modo, lo sforzo potenziale di migrazione in AWS.

    WFQ genera in modo automatico i seguenti report:

    • Valutazione del carico di lavoro in base a complessità, dimensioni e tecnologia utilizzata
    • Consigli sulle strategie di migrazione verso Amazon RDS o Amazon Aurora
    • Feedback azionabile e istruzioni dettagliate per le migrazioni
    • Valutazione dello sforzo di migrazione richiesto, in base alla dimensione del team e ai ruoli dei membri

    WQF è disponibile in un pacchetto AMI Windows ed è utilizzabile in AWS Marketplace. Per consultare la disponibilità regionale, le classi di istanze supportate e la documentazione relativa al servizio, consulta la pagina di AWS Marketplace.

     

     

  • AWS Firewall Manager è disponibile in quattro regioni aggiuntive

    Inserito il: Dec 20, 2018

    A partire da oggi, AWS Firewall Manager è disponibile in quattro regioni aggiuntive: Stati Uniti orientali (Ohio), Asia Pacifico (Sydney), UE (Francoforte) e Asia Pacifico (Tokyo), ed estende la copertura in 7 regioni AWS e in tutte le 149 edge location di Amazon CloudFront.

    AWS Firewall Manager è uno strumento di gestione della sicurezza che semplifica le attività di amministrazione e manutenzione di AWS WAF su più account e risorse. Con Firewall Manager, è possibile configurare le regole del firewall una sola volta. Il servizio applica automaticamente le regole su tutti gli account e le risorse, anche quando ne vengono aggiunte di nuove.

    Per ulteriori informazioni, visita la pagina dei dettagli di Firewall Manager o la relativa documentazione.

  • La soluzione AWS WAF Security Automations ora include una dashboard di monitoraggio

    Inserito il: Dec 20, 2018

    Il team AWS Solutions ha aggiornato la soluzione AWS WAF Security Automations. AWS WAF è un firewall per applicazioni web che consente ai clienti di creare rapidamente regole personalizzate e specifiche per applicazione in grado di bloccare gli schemi di attacco comuni che possono interferire con la disponibilità delle applicazioni o consumare una quantità eccessiva di risorse.

  • Amazon Route 53 aggiunge il supporto dei record di alias per API Gateway e gli endpoint VPC

    Inserito il: Dec 20, 2018

    Ora è possibile utilizzare i record di alias di Amazon Route 53 per eseguire il mapping dei nomi di dominio personalizzati (come api.esempio.com) sia alle API regionali personalizzate e alle API ottimizzate per tecnologia edge di API Gateway sia agli endpoint di interfaccia Amazon VPC, senza incorrere in ulteriori costi per le query di Route 53. I record degli alias permettono inoltre di puntare il proprio apex di zona (come esempio.com) a queste risorse, cosa che invece non è possibile fare con i record CNAME DNS standard.

    È possibile creare record di alias che puntano alle risorse di API Gateway e agli endpoint VPC di Amazon utilizzando la console o l’API Route 53. Per ulteriori informazioni, consulta la Guida per sviluppatori di Amazon Route 53.

  • AWS Elastic Beanstalk aggiunge i permessi basati su tag

    Inserito il: Dec 20, 2018

    AWS Elastic Beanstalk ora fornisce ulteriore controllo degli accessi con i permessi basati su tag. È infatti possibile controllare gli accessi in base ai tag utilizzando i criteri esistenti di AWS Identity and Access Management (IAM) e sfruttando le chiavi di condizione globale per RequestTag/tag-key, ResourceTag/tag-key e TagKeys. 

  • Amazon Transcribe ora supporta la conversione di voce in testo in francese, italiano e brasiliano portoghese

    Inserito il: Dec 20, 2018

    Amazon Transcribe è un servizio di riconoscimento vocale automatico che permette di aggiungere funzionalità di conversione di voce in testo alle applicazioni. Amazon Transcribe ora supporta la trascrizione di audio nelle seguenti lingue: francese, italiano e brasiliano portoghese. Queste lingue si aggiungono alle 5 lingue già disponibili su Amazon Transcribe: inglese USA, spagnolo USA, inglese australiano, inglese britannico e francese canadese. 

  • Amazon DynamoDB Accelerator (DAX) aggiunge il supporto per le transazioni di DynamoDB

    Inserito il: Dec 20, 2018

    Amazon DynamoDB Accelerator (DAX) ora è compatibile con le API TransactWriteItems e TransactGetItems di Amazon DynamoDB. È possibile integrare l’applicazione DynamoDB con DAX senza apportare modifiche alla logica di applicazione esistente.

  • Concepisci, crea e distribuisci le skill di Amazon Alexa da AWS

    Inserito il: Dec 20, 2018

    AWS CodeStar ora consente di creare automaticamente nuove skill di Alexa dal proprio account Amazon Web Services (AWS). Precedentemente le skill dovevano essere create nella console Alexa Skill e collegate con una funzione di AWS Lambda nel proprio account AWS. Inoltre le modifiche dovevano essere registrate manualmente ogni volta che le skill venivano aggiornate. Se si creano skill di Alexa con CodeStar, questi passaggi manuali non sono più necessari. Per iniziare con i modelli di skill Alexa in AWS CodeStar, consulta la guida alle operazioni di base e segui le istruzioni passo passo.

  • Amazon EC2 introduce i gruppi di collocazione in partizioni

    Inserito il: Dec 20, 2018

    Oggi Amazon EC2 ha annunciato l’arrivo dei gruppi di collocazione in partizioni, una nuova strategia che aiuta a ridurre la probabilità di guasti correlati per carichi di lavoro di grandi dimensioni distribuiti e replicati, come HDFS, HBase e Cassandra, eseguiti su EC2. I gruppi di collocazione in partizioni distribuiscono le istanze EC2 a varie partizioni logiche e assicurano che le istanze situate in partizioni diverse non condividano lo stesso hardware di base, limitando così l’impatto dei guasti dell’hardware a una singola partizione. Inoltre, i gruppi di collocazione in partizioni offrono visibilità sulle partizioni e consentono alle applicazioni coscienti della topologia di utilizzare queste informazioni per prendere decisioni di replica dei dati intelligenti, aumentando la disponibilità dei dati e la durabilità.

    I gruppi di collocazione in partizioni sono disponibili attraverso l’API AWS e CLI senza costi aggiuntivi nelle regioni degli Stati Uniti orientali (Virginia), Stati Uniti orientali (Ohio), Stati Uniti occidentali (California settentrionale), Stati Uniti occidentali (Oregon), Asia e Pacifico (Mumbai), Asia e Pacifico (Seoul), Asia e Pacifico (Singapore), Asia e Pacifico (Sydney), Asia e Pacifico (Tokyo), Canada (Centrale), UE (Francoforte), UE (Irlanda), UE (Londra), UE (Parigi), America del Sud (San Paolo), China (Pechino) e China (Ningxia).

    Per ulteriori informazioni sui gruppi di collocazione in partizioni, consulta la guida per l’utente dei gruppi di collocazione EC2.

  • Amazon MQ introduce la funzione rete di broker

    Inserito il: Dec 19, 2018

    Ora puoi utilizzare Amazon MQ per configurare una rete di broker dotata di elevata disponibilità che connette molteplici broker di messaggistica nelle zone di disponibilità e nelle regioni AWS. Una rete di broker migliora la disponibilità e la scalabilità del broker di messaggistica ed è ideale per le applicazioni mission critical fortemente influenzate dai tempi di inattività.

  • Sistema programmabile su chip MediaTek MT7697H ora compatibile con Amazon FreeRTOS

    Inserito il: Dec 19, 2018

    Sistema programmabile su chip (SoC) MediaTek MT7697H è ora compatibile con Amazon FreRTOS. Puoi approfittare delle funzionalità e dei vantaggi di Amazon FreeRTOS attraverso il kit di sviluppo MediaTek MT7697Hx fornito da MediaTek.

  • Centro di supporto ora disponibile nelle regioni AWS GovCloud (Stati Uniti)

    Inserito il: Dec 19, 2018

    Siamo lieti di annunciare che nelle regioni AWS GovCloud (Stati Uniti) è ora disponibile il Centro di supporto a cui si può accedere con le credenziali dell’account GovCloud. Centro di supporto è la console grazie alla quale i clienti AWS possono creare e visualizzare la casistica di assistenza e accedere agli articoli e ai video di AWS Support knowledge.

    In precedenza, l'accesso al Centro di supporto era disponibile solo con credenziali di account commerciali che disponevano delle autorizzazioni opportune. Grazie a questo lancio, i clienti GovCloud possono ora creare e visualizzare la casistica di supporto accedendo al Centro con le proprie credenziali GovCloud. Sarà ancora possibile accedervi attraverso la Console di gestione AWS, ma, come in precedenza, per creare e visualizzare la casistica di assistenza, saranno necessarie credenziali di account commerciali.

    Per iniziare, visita la console Centro di supporto in AWS GovCloud (Stati Uniti). Per ulteriori informazioni su AWS Support in AWS GovCloud (Stati Uniti), consulta le Domande frequenti sul prodotto del Centro di supporto.

  • Amazon EKS disponibile nelle regioni AWS Francoforte, Singapore, Sydney e Tokyo

    Inserito il: Dec 19, 2018

    Amazon Elastic Container Service for Kubernetes (Amazon EKS) è ora disponibile nelle regioni AWS Europa (Francoforte), Asia Pacifico (Singapore), Asia Pacifico (Sydney) e Asia Pacifico (Tokyo).

  • AWS CloudHSM ora è disponibile nella regione AWS GovCloud (Stati Uniti orientali)

    Inserito il: Dec 19, 2018

    AWS CloudHSM ora è disponibile nella regione AWS GovCloud (Stati Uniti orientali).  

    Questo servizio fornisce istanze HSM (Hardware Security Module) completamente gestite nel cloud AWS. Con CloudHSM, è possibile gestire le proprie chiavi di crittografia utilizzando moduli di sicurezza hardware conformi allo standard FIPS 140-2 Level 3. È possibile creare build di applicazioni utilizzando API standard di settore quali PKCS#11, Java Cryptography Extensions (JCE) e Windows Cryptography API: Next Generation (CNG).  

     

  • Amazon Aurora con compatibilità PostgreSQL aggiunge Query Plan Management

    Inserito il: Dec 19, 2018

    Amazon Aurora con compatibilità PostgreSQL Compatibility ora supporta Query Plan Management nella versione 10.5 ed è disponibile nelle seguenti regioni: Stati Uniti orientali (Virginia settentrionale, Ohio), Stati Uniti occidentali (Oregon), Europa (Irlanda), Asia Pacifico (Tokyo) e Asia Pacifico (Seoul).

    Amazon Aurora con compatibilità PostgreSQL versione 10.5 aggiunge il supporto per Query Plan Management, una nuova funzionalità che permette di controllare come e dove cambiano i piani di esecuzione delle query. Query Plan Management consente di prevenire la regressione dei piani quando cambiano il sistema o l’ambiente di database, in modo che sia possibile controllare quando e dove l’ottimizzatore può utilizzare nuovi piani.

    La qualità e la coerenza dell’ottimizzazione di query hanno un impatto enorme sulle performance e la stabilità di qualsiasi RDBMS (Relational Database Management System, sistema di gestione di database relazionali). Gli ottimizzatori di query creano un piano di esecuzione di query per un’istruzione SQL in un dato momento. Se le condizioni cambiano, l’ottimizzatore potrebbe selezionare un piano diverso che peggiora le prestazioni. Ad esempio, i cambiamenti relativi a statistiche, vincoli, impostazioni dell’ambiente, associazioni dei parametri di query e upgrade di software possono indurre l’ottimizzatore di query a selezionare un piano diverso con conseguente regressione delle performance. La regressione è un motivo di forte preoccupazione per le applicazioni ad alte prestazioni.

    Con il Query Plan Management è possibile controllare l’esecuzione dei piano per una serie di istruzioni da gestire. Possibili operazioni:

    • Migliorare la stabilità del piano forzando l’ottimizzatore a selezionare tra un numero ridotto di piani buoni.
    • Ottimizzare i piani centralmente e distribuire i migliori a livello globale.
    • Identificare gli indici non utilizzati e valutare l’impatto di creare o abbandonare un indice.
    • Rilevare automaticamente un nuovo piano a costo minimo scoperto dall’ottimizzatore.
    • Provare nuove funzionalità dell’ottimizzatore con meno rischi, perché è possibile scegliere di approvare solo le modifiche dei piani che migliorano le performance.

    Per utilizzare la nuova versione è sufficiente creare un'istanza database di Amazon Aurora con compatibilità per PostgreSQL tramite la Console di gestione AWS. È anche possibile creare una replica di lettura di Amazon Aurora con compatibilità per PostgreSQL 10.5 utilizzando un'istanza master di RDS per PostgreSQL 10.5 ed eseguendo il failover di connessioni e applicazioni in Aurora. Per ulteriori informazioni su come eseguire la migrazione in Aurora PostgreSQL 10.5, consulta il documento Amazon RDS User Guide.

    Amazon Aurora unisce le prestazioni e la disponibilità dei database commerciali di fascia alta alla semplicità e ai costi ridotti dei database open source. Aurora fornisce prestazioni fino a tre volte superiori rispetto a un comune database PostgreSQL e maggiori scalabilità, durabilità e sicurezza.

  • Amazon Aurora con compatibilità PostgreSQL supporta PostgreSQL 10.5

    Inserito il: Dec 19, 2018

    Amazon Aurora con compatibilità PostgreSQL ora supporta PostgreSQL nella versione 10.5 ed è disponibile nelle seguenti regioni: Stati Uniti orientali (Virginia settentrionale, Ohio), Stati Uniti occidentali (Oregon), Europa (Irlanda), Asia Pacifico (Tokyo) e Asia Pacifico (Seoul).

    Amazon Aurora con compatibilità PostgreSQL versione 10.5 aggiunge il supporto per Query Plan Management, una nuova funzionalità che permette di controllare come e dove cambiano i piani di esecuzione delle query. Query Plan Management consente di prevenire la regressione dei piani quando cambiano il sistema o l’ambiente di database, in modo che sia possibile controllare quando e dove l’ottimizzatore può utilizzare nuovi piani.


    Questa release include tutte le patch delle versioni secondarie PostgreSQL 10.1, PostgreSQL 10.2, PostgreSQL 10.3, PostgreSQL 10.4 e PostgreSQL 10.5. Inoltre, include tutte le estensioni supportate nella versione 9.6 di Amazon Aurora con compatibilità per PostgreSQL.

    Per utilizzare la nuova versione, è sufficiente creare un'istanza database di Amazon Aurora con compatibilità per PostgreSQL tramite la Console di gestione AWS. È anche possibile creare una replica di lettura di Amazon Aurora con compatibilità per PostgreSQL 10.5 utilizzando un'istanza master di RDS per PostgreSQL 10.5 ed eseguendo il failover di connessioni e applicazioni in Aurora. Per ulteriori informazioni su come eseguire la migrazione in Aurora PostgreSQL 10.5, consulta il documento Amazon RDS User Guide.

    Amazon Aurora unisce le prestazioni e la disponibilità dei database commerciali di fascia alta alla semplicità e ai costi ridotti dei database open source. Aurora fornisce prestazioni fino a tre volte superiori rispetto a un comune database PostgreSQL e maggiori scalabilità, durabilità e sicurezza.

  • Amazon MQ supporta anche la versione secondaria di ActiveMQ 5.15.8

    Inserito il: Dec 19, 2018

    Adesso è possibile lanciare i broker Apache ActiveMQ 5.15.8 su Amazon MQ. Questo aggiornamento della versione secondaria di ActiveMQ contiene numerose correzioni e nuove funzionalità rispetto alla versione precedentemente supportata, ActiveMQ 5.15.6.  

  • Amazon Redshift esegue ora il VACUUM DELETE in automatico.

    Inserito il: Dec 19, 2018

    Amazon Redshift esegue ora in automatico l'operazione VACUUM DELETE per recuperare spazio sul disco occupato da righe selezionate per l'eliminazione da precedenti operazioni UPDATE e DELETE. Inoltre, frammenta le tabelle per liberare spazio occupato e migliora le prestazioni dei carichi di lavoro.

  • Amazon Connect offre ora supporto per l’instradamento di contatti a un singolo agente

    Inserito il: Dec 19, 2018

    È ora possibile instradare i contatti direttamente agli agenti specifici, tramite code di agenti. In precedenza, i contatti in Amazon Connect erano instradati alle code condivise, di norma, gestite da agenti multipli. A partire da ora, tutti gli agenti vantano una coda individuale che non richiede configurazione aggiuntiva. Quando si imposta lo stato dell’agente su “disponibile”, un contatto in una coda di agenti (come capita per quelli in code standard) viene visualizzato come una chiamata in entrata nel Pannello di controllo contatti (CCP).

  • Amazon WorkDocs Tasks ti consente di svolgere e gestire le azioni programmate

    Inserito il: Dec 19, 2018

    A partire da oggi, è possibile riesaminare il tuo elenco di azioni da svolgere, nella sezione “Azioni” di Amazon WorkDocs. Con Amazon WorkDocs Tasks, è possibile esaminare, da un unico portale, tutte le azioni in sospeso, quelle assegnate o portate a termine. È possibile creare nuove azioni in modo manuale, facendo clic sulla scheda "Azioni" nella barra di navigazione in alto, oppure su "Richiedi feedback" quando inviti altri utenti come contributori al tuo file. I tipi di azioni includono: contenuti inviati a revisione, richiesta di accesso a un file, trasferimento della proprietà di un file o richiesta di intervento da parte dell'amministratore del sito. Amazon WorkDocs Tasks consente a te e ai tuoi team di collaborare in modo più efficiente, mettendo in evidenza le azioni critiche del giorno.


    La visualizzazione delle azioni è possibile tramite l’accesso ad Amazon WorkDocs dal tuo browser e facendo clic su "Azioni" nella barra di navigazione in alto. Nella scheda "Azioni" è possibile rivedere "Le mie azioni" per visualizzare i compiti assegnati, quelle "Inviate" per visualizzare i compiti che sono stati assegnati ad altri e "Archiviate" per accedere all'elenco completo delle azioni completate.


    La funzione Amazon WorkDocs Tasks è già disponibile per tutti i clienti di Amazon WorkDocs. Non è necessario alcun intervento manuale di utenti o amministratori per attivarla. Scopri di più su WorkDocs e registrati oggi stesso per la prova di 30 giorni.
     

  • Amazon DynamoDB aumenta il numero di indici secondari globali e gli attributi proiettati nell’indice creabili per ciascuna tabella

    Inserito il: Dec 19, 2018

    Amazon DynamoDB ha semplificato l'esecuzione di una vari tipi di query, aumentando il numero di indici secondari globaliper tabella fino a 20. Se necessario, è possibile richiedere l’aumentodi questo limite.

  • Amazon RDS per PostgreSQL supporta le nuove versioni secondarie 10.6, 9.6.11, 9.5.15 e 9.4.20

    Inserito il: Dec 19, 2018

    Dopo l'annuncio sugli aggiornamenti del database PostgreSQL, abbiamo aggiornato Amazon RDS per PostgreSQL aggiungendo il supporto per le versioni secondarie di PostgreSQL 10.6, 9.6.11, 9.5.14 e 9.4.20. La nuova versione risolve le vulnerabilità della sicurezza di PostgreSQL contenute in questa versione secondaria di PostgreSQL e contiene altre correzioni di bug e miglioramenti.

    Con questo aggiornamento, è stata introdotta in PostgreSQL 10.6 una nuova caratteristica di gestione limitata delle password. Mediante un nuovo parametro e un ruolo speciale, è possibile limitare l'autorizzazione alla modifica delle password degli utenti del database ai membri che dispongono di quel ruolo, ottenendo quindi un maggiore controllo sulla gestione delle password sul lato client (ad esempio, requisiti di scadenza, requisiti di complessità). Il plugin di decodifica logica wal2json è stato aggiornato in PostgreSQL 10.6 e 9.6.11.

    Amazon RDS per PostgreSQL consente di configurare, operare e ricalibrare le distribuzioni PostgreSQL nel cloud con la massima semplicità. Per ulteriori informazioni sull'upgrade delle istanze database, consulta il documento Amazon RDS User Guide. Consulta la pagina dei prezzi di Amazon RDS per PostgreSQL per informazioni sui prezzi e per verificare la disponibilità a livello regionale.

  • Amazon Data Lifecycle Manager ora disponibile nella regione UE (Parigi)

    Inserito il: Dec 19, 2018

    A partire da oggi, Amazon Data Lifecycle Manager (DLM) per snapshot EBS è disponibile nella regione UE (Parigi). DLM fornisce un modo semplice e automatico per eseguire il backup dei dati memorizzati sui volumi Amazon EBS. Grazie a questa caratteristica, non dovrai più affidarti a script personalizzati per creare e gestire i backup.

  • AWS Auto Scaling è ora disponibile in altre 8 regioni in tutto il mondo e offre Scaling Predittivo per Amazon EC2

    Inserito il: Dec 19, 2018

    AWS Auto Scaling con Scaling Predittivo per Amazon EC2 è ora disponibile in altre 8 regioni. Con AWS Auto Scaling i clienti possono configurare lo Scaling Predittivo per ridimensionare automaticamente i gruppi Auto Scaling di Amazon EC2 in previsione di variazioni del traffico. I clienti possono utilizzare AWS Auto Scaling anche per gestire il ridimensionamento della configurazione per più risorse con un unico piano di ridimensionamento per servizi come Amazon EC2, Amazon ECS, Amazon DynamoDB e Amazon Aurora.

    AWS Auto Scaling con Scaling Predittivo per EC2 è ora disponibile in Asia e Pacifico (Mumbai), Asia e Pacifico (Tokyo), Asia e Pacific (Seul), Asia e Pacific (Sydney), Canada (centrale), Stati Uniti occidentali (California settentrionale), Europa (Londra), Europa (Francoforte) oltre alle regioni già esistenti di Stati Uniti orientali (Virginia), Stati Uniti orientali (Ohio), Stati Uniti occidentali (Oregon), UE (Irlanda) e Asia e Pacifico (Singapore). Con il lancio di oggi arriva a 13 il numero totale delle regioni in cui il servizio è disponibile.

    È possibile accedere ad AWS Auto Scaling utilizzando la console di AWS Auto Scaling, l'API tramite SDK/CLI o CloudFormation. Per maggiori informazioni su AWS Auto Scaling visita questa pagina. Per maggiori informazioni sullo Scaling Predittivo visita questo blog.

  • AWS IoT Device Defender supporta due nuovi parametri di sicurezza

    Inserito il: Dec 19, 2018

    AWS IoT Device Defender aiuta a proteggere i dispositivi connessi. AWS IoT Device Defender avvisa ogni volta che i dispositivi violano un comportamento definito dall’utente per i parametri di sicurezza raccolti dai dispositivi e AWS IoT Core.

  • Presentazione di 15 corsi di formazione digitale gratuiti sui nuovi servizi AWS annunciati al re: Invent 2018

    Inserito il: Dec 19, 2018

    Siamo lieti di annunciare 15 nuovi corsi digitali gratuiti disponibili in modo individuale all’interno del nostro nostro portfolio di formazione online. Annunciati in occasione dell’AWS re: Invent 2018, questi corsi in formato video della durata di 10 minuti, presentano servizi di machine learning (ML), comunicazioni satellitari, servizi globali, analisi dei dati medici e altro ancora. Inoltre, questi 15 corsi sono raggruppati in un nuovo curriculum digitale gratuito chiamato Nuovi servizi dell’AWS re:Invent 2018.

  • La console AWS IAM ora disponibile in tedesco, portoghese, spagnolo, italiano e cinese tradizionale

    Inserito il: Dec 18, 2018

    La console AWS Identity and Access Management (IAM) supporta ora cinque nuove lingue: tedesco, portoghese, spagnolo, italiano e cinese tradizionale. I clienti che desiderano interagire con la console in queste lingue possono farlo grazie al selettore di lingua a piè di pagina della console IAM.  

  • Introduzione a Media Services Application Mapper

    Inserito il: Dec 18, 2018

    Media Services Application Mapper è una soluzione che consente ai clienti di visualizzare le connessioni logiche tra i servizi multimediali, messaggi di errore e conteggi e produrre un elenco di cause primarie classificate in base all’affidabilità, per i flussi di lavoro problematici. La soluzione è semplice da distribuire e al momento monitora AWS Elemental MediaLive, AWS Elemental MediaPackage, Amazon CloudFront e Amazon Simple Storage Service.

  • AWS Glue è ora disponibile nella regione AWS Stati Uniti occidentali (California settentrionale)

    Inserito il: Dec 18, 2018

    È ora possibile utilizzare AWS Glue nella regione AWS Stati Uniti occidentali (California settentrionale).

  • Amazon ECR consente ora il tagging dei repository

    Inserito il: Dec 18, 2018

    Ora puoi eseguire il tagging dei repository di Amazon Elastic Container Registry (ECR) con metadati personalizzati. Così è più semplice organizzare, gestire, cercare e allocare i costi. 

  • Presentazione di AWS Client VPN per l’accesso in sicurezza alle risorse AWS e a quelle in locale

    Inserito il: Dec 18, 2018

    AWS Client VPN è un nuovo servizio gestito che offre la possibilità di accedere in sicurezza alle reti AWS e a quelle locali da qualsiasi luogo, tramite client basati su OpenVPN.

  • Importanti miglioramenti ai flussi di lavoro delle slice disponibili in Lumberyard Beta 1.17

    Inserito il: Dec 18, 2018

    Siamo lieti di annunciare la disponibilità di Lumberyard Beta 1.17, che include oltre 70 aggiornamenti ai flussi di lavoro delle slice per aiutare gli sviluppatori di videogiochi ad ottenere più risultati, più in fretta. Questa versione include:

  • Amazon API Gateway semplifica la creazione di applicazioni di comunicazione bidirezionale in tempo reale con le API WebSocket

    Inserito il: Dec 18, 2018

    Ora puoi utilizzare le API WebSocket per creare applicazioni di comunicazione bidirezionale in tempo reale in Amazon API Gateway, senza la necessità di provisioning o gestione di server.

  • Performance Insights di Amazon RDS supporta i parametri per Aurora PostgreSQL

    Inserito il: Dec 17, 2018

    Performance Insights di Amazon RDS, una funzionalità avanzata di monitoraggio delle performance dei database, ora supporta parametri aggiuntivi su Amazon Aurora con compatibilità PostgreSQL. Con questi parametri, puoi personalizzare il pannello di controllo di Performance Insights per inserire fino a 10 grafici che mostrano molti altri sistemi operativi e parametri sulle performance dei database. Queste informazioni possono essere correlate ai carichi dei database per aiutare a identificare e analizzare problemi legati alle performance.

  • Presentazione supporto del modello AWS CloudFormation per AWS IoT Analytics

    Inserito il: Dec 17, 2018

    Oggi, AWS IoT Analytics ha aggiunto un supporto per AWS CloudFormation con modelli per l’acquisizione dati e i modelli analitici. CloudFormation offre un linguaggio comune per descrivere ed effettuare il provisioning di tutte le risorse dell’infrastruttura nel tuo ambiente cloud e semplifica il rilascio su più account AWS e/o regioni in pochi clic.  

  • Nuove funzionalità di AWS ParallelCluster

    Inserito il: Dec 17, 2018

    Le tre nuove funzionalità di AWS ParallelCluster, oggi disponibili, aiuteranno i clienti a semplificare ulteriormente il processo di creazione e gestione di cluster HPC su Amazon Web Services (AWS).

    Supporto AWS Batch: i clienti possono ora usare AWS Batch come strumento di pianificazione di lavori in AWS ParallelCluster e inviare lavori di elaborazione attraverso AWS ParallelCluster a AWS Batch. AWS Batch consente agli sviluppatori, ai ricercatori e agli ingegneri di eseguire in maniera semplice ed efficace centinaia di migliaia di lavori di elaborazione di batch su AWS. AWS Batch supporta anche la pianificazione di lavori paralleli multi-nodo, consentendo ai clienti di eseguire efficacemente lavori che coprono diverse istanze Amazon EC2.

    Integrazione Amazon Elastic File System (EFS): AWS ParallelCluster ora supporta la configurazione nativa per EFS al fine di migliorare ulteriormente le funzionalità di storage e gestione file. Gli utenti possono creare e/o montare EFS direttamente da AWS ParallelCluster senza script di post installazione.

    Supporto configurazione matrice RAID: i clienti di AWS ParallelCluster possono ora creare facilmente una matrice RAID 0 o RAID 1 per l’utilizzo con il cluster HPC. RAID 0 combina più dischi in un disco unico per fornire migliori prestazione I/O mentre RAID 1 combina più dischi in un unico disco per una migliore tolleranza agli errori. Le matrici RAID possono essere create da un massimo di 5 volumi Amazon Elastic Block Store (EBS).

    AWS ParallelCluster è disponibile senza alcun costo aggiuntivo; ti vengono addebitati solo i costi delle risorse AWS necessarie per l'esecuzione delle applicazioni. AWS ParallelCluster è rilasciato tramite il repository Python Package Index (PyPI). Il codice sorgente di AWS ParallelCluster è ospitato nel repository Amazon Web Services su GitHub.  Per ulteriori informazioni sul lancio di un cluster HPC tramite AWS ParallelCluster, consulta la sezione disponibile here.

  • Nuove località AWS Direct Connect nella Silicon Valley e a Stoccolma

    Inserito il: Dec 17, 2018

    AWS Direct Connect è ora disponibile in due nuove località nella Silicon Valley e a Stoccolma. Nella Silicon Valley, AWS Direct Connect ha lanciato la sua terza località presso CoreSite SV2 a Milpitas. Quest’ultima è la prima nuova località ad offrire ridondanza logica su una singola interfaccia virtuale (VIF) su una connessione Direct Connect: una nuova funzionalità lanciata il mese scorso. La ridondanza logica può ridurre i tempi di inattività quando una sessione di peering BGP si interrompe a causa di un guasto del dispositivo o di un'attività di manutenzione da parte di AWS. La località CoreSite SV2 a Milpitas è trovabile con il nome della regione corrispondente: Stati Uniti occidentali (California settentrionale). Grazie a un gateway Direct Connect e a VIF pubblici globali, i clienti possono ora accedere alle proprie risorse in qualsiasi regione AWS globale (ad eccezione della Cina).

  • Presentazione dell’accesso programmatico alle informazioni sui prezzi AWS in Cina tramite l’API AWS Price List

    Inserito il: Dec 17, 2018

    L’API AWS Price List ti consente di richiedere i prezzi attuali e precedenti dei servizi AWS e di ricevere notifiche da Amazon SNS quando i prezzi cambiano.

  • La versione 1.3 della piattaforma AWS Fargate aggiunge il supporto Secrets

    Inserito il: Dec 17, 2018

    È finalmente disponibile la versione 1.3.0 della piattaforma AWS Fargate. Questo aggiornamento aggiunge il supporto Secrets per l’utilizzo della modalità di lancio Fargate con Amazon Elastic Container Service (ECS).

  • Amazon Connect aggiunge una nuova API Contact per impostare gli attributi di un contatto

    Inserito il: Dec 14, 2018

    Amazon Connect ora offre una nuova API Contact che ti consente di recuperare gli attributi di un determinato contatto in modo programmatico. Gli attributi di un contatto sono coppie chiave-valore di dati relativi a un contatto, ad esempio il nome dell'autore della chiamata, il motivo della chiamata o la qualità del servizio ricevuto. Gli attributi del contatto possono essere archiviati utilizzando i blocchi del flusso di contatti o tramite l’API. Ad esempio, per un determinato contatto, potresti scegliere di impostare gli attributi in modo da indicare il motivo della chiamata o il modo in cui il problema è stato risolto. Se il cliente richiama, ora puoi usare la nuova API Contact per caricare gli attributi associati al loro contatto precedente per personalizzare l’esperienza IVR o indirizzarli verso la coda adatta.

  • Aggiornamenti kit SDK Amazon GameLift Server per compatibilità con Unity 2018, Unreal 4.21 e Visual Studio 15 2017

    Inserito il: Dec 14, 2018

    Amazon GameLift ha rilasciato oggi un kit SDK aggiornato compatibile con le ultime versioni dei motori di gioco Unity e Unreal e con Visual Studio 15 2017.

    Il kit SDK Amazon GameLift server versione 3.3.0 è ora compatibile con Unity 2018 e Unreal 4.21 pur continuando a supportarne le versioni precedenti. Grazie a Visual Studio 15 2017, ora puoi integrare Amazon GameLift ai giochi.

    Ulteriori informazioni sull’aggiornamento e su come iniziare sono disponibili nelle note di rilascio.

  • AWS Shield aggiunge la protezione avanzata DDoS per AWS Global Accelerator

    Inserito il: Dec 14, 2018

    Da oggi puoi usare AWS Shield Advanced per ottenere livelli elevati di protezione DDoS per le tue applicazioni in esecuzione su AWS Global Accelerator, annunciato di recente. È sufficiente abilitare la protezione AWS Shield Advanced su Accelerator. AWS Shield Advanced individuerà automaticamente il tipo di risorsa AWS su cui si basa Accelerator e applicherà le relative protezioni DDoS. 

  • AWS Batch ora supporta le istanze P3dh di Amazon EC2

    Inserito il: Dec 14, 2018

    A partire da oggi, AWS Batch supporta i carichi di lavoro in esecuzione nelle istanze P3dn.

  • Presentazione della nuova libreria per la diagnostica delle chiavi Amazon DynamoDB

    Inserito il: Dec 13, 2018

    Da oggi è disponibile la libreria per la diagnostica delle chiavi Amazon DynamoDB, in grado di offrire informazioni in tempo reale sull’utilizzo delle chiavi per DynamoDB La libreria è una utility lato client leggera che può aiutarti ad analizzare il traffico della tua tabella e mostrare le visualizzazioni che presentano il numero di letture e scritture per ogni chiave di partizione. L’utilizzo della libreria consente di adattarsi a flussi di lavoro imprevedibili e irregolari quasi in tempo reale. Per maggiori informazioni sulla libreria, su come configurarla e identificare i tasti di scelta rapida, consulta Come usare la nuova libreria per la diagnostica delle chiavi Amazon DynamoDB per visualizzare e comprendere i modelli di traffico della tua applicazione.

  • Novità sulle AMI di apprendimento approfondito di AWS: PyTorch 1.0, MXNet 1.3.1, Chainer 5.1 e CUDA 10

    Inserito il: Dec 13, 2018

    Le AMI di apprendimento approfondito di AWS per Ubuntu e Amazon Linux sono ora dotate delle più recenti versioni dei seguenti framework di apprendimento approfondito:PyTorch 1.0, MXNet 1.3.1 e Chainer 5.1. Questa versione include anche gli aggiornamenti dello stack NVIDIA, tra cui CUDA 10, cuDNN 7.4.1 e NCCL 2.3.7. Per la formazione basata su GPU, PyTorch 1.0 nelle AMI è completamente configurato per sfruttare i vantaggi delle prestazioni ottimizzate all’interno di CUDA 10.

  • L’ottimizzazione automatica dei modelli Amazon SageMaker ora supporta l'arresto anticipato dei processi di addestramento.

    Inserito il: Dec 13, 2018

    L’ottimizzazione automatica dei modelli Amazon SageMaker ora supporta l'arresto anticipato dei processi di addestramento. Con l’arresto anticipato, i processi di addestramento vengono interrotti automaticamente durante l’ottimizzazione di iperparametri, quando diventa evidente che non miglioreranno l’accuratezza dei modelli. L’arresto anticipato riduce i tuoi costi di ottimizzazione degli iperparametri.

  • AWS Step Functions ora disponibili nell'UE (Parigi)

    Inserito il: Dec 13, 2018

    AWS Step Functions è ora disponibile nella regione UE (Parigi). AWS Step Functions è un servizio di automazione dei flussi di lavoro che consente di creare e aggiornare applicazioni rapidamente.

  • AWS Step Functions ora è disponibile in Sud America (San Paolo)

    Inserito il: Dec 13, 2018

    AWS Step Functions è ora disponibile nella regione del Sud America (San Paolo) AWS Step Functions è un servizio di automazione dei flussi di lavoro che consente di creare e aggiornare applicazioni rapidamente.

  • Amazon SQS ora supporta gli endpoint VPC di Amazon utilizzando AWS PrivateLink

    Inserito il: Dec 13, 2018

    I clienti AWS possono ora accedere aAmazon Simple Queue Service (Amazon SQS) dal loroAmazon Virtual Private Cloud (Amazon VPC) utilizzando endpoint VPC, senza utilizzare IP pubblici e senza dover attraversare la rete Internet pubblica. Gli endpoint VPC per Amazon SQS sono basati su AWS PrivateLink, una tecnologia scalabile altamente disponibile che consente di connettere privatamente il VPC ai servizi AWS supportati.

  • L'automazione di AWS Systems Manager ora supporta l'azione su scala maggiorata

    Inserito il: Dec 13, 2018

    AWS Systems Manager ora consente ai clienti di utilizzare l'automazione su larga scala utilizzando un modello pay-per-use. Il limite esistente di 25.000 passaggi base verrà aumentato a un nuovo livello gratuito di 100.000 passaggi base per account al mese.

  • Implementa TIBCO Data Science su AWS con il nuovo Quick Start

    Inserito il: Dec 13, 2018

    Questo Quick Start distribuisce automaticamente TIBCO Data Science sul cloud AWS (Amazon Web Services) in circa 80 minuti. Questa guida all'implementazione è destinata agli architetti delle infrastrutture e agli amministratori TIBCO che desiderano implementare rapidamente un sistema TIBCO Data Science in una configurazione fault-tolerant tra le zone di disponibilità AWS.

  • AWS Transit Gateway è ora disponibile in altre 8 regioni AWS

    Inserito il: Dec 13, 2018

    AWS Transit Gateway è ora disponibile in altre 8 regioni AWS nelle Americhe, in Europa e Asia Pacifico: Canada (Centrale), UE (Londra), UE (Francoforte), UE (Parigi), Asia Pacifico (Tokyo), Asia Pacifico (Singapore), Asia Pacifico (Seoul) e Asia Pacifico (Sydney).

    AWS Transit Gateway consente ai clienti di connettere centinaia di Amazon Virtual Private Cloud (VPC) e le loro reti locali tramite un unico gateway. Con l’aumento dei carichi di lavoro su più account AWS, hai bisogno di ridimensionare le tue reti, controllare meglio le policy di connettività e monitorare in modo efficiente la tua rete. Oggi puoi connettere coppie di VPC Amazon usando la connessione peer VPC. Tuttavia, gestire la connettività point-to-point su un grande numero di VPC Amazon senza una gestione centrale della connettività e delle policy di instradamento può rivelarsi costoso e complesso dal punto di vista operativo. In questo caso può essere difficile gestire centinaia di VPC Amazon.

    Con AWS Transit Gateway, è sufficiente creare e gestire un’unica connessione da un gateway centrale per ogni VPC Amazon, data center locale o filiale remota. AWS Transit Gateway agisce come un hub dal quale il traffico viene instradato su spoke, ovvero sulle reti connesse. Questo modello hub and spoke semplifica notevolmente la gestione e riduce i costi operativi poiché ciascuna rete deve solo connettersi ad AWS Transit Gateway. Grazie alle efficaci policy di instradamento sul Transit Gateway, puoi avere un controllo centralizzato sul modo in cui i tuoi VPC Amazon e le tue reti locali si connettono fra di loro. Questo modello di connettività semplifica la scalabilità e monitora le tue reti nel tempo.

    Dopo questo annuncio, AWS Transit Gateway sarà disponibile in 14 regioni AWS in tutto il mondo. Per ulteriori informazioni, consulta la pagina del prodotto e la documentazione di AWS Transit Gateway.

  • Amazon Neptune è ora disponibile nella regione Asia Pacifico (Singapore)

    Inserito il: Dec 13, 2018

    Amazon Neptune è ora disponibile nella regione Asia Pacifico (Singapore).

  • AWS Batch è ora disponibile nella regione Europa (Parigi)

    Inserito il: Dec 13, 2018

    A partire da oggi, AWS Batch è disponibile nella regione AWS Europa (Parigi).

  • Le istanze C5d, M5d e R5d di Amazon EC2 sono ora disponibili in regioni AWS aggiuntive

    Inserito il: Dec 13, 2018
  • AWS Storage Gateway annuncia un maggiore throughput e aggiunge nuove funzionalità di memorizzazione nella cache

    Inserito il: Dec 12, 2018

    AWS Storage Gatewayha rilasciato vari miglioramenti alle funzionalità di File Gateway, tra cui un aumento delle prestazioni, l'opzione per aggiornare selettivamente parti della cache del gateway e la possibilità di configurare le impostazioni DNS e NTP.

  • Annuncio della regione AWS Europa (Stoccolma)

    Inserito il: Dec 12, 2018

    AWS annuncia la disponibilità immediata della nuova regione AWS Europa (Stoccolma). La regione Stoccolma si aggiunge a Francoforte, Irlanda, Londra e Parigi come quinta regione AWS in Europa e ventesima regione AWS a livello mondiale. La regione AWS Europa (Stoccolma) è composta da tre zone di disponibilità e con questo lancio l’infrastruttura globale di AWS offre ora 60 zone di disponibilità in tutto il mondo, che forniscono servizi ai clienti in più di 190 paesi. La nuova regione AWS Europa (Stoccolma) va ad aggiungersi all'infrastruttura esistente di cui AWS dispone già nelle regioni del nord, che include tre Edge Network Location in Svezia e una in Finlandia, in Danimarca e in Norvegia, per i clienti che desiderano offrire agli utenti finali siti Web, applicazioni e contenuti con bassa latenza.

  • Amazon EKS aggiunge aggiornamenti gestiti per i cluster e supporto per Kubernetes versione 1.11

    Inserito il: Dec 12, 2018

    Amazon Elastic Container Service for Kubernetes (EKS) ora esegue aggiornamenti gestiti in loco dei cluster per le versioni di Kubernetes. Inoltre, ora Amazon EKS supporta Kubernetes versione 1.11.5.

  • AWS Elemental MediaStore ora supporta le politiche di eliminazione del ciclo di vita

    Inserito il: Dec 12, 2018

    Ora è possibile impostare una politica del ciclo di vita per eliminare gli oggetti dai container di AWS Elemental MediaStore dopo un minimo di un giorno. Ciò consente di eliminare automaticamente i segmenti video che costituiscono i flussi live dopo un periodo di tempo definito dal cliente, favorendo così l’ottimizzazione dello spazio occupato dallo storage e la riduzione dei costi.

  • Amazon Neptune nell’ambito dei programmi di conformità PCI DSS e ISO

    Inserito il: Dec 12, 2018

    Da oggi puoi usare Amazon Neptune nelle applicazioni soggette a conformità PCI e che richiedono una certificazione ISO. Neptune è un servizio di database a grafo rapido, affidabile e completamente gestito che semplifica la creazione e l'esecuzione di applicazioni che operano con set di dati altamente connessi.  

  • Amazon Redshift ora è disponibile nella regione AWS UE (Stoccolma)

    Inserito il: Dec 12, 2018

    Amazon Redshift ora è disponibile nella regione AWS UE (Stoccolma).

  • Amazon Elastic File System (Amazon EFS) è disponibile nella regione AWS GovCloud (Stati Uniti occidentali)

    Inserito il: Dec 12, 2018

    Amazon Elastic File System (Amazon EFS) è ora disponibile nella regione AWS GovCloud (Stati Uniti occidentali) 

  • AWS Certificate Manager è ora idoneo per SOC & PCI

    Inserito il: Dec 11, 2018

    AWS Certificate Manager è ora conforme PCI DSS; certificazione ISO 9001, 27001, 27017, 27018; conforme SOC 1,2 e 3; ed è stato aggiunto agli elenchi di servizi in ambito di AWS.

  • AWS Organizations ora supporta le funzionalità di condivisione degli account incrociati di AWS License Manager

    Inserito il: Dec 11, 2018

    AWS Organizations ora supporta AWS License Manager; un servizio che rende più facile per i clienti portare le loro licenze software esistenti al cloud AWS e gestire le licenze attraverso i loro ambienti ibridi senza soluzione di continuità, attraverso AWS e locali. I clienti possono ora gestire integralmente le licenze attraverso i loro account AWS. Possono creare regole di licenza nel loro account principale, collegarle facilmente alle risorse negli account dei membri e monitorare l'utilizzo integrale delle licenze attraverso i loro account AWS, utilizzando la dashboard incorporata di License Manager.

  • AWS Batch supporta ora le istanze C5n di Amazon EC2 con 100 Gb/s di larghezza di banda di rete

    Inserito il: Dec 11, 2018

    Da oggi è possibile utilizzare AWS Batch con carichi di lavoro in esecuzione sui tipi di istanze C5n.

  • Ulteriori servizi linguistici AI sono certificati come conformi PCI DSS

    Inserito il: Dec 11, 2018

    Amazon Comprehend, Amazon Translate e Amazon Transcribe sono ora certificati come conformi allo standard PCI (DSS) per la sicurezza dei dati dell'industria delle carte di pagamento, uno standard di sicurezza delle informazioni proprietario amministrato dal PCI Security Standard Council. Questo significa che questi servizi sono certificati per gestire i dati dei titolari di carta (CHD) e i dati sensibili di autenticazione (SAD), compresi commercianti, responsabili, aquirenti, emittenti e fornitori di servizi.

  • Amazon CloudFront annuncia dieci nuove edge location in Nord America, Europa e Asia

    Inserito il: Dec 11, 2018

    Dettagli: Amazon CloudFront annuncia dieci nuove edge location, aumentando la nostra presenza globale. Otto delle nuove edge location sono in Nord America: Houston, Texas (la nostra prima sede in questa città), Chicago, Illinois, Newark, New Jersey, Los Angeles, California e Ashburn, in Virginia. Abbiamo anche aggiunto una edge location a Berlino, in Germania, e una a Tokyo, in Giappone.

    Con questo lancio, CloudFront aumenterà la sua capacità di elaborazione delle richieste fino al 40%, in media, nelle città nord americane.

    Queste nuove edge location si aggiungono alla presenza globale esistente di CloudFront e migliorano la consegna, le prestazioni e la scalabilità per i nostri clienti. L'elenco completo delle location di CloudFront in tutto il mondo è disponibile nella pagina Web delle caratteristiche di CloudFront.

  • Amazon RDS migliora gli aggiornamenti della versione secondaria automatica

    Inserito il: Dec 11, 2018

    Amazon RDS ora include miglioramenti alla funzione di aggiornamento della versione secondaria automatica per le istanze del database Amazon RDS. L'aggiornamento automatico della versione secondaria è una funzionalità che è possibile abilitare per aggiornare automaticamente il database quando è disponibile una nuova versione del motore di database secondaria.

    Ora puoi facilmente vedere quando è pianificato l'applicazione di un aggiornamento di versione minore all'istanza del database nella Console AWS o tramite l'API DescribePendingMaintenanceActions. È inoltre possibile scegliere di applicare immediatamente un aggiornamento di versione minore disponibile con pochi clic o tramite l'API ApplyPendingMaintenanceAction.

  • Amazon Elasticsearch Service raggiunge l'idoneità HIPAA, la conformità PCI e ISO

    Inserito il: Dec 11, 2018

    Amazon Elasticsearch Service è ora idoneo per HIPAA. Ora puoi utilizzare Amazon Elasticsearch Service per archiviare e analizzare informazioni sanitarie protette (PHI) e creare applicazioni compatibili HIPAA. 

  • Amazon RDS supporta la pubblicazione di file di registro PostgreSQL nei registri Amazon CloudWatch

    Inserito il: Dec 10, 2018

    Ora puoi pubblicare i log dal tuo RDS per i database PostgreSQL ai registri Amazon CloudWatch in Amazon RDS. I log supportati includono i log di sistema PostgreSQL e i log di aggiornamento.

    La Pubblicazionedi questi registri su registri di CloudWatch consente di mantenere una visibilità continua nei registri di sistema di PostgreSQL e di aggiornare i registri per i database di PostgreSQL. Ad esempio, è possibile impostare gli allarmi per Amazon Cloudwatch per segnalare i riavvii frequenti registrati nel registro degli errori. Allo stesso modo, gli allarmi per gli eventi registrati nei log di PostgreSQL possono essere creati per allertare le modifiche indesiderate apportate ai propri database. Puoi inoltre attivare la registrazione di query lente e creare allarmi per monitorarli nei registri di PostgreSQL e abilitare il rilevamento tempestivo di query di lunga durata.

    CloudWatch Logs assicura una destinazione di archiviazione duratura per i registri del database. È possibile specificare il periodo di conservazione per stabilire per quanto tempo si desidera che CloudWatch conservi i registri. Inoltre, con CloudWatch Logs, è possibile eseguire ricerche ad hoc su più registri. Questa funzionalità è particolarmente utile per la risoluzione dei problemi, gli audit e l'analisi dei registri. È inoltre possibile esportare i registri da CloudWatch ad Amazon S3.

    Fare riferimento aRDS per la documentazione di PostgreSQL e per ulteriori informazioni. Per iniziare a pubblicare i registri dai database RDS for Oracle su CloudWatch Logs, accedi alla console di gestione Amazon RDS o scarica i più recenti SDK o CLI di AWS.

    Amazon RDS per PostgreSQL consente di configurare, operare e ricalibrare le distribuzioni PostgreSQL nel cloud con la massima semplicità. Consulta la pagina dei prezzi di Amazon RDS per PostgreSQL per verificare la disponibilità a livello regionale.

  • Alexa for Business aggiunge il supporto per la tecnologia Wi-Fi WPA2-Enterprise ai dispositivi Echo condivisi

    Inserito il: Dec 10, 2018

    Alexa for Business consente ora alle aziende di connettere dispositivi Echo selezionati gestiti da Alexa for Business alla rete Wi-Fi aziendale con WPA2-Enterprise. Molte imprese preferiscono avere tutti i dispositivi all'interno della propria rete protetta da WPA2-Enterprise, in modo da semplificare la gestione sia dei dispositivi sia della rete. Questa nuova caratteristica permette di connettere i dispositivi Echo alla rete wireless WPA2 esistente senza dover creare una rete guest o una rete WPA2 personale.  

  • Amazon Connect ora è disponibile nella regione AWS Asia Pacifico (Tokyo)

    Inserito il: Dec 10, 2018

    Amazon Connect è ora disponibile nella regione AWS Asia Pacifico (Tokyo) Grazie a questo lancio, la tua azienda in Giappone potrà offrire ai clienti i migliori servizi di assistenza possibili. Inoltre, ti consentirà di fornire il contact center nel cloud di Amazon Connect con gli altri servizi AWS che utilizzi.

  • AppStream 2.0 introduce le API per semplificare i diritti delle app e consentire la distribuzione di app virtualizzate

    Inserito il: Dec 10, 2018

    Oggi, Amazon AppStream 2.0 ha annunciato API di framework per app dinamiche. Utilizzando queste API, puoi creare in modo dinamico cataloghi di applicazioni per i tuoi utenti da un'unica immagine di applicazione di AppStream 2.0 o distribuire app virtualizzate da una soluzione di terze parti. Questo riduce il numero di immagini dell'applicazione che è necessario mantenere, poiché non è più necessario creare un'immagine, stack e flotta per ciascun gruppo di utenti.

    Puoi creare la tua soluzione utilizzando queste API o sfruttare un fornitore di app dinamiche di terze parti. Le app gestite da un fornitore di app dinamico possono essere installate su un'immagine di AppStream 2.0 o essere distribuite in modalità off-instance da una condivisione di file Windows o da un servizio di virtualizzazione delle applicazioni.

    Per creare la propria soluzione o trovare fornitori di app dinamici di terze parti, vedere Gestire l’autorizazzione alle app con Dynamic App Framework. Le API di framework per app dinamiche sono disponibili senza costi aggiuntivi in ​​tutte le regioni AWS in cui viene offerto AppStream 2. Le tariffe di AppStream 2.0 sono basate sull'uso effettivo. Consulta la pagina sui Prezzi di Amazon AppStream 2.0 per ulteriori informazioni e per provare applicazioni di esempio.

  • Presentazione dell’ultima versione 10.0.23.4 di AWS Thinkbox Deadline che supporta Luxion Keyshot

    Inserito il: Dec 7, 2018

    Siamo lieti di annunciare la disponibilità globale dell'ultima versione 10.0.23.4 di AWS Thinkbox Deadline. Questa versione include, per i clienti di tutto il mondo, il supporto alle licenze basate sull’utilizzo (UBL, Usage Based Licensing) di Luxion KeyShot tramite AWS Thinkbox Marketplace, portando la potenza del cloud nel campo della progettazione industriale.

  • Alexa for Business ora consente l’accesso a parametri di utilizzo per dispositivi condivisi e competenze private

    Inserito il: Dec 7, 2018

    Oggi, Alexa for Business ha lanciato i report di utilizzo, che ti consentono di accedere a parametri di utilizzo sul modo in cui vengono utilizzati, nella tua organizzazione, dispositivi condivisi e competenze private di Alexa for Business. Questo ti permette di misurare l’impatto di Alexa nella tua organizzazione, oltre ad eseguire e misurare esperimenti in modo da poter identificare opportunità per creare esperienze migliorate per i tuoi dipendenti. Ad esempio, i report di utilizzo ti consentiranno di misurare l’uso della funzionalità “Partecipa alla riunione” nelle tue sale conferenze, così potrai comprendere le preferenze degli utenti nelle diverse sedi. Potrai quindi determinare dove è necessario istruire o sviluppare caratteristiche per incrementare il coinvolgimento degli utenti. I report di utilizzo, inoltre, possono aiutarti a comprendere quali competenze private sono più popolari tra gli utenti, così puoi dare la priorità allo sviluppo di queste competenze.

  • Le macro di AWS CloudFormation possono ora essere utilizzate in modelli con stack annidati

    Inserito il: Dec 7, 2018

    AWS CloudFormation ha migliorato le azioni CreateStack e UpdateStack per supportare le macro. Questo significa che i clienti possono ora incorporare macro in modelli con stack annidati. Le macro consentono potenti elaborazioni personalizzate su modelli CloudFormation da semplici azioni come le operazioni trova e sostituisci, fino alla profonda trasformazione di interi modelli.

    Nelle SDK e CLI di AWS, i modelli contenenti macro possono essere eseguiti direttamente utilizzando le azioni CreateStack e UpdateStack. Questa funzionalità è oggi disponibile in tutte le regioni. Per ulteriori informazioni, consulta la nostra documentazione di riferimento delle API.

  • Presentazione delle istanze P3dn di Amazon EC2, le nostre istanze GPU più potenti ad oggi

    Inserito il: Dec 7, 2018
  • Automatizza l’analisi delle autorizzazioni IAM AWS utilizzando le nuove API IAM Access Advisor

    Inserito il: Dec 7, 2018

    AWS Identity and Access Management (IAM) Access Advisor ora ti permette di automatizzare l’analisi delle tue autorizzazioni IAM in tutti i tuoi account utilizzando le API IAM Access Advisor con l’interfaccia a riga di comando AWS (AWS CLI) o SDK. IAM Access Advisor aiuta ad eseguire l’audit dell’accesso ai servizi, eliminare autorizzazioni non necessarie e definire autorizzazioni opportune fornendo l’ultimo timestamp in cui un’entità IAM (ad es., un utente, ruolo o gruppo) ha effettuato l’accesso a un servizio AWS.

  • Presentazione di AWS Resource Access Manager

    Inserito il: Dec 6, 2018

    AWS Resource Access Manager (RAM) fornisce ai clienti un modo semplice per condividere le risorse tra account AWS o all’interno della loro AWS Organization. Molti clienti AWS utilizzano più account AWS per fornire autonomia in termini di amministrazione e fatturazione ai relativi team. Questi clienti possono ora creare risorse a livello centrale e utilizzare RAM per condividerle tra account, determinando una riduzione dell’overhead operativo per i clienti mantenendo, al tempo stesso, i vantaggi di una strategia multi-account. Utilizzando RAM per condividere le risorse, i clienti possono eliminare la necessità di creare risorse duplicate in ciascuno dei loro account e ridurre quindi i costi. Il consumo di risorse condivise è disciplinato da policy di controllo degli accessi in AWS Identity & Access Management e policy di controllo dei servizi in AWS Organizations, consentendo ai clienti di sfruttare gli investimenti esistenti nei controlli di sicurezza e governance. Utilizzando RAM, i clienti possono ora condividere le regole di resolver di Amazon Route 53, AWS Transit Gateway e AWS License Manager Configurations.

    AWS Resource Access Manager è disponibile ai clienti senza costi aggiuntivi ed è offerto nelle regioni degli Stati Uniti orientali (Virginia), Stati Uniti orientali (Ohio), Stati Uniti occidentali (California settentrionale), Stati Uniti occidentali (Oregon), Asia e Pacifico (Mumbai), Asia e Pacifico (Seoul), Asia e Pacifico (Singapore), Asia e Pacifico (Sydney), Asia e Pacifico (Tokyo), Canada (Centrale), UE (Francoforte), UE (Irlanda), UE (Londra) e UE (Parigi). Fai clic qui per iniziare subito e qui per maggiori informazioni su AWS Resource Access Manager.

  • Implementa Fortinet FortiGate Auto Scaling Baseline su AWS con New Quick Start

    Inserito il: Dec 6, 2018

    Questo Quick Start distribuisce automaticamente la baseline Auto Scaling Fortinet FortiGate sul cloud Amazon Web Services (AWS) in circa 15 minuti. Quick Start è pensato per essere una linea di base per architetti, amministratori e professionisti DevOps dell'infrastruttura IT che pianificano di implementare o estendere i carichi di lavoro di Security Fabric di Fortinet sul cloud AWS.

  • AWS Elemental MediaLive ora supporta i flussi AWS Elemental MediaConnect come input

    Inserito il: Dec 6, 2018

    Ora è possibile utilizzare i flussi AWS Elemental MediaConnect come input per il canale AWS Elemental MediaLive. È sufficiente selezionare il flusso quando si crea l’input e le risorse MediaLive saranno create nelle corrispondenti zone di disponibilità, così il canale live potrà usufruire della trasmissione video in alta qualità, affidabile e sicura offerta da MediaConnect.

  • AWS CodePipeline supporta gli endpoint VPC

    Inserito il: Dec 6, 2018

    Ora è possibile accedere ad AWS CodePipeline daAmazon Virtual Private Cloud (Amazon VPC) utilizzando gli endpoint VPC. Molti clienti AWS eseguono le loro applicazioni all'interno di un VPC per motivi di sicurezza o isolamento. In precedenza, era possibile connettersi a CodePipeline dal proprio VPC utilizzando un Internet gateway o una connessione VPN. Con gli endpoint VPC non sono necessari indirizzi IP pubblici e il traffico tra VPC e CodePipeline non esce dalla rete Amazon. 

  • AWS Server Migration Service aggiunge il supporto per la migrazione multi-server

    Inserito il: Dec 6, 2018

    AWS Server Migration Service (SMS) ora offre il supporto per la migrazione multi-server che rende più facile ed economico migrare le applicazioni dai datacenter locali verso Amazon EC2. È possibile migrare un gruppo di server di una singola unità senza doversi occupare di coordinare la replica dei singoli server o disaccoppiare le dipendenze delle applicazioni. Grazie al supporto multi-server, Server Migration Service riduce in modo significativo il tempo richiesto per migrare le applicazioni e attenua il rischio di errori durante il processo di migrazione.

  • Introduzione alle notifiche per i nuovi tipi di ricerca e release di Amazon GuardDuty

    Inserito il: Dec 6, 2018

    Amazon GuardDuty ora offre un argomento di notifica Amazon SNS in modo che tu possa essere avvisato automaticamente quando vengono rilasciati nuovi tipi o caratteristiche di Amazon GuardDuty. Per iscriversi a questo argomento SNS, consultare la documentazione. GuardDuty è un servizio gestito di rilevamento delle minacce che esegue un monitoraggio costante per individuare comportamenti maligni o non autorizzati, per aiutarti a proteggere i tuoi carichi di lavoro e account AWS.  

  • Il catalogo dei servizi AWS annuncia l'integrazione con le organizzazioni AWS

    Inserito il: Dec 6, 2018

    AWS Service Catalog, un servizio per organizzare, governare e fornire risorse cloud su AWS, ora si integra con le organizzazioni AWS. Con questa funzione, è possibile semplificare la condivisione dei portafogli del catalogo dei servizi AWS tra gli account dei membri della propria organizzazione. AWS Organizations offre gestione basata su policy per più account AWS.

    Da ora, gli amministratori del catalogo di servizi AWS non devono più avere a disposizione l'ID dell'account di ricezione o l'ID del portfolio. È possibile risparmiare tempo e ridurre il rischio di errori con la condivisione manuale di ID di portafoglio e account. Utilizzando l'account principale della propria organizzazione, è possibile condividere i portfolio agli account dei membri facendo riferimento a un'unità organizzativa o all'ID dell'organizzazione esistente senza lasciare il catalogo dei servizi AWS.

    Fai clic per ulteriori informazioni sul Catalogo dei servizi AWS. e Organizzazioni AWS.

  • Seconda versione della console Amazon ECR

    Inserito il: Dec 5, 2018

    Amazon Elastic Container Registry (ECR) dispone adesso di una console di gestione dedicata.

  • Amazon Pinpoint annuncia una nuovo Pannello di controllo di recapito e-mail per aiutare i clienti a raggiungere la casella di posta degli utenti

    Inserito il: Dec 5, 2018

    Il Pannello di controllo di recapito di Amazon Pinpoint ti aiuta a comprendere e risolvere i problemi che possono avere delle ripercussioni sul recapito delle tue e-mail. Puoi fare affidamento sul canale e-mail per recapitare informazioni importanti ai tuoi utenti, come il ripristino di password e la conferma di ordini, in modo da proteggere e migliorare il grado di posizionamento della tua casella di posta; la reputazione del mittente dell’e-mail è estremamente importante. Grazie al Pannello di controllo di recapito, puoi aumentare l’efficacia delle tue campagne e-mail e creare una migliore esperienza per i tuoi utenti.

    Il Pannello di controllo di recapito, direttamente integrato all’interno della piattaforma e-mail Amazon Pinpoint, fornisce informazioni dettagliate sul grado di posizionamento della tua casella di posta e test di posizionamento predittivo dell’e-mail, nonché consente di proteggere e gestire la reputazione del mittente e di ottenere e monitorare indirizzi IP dedicati.

    Queste caratteristiche ti consentiranno di avere una visibilità migliore del tuo stato di invio dell’e-mail e forniscono una serie di strumenti che potrai usare per aumentare le probabilità di raggiungere gli utenti. La creazione di questi strumenti di recapito, nella parte superiore della piattaforma di invio delle e-mail Amazon Pinpoint, ti consente di individuare la correlazione diretta tra la qualità dei tuoi messaggi e il grado di coinvolgimento dei tuoi destinatari.

    Il Pannello di controllo di recapito di Amazon Pinpoint è disponibile a un costo mensile di 1.250 €, che include il monitoraggio della reputazione fino a un massimo di cinque domini e 25 test di posizionamento predittivo dell’e-mail. Consulta la pagina dei prezzi di Amazon Pinpoint per ulteriori informazioni. Al momento, puoi usare le funzionalità in ogni regione AWS in cui è disponibile Amazon Pinpoint. Per ulteriori informazioni, consulta la Guida per utenti di Amazon Pinpoint.

  • Le AMI di apprendimento profondo di AWS sono ora conformi al programma FedRAMP in AWS GovCloud (Stati Uniti occidentali e orientali)

    Inserito il: Dec 5, 2018

    Le AMI di apprendimento profondo di AWS per Ubuntu e Amazon Linux nelle regioni AWS GovCloud degli Stati Uniti occidentali e orientali sono ora conformi al programma federale per la gestione di rischio e autorizzazioni (FedRAMP) High baseline, che include oltre 400 controlli di sicurezza.

  • AWS Database Migration Service aggiunge supporto per l'intero carico parallelo e la migrazione di LOB migliorata

    Inserito il: Dec 5, 2018

    AWS Database Migration Service (DMS) ha incrementato la propria funzione del motore di replica con versione 3.1.2 per migliorare le prestazioni e l’esperienza utente. Di seguito, i nuovi miglioramenti:

    Velocità di migrazione incrementata durante l'intero carico: per la migrazione di grandi tabelle, ora DMS può caricare partizioni o sottopartizioni di tabelle in parallelo e aumentare le velocità di migrazione. Se una tabella non contiene partizioni o sottopartizioni, puoi specificare gli intervalli di righe per migrare ogni intervallo segmentato in parallelo. 

    Migrazioni di LOB migliorate: ora puoi controllare le impostazioni dei LOB (Large Object) a livello di tabella. Prima il supporto per tutte le tabelle di un'attività era a livello di attività. Abbiamo anche introdotto una nuova modalità LOB che unisce i vantaggi delle modalità LOB limitata e intera delle versioni precedenti. Ad esempio, quando una migrazione LOB si imbatte in un troncamento in modalità LOB limitata, DMS passerà automaticamente alla modalità LOB intera, completerà la migrazione del LOB particolarmente grande e tornerà alla modalità LOB limitata, proseguendo la migrazione. 

    Controllo dell'ordine di caricamento delle tabelle: ora puoi controllare l'ordine delle tabelle caricate durante la fase dell'intero carico. Ad esempio, se l'elenco delle tabelle selezionate contiene tabelle di diverse dimensioni, puoi impostare l'ordine di caricamento in modo che le tabelle più piccole siano caricate prima di quelle più grandi.

    Per ulteriori informazioni sui nuovi miglioramenti di DMS, consulta il nostro blog. Per la disponibilità di AWS DMS, consulta la tabella delle regioni AWS

  • Amazon MQ ora supporta l’applicazione di tag a risorse

    Inserito il: Dec 5, 2018

    Puoi ora assegnare i tag di AWS ai broker e alle configurazioni di Amazon MQ. I tag consentono di categorizzare le risorse di AWS in diversi modi, ad esempio in base al centro di costo o al proprietario, semplificando il processo di allocazione dei costi.  

  • Amazon MQ ora supporta i programmi di conformità PCI e ISO

    Inserito il: Dec 5, 2018

    Ora puoi utilizzare Amazon MQ per la messaggistica in applicazioni che sono soggette ai requisiti di conformità PCI o richiedono la certificazione ISO. Amazon MQ è un servizio gestito di broker di messaggistica per Apache ActiveMQ che facilita la configurazione e la gestione di broker di messaggistica nel cloud.

  • AWS Fargate è ora disponibile nelle regioni Canada (Centrale) e Asia Pacifico (Mumbai)

    Inserito il: Dec 4, 2018

    AWS Fargate è ora disponibile nelle regioni Canada (Centrale) e Asia Pacifico (Mumbai)  

  • AWS X-Ray aggiunge la capacità di raggruppamento delle tracce per causa di origine

    Inserito il: Dec 4, 2018

    X-Ray ora analizza automaticamente le tue tracce e gli assegna una o più cause di origine. Ciò consente di filtrare le tracce in base a una determinata causa di origine e determinare con rapidità se lo stesso errore o errori sono alla base di problemi prestazionali. 

  • AWS Elemental MediaLive offre supporto per output HLS ridondanti per file manifest Top Level

    Inserito il: Dec 4, 2018

    È ora possibile esporre i client a canali HLS ridondanti 1+1 durante l’utilizzo di AWS Elemental MediaLive. MediaLive offre due pipeline di codifica per la creazione di un canale ridondante. Quando si utilizza un servizio sorgente come AWS Elemental MediaStore, è possibile usare un manifest HLS Top Level come riferimento di entrambe le pipeline per un unico endpoint a disponibilità elevata per il proprio canale live.

  • Amazon Virtual Private Clouds può ora essere condiviso con altri account AWS

    Inserito il: Dec 4, 2018

    Puoi ora consentire ad altri account AWS di creare le proprie risorse applicative, come le istanze EC2, i database RDS (Relational Database Service), i cluster Redshift e le funzioni Lambda, in Amazon Virtual Private Clouds (VPC) condivisi e gestiti centralmente.

    I clienti creano più account AWS per semplificare la fatturazione e limitare l'accesso a vari ambienti, come lo sviluppo, la gestione temporanea e la produzione, tra diversi team aziendali e applicativi. Con l'aumento del numero di account, è necessario gestire in modo efficiente le politiche di rete e di sicurezza negli ambienti applicativi. Oggi è possibile creare VPC Amazon distinti per ciascun account con il proprietario dell'account responsabile della connettività e della sicurezza di ogni Amazon VPC. Con la condivisione VPC, il tuo team IT può possedere e gestire i tuoi VPC Amazon e gli sviluppatori delle applicazioni non devono più gestire o configurare i VPC di Amazon, ma possono accedervi quando necessario.

    Puoi anche condividere i VPC di Amazon per sfruttare l'instradamento implicito all'interno di un VPC per le applicazioni che richiedono un elevato grado di interconnessione e che si trovano all'interno degli stessi limiti di affidabilità. Questo riduce il numero di VPC che devono essere creati e gestiti, mentre si continua a trarre vantaggio dall'utilizzo di account separati per la fatturazione e il controllo degli accessi. I clienti possono ulteriormente semplificare le topologie di rete collegando i VPC Amazon condivisi utilizzando funzionalità di connettività, come AWS PrivateLink, AWS Transit Gateway, e Amazon VPC peering.

    La condivisione VPC è disponibile in tutte le regioni AWS commerciali, ad eccezione delle regioni del Sud America (San Paolo), Asia e Pacifico (Osaka-Locale) e della Cina. Questa caratteristica non comporta costi supplementari. Per ulteriori informazioni sulla condivisione VPC, visita la nostra documentazione.

  • L´inventario Amazon S3 aggiunge il formato output Apache Parquet

    Inserito il: Dec 4, 2018

    I clienti possono ora generare ireport di inventario S3 in un formato di file Apache Parquet. L'inventario Amazon S3 fornisce un elenco di file flat di oggetti e di metadata selezionati per il tuo bucket o per i tuoi prefissi condivisi. È possibile utilizzare l’inventario S3 per elencare e generare report sullo stato degli oggetti o semplificare e accelerare i flussi di lavoro aziendali e le operazioni con i Big Data.  

  • Annuncio delle AMI EC2 per Windows Server, versione 1809

    Inserito il: Dec 4, 2018

    Annunciamo oggi che sono diventate disponibili le AMI (Amazon Machine Image) con licenza inclusa per Windows Server versione 1809 che offrono ai clienti un modo più semplice e flessibile di ricevere gli aggiornamenti alle versioni più recenti di Windows Server con release Canale semestrale. Questa versione di Windows Server include un migliore supporto per container e Kubernetes ed è la soluzione ottimale per casi d’uso come la costruzione di container moderni e le applicazioni Windows basate su micro-servizi.

    Eseguendo Windows Server versione 1809 su Amazon EC2, i clienti possono usufruire della scalabilità, delle prestazioni e dell'elasticità di AWS con tutte le nuove funzionalità presenti in questa recente release Canale semestrale di Windows Server.

    Le AMI con licenza inclusa per Windows Server versione 1809 sono disponibili in tutte le regioni AWS pubbliche e possono essere avviate direttamente dalla console Amazon EC2. Le istanze che eseguono le AMI per Windows Server 1809 vengono fatturate in base ai prezzi standard di Windows. Per ulteriori informazioni e per iniziare a utilizzare Windows Server su EC2, è possibile consultare la Guida per l'utente delle istanze Windows.

  • Amazon Pinpoint annuncia le campagne basate sugli eventi, personalizzazione autonoma e coinvolgimento

    Inserito il: Dec 4, 2018

    È ora possibile utilizzare Amazon Pinpoint per creare campagne che inviino messaggi ai clienti, ad esempio SMS, notifiche push ed e-mail, nel momento in cui intraprendano azioni specifiche all’interno delle app. Ad esempio, è possibile impostare una campagna per l’invio di messaggi nel momento in cui i clienti creano un nuovo account o aggiungono un articolo al carrello senza acquistarlo. Le campagne basate sugli eventi ti permettono di inviare messaggi tempestivi, personalizzati e pertinenti ai clienti e generalmente, contribuiscono a incrementare la fiducia nei confronti del brand, incoraggiandoli a ritornare.

    Le campagne basate sugli eventi sono un modo efficace per implementare i casi d’uso relativi a campagne transazionali e mirate. Per esempio, per carichi di lavoro transazionali, immagina di voler inviare una ricevuta ogni volta che un cliente usa un’opzione di pagamento tramite un dispositivo mobile; puoi, dunque, creare campagne basate sugli eventi in soli 4 clic per questo caso d’uso specifico. Le campagne basate sugli eventi mirati rappresentano un’ottima introduzione delle opportunità di cross-selling di articoli complementari. Ad esempio, se un cliente aggiunge un telefono al carrello della spesa sul dispositivo mobile, è possibile attivare una notifica push all’interno dell’app che offre uno sconto su un caso che ben si adatta al dispositivo che si sta acquistando.

    Non sono previsti costi aggiuntivi associati alla creazione di campagne basate su eventi. Pagherai solo per il numero di endpoint mirati, il numero di messaggi inviati e il numero di eventi di analisi inviati ad Amazon Pinpoint (informazioni dettagliate sui prezzi qui). Al momento, puoi usare le funzionalità in ogni regione AWS in cui è disponibile Amazon Pinpoint. Per ulteriori informazioni e link sulle best practice, visita il nostro post del blog e la relativa documentazione.

  • Distribuisci Aviatrix Site nel cloud VPN in AWS con il nuovo Quick Start

    Inserito il: Dec 4, 2018

    Questo Quick Start imposta un servizio Aviatrix Site nella VPN cloud che distribuisce un controller Aviatrix e gateway di Aviatrix nel cloud AWS (Amazon Web Services) in circa 10 minuti.

  • Amazon EBS aumenta le prestazioni per volumi ad utilizzo generico SSD (gp2)

    Inserito il: Dec 3, 2018

    Oggi annunciamo un miglioramento del 60% delle prestazioni dei volumi ad utilizzo generico SSD (gp2) da 10.000 IOPS a 16.000 IOPS e da 160 MB/s a 250 MB/s di throughput per volume.

  • Application Load Balancer ora può richiamare funzioni Lambda per gestire le richieste HTTP(S)

    Inserito il: Nov 29, 2018

    Gli Application Load Balancer ora supportano il richiamo di funzioni Lambda per gestire le richieste HTTP(S). Ciò consente agli utenti di accedere alle applicazioni serverless da qualsiasi client HTTP, inclusi i browser Web. Con il supporto di Application Load Balancer per le regole di routing basate sul contenuto, puoi anche instradare le richieste a diverse funzioni Lambda in base al contenuto della richiesta. Prima di questo lancio, potevi utilizzare solo istanze EC2, container e server locali come target per Application Load Balancer e avevi bisogno di altre soluzioni proxy per richiamare le funzioni Lambda su HTTP(S). Ora puoi utilizzare Application Load Balancer come un comune endpoint HTTP per semplificare le operazioni e monitorare le applicazioni che utilizzano elaborazione tramite server e serverless.

    Puoi registrare le funzioni Lambda come target per un Application Load Balancer tramite la console Elastic Load Balancing, SDK AWS o CLI (Command Line Interface) AWS. Con pochi clic, puoi anche configurare un Application Load Balancer come trigger per una funzione Lambda dalla console AWS Lambda.

    Si applicano i normali costi di AWS Lambda e Application Load Balancer. Consulta la pagina dei prezzi di Application Load Balancer per ulteriori informazioni.

    Il supporto per le chiamate Lambda tramite Application Load Balancer è ora disponibile per gli Application Load Balancer nuovi ed esistenti nelle regioni AWS Stati Uniti orientali (Virginia settentrionale), Stati Uniti orientali (Ohio), Stati Uniti occidentali (California settentrionale), Stati Uniti occidentali (Oregon), Asia Pacifico (Mumbai), Asia Pacifico (Seoul), Asia Pacifico (Singapore), Asia Pacifico (Sydney), Asia Pacifico (Tokyo), Canada (Centrale), UE (Francoforte), UE (Irlanda), UE (Londra), UE (Parigi), Sud America (San Paolo) e GovCloud (Stati Uniti occidentali).

    Per maggiori informazioni, fai riferimento alla demo, al blog e alla documentazione su Application Load Balancer.

  • AWS Step Functions aggiunge altre otto integrazioni di servizi

    Inserito il: Nov 29, 2018

    AWS Step Functions ora è integrato con altri otto servizi AWS e rende i flussi di lavoro più veloci da costruire, più semplici da proteggere e più facili da monitorare.

  • Il modello di applicazione serverless AWS supporta applicazioni nidificate utilizzando il repository di AWS

    Inserito il: Nov 29, 2018

    Puoi adesso assemblare e distribuire nuove architetture serverless utilizzando applicazioni nidificate supportate da AWS Serverless Application Model (SAM) utilizzando il repository per le applicazioni Serverless AWS. Le applicazioni nidificate sono componenti liberamente accoppiate di un'architettura senza server.

  • AWS Well-Architected Tool è ora disponibile

    Inserito il: Nov 29, 2018

    Ora puoi utilizzare AWS Well-Architected Tool per esaminare i tuoi carichi di lavoro rispetto alle più recenti best practice di architettura AWS e ottenere indicazioni su come migliorare le tue architetture cloud. Lo strumento è basato sul Canone di architettura AWS sviluppato per aiutarti a creare architetture di applicazioni sicure, ad alte prestazioni, flessibili ed efficienti.

  • AWS Lambda supporta Ruby

    Inserito il: Nov 29, 2018

    Ora puoi sviluppare il codice funzione AWS Lambda utilizzando Ruby. AWS Lambda è un servizio di elaborazione che esegue codice in risposta a eventi e gestisce autonomamente le risorse di calcolo. 

  • AWS Lambda ora supporta runtime personalizzati e consente la condivisione di codice comune tra funzioni

    Inserito il: Nov 29, 2018

    Annunciamo l’API Lambda Runtime e Lambda Layers, due nuove caratteristiche di AWS Lambda che consentono agli sviluppatori di creare runtime personalizzati e condividere e gestire codice comune tra funzioni. 

  • Presentazione di AWS Toolkit per PyCharm

    Inserito il: Nov 29, 2018

    AWS Toolkit per PyCharm è un nuovo plug-in open source che semplifica la creazione, il debug passo per passo e l'implementazione di applicazioni Python su AWS. In precedenza, gli sviluppatori che preferivano PyCharm dovevano completare più passaggi per configurare i propri IDE per lo sviluppo e il debug delle applicazioni. Ora puoi iniziare più rapidamente ed essere più produttivo quando si sviluppa su AWS.

    AWS Toolkit per PyCharm fornisce un'esperienza integrata per lo sviluppo di applicazioni serverless su Python. Il toolkit ti aiuta a iniziare velocemente con i modelli di progetto integrati che sfruttano AWS SAM (Server Application Model, modello di applicazione serverless ) per definire e configurare le risorse. Il toolkit include anche un'esperienza integrata per il debugging step-through di applicazioni serverless con la CLI AWS SAM e semplifica la distribuzione delle applicazioni dall'IDE. Consulta il nostro post sul blog per saperne di più sullo sviluppo di applicazioni serverless in PyCharm.

    Gli strumenti AWS per Visual Studio Code (Developer Preview) e IntelliJ (Developer Preview) sono ancora in fase di sviluppo e includeranno funzionalità simili quando diventeranno disponibili.

    Mandaci il tuo feedback e le richieste per i toolkit su GitHu Il codice sorgente di The AWS Toolkits per PyCharm e IntelliJ è qui e per Visual Studio Code è qui.

    AWS Toolkit per PyCharm è disponibile per il download dal repository dei plug-in JetBrains.

  • Presentazione di Amazon Managed Streaming per Apache Kafka (Amazon MSK) ora disponibile in anteprima al pubblico

    Inserito il: Nov 28, 2018

    Oggi abbiamo annunciato la disponibilità in anteprima al pubblico di Amazon Managed Streaming per Apache Kafka (Amazon MSK). Amazon MSK è un servizio completamente gestito, altamente disponibile e sicuro che facilita agli sviluppatori e ai manager DevOps l'esecuzione di applicazioni su Apache Kafka nel cloud AWS senza dover necessariamente possedere capacità di gestione dell'infrastruttura Apache Kafka. Amazon MSK gestisce cluster di Apache Kafka ad alta disponibilità, offre funzionalità di sicurezza immediatamente disponibili ed è completamente compatibile con le versioni open source di Apache Kafka. Ciò consente di migrare le applicazioni esistenti senza dover modificare il codice. Inoltre, le integrazioni AWS incorporate accelerano lo sviluppo delle applicazioni.

  • Introduzione ad AWS Security Hub

    Inserito il: Nov 28, 2018

    AWS Security Hub è un nuovo servizio in anteprima che offre una vista completa degli avvisi di sicurezza con un'alta priorità e dello stato di conformità degli account AWS.  Grazie a Security Hub ora hai a disposizione un unico posto che aggrega, organizza e assegna le priorità ai tuoi avvisi di sicurezza, o ai risultati, provenienti da diversi servizi AWS come Amazon GuardDuty, Amazon Inspector e Amazon Macie, oltre che dalle soluzioni AWS Partner.

  • AWS Marketplace facilita la creazione di applicazioni di machine learning in Amazon SageMaker

    Inserito il: Nov 28, 2018

    AWS Marketplace, un catalogo digitale gestito, ha annunciato che è ora possibile individuare e approvvigionare centinaia di algoritmi di machine learning e pacchetti di modelli in AWS Marketplace e distribuirli direttamente in Amazon SageMaker. Puoi scegliere tra algoritmi e modelli gratuiti o a pagamento su un’ampia gamma di popolari categorie, quali visione computerizzata, elaborazione del linguaggio naturale, riconoscimento vocale, analisi di testo, dati, voce, immagini, video, analisi predittiva e altro ancora.

  • Amazon EC2 ora ti consente di mettere in pausa e riprendere i tuoi carichi di lavoro

    Inserito il: Nov 28, 2018

    Ora puoi ibernare le tue istanze Amazon EC2 supportate da Amazon EBS e riprenderle in un secondo momento. Invece di ricostruire di nuovo la capacità di memoria, le applicazioni possono riprendere esattamente da dove erano state interrotte. Ad esempio, il precaricamento o il riscaldamento delle applicazioni che si basano su cache e altri componenti incentrati sulla memoria può richiedere decine di minuti. Questi fattori causano un ritardo e possono costringerti a investire in una capacità in eccesso nel caso in cui tu abbia bisogno in tempi molto rapidi di capacità incrementale. Grazie all'ibernazione, puoi mantenere un parco di istanze pre-riscaldate con una capacità di memoria che può raggiungere più rapidamente uno stato produttivo. Il tutto, senza modificare le tue applicazioni esistenti. L'ibernazione equivale ad abbassare e riaprire lo schermo del notebook e continuare a utilizzare l'applicazione dal punto in cui è stata interrotta.

    In fase di ibernazione le istanze mantengono il volume root EBS ed eventuali altri volumi di dati EBS collegati tra le sessioni. Inoltre nel volume root EBS vengono salvati anche i dati della memoria (RAM). Alla ripresa viene ripristinato lo stato precedente del dispositivo root EBS, incluso il contenuto della RAM. I volumi di dati precedentemente collegati vengono collegati nuovamente e l'istanza conserva il proprio ID. Quando le istanze sono in ibernazione, paghi solo per i volumi EBS e gli indirizzi IP elastici associati.

    Questa funzione è disponibile per le istanze riservate e on-demand in esecuzione in M3, M4, M5, C3, C4, C5, R3, R4 appena lanciate e per le istanze R5 che eseguono Amazon Linux 1. Lo snapshot AMI usato per il lancio dell'istanza deve essere crittografato. Questo assicura la protezione dei contenuti sensibili in memoria (RAM) man mano che vengono copiati nel volume root.

    Puoi abilitare l'ibernazione delle istanze supportate da EBS al momento del lancio. Quindi puoi ibernare e riprendere le istanze EC2 supportate da EBS tramite la Console di gestione AWS oppure tramite SDK AWS e CLI utilizzando i comandi esistenti di arresto e avvio delle istanze.

    L'ibernazione dell'Istanza EC2 è al momento disponibile nelle regioni Stati Uniti orientali (Virginia settentrionale, Ohio), Stati Uniti occidentali (California settentrionale, Oregon), Canada (Centrale), Sud America (San Paolo), Asia Pacifico (Mumbai, Seoul, Singapore, Sydney, Tokyo) e UE (Francoforte, Londra, Irlanda, Parigi).

    Per maggiori informazioni sull'ibernazione, visita questo blog. Per informazioni su come abilitare l'ibernazione per le tue istanze EC2, leggi le nostre Domande frequenti o la documentazione tecnica.  

  • Presentazione di Amazon FSx for Windows File Server

    Inserito il: Nov 28, 2018

    Amazon FSx for Windows File Server fornisce un Windows file system nativo Microsoft completamente gestito che permette di spostare facilmente le applicazioni basate su Windows che richiedono lo storage di file in AWS.

  • Presentazione di Amazon FSx for Lustre

    Inserito il: Nov 28, 2018

    Amazon FSx for Lustre è un file system completamente gestito e ottimizzato per carichi di lavoro complessi, come sistemi con elevata potenza di calcolo e machine learning. Puoi sfruttare la scalabilità e le prestazioni di FSx for Lustre per elaborare i set di dati basati su file da Amazon S3 o da altri datastore permanenti.

  • Introduzione a AWS App Mesh - Una service mesh per i microservizi su AWS

    Inserito il: Nov 28, 2018

    AWS App Mesh è una service mesh che consente a tutti i clienti di monitorare e controllare facilmente le comunicazioni in tutte le applicazioni di microservizi.

  • Introduzione ad AWS-License-Manager

    Inserito il: Nov 28, 2018

    AWS License Manager semplifica la gestione delle licenze in AWS e server locali da produttori di software come Microsoft, SAP, Oracle e IBM. AWS License Manager consente agli amministratori di creare regole di licenza personalizzate che emulano i termini dei loro accordi di licenza e quindi applica queste regole quando viene lanciata un'istanza di EC2. Gli amministratori possono utilizzare queste regole per limitare le violazioni delle licenze, ad esempio l'utilizzo di più licenze rispetto a un contratto stipulato o la riassegnazione delle licenze a diversi server a breve termine. Le regole di AWS License Manager ti consentono di limitare una violazione della licenza bloccando fisicamente l'avvio dell'istanza o notificando agli amministratori la violazione. Gli amministratori ottengono il controllo e la visibilità di tutte le loro licenze con il dashboard di AWS License Manager e riducono il rischio di non conformità, segnalazioni errate e costi aggiuntivi dovuti a eccedenze di licenze.

    AWS License Manager si integra con i servizi AWS per semplificare la gestione delle licenze su più account AWS, cataloghi IT e on-premise, attraverso un unico account AWS. Gli amministratori delle licenze possono aggiungere regole in AWS Service Catalog, il che consente loro di creare e gestire cataloghi di servizi IT approvati per l'uso su tutti i loro account AWS. Grazie alla perfetta integrazione con AWS Systems Manager e AWS Organizations, gli amministratori possono gestire le licenze su tutti gli account AWS in un'organizzazione e in ambienti locali. Gli acquirenti di AWS Marketplace possono utilizzare AWS License Manager anche per tenere traccia del software di licenza (BYOL) ottenuto dal Marketplace e mantenere una visione consolidata di tutte le loro licenze.

    Per maggiori informazioni, vai alla pagina su AWS License Manager.

  • TensorFlow ottimizzato per AWS con una nuova scalabilità fino a 256 GPU

    Inserito il: Nov 28, 2018

    Le AMI di apprendimento approfondito di AWS per Ubuntu e Amazon Linux supportano adesso l’addestramento distribuito del modelli di apprendimento approfondito TensorFlow con un’efficienza di scalabilità quasi lineare fino a 256 GPU. Le AMI di apprendimento approfondito di AWS includono una versione avanzata di TensorFlow integrata con una versione ottimizzata del framework di addestramento Horovod distribuito per garantire tale livello di scalabilità. Grazie a questo miglioramento è adesso possibile addestrare il modello ResNet50 con TensorFlow-Horovod in meno di 15 minuti.

  • Presentazione di AWS Inferentia: chip di inferenza di machine learning

    Inserito il: Nov 28, 2018

    AWS Inferentia è un chip di inferenza di machine learning, progettato appositamente da AWS per fornire prestazioni di inferenza a bassa latenza, a throughput elevato e a un costo estremamente contenuto. AWS Inferentia supporta i framework di apprendimento approfondito di TensorFlow, Apache MXNet e PyTorch, oltre a i modelli che utilizzano il formato ONNX.  

  • Introduzione ad Amazon Elastic Inference

    Inserito il: Nov 28, 2018

    Amazon Elastic Inference consente di collegare la giusta quantità di accelerazione basata su GPU a qualsiasi tipo di istanza Amazon EC2 o Amazon SageMaker per ridurre fino al 75% il costo dell’esecuzione dell’inferenza di apprendimento approfondito. Amazon Elastic Inference supporta i modelli TensorFlow, Apache MXNet e OMNX, presto saranno inoltre disponibili altri framework. 

  • Presentazione di Amazon Timestream - Database di serie di dati completamente gestito, scalabile e veloce

    Inserito il: Nov 28, 2018

    Amazon Timestream è un servizio di database dedicato a serie di dati temporali per la raccolta, l’archiviazione e l’elaborazione di dati temporali come i log di server e di rete, dati sensore e dati di telemetria industriale per IoT e applicazione operative. Amazon Timestream elabora trilioni di eventi al giorno al decimo del costo dei database relazionali, con prestazioni di query fino a mille volte più veloci di un database di utilizzo generico.

  • AWS Fargate, Amazon EKS e Amazon ECS ora si integrano con AWS Cloud Map

    Inserito il: Nov 28, 2018

    Da adesso puoi integrare le tue applicazioni AWS Fargate, Amazon Elastic Container Service per Kubernetes (EKS) e Amazon Elastic Container Service (ECS) con AWS Cloud Map per semplificare la scoperta e la connessione reciproca dei servizi containerizzati. AWS Cloud Map è un servizio di scoperta delle risorse cloud. Con Cloud Map è possibile definire i nomi personalizzati per le risorse dell'applicazione e gestisce la posizione aggiornata di queste risorse che cambiano in modo dinamico. Questo aumenta la disponibilità delle applicazioni perché il tuo servizio Web scopre sempre le posizioni più aggiornate delle sue risorse.  

  • Presentazione di AWS Cloud Map

    Inserito il: Nov 28, 2018

    AWS Cloud Map è la identificazione dei servizi per tutte le tue risorse cloud. Se definisci nomi personalizzati per le tue risorse di applicazione, Cloud Map mantiene l’ubicazione aggiornata di tali risorse in continuo cambiamento. Questo aumenta la disponibilità della tua applicazione poiché il tuo servizio web trova sempre l’ubicazione più aggiornata delle sue risorse.  

  • Amazon SageMaker annuncia diversi miglioramenti per l'orchestrazione e la gestione

    Inserito il: Nov 28, 2018

    Amazon SageMaker supporta ora nuove funzionalità per una migliore orchestrazione, sperimentazione e collaborazione per i flussi di lavoro di machine learning (ML). AWS Step Functions è ora integrato in Amazon SageMaker e AWS Glue, rendendo più facile compilare, distribuire, monitorare e iterare flussi di lavoro di ML. Con AWS Step Functions adesso puoi automatizzare i flussi di apprendimento automatico connettendo diversi lavori Amazon SageMaker nel giro di pochi minuti e con meno codice. Ora possiamo fornire supporto nell'organizzare, monitorare e valutare i test di training ML con Amazon SageMaker Search, disponibile da oggi in versione beta. Infine, è ora possibile associare GitHub, AWS CodeCommit e qualsiasi repository Git in self-hosting con le istanze dei notebook Amazon SageMaker per collaborare in modo semplice e sicuro e garantire il controllo della versione con i notebook Jupyter. Per ulteriori informazioni, consulta la documentazione su AWS Step Functions.

  • Amazon SageMaker annuncia numerosi miglioramenti per la produttività degli sviluppatori e facilità d'uso

    Inserito il: Nov 28, 2018

    Amazon Sagemaker ora supporta la distribuzione di pipeline di inferenza in modo da poter passare dati di input non elaborati ed eseguire pre-elaborazione, previsioni e post-elaborazione su richieste di inferenza batch e in tempo reale. SageMaker supporta anche due nuovi framework di apprendimento automatico: Scikit-learn e Spark ML. Questo semplifica la creazione e l'implementazione di pipeline di pre-elaborazione delle funzionalità con una suite di trasformatori di funzionalità disponibile nei nuovi contenitori di framework SparkML e scikit-learn in Amazon SageMaker. Queste nuove funzionalità consentono inoltre di scrivere codice SparkML e Scikit-learn una sola volta e riutilizzarlo per la formazione e l'inferenza che fornisce coerenza nelle fasi di pre-elaborazione e una gestione più semplice dei processi di machine learning.

  • Presentazione di Amazon Personalize - Ora in anteprima

    Inserito il: Nov 28, 2018

    Amazon Personalize è un servizio di machine learning che consente agli sviluppatori di offrire consigli su misura ai clienti che utilizzano le loro applicazioni. Amazon Personalize è basato sulla stessa tecnologia utilizzata in Amazon.com e consente agli sviluppatori di costruire facilmente funzionalità di personalizzazione sofisticate all’interno delle loro applicazioni, come suggerimenti di contenuti e prodotti personalizzati, risultati di ricerca su misura e promozioni di marketing mirate.

  • Presentazione di Amazon DynamoDB On-Demand

    Inserito il: Nov 28, 2018

    Amazon DynamoDB è una nuova modalità di capacità flessibile per DynamoDB in grado di servire migliaia di richieste al secondo senza pianificazione della capacità. DynamoDB on-demand offre un prezzo semplice di pagamento per richiesta per le richieste di lettura e scrittura in modo tale che paghi solo ciò che utilizzi, rendendo più semplice il bilanciamento di costi e prestazioni.

  • Presentazione dell’anteprima pubblica di Amazon RDS su VMware

    Inserito il: Nov 28, 2018

    Amazon RDS su VMware è un servizio, ora disponibile in anteprima, che fornisce database relazionali gestiti di Amazon RDS in data center locali VMware vSphere. RDS su VMware automatizza il provisioning di database, le operazioni di patch di sistema operativo e database, il backup, il ripristino point-in-time, il ridimensionamento di storage e di calcolo, il monitoraggio dello stato dell’istanza e failover.

  • Presentazione di Amazon Forecast - Da oggi in anteprima

    Inserito il: Nov 28, 2018

    Da oggi è disponibile in anteprimaAmazon Forecast, un servizio completamente gestito che si serve del machine learning per effettuare previsioni accurate. 

  • Presentazione di AWS Lake Formation

    Inserito il: Nov 28, 2018

    AWS Lake Formation è un servizio che semplifica la creazione di un data lake sicuro in pochi giorni. Un data lake è un repository curato e sicuro, che memorizza tutti i tuoi dati, sia nel loro formato originale che preparati per l'analisi. Un data lake consente di suddividere i silos di dati e di combinare diversi tipi di analisi per ottenere informazioni dettagliate e guidare le migliori decisioni aziendali.

  • Presentazione di AWS DeepRacer

    Inserito il: Nov 28, 2018

    Sviluppatori, via ai motori. Siamo lieti di presentare l’anteprima di AWS DeepRacer, il modo più veloce di partire con il machine learning, letteralmente. Prova in prima persona un’auto da corsa in scala 1/18 completamente autonoma, guidata tramite apprendimento di rinforzo, simulatore di corse 3D e Racing League globale. Puoi pre-ordinare il tuo AWS DeepRacer già ora su amazon.com.

  • Presentazione di Amazon Textract: ora disponibile in anteprima. Estrae facilmente testo e dati da qualsiasi documento

    Inserito il: Nov 28, 2018

    Amazon Textract è un servizio che estrae automaticamente testo e dati da documenti scansionati. Amazon Textract va oltre il semplice riconoscimento ottico dei caratteri (OCR) per identificare anche i contenuti dei campi nei moduli e le informazioni memorizzate nelle tabelle.

  • Introduzione ad Amazon Quantum Ledger Database (QLDB)

    Inserito il: Nov 28, 2018

    Amazon QLDB è un database di libro mastro completamente gestito che, in modo trasparente, immutabile, crittografato e verificabile, fornisce accesso a transazioni appartenenti a un’autorità attendibile centrale. Amazon QLDB monitora ogni cambiamento dei dati di un’applicazione e conserva uno storico completo e verificabile dei cambiamenti nel corso del tempo.

  • Presentazione di Amazon Managed Blockchain

    Inserito il: Nov 28, 2018

    Amazon Managed Blockchain è un servizio completamente gestito che semplifica la creazione e la gestione di reti scalabili con tecnologia Blockchain, tramite i popolari framework open source Hyperledger Fabric ed Ethereum. Da oggi è disponibile Hyperledger Fabric, mentre Ethereum lo sarà a breve.

  • Amazon Lightsail ora supporta l’applicazione di tag a risorse

    Inserito il: Nov 28, 2018

    A partire da oggi, puoi aggiungere tag alle tue risorse Lightsail, inclusi server virtuali, database gestiti, sistemi di bilanciamento del carico, storage a blocchi, snapshot e zone DNS. I tag di Lightsail ti consentono di organizzare con facilità i tuoi progetti, creare report di allocazione dei costi per la fatturazione e abilitare il controllo dell’accesso per le tue risorse.

  • Amazon Lightsail ora fornisce una procedura di upgrade a EC2

    Inserito il: Nov 28, 2018

    A partire da oggi, puoi esportare agevolmente le istanze e i volumi di Lightsail su EC2 con un’esperienza semplice e guidata. Grazie a questa funzionalità, Lightsail offre un ulteriore modo per far crescere le applicazioni e ridimensionare le distribuzioni nel cloud attraverso la gamma completa e la configurabilità di EC2.

  • Presentazione del supporto all’apprendimento per rinforzo con Amazon SageMaker RL

    Inserito il: Nov 28, 2018

    Amazon SageMaker ora consente a sviluppatori e data scientist di sviluppare in modo facile e veloce modelli di apprendimento per rinforzo su scala con Amazon SageMaker RL.

  • AWS IoT Greengrass ora supporta i connettori di Amazon SageMaker Neo e ML Inference su dispositivi Edge

    Inserito il: Nov 28, 2018

    AWS IoT ora supporta Amazon SageMaker Neo. Neo consente di addestrare una sola volta i modelli di machine learning ed eseguirli nel cloud e a livello di edge. Neo ottimizza automaticamente modelli TensorFlow, MXNet, PyTorch, ONNX e XGBoost per la distribuzione su processori ARM, Intel e Nvidia. L’ottimizzazione consente un’esecuzione dei modelli fino a due volte più veloce e un consumo ridotto inferiore a un decimo della capacità di memoria. Neo sarà presto disponibile anche come codice open source con la licenza software Apache, consentendo ai fornitori di hardware di personalizzarlo nei propri processori e dispositivi. Usando Neo con AWS IoT Greengrass, puoi addestrare nuovamente i modelli in Amazon SageMaker, aggiornarli e ottimizzarli rapidamente per migliorare l’intelligenza di questi dispositivi edge. Puoi usare una vasta gamma di dispositivi che si basano sulle piattaforme Nvidia Jetson TX2, Arm v7 (Raspberry Pi) o Intel Atom.  

  • Presentazione di Amazon SageMaker Neo

    Inserito il: Nov 28, 2018

    Amazon SageMaker Neo consente ai clienti di formare modelli una sola volta e di eseguirli ovunque con un miglioramento delle prestazioni fino a 2 volte superiore. Le applicazioni in esecuzione sui dispositivi collegati con le estremità sono particolarmente sensibili alle prestazioni dei modelli di apprendimento automatico. Richiedono decisioni a bassa latenza e vengono spesso distribuiti su un ampio numero di piattaforme hardware diverse. Amazon SageMaker Neo compila modelli per piattaforme hardware specifiche, ottimizzandone automaticamente le prestazioni e consentendo loro di eseguire fino a due volte le prestazioni senza alcuna perdita di accuratezza. Di conseguenza gli sviluppatori non devono più dedicare tempo a mettere a punto i modelli addestrati per ciascuna piattaforma hardware (risparmiando tempo e costi). SageMaker Neo supporta piattaforme hardware NVIDIA, Intel, Xilinx, Cadence e Arm e framework più usati come Tensorflow, Apache MXNet e PyTorch.a

  • Presentazione di Amazon SageMaker Ground Truth

    Inserito il: Nov 28, 2018

    Amazon SageMaker Ground Truth ti consente di creare rapidamente set di dati di addestramento estremamente accurati per il machine learning.

  • Amazon EFS ora supporta l'accesso agli account e ai VPC

    Inserito il: Nov 28, 2018

    Ora puoi collegarti a un file system Amazon EFS da istanze EC2 in un altro account AWS o Amazon Virtual Private Cloud (VPC).

  • Disponibile a breve - S3 Glacier Deep Archive per retention di dati a lungo termine

    Inserito il: Nov 28, 2018

    S3 Glacier Deep Archive è una nuova classe di storage di Amazon S3 che fornisce un servizio di storage di oggetti sicuro e duraturo, per retention di dati a lungo termine e conservazione di dati digitali. S3 Glacier Deep Archive offre storage in AWS al minor costo e memorizza in modo affidabile qualsiasi quantità di dati. Si tratta della classe di storage ideale per quei clienti che hanno bisogno di archiviare copie di dati permanenti a cui accedono raramente, se non addirittura mai.

  • Amazon EFS ora supporta 1000 file system per ogni account

    Inserito il: Nov 28, 2018

    Ora puoi creare fino a 1.000 file system nel tuo account AWS. 

  • Presentazione di AWS Outposts

    Inserito il: Nov 28, 2018

    AWS Outposts porta i servizi, l’infrastruttura e i modelli operativi nativi di AWS praticamente in ogni data center, ambiente in co-location o struttura on premise, per un cloud ibrido davvero coerente e uniforme.

  • AWS Container Competency

    Inserito il: Nov 27, 2018

    Il programma AWS Container Competency premia i partner APN tecnologici di AWS con un prodotto o una soluzione in AWS che offre supporto all’esecuzione di carichi di lavoro in container. L'offerta del partner APN si integra con i servizi AWS in modo da migliorare la capacità dei clienti di eseguire carichi di lavoro in container AWS.

  • AWS annuncia nuovi container in AWS Marketplace

    Inserito il: Nov 27, 2018

    AWS Marketplace, un catalogo curato digitale, ha annunciato che è ora possibile trovare e acquistare più di 180 container curati e affidabili in AWS Marketplace e attraverso la console di Amazon Elastic Container Services (Amazon ECS). I container vengono offerti in categorie popolari come high performance computing, sicurezza e strumenti per sviluppatori. Una volta trovato il container di cui hai bisogno, puoi rapidamente distribuirlo in servizi come Amazon ECS, Amazon Elastic Container Services for Kubernetes (Amazon EKS) e AWS Fargate, usando modelli di distribuzione come definizioni di attività, grafici Helm e i modelli di AWS CloudFormation forniti da venditori di software. I prodotti vengono offerti con diverse opzioni di acquisto, incluso bring-your-own-license (uso di licenze proprie) gratuito, spese mensili fisse e tariffe in base al consumo effettivo.

  • Gli strumenti per sviluppatori AWS migliorano la distribuzione continua per AWS Fargate e Amazon ECS

    Inserito il: Nov 27, 2018

    Gli strumenti per sviluppatori AWS ora offrono supporto per la distribuzione continua per Amazon Container Services. Amazon Elastic Container Service (ECS) e AWS Fargate ora supportano le distribuzioni blu/verdi tramite AWS CodeDeploy. In più, AWS CodePipeline ora supporta Amazon Elastic Container Registry (ECR) come provider sorgente. Queste azioni prima erano possibili solo in seguito a operazioni aggiuntive. 

  • Presentazione di AWS Elemental MediaConnect

    Inserito il: Nov 27, 2018

    Da oggi annunciamo la disponibilità generale di AWS Elemental MediaConnect, un servizio di trasmissione affidabile, sicuro e flessibile per video in diretta. Tramite l’utilizzo di MediaConnect, le emittenti e i proprietari di contenuti possono inviare al cloud, contenuti in diretta di grande valore a costi vantaggiosi, trasmetterli in modo sicuro ai partner per la distribuzione e replicarli in diverse destinazioni in tutto il mondo. Crea flussi di lavoro di trasmissione di video in diretta mission critical in una frazione di secondo e al costo del satellite o della fibra, con un monitoraggio di qualità televisiva, per essere certo che il tuo video venga distribuito. MediaConnect combina trasferimento video affidabile, condivisione dello streaming estremamente sicura e monitoraggio del traffico di rete e dei video in tempo reale, permettendoti di concentrarti sui tuoi contenuti anziché sulla tua infrastruttura di trasferimento. Per ulteriori informazioni, visita https://aws.amazon.com/mediaconnect/.

  • Presentazione di Amazon CloudWatch Logs Insights - Analisi di log veloce e interattiva

    Inserito il: Nov 27, 2018

    AWS annuncia la disponibilità generale di Amazon CloudWatch Logs Insights, un servizio di analisi pienamente integrato, interattivo e con tariffe a consumo per CloudWatch. CloudWatch Logs Insights ti permette di esplorare, analizzare e visualizzare immediatamente i tuoi log, per una facile risoluzione dei problemi operativi. Con Logs Insights, paghi solo le query che esegui effettivamente. Log Insights ridimensiona il volume di log e la complessità delle query, fornendoti risposte in pochi secondi. Inoltre, è possibile pubblicare parametri basati su query, creare allarmi e correlare log e parametri insieme nei Pannelli di controllo di CloudWatch, per una visibilità operativa completa. 

  • Annuncio del supporto Amazon DynamoDB per le transazioni

    Inserito il: Nov 27, 2018

    Amazon DynamoDB da oggi offre supporto nativo lato server per le transazioni, semplificando agli sviluppatori l’apporto di modifiche coordinate, “tutto o niente” a più voci, in tutte le tabelle e al loro interno. Grazie al supporto per le transazioni, gli sviluppatori possono estendere la scalabilità, le prestazioni e i vantaggi aziendali di DynamoDB a un’ampia serie di carichi di lavoro di importanza strategica.

    La transazioni forniscono a DynamoDB atomicità, coerenza, isolamento e durabilità (ACID), consentendoti di mantenere più facilmente dati corretti nelle tue applicazioni. L’uso delle transazioni può supportare flussi di lavoro e logica aziendale sofisticati che richiedono l’aggiunta, l’aggiornamento o l’eliminazione di più voci, con una singola operazione “tutto o niente”. Ad esempio, uno sviluppatore di videogiochi può garantire che i profili dei giocatori siano aggiornati correttamente quando si scambiano le voci in un videogioco o effettuano acquisti all’interno del gioco.

    Il supporto per le transazioni è disponibile in tutte le regioni AWS standard dove DynamoDB è utilizzabile. I prezzi delle transazioni dipendono dalle dimensioni delle voci nella transazione.

    Per ulteriori informazioni, consulta la pagina Transazioni Amazon DynamoDB.

  • Presentazione di AWS Ground Station (anteprima)

    Inserito il: Nov 27, 2018

    AWS Ground Station è un servizio interamente gestito che ti permette di controllare comunicazioni satellitari, elaborare ed eseguire il downlink di dati satellitari e ricalibrare rapidamente le tue operazioni satellitari, in modo semplice e conveniente, senza doverti preoccupare di costruire o gestire l’infrastruttura della stazione di terra personale.

  • Presentazione di Amazon Aurora Global Database

    Inserito il: Nov 27, 2018

    Amazon Aurora Global Database è nuova funzionalità nell’edizione compatibile con MySQL di Amazon Aurora, progettata per applicazioni con un impatto a livello globale. Contente a un singolo database Aurora di coprire diverse regioni AWS, con una replica rapida allo scopo di abilitare letture globali a bassa latenza e disaster recovery per interruzioni a livello regionale.

  • Presentazione di Amazon Comprehend Medical: un servizio di elaborazione del linguaggio naturale per testi medici

    Inserito il: Nov 27, 2018

    Amazon Comprehend Medical è un servizio di elaborazione del linguaggio naturale che consente di utilizzare con facilità l’apprendimento automatico per estrarre informazioni mediche rilevanti da testo non strutturato. Utilizzando Amazon Comprehend Medical, puoi raccogliere in modo rapido e semplice informazioni mediche su malattie, farmaci, dosaggio, potenza e frequenza da una vasta gamma di fonti, quali certificati medici, relazioni sulle sperimentazioni cliniche e cartelle cliniche dei pazienti. Inoltre, il servizio consente inoltre di identificare la relazione esistente tra le informazioni mediche, gli esami, il trattamento e le procedure per un’analisi più semplice. Ad esempio, il servizio identifica un particolare dosaggio, la potenza, o la frequenza correlati a un farmaco specifico da dati clinici non strutturati.

  • Amazon Translate ora supporta le traduzioni personalizzate

    Inserito il: Nov 27, 2018

    Amazon Translate è un servizio di traduzione automatica basato su un network neurale gestito interamente che produce traduzioni in tempo reale, di alta qualità e a costi contenuti. Oggi introduciamo Custom Terminology, una funzionalità che ti permette di personalizzare l’output di Amazon Translate per l'utilizzo di un vocabolario specifico di un'azienda e un dominio. Caricando e richiamando Custom Terminology con richieste di traduzione, ti assicuri che i nomi di brand, personaggi, modelli e altri contenuti unici vengano tradotti con i criteri che definisci.  

  • Amazon Kinesis Data Analytics ora supporta le applicazioni di elaborazione in flussi basate su Java

    Inserito il: Nov 27, 2018

    Amazon Kinesis Data Analytics ora supporta le applicazioni di elaborazione in flussi basate su Java oltre a SQL, supportato precedentemente. Amazon Kinesis Data Analytics è il modo più semplice di analizzare flussi di dati, ottenere informazioni utili e rispondere alle esigenze aziendali e dei clienti in tempo reale. Ora puoi utilizzare il tuo codice Java personale in Amazon Kinesis Data Analytics per trasformare continuamente e caricare data lake, generare parametri per fornire sistemi di graduatorie di gioco in tempo reale, applicare modelli di Machine Learning ai flussi di dati da dispositivi connessi e molto altro ancora. 

  • AWS presenta ML Insights (anteprima) per Amazon QuickSight

    Inserito il: Nov 27, 2018

    Oggi annunciamo la disponibilità in anteprima di ML Insights per Amazon QuickSight. ML Insights consente ai clienti di scoprire trend nascosti e outlier, identificare i fattori chiave di business, prevedere i risultati futuri e riassumere i dati in linguaggi naturali e semplici da capire, senza dover sprecare un’infinità di tempo sull’analisi e la verifica manuali. Con il rilevamento di anomalie basato su ML, i clienti possono analizzare costantemente i loro dati tramite miliardi di punti dati per ottenere informazioni nascoste che spesso sono sepolte in aggregazioni, difficilmente visibili e non scalabili con l’analisi manuale. Con le previsioni basate su ML, gli utenti business di tipo non tecnico posso ora predire le metriche chiave con la semplicità di un clic. Infine, annunciamo auto-narrative, una nuova funzione che fornisce automaticamente informazioni in un linguaggio semplice, incorporato contestualmente nel pannello di controllo, consentendo ai clienti di creare una comprensione condivisa di dati nell’organizzazione, senza dover interpretare visualizzazioni complesse. Non hai bisogno di ML, conoscenze inerenti alla modellazione o competenze sviluppate in questo ambito per usare tali funzioni. Leggi il nostro post del blog per saperne di più su queste funzioni.

  • Amazon QuickSight aggiunge un supporto per l’incorporazione del pannello di controllo e delle API

    Inserito il: Nov 27, 2018

    I pannelli di controllo Amazon QuickSight ora possono essere incorporati nelle applicazioni. Come sviluppatore di applicazioni, ora puoi creare pannelli di controllo ricchi e interattivi in QuickSight e incorporarli nei portali delle applicazioni e nei siti Web, senza consultare librerie per la creazione di grafici, aggiungere know-how di analisi nei team o impostare, gestire e ottimizzare i server per offrire contenuti alla tua base utenti in crescita. 

  • Presentazione della funzionalità di storage per chiavi personalizzate di AWS Key Management Service (KMS)

    Inserito il: Nov 26, 2018

    AWS Key Management Service (KMS) è ora integrato con AWS CloudHSM, offrendoti l’opzione di creare il tuo storage per chiavi personalizzate KMS. Ogni storage per chiavi personalizzate è coperto da un cluster AWS CloudHSM e ti consente di generare, archiviare e utilizzare le tue chiavi KMS in moduli di sicurezza hardware o HSM (Hardware Security Module) da te controllati. La funzionalità di storage per chiavi personalizzate KMS aiuta a soddisfare i requisiti di conformità che altrimenti richiederebbero l’uso di moduli di sicurezza hardware locali e supporta i servizi AWS e i kit di strumenti di crittografia integrati con KMS.

  • Programma AWS IoT Service Delivery Program

    Inserito il: Nov 26, 2018

    Il programma AWS IoT Service Delivery Program permette ai partner APN di identificare e scegliere i migliori partner APN tramite il monitoraggio dei record di erogazione di servizi AWS specifici ai clienti. Per ottenere una designazione nell’ambito del programma AWS IoT Service Delivery, i partner APN sono sottoposti a una verifica tecnica della loro esperienza in relazione all’erogazione di servizi.

  • AWS RoboMaker

    Inserito il: Nov 26, 2018

    AWS RoboMaker è un servizio che semplifica lo sviluppo, la simulazione e la distribuzione di applicazioni di robotica intelligente su vasta scala. RoboMaker estende il framework di robotica open source più diffuso, Robot Operating System (ROS), con connettività ai servizi cloud. Questo include i servizi di machine learning AWS, i servizi di monitoraggio e i servizi di analisi che consentono a un robot di trasmettere dati, navigare, comunicare, comprendere e apprendere. RoboMaker fornisce un ambiente di sviluppo di robotica per lo sviluppo di applicazioni, un servizio di simulazione robotica per accelerare i test delle applicazioni e un servizio di gestione della flotta robotica per la distribuzione, l'aggiornamento e la gestione delle applicazioni remote.

  • Presentazione di istanze C5n Amazon EC2 con 100 Gbps di larghezza di banda di rete

    Inserito il: Nov 26, 2018

    Amazon Web Services (AWS) annuncia la disponibilità di istanze C5n che possono utilizzare fino a 100 Gbps di larghezza di banda di rete. Le istanze C5n offrono migliori prestazioni di rete, indipendentemente dalle dimensioni delle istanze, a partire da 25 Gbps di larghezza di banda di picco per le istanze di dimensioni minori, fino a 100 Gbps di larghezza di banda per le istanze più grandi. In aggiunta, le istanze C5n offrono anche una capacità di memoria superiore del 33% rispetto alle istanze C5. Le istanze C5 sono ideali per applicazioni che sfruttano i vantaggi di prestazioni ottimizzate per il throughput di rete e per il tasso dei pacchetti.

  • AWS annuncia Amazon S3 Object Lock in tutte le regioni AWS

    Inserito il: Nov 26, 2018

    Amazon S3 Object Lock è una nuova funzionalità di S3 che blocca l’eliminazione di oggetti durante un periodo di conservazione che potrai definire, consentendoti di applicare criteri di retention, ad esempio il livello aggiuntivo di protezione dei dati o la conformità normativa. È possibile trasferire i carichi di lavoro da sistemi esistenti WORM (write-once-read-many) in Amazon S3 e configurare S3 Object Lock ai livelli degli oggetti e bucket per prevenire l’eliminazione delle versioni degli oggetti prima delle date di conservazione predefinite o di quelle dei vincoli di legge. La protezione S3 Object Lock viene mantenuta senza badare in quale classe di storage sia l’oggetto e durante i trasferimenti del ciclo di vita S3 tra le classi di storage.

  • Presentazione delle istanze A1 di Amazon EC2 con processori AWS Graviton basati su New ARM.

    Inserito il: Nov 26, 2018

    Le istanze A1 di Amazon EC2 forniscono notevoli risparmi sui costi e sono ideali per i carichi di lavoro a scalabilità orizzontale e basati su ARM, supportati da un esteso ecosistema ARM. Le istanze A1 sono le prime istanze di EC2 alimentate da processori AWS Graviton con core Neoverse ARM a 64 bit e silicio personalizzato progettate da AWS.

  • AWS annuncia le funzionalità del nuovo Amazon S3 che semplificheranno l’uso della classe di storage di Amazon S3 Glacier per i carichi di lavoro di archiviazione in tutte le regioni AWS

    Inserito il: Nov 26, 2018

    Da oggi, Amazon S3 supporta quattro nuove funzionalità che ti consentono di ridurre i costi di storage, semplificando la creazione di applicazioni di archiviazione tramite la classe di storage di Amazon S3 Glacier, nonché abilitando la replica dei dati in S3 Glacier con un solo clic, all’interno di un'altra regione AWS. PUT S3 per Glacier, la replica tra regioni S3 per Glacier, le notifiche di ripristino di S3 e l’aggiornamento della velocità di ripristino di S3, sono ora disponibili tramite le API S3, i kit di sviluppo (SDK) di AWS e la console di gestione AWS, per un'integrazione più semplice con i tuoi carichi di lavoro e le tue applicazioni di archiviazione.

  • AWS IoT Things Graph è ora disponibile in anteprima

    Inserito il: Nov 26, 2018

    AWS IoT Things Graph è un servizio che offre agli sviluppatori un modo semplice per connettere dispositivi e servizi Web per la creazione di applicazioni IoT. In AWS IoT Things Graph, i dispositivi ei servizi Web sono rappresentati come componenti riutilizzabili chiamati modelli che nascondono dettagli di basso livello ed espongono stati, azioni ed eventi di dispositivi e servizi sottostanti come API. Tramite l’interfaccia di trascinamento, è possibile collegare i modelli visivamente e definirne le interazioni che intercorrono per creare applicazioni di automazione multifase.

  • AWS Device Qualification Program

    Inserito il: Nov 26, 2018

    Ora puoi ottenere l'idoneità dell'hardware del tuo dispositivo convalidando l'interoperabilità con AWS IoT Core, AWS IoT Greengrass, Amazon FreeRTOS e Amazon Kinesis Video Streams. Aperto a tutti i partner di AWS Partner Network (APN) perché possano ottenere con facilità l'idoneità per i propri dispositivi. Una volta che i dispositivi hanno l'idoneità, i partner APN possono inserire il proprio hardware nell'elenco di AWS Partner Device Catalog.

  • Amazon EBS ha raddoppiato le prestazioni massime dei volumi Provisioned IOPS SSD (io1)

    Inserito il: Nov 26, 2018

    Oggi annunciamo un raddoppio delle prestazioni di picco dei volumi Provisioned IOPS SSD (io1) da 32.000 IOPS a 64.000 IOPS e da 500 MB/s a 1.000 MB/s di throughput per volume quando applicati alle istanze EC2 del sistema Nitro.

  • AWS IoT Greengrass estende le sue funzionalità grazie a connettori che si collegano ad applicazioni esterne, root hardware di sicurezza trust e configurazioni di isolamento

    Inserito il: Nov 26, 2018

    AWS IoT Greengrass consente di portare le funzionalità di elaborazione in locale, messaggistica, caching di dati, sincronizzazione e ML inference sui dispositivi edge. Da oggi è possibile utilizzare nuove caratteristiche che espandono le funzionalità di AWS IoT Greengrass, inclusi i connettori con collegamento ad applicazioni terze e servizi AWS, root di hardware per lo storage di chiavi trust private e impostazioni di isolamento e autorizzazione che aumentano le opzioni di configurazione di AWS IoT Greengrass Core.  

  • Presentazione di AWS Amplify Console

    Inserito il: Nov 26, 2018

    La console AWS Amplify è un servizio di distribuzione e hosting continuo per applicazioni Web moderne con back-end serverless. Le applicazioni Web moderne includono framework Single Page App quali React, Angular e Vue e generatori di siti statici quali Jekyll, Hugo e Gatsby.

  • Amazon FreeRTOS aggiunge nuove caratteristiche

    Inserito il: Nov 26, 2018

    Il supporto BLE in Amazon FreeRTOS è ora disponibile in versione Beta. Puoi connettere in modo sicuro dispositivi Amazon FreeRTOS che utilizzano BLE ad AWS IoT tramite dispositivi Android e iOS.  

  • Presentazione di AWS Global Accelerator

    Inserito il: Nov 26, 2018

    Oggi siamo lieti di annunciare AWS Global Accelerator, un servizio a livello di rete che puoi distribuire insieme alle tue applicazioni Internet per migliorare la disponibilità e le prestazioni per i tuoi utenti in tutto il mondo. AWS Global Accelerator utilizza la vasta rete globale AWS ad alta disponibilità ed esente da congestioni per indirizzare il traffico Internet dai tuoi utenti alle tue applicazioni eseguite nelle regioni AWS. Con AWS Global Accelerator, i tuoi utenti vengono indirizzati alla tua applicazione in base all’ubicazione geografica, allo stato dell’applicazione e alle policy di instradamento che possono essere configurate. Inoltre AWS Global Accelerator assegna indirizzi IP statici anycast che sono globalmente univoci per la tua applicazione e non cambiano, sollevando dalla necessità di aggiornare i clienti in caso di ridimensionamento della tua applicazione.

  • Presentazione di AWS Transit Gateway

    Inserito il: Nov 26, 2018

    AWS Transit Gateway è un nuovo servizio che consente ai clienti di connettere centinaia di Amazon Virtual Private Cloud (VPC) e le loro reti locali tramite un unico gateway. Con l’aumento dei carichi di lavoro su più account AWS, hai bisogno di ricalibrare le tue reti, controllare meglio le policy di connettività e monitorare in modo efficiente la tua rete. Oggi puoi connettere coppie di VPC Amazon usando la connessione peer. Tuttavia, gestire la connettività point-to-point su un grande numero di VPC senza una gestione centrale della connettività e delle policy di instradamento può rivelarsi costoso e complesso dal punto di vista operativo. In questo caso può essere difficile gestire centinaia di VPC.

  • Presentazione di AWS IoT Events, ora disponibile in anteprima

    Inserito il: Nov 26, 2018

    AWS IoT Events è un servizio IoT nuovo e completamente gestito che semplifica il rilevamento e la risposta agli eventi dai sensori e dalle applicazioni IoT. AWS IoT Events riconosce gli eventi su sensori multipli, identificando problemi operativi, ad esempio, il rallentamento delle apparecchiature, e attiva allarmi di notifica ai team di supporto dedicati a un determinato problema. AWS IoT Events offre un servizio di rilevamento degli eventi gestito e complesso nel cloud AWS.

  • AWS IoT Device Tester, disponibile da subito

    Inserito il: Nov 26, 2018

    AWS IoT Device Tester, uno strumento di automazione dei test compatibile con Windows/Linux/Mac per dispositivi connessi, è disponibile al pubblico. Puoi usare AWS IoT Device Tester per stabilire in modo semplice se i servizi di AWS IoT possono autenticare e interagire con i tuoi dispositivi che eseguono Amazon FreeRTOS o AWS IoT Greengrass. Inoltre, è necessario superare i test di AWS IoT Device Tester per essere inseriti nell’AWS Partner Device Catalog. Esistono due versioni di AWS IoT Tester, AWS IoT Device Tester per Amazon FreeRTOS e AWS IoT Device Tester per AWS IoT Greengrass.

  • AWS Snowball Edge Compute Optimized è ora disponibile al pubblico

    Inserito il: Nov 26, 2018

    AWS Snowball Edge Compute Optimized verrà spedito ai clienti nella settimana del 10 dicembre nelle seguenti regioni AWS: Stati Uniti orientali (Virginia), Stati Uniti occidentali (Oregon), Stati Uniti occidentali (California settentrionale), GovCloud (Stati Uniti occidentali) e UE (Irlanda).  

  • Presentazione di Dynamic Training per il deep learning

    Inserito il: Nov 26, 2018

    Dynamic Training è un progetto di deep learning open source che permette di ridurre il tempo e i costi dell'addestramento dei modelli sfruttando l'elasticità e il dimensionamento del cloud. La prima implementazione di riferimento di Dynamic Training si basa su Apache MXNet, ed è rilasciata in modo open source su Dynamic Training con Apache MXNet.

  • Presentazione di AWS IoT Sitewise, ora disponibile in anteprima

    Inserito il: Nov 26, 2018

    AWS IoT SiteWise è il nuovo servizio gestito che semplifica la raccolta e l'organizzazione di dati di apparecchiature industriali su scala. Puoi monitorare semplicemente l'attrezzatura nelle strutture industriali per rilevare gli sprechi, come i guasti delle apparecchiature e dei processi, le inefficienze nella produzione e i difetti dei prodotti. 

  • Machine Learning su AWS: offerte di formazione e preparazione a esami e certificazioni

    Inserito il: Nov 26, 2018

    Siamo lieti di annunciare l’accelerazione del Machine Learning (ML) su AWS mediante quattro percorsi personalizzati di apprendimento, più di 30 corsi digitali di ML, per un totale di oltre 45 ore, insieme al nostro nuovo esame Specialty Beta AWS Certified Machine Learning. Gli allievi possono ora immergersi nello stesso corso in ML usato per formare gli sviluppatori di Amazon e i data scientist.

    I nostri nuovi corsi in ML on demand, i laboratori pratici e la documentazione sono stati sviluppati originariamente per l’uso interno di Amazon. Sviluppatori, data scientist, ingegneri della piattaforma dati e responsabili aziendali possono usufruire di questa formazione per imparare come applicare il ML, l’intelligenza artificiale (AI) e l’apprendimento profondo (DL) alle loro attività, sbloccando nuovi approfondimenti e valori.

    Da oggi gli utenti Cloud AWS possono anche ottenere il riconoscimento della loro formazione ed esperienza in ML, grazie al nostro nuovo esame Specialty Beta AWS Certified Machine Learning. Inoltre, i corsi di formazione digitale on demand, inclusi nel nuovo corso in ML, sono disponibili gratuitamente.

    Offriamo quattro nuovi percorsi di apprendimento, pensati per adattarsi a posizioni specifiche del ML: responsabile aziendale, sviluppatore, data scientist e ingegnere della piattaforma dati. Creiamo anche un percorso progettato per aiutare gli allievi a prepararsi per sostenere l’esame beta per la nostra nuova certificazione in ML. Questi percorsi sfruttano le nostre nuove offerte formative per consentire la personalizzazione dell’esperienza di apprendimento.

    Scopri di più sulle nostre nuove offerte di ML e come registrarti alle lezioni qui. Potrai anche avere maggiori informazioni sull’esame Specialty Beta AWS Certified Machine Learning qui

  • Presentazione di Firecracker, una nuova tecnologia di virtualizzazione e progetto open source per l’esecuzione di carichi di lavoro di container multi-tenant

    Inserito il: Nov 26, 2018

    Oggi Amazon Web Services (AWS) annuncia Firecracker, nuova tecnologia di virtualizzazione e open source che consente ai proprietari di servizi di fornire servizi multi-tenant sicuri basati su container combinando la velocità, l’efficacia delle risorse e le prestazioni garantite dai container con la sicurezza e l’isolamento offerti dalle VM tradizionali. Firecracker implementa un sistema di virtual machine manager (VMM) basato sulla tecnologia Kernel-based Virtual Machine (KVM) e fornisce un’API RESTful per creare e gestire micro VM con qualsiasi combinazione di vCPU e memoria, rispettando così i requisiti dell’applicazione. Firecracker è stato creato con una un’emulazione di dispositivi minima che consente un tempo di avvio più rapido e fornisce una capacità di memoria ridotta per ogni micro VM, offrendo un ambiente in modalità sandbox affidabile per ogni container. 

  • Presentazione di AWS Transfer for SFTP, un servizio SFTP totalmente gestito per Amazon S3

    Inserito il: Nov 26, 2018

    AWS Transfer for SFTP ti permette di spostare facilmente su AWS le operazioni di trasferimento di file che utilizzano il protocollo SFTP (Secure Shell File Transfer Protocol), senza bisogno di modificare le tue applicazioni o di gestire alcun server SFTP.

  • Presentazione di AWS DataSync, un servizio che semplifica, automatizza e accelera il trasferimento di dati online

    Inserito il: Nov 26, 2018

    AWS DataSync è un servizio di trasferimento di dati online che consente di automatizzare lo spostamento di dati tra storage locale e Amazon S3 o Amazon Elastic File System (Amazon EFS). DataSync utilizza un protocollo dedicato per trasferire dati tramite Internet o AWS Direct Connect in modo sicuro e rapido, a velocità fino a 10 volte superiori rispetto agli strumenti open source più utilizzati.

  • Presentazione di S3 Intelligent-Tiering: una nuova classe di storage Amazon S3

    Inserito il: Nov 26, 2018

    S3 Intelligent-Tiering è una nuova classe di storage Amazon S3 progettata per i clienti che desiderano ottimizzare automaticamente i costi di archiviazione quando cambiano i modelli di accesso, senza che si verifichino ripercussioni sulle prestazioni o sovraccarichi operativi. S3 Intelligent-Tiering è la prima classe di storage di oggetti nel cloud che ottimizza automaticamente i costi spostando i dati tra due livelli di accesso (accesso frequente e accesso poco frequente) quando cambiano i modelli di accesso: è ideale per i dati con modelli di accesso sconosciuti o mutevoli.

  • Amazon S3 presenta S3 Batch Operations (anteprima) per la gestione degli oggetti

    Inserito il: Nov 26, 2018

    S3 Batch Operations è una nuova funzionalità che consente ai clienti di gestire miliardi di oggetti archiviati in Amazon S3 tramite una singola richiesta API o pochi clic nella console di gestione di Amazon S3. Tutti i clienti AWS possono ora apportare modifiche alle proprietà dell'oggetto e ai relativi metadati ed eseguire altre attività di gestione di storage, come copiare oggetti tra i bucket, sostituire set di tag, modificare i controlli di accesso e ripristinare oggetti archiviati da Amazon S3 Glacier; tutto questo in pochi minuti anziché in mesi e per tutti gli oggetti S3 che desiderano modificare.

  • Disponibile a breve, una classe di storage di accesso infrequente di Amazon EFS

    Inserito il: Nov 25, 2018

    L'accesso infrequente di Amazon EFS (EFS IA) è una nuova classe di storage per Amazon EFS con costi ottimizzati per i file a cui si registrano accessi meno frequenti.

  • Aggiornamenti sulla copertura di AWS CloudFormation per Amazon API Gateway, Amazon RDS, Elastic Load Balancing, Amazon S3 e altri servizi

    Inserito il: Nov 21, 2018
  • Amazon Rekognition annuncia aggiornamenti alle sue funzionalità di rilevamento, analisi e riconoscimento facciale

    Inserito il: Nov 21, 2018

    Oggi annunciamo aggiornamenti alle nostre caratteristiche di rilevamento, analisi e riconoscimento facciale, che forniranno ai clienti miglioramenti nella capacità di rilevare più volti dalle immagini, effettuare abbinamenti facciali più precisi e ottenere attributi di età, sesso ed emozione migliorati per i volti nelle immagini. I clienti di Amazon Rekognition possono utilizzare ciascuno di questi potenziamenti a partire da oggi, senza costi aggiuntivi. Non è richiesta alcuna esperienza in materia di apprendimento automatico.

  • Amazon CloudFront compie 10 anni e lancia sei nuove edge location

    Inserito il: Nov 20, 2018

    Amazon CloudFront annuncia sei nuove edge location su quattro continenti. Negli Stati Uniti, le nuove location sono a Chicago, Newark e Ashburn. A livello internazionale, le nuove location sono a Monaco, Tokyo e Rio de Janerio. Poco più di un anno fa, abbiamo annunciato la nostra 100ª edge location a Tokyo. L’aggiunta di queste sei nuove location oggi porta la rete totale di CloudFront a 150 punti di accesso in tutto il mondo, in 65 città e 29 paesi.

    Pochi giorni fa, abbiamo anche festeggiato il decimo anniversario di CloudFront. Per saperne di più sul decimo anniversario di CloudFront, leggi il nostro blog che rievoca la storia di come CloudFront è stato creato per rispondere a una sfida interna di Jeff Bezos e Andy Jassy. Ti ringraziamo di far parte del nostro cammino evolutivo. Ecco i prossimi dieci anni!

  • Amazon CloudFront annuncia il supporto per Origin Failover

    Inserito il: Nov 20, 2018

    Da oggi, puoi abilitare Origin Failover per le tue distribuzioni Amazon CloudFront al fine di migliorare la disponibilità del contenuto consegnato ai tuoi utenti finali.

  • Amazon CloudFront annuncia il supporto per il protocollo WebSocket

    Inserito il: Nov 20, 2018

    Ora puoi utilizzare Amazon CloudFront per le applicazioni che utilizzano il protocollo WebSocket per migliorare le prestazioni e la sicurezza degli utenti finali.

  • Esegui ora query Amazon Aurora Serverless direttamente dalla Console di gestione AWS (Beta)

    Inserito il: Nov 20, 2018

    L’accesso ai dati nel tuo cluster Amazon Aurora Serverless è ora possibile direttamente dalla Console di gestione AWS, tramite Query Editor. Questa caratteristica semplifica ad amministratori e sviluppatori l'esecuzione di query SQL senza dover installare e configurare un client JDBC/ODBC esterno. I risultati delle query sono consultabili istantaneamente nella console.

  • Nuova console per le istanze Spot di Amazon EC2 con flusso utente semplificato e suggerimenti sui parchi istanze

    Inserito il: Nov 20, 2018

    La nuova console delle istanze Spot di Amazon EC2 è stata riprogettata per offrirti una gestione più semplice della capacità tramite le istanze Spot e suggerimenti relativi ai parchi istanze basati sulle tue esigenze applicative. Grazie alle migliori prassi delle istanze Spot, che ti permettono di diversificare e di sfruttare in modo ottimale la flessibilità dei diversi tipi di istanze e delle zone di disponibilità, puoi avviare rapidamente le istanze Spot in tre semplici passaggi.

    Innanzitutto, scegli da un elenco di opzioni di calcolo preconfigurate quella che meglio si adatta alle tue esigenze applicative. La console delle istanze Spot di EC2 offre opzioni di calcolo quali Flexible, Load Balancing, Big Data e Defined Duration Workloads. Successivamente, specifica i requisiti minimi dell’hardware per la tua applicazione, quali vCPU, memoria o tipi di istanze. Infine, specifica la capacità di calcolo target nelle vCPU o nelle istanze. La console delle istanze Spot di EC2 fornirà suggerimenti per la richiesta del parco in base all’input fornito. Puoi anche esaminare il riepilogo della richiesta nel quale è indicato il costo orario di avvio della capacità target e i risparmi stimati rispetto ai prezzi on demand. Inoltre, puoi modificare i suggerimenti per la richiesta del parco personalizzandoli in base alle tue esigenze.

    Per iniziare a utilizzare la nuova console di istanze Spot di EC2, fai clic su “Request Spot Instances” (Richiedi istanze Spot) nella console delle istanze Spot di EC2. La console delle istanze Spot di EC2 è ora disponibile in tutte le regioni AWS pubbliche. Per ulteriori informazioni su questa funzionalità, consulta la pagina della documentazione.

  • Registrati per l'anteprima di Amazon Aurora PostgreSQL Serverless

    Inserito il: Nov 20, 2018

    Amazon Aurora Serverless è un’opzione di distribuzione che avvia, ricalibra e arresta automaticamente un database Amazon Aurora. Offre capacità di database senza bisogno di effettuare provisioning, scalare e gestire alcun server di database. Aurora Serverless rende semplice e conveniente l’esecuzione di applicazioni con schemi di utilizzo a intermittenza o ciclici.

  • AWS X-Ray aggiunge la capacità di raggruppamento delle tracce

    Inserito il: Nov 20, 2018

    Ora è possibile raggruppare tracce per abbinarvi un'espressione di filtro. Inoltre, X-Ray creerà automaticamente parametri Amazon CloudWatch per tracce che corrispondono a un particolare gruppo. Ciò consente di visualizzare i grafici di servizio e creare allarmi CloudWatch per gruppo, migliorando la capacità di rilevare e risolvere i problemi delle applicazioni in modo rapido.  

  • Amazon Neptune ora supporta HTTPS per le connessioni client crittografate

    Inserito il: Nov 20, 2018

    Amazon Neptune ora consente di utilizzare HTTPS per crittografare i dati in transito tra i tuoi client di database e gli endpoint di servizio di Neptune. Questo miglioramento utilizza il protocollo standard industriale Transport Layer Security (TLS) 1.2 per crittografare tutti i dati inviati da e verso i clienti connessi.  

  • Monitora e visualizza i parametri di apprendimento dei tuoi modelli di machine learning con Amazon Sagemaker e Amazon Cloudwatch

    Inserito il: Nov 20, 2018

    Amazon SageMaker ora può pubblicare i parametri di apprendimento su Amazon Cloudwatch in tempo reale. Puoi quindi utilizzare Cloudwatch per gestire query, monitorare e visualizzare i tuoi lavori di apprendimento su Amazon Sagemaker.

  • Amazon SageMaker è ora integrato con Apache Airflow

    Inserito il: Nov 20, 2018

    Amazon SageMaker è ora integrato con Apache Airflow per la creazione e la gestione di flussi di lavoro di machine learning. Grazie a questa integrazione, in Airflow sono attualmente disponibili più operatori SageMaker, comprese la formazione di modelli, l’ottimizzazione di iperparametri, la distribuzione di modelli e la trasformazione in batch.

  • Amazon SageMaker annuncia diversi miglioramenti dei contenitori TensorFlow e Chainer integrati

    Inserito il: Nov 20, 2018

    Amazon SageMaker ha aggiunto diversi miglioramenti ai contenitori TensorFlow e Chainer integrati. Questi miglioramenti semplificano l'esecuzione degli script TensorFlow e Chainer, sfruttando al contempo le funzionalità offerte da Amazon SageMaker, tra cui una libreria di algoritmi ad alte prestazioni, formazione gestita e distribuita con ottimizzazione automatica dei modelli, distribuzione con un solo clic e hosting gestito.

  • Più del doppio della potenza di calcolo con AWS Snowball Edge Compute Optimized per applicazioni Edge in ambienti senza connessione

    Inserito il: Nov 20, 2018

    Presto sarai in grado di utilizzare AWS Snowball Edge Compute Optimized per i casi d'uso di elaborazione edge che richiedono potenza di calcolo aggiuntiva in località difficilmente raggiungibili o dalla connessione assente o instabile. La nuova configurazione possiede 52 vCPU e una GPU opzionale per poter eseguire analisi di full motion video in tempo reale e analytics avanzate, prima di trasferire nuovamente i dati su Amazon S3.

  • Amazon CloudWatch presenta i Pannelli di controllo automatici per monitorare tutte le risorse di AWS

    Inserito il: Nov 20, 2018

    Adesso hai a disposizione le visualizzazioni aggregate dello stato e delle prestazioni di tutte le risorse di AWS tramite i Pannelli di controllo automatici di CloudWatch. Questo ti consente di iniziare rapidamente a monitorare ed esplorare account e risorse basati su parametri e allarmi, così come approfondire facilmente le cause primarie dei problemi nelle prestazioni.

  • AWS Batch ora supporta le istanze Amazon EC2 con processori AMD EPYC

    Inserito il: Nov 20, 2018

    Da oggi è possibile utilizzare AWS Batch con carichi di lavoro eseguiti su istanze r5a e m5a basate su AMD.  

  • Amazon RDS for Oracle ora supporta le istanze di tipo R5

    Inserito il: Nov 20, 2018

    È ora possibile lanciare i tipi di istanza R5 durante l’esecuzione di Amazon RDS for Oracle. Le istanze Amazon EC2 R5 sono la nuova generazione di istanze ottimizzate per la memoria Amazon EC2.

  • Accedi al database serverless di Amazon Aurora con la nuova API di dati (Beta)

    Inserito il: Nov 20, 2018

    È ora possibile accedere al database Amazon Aurora Serverless con una nuova API di dati integrata. Questa API semplifica l’accesso ad Aurora Serverless con applicazioni basate su servizi Web, tra cui AWS Lambda e AWS AppSync. L’API di dati Beta è ora disponibile per la versione compatibile MySQL di Amazon Aurora nella regione Stati Uniti orientali (Virginia settentrionale). L’utilizzo della funzionalità dell’API di dati Beta non comporta costi aggiuntivi. 

  • Sono ora disponibili miglioramenti dell'usabilità per la Console di gestione AWS

    Inserito il: Nov 20, 2018

    Ora la Console di gestione AWS semplifica la ricerca e l'accesso ai tuoi servizi preferiti e l’approfondimento di contenuti di apprendimento che ti aiutano ad imparare a usare i servizi AWS.

  • Amazon MQ presenta il supporto per il programma di conformità alle misure SOC

    Inserito il: Nov 20, 2018

    Ora puoi utilizzare Amazon MQ con applicazioni che richiedono la conformità alle misure SOC (Service Organization Controls). Amazon MQ è un servizio gestito di broker di messaggistica per Apache ActiveMQ che facilita la configurazione e la gestione di broker di messaggistica nel cloud. 

  • Amazon EKS fornisce ora supporto per i sistemi Application Load Balancer con controller di ingresso ALB AWS

    Inserito il: Nov 20, 2018

    Il progetto relativo ai controller di ingresso dei sistemi Application Load Balancer AWS è disponibile al pubblico nella versione 1.0.0 ed è supportato con Amazon Elastic Container Service for Kubernetes (EKS). Il progetto consente di utilizzare l’opzione Application Load Balancer (ALB) per il servizio Elastic Load Balancing con un cluster Kubernetes gestito da Amazon EKS.

  • Presentazione di AWS Systems Manager Distributor

    Inserito il: Nov 20, 2018

    AWS Systems Manager Distributor è una nuova caratteristica che consente di memorizzare e distribuire in modo sicuro i pacchetti software, come agenti software, nei tuoi account. Distributor si integra con le caratteristiche Systems Manager preesistenti, per semplificare e ricalibrare il processo di distribuzione, installazione e aggiornamento dei pacchetti.

  • Introduzione allo Scaling Predittivo per Amazon EC2 in AWS Auto Scaling

    Inserito il: Nov 20, 2018

    AWS Auto Scaling automatizza la gestione della capacità per vari servizi AWS, tra cui Amazon EC2, monitorando l’utilizzo della capacità. Ora puoi utilizzare lo Scaling Predittivo in AWS Auto Scaling per ricalibrare la tua capacità di Amazon EC2 in previsione di variazioni del traffico. L’Auto Scaling migliorato dallo Scaling Predittivo produce risultati di provisioning più veloci, semplici e precisi, ad un costo più basso e con applicazioni più reattive.

    Lo Scaling Predittivo predice il traffico futuro sulla base delle tendenze giornaliere e settimanali, inclusi i picchi di attività che avvengono con regolarità, ed effettua il provisioning anticipato del numero giusto di istanze EC2 per le modifiche previste. Il provisioning della capacità giusto in tempo per una variazione del carico rende l’Auto Scaling più veloce che mai. Gli algoritmi di apprendimento automatico dello Scaling Predittivo rilevano le modifiche dei modelli giornalieri e settimanali, regolando automaticamente le previsioni. Questo elimina nel tempo la necessità di regolazioni manuali dei parametri dell’Auto Scaling, semplificandone la configurazione e l’utilizzo. L’Auto Scaling migliorato dallo Scaling Predittivo produce risultati di provisioning più veloci, semplici e precisi per i nostri clienti.

    Lo Scaling Predittivo può essere configurato mediante la console AWS Auto Scaling, le API AWS Auto Scaling tramite SDK/CLI e CloudFormation. Per iniziare, naviga alla pagina di AWS Auto Scaling e crea un piano di scaling per le risorse di Amazon EC2 che include lo Scaling Predittivo in 3 semplici passaggi. Una volta abilitato, i clienti possono visualizzare il traffico previsto e le azioni di scaling generate entro pochi secondi.

    Lo Scaling Predittivo in AWS Auto Scaling è ora disponibile in Stati Uniti orientali (Ohio), Stati Uniti orientali (Virginia), Stati Uniti occidentali (Oregon), UE (Irlanda) e Asia e Pacifico (Singapore). Scopri maggiori informazioni sullo Scaling Predittivo in questo blog.  

  • AWS Batch ora supporta processi paralleli a più nodi

    Inserito il: Nov 20, 2018

    AWS Batch ora supporta processi paralleli a più nodi, il che consente di eseguire processi singoli che necessitano di più istanze EC2. I processi paralleli a più nodi consentono ai clienti con necessità di elaborazione strettamente dipendenti e distribuite di sfruttare le capacità di elaborazione in batch completamente gestite di AWS Batch, evitando le complessità legate al provisioning, alla gestione e al dimensionamento dei cluster di elaborazione, e riducendo inoltre i costi e l’overhead operativo.

  • Amazon Redshift annuncia il rinvio della manutenzione e notifiche anticipate di eventi

    Inserito il: Nov 20, 2018

    Ora puoi rinviare la manutenzione del tuo cluster di Amazon Redshift per mantenere in esecuzione il tuo data warehouse senza interruzioni durante i periodi aziendali più critici. Riceverai inoltre notifiche anticipate di Amazon Redshift prima di qualsiasi manutenzione prevista per il tuo cluster.

  • AWS AppSync lancia Pipeline Resolvers, Delta Sync e il supporto per Aurora Serverless

    Inserito il: Nov 20, 2018

    AWS AppSync ha rilasciato oggi tre nuove funzionalità per lo storage e la sincronizzazione dei dati delle app: Pipeline Resolvers, Delta Sync e il supporto per Aurora Serverless. 

    Pipeline Resolvers ti permette di suddividere i resolver (i codici che vengono eseguiti in risposta a una richiesta di rete) in diversi passaggi, di condividere il codice tra vari resolver e di coordinare chiamate che richiedono molteplici origini dati. Queste nuove funzionalità aprono nuovi scenari per l'aggregazione dei dati e il processo di autorizzazione nell'API GraphQL. Puoi scegliere e combinare operazioni da qualsiasi origine dati supportata, come Amazon DynamoDB, AWS Lambda o gli endpoint HTTP.

    Delta Sync migliora l'esperienza degli utenti finali quando il dispositivo passa dalla modalità offline a quella online, fornendo la riconnessione automatica alla rete e la sincronizzazione dei soli oggetti modificati nel database nella cache del client. Questa nuova funzionalità SDK può essere utilizzata con query GraphQL standard per una singola origine dati o combinata con la nuova funzionalità Pipeline Resolvers per ottimizzare il backend in un diario degli eventi di modifica. Delta Sync è disponibile per JavaScript, iOS e per i client SDK per Android.

    Ora è integrata un'origine dati Aurora Serverless che permette di avere accesso ad Aurora Serverless utilizzando GraphQL. Questa funzionalità utilizza la nuova API Aurora Serverless Data per gestire in modo efficiente le connessioni e per permettere ai clienti di sfruttare un database relazionale all'interno di AppSync senza usare la funzione Lambda come intermediario.

    Scopri ulteriori informazioni su queste nuove funzionalità nella guida per sviluppatori di AppSync.

  • Amazon CloudWatch lancia la possibilità di aggiungere allarmi alle espressioni Metric Math

    Inserito il: Nov 20, 2018

    Ora puoi creare allarmi per le espressioni aritmetiche come somma, sottrazione, moltiplicazione e divisione e le funzioni avanzate quali somma totale, media, valore minimo, valore massimo e deviazione standard. Questo ti permette di creare soglie e definire azioni automatizzate per correggere i problemi operativi. 

  • Amazon Translate ha aggiunto otto nuove lingue e 281 nuove coppie di lingue

    Inserito il: Nov 20, 2018

    Amazon Translate è un servizio di traduzione automatica basato su un network neurale interamente gestito che produce traduzioni in tempo reale, di alta qualità e a costi contenuti. Oggi, annunciamo che Amazon Translate supporta le seguenti otto nuove lingue: danese, olandese, finlandese, ebraico. indonesiano, coreano, polacco e svedese. Queste lingue si aggiungono alle 13 già disponibili su Amazon Translate. Oltre alle nuove lingue e al miglioramento della qualità delle altre, aggiungeremo 280 nuove coppie di lingue, per un totale di 417. Per un elenco completo, consulta la documentazione di Amazon Translate.

  • Amazon EC2 Elastic GPU è ora Amazon Elastic Graphics

    Inserito il: Nov 20, 2018
  • Amazon AppStream 2.0 offre ora supporto per due monitor e periferiche USB tramite un client Windows

    Inserito il: Nov 20, 2018

    Oggi, Amazon AppStream 2.0 ha rilasciato un nuovo client Windows. Il client Windows ti consente di utilizzare due monitor e dispositivi USB come i mouse 3D con le tue applicazioni in AppStream 2.0. L’opzione di due monitor migliora la gestione di più attività in contemporanea grazie allo spazio ulteriore sullo schermo, mentre i mouse 3D rendono più semplice l'uso di applicazioni di progettazione in AppStream 2.0. Il client Windows supporta anche le scorciatoie da tastiera, come Alt + Tab, abbreviazioni per appunti e tasti funzione.

    Gli amministratori possono scaricare il client Windows AppStream 2.0 da https://clients.amazonappstream.com e installarlo da remoto per tutti gli utenti della propria organizzazione. Successivamente, possono configurare il client affinché venga lanciato insieme al portale di accesso SAML 2.0 per consentire agli utenti di accedere con semplicità e cominciare a usare le proprie applicazioni in AppStream 2.0. Inoltre, è possibile la configurazione dei collegamenti di streaming dell'applicazione direttamente sul client Windows anziché su un browser. Per ulteriori informazioni su come distribuire e utilizzare il client Windows visita la documentazione.

    Il servizio offre supporto per periferiche USB, scorciatoie da tastiera su tutte le istanze di streaming nonché l’opzione di due monitor per uso generico, istanze di elaborazione e memoria ottimizzate e istanze di streaming Graphics Pro. Il client Windows è compatibile con le versioni Windows 7, 8, 8.1 e 10. Le tariffe di AppStream 2.0 sono basate sull'uso effettivo. Consulta la pagina di Amazon sui prezzi di AppStream 2.0 per ulteriori informazioni e per provare applicazioni di esempio.

  • Amazon Elasticsearch Service lancia gli aggiornamenti self-service per i domini

    Inserito il: Nov 20, 2018

    Amazon Elasticsearch Service ora offre aggiornamenti self-service, dandoti la flessibilità di decidere quando aggiornare i tuoi domini. Ora puoi aggiornare il tuo dominio con un solo clic. In precedenza, le nuove funzionalità e i miglioramenti dei prodotti venivano lanciati in base a un calendario prestabilito. Gli aggiornamenti self-service ti consentono di adottare le nuove funzionalità non appena diventano disponibili e di aggiornare i tuoi domini quando lo decidi tu. Per sapere se è disponibile un aggiornamento per il tuo dominio, puoi accedere semplicemente alla console Amazon Elasticsearch Service o effettuare un controllo con l’API REST. 

  • Analizza i video live in tempo reale utilizzando Amazon Kinesis Video Streams e Amazon SageMaker

    Inserito il: Nov 20, 2018

    Ora puoi analizzare il video dal vivo su scala reale in tempo reale utilizzando il kit Amazon Kinesis Video Streaming Inference (KIT) per Amazon SageMaker. Il KIT consente di costruire pipeline di analisi video scalabili, in tempo reale, basate su ML senza utilizzare altre librerie o scrivere software personalizzato. Puoi collegare flussi video Kinesis agli endpoint Amazon SageMaker in pochi minuti e implementare rapidamente gli algoritmi di apprendimento automatico per analizzare i feed video in diretta sul cloud AWS. 

  • Amazon Elasticsearch Service assicura un monitoraggio dettagliato dello stato del cluster

    Inserito il: Nov 20, 2018

    Con Amazon Elasticsearch Service, il monitoraggio dello stato del cluster è stato ripensato per assicurare parametri dettagliati a livello di cluster e nodo e consentire una miglior conoscenza dello stato dei tuoi domini Elasticsearch. I 22 nuovi parametri di cui dispone, comprese velocità di indicizzazione, latenza di query e codici di risposta HTTP, facilitano il tracciamento delle query, migliorano le performance di indicizzazione, le percentuali di successo delle richieste e lo stato della JVM. Inoltre i parametri a livello di nodo consentono di visualizzare rapidamente lo stato di tutti i nodi Elasticsearch del dominio e approfondire potenziali problemi. A completamento dei nuovi parametri, abbiamo predisposto l’integrazione con i pannelli di controllo di CloudWatch per attivare la creazione con un clic di pannelli di controllo completamente personalizzabili e agevolare la configurazione di allarmi CloudWatch nel tuo dominio e nei parametri di istanza. Tutti i nuovi parametri sono disponibili nella console di Amazon Elasticsearch Service. Per ulteriori informazioni, consulta la nostra documentazione

  • Al momento, AWS Config supporta l’aggregazione dati multi-account e multi-regione per la configurazione di risorse

    Inserito il: Nov 19, 2018

    L’aggregazione di dati multi-account e multi-regione in AWS Config ora supporta l’aggregazione di dati di configurazione per le risorse AWS. I dati di configurazione per l’aggregazione di risorse completa la funzionalità di aggregazione di dati di conformità per le regole di AWS Config, rilasciata all’inizio dell’anno. Con questo rilascio, gli amministratori IT possono monitorare in modo centralizzato sia i dati di configurazione, sia i dati di conformità da più account e regioni. Tutto ciò permette di ridurre il tempo e l’overhead necessari per effettuare la visualizzazione dell’inventario delle risorse a livello aziendale e lo stato di conformità delle regole di AWS Config. 

  • Amazon Lambda offre supporto per fan-out avanzato e flusso HTTP/2 Kinesis Data Streams per uno streaming più veloce

    Inserito il: Nov 19, 2018

    AWS Lambda offre ora supporto per le caratteristiche di fan-out avanzato e recupero di dati HTTP/2 Kinesis Data Streams (KDS) per origini eventi Kinesis. L'API di recupero dei dati HTTP/2 migliora la velocità di trasmissione di dati tra i loro produttori e le funzioni Lambda di oltre il 65%. Il fan-out avanzato consente di elaborare lo stesso flusso KDS con più funzioni Lambda in parallelo senza degrado delle prestazioni.  

  • Amazon SageMaker offre ora supporto per gli algoritmi integrati Object2Vec e IP Insights

    Inserito il: Nov 19, 2018

    Amazon SageMaker offre ora supporto per due algoritmi aggiuntivi: Object2Vec e IP Insights.

  • AWS CodePipeline ora ottiene un’esecuzione più rapida e supporta più operazioni di pipeline per fase

    Inserito il: Nov 19, 2018

    AWS CodePipeline ha ridotto i tempi di transizione tra operazioni di pipeline, il che significa che le tue pipeline possono funzionare più rapidamente, otterrai risultati di creazione e test con maggiore velocità e potrai eseguire iterazioni sulle caratteristiche altrettanto velocemente. Le operazioni di pipeline sono attività quali creazione di codice o distribuzione in una regione. Inoltre, CodePipeline ha innalzato il limite predefinito delle azioni per fase a 50 per tutti i tipi di operazioni. In precedenza, era previsto un limite predefinito di 20 operazioni totali per fase, compresi limiti di 10 per le operazioni sequenziali e quelle parallele. I nuovi limiti aumentati ti permettono di creare pipeline più complesse senza preoccuparti dei limiti del numero di operazioni per fase.

  • AWS CloudTrail aggiunge il supporto per AWS Organizations

    Inserito il: Nov 19, 2018

    Ora è possibile creare, gestire e distribuire trail AWS CloudTrail all’interno di un’intera organizzazione a partire da un singolo account. Grazie all'integrazione con AWS Organizations, il trail di organizzazione consente di definire una strategia di registrazione di eventi omogenea all’interno della propria organizzazione e applicabile in modo automatico a ciascun account membro. Gli utenti degli account membri sono in grado di visualizzare i trail, ma non di modificarli. Questo consente di applicare in modo omogeneo la tua strategia di registrazione di eventi agli account AWS all’interno della tua organizzazione.

  • Amazon EMR presentano i taccuini EMR: un ambiente di analisi gestito basato sui quaderni Jupyter

    Inserito il: Nov 19, 2018

    Oggi annunciamo la disponibilità generale di notebook EMR, un ambiente gestito, basato su Jupyter Notebooks che consente a scienziati, analisti e sviluppatori di dati di preparare e visualizzare dati, collaborare con i colleghi, creare applicazioni ed eseguire analisi interattive utilizzando cluster EMR.

    I notebook EMR sono preconfigurati per Spark. Supportano i kernel magic di Spark che ti permettono di eseguire in modo interattivo i lavori Spark su cluster EMR scritti in linguaggi come PySpark, Spark SQL, Spark R e Scala. I notebook vengono forniti con librerie open-source disponibili in Conda che ti consentono di importare queste librerie e usarle per manipolare i dati e visualizzarne i risultati in grafici ricchi di informazioni. Inoltre, ogni notebook ha funzionalità di monitoraggio Spark integrate che consentono di monitorare lo stato di avanzamento dei lavori e il codice di debug direttamente dal notebook.

    Puoi creare più blocchi note direttamente dalla console. Non ci sono software o istanze da gestire e mentre i notebook partono all'istante, puoi scegliere di collegare lo stesso notebook a un cluster esistente o di predisporre un nuovo cluster direttamente dalla console. Puoi collegare più notebook a un singolo cluster, staccare i notebook e ricollegarli a nuovi cluster.

    I notebook EMR salvano periodicamente i file del tuo notebook sui tuoi bucket Amazon S3. I notebook salvati possono essere recuperati dalla console EMR o scaricati dal bucket S3.

    Per ulteriori informazioni, visita la pagina dei taccuini EMR.

    Non ci sono costi aggiuntivi per l'utilizzo dei notebook EMR. Paghi solo per il cluster EMR collegato al notebook. Puoi trovare ulteriori informazioni sui prezzi per il tuo cluster consultando i prezzi di Amazon EMR

    I notebook di EMR sono disponibili negli Stati Uniti orientali (Virgina del nord e Ohio), Stati Uniti Occidentali (California del nord e Oregon), Canada (centrale), UE (Francoforte, Irlanda e Londra) e Asia e Pacifico (Mumbai, Seoul, Singapore Regioni, Sydney e Tokyo).  

  • Amazon Connect ora fornisce il loop dei contatti

    Inserito il: Nov 19, 2018

    Oggi, Amazon Connect ha introdotto il loop block nei flussi di contatto. Il loop block ti consente di ripetere segmenti di un flusso di contatti, rendendo più facile per i clienti inserire input difficili come carte di credito, numeri di account o numeri di previdenza sociale dando loro l'opportunità di riprovare. Puoi anche utilizzare il loop block per riprodurre un annuncio, ad esempio per indicare che la società è chiusa a causa del maltempo, per un numero specifico di volte prima di riagganciare. Scopri il loop block nell'editor del flusso di contatti, e per ulteriori informazioni consulta la documentazione dell'utente.

  • Amazon Transcribe ora supporta trascrizioni in tempo reale

    Inserito il: Nov 19, 2018

    Amazon Transcribe ora include trascrizioni di streaming, una nuova caratteristica che consente agli utenti di ricevere trascrizioni di testi di streaming audio live in tempo reale. 

  • AWS Lambda supporta Python 3.7

    Inserito il: Nov 19, 2018

    Ora puoi sviluppare le tue funzioni AWS Lambda usando Python 3.7 oltre alle versioni 2.7 e 3.6 già supportate. Python 3.7 è la più recente versione principale del linguaggio Python e contiene molte nuove funzionalità come il supporto per classi di dati, la personalizzazione dell'accesso agli attributi del modulo e miglioramenti della digitazione. 

  • Raccogli dati di analisi e attiva azioni sulla posta in uscita con Lambda per WorkMail

    Inserito il: Nov 19, 2018

    Oggi, Amazon WorkMail ha annunciato la possibilità di utilizzare le regole per la posta in uscita per attivare funzioni Lambda. Con la potenza di Lambda, puoi utilizzare queste funzioni per eseguire analisi delle comunicazioni all’interno della tua organizzazione, registrare audit trail di messaggi inviati, o persino acquisire informazioni sulle emozioni o altri modelli di comunicazione nella tua organizzazione. Inoltre, puoi attivare azioni aggiuntive e personalizzate, in base all’e-mail inviata. Ad esempio, puoi utilizzare una funzione Lambda per notificare i destinatari di un’e-mail urgente, tramite canali di comunicazione aggiuntivi come Amazon Chime o messaggi di testo.

    Per iniziare, crea per prima cosa una funzione Lambda usando la console di AWS Lambda. Ad esempio, una funzione che registra parametri o attiva azioni aggiuntive. Quindi, naviga alla console di Amazon WorkMail per selezionare l’azione Lambda nelle impostazioni delle regole per il flusso di posta in uscita della tua organizzazione. Facoltativamente, puoi specificare a quale mittente e destinatario deve essere applicata la regola. Ora, quando viene inviata un’e-mail dalla tua organizzazione, Amazon WorkMail andrà oltre i destinatari e sottoporrà il testo alla tua funzione Lambda. Per permetterti di iniziare subito in tempi ancora più rapidi con Lambda per WorkMail, prova a iniziare con la funzione WorkMail Hello World da Serverless Application Repository. Questa funzione modello mostra come pubblicare parametri per CloudWatch, ogni volta che viene inviata un’e-mail. In alternativa, puoi iniziare una funzione Lambda da zero per creare una funzionalità personalizzata nel linguaggio di programmazione di tua scelta. Infine, puoi persino pubblicare le tue funzioni Lambda personali tramite Serverless Application Repository per l’uso da parte di altri clienti di Amazon WorkMail.

    Lambda per WorkMail è oggi disponibile in tutte le regioni AWS in cui è offerto Amazon WorkMail. Consulta Configurazione di AWS Lambda in WorkMail per provarlo subito. Per ulteriori informazioni su Amazon WorkMail e per richiedere la prova gratuita, consulta la pagina di Amazon WorkMail.

  • Il connettore AWS Service Catalog per ServiceNow v1.6.7 supporta le operazioni self-service

    Inserito il: Nov 19, 2018

    AWS Service Catalog, utilizzato da imprese, integratori di sistemi e fornitori di servizi gestiti per organizzare, disciplinare e fornire le risorse cloud su AWS, annuncia un aggiornamento al connettore AWS Service Catalog per ServiceNow. Il connettore consente di utilizzare la configurazione AWS Service Catalog esistente, compresi prodotti, dotazione, vincoli e tag, e di renderli disponibili ad amministratori e utenti di ServiceNow.

  • Amazon ElastiCache per Redis aggiunge supporto del failover automatico e del backup e ripristino per i nodi T2

    Inserito il: Nov 19, 2018

    Amazon ElastiCache per Redis ora supporta il failover automatico, oltre al backup e ripristino per tipi di nodi T2. Questa versione consente di creare ambienti di sviluppo e test basati su nodi T2 che includono procedure di impostazione simili agli ambienti di nodi di produzione a uso generico di tipo M e ottimizzati per il calcolo di tipo R. 

  • Implementa una soluzione self-service di analisi del cloud con i servizi AWS, Informatica e Tableau

    Inserito il: Nov 19, 2018

    Questo Quick Start distribuisce automaticamente programmi di Informatica e Tableau Software, integrati con i servizi AWS, per fornire una soluzione end-to-end per l'analisi del cloud self-service sul cloud AWS. 

  • L'ottimizzazione automatica dei modelli Amazon SageMaker supporta ora l'avvio a caldo per i lavori di ottimizzazione di iperparametri

    Inserito il: Nov 19, 2018

    Amazon SageMaker L'ottimizzazione automatica dei modelli ora supporta l'avvio a caldo dei lavori di ottimizzazione dei parametri iperparametrici. Con l’avvio a caldo, puoi creare un nuovo lavoro di ottimizzazione iperparametrico utilizzando le conoscenze acquisite in precedenza da uno o più processi di ottimizzazione dei precendenti lavori. Questo consente di completare l’ottimizzazione automatica dei modelli in meno tempo, riducendo i costi di ottimizzazione.

  • AWS IoT Device Management ora fornisce nuove funzionalità per Fleet Indexing and Jobs

    Inserito il: Nov 19, 2018

    AWS IoT Device Management ora fornisce funzionalità per l'indicizzazione delle flotte e i lavori che aggiungono ulteriori meccanismi per la gestione della flotta di dispositivi. L'indicizzazione delle flotte semplifica la creazione di query su metadati o sullo stato dei dispositivi della flotta e i lavori consentono di inoltrare azioni remote a uno o più dispositivi in una volta sola, controllarne la distribuzione sui dispositivi e tenere traccia dello stato attuale e precedente dei lavori su ciascun dispositivo.

  • Il backup e ripristino di Amazon DynamoDB sono ora disponibili nella regione AWS Cina (Ningxia) gestita da NWCD

    Inserito il: Nov 19, 2018

    Amazon DynamoDB Backup e ripristino offre la possibilità di creare facilmente continui backup on-demand delle tabelle DynamoDB e ripristinarli da questi backup, se necessario. Puoi eseguire il backup di tabelle con dimensioni comprese tra pochi megabyte e centinaia di terabyte senza alcun impatto sulle prestazioni e sulla disponibilità delle applicazioni in produzione. 

  • AWS SAM CLI introduce il comando sam build

    Inserito il: Nov 19, 2018

    Ora puoi utilizzare il comando sam build per compilare pacchetti di distribuzione per le funzioni AWS Lambda scritte in Python utilizzando l’interfaccia a riga di comando (CLI) di AWS Serverless Application Model (AWS SAM).

  • Amazon ElastiCache per Redis ora supporta fino a 250 nodi per cluster

    Inserito il: Nov 19, 2018

    Amazon ElastiCache per Redis ora consente di ridimensionare l'ambiente Redis Cluster fino a 250 nodi e 250 frammenti. Questo aumento consente di archiviare oltre 16.6 volte più dati in memoria e abilita configurazioni con un throughput di scrittura superiore alzando il precedente limite di shard di 15. L’aumento consente anche una dimensione massima dei dati in memoria di 170,6 TB. 

  • Amazon Route 53 annuncia il resolver di Amazon Route 53, che semplifica i DNS per il cloud ibrido.

    Inserito il: Nov 19, 2018

    Il resolver di Route 53 facilita l’utilizzo del cloud ibrido per clienti aziendali, abilitando la risoluzione ottimizzata di query DNS su tutto l’ambiente cloud ibrido. Crea endpoint e regole di inoltro condizionale DNS per consentire la risoluzione dello spazio dei nomi DNS tra il tuo data center locale e Amazon Virtual Private Cloud (VPC).

    Il resolver di Route 53 include il server di Amazon DNS (AmazonProvidedDNS) che è disponibile per impostazione predefinita in tutti i VPC Amazon e risponde alle query DNS dalle risorse AWS per record pubblici, nomi DNS specifici per Amazon VPC e le hosted zone private di Amazon Route 53. I clienti con carichi di lavoro che utilizzano sia VPC Amazon, sia risorse locali, devono anche risolvere i record DNS privati ospitati in locale. Analogamente, queste risorse locali potrebbero dover risolvere nomi ospitati su AWS. Ora questi clienti possono utilizzare la risoluzione di query bidirezionale, indipendentemente da dove siano ospitati i nomi, tramite l’uso di regole ed endpoint del resolver di Route 53.

    Le regole del resolver di Route 53 consentono ai clienti di inoltrare in modo condizionale le richieste DNS dal VPC a un resolver DNS locale. Le regole vengono applicate direttamente al VPC Amazon e possono essere condivise tra più account. Queste regole ti consentiranno di inoltrare nomi come "example.com" su AWS Direct Connect e VPN gestite da AWS in modo da poter risolvere i nomi DNS pubblicati dal tuo data center. Per converso, puoi creare un endpoint del resolver di Route 53 che funga da target di inoltro per il tuo server DNS locale. In questo modo, i carichi di lavoro nei tuoi data center possono risolvere nomi DNS da servizi come il DNS privato di Route 53, AWS PrivateLink, Amazon Elastic File System, AWS Active Directory Service e altri.

    Per ulteriori informazioni, visita la pagina del prodotto Route 53 per i dettagli completi e i prezzi, oppure consulta la nostra documentazione.

  • Previsioni più precise ora disponibili in AWS Cost Explorer

    Inserito il: Nov 19, 2018

    A partire da oggi, è possibile utilizzare questo motore di previsioni migliorato di AWS Cost Explorer per avere accesso a pronostici di spese più precise e personalizzate pensati per soddisfare le tue esigenze, indipendentemente dalla complessità del tuo ambiente. Il motore di previsioni potenziato di AWS Cost Explorer segmenta i dati storici in base a tipi di addebito distinti (ad esempio, uso on demand, utilizzo di istanze riservate e altro) e utilizza una combinazione di modelli basati su regole nonché di machine learning, per prevedere la spesa complessiva di ogni addebito individuale. Grazie a questo approccio basato su serie temporali multiple, Cost Explorer garantisce un livello di accuratezza più elevato, a prescindere dai servizi AWS utilizzati.

  • AWS Systems Manager Automation ora supporta operazioni multi–account e multi–regione

    Inserito il: Nov 19, 2018

    AWS Systems Manager Automation ora supporta operazioni multi-account e multi-regione e ti consente di gestire le risorse AWS in modo centralizzato. Questa funzionalità riduce il tempo e i costi operativi necessari per la configurazione a livello aziendale e la remediation di conformità.

  • AWS Config ha lanciato una nuova regola di AWS Config che supporta la rilevazione dello scostamento negli stack di AWS CloudFormation

    Inserito il: Nov 19, 2018

    AWS Config ha lanciato una nuova regola gestita chiamata cloudformation-stack-drift-detection-check che ti permette di valutare se la configurazione degli stack attuali di AWS CloudFormation sia diversa o si sia scostata dalla configurazione prevista.

  • AWS Elastic Beanstalk aggiunge il supporto per Node.js 10

    Inserito il: Nov 19, 2018

    È possibile sviluppare applicazioni AWS Elastic Beanstalk utilizzando Node.js 10. La versione più recente di Node.js 10 presenta maggiore stabilità e numerosi miglioramenti, come il supporto completo per N-API (un'API per la creazione di componenti aggiuntivi nativi), la funzionalità di debug time-travel tramite una nuova estensione Visual Studio Code e il supporto per il protocollo Inspector. Per un elenco completo delle caratteristiche di Node.js 10, consulta la pagina ufficialedi annuncio di rilascio di Node.js 10. L'ambiente Node.js Elastic Beanstalk esistente può essere aggiornato utilizzando la console di Elastic Beanstalk, l'interfaccia a riga di comando di AWS e l'API Elastic Beanstalk. Per ulteriori informazioni, consulta il documento Aggiornamento della versione della piattaforma dell’ambiente Elastic Beanstalk.

  • Il servizio di migrazione del server AWS aggiunge il supporto per la crittografia AMI

    Inserito il: Nov 19, 2018

    AWS Server Migration Service (SMS) ora ti consente di salvare i volumi dei server locali come AMI (Amazon Machine Image) crittografata. Puoi utilizzare questa funzione per crittografare tutti i dati replicati e memorizzati nei volumi EBS, consentendo di migrare facilmente carichi di lavoro con requisiti di sicurezza e conformità aggiuntivi.

  • AWS Server Migration Service offre ora supporto per il ripristino di operazioni di replica non riuscite

    Inserito il: Nov 19, 2018

    AWS Server Migration Service (SMS) offre ora la possibilità di ripristinare operazioni di replica non andate a buon fine, il che consente di intraprendere azioni correttive e riprendere la replica dal punto in cui si è verificato l’errore, anziché avviare l’operazione da capo. Ciò aggiunge resilienza al processo di migrazione e consente di completare migrazioni di server su larga scala in modo efficiente e tempestivo.

  • Amazon WorkSpaces introduce funzionalità di gestione self-service degli utenti

    Inserito il: Nov 19, 2018

    Ora puoi dare agli utenti di Amazon WorkSpaces un maggiore controllo sulla loro esperienza e ridurre il carico dell'helpdesk con nuove funzionalità di gestione self-service degli utenti finali. Con questa versione, puoi consentire agli utenti Workspaces di riavviarsi, ricostruire, modificare il tipo di bundle, aumentare le dimensioni del volume e modificare la modalità di esecuzione del proprio Workspace direttamente nel client di Workspace senza l'aiuto dell'IT o dei team di help desk. Questo aiuta gli utenti a gestire rapidamente e facilmente il proprio spazio di lavoro per ottimizzare la propria esperienza e riduce il numero di richieste IT da gestire da parte dell’help desk.

  • Utilizza le librerie di caching lato client di AWS Secrets Manager per migliorare la disponibilità e la latenza d’uso delle tue chiavi segrete

    Inserito il: Nov 19, 2018

    AWS Secrets Managerconsente di seguire, in modo semplice, le best practice di sicurezza di utilizzo di chiavi segrete a lungo termine, grazie alla loro modifica sicura sulla base di un programma definito. Ad esempio, è possibile configurare Secrets Manager per la modifica quotidiana di credenziali del database, cambiando una tipica chiave segreta da un termine lungo ad uno corto e modificandola automaticamente. Oggi, Secrets Manager presenta una libreria di caching lato client per Java e un’analoga libreria di driver Java Database Connectivity (JDBC) che semplificano l’uso di queste chiavi segrete nelle tue applicazioni.  

  • AWS IoT supporta ora il tagging delle risorse

    Inserito il: Nov 19, 2018

    Adesso puoi assegnare i tag alle risorse AWS IoT Core, AWS IoT Device Management e AWS IoT Device Defender. Questo consente di allocare costi e ottenere rapporti dettagliati sulla fatturazione tra le flotte del dispositivo e allo stesso tempo definire autorizzazioni IAM basate su questi tag.

  • Amazon RDS for PostgreSQL offre ora supporto per istanze di tipo M5

    Inserito il: Nov 19, 2018

    È ora possibile avviare istanze M5 ovvero istanze di elaborazione Amazon EC2 a uso generico di nuova generazione, quando si utilizza Amazon Relational Database Service (RDS) per PostgreSQL. Le istanze M5 di Amazon EC2offrono il giusto bilanciamento di risorse di elaborazione, memoria e rete per un'ampia gamma di carichi di lavoro di database.

    Le istanze M5 sono basate su processori scalabili Intel Xeon da 2,5 GHz e offrono un rapporto prezzo/prestazioni migliore rispetto alle istanze M4. Per rispondere alle esigenze di carichi di lavoro di database intensivi, le istanze M5 comprendono un'istanza di dimensioni maggiori, m5.24xlarge, che fornisce 96 vCPU, 384 GiB di memoria e 25 Gb/s di larghezza di banda di rete.


    La tecnologia di nuova generazione Elastic Network Adapter (ENA) e NVM Express (NVMe) garantisce interfacce con un throughput elevato e a bassa latenza. Le istanze M5 offrono fino a 25 Gb/s di larghezza di banda di rete e fino a 10 Gb/s di larghezza di banda dedicata per lo storage dei database.

    I tipi di istanza M5 offrono supporto per istanze del database Amazon RDS che eseguono le versioni di PostgreSQL 9.6.9 (e successive) e 10.4 (e successive).

    Puoi scalare con facilità fino a queste nuove classi di istanze modificando la tua istanza DB esistente nella console di gestione AWS. Per ulteriori informazioni, consulta la guida per l’utente di Amazon RDS User Guide. Per informazioni sulle tariffe e sulla disponibilità locale del prodotto, consulta i prezzi di Amazon RDS Pricing.

  • Distribuisci il connettore per videocamera AWS IoT in AWS con il nuovo Quick Start

    Inserito il: Nov 16, 2018

    Questo nuovo Quick Start crea un'architettura serverless nonché un ambiente per il connettore per videocamera di Internet of Things (IoT) nel cloud di Amazon Web Services (AWS) in circa 5 minuti.

  • Assegnazione sincrona delle istanze con Amazon EC2 Fleet

    Inserito il: Nov 15, 2018

    Amazon EC2 Fleet ora supporta un nuovo tipo di richiesta, Instant, che consente di effettuare il provisioning della capacità in modo sincrono tra tipi di istanze, zone di disponibilità (AZ) e modelli di acquisto. L’API CreateFleet restituirà le istanze lanciate nella risposta API con il tipo di richiesta “Instant”. EC2 Fleet ora offre 3 tipi di richieste: “instant”, “request” e “maintain”, che possono essere utilizzate per indicare se EC2 Fleet deve restituire le informazioni delle istanze in modo sincrono, lanciare le istanze in modo asincrono finché il parco non raggiunge la capacità desiderata oppure tentare di mantenere la capacità desiderata.

    Quando imposti il tipo di parco istanze su “Instant” puoi contare su una risposta API sincrona, fornendo dettagli quali ID dell’istanza, tipo di istanza e subnet piuttosto che una descrizione dell’ID del parco istanze. Quando usi i parchi istanze di tipo “Instant” EC2 Fleet non tenterà di rifornire le istanze, qualora interrotto. In seguito alla risposta sincrona CreateFleet, EC2 Fleet non eseguirà nessun’altra azione, consentendoti di controllare se e quando vengono avviate le istanze.

    Amazon EC2 Fleet è una funzionalità che semplifica il provisioning di grandi quantità di capacità EC2, incluso il provisioning tra diversi tipi di istanze EC2, zone di disponibilità e tra modelli di acquisto on demand, istanze riservate (RI) e Spot. Con una singola chiamata API puoi effettuare il provisioning della capacità che offre il miglior mix di tipi di istanze e modelli di acquisto per ottenere le prestazioni e i costi desiderati. Per maggiori informazioni su EC2 Fleet, leggi le Domande frequenti.

  • Amazon Comprehend presenta la Classificazione personalizzata

    Inserito il: Nov 15, 2018

    Per offrire un’analisi dei testi più avanzata, Amazon Comprehend adesso include la classificazione personalizzata.

  • Amazon ECS e AWS Fargate ora consentono di assegnare tag alle risorse

    Inserito il: Nov 15, 2018

    Ora puoi assegnare tag alle risorse di Amazon Elastic Container Service (Amazon ECS) e AWS Fargate, quali servizi, definizioni delle attività, cluster e istanze di container. Ciò ti consentirà di allocare meglio i costi, migliorare la visibilità nei carichi di lavoro, cercare e individuare più facilmente le applicazioni in container, implementare azioni programmatiche di gestione dell’infrastruttura e definire autorizzazioni specifiche a livello di risorse.

    Molti clienti ECS gestiscono migliaia di risorse quali definizioni delle attività, servizi, attività e cluster, distribuite tra team, prodotti, business unit e ambienti diversi. Senza l’assegnazione di tag era difficile gestire in modo sistematico l’intera infrastruttura e i costi ad essa correlati. Ora, puoi assegnare i tag alle risorse ECS nel momento in cui sono create o quando sono in esecuzione utilizzando le API e la console ECS. I clienti che utilizzano il tipo di avvio AWS Fargate ora possono allocare facilmente il costo delle attività ECS attraverso i tag. Ai clienti che utilizzano il tipo di avvio EC2, ora ECS fornisce dati di utilizzo dettagliati delle attività ECS nel report dei costi e dell’utilizzo, di cui i clienti possono servirsi per allocare il costo delle istanze EC2 correlate.

    Per sfruttare l’assegnazione dei tag dovrai optare esplicitamente per il nuovo formato di Amazon Resource Name (ARN) e identificatori di risorse (ID) per le attività, le istanze di container e i servizi. Questi nuovi ARN e ID sono necessari per introdurre la nuova funzionalità di assegnazione dei tag e tutti i vantaggi associati ad essa.

    Ulteriori informazioni sui nuovi formati ARN e ID sono reperibili nelle FAQ e nella documentazione. Puoi anche leggere il nostro post per saperne di più sul passaggio al nuovo ARN e ID. Per qualsiasi domanda puoi contattare il team del tuo account o AWS Support nei forum della community o tramite AWS Premium Support. Per optare, visita la pagina ECS nella console AWS. L’assegnazione di tag alle risorse non è attualmente disponibile nella regione GovCloud (Stati Uniti orientali).  

  • I report sui costi e l’utilizzo di AWS aggiungono l’integrazione con Amazon Athena, Apache Parquet Output e Report Overwrite

    Inserito il: Nov 15, 2018

    Amazon Athena è un servizio di query interattivo senza server che semplifica l’analisi dei dati in Amazon S3 tramite SQL standard. A partire da oggi, potrai configurare il tuo Report costi e utilizzo AWS per integrarlo automaticamente con Amazon Athena, accedendo direttamente e richiedendo informazioni su costi e utilizzo nel modo più semplice e conveniente possibile.

  • AWS Systems Manager ora supporta la vista Inventario per più account e più regioni

    Inserito il: Nov 15, 2018

    AWS Systems Manager, che fornisce informazioni sulle istanze e il software installato in esse, ora supporta una vista per più account e più regioni. Grazie a questo miglioramento puoi semplificare il flusso di lavoro visualizzando, archiviando ed esportando centralmente i dati dell’inventario tra i tuoi account da un un’unica console.

  • Distribuzione della piattaforma blockchain di Cisco sul cloud AWS con il nuovo Quick Start

    Inserito il: Nov 15, 2018

    Quick Start distribuisce la piattaforma blockchain di Cisco sul cloud di Amazon Web Services (AWS) in circa un’ora.

  • AWS IoT Analytics fornisce ora supporto per la Germania. Ora disponibile nella regione Francoforte.

    Inserito il: Nov 14, 2018

    A partire da oggi, AWS IoT Analytics è disponibile nella regione AWS Europa (Francoforte). Questa regione si aggiunge a quelle già supportate: Stati Uniti orientali (Virginia settentrionale), Stati Uniti orientali (Ohio), Stati Uniti occidentali (Oregon), Asia Pacifico (Tokyo) e Europa (Irlanda). AWS IoT Analytics offre la possibilità di pulire, elaborare, arricchire, archiviare e analizzare dati IoT a qualsiasi livello. Il 23 agosto 2018, abbiamo annunciato la release di miglioramenti apportati ad alcune funzionalità, tra cui la distribuzione di codice di analisi personalizzato in container, l’automazione dell'esecuzione in base a una pianificazione prestabilita e l’analisi esclusiva di dati incrementali in base alla necessità.

  • Distribuisci F5 BIG-IP VE nel cloud AWS con il nuovo Quick Start

    Inserito il: Nov 14, 2018

    Questo Quick Start distribuisce BIG-IP Virtual Edition (VE), una piattaforma di servizi di sicurezza e distribuzione di applicazioni di F5 Networks, nel cloud di Amazon Web Services (AWS) in circa 30 minuti.  

  • Dimensiona le istanze di Amazon EC2 tra on demand, spot e riservate (RI) in un unico gruppo Auto Scaling

    Inserito il: Nov 14, 2018

    Amazon EC2 Auto Scaling ora consente di effettuare il provisioning e dimensionare automaticamente le istanze su più modelli di acquisto, zone di disponibilità (AZ) e famiglie di istanze in un unico gruppo Auto Scaling (ASG) per ottimizzare dimensionamento, prestazioni e costo. Ora puoi includere istanze Spot con modelli di acquisto on demand e istanze riservate (RI) in un unico ASG, per risparmiare fino al 90% in elaborazione.

    All’inizio di quest’anno annunciammo EC2 Fleet, un’API dedicata al provisioning di capacità su più modelli di acquisto, zone di disponibilità e tipi di istanza. Ora questa funzionalità EC2 Fleet è disponibile tramite EC2 Auto Scaling. Grazie a EC2 Fleet, ora puoi creare un ASG definendo quali tipi di istanza EC2 sono più adatte alle tue esigenze e quanta della capacità disponibile deve essere riempita utilizzando i modelli di acquisto on demand, RI e Spot. EC2 Auto Scaling continua a ottimizzare e aggiornare il mix se e quando l’ASG aumenta o diminuisce, semplificando il provisioning di capacità e l’ottimizzazione dei costi attraverso il dimensionamento automatico tra istanze e modelli di acquisto. Inoltre, EC2 Auto Scaling continua a fornire hook del ciclo di vita e dimensionamento programmato per automatizzare la gestione della capacità.

    Quando imposti un ASG ora puoi specificare quale percentuale della sua capacità dovrà essere riempita con istanze on demand o RI e quale con istanze Spot. Nelle configurazioni ASC puoi anche indicare i tipi di istanza o le istanze con quantità specifiche di RAM o vCPU. EC2 Auto Scaling effettua quindi il provisioning della combinazione di istanze più economiche per soddisfare la capacità desiderata in base a queste preferenze.

    Questa funzionalità ora è disponibile in tutte le regioni pubbliche. Per ulteriori informazioni su provisioning e dimensionamento automatico delle istanze tra modelli di acquisto, zone di disponibilità e famiglie di istanze con EC2 Auto Scaling, visita questo blog.  

  • Amazon Polly è ora disponibile nella regione AWS Cina (Ningxia), gestita da NWCD

    Inserito il: Nov 14, 2018
  • AWS Elemental MediaTailor fornisce anche il supporto per DASH multi-periodo

    Inserito il: Nov 14, 2018

    Con AWS Elemental MediaTailor, è ora possibile aggiungere annunci personalizzati a flussi live DASH multi-periodo. Il supporto per DASH multi-periodo può essere combinato con il supporto di endpoint DASH multi-periodo in AWS Elemental MediaPackage per la creazione di inserzioni pubblicitarie dinamiche personalizzate per una vasta gamma di dispositivi di riproduzione. Per ulteriori informazioni, visita le pagine della documentazione di MediaTailor.

  • La versione 1.5 di Memcached è ora disponibile in Amazon ElastiCache

    Inserito il: Nov 14, 2018

    Amazon ElastiCache per Memcached offre ora supporto per la versione 1.5 di Memcached. Questa versione open source di Memcached offre miglioramenti notevoli tra cui una gestione ottimizzata delle connessioni e delle dimensioni degli item superiori a 1 MB nonché potenziamenti generali relativi alla memoria che prevedono la riduzione dei requisiti specifici per item. 

  • Presentazione di Amazon Corretto (anteprima)

    Inserito il: Nov 14, 2018

    Amazon Corretto è una distribuzione gratuita e pronta per la produzione, con un ambiente multipiattaforma di Open Java Development Kit (OpenJDK).

  • La libreria di nastri virtuali di AWS Storage Gateway espande il supporto delle applicazioni di backup comuni

    Inserito il: Nov 13, 2018

    La libreria di nastri virtuali o gateway di nastri di AWS Storage Gateway offre ora supporto per la versione 7.1.9 di IBM Spectrum Protect (Tivoli Storage Manager) in esecuzione su Microsoft Windows e Bacula Enterprise Edition versione 10. Inoltre, il gateway di nastri è compatibile con le nuove versioni di applicazioni di backup comuni, tra cui Veritas NetBackup 8, Veritas Backup Exec 20, Microsoft Data Center Data Protection Manager (DPM) 2016 e Quest NetVault Backup 11 e 12.

  • AWS Amplify supporta gli sviluppatori iOS e Android per l’autenticazione e l’accesso ai dati

    Inserito il: Nov 13, 2018

    A partire da oggi, il framework di Amplify fornisce anche supporto per i flussi di lavoro di autenticazione agli SDK iOS e Android con un modello di programmazione semplice e dichiarativo. Sono compresi la gestione automatica delle credenziali e la procedura di aggiornamento quando si sfruttano i pool di utenti o di identità di Amazon Cognito, consentendo un’interazione ottimizzata con servizi come, tra gli altri, AWS AppSync, Amazon S3, Amazon Pinpoint. SKD ora comprende un sistema integrato di gestione di stato e notifica dedicato agli sviluppatori che consente di collegare ed eseguire flussi di UI o transizioni di schermata. Inoltre, monitora lo stato della rete consentendo agli sviluppatori di creare app offline e di evitare errori quando effettuano richieste ai servizi AWS.

    Con questa versione, tutta la documentazione iOS e Android è stata riscritta e inserita insieme alla documentazione JavaScript di Amplify all’indirizzo https://aws-amplify.github.io/. Gli sviluppatori Web e di dispositivi mobili dispongono ora di un unico percorso per la documentazione JavaScript, iOS e Android quando devono creare app in AWS.

  • AWS CloudFormation ora supporta la rilevazione dello scostamento

    Inserito il: Nov 13, 2018

    AWS CloudFormation ora consente di rilevare se sono state apportate modifiche alla configurazione delle risorse dello stack al di fuori di CloudFormation tramite la console di gestione AWS, la CLI e gli SDK. Lo scostamento è la differenza tra i valori di configurazione attesi delle risorse dello stack definite nei modelli di CloudFormation e i valori di configurazione effettivi di tali risorse negli stack di CloudFormation corrispondenti. Ciò consente di gestire meglio gli stack di CloudFormation e assicurare uniformità alle configurazioni delle risorse. Per maggiori informazioni sulla rilevazione dello scostamento, visita il Blog AWS.

    La rilevazione dello scostamento è disponibile nelle seguenti regioni: Stati Uniti orientali (Ohio), STATI UNITI ORIENTALI (Virginia settentrionale), Stati Uniti occidentali (California settentrionale), Stati Uniti occidentali (Oregon), Canada (Centrale), Asia Pacifico (Mumbai), Asia Pacifico (Seul), Asia Pacifico (Singapore), Asia Pacifico (Sydney), Asia Pacifico (Tokyo), UE (Francoforte), UE (Irlanda), UE (Londra), UE (Parigi) e America del Sud (San Paolo).

    Per maggiori informazioni sulla Rilevazione dello scostamentoe sui tipi di risorse che supportano la rilevazione dello scostamento, visita la pagina della documentazione.
     

  • Amazon RDS per Oracle ora supporta i database Oracle 12.2

    Inserito il: Nov 13, 2018

    È ora possibile lanciare istanze di Amazon RDS per Oracle tramite Oracle 12.2. Per creare, con pochi clic, un’istanza database di Oracle 12.2 nella Console di gestione AWS, usa il wizard “Launch DB Instance” e seleziona la versione del motore DB "12.2.0.1.ru-2018-10.rur-2018-10.r1".

  • Distribuzione di IBM Blockchain Platform in AWS con il nuovo Quick Start

    Inserito il: Nov 13, 2018

    Questo Quick Start distribuisce un peer distribuito di IBM Blockchain Platform nel cloud AWS. 

  • Analizza gli indicatori delle prestazioni relative al budget con la nuova funzionalità Cronologia Budget AWS.

    Inserito il: Nov 13, 2018

    A partire da oggi, puoi accedere a informazioni dettagliate sulle prestazioni relative al budget attraverso le pagine dei dettagli del budget da poco introdotte in Budget AWS. Con la nuova funzionalità Cronologia, puoi analizzare agevolmente le prestazioni relative al budget nei 12 mesi precedenti, confrontando l’importo a budget con i valori effettivi (ovvero la variazione di budget). Puoi quindi capire l’andamento dei settori della tua attività sulla base dei rispettivi budget, modificando agevolmente le previsioni per migliorare la precisione dei budget o per eseguire ulteriori analisi con AWS Cost Explorer. Ad esempio, puoi monitorare la spesa mensile effettiva rispetto al budget mensile dell’account “Game Development Team” negli ultimi 12 mesi e agire sulla base dei dati ottenuti. È anche possibile accedere programmaticamente alle informazioni sulla cronologia del budget con l’API Budget AWS.

  • Amazon RDS for Oracle offre ora supporto per gli Oracle PSU di ottobre 2018.

    Inserito il: Nov 13, 2018

    Amazon RDS for Oracle offre ora supporto per gli Oracle PSU di ottobre. Gli Oracle PSU contengono aggiornamenti di sicurezza critici e altre modifiche importanti. Per ulteriori informazioni sugli Oracle PSU supportati su Amazon RDS, visita la documentazione sugli aggiornamenti delle patch di Amazon RDS.

  • Lumberyard 1.16 presenta la rifattorizzazione di memoria massiva: da oggi disponibile

    Inserito il: Nov 13, 2018

    Siamo lieti di annunciare la disponibilità di Lumberyard Beta 1.16. Con oltre 250 miglioramenti, correzioni e caratteristiche, questa versione include:

  • AWS CodePipeline offre ora supporto per operazioni tra regioni

    Inserito il: Nov 12, 2018

    AWS CodePipeline ora semplifica l'esecuzione di operazioni, ad esempio distribuzioni, build o test in più regioni a partire da una singola pipeline. In precedenza, era necessario impostare una pipeline in una regione in modo che CodePipeline eseguisse operazioni all’interno di quella specifica regione. Per migliorare la latenza e la disponibilità dell'applicazione, è ora possibile eseguire operazioni tra regioni, ad esempio le distribuzioni in una regione aggiuntiva.

  • Amazon RDS per PostgreSQL supporta l’accesso alla rete in uscita con server DNS personalizzati

    Inserito il: Nov 12, 2018

    Amazon RDS per PostgreSQL ora supporta i server DNS (Domain Name Services) personalizzati che sono usati per la risoluzione dei nomi durante l’accesso alla rete in uscita. È un’aggiunta al supporto già esistente per il servizio di dominio Amazon Route 53 nel tuo VPC.

    Puoi configurare un server DNS personalizzato nel set di opzioni DHCP per l’Amazon VPC che contiene la tua istanza RDS. Per maggiori informazioni, consulta le sezioni Set di opzioni DHCP nella documentazione di Amazon VPC e Set di opzioni DHCP nella documentazione di AWS Directory Service.

    Puoi abilitare il server DNS personalizzato configurato con un nuovo parametro di database per far sì che i database RDS per PostgreSQL comunichino con altri servizi all’interno del tuo VPC. A tale scopo, puoi usare nomi di DNS sia privati che personalizzati, mantenendo il traffico di rete in uscita entro i limiti del tuo VPC.

    Per poter usufruire di questa funzione è necessario che l’istanza del database RDS per PostgreSQL sia in un VPC. Per spostare i database RDS non-VPC in un VPC, segui le istruzioni riportate nella documentazione.

    Per utilizzare il server DNS personalizzato per l’accesso alla rete in uscita per RDS per PostgreSQL, consulta la pagina della documentazione.

  • Amazon Aurora semplifica la gestione del carico di lavoro con endpoint personalizzati

    Inserito il: Nov 12, 2018

    I database Amazon Aurora ora consentono di creare endpoint personalizzati. Ciò permette di distribuire e bilanciare i carichi di lavoro in diversi set di istanze di database nel cluster Aurora.

  • Amazon SageMaker supporta ora AWS PrivateLink per istanze notebook

    Inserito il: Nov 12, 2018

    Amazon SageMaker supporta ora AWS PrivateLink per istanze notebook. Durante l’anno, abbiamo annunciato il supporto AWS PrivateLink per operazioni e runtime di API Amazon SageMaker. Con questo aggiornamento, è ora possibile utilizzare AWS PrivateLink per proteggere la connessione a istanze notebook.

  • La versione 5.0 di Redis è ora disponibile in Amazon ElastiCache per Redis

    Inserito il: Nov 12, 2018

    Le tue applicazioni in tempo reale possono ora trarre vantaggio dal supporto offerto dalla versione 5.0 di Redis di Amazon ElastiCache per Redis. È ora possibile sfruttare le nuove caratteristiche di Redis 5.0 quali Redis Streams, i set di categorie potenziati con operazioni pop, un algoritmo HyperLogLog ottimizzato e una gestione della memoria più efficiente.

  • AWS Secrets Manager annuncia la funzionalità di supporto per AWS CloudFormation per effettuare il provisioning delle risorse in modo automatizzato e sicuro

    Inserito il: Nov 12, 2018

    AWS Secrets Managersemplifica l'automazione sicura dell’operazione di provisioning delle risorse AWS grazie all’integrazione con AWS CloudFormation. Grazie a questa integrazione, è ora possibile eseguire il provisioning di chiavi segrete, come le credenziali del database, necessarie per creare e accedere alle risorse AWS.

  • Amazon Web Services presenta la funzionalità di supporto di AWS Batch per modelli di lancio EC2

    Inserito il: Nov 12, 2018

    AWS Batch supporta ora modelli di lancio EC2 che consentono di creare modelli personalizzati per le risorse di elaborazione nonché di abilitare batch per ricalibrare le istanze in base ai requisiti stabiliti. Tra le diverse funzionalità offerte, vi sono la possibilità di specificare il modello di lancio EC2 per aggiungere volumi di storage e interfacce di rete o la configurazione di autorizzazioni. I modelli di lancio EC2 riducono il numero di passaggi necessari per configurare gli ambienti batch tramite l’acquisizione di parametri di avvio all'interno di una risorsa.

  • Annuncio della regione AWS GovCloud (Stati Uniti orientali)

    Inserito il: Nov 12, 2018

    AWS annuncia la disponibilità immediata della nuova regione AWS GovCloud (Stati Uniti orientali). La regione GovCloud (Stati Uniti orientali) si unisce a GovCloud (Stati Uniti occidentali) come seconda regione AWS GovCloud negli Stati Uniti e la 19a regione AWS in tutto il mondo. La regione AWS GovCloud (Stati Uniti orientali) è composta da tre zone di disponibilità e con questo lancio l’infrastruttura globale di AWS offre ora un totale di 57 zone di disponibilità in tutto il mondo, che forniscono servizi ai clienti in più di 190 paesi.

  • Amazon Polly aggiunge il supporto vocale per le seguenti lingue: italiano, spagnolo (Spagna) e introduce supporto linguistico per spagnolo (Messico)

    Inserito il: Nov 12, 2018

    Amazon Polly è un servizio che trasforma il testo in una conversazione reale. Oggi, siamo lieti di annunciare ulteriori opzioni vocali in italiano e spagnolo.

  • AWS Certificate Manager ora con idoneità HIPAA

    Inserito il: Nov 12, 2018
  • La replica tra regioni (CRR) di Amazon S3 è ora disponibile nelle regioni AWS GovCloud (Stati Uniti)

    Inserito il: Nov 12, 2018

    La replica tra regioni (CRR) di Amazon S3 è ora disponibile nelle regioni AWS GovCloud (Stati Uniti). Il servizio di replica tra regioni (CRR) di Amazon S3 semplifica la replica di nuovi oggetti tra bucket che si trovano tra le due regioni AWS GovCloud (Stati Uniti), in modo asincrono e automatico e per diversi casi d'uso, tra cui riduzione della latenza, sicurezza, requisiti di conformità e disaster recovery.

  • Amazon Redshift ora disponibile nella regione AWS GovCloud (Stati Uniti orientali)

    Inserito il: Nov 12, 2018

    Siamo entusiasti di annunciare che Amazon Redshift è ora disponibile nella regione AWS GovCloud (Stati Uniti orientali).

  • AWS Batch offre ora supporto per il controllo granulare potenziato degli accessi

    Inserito il: Nov 12, 2018

    AWS Batch offre ora supporto per il controllo granulare potenziato degli accessi basato sul servizio Identity and Access Management (IAM). Il controllo, basato sull’IAM, consente agli amministratori di abbinare i controlli POSIX (Portable Operating System Interface) ai loro utenti IAM all’interno di AWS Batch. Oltre al supporto POSIX, gli amministratori possono stabilire delle condizioni di policy di IAM per il controllo degli accessi per definizione e code dei processi, al momento dell’invio del processo ad AWS Batch.

  • Presentazione della funzionalità di supporto AWS CloudFormation per le policy di Amazon Data Lifecycle Manager

    Inserito il: Nov 12, 2018

    È ora possibile ricorrere alle policy del ciclo di vita di Amazon Data Lifecycle Manager (DLM) come risorsa per modelli, stack e stackset di AWS CloudFormation.

  • La funzionalità di trasformazione di batch di Amazon SageMaker offre ora supporto per Amazon Virtual Private Cloud

    Inserito il: Nov 9, 2018

    La funzionalità di trasformazione di batch di Amazon SageMaker offre ora supporto per Amazon Virtual Private Cloud (VPC). Con il supporto per VPC, è ora possibile rendere privati i container modello e le risorse AWS a cui accedono, come i bucket Amazon Simple Storage Service (S3), all'interno della rete nonché disconnetterli da Internet. Questo miglioramento consente inoltre il monitoraggio di tutto il traffico di rete in entrata e in uscita dai container modello tramite log di flusso VPC.

  • Aggiornamenti di copertura AWS CloudFormation per Amazon Secrets Manager, Amazon API Gateway, Amazon RDS, Amazon Route53, allarmi Amazon Cloudwatch e altri aggiornamenti

    Inserito il: Nov 9, 2018

    AWS CloudFormation ha aggiunto il supporto per le seguenti nuove risorse:

    AWS::SecretsManager::ResourcePolicy
    Utilizza la risorsa AWS::SecretsManager::ResourcePolicy per definire un criterio basato su risorse e allegarlo a un segreto archiviato in Secrets Manager.

    AWS::SecretsManager::RotationSchedule
    Utilizza la risorsa AWS::SecretsManager::RotationSchedule per configurare la rotazione per un segreto.

    AWS::SecretsManager::Secret
    Utilizza la risorsa AWS::SecretsManager::Secret per creare un segreto e archiviarlo in Secrets Manager.

    AWS::SecretsManager::SecretTargetAttachment
    Utilizza la risorsa AWS::SecretsManager::SecretTargetAttachmentresource per completare il collegamento finale tra un segreto di Secrets Manager e il relativo database associato.

    AWS::DLM::LifecyclePolicy
    Utilizza la risorsa AWS::DLM::LifecyclePolicy per creare un criterio del ciclo di vita per Amazon Data Lifecycle Manager.

    Risorse dinamiche di Secrets Manager
    Utilizza il riferimento dinamico secretsmanager per recuperare interi segreti o valori segreti archiviati in AWS Secrets Manager per l'utilizzo nei tuoi modelli.

    AWS CloudFormation ha aggiornato il supporto per le seguenti risorse:

    AWS::ApiGateway::Deployment
    Nel tipo di proprietà StageDescription, utilizza la proprietà TracingEnabled per specificare se la traccia attiva con raggi X è abilitata per questa fase.

    AWS::ApiGateway::Stage
    Utilizza la proprietà TracingEnabled per specificare se la traccia attiva con raggi X è abilitata per questa fase.

    AWS::CloudWatch::Alarm
    Utilizza la proprietà DatapointsToAlarm per specificare il numero di data point che devono essere violati per attivare l’allarme. Viene utilizzato solo se si imposta un allarme "M su N". In tal caso, il valore è M.

    AWS::EC2::SecurityGroupIngress
    Utilizza la proprietà SourcePrefixListId per specificare il prefisso del servizio AWS di un endpoint Amazon VPC.

    AWS::IAM::Role
    Utilizza la proprietà PermissionsBoundary per specificare il criterio usato per impostare il limite di autorizzazioni per il ruolo.

    AWS::IAM::User
    Utilizza la proprietà PermissionsBoundary per specificare il criterio usato per impostare il limite di autorizzazioni per l’utente.

    AWS::IoT::TopicRule
    Nel tipo di proprietà TopicRulePayload, utilizza la proprietà ErrorActions per specificare l'azione da eseguire quando si verifica un errore.
    Nel tipo di proprietà Azione:
    l Utilizza la proprietà IoTAnalytics per inviare i dati dei messaggi a un canale di AWS IoT Analytics.
    l Utilizza la proprietà StepFunctionsAction per avviare l'esecuzione di una macchina a stati delle funzioni passo.

    AWS::KMS::Key
    Utilizza la proprietà PendingWindowInDays per specificare il periodo di attesa, specificato in numero di giorni, dopodiché AWS KMS elimina la chiave master del cliente (CMK).

    AWS::RDS::DBInstance
    Utilizza la proprietà EnableCloudwatchLogExports per specificare l'elenco di tipi di registri che devono essere abilitati per l'esportazione nei registri di CloudWatch.
    Utilizza la proprietà EnableIAMDatabaseAuthentication per abilitare la mappatura degli account AWS Identity and Access Management (IAM) agli account del database.
    Utilizza la proprietà EnablePerformanceInsights per abilitare Performance Insights per l'istanza DB.
    Utilizza la proprietà PerformanceInsightsKMSKeyId per specificare l'identificatore della chiave KMS AWS per la crittografia dei dati Performance Insights. L'ID della chiave KS di AWS è l'ARN (Amazon Resource Name), l'identificatore della chiave KMS AWS o l'alias chiave KMS AWS per la chiave di crittografia AWS KMS.
    Utilizza la proprietà PerformanceInsightsRetentionPeriod per specificare la quantità di tempo, in giorni, per conservare i dati Performance Insights.
    Utilizza la proprietà ProcessorFeatures per specificare il numero di core CPU e il numero di thread per core per la classe di istanza DB dell'istanza DB.
    Utilizza la proprietà PromotionTier per specificare l'ordine in cui una replica di Aurora viene promossa all'istanza principale dopo un errore dell'istanza primaria esistente.

    AWS::RDS::DBCluster
    Utilizza la proprietà EnableCloudwatchLogExports per specificare l'elenco di tipi di registri che devono essere abilitati per l'esportazione nei registri di CloudWatch.
    Utilizza la proprietà EnableIAMDatabaseAuthentication per abilitare la mappatura degli account AWS Identity and Access Management (IAM) agli account del database.
    Utilizza la proprietà BackTrackWindow per impostare la finestra di backtrack di destinazione, in secondi. Per disabilitare il backtrack, specificare 0. Se specificato, questa proprietà deve essere impostata su un numero compreso tra 0 e 259.200 (72 ore).

    AWS::Route53::RecordSet
    Utilizza la proprietà MultiValueAnswer per indirizzare il traffico a caso in modo approssimativo a più risorse, ad esempio i server Web. Crea un record di risposta multivalore per ogni risorsa e specificare true per MultiValueAnswer.

    AWS::S3::Bucket
    Utilizza l'attributo RegionalDomainName con la funzione Fn::GetAtt per restituire il nome di dominio regionale del bucket specificato.

    AWS::WorkSpaces::Workspace
    Utilizza la proprietà Tag per specificare i tag (coppie chiave-valore) che desideri allegare a WorkSpace.
    Utilizza la proprietà WorkspaceProperties per specificare le informazioni su WorkSpace.

    Per un elenco completo di risorse, consulta questa pagina.

    Per ulteriori informazioni su AWS CloudFormation, consulta la pagina relativa alla documentazione.
     

  • Amazon SageMaker è ora disponibile in 5 regioni AWS aggiuntive nelle Americhe, Europa e Asia Pacifico

    Inserito il: Nov 8, 2018

    Amazon SageMaker è ora disponibile in 5 regioni AWS aggiuntive nelle Americhe, Europa e Asia Pacifico. Con questo annuncio, SageMaker è disponibile nelle regioni AWS Stati Uniti occidentali (California settentrionale), Canada centrale (Montreal), Europa (Londra), Asia Pacifico (Mumbai) e Asia Pacifico (Singapore).

  • Amazon Aurora con compatibilità PostgreSQL supporta la versione autenticata IAM

    Inserito il: Nov 8, 2018

    Amazon Aurora con compatibilità PostgreSQL ora supporta AWS Identity and Access Management (IAM) per gestire l’accesso al database. Gli amministratori di database possono ora associare utenti di database a ruoli e utenti IAM. Grazie a IAM, è possibile gestire l'accesso degli utenti a tutte le risorse AWS da un'unica posizione, evitando di incorrere in problemi causati da autorizzazioni non sincronizzate su diverse risorse AWS.

  • Amazon Data Lifecycle Manager aggiunge il supporto per copiare i tag del volume EBS nelle istantanee EBS

    Inserito il: Nov 8, 2018

    I Tag risorsa ti consentono di aggiuntere metadati e di applicare le politiche di accesso alle tue risorse Amazon Elastic Block Store (Amazon EBS). Da oggi, puoi fissare i tag di risorsa sui tuoi volumi EBS per farli copiare automaticamente in qualsiasi istantanea EBS creata con Amazon Data Lifecycle Manager (DLM). Questo ti permetterà di fissare facilmente i metadati delle istantanee, come, ad esempio, le politiche di accesso, per farle corrispondere al volume principale. Puoi attivare questa funzionalità a politiche di lifecycle esistenti e nuove. Oppure puoi decidere di disattivarla in futuro.

  • AWS IoT Core migliora la capacità di acquisire grandi quantità di dati dei dispositivi a un prezzo contenuto.

    Inserito il: Nov 8, 2018

    AWS IoT Core ora supporta Basic Ingest, una nuova funzionalità che consente ai clienti AWS IoT Core di inviare in sicurezza grandi quantità di dati a più di 10 servizi AWS come Kinesis e S3 attraverso le operazioni delle regole AWS IoT, senza dover sostenere costi di messaggistica addizionali.  

  • AWS Key Management Service ha una nuova esperienza di console

    Inserito il: Nov 8, 2018

    AWS Key Management Service (KMS) offre una console stand-alone che semplifica il processo di gestione delle chiavi di crittografia. La nuova console separa le chiavi gestite AWS dalle chiavi gestite dal cliente all'interno del tuo account e offre funzionalità avanzate di ricerca e filtraggio per trovare più facilmente le chiavi che desideri gestire, anche se hai centinaia o migliaia di chiavi.  

  • AWS Single Sign-On aggiunge nuove applicazioni aziendali preintregrate

    Inserito il: Nov 8, 2018

    È ora possibile utilizzare AWS Single Sign-On (AWS SSO) per la gestione degli accessi SSO a più applicazioni aziendali preintregrate, quali Evernote, DataDog e JFrog Artifactory. Queste applicazioni vanno ad aggiungersi a quelle già preintegrate, quali Salesforce, Google Suite e Microsoft Office 365. Per un elenco completo delle applicazioni aziendali preintegrate con AWS SSO, consulta le Applicazioni cloud.

  • Nuova console di gestione AWS CloudFormation ora disponibile

    Inserito il: Nov 8, 2018

    La nuova console AWS CloudFormation ora è generalmente disponibile. La nuova console rende più facile per te usare AWS CloudFormation e semplifica la gestione di Stack e StackSet di CloudFormation. Puoi optare per la nuova esperienza accedendo alla console CloudFormation . Inviaci commenti e suggerimenti con il link per feedback nella nuova console.

    Il supporto di CloudFormation per AWS PrivateLink è disponibile nelle regioni Stati Uniti orientali (Virginia settentrionale), Stati Uniti orientali (Ohio), Stati Uniti occidentali (Oregon), Stati Uniti occidentali (California settentrionale), Canada (Centrale), Asia Pacifico (Mumbai), Asia Pacifico (Seoul), Asia Pacifico (Singapore), Asia Pacifico (Sydney), Asia Pacifico (Tokyo), UE (Francoforte), UE (Irlanda), UE (Londra), UE (Parigi) e Sud America (San Paolo). Per saperne di più su CloudFormation, visita la nostra pagina prodotti .
     

  • Monitora l'utilizzo e la copertura dell'istanza riservata di Amazon Elasticsearch utilizzando AWS Budgets

    Inserito il: Nov 8, 2018

    Il servizio Amazon Elasticsearch di istanza riservata (RIs) offre sconti significativi rispetto alle istanze standard on-demand. A partire da oggi, puoi utilizzare AWS Budgets per impostare i budget di copertura e di utilizzo personalizzati basati su RIs di Amazon Elasticsearch che ti avvisano quando scendi al di sotto della soglia che definisci.

  • Amazon Inspector lancia le valutazioni di rete senza agente

    Inserito il: Nov 8, 2018

    Amazon Inspector offre ora valutazioni di rete senza agente con il pacchetto di regole della “Raggiungibilità di rete” che identifica le porte e i servizi sulle istanze Amazon EC2 accessibili al di fuori del VPC. Con pochi clic nella console di Inspector, puoi analizzare la configurazione di rete del tuo account AWS per identificare le risorse accessibili da Internet o da reti private come VPN, Direct Connect o un VPC peer.  

  • AWS Elemental MediaLive aggiunge la commutazione dell’input per i canali in diretta

    Inserito il: Nov 8, 2018

    AWS Elemental MediaLive ora consente di commutare un canale in diretta da un input preconfigurato all’altro. Significa che gli input assegnati per un canale attivo possono essere modificati in base a una determinata programmazione. È possibile creare le programmazioni tramite la console di gestione AWS o l’API. Per ulteriori informazioni, consulta la documentazione sulla commutazione degli input.

  • Amazon SageMaker l'apprendimento incrementale per la classificazione delle immagini e gli algoritmi di rilevamento degli oggetti

    Inserito il: Nov 8, 2018

    Amazon SageMaker ora supporta l'apprendimento incrementale per i suoi algoritmi di riconoscimento visivo integrati - classificazione delle immagini e rilevamento degli oggetti. Con l'apprendimento incrementale, è possibile inizializzare il tuo modello con le conoscenze apprese dalla formazione precedente. Questo consente al modello di preservare le conoscenze acquisite in precedenza e di estenderlo formando il modello su nuovi dati. Diventa utile quando i dati già sviluppati in precedenza arrivano in lotti nel corso del tempo. Con questa funzionalità non è necessario riqualificare il modello da zero ogni volta che si ricevono nuovi dati risparmiando tempo e risorse di elaborazione.

  • Amazon SageMaker ora supporta Apache MXNet 1.3 e TensorFlow 1.11

    Inserito il: Nov 8, 2018

    Amazon SageMaker ora supporta Apache MXNet 1.3 e TensorFlow 1.11 nei container integrati rispettivamente per MXNet e TensorFlow Questo semplifica l'esecuzione degli script TensorFlow e MXNet, sfruttando al contempo le funzionalità offerte da Amazon SageMaker, tra cui una libreria di algoritmi ad alte prestazioni, formazione gestita e distribuita con ottimizzazione automatica dei modelli, distribuzione con un solo clic e hosting gestito.

  • Amazon RDS for SQL Server ora supporta la funzionalità Always On sui gruppi di disponibilità

    Inserito il: Nov 8, 2018

    Amazon RDS for SQL Server offre ora gruppi di disponibilità Always On per la configurazione Multi-AZ in tutte le regioni AWS. Questa nuova opzione ad elevata disponibilità soddisfa i requisiti dei carichi di lavoro di produzione di livello Enterprise su SQL Server. 

  • Amazon API Gateway presenta un modello di tariffazione a scaglioni

    Inserito il: Nov 8, 2018

    Amazon API Gateway offre ora un modello di tariffazione a scaglioni per le richieste API. Il nuovo modello consente di ridurre i costi in base al numero di richieste inviate per regione e per account AWS. Amazon API Gateway è un servizio che semplifica agli sviluppatori la creazione, la pubblicazione, la manutenzione, il monitoraggio e la protezione delle API su qualsiasi scala.

  • Le code FIFO di Amazon SQS sono ora disponibili nelle regioni di Asia e Pacifico (Tokyo) e Asia e Pacifico (Sidney)

    Inserito il: Nov 8, 2018

    Le code di Amazon Simple Queue Service (SQS) First-in, First-out FIFO sono ora disponibili nelle regioni di Asia e Pacifico (Tokyo) e Asia e Pacifico (Sydney) in aggiunta alla disponibilità già esistente nelle regioni degli Stati Uniti orientali (Virginia del Nord), Stati Uniti orientali (Ohio), Stati Uniti occidentali (Oregon) ed Europa (Irlanda).

  • Clona un lavoro di ottimizzazione di iperparametro tramite la console di Amazon SageMaker

    Inserito il: Nov 7, 2018

    È ora possibile clonare i lavori di ottimizzazione di iperparametri esistenti per creare nuovi lavori tramite la console Amazon SageMaker È frequente eseguire più processi di ottimizzazione iperparametrici con gli stessi parametri come set di dati, intervalli di iperparametri e risorse di calcolo. Creare molti lavori con gli stessi dettagli può essere noioso e richiede molto tempo I lavori clonati di ottimizzazione dell'iperparametro utilizzano la stessa configurazione dei lavori dell’ottimizzazione originale. Questo semplifica e velocizza la creazione di nuovi processi di ottimizzazione iperparametrici.

  • La funzionalità di trasformazione di batch di Amazon SageMaker ora offre supporto per la crittografia di AWS KSM

    Inserito il: Nov 7, 2018

    Amazon SageMaker offre ora supporto per AWS Key Management Service (KMS) per la crittografia di dati usati per i lavori di trasformazione di batch. Utilizzando AWS KMS i clienti hanno la possibilità di controllare le chiavi di crittografia per proteggere i volumi di archiviazione utilizzati durante i lavori di trasformazione di batch.  

  • Amazon Glacier è ora disponibile nella regione AWS del Sud America (San Paolo)

    Inserito il: Nov 8, 2018

    Amazon Glacier è ora disponibile nella regione AWS del Sud America (San Paolo) I clienti utilizzano Amazon Glacier per archiviare i dati al fine di conservarli per lunghi periodi di tempo, per la conformità e per il backup di contenuti che non richiedono accessi frequenti. Amazon Glacier può essere utilizzato direttamente tramite la console di gestione AWS, i kit di sviluppo software (SDK) AWS per Java, .NET, PHP o Python, direttamente tramite l’API Amazon Glacier oppure utilizzando le policy del ciclo di vita S3 per spostare oggetti esistenti memorizzati in Amazon S3 verso Amazon Glacier per l’archiviazione. Con questa espansione, Amazon Glacier è ora disponibile in tutte le regioni AWS.


  • La registrazione centralizzata di log utilizza ora le funzionalità di Amazon Cognito per l'autenticazione dell'utente

    Inserito il: Nov 7, 2018

    AWS presenta una versione aggiornata di registrazione centralizzata di log, una soluzione che fornisce automaticamente i servizi necessari per la raccolta, l’analisi e la visualizzazione di log su più account e in più regioni AWS. La soluzione sfrutta ora le funzionalità di scalabilità e sicurezza di autenticazione dell’utente nel pannello di controllo di pool di utenti di Amazon Cognito per Kibana, offre supporto per Amazon Elasticsearch Service (Amazon ES) versione 6.3 e include, infine, l'opzione di crittografia di dati inattivi di Amazon ES.

  • Amazon Route 53 pubblica la mappa interattiva per routing di geo-prossimità Traffic Flow

    Inserito il: Nov 7, 2018

    A partire da oggi, se usi il routing di geo prossimità della console Amazon Route 53 Traffic Flow puoi vedere come i tuoi utenti finali verranno indirizzati a ciascuno degli endpoints dell'applicazione su una mappa interattiva.

  • Xilinx Zynq-7000 ora è qualificato per Now Qualified for Amazon FreeRTOS

    Inserito il: Nov 7, 2018

    Il sistema programmabile su chip (SoC) Xilinx Zynq-7000 ora è qualificato per Amazon FreRTOS. Puoi trarre vantaggio dalle funzioni dai benefici da Amazon FreeRTOS usando il bundle Avnet MicroZed Industrial IoT, scheda di sviluppo alimentata da Xilinx.

  • AWS Fargate ora disponibile nelle regioni della California settentrionale e di Seul

    Inserito il: Nov 7, 2018

    AWS Fargate ora è disponibile nelle regioni degli Stati Uniti occidentali (California settentrionale) e Asia Pacifico (Seul).

    AWS Fargate è un motore di elaborazione per Amazon ECS che permette di eseguire container in produzione senza doverne distribuire o gestire i server. Fargate permette di concentrare la propria attenzione su progettazione e creazione di applicazioni senza dover perdere tempo con la gestione dell'infrastruttura che le esegue.

    Per visualizzare un elenco completo delle regioni AWS in cui è disponibile Fargate, consulta la tabella delle regioni.

     

  • Distribuisci un cluster Dynatrace Managed in AWS con il nuovo Quick Start

    Inserito il: Nov 7, 2018

    Questo Quick Start distribuisce un cluster Dynatrace Managed nel cloud AWS (Amazon Web Services) 

  • Amazon RDS for MySQL, MariaDB e PostgreSQL supporta ora fino a 32 TiB di storage di database

    Inserito il: Nov 7, 2018

    A partire da oggi, è possibile creare istanze database per Amazon RDS for MariaDB, Amazon RDS for MySQL e Amazon RDS for PostgreSQL con capacità di storage fino a 32 TiB. È anche possibile aumentare lo storage delle istanze database esistenti basate su SSD fino a 32 TiB senza tempi di inattività. Il nuovo limite dello storage rappresenta un incremento rispetto ai precedenti 16TB ed è supportato per gli storage Provisioned IOPS e General Purpose SSD.

    La nuova opzione con capacità fino a 32 TiB supporta database di maggiori dimensioni, consentendo anche di consolidare gli shard di database in istanze a database singolo, semplificando il codice delle applicazioni e riducendo gli interventi di amministrazione dei database. Per ulteriori informazioni, consulta la documentazione sullo storage per Amazon RDS.

    Amazon RDS semplifica la configurazione, l'uso e il dimensionamento dei database relazionali nel cloud. Consulta le pagine di Amazon RDS for MariaDB, Amazon RDS for MySQL e Amazon RDS for PostgreSQL per consultarne la disponibilità regionale.

  • Amazon FreeRTOS è ora disponibile nelle regioni Asia Pacifico (Mumbai), Asia Pacifico (Seoul) e Asia Pacifico (Singapore)

    Inserito il: Nov 7, 2018

    Amazon FreeRTOS è ora disponibile nelle regioni Asia Pacifico (Mumbai), Asia Pacifico (Seoul) e Asia Pacifico (Singapore).

    Amazon FreeRTOS è un sistema operativo IoT per microcontroller che estende il kernel FreeRTOS mediante librerie software per garantire sicurezza, connettività e aggiornabilità, semplificando le procedure di programmazione, distribuzione protezione, connessione e gestione dei dispositivi edge di piccole dimensioni a bassa potenza

  • Amazon EKS è ora disponibile nella regione Ohio

    Inserito il: Nov 7, 2018

    Amazon Elastic Container Service for Kubernetes (EKS) è ora disponibile nella regione AWS Stati Uniti orientali (Ohio).

  • AWS Elemental MediaPackage è ora disponibile nella regione Asia Pacifico (Mumbai)

    Inserito il: Nov 7, 2018

    AWS Elemental MediaPackage è un servizio di creazione di origini e pacchetti video just-in-time che permette ai distributori di contenuti video di offrire contenuti in streaming in modo sicuro e affidabile in modo scalabile. A partire da un singolo input video, AWS Elemental MediaPackage permette di creare flussi video nei formati ideali per essere riprodotti su smart TV, smartphone, computer, tablet e console. In questo modo è più semplice implementare le stesse caratteristiche che è possibile trovare nei videoregistratori digitali, ad esempio autoplay, pausa e rewind. Il servizio permette inoltre di proteggere i contenuti utilizzando sistemi Digital Rights Management (DRM).

  • Amazon RDS per PostgreSQL supporta le nuove versioni secondarie 10.5, 9.6.10, 9.5.14, 9.4.19 e 9.3.24 per AWS GovCloud (Stati Uniti)

    Inserito il: Nov 7, 2018

    Dopo l'annuncio sulle novità del database PostgreSQL, abbiamo aggiornato Amazon RDS per PostgreSQL aggiungendo il supporto per le versioni secondarie di PostgreSQL 10.5, 9.6.10, 9.5.14, 9.4.19 e 9.3.24 nella regione AWS GovCloud (Stati Uniti). La nuova versione risolve le vulnerabilità della sicurezza di PostgreSQL contenute in questa versione secondaria di PostgreSQL e nelle precedenti e contiene altre correzioni di bug e miglioramenti.

    Con questo aggiornamento, è stato anche aggiunto il supporto per le estensioni pglogical versione 2.2.0 e pg_similarity versione 1.0 in PostgreSQL 10.5 e 9.6.10; l'estensione pageinspect versione 1.6 è supportata in PostgreSQL 10.5; Map Box Vector Tiles in PostGIS con libprotobuf-c è supportata in PostgreSQL 10.5; wal2json è stata aggiornata alla versione 01c5c1ec in PostgreSQL 10.5 e 9.6.10; infine, pg_hint_plan è stata aggiornata alla versione 1.3.1 e 1.2.3.

    Amazon RDS per PostgreSQL consente di configurare, operare e ricalibrare le distribuzioni PostgreSQL nel cloud con la massima semplicità. Per ulteriori informazioni sull'aggiornamento delle istanze database, leggi la Guida per l’utente Amazon RDS. Consulta la pagina dei prezzi di Amazon RDS per PostgreSQL per verificare la disponibilità a livello regionale.

  • Le istanze H1 di Amazon EC2 sono ora disponibili in zone di disponibilità aggiuntive nella regione AWS Stati Uniti orientali (Virginia settentrionale)

    Inserito il: Nov 7, 2018
  • Amazon Kinesis Data Analytics è ora disponibile nella regione AWS Stati Uniti orientali (Ohio)

    Inserito il: Nov 7, 2018

    Amazon Kinesis Data Analytics è ora disponibile nella regione AWS Stati Uniti orientali (Ohio). Amazon Kinesis Data Analytics è il mezzo più semplice per elaborare flussi di dati in tempo reale con lo standard SQL senza dover apprendere specifiche competenze su linguaggi di programmazione o framework di elaborazione. Amazon Kinesis Data Analytics permette di eseguire query su flussi di dati o creare intere applicazioni in streaming usando SQL per poter ottenere informazioni utili per prendere decisioni, agire e rispondere prontamente alle esigenze dei clienti. 

  • Amazon Neptune è ora disponibile nella regione UE (Francoforte)

    Inserito il: Nov 7, 2018

    Amazon Neptune è ora disponibile nella regione UE (Francoforte).

  • Amazon Kinesis Data Analytics è ora disponibile nella regione AWS Stati Uniti orientali (Ohio)

    Inserito il: Nov 7, 2018

    Amazon Kinesis Data Analytics è ora disponibile nella regione AWS Stati Uniti orientali (Ohio). Amazon Kinesis Data Analytics è il mezzo più semplice per elaborare flussi di dati in tempo reale con lo standard SQL senza dover apprendere specifiche competenze su linguaggi di programmazione o framework di elaborazione. Amazon Kinesis Data Analytics permette di eseguire query su flussi di dati o creare intere applicazioni in streaming usando SQL per poter ottenere informazioni utili per prendere decisioni, agire e rispondere prontamente alle esigenze dei clienti.

  • Amazon EMR versione 5.18.0 offre ora il supporto per Flink 1.6.0, Zeppelin 0.8.0 e S3 Select con motori di query Hive e Presto

    Inserito il: Nov 6, 2018

    Con Amazon EMR versione 5.18.0 è ora possibile utilizzare Apache Flink 1.6.0, Apache Zeppelin 0.8.0 e S3 Select con motori di query Hive e Presto. Flink 1.6.0 aggiunge diverse nuove funzionalità e aggiornamenti, incluso il supporto nativo per lo stato TTL che consente di controllare l'accesso agli stati Flink e supportare l'invio di lavori basati su richieste HTTP e REST migliorando l’integrazione con gli ambienti container nel cluster. Inoltre, presenta diversi miglioramenti della tabella API e SQL che semplificano le esecuzioni di query in streaming e batch e aggiunge il supporto SQL per il formato di dati Avro. Zeppelin 0.8.0 supporta l'esecuzione dell'interprete Spark in modalità cluster Apache Hadoop YARN e dell'interprete Ipython nonché la possibilità di utilizzare Apache HDFS come storage di back-end per salvare e leggere i documenti del notebook Zeppelin.

    Con la versione 5.18.0 di EMR è ora possibile utilizzare S3 Select con motori di query Hive e Presto. S3 Select consente alle applicazioni il recupero di un solo sottoinsieme di dati da un oggetto archiviato in Amazon S3. Ciò migliora le prestazioni poiché riduce la quantità di dati che devono essere trasferiti e elaborati dal cluster EMR durante l'esecuzione di query Hive e Presto. Per ulteriori informazioni su queste caratteristiche, visita le pagine S3 Select con Hive e S3 Select con Presto

    Inoltre, con questa versione, è possibile utilizzare anche le versioni aggiornate di Apache Spark 2.3.2, Apache HBase 1.4.7 e Presto 0.210.

    Con la versione 5.18.0 è possibile creare un cluster Amazon EMR scegliendo l'etichetta "emr-5.18.0" tramite Console di gestione AWS, interfaccia a riga di comando AWS o kit SDK. Puoi selezionare Flink, HBase, Presto e Zeppelin per installare queste applicazioni all'avvio del cluster EMR. Per ulteriori informazioni su EMR versione 5.18.0, Flink 1.6.0, HBase 1.4.7, Spark 2.3.2, Presto 0.210, e Zeppelin 0.8.0., consulta la documentazione di Amazon EMR.

    Amazon EMR versione 5.18.0 è ora disponibile in tutte le regioni supportate per Amazon EMR.

    Puoi essere sempre informato sulle nuove versioni in EMR iscrivendoti ai feed delle note di rilascio della versione EMR. Usa l’icona RSS in cima alla Guida Release EMRper collegare l’URL dei feed direttamente al tuo lettore di feed preferito.

  • Amazon EMR offre ora supporto per le istanze G3, H1 e Z1d

    Inserito il: Nov 6, 2018

    È ora possibile avviare i cluster di Amazon EMR tramite istanze di grafica G3 di ultima generazione, istanze Z1d con memoria ottimizzata e istanze H1 con storage ottimizzato della famiglia Amazon EC2. Le istanze G3 e Z1d sono disponibili con EMR 5.18.0 e versioni successive mentre le istanze H1 a partire dalla versione 5.17.0 in poi.

    Le istanze di grafica G3 presentano l'ultima generazione di GPU e sono ideali per applicazioni Big Data ad uso intensivo di grafica che richiedono una potente combinazione di capacità di CPU, memoria host e GPU.

    Le istanze Z1d offrono CPU a prestazioni elevate a thread singolo nonché memoria elevata e sono ideali per applicazioni di memoria intensiva che non richiedono molte CPU.

    Le istanze H1 con storage ottimizzato offrono una densità elevata di storage HDD locale con larghezza di banda di rete elevata e sono sviluppate per applicazioni di dati intensivi che richiedono costi ridotti, throughput elevato del disco e accesso rapido sequenziale I/O al disco su set di dati molto grandi.

    Queste istanze sono disponibili in varie dimensioni; per ulteriori informazioni a riguardo, visita la pagina delle istanze di Amazon EC2. Per informazioni sulle tariffe di queste istanze, consulta la pagina dei prezzi di Amazon EMR.

    Amazon EMR supporta queste istanze nelle seguenti regioni:

    Le istanze G3 sono disponibili nelle regioni Stati Uniti orientali (Virginia settentrionale e Ohio), Stati Uniti occidentali (San Francisco e Oregon), Europa (Irlanda e Francoforte) e Asia Pacifico (Sydney, Singapore e Tokyo).

    Le istanze Z1d sono disponibili nelle regioni Stati Uniti orientali (Virginia settentrionale), Stati Uniti occidentali (San Francisco e Oregon), Europa (Irlanda) e Asia Pacifico (Singapore e Tokyo).

    Le istanze H1 sono disponibili nelle regioni Stati Uniti orientali (Virginia settentrionale e Ohio), Stati Uniti occidentali (Oregon) e UE (Irlanda).

  • Amazon EMR ora supporta un repository di artefatti pubblici per build Maven

    Inserito il: Nov 6, 2018

    Amazon EMR ora supporta un repository di artefatti pubblici EMR che consente agli sviluppatori di creare applicazioni basate sulla distribuzione EMR per Apache Hadoop e Apache Hive e che usa il software Apache Maven per la gestione delle dipendenze. Il repository di artefatti EMR ospita le stesse versioni ottimizzate di librerie e dipendenze disponibili con versioni specifiche di Amazon EMR: questo garantisce che gli artefatti utilizzati nella creazione di applicazioni sullo stack EMR siano compatibili con le librerie di runtime sul cluster EMR. Gli artefatti nel repository corrispondono alla versione 5.18.0 di EMR e a quelle successive. Per ulteriori informazioni sugli Artefatti in repository di EMR, consulta la documentazione di Amazon EMR.

  • Amazon CloudFront annuncia sei nuove edge location in Nord America, Europa e Asia

    Inserito il: Nov 6, 2018

    Dettagli: Amazon CloudFront annuncia sei nuove edge location per potenziare la presenza globale nelle grandi città di tutto il mondo. Le nuove edge location si trovano ad Hyderabad (2), Nuova Delhi, Londra (2) e Hillsboro. Sia quelle di Hyderabad, in India, che di Hillsboro, in Oregon sono nuove location. Con questo lancio, CloudFront incrementa fino a un massimo del 55% la sua capacità media di elaborazione delle richieste in India e nel Regno Unito.
    L’aggiunta di queste edge location rafforza la distribuzione, la performance e il dimensionamento per i nostri clienti. L'elenco completo delle location di CloudFront in tutto il mondo è disponibile nella pagina Web delle caratteristiche di CloudFront Features.

  • Presentazione di Machine Learning per servizi di telecomunicazione

    Inserito il: Nov 6, 2018

    La soluzione Machine Learning per servizi di telecomunicazione offre un framework per la creazione di un processo completo di machine learning (ML) che include l’esplorazione dei dati ad hoc, l’elaborazione di dati, la progettazione delle caratteristiche, nonché l’addestramento e la valutazione dei modelli. Questa soluzione fornisce, inoltre, un set di dati sintetico di telecomunicazioni IPDR (IP Data Record) a dimostrazione della capacità degli algoritmi ML di testare e addestrare modelli per l'analisi predittiva nel settore della telecomunicazione. I clienti possono utilizzare i notebook inclusi come punto di partenza per la preparazione di modelli ML personalizzati nonché adattare i notebook Jupyter inclusi alle proprie esigenze.

  • Accesso ai consigli di acquisto su istanza riservata per tutti i profili connessi da una posizione centralizzata

    Inserito il: Nov 6, 2018

    A partire da oggi, gli account di pagamento possono accedere ai consigli di acquisto su istanza riservata (IR) per tutti i profili connessi da una posizione centralizzata; ciò consente di identificare nuove opportunità di risparmio per ogni account. In precedenza, gli account di pagamento erano in grado di accedere ai consigli esclusivamente in base all'utilizzo aggregato di tutti i loro profili. Questa caratteristica espande le capacità di consigli di acquisto su istanza riservata (IR) consentendo agli account di pagamento di generare e visualizzare consigli basati sull'utilizzo di ciascun profilo. Ciò consente di identificare facilmente le opportunità di risparmio sui costi per ciascuno dei tuoi account a partire da una posizione centralizzata,eliminando la necessità di accedervi separatamente.

  • Amazon RDS for Oracle offre ora il supporto per tipi di dati di valore EXTENDED

    Inserito il: Nov 6, 2018

    Amazon RDS for Oracle presenta il supporto per tipi di dati di valore EXTENDED per l’uso di gruppi di parametri personalizzati con il parametro MAX_STRING_SIZE impostato sul valore EXTENDED. I tipi di dati di valore EXTENDED consentono agli utenti di aumentare la dimensione massima delle colonne VARCHAR2, NVARCHAR2 e RAW fino al limite di 32767 byte.

  • Presentazione di istanze Amazon EC2 con processori AMD EPYC

    Inserito il: Nov 6, 2018

    Amazon Web Services (AWS) annuncia la disponibilità di nuove istanze EC2 con processori AMD serie EPYC 7000 da 2,5 GHz; queste istanze sono varianti delle istanze a uso generico (M5) e di quelle ottimizzate di memoria (R5) della famiglia di istanze di Amazon EC2. Le istanze basate su processori AMD offrono opzioni aggiuntive per quei clienti che desiderino ridurre i costi del 10% del proprio ambiente di elaborazione Amazon EC2 con una varietà di carichi di lavoro. Le istanze M5a sono ideali per applicazioni business critical, applicazioni e server Web, server back-end per applicazioni aziendali, server di videogiochi, parchi istanze di cache e ambienti di sviluppo di app. Le istanze R5a sono sviluppate per database ad alte prestazioni, cache in memoria distribuite su scala Web, database in memoria di medie dimensioni, analisi di big data in tempo reale e altre applicazioni aziendali.

  • Amazon Pinpoint annuncia il supporto per le e-mail transazionali e l'aggiunta di pannelli di controllo di analisi di e-mail avanzati

    Inserito il: Nov 6, 2018

    Amazon Pinpoint ha annunciato oggi il supporto per le e-mail transazionali. Questa funzionalità si aggiunge a quelle esistenti di invio di e-mail basate sulla campagna di Amazon Pinpoint. Le e-mail transazionali sono un ottimo strumento per inviare messaggi ad-hoc, come conferme degli ordini ed e-mail di reimpostazione della password.

  • Trasferisci flussi di dati da servizi basati su Microsoft Windows con Amazon Kinesis Agent per Microsoft Windows

    Inserito il: Nov 6, 2018
  • Le istanze Amazon EC2 di tipo T3 sono ora disponibili nelle regioni AWS Europa (Parigi), Asia Pacifico (Seoul) e AWS GovCloud (Stati Uniti occidentali)

    Inserito il: Nov 5, 2018
  • La console di Amazon EC2 per istanze Spot ora fornisce accesso a informazioni sui risparmi di istanze Spot

    Inserito il: Nov 5, 2018

    La console di Amazon EC2 per istanze Spot offre ora informazioni sui risparmi per le istanze Spot lanciate nel tuo account, consentendo di rilevare in maniera rapida i risparmi sui costi ottenuti grazie al servizio rispetto ai prezzi on demand. Utilizzando la console per istanze Spot, è ora possibile visualizzare le informazioni sull'utilizzo e sui risparmi per tutti i parchi istanze Spot o per tutte le istanze Spot in esecuzione. È possibile visualizzare i risparmi ottenuti nell'ultima ora o negli ultimi tre giorni e visualizzare il costo medio orario per vCPU nonché quello di memoria (GiB). È inoltre possibile visualizzare informazioni dettagliate sull'utilizzo e sui risparmi per i singoli tipi di istanze utilizzati per tipo di parchi individuali o per tutte le istanze Spot in esecuzione.

    Per iniziare a visualizzare le informazioni di risparmio per parchi di istanze Spot, seleziona "Risparmi" per una richiesta di parchi nella console di istanze Spot EC2. Per impostazione predefinita, si visualizzano le informazioni sull'utilizzo e sui risparmi degli ultimi 3 giorni. Per iniziare a visualizzare i risparmi su tutte le istanze Spot in esecuzione, seleziona"Riepilogo risparmi" nella console di istanze Spot di EC2.

    Le informazioni sui risparmi delle istanze Spot di EC2 sono accessibili solo attraverso la relativa console. Il servizio di informazione sui risparmi delle istanze Spot di EC2 è ora disponibile in tutte le regioni AWS pubbliche.

    Per ulteriori informazioni su questa caratteristica, consulta la pagina della documentazione.

  • Amazon API Gateway aggiunge il supporto per AWS WAF

    Inserito il: Nov 5, 2018

    È possibile abilitare AWS WAF per Amazon API Gateway per semplificare la protezione delle tue API dalle minacce più comuni del Web.

    AWS WAF è un firewall che aiuta a proteggere le applicazioni Web e le API dagli attacchi consentendo di configurare regole per consentire, bloccare o monitorare (modalità di conteggio) le richieste Web in base a condizioni personalizzate.

    È possibile utilizzare AWS WAF per proteggere le API di Amazon API Gateway da attacchi possibili quali SQL injection e cross-site scripting (XSS). Non solo, con le regole configurate, è possibile filtrare richieste Web per indirizzo IP, area geografica, dimensione e/o stringhe o modelli di espressioni regolari. Potrai inserire condizioni specifiche nelle intestazioni o nella struttura HTTP della richiesta, che ti consentirà di creare regole complesse per bloccare gli attacchi di user-agent specifici, bot dannosi o scaper di contenuti. È inoltre possibile sfruttare le regole gestite di AWS Marketplace per proteggere, in modo immediato, le tue API da minacce comuni come i rischi per la sicurezza OWASP Top 10 e le vulnerabilità ed esposizioni comuni (CVE).

    Il supporto per AWS WAF di Amazon API Gateway è disponibile nelle regioni Stati Uniti orientali (Virginia settentrionale), Stati Uniti orientali (Ohio), Stati Uniti occidentali (Oregon), Stati Uniti occidentali (California settentrionale), UE (Irlanda), UE (Francoforte), Asia Pacifico (Sydney) e Asia Pacifico (Tokyo). Per ulteriori informazioni su Amazon API Gateway, visita la nostra pagina del prodotto. Per maggiori informazioni su AWS WAF, fai clic qui.

    Puoi anche scoprire di più su come abilitare AWS WAF per Amazon API Gateway nella nostra documentazione.

  • Le AMI AWS di apprendimento approfondito presentano ora Chainer 5.0

    Inserito il: Nov 5, 2018

    Le AMI AWS di apprendimento approfondito per Ubuntu e Amazon Linux presentano ora build di Chainer 5.0che offrono supporto per Python 3.6 e iDeep 2.0 Analogamente a quanto avviene per gli altri framework, le AMI di apprendimento approfondito offrono build di Chainer 5.0 ottimizzate e configurate appositamente per fornire elevate prestazioni alle attività di apprendimento approfondito in istanze CPU e GPU di Amazon EC2.

  • Amazon SageMaker supporta ora Pipe Mode per set di dati in formato CSV

    Inserito il: Nov 5, 2018

    Gli algoritmi integrati di Amazon SageMaker supportano ora trasferimenti Pipe Mode per set di dati in formato CSV. Questo accelera del 40% la velocità del trasferimento di dati da AmazonSimple Storage Service (S3) a SageMaker e consente l’addestramento, in contemporanea, di modelli di machine learning (ML). Grazie a questo miglioramento, i vantaggi prestazionali dei trasferimenti Pipe Mode si estendono ai set di dati di addestramento in formato CSV in aggiunta al formato recordio-protobuf rilasciato all'inizio di quest'anno.

  • Amazon RDS for Oracle offre ora supporto per istanze di tipo M5

    Inserito il: Nov 5, 2018

    È ora possibile lanciare istanze M5 durante l’esecuzione di Amazon RDS for Oracle. Le istanze Amazon EC2 di tipo M5 rappresentano la generazione più recente di istanze di calcolo di Amazon EC2 per uso generico. Offrono il giusto bilanciamento di risorse di elaborazione, memoria e rete per un'ampia gamma di carichi di lavoro di database.

  • Amazon Inspector aggiunge il supporto per i dettagli dei risultati di sicurezza delle istanze Amazon EC2

    Inserito il: Nov 5, 2018

    La caratteristica di valutazione dei risultati di sicurezza di Amazon Inspector include ora dettagli come l'ID AMI (Amazon Machine Image), i tag di istanza, il gruppo di Auto Scaling, il nome host, gli indirizzi IP, i nomi DNS e l'ID di sottorete dell'istanza Amazon EC2 che presenta vulnerabilità o una configurazione poco sicura. Per visualizzare i suddetti campi, fai clic sul pulsante ‘Mostra dettagli’ nel momento della verifica di un risultato nella console di gestione. Inoltre, questi campi sono disponibili durante la descrizione dei risultati tramite l’API AWS e l’interfaccia a riga di comando.

    Amazon Inspector esamina automaticamente le applicazioni in cerca di vulnerabilità o divergenze dalle best practice. Dopo aver eseguito un esame, Amazon Inspector fornisce un elenco dettagliato con i risultati della valutazione, ordinati secondo il livello di gravità. Questi campi aggiuntivi consentono di filtrare, raggruppare e ordinare per priorità i risultati di sicurezza secondo l’immagine, la posizione di rete, i tag o altri attributi di istanze EC2 che presentino vulnerabilità.

    Amazon Inspector è disponibile nelle undici seguenti regioni: Stati Uniti orientali (Virginia settentrionale), Stati Uniti orientali (Ohio), Stati Uniti occidentali (California settentrionale), Stati Uniti occidentali (Oregon), UE (Francoforte), UE (Irlanda), Asia Pacifico (Mumbai), Asia Pacifico (Seoul), Asia Pacifico (Sydney), Asia Pacifico (Tokyo) e AWS GovCloud (Stati Uniti).

    Per saperne di più su Amazon Inspector o per attivare la tua prova gratuita, visita Amazon Inspector.

  • La console di gestione di Amazon S3 supporta ora cinque nuove lingue

    Inserito il: Nov 2, 2018

    Hello! Bonjour! Hola! Ciao! Hallo! 안녕! 您好!您好!こんにちは!Olá!

    La console di gestione di Amazon S3 ora supporta cinque nuove lingue: spagnolo, italiano, tedesco, cinese tradizionale e portoghese; ciò porta a dieci il numero di lingue supportate dalla console di gestione S3. L'espansione delle lingue semplifica la configurazione, la gestione e l'amministrazione dei bucket di storage S3 e degli oggetti nella tua lingua nativa. La console di gestione S3 è disponibile anche in inglese, francese, giapponese, coreano e cinese semplificato.

  • Amazon Rekognition presenta la caratteristica di rilevamento potenziato di oggetti e scene, nonché l’identificazione di oggetti all’interno delle immagini

    Inserito il: Nov 2, 2018

    Amazon Rekognition è un servizio di analisi di immagini e video basato sull'apprendimento approfondito che permette di identificare oggetti, persone, testo, scene e attività e di riconoscere contenuti non sicuri. Oggi annunciamo un importante aggiornamento per il rilevamento di oggetti e scene, noto anche come rilevamento di etichette. Il rilevamento di etichette identifica oggetti e scene contenuti nelle immagini. Fino ad ora, Amazon Rekognition poteva identificare la presenza di un oggetto in un'immagine, senza però riuscire a definirne la posizione all'interno dell'immagine. Amazon Rekognition ora è in grado di specificare l'ubicazione di oggetti comuni ad esempio cani, persone e automobili all’interno di un'immagine attraverso cornici di delimitazione e offre una precisione notevolmente potenziata per tutte le etichette di oggetti e scene esistenti applicabili ad una ampia varietà di casi d’uso. Inoltre, i clienti possono utilizzare le informazioni della cornice per dedurre il numero di ciascun oggetto ("3 cani") contenuto nell’immagine nonché la relazione tra essi ("cane su un divano"). Questi aggiornamenti non prevedono costi aggiuntivi.

  • Amazon WorkMail presenta le regole del flusso di posta in uscita

    Inserito il: Nov 2, 2018

    È ora possibile aggiungere regole del flusso di posta in uscita alla tua organizzazione Amazon WorkMail. Le regole del flusso di posta in uscita consentono di eseguire semplici azioni di controllo come il blocco dell'invio di un messaggio o il routing di messaggi a un dispositivo personalizzato tramite il protocollo SMTP. Ciò aggiunge estensibilità al prodotto WorkMail consentendo il controllo dell'invio o la delega della gestione della posta elettronica in uscita a dispositivi personalizzati o di terze parti. Ad esempio, ora è possibile eseguire il routing a dispositivi per consentire la protezione contro la divulgazione accidentale di informazioni, la crittografia di e-mail, la gestione della reputazione di indirizzi IP e l’archiviazione. Inoltre, è possibile specificare le condizioni di ciascuna regola del flusso di posta in uscita in base al dominio e agli indirizzi e-mail del mittente e dei destinatari del messaggio. La regola verrà quindi applicata solo in caso di corrispondenza tra le proprie condizioni e quelle del mittente e dei destinatari. In questo modo è possibile indirizzare il traffico in modo diverso in base al destinatario e al mittente. Questo tipo di controllo è particolarmente utile se si esegue il routing a dispositivi con un modello di costo per utente, in quanto consente di instradare solo gli utenti che ne abbiano bisogno. Infine, questa funzionalità integra l'interoperabilità di Amazon WorkMail con Microsoft Exchange dal momento che abilita i clienti, in transizione da Exchange a WorkMail, a eseguire il routing di messaggi di posta elettronica in uscita tramite le impostazioni locali esistenti di Exchange.

    L'impostazione delle regole del flusso di posta in uscita è semplice come quella della posta in ingresso: bastano pochi e rapidi passaggi all’interno della console di Amazon WorkMail. Per iniziare, va alla sezione della tua organizzazione Amazon WorkMail e fai clic su Impostazioni dell’organizzazione. È possibile specificare le regole in base alle azioni di consegna, mancato recapito o routing tramite protocollo SMTP, oltre ad indicare indirizzi e domini di posta elettronica del mittente e del destinatario a cui bisogna applicarle.

    Le regole del flusso di posta in uscita di Amazon WorkMail sono disponibili a partire da oggi in tutte le regioni AWS in cui Amazon WorkMail è presente. Per ulteriori informazioni su Amazon WorkMail e per richiedere la prova gratuita, consulta la pagina di Amazon WorkMail.

  • Amazon GuardDuty ottimizza le analisi AWS CloudTrail riducendo il costo per i clienti

    Inserito il: Nov 1, 2018

    Amazon GuardDuty ottimizza ulteriormente le analisi di log AWS CloudTrail con conseguente riduzione del costo del servizio GuardDuty per molti clienti. Le riduzioni dei costi possono variare in base al volume di log AWS CloudTrail per cliente. In particolare, i clienti con un alto volume di eventi CloudTrail globali avranno modo di verificare l'impatto netto positivo maggiore. La prima fase di aggiornamenti di analisi di log CloudTrail è stata presentata a giugno del 2018. Questa prossima ottimizzazione è la continuazione dei nostri sforzi per ridurre i costi di GuardDuty per i clienti, mentre allo stesso tempo aggiunge continuamente valore di sicurezza introducendo nuove rilevazioni e migliorando i rilevamenti esistenti nel servizio.

  • Amazon RDS ora invia eventi ad Amazon CloudWatch Events

    Inserito il: Nov 1, 2018

    Amazon Relational Database Service (RDS) ora invia tutti gli eventi di servizio ad Amazon CloudWatch Events, permettendo di monitorare e rispondere alle modifiche alle risorse Amazon RDS.

  • Amazon QuickSight contribuisce a supportare i filtri Top N, i controlli dei parametri Cascading e l’analisi dei dati JSON

    Inserito il: Nov 8, 2018

    Amazon QuickSight ti consente di creare filtri Top N e Bottom N per vedere le prestazioni più e meno elevate rispetto a un determinato parametro. Questa funzionalità consente agli autori del dashboard di creare grafici, tabelle e altre visualizzazioni che mostrano automaticamente soltanto i migliori e i peggiori membri N di una dimensione, indipendentemente da quanti membri ci siano e dalla frequenza con cui cambiano. Le opzioni Top N e Bottom N possono essere usate con filtri testuali, numerici e di dati. Apri questa pagina per ulteriori informazioni.

  • Amazon Elastic File System supporta ora un nuovo limite di 512 blocchi per file.

    Inserito il: Nov 1, 2018

    Amazon Elastic File System (Amazon EFS) supporta ora un nuovo limite di 512 blocchi per file.

  • Amazon RDS for Oracle ora supporta Oracle Java

    Inserito il: Oct 31, 2018

    Amazon RDS for Oracle ora supporta Oracle Java tramite l’utilizzo dell’opzione JVM. Oracle Java fornisce uno schema SQL e funzioni che facilitano le funzionalità Oracle Java in un database Oracle.

  • Performance Insights è disponibile al pubblico in RDS for Oracle

    Inserito il: Oct 31, 2018

    Performance Insights di Amazon RDS, una caratteristica avanzata di monitoraggio delle prestazioni dei database che semplifica la diagnosi e la risoluzione delle problematiche legate alle prestazioni sui database Amazon RDS, è ora disponibile al pubblico in Amazon RDS for Oracle. Questa caratteristica offre un piano gratuito con retention dei dati di 7 giorni e un'opzione di conservazione a lungo termine a pagamento.

  • AWS Single Sign-On consente ora l’ottimizzazione della durata della sessione negli account AWS

    Inserito il: Oct 30, 2018
  • Il nuovo Quick Start crea una pipeline di integrazione e distribuzione continue che esegue test sui modelli di AWS CloudFormation, tramite l’utilizzo di AWS TaskCat

    Inserito il: Oct 30, 2018

    Questo Quick Start distribuisce una pipeline di integrazione e distribuzione continue nel cloud di Amazon Web Services (AWS) che esegue test sui modelli di AWS CloudFormation in modo automatico e in circa 15 minuti da un repository in GitHub.

  • Amazon RDS abilita l’interruzione e l’avvio di istanze di database in più zone di disponibilità (Availability Zone).

    Inserito il: Oct 29, 2018

    Amazon RDS for MySQL, MariaDB, PostgreSQL e Oracle ora consentono l’interruzione e l’avvio di istanze di database in esecuzione in una configurazione in più zone di disponibilità (Availability Zone). In questo modo, è facile e conveniente utilizzare database a scopo di sviluppo e test che riflettono la configurazione dei database di produzione, la cui esecuzione non deve essere costante.

    Per l’interruzione e l’avvio di un’istanza di database sono sufficienti pochi clic nella Console di gestione AWS oppure una singola chiamata nell'API AWS o nell'interfaccia a riga di comando; l'operazione in sé richiede pochi minuti. Quando si arresta un’istanza di database, ti verrà addebitato solo l'importo per lo storage database e di backup ma non il consumo orario dell’istanza.

    Nel caso di interruzione di un’istanza di database, Amazon RDS non elimina nessuno dei tuoi backup automatici o log di transazioni. Questo significa che è possibile ripristinare in qualsiasi momento durante il periodo di retention automatico specificato di backup, anche dopo il riavvio di un’istanza. L'avvio di un'istanza la ripristina con la stessa configurazione che presentava nel momento dell’interruzione e mantiene invariata l’iscrizione a endpoint, gruppo di parametri DB, gruppo di sicurezza e gruppo di opzioni.

    La durata massima dell'interruzione di un’istanza di database è di 7 giorni. Dopo 7 giorni, saranno riavviate automaticamente. Per ulteriori informazioni sull'interruzione e l'avvio di un’istanza di database, consulta la sezione Interruzione e avvio di istanze di database nel documento Amazon RDS User Guide.  

  • AWS Firewall Manager supporta ora più RuleGroup AWS WAF

    Inserito il: Oct 29, 2018

    A partire da oggi, è possibile aggiungere più RuleGroup alla policy di AWS Firewall Manager. Questo consente l’utilizzo coerente di regole gestite per AWS WAF in combinazione con le regole WAF personalizzate su tutti i tuoi account AWS. Ad esempio, è ora possibile distribuire un RuleGroup OWASP Top 10 gestito da AWS Marketplace, con una serie di regole WAF personalizzate che soddisfano le tue esigenze di sicurezza specifiche, come la creazione di blacklist di indirizzi IP.

  • Amazon RDS for SQL Server potenzia le funzionalità di backup e ripristino

    Inserito il: Oct 29, 2018

    Amazon RDS for SQL Server annuncia nuovi aggiornamenti delle funzionalità di backup e ripristino. È possibile ripristinare un file di backup sulla stessa istanza DB utilizzata per la creazione del file oltre a poterlo ripristinare più volte. Per ulteriori informazioni, consulta la documentazione su come importare un database SQL Server in Amazon RDS.

  • Amazon Translate offre ora 113 nuove combinazioni linguistiche

    Inserito il: Oct 29, 2018

    Amazon Translate è un servizio di traduzione automatica neurale che produce traduzioni rapide, di alta qualità e a costi contenuti. Oggi annunciamo il lancio di 113 nuove combinazioni linguistiche. I cliente possono ora tradurre da e verso le lingue supportate al momento, per esempio, da francese a spagnolo, con una singola richiesta API. Con questo aggiornamento, espandiamo il numero di combinazioni linguistiche supportate da 24 a 137. Tutte le combinazioni linguistiche supportate si basano su algoritmi di traduzione automatica neurale all’avanguardia. Per l’elenco completo delle combinazioni linguistiche supportate, consulta la pagina della documentazione

  • Amazon API Gateway presenta il portale serverless per sviluppatori

    Inserito il: Oct 29, 2018

    Amazon API Gateway lancia il portale serverless per sviluppatori: un hub che consente di mettere in contatto gli editori con gli abbonati alle API che desiderino scoprire e sfruttarle, in modo rapido, all’interno delle applicazioni che creano.

  • AWS Fargate è ora disponibile nella regione di Londra

    Inserito il: Oct 29, 2018

    AWS Fargate è ora disponibile nella regione AWS di UE (Londra).  

    AWS Fargate è un motore di elaborazione per Amazon ECS che permette di eseguire container in produzione senza doverne distribuire o gestire i server. Fargate permette di concentrare la propria attenzione su progettazione e creazione di applicazioni senza dover perdere tempo con la gestione dell'infrastruttura che le esegue.

    Per visualizzare un elenco completo delle regioni AWS in cui è disponibile Fargate, consulta la tabella delle regioni.
     

  • Distribuisci Microsoft Exchange Server in AWS con la versione aggiornata di Quick Start

    Inserito il: Oct 29, 2018

    Questo aggiornamento distribuisce ambienti Microsoft Exchange Server 2013 o Exchange Server 2016 in un’architettura ad alta disponibilità nel cloud AWS (Amazon Web Services) in modo automatico e in circa 90 minuti. La distribuzione include Microsoft Active Directory Domain Services (AD DS) per servizi di directory e Gateway Desktop remoto (RD Gateway) per l'amministrazione remota in Internet.

  • AWS Serverless Application Model supporta i provider di autorizzazioni di Amazon API Gateway

    Inserito il: Oct 26, 2018
  • Amazon EC2 offre prenotazioni di capacità on-demand

    Inserito il: Oct 25, 2018

    Da oggi potrai prenotare capacità Amazon EC2 per qualsiasi durata, grazie al servizio dedicato alle prenotazioni di capacità on-demand. Amazon EC2 fornisce una vasta selezione di tipi di istanza, oltre a 50 zone di disponibilità globali dove potrai eseguire le tue applicazioni. Tuttavia, alcuni clienti hanno alcuni requisiti altamente specifici per parti delle loro applicazioni in merito a tipo di istanza, dimensioni e funzionalità, nonché rispetto alla zona di disponibilità in cui l’istanza deve essere eseguita e altissimi livelli di garanzia per assicurarsi di essere sempre in grado di avviare una specifica capacità. In passato per realizzare una prenotazione di capacità, i clienti dovevano sfruttare le istanze riservate di zona e impegnarsi a mantenere tali capacità per un periodo minimo di un anno. Da oggi, grazie alle prenotazioni di capacità on-demand, i clienti possono prenotare proprio la capacità di cui hanno bisogno, nella posizione opportuna e conservarla soltanto per il tempo necessario.

    Le prenotazioni di capacità on-demand vengono attivate non appena richieste e rimangono attive fino alla cancellazione. Una prenotazione di capacità è associata a una zona di disponibilità specifica, e, per impostazione predefinita, è utilizzata per l’esecuzione delle istanze di una determinata zona di disponibilità. Alle istanze presentate per le prenotazioni di capacità saranno applicate le tariffe standard per le istanze, finché la prenotazione sarà attiva. Se dovessi non averne più bisogno, potrai cancellare la prenotazione di capacità e interrompere il pagamento in qualsiasi momento.

    Se hai diritto a uno sconto sull’istanza riservata di regione, la riduzione verrà applicata automaticamente a ogni prenotazione di capacità corrispondente. Ciò ti consente di avere la flessibilità per aggiungere prenotazioni di capacità in modo selettivo e di usufruire degli sconti sull’istanza riservata di regione.

    Per iniziare, puoi effettuare una prenotazione di capacità semplicemente scegliendo la zona di disponibilità e la quantità (numero di istanze), precisando altri dettagli sull’istanza come tipo di istanza e tenancy. Una volta creata, la prenotazione di capacità ti consentirà sempre di lanciare una configurazione EC2 specifica.

    Le prenotazioni di capacità on demand sono ora disponibili in tutte le regioni pubbliche. Potrai effettuare e gestire li prenotazioni di capacità mediante la Console di gestione AWS, AWS SDK e CLI. Per saperne di più sulle prenotazioni di capacità e sul loro utilizzo, visita la sezione FAQ e le documentazioni tecniche di Linux o Windows.

  • Distribuisci Autodesk Forge in AWS con il nuovo Quick Start

    Inserito il: Oct 25, 2018

    Questo Quick Start crea un ambiente di Autodesk Forge nel cloud di Amazon Web Services (AWS) per elementi base personalizzabili sotto forma di strumenti, servizi e interfacce di programmazione di applicazioni (API) dei servizi Web. La distribuzione richiede circa 15 minuti.

  • Amazon EKS supporta adesso nuovi blocchi CIDR su VPC

    Inserito il: Oct 25, 2018

    Amazon Elastic Container Service for Kubernetes (EKS) consente adesso la creazione di cluster all’interno di un indirizzo Amazon VPC con blocchi CIDR IPv4 aggiuntivi negli intervalli 100.64.0.0/10 e 198.19.0.0/16. In questo modo i clienti possono beneficiare di una maggiore flessibilità per i propri cluster EKS in fase di configurazione della rete.

  • Amazon ECS-CLI supporta l’autenticazione di registri privati

    Inserito il: Oct 25, 2018

    È ora possibile utilizzare l'interfaccia della riga di comando (Amazon ECS-CLI) di Amazon Elastic Container Service (ECS) per creare chiavi segrete AWS per le credenziali dei tuoi registri privati.

    In precedenza, era necessario creare chiavi segrete AWS per le credenziali dei registri privati per poter utilizzare il servizio ECS-CLI per l’esecuzione di attività richiedenti immagini da un registro privato.
    È ora possibile dotare ECS-CLI di un file di input che contenga i nomi dei registri e le credenziali ad essi associate; ciò consentirà a ECS-CLI di creare chiavi segrete AWS e un ruolo IAM che ECS userà per accedere ad esse.

    Per ulteriori informazioni sul supporto di ECS-CLI nella creazioni di chiavi segrete AWS per le credenziali dei registri privati, consulta la relativa documentazione. Per sapere dove è disponibile ECS, consulta la tabella delle regioni.

  • Gestisci facilmente gli eventi di sicurezza di AWS Managed Microsoft AD con Amazon CloudWatch Logs

    Inserito il: Oct 25, 2018

    A partire da oggi, AWS Directory Service per Microsoft Active Directory, noto anche come AWS Managed Microsoft AD gestito da AWS, consente il monitoraggio e l’analisi di eventi di sicurezza della tua directory. È ora possibile l’inoltro di log di eventi di sicurezza direttamente dalla tua directory ad Amazon CloudWatch Logs. Questo consente di soddisfare i requisiti di monitoraggio di sicurezza, audit e policy di retention di log offrendo trasparenza degli eventi di sicurezza nella directory. 

  • Amazon WorkDocs Drive è adesso disponibile per Mac

    Inserito il: Oct 25, 2018

    Amazon WorkDocs Drive è adesso disponibile per utenti macOS. È possibile usare Amazon WorkDocs Drive come unità utente per accedere a tutti i tuoi file on demand. Inoltre, è possibile accedere a tutti i file su Amazon WorkDocs grazie al Finder su Mac. Tutti i tuoi file sono disponibili on demand dal tuo dispositivo, senza tuttavia occupare prezioso spazio su disco.

    Grazie ad Amazon WorkDocs Drive, molte funzionalità di WorkDocs sono accessibili senza la necessità di aprire alcun browser. Adesso è possibile condividere, segnare come preferiti e visualizzare icone di stato in tempo reale a partire dal Finder su Mac. Tutte le modifiche effettuate con Amazon WorkDocs Drive vengono sincronizzate istantaneamente con l’account Amazon Workdocs e sono accessibili da qualsiasi dispositivo.

    Amazon WorkDocs Drive per Mac è adesso disponibile per il download qui. Amazon WorkDocs Drive per Mac è supportato in tutte le regioni AWS in cui è disponibile Amazon WorkDocs ed è compatibile con le versioni macOS 10.11 o successive. Per ulteriori informazioni, visita Amazon WorkDocs.

  • AWS ora supporta i pagamenti SEPA Direct Debit in Europa

    Inserito il: Oct 25, 2018

    A partire da oggi, è possibile pagare le fatture AWS con qualsiasi conto bancario che supporti lo standard SEPA (Single Euro Payment Area). L’aggiunta di un conto bancario è semplice. Basta navigare alla pagina Metodi di pagamento nella Console di fatturazione AWS e indicare il proprio IBAN, BIC/SWIFT e indirizzo di fatturazione.

  • PostgreSQL 11 è ora disponibile in Amazon RDS Database Preview Environment

    Inserito il: Oct 25, 2018

    PostgreSQL 11 è ora disponibile in Amazon RDS Database Preview Environment. Consente ai clienti di testare la prima versione di produzione di PostgreSQL 11 su Amazon RDS, include oltre 40 estensioni come PostGIS e assistenza al partizionamento hash. PostgreSQL 11 ora può essere distribuito per lo sviluppo e il test nell'Amazon RDS Database Preview Environment senza dover installare, gestire ed effettuare il provisioning del database.

    La community di PostgreSQL ha rilasciato PostgreSQL 11 il 18 ottobre 2018. PostgreSQL 11 fornisce agli utenti miglioramenti alle prestazioni complessive del sistema di database, in particolare a database molto ampi e carichi di lavoro che richiedono elevata capacità computazionale. Inoltre PostgreSQL 11 apporta cambiamenti significativi al sistema di partizionamento delle tabelle, fornisce un supporto ulteriore alle stored procedure dedicate alla gestione delle transazioni, migliora il parallelismo delle query, aggiunge capacità di definizione dei dati in parallelo e introduce la compilazione JIT (Just-in-time) per accelerare l’esecuzione di espressioni nelle query.

    Le istanze del database Amazon RDS Database Preview Environment hanno lo stesso prezzo delle istanze RDS di produzione create nella regione Stati Uniti orientali (Ohio). RDS Database Preview Environment supporta sia le implementazioni Single-AZ che Multi-AZ sulle classi di istanza di ultima generazione (attualmente T2, M4 e R4) e può essere crittografato a riposo utilizzando le chiavi KMS. Le istanze del database vengono conservate per un periodo massimo di 60 giorni e quindi eliminate automaticamente. Per trasferire i dati da e verso l’ambiente di anteprima, i clienti possono utilizzare il dump di PostgreSQL standard e caricare le funzionalità oppure usare la replica logica di PostgreSQL nativa.

    Amazon RDS Preview Environment Forum è disponibile per i clienti e il team di Amazon RDS è a disposizione per condividere informazioni e potenziali problemi sia sulle prime versioni di produzione del database PostgreSQL 11 sia su RDS Database Preview Environment. Per informazioni su Amazon RDS Database Preview Environment, consulta https://aws.amazon.com/rds/databasepreview.

  • Amazon Translate è ora idoneo alla normativa HIPAA

    Inserito il: Oct 25, 2018

    Amazon Translate è un servizio di traduzione automatica neurale che produce traduzioni rapide, di alta qualità e a costi contenuti. L’API Translate è ora un servizio idoneo alla normativa HIPAA. Se possiedi un Business Associate Addendum (BAA) con AWS puoi cominciare immediatamente a utilizzare Amazon Translate per la traduzione di testi che contengono informazioni sanitarie protette (PHI). In caso contrario, oppure se hai domande sull'utilizzo di AWS con carichi di lavoro regolamentati dalla normativa HIPAA, contattaci.

  • Presentazione delle caratteristiche di supporto e API per pool di utenti AWS CloudFormation per Amazon AppStream 2.0

    Inserito il: Oct 25, 2018

    Oggi, Amazon AppStream 2.0 aggiunge due nuove funzionalità per semplificare lo sviluppo con AppStream 2.0. È possibile eseguire il provisioning delle risorse AppStream 2.0 tramite AWS CloudFormation e automatizzare la gestione di pool di utenti con le nuove API.

    Con CloudFormation, è possibile automatizzare la creazione di flotte, la distribuzione di stack, l'aggiunta e la gestione di pool di utenti, l'avvio di image builder e la creazione di configurazioni di directory insieme alle altre risorse AWS. Per le nozioni di base, consulta la sezione supporto AWS CloudFormation per risorse e perfezionamento delle API Amazon AppStream 2.0

    È possibile utilizzare questi aggiornamenti in tutte le regioni AWS in cui AppStream 2.0 è disponibile. Le tariffe di AppStream 2.0 sono basate sull'uso effettivo. Consulta la pagina di Amazon sui prezzi di AppStream 2.0 per ulteriori informazioni e per provare applicazioni di esempio.

     

  • AWS Elemental MediaLive permette la sincronizzazione di pipeline ridondanti tramite timecode di input

    Inserito il: Oct 24, 2018

    Con AWS Elemental MediaLive, i canali in diritta che dispongono di input sincronizzati con timecode integrati producono segmenti video sincronizzati per output HLS e Smooth Streaming. Se usata in sinergia con la ridondanza di input in AWS Elemental MediaPackage, questa funzionalità permette a canali in diretta di eseguire failover ottimizzato su due pipeline di canali fornite da MediaLive e sugli input usati dal canale MediaPackage. Il risultato è un canale live a disponibilità elevata su più zone di disponibilità da un singolo endpoint e una maggiore qualità per gli spettatori.

  • AWS Directory Service per Microsoft Active Directory e AD Connector disponibili nella regione AWS GovCloud (Stati Uniti)

    Inserito il: Oct 24, 2018

    AWS Directory Service for Microsoft Active Directory, noto anche come AWS Managed Microsoft AD, e AD Connector nella regione AWS GovCloud (Stati Uniti), una regione isolata progettata per soddisfare i requisiti normativi e di conformità specifici delle agenzie governative degli Stati Uniti, nonché di appaltatori, istituti scolastici e altri clienti che eseguono carichi di lavoro sensibili nel cloud.

  • Alexa for Business offre ora la gestione di dispositivi di terze parti come dispositivi condivisi

    Inserito il: Oct 24, 2018

    A partire da oggi, i produttori di dispositivi che usano Alexa Voice Service (AVS) potranno integrare Alexa for Business nei propri prodotti. I clienti di Alexa for Business possono gestire questi dispositivi di terze parti come dispositivi condivisi e rendere disponibili ai propri clienti competenze private mediante la console di Alexa for Business. In questo modo, potranno scegliere una più ampia gamma di dispositivi con l'integrazione per Alexa per ogni ambiente, dalla sala conferenze agli spazi di lavoro condivisi. 

  • Nuova console per AWS Budgets

    Inserito il: Oct 24, 2018

    La nuova console per AWS Budgets introduce flussi di lavoro di creazione di budget semplificati, integrazione contestuale di AWS Cost Explorer e un pannello di controllo avanzato.

  • Amazon RDS supporta ora MariaDB 10.3

    Inserito il: Oct 23, 2018

    Amazon RDS for MariaDB ora supporta MariaDB 10.3, l'ultima e principale versione del noto database open source creato dagli sviluppatori ideatori di MySQL. MariaDB 10.3 offre una migliore compatibilità con Oracle e supporto per l'esecuzione di query della cronologia di stato del database, oltre a fornire funzionalità che aumentano la flessibilità per gli sviluppatori e DBA nonché una migliore gestibilità. I punti in evidenza in MariaDB 10.3 includono:

  • Amazon RDS supporta ora MySQL 8.0

    Inserito il: Oct 23, 2018

    Amazon RDS per MySQL supporta ora la versione principale di MySQL Community Edition 8.0 in tutte le regioni AWS. MySQL 8.0 è la versione principale più recente e offre nuove funzionalità di query e potenziamenti per prestazioni, affidabilità, sicurezza, gestibilità e supporto internazionale e mobile migliorati. Le caratteristiche in evidenza in MySQL 8.0 includono:

  • Amazon WorkDocs ora ti consente di controllare gli accessi degli indirizzi IP al sito

    Inserito il: Oct 23, 2018

    Amazon WorkDocs ora fornisce la possibilità di controllare gli indirizzi IP da cui si può accedere al sito di WorkDocs. Con gli elenchi basati sugli indirizzi IP consentiti, puoi definire e gestire gruppi di indirizzi IP affidabili e permettere agli utenti di accedere al sito WorkDocs soltanto quando connessi a reti affidabili, ad esempio reti aziendali, o a un ambiente Amazon WorkSpaces.

    Gli elenchi basati su indirizzi IP consentiti possono essere aggiunti alla console di amministrazione di WorkDocs. Puoi impostare gli intervalli di indirizzi IP a cui vuoi consentire l’accesso. Quando un utente prova a connettersi al tuo sito WorkDocs da browser, WorkDocs drive, dispositivo mobile, sync o applicazioni complementari, l’indirizzo IP dal quale viene originata la richiesta viene confrontato con l’elenco di indirizzi consentiti. Se non è presente tra gli indirizzi consentiti, verrà negato l’accesso. Se non filtri l’accesso degli utenti per indirizzo IP con un elenco di indirizzi consentiti, qualsiasi indirizzo IP potrà accedere.

    Questa funzionalità è disponibile da oggi in tutte le regioni AWS in cui viene offerto Amazon WorkDocs. Per ulteriori informazioni sugli elenchi basati sugli indirizzi IP consentiti su WorkDocs, visita il sito della documentazione. Per iniziare a usare gli elenchi basati su indirizzi IP consentiti, accedi alla console di amministrazione di WorkDocs.

  • Amazon ElastiCache ora supporta i nodi Amazon EC2 M5 e R5 di nuova generazione, per uso generico e con memoria ottimizzata

    Inserito il: Oct 23, 2018

    Amazon ElastiCache ora supporta i nodi Amazon EC2 M5 e R5 di nuova generazione, per uso generico e con memoria ottimizzata, per applicazioni ad alte prestazioni. I nodi M5 e R5 si basano sul sistema AWS Nitro e presentano Enhanced Networking basato su Elastic Network Adapter (ENA), per fornire fino a 25 GB/s di larghezza di banda di rete aggregata. I nodi M5 e R5 sono alimentati da processori scalabili Intel® Xeon con frequenza all core costante fino a 3,1 GHz. Questi processori sono inoltre dotati del più recente set di istruzioni di elaborazione dei vettori di Intel, Advanced Vector Extension 512 (AVX-512), per un’elaborazione più rapida dei carichi di lavoro ad alte prestazioni. I nodi M5 per uso generico offrono flessibilità nelle dimensioni della memoria, da 6,38 GiB a 314,32 GiB. I nodi R5 con memoria ottimizzata offrono flessibilità nelle dimensioni della memoria da 13,07 GiB a 635,61 GiB. 

  • Presentazione della disponibilità generale della funzionalità BYOIP per Amazon Virtual Private Cloud

    Inserito il: Oct 23, 2018

    Amazon Virtual Private Cloud (VPC) consente ora di utilizzare i prefissi dei propri indirizzi IP instradabili pubblicamente in AWS e pubblicizzarli su Internet. È possibile creare indirizzi IP elastici a partire dal prefisso del proprio indirizzo IP e utilizzarli con risorse AWS quali istanze EC2, Network Load Balancers e gateway NAT. Gli indirizzi IP elastici creati a partire dal prefisso dell'indirizzo BYOIP funzionano esattamente come gli indirizzi IP elastici inviati da Amazon. Tramite il controllo sulla pubblicità dei prefissi degli indirizzi BYOIP, è possibile ridurre al minimo i tempi di inattività durante la migrazione pubblicando contemporaneamente il prefisso dell'indirizzo IP da AWS e ritirandolo dalla posizione corrente.

    Se le tue applicazioni utilizzano indirizzi IP attendibili che i tuoi partner e clienti hanno autorizzato nella whitelist nei loro firewall, è ora possibile trasferire queste applicazioni in AWS senza richiedergli la modifica delle whitelist degli indirizzi IP. La possibilità di utilizzare il proprio IP è utile anche per applicazioni come i servizi di e-mail commerciali che si appoggiano sulla reputazione dell'indirizzo IP per permettere il traffico dagli endpoint verso i destinatari desiderati. Alcune applicazioni legacy hanno dipendenze di indirizzi IP hardcoded. La funzionalità BYOIP consente la migrazione di queste applicazioni in AWS con interruzioni minime.

    L’utilizzo della funzionalità BYOIP (Bring Your Own IP) non comporta costi aggiuntivi. Inoltre, gli indirizzi IP elastici creati a partire dai prefissi degli indirizzi BYOIP non sono soggetti ad alcun costo.

    Questa funzionalità è ora disponibile al pubblico nelle regioni AWS degli Stati Uniti orientali (Virginia settentrionale), Stati Uniti orientali (Ohio) e Stati Uniti occidentali (Oregon). Per ulteriori informazioni su questa funzionalità, consulta la documentazione su Bring Your Own IP.

  • Distribuisci Tableau Server per il settore sanitario sul cloud AWS con il nuovo Quick Start

    Inserito il: Oct 23, 2018

    Questo Quick Start distribuisce Tableau Server sul cloud di AWS (Amazon Web Services), in un ambiente che aiuta le organizzazioni con carichi di lavoro nell'ambito degli Stati Uniti. Health Insurance Portability and Accountability Act (HIPAA)  

  • Amazon EFS ora supporta AWS VPN e connessioni peer VPC tra regioni diverse

    Inserito il: Oct 23, 2018

    È ora possibile connettersi ai file system Amazon EFS dalle istanze EC2 in altre regioni AWS, tramite l’utilizzo di una connessione peer VPC tra regioni diverse nonché dai server locali con una connessione AWS VPN. 

  • Amazon CloudWatch Events consente la condivisione di eventi su tutti gli account di un'organizzazione

    Inserito il: Oct 22, 2018

    Da oggi, è possibile impostare la condivisione degli eventi di CloudWatch Events su tutti gli account di un'organizzazione. Non sarà pertanto più necessario specificare ogni singolo account nelle istruzioni di policy. 

  • Amazon Connect supporta ora i ruoli collegati a servizi

    Inserito il: Oct 19, 2018

    Amazon Connect introduce il supporto per l'utilizzo di ruoli collegati a servizi di AWS Identity and Access Management (IAM), una nuova tipologia di ruoli che permettono di delegare le autorizzazioni ai servizi AWS con la massima semplicità.

  • AWS Config introduce la possibilità di archiviare la cronologia delle risorse di conformità secondo le regole stabilite da AWS Config

    Inserito il: Oct 18, 2018

    AWS Config consente ora di archiviare e recuperare la cronologia delle modifiche alla conformità delle risorse come stabilito dalle regole di AWS Config. Ciò aiuta a raccogliere dati storici utili per audit di conformità.

  • L’interfaccia a riga di comando (CLI) di Amazon ECS supporta il rilevamento dei servizi

    Inserito il: Oct 18, 2018

    L’interfaccia a riga di comando (CLI) di Amazon Elastic Container Service (Amazon ECS) ora supporta il rilevamento dei servizi.

    Il rilevamento dei servizi Amazon ECS semplifica il rilevamento e il collegamento tra servizi in contenitori. Amazon ECS crea e gestisce un registro di nomi di servizi utilizzando l'API Route 53 Auto Naming, in modo da creare nel codice riferimenti ai servizi per nome e scrivere query DNS che risolvano il nome all'endpoint corrispondente in fase di runtime.

    Il rilevamento dei servizi è disponibile per tutte le modalità di rete per il tipo di lancio EC2 o con AWS Fargate.

    Per ulteriori informazioni sull’interfaccia a riga di comando (CLI) di Amazon ECS, consulta la relativa documentazione.

  • Esegui workstation con grafica ad alte prestazioni nel cloud, con i nuovi bundle Amazon Workspaces GraphicsPro

    Inserito il: Oct 18, 2018

    Oggi annunciamo i bundle Amazon Workspaces GraphicsPro per le applicazioni grafiche high-end. I bundle GraphicsPro sono dotati di GPU NVIDIA Tesla M60 e 8 GB di memoria GPU con storage flessibile, da 100 GB di volume root e 100 GB di volume utente a volumi da 1 TB ciascuno.

  • Amazon Workspaces introduce un nuovo bundle PowerPro per carichi di lavoro di risorse intensivi

    Inserito il: Oct 18, 2018

    Oggi presentiamo i bundle PowerPro di Amazon WorkSpaces che offrono ai clienti soluzioni per desktop nel cloud ancora più potenti che consentono di eseguire carichi di lavoro desktop Linux e Windows ad alta intensità di risorse. I bundle PowerPro sono dotati di 8 vCPU e 32 GiB di RAM. I bundle di PowerPro sono disponibili con storage di volume flessibile che va da un root di 80 GB e una configurazione del volume utente di 100 GB a volumi di 1 TB ciascuno.

  • AWS Elemental MediaLive introduce ora la codifica QVBR (Quality-Defined Variable Bitrate) per canali live

    Inserito il: Oct 18, 2018

    Tramite la codifica Quality-Defined Variable Bitrate (QVBR) di AWS Elemental MediaLive, è ora possibile offrire un'esperienza di visualizzazione video di alta qualità in modo costante, con conseguente riduzione dei bitrati della distribuzione generale. QVBR è una tecnica di compressione video che regola, in modo automatico, la velocità in bit di uscita alla complessità del contenuto sorgente e utilizza solo i bit necessari per mantenere un livello uniforme di qualità. Pertanto, con la codifica QVBR, è ora possibile risparmiare sui costi di distribuzione, mantenendo sotto controllo o aumentando la qualità dei video destinati agli utenti.

  • L’AMI Amazon Linux 2 ottimizzata per Amazon ECS è ora disponibile

    Inserito il: Oct 18, 2018

    È ora possibile utilizzare un’Amazon Machine Image (AMI) ottimizzata per Amazon Elastic Container Services (ECS) basata su Amazon Linux (AL2).

    In precedenza, la versione più recente dell'AMI ottimizzata per ECS era basata su Amazon Linux 2018.03, che non è altro che la generazione precedente di Amazon Linux. Pertanto, i clienti ECS hanno personalizzato le proprie AMI in modo da trarre beneficio dalla stabilità e sicurezza di AL2.

    Ora, con la nuova AMI AL2 ottimizzata ECS, i clienti ECS possono eseguire automaticamente il provisioning ed eseguire istanze AL2 per EC2 senza operazioni aggiuntive. L'AMI include tutto il software e la configurazione necessari per eseguire ECS, incluso il relativo agente, che viene eseguito su tutte le istanze ECS nonché utilizzato per la gestione di attività e servizi ECS.

    Per ulteriori informazioni sull’AMI AL2 ottimizzata per ECS, consulta la documentazione.

  • Plugin CNI di Amazon VPC versione 1.2.1

    Inserito il: Oct 18, 2018

    La versione 1.2.1 del plugin Container Networking Interface (CNI) di Amazon VPC è ora disponibile al pubblico. Tutti i nuovi cluster gestiti da Amazon Elastic Container Service for Kubernetes (EKS) sono ora avviati con la versione 1.2.1 del plugin CNI.

  • Le istanze R5 e R5d di Amazon EC2 sono ora disponibili in regioni AWS aggiuntive

    Inserito il: Oct 18, 2018
  • AWS CloudHSM disponibile nelle regioni UE (Parigi) e Asia Pacifico (Seoul)

    Inserito il: Oct 17, 2018

    AWS CloudHSM è ora disponibile nelle regioni UE (Parigi) e Asia Pacifico (Seoul).

    Questo servizio fornisce istanze HSM (Hardware Security Module) completamente gestite nel cloud AWS. Con CloudHSM, è possibile gestire le proprie chiavi di crittografia utilizzando moduli di sicurezza hardware conformi allo standard FIPS 140-2 Level 3. È possibile creare build di applicazioni utilizzando API standard di settore quali PKCS#11, Java Cryptography Extensions (JCE) e Windows Cryptography API: Next Generation (CNG).  

  • Performance Insights disponibile al pubblico in Amazon RDS per MySQL 5.6

    Inserito il: Oct 17, 2018

    Performance Insights di Amazon RDS, una caratteristica avanzata di monitoraggio delle prestazioni dei database che semplifica la diagnosi e la risoluzione delle problematiche legate alle prestazioni sui database Amazon RDS, è ora disponibile al pubblico in Amazon RDS per MySQL 5.6 e versioni successive. Questa caratteristica offre un piano gratuito con retention dei dati di 7 giorni e un'opzione di conservazione a lungo termine a pagamento.

  • Microcontroller XMC4800 Infineon idoneo per Amazon FreeRTOS

    Inserito il: Oct 17, 2018

    A partire da oggi, lo XMC4800 IoT Connectivity Kit di Infineon può essere utilizzato in Amazon FreeRTOS. Ora è possibile avvalersi delle caratteristiche e dei vantaggi di Amazon FreeRTOS per i microcontroller che impiegano schede di sviluppo Infineon.

  • Creazione e gestione di utenti in AWS Single Sign-On

    Inserito il: Oct 17, 2018

    AWS Single Sign-On (SSO) fornisce ora una directory che è possibile utilizzare di default per creare utenti e disporli in gruppi all'interno del servizio. In pochi minuti, è possibile fornire a utenti e gruppi le autorizzazioni per accedere alle risorse AWS nell'intero account e a diverse applicazioni aziendali. Gli utenti accederanno a un portale specifico con un solo set di credenziali configurate in AWS SSO, quindi potranno visualizzare tutti gli account e le applicazioni assegnati loro in un singolo pannello. AWS SSO e questa nuova caratteristica sono disponibili senza alcun costo aggiuntivo.

  • AWS Marketplace semplifica il pagamento dei servizi con contratti SaaS

    Inserito il: Oct 17, 2018

    AWS Marketplace, che consente la vendita di oltre 4.200 prodotti software creati da più di 1.400 produttori di software indipendenti, ha annunciato una nuova opzione di prezzoche permette tariffe a consumo per le risorse oltre il contratto originale. Con questa nuova caratteristica, è possibile sfruttare gli sconti garantiti dagli impegni contrattuali e la flessibilità dell'utilizzo on demand. Sarà possibile selezionare un prodotto SaaS in AWS Marketplace, configurare utilizzo e durata e consultare i costi che saranno addebitati nel caso di utilizzo superiore ai termini contrattuali.

  • AWS Service Catalog annuncia operazioni self-service

    Inserito il: Oct 17, 2018

    AWS Service Catalog, un servizio con cui le aziende organizzano e governano le risorse del cloud in AWS, permette ora agli utenti finali di eseguire operazioni self-service su un prodotto allocato senza dover assegnare loro l'accesso completo ai servizi AWS.

  • Nuove caratteristiche per AWS Service Catalog Connector per ServiceNow

    Inserito il: Oct 17, 2018

    AWS Service Catalog ha annunciato nuove caratteristiche per AWS Service Catalog Connector per ServiceNow. Il connettore consente di utilizzare la configurazione AWS Service Catalog esistente, compresi prodotti, dotazione, vincoli e tag, e di renderli disponibili ad amministratori e utenti di ServiceNow.

  • AWS Elemental MediaStore incrementa il limite di dimensione degli oggetti a 25 MB

    Inserito il: Oct 16, 2018

    Con AWS Elemental MediaStore, da oggi è possibile scrivere oggetti con dimensioni massime di 25 megabyte (MB). Di conseguenza , è possibile originare contenuti con frequenze di bit più elevate e supportare flussi video in diretta con risoluzione 4K UHD con latenza prevedibile e scalabilità legata alla grandezza del pubblico, offrendo qualità costante.

  • AWS Service Catalog aggiunge l'integrazione con AWS CodePipeline

    Inserito il: Oct 16, 2018

    AWS Service Catalog, un servizio che permette di organizzare, governare e allocare risorse cloud in AWS, supporta ora AWS CodePipeline. AWS CodePipeline è un servizio di distribuzione continua completamente gestito che aiuta ad automatizzare le pipeline di rilascio di software per garantire aggiornamenti ad applicazioni e infrastruttura rapidi e affidabili. Ora è possibile usufruire delle prassi di distribuzione continua per pubblicare e aggiornare versioni di prodotti in AWS Service Catalog. È possibile configurare una pipeline di CodePipeline in modo da attivarsi automaticamente in base agli aggiornamenti del codice in AWS CodeCommit, Amazon S3 o GitHub.

  • Amazon EMR aggiunge il supporto per policy basate su risorse e accesso su più account al catalogo dati di AWS Glue.

    Inserito il: Oct 16, 2018

    Il catalogo dati di AWS Glue è un repository gestito di metadati che si integra con Amazon EMR, Amazon Athena, Amazon Redshift Spectrum e AWS Glue ETL. Il catalogo dati semplifica la gestione dei metadati e fornisce rilevamento automatico e storico delle versioni dello schema. Con Amazon EMR, è possibile utilizzare il catalogo dati come metastore predefinito per Spark, Presto e Hive invece di utilizzare un metastore Hive su cluster o con gestione automatica. Con il recente rilascio di policy basate su risorse e autorizzazioni a livello di risorsa per il catalogo dati, è possibile limitare o consentire l'accesso di EMR agli oggetti del catalogo, ad esempio database e tabelle. Le novità, inoltre, permettono ai cluster EMR in account differenti di accedere a un singolo catalogo dati. Le policy di Amazon S3 continuano a governare l'accesso ai dati memorizzati in Amazon S3, con le policy del catalogo dati ad aggiungere un ulteriore livello di protezione. Ulteriori informazioni

  • Amazon Athena aggiunge il supporto per policy basate su risorse definite nel catalogo dati di AWS Glue

    Inserito il: Oct 16, 2018

    Amazon Athena è un servizio di query interattivo che semplifica l'analisi dei dati in Amazon S3 con espressioni SQL standard. Si tratta di un servizio serverless, quindi non occorre gestire alcuna infrastruttura e vengono addebitati solo i costi relativi all'esecuzione delle query. Athena si avvale del catalogo dati di Glue, un repository gestito che si integra in Amazon EMR, Amazon Athena, Amazon Redshift Spectrum e AWS Glue ETL, per memorizzare informazioni su metadati e automatizzare rilevamento e salvataggio dello storico delle versioni dello schema. Con il recente rilascio di policy basate su risorse e autorizzazioni a livello di risorsa per il catalogo dati di AWS Glue, è possibile limitare o consentire l'accesso di Athena agli oggetti del catalogo, ad esempio database e tabelle. Per governare l'accesso ai dati in Amazon S3, sarà ancora necessario impostare policy di S3 policies. Visita questa pagina per ulteriori informazioni.

  • Nuovi set di dati pubblici di AWS disponibili: servizio meteorologico nazionale tedesco, Broad Institute, Chan Zuckerberg Biohub, fast.ai e altri

    Inserito il: Oct 16, 2018

    Sono ora disponibili 19 nuovi set di dati pubblici di AWS per ricercatori e sviluppatori in vari ambiti: settore scientifico, finanza, scienze ambientali, apprendimento automatico, multimedia, tecnologia civica e sicurezza elettronica.

  • Personalizzazione della frequenza di pagamento e molto altro con Flexible Payment Scheduler di AWS Marketplace

    Inserito il: Oct 16, 2018

    AWS Marketplace ha annunciato il lancio di Flexible Payment Scheduler, una nuova caratteristica che permette di negoziare dettagli come il numero di unità, gli importi e le date di pagamento e le licenze per gli utenti finali nella pianificazione.

  • AWS Lambda annuncia un contratto sul livello di servizio

    Inserito il: Oct 16, 2018
  • Annunciati database gestiti per Amazon Lightsail

    Inserito il: Oct 16, 2018

    A partire da oggi, Amazon Lightsail include nella sua intuitiva piattaforma cloud database gestiti, permettendo di creare un database completamente configurato in pochi minuti a costi contenuti e prevedibili. I database Lightsail raggruppano un'istanza database, storage basato su SSD, una quota di trasferimento di dati e strumenti di gestione specifici, a partire da 15 USD al mese.

  • AWS Managed Microsoft AD offre ora configurazioni aggiuntive per consentire il collegamento con le directory Microsoft AD esistenti

    Inserito il: Oct 16, 2018

    AWS Directory Service per Microsoft Active Directory, noto anche come AWS Managed Microsoft AD, offre ora la possibilità di implementare il principio del privilegio minimo riducendo l'ambito di accesso tramite le relazioni di trust di Active Directory (AD) tra AWS Managed Microsoft AD e la directory Microsoft AD esistente. Come alternativa alle relazioni di trust a livello di foresta, è ora possibile utilizzare trust esterni per eseguire il collegamento con domini figlio o albero specifici nella foresta Microsoft AD esistente.

  • Istanze F1 di Amazon EC2 ora disponibili in anteprima nella regione AWS Cina (Pechino)

    Inserito il: Oct 16, 2018
  • Crittografia di cluster Amazon Redshift con un clic

    Inserito il: Oct 16, 2018

    È ora possibile crittografare cluster Amazon Redshift con una chiave di crittografia di AWS Key Management Service (AWS KMS). 

  • Gruppi di parametro specificabili per il ripristino di backup di Amazon RDS

    Inserito il: Oct 15, 2018

    A partire da oggi, al momento del ripristino di un database Amazon RDS o Amazon Aurora da uno snapshot o di un ripristino point-in-time, è possibile specificare un gruppo di parametri. In precedenza, il ripristino di un database utilizzava il gruppo di parametri di default; prima di poter modificare la configurazione, era necessario attendere che il ripristino fosse completato.

  • Novità tra le AMI di apprendimento profondo di AWS: TensorFlow 1.11 ottimizzato, Chainer 4.5, Keras 2.2.4 e Theano 1.0.3

    Inserito il: Oct 15, 2018

    Le AMI di apprendimento profondo di AWS per Ubuntu e Amazon Linux sono dotate, da oggi, delle nuove versioni di TensorFlow 1.11, Chainer 4.5, Keras 2.2.4 e Theano 1.0.3.

  • AWS Glue supporta ora policy basate su risorse e autorizzazioni a livello di risorsa per il catalogo dati di AWS Glue

    Inserito il: Oct 15, 2018

    Da oggi è possibile limitare l'accesso a oggetti specifici del catalogo dati di AWS Glue utilizzando policy basate su risorse e autorizzazioni a livello di risorsa. È possibile impostare una policy basata su risorse nel catalogo dati di AWS Glue per garantire a utenti e ruoli di AWS Identify and Access Management (IAM) accesso granulare a definizioni di metadati relativi a database, tabelle, connessioni e funzioni definite dall'utente. È anche possibile limitare l'accesso a specifici oggetti nel catalogo dati di AWS Glue utilizzando autorizzazioni a livello di risorsa in policy basate su identità (policy di IAM).

  • Aggiunta di domini personalizzati in Amazon WorkMail più semplice con la verifica DNS approfondita

    Inserito il: Oct 15, 2018

    Amazon WorkMail permette ora controlli diagnostici in tempo reale per la configurazione di domini personalizzati, semplificandone ulteriormente l'aggiunta. I clienti potranno così utilizzare il proprio dominio nell'organizzazione WorkMail. Per farlo, è necessario configurare i record DNS con il fornitore di hosting DNS, operazione spesso complicata e soggetta a errori. Da oggi, Amazon WorkMail permette di verificare le impostazioni DNS direttamente nella console del servizio. Se le impostazioni non sono corrette, il servizio chiederà di correggere gli errori.

    Inoltre, sono disponibili controlli automatici approfonditi per la configurazione di Autodiscover, perciò gli amministratori potranno accertarsi del corretto funzionamento dell'endpoint prima di chiedere agli utenti di configurare i client di posta. Avere un riscontro diretto di questo tipo permette di risparmiare ore di debug per problemi come errori di battitura, record mancanti e differenze tra i fornitori di hosting DNS.

    Queste caratteristiche sono disponibili a partire da oggi su tutti i domini Amazon WorkMail in hosting con qualsiasi fornitore, in tutte le regioni AWS che offrono il servizio. Per saperne ulteriori informazioni su Amazon WorkMail e per richiedere la prova gratuita, consulta la pagina di Amazon WorkMail.

  • Amazon S3 Select è ora disponibile nella regione AWS GovCloud (Stati Uniti)

    Inserito il: Oct 12, 2018

    Amazon S3 Select è ora disponibile nella regione AWS GovCloud (Stati Uniti), una regione isolata progettata per soddisfare i requisiti normativi e di conformità specifici delle agenzie governative degli Stati Uniti, nonché di appaltatori, istituti scolastici e altri clienti che eseguono carichi di lavoro sensibili nel cloud. 

  • Amazon S3 Select è ora disponibile nella regione AWS GovCloud (Stati Uniti)

    Inserito il: Oct 12, 2018

    Amazon S3 Select è ora disponibile nella regione AWS GovCloud (Stati Uniti), una regione isolata progettata per soddisfare i requisiti normativi e di conformità specifici delle agenzie governative degli Stati Uniti, nonché di appaltatori, istituti scolastici e altri clienti che eseguono carichi di lavoro sensibili nel cloud. 

  • Amazon EKS consente il supporto per i controller di ammissione dinamici di Kubernetes

    Inserito il: Oct 12, 2018

    Amazon Elastic Container Service for Kubernetes (EKS) supporta ora i controller di ammissione dinamici, consentendo ai clienti di distribuire webhook personalizzati con cui è possibile avvalersi di strumenti open source aggiuntivi per il controllo del traffico di rete e il monitoraggio dei cluster Kubernetes in AWS.

  • Amazon CloudFront annuncia due nuove edge location, tra cui la seconda a Fujairah, negli Emirati Arabi Uniti

    Inserito il: Oct 12, 2018

    Dettagli: Amazon CloudFront annuncia due nuove edge location: Fujaira, negli Emirati Arabi Uniti e Parigi, in Francia. Fujaira è la seconda edge location negli Emirati Arabi Uniti; la prima, a Dubai, è stata lanciata lo scorso mese. I clienti che distribuiscono contenuti all'interno degli Emirati Arabi Uniti potranno beneficiare di una latenza media migliore anche del 90%. L’aggiunta di una nuova edge location a Parigi, in Francia, aumenterà invece del 50% la capacità in tale area. L'elenco completo di edge location di CloudFront in tutto il mondo è disponibile nella pagina Web dei dettagli di CloudFront.

  • I database Amazon Aurora supportano fino a cinque repliche di lettura su più regioni

    Inserito il: Oct 11, 2018

    Da oggi è possibile creare repliche di lettura per un database Amazon Aurora in cinque regioni AWS. Questa caratteristica è disponibile per Amazon Aurora con compatibilità per MySQL.

  • AWS Systems Manager lancia un sistema di approvazioni personalizzate di patch

    Inserito il: Oct 11, 2018

    AWS Systems Manager ora offre un maggiore controllo sul flusso di lavoro delle patch, consentendo di definire esattamente quali patch sono approvate per la distribuzione e la durata del loro uso durante le operazioni.

  • Annunciato un aumento della flessibilità sugli esami di certificazione di AWS

    Inserito il: Oct 11, 2018

    Una certificazione AWS fornisce un riconoscimento per le competenze e l'esperienza dimostrate con credenziali riconosciute in tutto il settore. Il programma di certificazione di AWS è in fase di aggiornamento perché desideriamo offrire maggiore flessibilità e ridurre i requisiti preliminari degli esami. Da oggi sarà possibile scegliere un esame in base a esperienza e obiettivi.

    Gli esami offerti a livello Foundational, Associate e Professional sono 9. In passato, per poter ottenere una certificazione di tipo Professional o Specialty era necessario aver superato un esame di livello Associate o Foundational. Abbiamo però ascoltato i feedback dei clienti, che hanno richiesto maggiore flessibilità, perciò ora elimineremo questi requisiti. Non sarà quindi più necessario disporre di una certificazione di livello Associate per poter ottenerne una di livello Professional, e non sarà più aver superato un esame di livello Foundational o Associate per partecipare a un esame di livello Specialty.

    Consulta i percorsi formativi consigliati per informazioni su come dimostrare e migliorare le tue competenze di utilizzo del cloud. L'offerta comprende corsi digitali e lezioni frontali, per offrire a tutti l'opportunità di ricevere formazione sul cloud e prepararsi agli esami di certificazione.

    Questi aggiornamenti saranno applicati ai sistemi a partire da giovedì 11 ottobre; i candidati potranno registrarsi a uno qualsiasi degli esami entro la fine del mese. Consulta le domande frequenti o contattaci in caso di dubbi.
     

  • AWS Direct Connect supporta ora frame jumbo per il traffico di Amazon Virtual Private Cloud

    Inserito il: Oct 11, 2018

    I clienti possono ora utilizzare i frame jumbo per il traffico tra il loro cloud privato virtuale di Amazon VPC e le reti locali su AWS Direct Connect.

    L'unità massima di trasmissione o MTU di una connessione di rete è rappresentata dalle dimensioni, in byte, del pacchetto più voluminoso che può essere trasmesso nella connessione. Più grande è la MTU massima di una connessione, più dati possono essere trasmessi in un singolo pacchetto. Finora, il traffico su AWS Direct Connect era limitato a 1.500 MTU.

    Con questa release, i clienti potranno utilizzare frame jumbo per il loro traffico con AWS Direct Connect. I frame jumbo consentono di superare tale limite (raggiungendo i 9.001 byte) aumentando le dimensioni del payload dei pacchetti e riducendone così il carico. Di conseguenza sono necessari meno pacchetti per inviare la stessa quantità di dati e le prestazioni di rete ne risultano migliorate. Inoltre, questa release consente l'applicazione a nuovi casi d'uso, ad esempio il supporto a protocolli per reti overlay nell'ambito della connettività locale con AWS Direct Connect.

    Il supporto per i frame jumbo su AWS Direct Connect è disponibile in tutte le regioni AWS. Per ulteriori informazioni, consulta la documentazione di AWS Direct Connect.

  • L'API Resource Groups Tagging supporta nuovi servizi AWS

    Inserito il: Oct 11, 2018

    È ora possibile utilizzare l'API Resource Groups Tagging per gestire tag in modo centralizzato e ricercare risorse in 6 nuovi servizi AWS: Amazon Kinesis Data Firehose, AWS Secrets Manager, AWS Certificate Manager Private Certificate Authority, AWS IoT Analytics, Amazon Aurora e AWS Service Catalog.

  • La console di AWS Lambda permette ora di gestire e monitorare le applicazioni serverless

    Inserito il: Oct 11, 2018

    Da oggi è possibile visualizzare, gestire e monitorare le applicazioni serverless direttamente dalla console di AWS Lambda utilizzando il nuovo menu Applications. In questo modo, sarà possibile eseguire operazioni a livello di applicazione, ad esempio visualizzare tutte le risorse che compongono l'applicazione, e monitorarne parametri relativi a prestazioni, errori e traffico.

  • Amazon RDS per Oracle supporta ora fino a 32 TiB di storage di database

    Inserito il: Oct 11, 2018

    A partire da oggi, è possibile creare istanze database di Amazon RDS per Oracle con fino a 32 TiB di storage. È anche possibile aumentare lo storage delle istanze database esistenti basate su SSD fino a 32 TiB senza tempi di inattività.

  • Nuova dimensione per le istanze Amazon EC2 G3 con accelerazione grafica

    Inserito il: Oct 11, 2018

    A partire da oggi è disponibile un nuovo taglio di istanze G3 di piccole dimensioni: g3s.xlarge. Come le altre istanze G3, anche questa si avvale di GPU NVIDIA Tesla M60, ma è progettata per offrire un rapporto qualità-prezzo ottimale per i carichi di lavoro che non necessitano dei valori di vCPU e RAM elevati offerti dalle istanze G3 di maggiori dimensioni. Le istanze g3s.xlarge offrono 4 vCPU e 30,5 GiB di memoria e costano la metà delle istanze g3.4xlarge per Windows e il 34% in meno rispetto alle istanze g3.4xlarge per Linux. La tabella di seguito mostra tutti i tagli disponibili per le istanze G3.

  • Amazon Athena aggiunge il supporto per la creazione di tabelle sula base dei risultati di query SELECT (CTAS)

    Inserito il: Oct 11, 2018

    Amazon Athena è un servizio di query interattivo che semplifica l'analisi dei dati in Amazon S3 con espressioni SQL standard. Si tratta di un servizio serverless, quindi non occorre gestire alcuna infrastruttura e vengono addebitati solo i costi relativi all'esecuzione delle query. Da oggi, è possibile creare tabelle utilizzando i risultati di una query SELECT e attivare istruzioni CTAS (Create Table As Select). Gli analisti potranno utilizzare le istruzioni CTAS per creare nuove tabelle a partire da quelle esistenti su un sottoinsieme dei dati oppure un sottoinsieme delle colonne, con la possibilità di convertire i dati in un formato a colonne, ad esempio Apache Parquet o Apache ORC, e partizionarli. Athena aggiunge automaticamente le tabelle e le partizioni risultati al catalogo dati di Glue, rendendole immediatamente disponibili per ulteriori query. Di default, le istruzioni CTAS in Athena scrivono i dati in formato Parquet. Altri formati supportati sono Apache ORC, AVRO, JSON e testo semplice, con la possibilità di impiegare Gzip o Snappy come formati di compressione. È anche possibile memorizzare i dati in bucket per colonne o scegliere di crittografarli.

  • La console di AWS Elastic Beanstalk supporta Network Load Balancer

    Inserito il: Oct 10, 2018

    La console di AWS Elastic Beanstalk ora supporta la creazione di sistemi Application Load Balancer.

  • AD Connector, che fa parte di AWS Directory Service, è ora disponibile nelle regioni Stati Uniti orientali (Ohio), Stati Uniti occidentali (California settentrionale), Asia Pacifico (Mumbai), Asia Pacifico (Seoul) e Canada (Centrale)

    Inserito il: Oct 10, 2018

    AD Connector consente di utilizzare le identità esistenti in una distribuzione locale di Microsoft Active Directory (AD) per accedere ad applicazioni compatibili con AWS come Amazon WorkSpaces, Amazon Connect e Amazon Chime e per accedere con SSO a diversi account AWS e applicazioni aziendali. AD Connector fornisce un proxy che reindirizza le richieste di AD da queste applicazioni all'istanza locale di Microsoft AD senza memorizzare le informazioni nella cache nel cloud AWS.

  • Amazon RDS supporta ora le versioni secondarie di MySQL 5.5.61, 5.6.41 e 5.7.23

    Inserito il: Oct 10, 2018

    Amazon RDS per MySQL supporta ora le versioni secondarie di MySQL Community Edition 5.5.61, 5.6.41 e 5.7.23 in tutte le regioni AWS. In queste nuove versioni è inclusa una serie di correzioni e di miglioramenti delle funzionalità per il motore di database MySQL.

  • Amazon RDS per MySQL supporta ora i Global Transaction Identifier (GTID)

    Inserito il: Oct 10, 2018

    Amazon RDS per MySQL supporta ora Global Transaction Identifier o GTID, che permettono di identificare in modo univoco le singole transazioni su server e nell'ambito della configurazione di una replica.

  • Amazon Comprehend estende l'elaborazione del linguaggio naturale a nuove lingue e regioni

    Inserito il: Oct 10, 2018
  • I report sulle istanze riservate di AWS Cost Explorer supportano ora le prenotazioni di Amazon Elasticsearch

    Inserito il: Oct 10, 2018

    I report Utilization e Coverage sulle istanze riservate di AWS Cost Explorer forniscono visibilità su tendenze di utilizzo e copertura sia ad alto livello (ad es. sull'utilizzo di tutte le prenotazioni di Amazon RDS) sia di richieste specifiche (ad es. utilizzo di tutte le prenotazioni regionali di Amazon EC2 gestite da un determinato account).

  • Amazon Transcribe supporta l'eliminazione dei processi di trascrizione completati

    Inserito il: Oct 10, 2018

    Amazon Transcribe è un servizio di riconoscimento vocale automatico che permette di aggiungere funzionalità di conversione di voce in testo alle applicazioni. A partire da oggi, sarà possibile eliminare i processi di trascrizione completati. Questa nuova caratteristica permette un maggiore controllo sui processi in corso sulla durata dell'archiviazione delle trascrizioni.

  • AWS PrivateLink supporta ora l'accesso tramite connessioni peer VPC tra regioni diverse

    Inserito il: Oct 10, 2018

    Le applicazioni in AWS VPC possono ora accedere in modo sicuro agli endpoint di AWS PrivateLink su più regioni tramite connessioni peer VPC tra regioni diverse . AWS PrivateLink permette di accedere in modo privato ai servizi in hosting in AWS, con disponibilità e scalabilità elevate, senza dover utilizzare IP pubblici e senza instradare il traffico su Internet. Questa release permette ai clienti di aprire una connessione privata a un servizio anche se il relativo endpoint si trova in un'altra regione AWS. Il traffico che passa per connessioni peer VPC tra regioni diverse rimane comunque nella dorsale globale di AWS e non viene mai esposto a Internet.

    AWS PrivateLink è disponibile nelle regioni Stati Uniti orientali (Virginia settentrionale), Stati Uniti orientali (Ohio), Stati Uniti occidentali (Oregon), Stati Uniti occidentali (California settentrionale), UE (Londra), UE (Irlanda), UE (Francoforte), UE (Parigi), Canada (Centrale), Asia Pacifico (Mumbai), Asia Pacifico (Seoul), Asia Pacifico (Singapore), Asia Pacifico (Sydney), Asia Pacifico (Tokyo) e America del Sud (San Paolo). Per ulteriori informazioni, consulta la documentazione su AWS PrivateLink.

  • Esecuzione delle funzioni AWS Lambda estesa a 15 minuti

    Inserito il: Oct 10, 2018

    È ora possibile configurare la durata di esecuzione delle funzioni AWS Lambda fino a 15 minuti. In precedenza, il timeout era di 5 minuti. Sarà così possibile eseguire analisi di Big Data, operazioni di trasformazione di massa, eventi di elaborazione in batch ed elaborazioni statistiche con funzioni di maggiore durata.

  • Amazon SageMaker supporta ora un'implementazione Pipe Mode migliorata

    Inserito il: Oct 10, 2018

    Amazon SageMaker include ora un'implementazione Pipe Mode migliorata che velocizza la frequenza di streaming dei dati da Amazon Simple Storage Service (S3) in SageMaker durante l'addestramento di modelli di apprendimento automatico. L'implementazione più recente della modalità Pipe Mode fornisce throughput di streaming fino a 9 volte superiori rispetto al File Mode.

  • AWS Single Sign-on permette ora di personalizzare l'esperienza utente delle applicazioni aziendali

    Inserito il: Oct 10, 2018

    AWS Single Sign-On (SSO) permette ora di configurare impostazioni aggiuntive con cui personalizzare l'esperienza utente delle applicazioni aziendali Impostando uno stato di inoltro, è possibile configurare la pagina principale in cui navigano gli utenti quando selezionano un'applicazione nel portale di AWS SSO. È anche possibile configurare la durata delle sessioni delle applicazioni aziendali, lasciando così agli utenti tempo sufficiente per completare le loro attività in una singola sessione. Per ulteriori informazioni su come configurare queste impostazioni, consulta il documento Manage SSO to Your Applications.

  • Network Load Balancer supporta ora le connessioni peer VPC tra regioni diverse

    Inserito il: Oct 10, 2018

    I sistemi Network Load Balancer supportano ora le connessioni da client a destinazioni basate su IP con cloud privati virtuali in peering tra regioni diverse In precedenza, l'accesso a un sistema Network Load Balancer da un cloud privato virtuale in peering in un'altra regione non era possibile. Con questo lancio, è possibile permettere ai client l'accesso ai sistemi Network Load Balancer in regioni diverse tramite connessioni peer VPC. Network Load Balancer consente anche il bilanciamento del carico su destinazioni basate su IP distribuite in un cloud privato virtuale in peering in un'altra regione. Il supporto per questa caratteristica è disponibile in tutte le regioni AWS. Per ulteriori informazioni, consulta la documentazione su Network Load Balancer.

  • Distribuzione di Spotinst Elastigroup per Amazon ECS in AWS con un nuovo Quick Start

    Inserito il: Oct 9, 2018

    Questo Quick Start consente di distribuire Spotinst Elastigroup per Amazon Elastic Container Service (Amazon ECS) nel cloud di Amazon Web Services (AWS).

  • Disponibile a breve: Amazon Connect nella regione AWS Asia Pacifico (Tokyo)

    Inserito il: Oct 9, 2018

    Amazon Connect sarà disponibile nella regione AWS Asia Pacifico (Tokyo) nei prossimi mesi; le imprese in Giappone potranno così offrire ai propri clienti il miglior servizio di assistenza possibile.  L'ampliamento del servizio nella regione di Tokyo offre più possibilità di allestire contact center nel cloud con Amazon Connect integrando il tutto con i servizi AWS già in uso.  

  • Amazon GuardDuty offre personalizzazione della frequenza delle notifiche di Amazon CloudWatch Events

    Inserito il: Oct 8, 2018

    I client di Amazon GuardDuty possono ora personalizzare la frequenza delle notifiche inviate da Amazon CloudWatch Events per le occorrenze che seguono la prima. In precedenza, le minacce ricorrenti di GuardDuty generavano un evento in CloudWatch ogni 6 ore. Ora i clienti potranno modificare questo periodo in 15 minuti, 1 ora o 6 ore. Le minacce univoche o il primo rilevamento generano comunque un evento in tempo reale.

  • AWS IoT Device Management offre ora timeout in corso e timeout di fase per i processi

    Inserito il: Oct 8, 2018

    AWS IoT Device Management consente ora due nuove configurazioni per i timeout dei processi, in corso e in fase, che forniscono ulteriori strumenti per controllare e monitorare l'esecuzione di processi nei dispositivi. I processi permettono di inoltrare azioni remote a uno o più dispositivi, controllarne la distribuzione e tenere traccia dello stato attuale e precedente su ciascun dispositivo.

  • Amazon EC2 supporta l'ora l'applicazione di tag a host dedicati durante l'allocazione

    Inserito il: Oct 8, 2018

    È ora possibile assegnare tag agli host dedicati di Amazon EC2 durante l'allocazione tramite l'API AllocateHost. I tag permettono di suddividere in categorie le risorse AWS in base a diversi criteri, ad esempio in base a scopo, proprietario o ambiente. I tag facilitano l'identificazione degli host.

    Un host dedicato di Amazon EC2 è un server fisico con capacità di istanze EC2 completamente dedicata. Gli host dedicati sono utili per soddisfare i requisiti di conformità e ridurre i costi consentendoti di usare le licenze software legate ai server esistenti. L'applicazione tag agli host al momento dell'allocazione sostituisce l'esecuzione di script appositi.

    Per ulteriori informazioni sull'applicazione di tag agli host dedicati di Amazon EC2, consulta il documento EC2 User Guide.

     

  • Partner di consulenza abilitati alla vendita di soluzioni software in AWS Marketplace

    Inserito il: Oct 8, 2018

    AWS Marketplace, che consente la vendita di oltre 4.200 prodotti software creati da 1.400 produttori di software indipendenti, ha annunciato che sarà possibile acquistare soluzioni software direttamente dai partner di consulenza. Questa novità consente di avvalersi direttamente tramite AWS Marketplace dell'aiuto di partner di consulenza che conoscono il settore, offrono supporto locale e dispongono delle competenze necessarie. Con i partner è anche possibile negoziare, se autorizzati dal produttore di software indipendente a proporre offerte su prezzi, termini di licenza per l'utente finale e servizi professionali aggiuntivi. Quando i dettagli di un'offerta vengono finalizzati, i partner di consulenza si interfacciano direttamente con un rappresentante di AWS Marketplace per creare ed estendere un'offerta tramite offerte private.

  • Amazon Rekognition migliora la precisione della moderazione di immagini

    Inserito il: Oct 8, 2018

    Amazon Rekognition è un servizio di analisi di immagini e video basato sull'apprendimento profondo che permette di identificare oggetti, persone, testo, scenari e attività e di riconoscere contenuti non sicuri. Amazon Rekognition offre ora un modello di moderazione di immagini migliorati in grado di ridurre i falsi positivi in media del 40% senza sacrificare il tasso di rilevamento dei contenuti realmente non sicuri. Ridurre il numero dei falsi positivi contribuisce a ridurre il numero di immagini da sottoporre a moderazione manuale, permettendo di tenere sotto controllo i costi.

  • NICE DCV supporta ora i provider di credenziali in Windows, Audio-out in Linux e la codifica su più GPU

    Inserito il: Oct 8, 2018

    Siamo lieti di annunciare la versione 2017.2 di NICE DCV (Desktop Cloud Visualization).

  • AWS Glue supporta ora il collegamento di notebook di Amazon SageMaker a endpoint di sviluppo

    Inserito il: Oct 5, 2018

    È ora possibile creare un notebook di Amazon SageMaker dalla console di AWS Glue e connetterlo a un endpoint di sviluppo. Grazie a questa integrazione, è ora possibile utilizzare i notebook completamente gestiti di Amazon SageMaker invece di allestire e gestire server locali, rendendo semplice e veloce lo sviluppo di script ETL con AWS Glue. Un endpoint di sviluppo di AWS Glue è un ambiente Apache Spark serverless che è possibile utilizzare per sviluppare, eseguire debug e testare gli script ETL di AWS Glue in modo interattivo. Per ulteriori informazioni, consulta la documentazione.

  • Amazon SageMaker annuncia miglioramenti al suo algoritmo integrato di classificazione delle immagini

    Inserito il: Oct 5, 2018

    L'algoritmo integrato di classificazione delle immagini di Amazon SageMaker supporta ora potenziamenti aggiuntivi. L'algoritmo ora supporta input multi-etichetta e modalità a precisione mista per una formazione più rapida.

  • Amazon API Gateway aggiunge il supporto per AWS i parametri con più valori

    Inserito il: Oct 4, 2018

    A partire da oggi, Amazon API Gateway supporta intestazioni diversi parametri di intestazione e di stringa di query con lo stesso nome in una richiesta API.

    Amazon API Gateway permette di creare, pubblicare, eseguire la manutenzione, monitorare e proteggere le API in modo scalabile. È ora possibile inoltrare più valori per la stessa chiave nell'intestazione e nella stringa di query quando viene richiamata un'API. Questa caratteristica supporta inoltre la restituzione di diverse intestazioni con lo stesso nome nella risposta API, ad esempio con l'invio di diverse intestazioni "Set-Cookie".

    Questa funzionalità è disponibile in tutte le regioni supportate da API Gateway. Per informazioni sulla disponibilità locale di API Gateway, consulta la tabella delle regioni AWS.

    Per ulteriori informazioni su questa caratteristica, consulta la documentazione.

    Per ulteriori informazioni su Amazon API Gateway, consulta la pagina di prodotto.

  • Console di gestione AWS migliorata con funzionalità avanzate ora disponibile in AWS GovCloud (Stati Uniti)

    Inserito il: Oct 4, 2018

    A partire da oggi, la Console di gestione AWS in AWS GovCloud (Stati Uniti) semplifica la ricerca e l'accesso ai servizi.

    La console in questa regione permette ora di cercare i servizi AWS utilizzando parole chiave che ne descrivano le funzionalità, anche quando non si ricorda il nome del servizio. È possibile inoltre creare collegamenti ai servizi più utilizzati facendo clic sul segnaposto nella parte superiore della console, oppure lasciare che sia la console a creare automaticamente i collegamenti ogni volta che viene aperto un servizio.

    Per i neofiti, è disponibile la caratteristica "Build a Solution", che permette di iniziare a utilizzare i servizi AWS più noti.

    Questi miglioramenti sono disponibili nella regione AWS GovCloud (Stati Uniti). Per iniziare a utilizzare queste caratteristiche, accedi alla Console di gestione AWS.

  • Amazon Kinesis Video Streams supporta ora l'aggiunta e il recupero di metadati a livello di frammento

    Inserito il: Oct 4, 2018

    Amazon Kinesis Video Streams consente ora di aggiungere metadati e di recuperarli da frammenti individuali di flussi Kinesis Video per creare applicazioni con funzionalità avanzate nel cloud AWS. Ad esempio, è possibile inviare i valori GPS sotto forma di metadati in ogni frammento di video da una fotocamera indossabile, oppure inviare i valori di temperatura con i frammenti di video da un baby monitor, utilizzando quindi sia i metadati sia i frammenti di video in un'applicazione per creare funzionalità avanzate.

    Un frammento rappresenta un segmento di video, audio o di altri dati provvisti di codifica temporale. I metadati in Kinesis Video Streams sono composti da coppie chiave-valore variabili che possono essere utilizzate per descrivere i contenuti di un frammento e incorporare letture di sensori correlate o qualsiasi altro tipo di dati personalizzati da trasferire insieme al frammento.

    I metadati a livello di frammento offrono un controllo granulare sul passaggio e l'elaborazione di informazioni aggiuntive con ogni frammento video. I metadati vengono memorizzati insieme ai frammenti per l'intera durata del periodo di retention del video. È possibile utilizzare questa caratteristica per incorporare dati provenienti da GPS o sensori di temperatura che le applicazioni possono utilizzare per creare correlazioni, oppure per contrassegnare con previsione i frammenti video in cui è stato rilevato movimento da un dispositivo edge, ad esempio una videocamera. Le applicazioni di apprendimento profondo nel cloud potranno utilizzare tali metadati per alimentare la fase di elaborazione successiva, ad esempio l'identificazione di volti e oggetti.

    I dispositivi e le applicazioni che creano flussi video potranno avvalersi del kit SDK Kinesis Video Producer per aggiungere metadati ai frammenti video. Le applicazioni che utilizzano i metadati potranno impiegare la libreria Kinesis Video Stream Parser per semplificare il recupero dei metadati per ciascun frammento tramite i comandi API GetMedia o GetMediaForFragmentList. Per ulteriori informazioni, consulta la documentazione per sviluppatori.

    Consulta la tabella delle regioni AWS per verificare la disponibilità di Amazon Kinesis Video Streams a livello regionale.

  • Funzionalità di aggregazione di dati su più account e più regioni di AWS Config ora disponibile in sei regioni aggiuntive

    Inserito il: Oct 4, 2018

    AWS Config supporta ora la funzionalità di aggregazione di dati su più account e più regioni in sei regioni aggiuntive Questa caratteristica permette di aggregare i dati di conformità relativi alle regole di AWS Config in un singolo account e una singola regione, riducendo tempi e sforzi necessari per ottenere visibilità dello stato di conformità a livello aziendale a scopo di governance.

  • La versione 12.2.180331 di SQLT Diagnostics Tool è ora disponibile per Amazon for Oracle

    Inserito il: Oct 4, 2018

    Amazon RDS for Oracle ora supporta la versione 12.2.180331 di Oracle SQLTXPLAIN (SQLT) tramite l'utilizzo dell'opzione SQLT. È possibile migliorare le performance delle query SQL tramite l’istruzione Oracle EXPLAIN PLAN e la consultazione delle informazioni di diagnostica del piano di esecuzione di un'istruzione SQL. 

  • Nuova interfaccia utente Web per Amazon WorkDocs

    Inserito il: Oct 4, 2018

    A partire da oggi, gli utenti potranno avvalersi di un nuovo layout quando accedono ad Amazon WorkDocs da un browser.  La nuova interfaccia semplifica la collaborazione e migliora l'esperienza utente quando vengono apportate modifiche, aggiunti commenti e impostate le autorizzazioni per file e cartelle.    

    Grazie alla nuova interfaccia è possibile sfruttare con maggiore facilità caratteristiche quali il caricamento e la condivisone di contenuti e la collaborazione su più documenti Gli utenti potranno scoprire e incorporare nuove caratteristiche nei loro flussi di lavoro senza difficoltà.  

    Questa nuova release permette di creare un documento, un foglio di lavoro, una presentazione o una cartella facendo clic su New nella barra di navigazione in alto. Per caricare e scaricare contenuti, è sufficiente selezionare il comando Actions nella stessa barra di navigazione. Infine, la nuova interfaccia semplifica la condivisione di file e documenti e la gestione delle autorizzazioni grazie al comando Share.  

    La nuova interfaccia utente Web è disponibile senza alcun costo aggiuntivo per tutti gli utenti di Amazon WorkDocs e potrà essere utilizzata in tutte le regioni AWS supportate da WorkDocs. Scopri di più su Amazon WorkDocs e inizia oggi stesso la prova gratuita di 30 giorni.

     
  • Amazon RDS per PostgreSQL supporta le nuove versioni secondarie 10.5, 9.6.10, 9.5.14, 9.4.19 e 9.3.24 per le regioni di tipo commerciale

    Inserito il: Oct 4, 2018

    Dopo l'annuncio sugli aggiornamenti del database PostgreSQL, abbiamo aggiornato Amazon RDS per PostgreSQL aggiungendo il supporto per le versioni secondarie di PostgreSQL 10.5, 9.6.10, 9.5.14, 9.4.19 e 9.3.24. La nuova versione risolve le vulnerabilità della sicurezza di PostgreSQL contenute in questa versione secondaria di PostgreSQL e nelle precedenti e contiene altre correzioni di bug e miglioramenti.

    Con questo aggiornamento, è stato anche aggiunto il supporto per le estensioni pglogical versione 2.2.0 e pg_similarity versione 1.0 in PostgreSQL 10.5 e 9.6.10; l'estensione pageinspect versione 1.6 è supportata in PostgreSQL 10.5; Map Box Vector Tiles in PostGIS con libprotobuf-c è supportata in PostgreSQL 10.5; wal2json è stata aggiornata alla versione 01c5c1ec in PostgreSQL 10.5 e 9.6.10; infine, pg_hint_plan è stata aggiornata alla versione 1.3.1 e 1.2.3.

    Amazon RDS per PostgreSQL consente di configurare, operare e ricalibrare le distribuzioni PostgreSQL nel cloud con la massima semplicità. Per ulteriori informazioni sull'aggiornamento delle istanze database, leggi la Guida per l’utente Amazon RDS. Consulta la pagina dei prezzi di Amazon RDS per PostgreSQL per verificare la disponibilità a livello regionale.

  • Amazon Redshift annuncia Query Editor per eseguire query direttamente da Console di gestione AWS

    Inserito il: Oct 4, 2018

    È ora possibile interrogare i dati in un cluster Amazon Redshift direttamente dalla Console di gestione AWS utilizzando Query Editor. Questa nuova caratteristica semplifica ad amministratori e utenti finali l'esecuzione di query SQL senza dover installare e configurare un client JDBC/ODBC esterno. I risultati delle query sono consultabili istantaneamente nella console.

  • Amazon CloudWatch lancia l'aggregazione dei dati dei parametri lato client

    Inserito il: Oct 3, 2018

    Amazon CloudWatch permette ora di aggregare i dati dei parametri lato client e di pubblicarli con una singola chiamata API PutMetricData. Grazie a questa novità, è possibile acquisire in modo efficiente elevati volumi di dati di parametri con un numero inferiore di chiamate API, riducendo pertanto i costi.

  • L'Oracle Patch Set Update (PSU) di luglio 2018 è ora disponibile per la versione 12c per Amazon RDS for Oracle.

    Inserito il: Oct 3, 2018

    L’Oracle Patch Set Update contiene aggiornamenti importanti per la sicurezza e molto altro. Il Patch Set Update (PSU) di luglio 2018 è ora disponibile per la versione 12c su Amazon RDS for Oracle. Per ulteriori informazioni sugli Oracle PSU supportati su Amazon RDS, visita la documentazione sugli aggiornamenti delle patch di Amazon RDS.

  • Amazon Neptune è ora disponibile nella regione Europa (Londra)

    Inserito il: Oct 3, 2018

    Amazon Neptune è ora disponibile nella regione Europa (Londra).

  • Aggiornamenti importanti a due corsi a lezioni frontali di AWS

    Inserito il: Oct 3, 2018

    Sono stati aggiornati due corsi di formazione per riflettere le novità in fatto di servizi AWS e best practice: Architecting on AWS e Security Engineering on AWS. I corsi sono tenuti da istruttori accreditati da AWS, per apprendere le best practice e risolvere immediatamente tutti i dubbi.

  • Amazon MQ è ora un servizio idoneo alla normativa HIPAA

    Inserito il: Oct 2, 2018

    È ora possibile utilizzare Amazon MQ per la creazione di applicazioni conformi alla normativa HIPAA e per lo storage e la trasmissione di messaggi da un sistema sanitario ad altri: ciò include anche messaggi contenenti informazioni sanitarie protette (PHI).  

  • AWS Migration Hub consente di ridurre i tempi di migrazione con l'automazione dello stato delle migrazioni di applicazioni

    Inserito il: Oct 2, 2018

    AWS Migration Hub offre una posizione centralizzata di monitoraggio dello stato di avanzamento delle migrazioni di server e database di applicazioni con diversi strumenti di migrazione propri di AWS o forniti dai partner. Con Migration Hub, lo stato di migrazione di applicazioni si aggiorna in modo automatico ogni volta che si avvia una migrazione di server o database dell’applicazione. Durante la migrazione di centinaia o migliaia di server in AWS, è consigliabile il monitoraggio delle migrazioni di server e database in raggruppamenti di applicazioni.

  • Distribuisci Illumina DRAGEN sul Cloud AWS con il nuovo Quick Start

    Inserito il: Oct 2, 2018

    In circa 15 minuti, questo Quick Start distribuisce sul Cloud AWS un’analisi di lettura dinamica per GENomics Complete Suite (DRAGEN CS), una piattaforma di analisi dei dati di Illumina.

  • AWS Cloud9 ora supporta TypeScript

    Inserito il: Oct 2, 2018

    AWS Cloud9 ora supporta il linguaggio di programmazione TypeScript. Puoi iniziare a sviluppare in ambienti Cloud9 utilizzando TypeScript.

  • AWS Codebuild ora supporta la creazione di richieste pull Bitbucket

    Inserito il: Oct 2, 2018

    AWS CodeBuild consente ora di creare richieste pull Atlassian Bitbucket, rendendo più semplice la collaborazione all’interno del tuo team durante la modifica e la creazione del codice di applicazioni con CodeBuild.

  • L'istanza F1 di Amazon EC2 si espande in più regioni, aggiunge nuove funzionalità e migliora gli strumenti di sviluppo

    Inserito il: Oct 2, 2018
  • AWS Systems Manager annuncia il pannello di controllo potenziato di conformità

    Inserito il: Oct 1, 2018

    Grazie a gruppi logici definiti dall'utente come quelli delle patch o dell’ambiente, AWS Systems Manager semplifica il flusso di lavoro di conformità, consentendo il monitoraggio delle patch e la conformità della configurazione. Inoltre, è ora possibile approfondire lo stato di elementi non conformi per ottenere ulteriori dettagli, utilizzando la stessa schermata.

  • L’agente di Amazon CloudWatch aggiunge il supporto per i parametri personalizzati

    Inserito il: Sep 28, 2018

    L’agente di Amazon CloudWatch ora supporta la capacità di pubblicare parametri StatsD o collectd personalizzati su CloudWatch. Con questi parametri personalizzati puoi creare allarmi per attivare notifiche e azioni di dimensionamento automatico o salvarli nei pannelli di controllo per una visualizzazione rapida in CloudWatch. 

  • AWS X-Ray è ora disponibile nella regione Europa (Parigi)

    Inserito il: Sep 27, 2018

    A partire da oggi, AWS X-Ray è ora disponibile nella regione Europa (Parigi). 

  • Amazon RDS per PostgreSQL supporta ora l’autenticazione IAM

    Inserito il: Sep 27, 2018

    Amazon RDS consente di utilizzare AWS Identity e Access Management (IAM) per gestire gli accessi ai database nelle istanze database di Amazon RDS per PostgreSQL. Gli amministratori di database possono ora associare utenti di database a ruoli e utenti IAM. Grazie a IAM, è possibile gestire l'accesso degli utenti a tutte le risorse AWS da un'unica posizione, evitando di incorrere in problemi causati da autorizzazioni non sincronizzate su diverse risorse AWS.

    È possibile scegliere di utilizzare IAM per l'autenticazione utente del database semplicemente marcando una casella durante il processo di creazione dell'istanza DB. Anche le istanze DB esistenti possono essere modificate per abilitare l'autenticazione IAM. Una volta abilitata questa funzione, gli amministratori di database possono associare utenti di database nuovi ed esistenti a utenti e ruoli IAM. Le credenziali possono quindi essere gestite tramite IAM senza la necessità di gestire gli utenti nel database. Questo include l'espansione e la limitazione dei livelli di autorizzazione, l'associazione delle autorizzazioni con diversi ruoli e la revoca dell'accesso. L'autenticazione IAM consente inoltre un'integrazione più semplice e sicura con le applicazioni in esecuzione su EC2.

    Dopo aver configurato il database di autenticazione IAM, le applicazioni dei clienti ottengono delle credenziali di sicurezza provvisorie generate dall’IAM Security Token Service, necessarie per la propria autenticazione nel motore del database. Queste credenziali vengono usate al posto di una password durante l’accesso al motore del database.

    L'autenticazione IAM del database è disponibile per le istanze del database Amazon RDS che eseguono le versioni di PostgreSQL 9.5.13, 9.6.9 e 10.4 (e successive).

    Per ulteriori informazioni sull’abilitazione dell’autenticazione IAM per l’istanza di database, consulta la documentazione di Amazon RDS. Per ulteriori informazioni sui servizi IAM, consulta la pagina AWS Identity and Access Management.

     

  • Il rilevamento del servizio Amazon ECS è ora disponibile nelle seguenti regioni: Canada, San Paolo, Seoul, Mumbai e Parigi.

    Inserito il: Sep 27, 2018

    Amazon Elastic Container Service (Amazon ECS) contiene al momento il rilevamento dei servizi integrato in Canada (Centrale), Sud America (San Paolo), Asia Pacifico (Seoul), Asia Pacifico (Mumbai) e UE (Parigi).

    Il rilevamento del servizio Amazon ECS semplifica il rilevamento e il collegamento tra servizi in contenitori. Amazon ECS crea e gestisce un registro di nomi di servizi utilizzando l'API Route 53 Auto Naming, in modo da creare nel codice riferimenti ai servizi per nome e scrivere query DNS che risolvano il nome all'endpoint corrispondente in fase di runtime.

    Adesso, il rilevamento dei servizi è disponibile per tutte le modalità di rete per il tipo di lancio EC2 o con AWS Fargate.

    Per ulteriori informazioni, consulta la documentazione del rilevamento del servizio Amazon ECS.

    Puoi utilizzare il rilevamento del servizio Amazon ECS in tutte le regioni AWS dove Amazon ECS e la nomenclatura automatica di Amazon Route 53 sono disponibili. Al momento, sono incluse le seguenti regioni: Canada (Centrale), Asia Pacifico (Seoul), Asia Pacifico (Mumbai), UE (Parigi), UE (Francoforte), UE (Londra), Asia Pacifico (Tokyo), Asia Pacifico (Sydney), Asia Pacifico (Singapore), Stati Uniti orientali (Virginia settentrionale), Stati Uniti orientali (Ohio), Stati Uniti occidentali (Oregon), Stati Uniti occidentali (California settentrionale) e UE (Irlanda). 
     

  • Le modifiche ai tag sulle risorse di AWS ora generano eventi di Amazon Cloudwatch Events

    Inserito il: Sep 27, 2018

    Grazie a Amazon Cloudwatch Events sono adesso disponibili notifiche sulle modifiche ai tag. In questo modo, puoi monitorare lo stato dei tag nelle risorse di AWS.

  • Amazon API Gateway fornisce supporto per le specifiche OpenAPI 3.0 di API

    Inserito il: Sep 27, 2018

    A partire da oggi, Amazon API Gateway supporta l’importazione e l’esportazione di API utilizzando le specifiche OpenAPI 3.0 di API.

    Le specifiche OpenAPI rappresentano uno standard largamente diffuso per la documentazione di API. OpenAPI 3.0 è l’ultima versione delle specifiche OpenAPI e offre diverse migliorie su OpenAPI 2.

    Il supporto per queste specifiche consentirà ai clienti di migliorare lo sviluppo di API e garantisce una compatibilità migliore con altri strumenti dell’ecosistema.

    Il supporto OpenAPI 3.0 è presente in tutte le regioni dove è disponibile API Gateway. Per sapere dove è disponibile API Gateway, consulta la tabella delle regioni AWS. Per ulteriori informazioni e per un esempio di specifiche OpenAPI 3.0, consulta la documentazione qui.

    Per ulteriori informazioni su Amazon API Gateway, visita la nostra pagina del prodotto.

  • Amazon SageMaker è ora disponibile nella regione AWS GovCloud (Stati Uniti)

    Inserito il: Sep 27, 2018

    Amazon SageMaker è ora disponibile nella regione AWS GovCloud (Stati Uniti), una regione isolata progettata per indirizzare requisiti specifici in termini di regolamentazioni e conformità delle agenzie governative degli Stati Uniti, ma anche di appaltatori, istituzioni educative e altri clienti statunitensi che eseguono carichi di lavoro sensibili nel cloud.

  • AWS CodeCommit supporta nuove azioni di file e cartelle tramite l’interfaccia a riga di comando (CLI) e i kit SDK

    Inserito il: Sep 27, 2018

    AWS CodeCommit consente l’eliminazione diretta di un file e l’accesso ai loro contenuti e alle cartelle, tramite l’interfaccia a riga di comando (CLI) di AWS e i kit SDK In precedenza, era necessario installare e configurare un cliente Git per eseguire ciascuna di queste operazioni. Con l’utilizzo dell’interfaccia a riga di comando (CLI) e dei kit SDK, è ora possibile risparmiare tempo, eseguendo queste azioni, in modo rapido, in ciascuno dei repository CodeCommit.

  • AWS CodeCommit supporta nuove azioni di file e cartelle tramite l’interfaccia a riga di comando (CLI) e i kit SDK

    Inserito il: Sep 27, 2018

    AWS CodeCommit consente l’eliminazione diretta di un file e l’accesso ai loro contenuti e alle cartelle, tramite l’interfaccia a riga di comando (CLI) di AWS e i kit SDK In precedenza, era necessario installare e configurare un cliente Git per eseguire ciascuna di queste operazioni. Con l’utilizzo dell’interfaccia a riga di comando (CLI) e dei kit SDK, è ora possibile risparmiare tempo, eseguendo queste azioni, in modo rapido, in ciascuno dei repository CodeCommit.

  • Amazon MQ supporta anche la versione secondaria di ActiveMQ 5.15.6

    Inserito il: Sep 27, 2018

    Adesso puoi lanciare i broker Apache ActiveMQ 5.15.6 su Amazon MQ. La versione secondaria di ActiveMQ contiene numerose correzioni e nuove funzionalità rispetto alla versione precedentemente supportata, ActiveMQ 5.15.0. 

  • La nomenclatura automatica di Amazon Route 53 è disponibile in cinque regioni AWS aggiuntive

    Inserito il: Sep 27, 2018

    La nomenclatura automatica di Amazon Route 53 è ora disponibile in cinque regioni AWS aggiuntive: Canada (Centrale), Sud America (San Paolo), Asia Pacifico (Seoul), Asia Pacifico (Mumbai), UE (Parigi).

    La nomenclatura automatica di Amazon Route 53 semplifica la gestione dei nomi DNS e dei controlli dello stato generale dei microservizi eseguiti su AWS al momento del loro dimensionamento. Puoi chiamare le API di nomenclatura automatica per creare un servizio e poi registrare le istanze di quel servizio con una chiamata API singola. La nomenclatura automatica di Amazon Route 53 popoleranno automaticamente i record del DNS e creeranno facoltativamente un controllo dello stato per l'endpoint del servizio. Quando viene registrata l'istanza di un nuovo servizio, è possibile accedervi con una semplice query DNS del nome del servizio.

    L'API di nomenclatura automatica di Amazon Route 53 alimenta la funzionalità di rilevamento dei servizi Amazon Elastic Container Service (Amazon ECS) e abilita il rilevamento di servizi unificato per i servizi gestiti da Amazon ECS e Kubernetes.

    Le API di nomenclatura automatica di Amazon Route 53 sono disponibili nelle quindici regioni AWS seguenti: Stati Uniti orientali (Virginia settentrionale), Stati Uniti orientali (Ohio), Stati Uniti occidentali (California settentrionale), Stati uniti occidentali (Oregon), UE (Irlanda), UE (Francoforte), UE (Londra), UE (Parigi), Canada (Centrale), Asia Pacifico (Tokyo), Asia Pacifico (Singapore), Asia Pacifico (Sydney), Asia Pacifico (Seoul), Asia Pacifico (Mumbai), e Sud America (San Paolo). Per ulteriori informazioni sulle regioni e i servizi AWS, consulta la tabella delle regioni AWS.

    Per ulteriori informazioni sull'auto-denominazione di Amazon Route 53 fai riferimento alla nostra documentazione e alla pagina di prodotto.

  • Amazon Pinpoint annuncia nuova interfaccia utente e segmentazione avanzata

    Inserito il: Oct 4, 2018

    A partire da oggi, i clienti di Amazon Pinpoint avranno a disposizione una console basata sul Web aggiornata. Con questo aggiornamento, è possibile iniziare a coinvolgere i propri clienti in tre clic. La nuova console include funzionalità di segmentazione avanzate che aiutano a creare campagne di e-mail, SMS e notifiche push di grande impatto. Inoltre, include caratteristiche che permettono di gestire in modo più efficiente i carichi di lavoro di messaggi transazionali, ad esempio autenticazione a 2 fattori e conferme di ordini.

  • Amazon GameLift è ora disponibile nella regione AWS della Cina (Pechino) gestita da Sinnet

    Inserito il: Sep 27, 2018

    Amazon GameLift è ora disponibile nella regione AWS della Cina (Pechino) gestita da Sinnet

    Amazon GameLift è un servizio gestito che consente di distribuire, gestire e ricalibrare le risorse di server di gioco dedicate per sessioni multigiocatore. Bastano pochi minuti per distribuire il primo server di gioco nel cloud, il che permette di risparmiare migliaia di ore di lavoro tecnico nello sviluppo del software iniziale e di ridurre i rischi tecnici che spesso spingono gli sviluppatori a eliminare dai propri progetti le funzioni multigiocatore. Basato sul collaudato ambiente di elaborazione AWS, Amazon GameLift consente di espandere o ridurre le capacità dei server dei giochi ad alte prestazioni in base al numero di giocatori. Pagando solo la capacità effettivamente impiegata, Amazon GameLift può essere utilizzato sia per i nuovi giochi ancora in fase di progettazione, sia per giochi già lanciati con milioni di giocatori.

    Amazon GameLift è attualmente disponibile nelle regioni seguenti: Stati Uniti orientali (Virginia settentrionale e Ohio), Stati Uniti occidentali (Oregon e California settentrionale), Canada centrale (Montreal), UE centrale (Francoforte), UE occidentale (Londra e Irlanda), Asia Pacifico meridionale (Mumbai), Asia Pacifico nord orientale (Seoul e Tokyo), Asia Pacifico sud orientale (Singapore e Sydney) e Sud America orientale (San Paolo).

    Per ulteriori informazioni, visita la pagina di prodotto di Amazon GameLift.

  • Prezzi riservati sono ora disponibili con AWS Elemental MediaConvert

    Inserito il: Sep 27, 2018

    AWS Elemental MediaConvert ora offre un nuovo modello di prezzi riservati che riduce i costi dei carichi di lavoro multimediali prevedibili e non urgenti. Con l’acquisto di slot di transcodifica riservati, è possibile ottenere l’accesso a capacità di elaborazione parallele fisse ad un tasso mensile fisso e con un impegno annuale. Ogni slot può eseguire un processo di transcodifica video alla volta; è possibile, inoltre, acquistare molteplici slot. Per ulteriori informazioni sui prezzi e sul funzionamento del servizio, consulta la pagina di documentazione.

  • Presentazione di istanze con memoria extra di Amazon EC2 con capacità fino a 12 TB, appositamente progettate per l'esecuzione di database di memoria di grandi dimensioni, come SAP HANA

    Inserito il: Sep 27, 2018

    A partire da oggi, sono disponibili al pubblico le istanze con memoria extra di Amazon EC2 con capacità fino a 12 TB.

  • AWS IoT Analytics disponibile ora nella regione AWS Asia Pacifico (Tokyo)

    Inserito il: Sep 26, 2018

    A partire da oggi AWS IoT Analytics è disponibile nella regione AWS Asia Pacifico (Tokyo). Si tratta della quinta regione in cui AWS IoT Analytics è disponibile, aggiungendosi alle regioni AWS di Stati Uniti orientali (Virginia settentrionale), Stati Uniti orientali (Ohio), Stati Uniti occidentali (Oregon) ed Europa (Irlanda). AWS IoT Analytics è un servizio completamente gestito che semplifica l'esecuzione e l'operatività di analisi sofisticate su enormi volumi di dati IoT. Il servizio può acquisire dati da qualsiasi origine, tra cui Amazon Kinesis, S3 o strumenti di terze parti, utilizzando un'API BatchPutMessage; inoltre il servizio è integrato con AWS IoT Core per semplificare la raccolta di dati e l'avvio di analisi. La regione Asia Pacifico è in grado di sfruttare le nuove funzionalità di AWS IoT Analytics, lanciata nell'agosto 2018, tra cui l'integrazione personalizzata del container, l'analisi continua e finestre temporali personalizzabili. Accedere alla Console di AWS IoT Analytics per iniziare o per ulteriori informazioni e dettagli sui prezzi, visita la pagina di prodotto di AWS IoT Analytics e la relativa documentazione.

  • AWS IoT Device Management ora disponibile nella regione Asia Pacifico (Mumbai)

    Inserito il: Sep 26, 2018

    AWS IoT Device Management è ora disponibile nella regione Asia Pacifico (Mumbai)

  • Amazon RDS ora fornisce la protezione da eliminazione del database

    Inserito il: Sep 26, 2018

    Ora è possibile abilitare la protezione da eliminazione delle istanze del database Amazon RDS e dei cluster del database Amazon Aurora. Quando un’istanza di database o un cluster è configurato con la protezione da eliminazione, il database non può essere eliminato da nessun utente. La protezione da eliminazione è disponibile per Amazon Aurora e Amazon RDS per le istanze di database MySQL, MariaDB, Oracle, PostgreSQL e SQL Server in tutte le regioni di AWS.

    La protezione da eliminazione è ora abilitata per impostazione predefinita quando si seleziona l'opzione "produzione" per le istanze di database create tramite la Console AWS. È inoltre possibile attivare e disattivare la protezione da eliminazione per un'istanza di database esistente o un cluster con pochi clic, nella Console AWS o nell'interfaccia della riga di comando di AWS. La protezione da eliminazione è applicata alla Console AWS, all’interfaccia a riga di comando (CLI) e all’API.

    Quando viene richiesta l’eliminazione di un’istanza di database con protezione da eliminazione nella Console AWS, si viene bloccati e non è possibile continuare senza prima modificare l'istanza e disabilitare la protezione da eliminazione.

    Anche i cluster di database Amazon Aurora possono essere abilitati per la protezione da eliminazione. Si verificherà un errore quando si tenta di eliminare l'istanza del database finale collegata a un cluster di database protetto nella Console AWS. Non è possibile continuare a meno che non si modifichi il cluster DB e si disabiliti la protezione da eliminazione.

    Scopri di più nella sezione Eliminazione di un'istanza di database della Guida per l'utente di Amazon RDS o della Guida per l'utente di Amazon Aurora.

  • Le istanze C5d di Amazon EC2 sono ora disponibili nella regione AWS GovCloud (Stati Uniti)

    Inserito il: Sep 26, 2018

    A partire da oggi, le istanze C5d sono disponibili nella regione AWS GovCloud (Stati Uniti). Le istanze C5d di Amazon EC2 sono state introdotte a maggio 2018 e forniscono istanze C5 dotate di storage locale a livello di blocco in SSD basati su NVMe fisicamente connessi al server host. Queste istanze forniscono storage a blocchi ad alte prestazioni per applicazioni che richiedono storage locale ad alta velocità e a bassa latenza, ad esempio codifica di video, modifica di immagini e altre forme di elaborazione multimediale. Potranno risultare utili anche per le applicazioni che necessitano di storage temporaneo dei dati, ad esempio come l'elaborazione in batch e di log e le applicazioni che necessitano di cache e file di memoria virtuale.  

  • Le istanze M5d di Amazon EC2 sono ora disponibili nella regione AWS GovCloud (Stati Uniti)

    Inserito il: Sep 26, 2018

    A partire da oggi, le istanze M5d sono disponibili nella regione AWS GovCloud (Stati Uniti). Le istanze M5d di Amazon EC2 sono state introdotte a giugno 2018 e forniscono istanze M5 dotate di storage locale a livello di blocco in SSD basati su NVMe fisicamente connessi al server host. Le istanze M5d sono l'ideale per i carichi di lavoro che richiedono un giusto bilanciamento tra risorse di calcolo e memoria, con storage a blocchi locale a bassa latenza e prestazioni elevate che comprenda registrazione di log dei dati ed elaborazione di file multimediali.

  • Branching condizionale ora supportato in AWS Systems Manager Automation

    Inserito il: Sep 26, 2018

    AWS Systems Manager Automation ora supporta il branching condizionale su altri passaggi all'interno dell'Automazione, consentendo ai clienti di creare flussi di lavoro dinamici.

  • Distribuire facilmente carichi di lavoro sensibili alle directory in più account AWS e VPC condividendo un singolo AD gestito da AWS

    Inserito il: Sep 26, 2018

    A partire da oggi, AWS Directory Service per Microsoft Active Directory, noto anche come Microsoft AD gestita da AWS, consente di condividere una singola directory con più account AWS. Ciò rende più semplice ed economica la distribuzione dei carichi di lavoro basati su directory sulle istanze di Amazon EC2 riducendo la configurazione manuale al dominio delle istanze e la necessità di distribuire le directory in ogni account e VPC. Le istanze di Amazon EC2 possono ora collegarsi senza interruzioni a un'unica directory da qualsiasi account AWS e qualsiasi Amazon VPC all'interno di una regione AWS.

  • AWS Amplify annuncia il supporto di Vue.js per la creazione di applicazioni Web alimentate dal cloud

    Inserito il: Sep 26, 2018

    Oggi, AWS Amplify annuncia il supporto per l'utilizzo del framework Vue.js per creare app web basate su cloud con JavaScript. Gli sviluppatori possono utilizzare il nuovo pacchetto AWS Amplify per Vue.js per aggiungere funzionalità cloud, come autenticazione, archiviazione utente, analisi e chat, alle loro app con codici di solo poche righe.

  • AWS Elastic Beanstalk aggiunge il supporto per le istanze T3 e per Go 1.11

    Inserito il: Sep 25, 2018

    AWS Elastic Beanstalk supporta ora le istanze T3. Il supporto è garantito su tutte le configurazioni della piattaforma ed è disponibile in tutte le regioni corrispondenti. Per ulteriori informazioni su caratteristiche e vantaggi delle istanze T3, consulta la pagina dedicata.

  • Le AMI di apprendimento profondo di AWS offrono ora MXNet 1.3 e CNTK 2.6

    Inserito il: Sep 25, 2018

    Le AMI di apprendimento profondo di AWS per Ubuntu e Amazon Linux sono dotate, da oggi, delle nuove versioni di MXNet 1.3 e CTNK 2.6. MXNet 1.3 fornisce il supporto migliorato per la Math Kernel Library for Deep Neural Networks di Intel (Intel MKL-DNN), nuovi modelli di visione artificiale preaddestrati nella libreria Gluon Model Zoo e il supporto per la sintassi di programmazione Clojure. CNTK 2.fornisce il supporto migliorato per Open Neural Network Exchange (ONNX), un formato dati aperto che permette di progettare, addestrare e distribuire modelli di apprendimento profondo con qualsiasi framework. Le AMI di apprendimento profondo distribuiscono automaticamente le build del framework ottimizzate per le istanze EC2 in uso al momento della prima attivazione del relativo ambiente virtuale.

  • Accesso alla Console di gestione AWS possibile con la chiave di sicurezza YubiKey come strumento per l'autenticazione a più fattori

    Inserito il: Sep 25, 2018

    È ora possibile eseguire l'autenticazione degli utenti abilitando la chiave di sicurezza YubiKey come dispositivo MFA. Questa chiave, prodotta da Yubico, un produttore di terze parti, può essere abilitata per diversi utenti IAM e root su più account AWS, semplificando la gestione dei dispositivi di autenticazione a più fattori. Inoltre, è possibile utilizzare una chiave YubiKey esistente, ad esempio usata per l'accesso ad altre applicazioni di terze parti come GitHub o Dropbox, per eseguire l'autenticazione alla Console di gestione AWS

  • Amazon Linux 2 supporta ora librerie e applicazioni a 32 bit

    Inserito il: Sep 25, 2018

    Amazon Linux 2 supporta ora librerie e pacchetti di compatibilità a 32 bit, che permettono di eseguire applicazioni a 32 bit sul sistema operativo.  

  • AWS PrivateLink supporta ora l'accesso tramite VPN di AWS

    Inserito il: Sep 25, 2018

    Le applicazioni in locale potranno ora accedere agli endpoint di AWS PrivateLink in modo sicuro tramite VPN di AWS. AWS PrivateLink permette di accedere in modo privato ai servizi in hosting in AWS, con disponibilità e scalabilità elevate, senza dover utilizzare IP pubblici e senza instradare il traffico su Internet.

    In precedenza, l'accesso agli endpoint di PrivateLink dalle reti locali era disponibile solo tramite AWS DirectConnect. Con questa release, è finalmente possibile utilizzare una VPN di AWS per accedere agli endpoint di PrivateLink.

    AWS PrivateLink è disponibile nelle regioni Stati Uniti orientali (Virginia settentrionale), Stati Uniti orientali (Ohio), Stati Uniti occidentali (Oregon), Stati Uniti occidentali (California settentrionale), UE (Londra), UE (Irlanda), UE (Francoforte), UE (Parigi), Canada (Centrale), Asia Pacifico (Mumbai), Asia Pacifico (Seoul), Asia Pacifico (Singapore), Asia Pacifico (Sydney), Asia Pacifico (Tokyo) e America del Sud (San Paolo). Per ulteriori informazioni, consulta la documentazione su AWS PrivateLink.

  • Network Load Balancer supporta ora le VPN di AWS

    Inserito il: Sep 25, 2018

    Network Load Balancer da oggi supporta le connessioni dai client e verso le relative destinazioni tramite VPN gestite da AWS.

    In precedenza, l'accesso a Network Load Balancer dalle reti locali era disponibile solo tramite AWS DirectConnect. Con questo lancio, è possibile accedere a NLB tramite tunnel VPN di AWS.

    Il supporto per questa caratteristica è disponibile in tutte le regioni AWS. Per ulteriori informazioni, consulta la guida di Network Load Balancer.

  • Amazon Aurora con compatibilità per PostgreSQL supporta la versione principale 10.4

    Inserito il: Sep 25, 2018

    Amazon Aurora con compatibilità per PostgreSQL supporta ora la versione principale di PostgreSQL 10.4 ed è disponibile nelle regioni Stati Uniti orientali (Virginia settentrionale), Stati Uniti orientali (Ohio), Stati Uniti occidentali (Oregon) e UE (Irlanda).

    PostgreSQL 10 include diverse nuove caratteristiche, tra cui partizionamento nativo delle tabelle, supporto per esecuzione parallela migliorata delle query, confronto ICU, statistiche di gruppi di colonne, estensione postgres_fdw avanzata e molto altro. Inoltre, questa release include versioni aggiornate delle estensioni PLV8, ip4r e pg_repack.

    Questa release include tutte le patch delle versioni secondarie PostgreSQL 10.1, PostgreSQL 10.2 e PostgreSQL 10.3. Inoltre, include tutte le estensioni supportate nella versione 9.6 di Amazon Aurora con compatibilità per PostgreSQL.

    Per utilizzare la nuova versione, è sufficiente creare un'istanza database di Amazon Aurora con compatibilità per PostgreSQL tramite la Console di gestione AWS. È anche possibile creare una replica di lettura di Amazon Aurora con compatibilità per PostgreSQL 10.4 utilizzando un'istanza master di RDS per PostgreSQL 10.4 ed eseguendo il failover di connessioni e applicazioni in Aurora. Per ulteriori informazioni su come eseguire la migrazione in Aurora PostgreSQL 10.4, consulta il documento Amazon RDS User Guide.

    Amazon Aurora unisce le prestazioni e la disponibilità dei database commerciali di fascia alta con la semplicità e i costi ridotti dei database open source. Aurora fornisce prestazioni fino a tre volte superiori rispetto a un comune database PostgreSQL e maggiori scalabilità, durabilità e sicurezza.

  • Istanze F1 di Amazon EC2 disponibili in nuovi tagli

    Inserito il: Sep 25, 2018

    A partire da oggi, le stanze F1 di Amazon EC2 disponibili in un nuovo taglio, f1.4xlarge. Questo nuovo taglio è dotato di due array FPGA Xilinx UltraScale+ per fornire un'ulteriore opzione intermedia tra f1.2xlarge, che offre un solo array FPGA, e f1.16xlarge, che ne offre otto.

  • Amazon Connect aggiunge una nuova API per i parametri delle code

    Inserito il: Sep 24, 2018

    Amazon Connect offre un'API per i parametri delle code È finalmente possibile accedere in modo programmatico e in tempo reale ai parametri delle code di un contact center, nonché quasi in tempo reale allo storico dei parametri delle 24 ore precedenti. Ad esempio, è possibile utilizzare la nuova API per estendere un pannello di controllo personalizzato con dati in tempo reale che mostrano il numero di contatti o di agenti disponibili in una determinata coda. Può anche essere utilizzata per individuare parametri di coda nello storico da utilizzare con una piattaforma di reportistica personalizzata o una soluzione di gestione della forza lavoro. Per iniziare, consulta la documentazione sulle API per GetCurrentMetricData, con cui ottenere parametri delle code in tempo reale, e GetMetricData, con cui acquisire parametri delle code quasi in tempo reale.

  • Alexa for Business aggiunge in beta il supporto per la tecnologia Wi-Fi WPA2-Enterprise per i dispositivi Echo condivisi

    Inserito il: Sep 24, 2018

    Alexa for Business consente ora alle aziende di connettere dispositivi Echo selezionati gestiti da Alexa for Business alla rete wireless WPA2-Enterprise. Sebbene non sia necessario che i dispositivi Echo siano direttamente connessi a una rete aziendale per operare correttamente, molte imprese preferiscono disporre di tutti i propri dispositivi all'interno della propria rete protetta da WPA2-Enterprise, in modo da semplificare la gestione sia dei dispositivi sia della rete. Questa nuova caratteristica, attualmente in beta, permette di connettere i dispositivi Echo alla rete wireless WPA2 esistente senza dover creare una rete guest o WPA2 personale.  

  • Amazon CloudWatch aggiunge la possibilità di creare pannelli di controllo personalizzati al di fuori della console AWS

    Inserito il: Sep 24, 2018

    È ora possibile recuperare lo snapshot di un grafico in CloudWatch per visualizzare su siti Web, wiki e pannelli personalizzati al di fuori della console di AWS e migliorare il monitoraggio.

  • Amazon Aurora supporta ora interruzione e riavvio dei cluster di database

    Inserito il: Sep 24, 2018

    Amazon Aurora permette ora di interrompere e riavviare i cluster di database (in entrambe le versioni, per MySQL e PostgreSQL). In questo modo è ancora più semplice e conveniente utilizzare i cluster di database per lo sviluppo e il testing, dato che il database non deve necessariamente essere costantemente attivo.

    Per interrompere e avviare un cluster di database sono sufficienti pochi clic nella Console di gestione AWS oppure una singola chiamata nell'API AWS o nell'interfaccia a riga di comando; l'operazione in sé richiede pochi minuti. Con un comando di interruzione, viene interrotto il funzionamento dell'istanza principale e delle repliche di Aurora. Per tutta la durata della sospensione di un cluster, vengono addebitati i costi per lo storage del cluster, gli snapshot manuali e lo storage di backup automatici all'interno della finestra di retention specificata, ma non sarà addebitato alcun costo per le ore di utilizzo dell'istanza.

    Quando un cluster di database è sospeso, inoltre, è possibile eseguire ripristini point-in-time nella finestra di retention di backup automatica specificata. L'avvio di un cluster di database ripristinerà la stessa configurazione presente al momento dell'interruzione, inclusi gli endpoint, le repliche dell'istanza, i gruppi di parametri, i gruppi di sicurezza di VPC e le impostazioni dei gruppi.

    La durata massima dell'interruzione di un cluster di database è di 7 giorni. Dopo 7 giorni, sarà riavviato automaticamente. Per ulteriori informazioni sull'interruzione e l'avvio di cluster di database, consulta la sezione Stopping and Starting a DB Cluster nel documento Amazon RDS User Guide.

    Amazon Aurora unisce le prestazioni e la disponibilità dei database commerciali di fascia alta con la semplicità e i costi ridotti dei database open source. Aurora fornisce prestazioni fino a tre volte superiori rispetto a un comune database PostgreSQL e fino a cinque volte superiori rispetto a un comune database MySQL, nonché maggiori scalabilità, durabilità e sicurezza. Per informazioni sulla disponibilità locale del prodotto, consulta la tabella delle regioni AWS.

  • AWS AppSync lancia un generatore guidato di API per app Web e per dispositivi mobili

    Inserito il: Sep 21, 2018

    Oggi è stata annunciato un generatore guidato di API per AWS AppSync. In precedenza, per poter creare un'API AWS AppSync era necessario conoscere la sintassi GraphQL. AWS AppSync, infatti, si basa su GraphQL, una sintassi di query API molto potente che permette ai back-end e alle applicazioni di eseguire ricerche di dati complesse a ciclo singolo per maggiore efficienza di rete. Il builder API GraphQL senza codice che è stato rilasciato a luglio 2018 è stato il primo passo per raggiungere questo risultato. Con il lancio di oggi, è ancora più semplice creare API serverless potenti per app Web e per dispositivi mobili senza essere esperti di GraphQL.

  • AWS Amplify aggiunge il supporto per l'incorporazione di scenari di realtà aumentata e realtà virtuale di Amazon Sumerian in applicazioni Web

    Inserito il: Sep 21, 2018

    La libreria JavaScript di AWS Amplify supporta ora Amazon Sumerian, consentendo agli sviluppatori di incorporare esperienze 3D e di realtà virtuale e realtà aumentata nelle applicazioni Web.

  • Le query in parallelo di Amazon Aurora ora disponibili al pubblico

    Inserito il: Sep 20, 2018

    Le query in parallelo di Amazon Aurora sono una caratteristica dei database Amazon Aurora che velocizza le query analitiche sui dati transazionali. La portata del miglioramento delle prestazioni raggiunge anche 2 ordini di grandezza, senza sacrificare il throughput dei carichi di lavoro core transazionali. Per saperne di più, leggi il blog di AWS.

  • Amazon SageMaker supporta ora l'applicazione di tag per i processi di ottimizzazione di iperparametri

    Inserito il: Sep 20, 2018

    Amazon SageMaker supporta ora l'applicazione di tag per i processi di ottimizzazione di iperparametri. Grazie a questa nuova funzionalità, i clienti potranno aggiungere uno o più tag a un processo di ottimizzazione avviato con l'ottimizzazione automatica dei modelli.

  • Aggiornamenti sulla copertura di AWS CloudFormation per Amazon API Gateway, Amazon ECS, Amazon Aurora Serverless, Amazon ElastiCache e altri servizi

    Inserito il: Sep 20, 2018
  • Live Streaming on AWS offre ora AWS Elemental MediaLive e MediaPackage

    Inserito il: Sep 20, 2018

    AWS ha aggiornato Live Streaming on AWS, una soluzione che allestisce automaticamente i servizi necessari per creare un'architettura resiliente e scalabile in grado di offrire contenuti video in diretta in tutto il mondo. Questa soluzione sfrutta ora le caratteristiche di qualità televisiva di AWS Elemental MediaLive per acquisire i feed di input e transcodificare i contenuti in due flussi HSL (HTTP Live Streaming) a frequenze di bit adattive. MediaPackage crea pacchetti con tali flussi in formato HLS, DASH (Dynamic Adaptive Streaming over HTTP) e MSS (Microsoft Smooth Streaming) per la distribuzione con Amazon CloudFront. La soluzione include inoltre un lettore di anteprima HTML con cui eseguire test.

  • La console di Amazon EC2 per istanze Spot supporta la scalabilità pianificata per Application Auto Scaling

    Inserito il: Sep 20, 2018

    La console di Amazon EC2 per istanze Spot supporta ora la scalabilità pianificata per Application Auto Scaling, consentendo di programmare le attività di ricalibrazione delle risorse per carichi di lavoro con pattern prevedibili. Dalla console è possibile creare operazioni pianificate per le richieste di parchi istanze Spot, riducendo o potenziando la capacità per intervalli di tempo specificati.

    Al momento della creazione di un'operazione pianificata, è possibile specificare quando l'attività di ricalibrazione dovrà verificarsi, la capacità minima e la capacità massima. Nel momento selezionato, Auto Scaling ricalibrerà le risorse del parco istanze in base ai nuovi valori indicati. È possibile creare operazioni pianificate una tantum oppure ricorrenti.

    Il supporto per la scalabilità pianificata nella console di EC2 per le istanze Spot è disponibile in tutte le regioni AWS pubbliche. Per ulteriori informazioni su questa caratteristica, consulta la documentazione; per saperne di più sulle istanze Spot, visita questa pagina.
     

  • AWS Database Migration Service semplifica la migrazione dei database Cassandra in Amazon DynamoDB

    Inserito il: Sep 20, 2018

    AWS Database Migration Service (AWS DMS) e AWS Schema Conversion Tool (AWS SCT) semplificano la migrazione di database NoSQL Apache Cassandra in Amazon DynamoDB. Con AWS DMS e AWS SCT, è ora possibile eseguire la migrazione di database Cassandra in DynamoDB e la replica continua delle modifiche di tabelle DynamoDB. Dopo la migrazione di un database Cassandra, è possibile sfruttare la bassa latenza costante su qualsiasi scala di DynamoDB.

    La migrazione da Cassandra in DynamoDB permette agli sviluppatori di concentrare i propri sforzi sui prodotti tralasciando attività quali gestione e manutenzione dell'infrastruttura. Il modello di provisioning serverless di DynamoDB elimina la necessità di allocare capacità in eccesso nell'infrastruttura di database. Inoltre, DynamoDB non necessita di risorse o licenze specializzate. Di conseguenza, i clienti potranno eseguire le proprie applicazioni basate su DynamoDB con fino al 70% di risparmio sul TCO rispetto a Cassandra. Infine, Global Tables, backup e ripristino e crittografia su disco di DynamoDB offrono agli sviluppatori caratteristiche simili a quelle disponibili con Cassandra, con tuttavia il vantaggio di essere più semplici da implementare senza sforzi o tempi di inattività.

  • Istanze R5 e R5d di Amazon EC2 disponibili in 8 nuove regioni AWS

    Inserito il: Sep 20, 2018

    A partire da oggi, le istanze R5 di Amazon EC2 sono disponibili nelle regioni Asia Pacifico (Seoul), Asia Pacifico (Sydney), Asia Pacifico (Tokyo), UE (Francoforte), UE (Londra), Stati Uniti occidentali (California settentrionale), Canada (Centrale) e GovCloud (Stati Uniti occidentali). In precedenza, erano già disponibili, dal 25 luglio 2018, nelle regioni Stati Uniti orientali (Virginia settentrionale), Stati Uniti orientali (Ohio), Stati Uniti occidentali (Oregon) e UE (Irlanda).

  • Supporto per TensorFlow ed S3 Select con Spark in Amazon EMR release 5.17.0

    Inserito il: Sep 20, 2018

    È ora possibile utilizzare TensorFlow 1.9.0, il famoso framework per l’apprendimento automatico e profondo, ed S3 Select con Apache Spark in Amazon EMR release 5.17.0. È possibile unire le librerie di Tensorflow a Spark, strumento di elaborazione dei Big Data, in EMR per rendere più rapido il processo di addestramento del modello allineando i parametri di addestramento. Il modello addestrato può quindi essere trasmesso a tutti i nodi del cluster per applicare una procedura di inferenza distribuita su una grande quantità di dati, per i quali un solo nodo sarebbe insufficiente. TensorFlow in EMR è provvisto di TensorBoard, un tool di visualizzazione che permette di visualizzare e correggere il flusso del grafico tensore in tempo reale, capire gli effetti delle tue scelte di progettazione e ottimizzare il tuo modello in molti altri modi. La versione di TensorFlow in EMR varia a seconda del tipo di istanza usata per il cluster.

    Con EMR release 5.17.0 puoi usare S3 Select con Spark. In questo modo Spark può eseguire una query selettiva su un sottoinsieme di dati da un oggetto di grandi dimensioni in S3. Questo migliora le prestazioni di funzionamento, riducendo la quantità di dati da trasferire e analizzare nel cluster EMR. In più, grazie a questa versione, è possibile configurare JupyterHub in EMR per salvare i notebook direttamente su S3. Puoi anche utilizzare le versioni aggiornate di Apache Flink 1.5.2, Apache HBase 1.4.6 e Presto 0.206.

    Con la release 5.17.0 è possibile creare un cluster Amazon EMR scegliendo l'etichetta "emr-5.17.0" tramite Console di gestione AWS, interfaccia a riga di comando o kit SDK. Puoi selezionare TensorFlow, Flink, HBase e Presto per installare queste applicazioni all'avvio del cluster EMR. Consulta la documentazione di Amazon EMR per ulteriori informazioni su EMR versione 5.17.0, TensorFlow 1.9.0, S3 Select con Spark, Flink 1.5.2, HBase 1.4.6 e Presto 0.206.

    Amazon EMR versione 5.17.0 è ora disponibile in tutte le regioni supportate per Amazon EMR.

    Puoi essere sempre informato sulle nuove versioni in EMR iscrivendoti ai feed delle note di rilascio della versione EMR. Usa l’icona RSS in cima alla Guida Release EMRper collegare l’URL dei feed direttamente al tuo lettore di feed preferito.

     

  • AWS Resource Groups supporta settantasette tipi di risorse

    Inserito il: Sep 26, 2018

    AWS Resource Groups è un servizio che consente ai clienti di organizzare le risorse AWS in raggruppamenti logici. Questi gruppi possono rappresentare un’applicazione, un componente software o un ambiente. Con questa versione, i gruppi di risorse possono ora includere più di cinquanta tipi di risorse aggiuntivi, portando il numero complessivo dei tipi di risorse supportati a settantasette. Alcuni di questi nuovi tipi di risorse includono le tabelle Amazon DynamoDB, le funzioni AWS Lambda, i percorsi AWS CloudTrail e molti altri. I clienti ora possono creare gruppi di risorse che riflettono accuratamente le loro applicazioni e prendere iniziative nei confronti di tali gruppi, piuttosto che nei confronti delle singole risorse. Per ulteriori informazioni su come i clienti possono automatizzare le attività sui gruppi di risorse, consulta AWS Systems Manager.

  • Programma AWS Industrial Software Competency

    Inserito il: Sep 19, 2018

    AWS ha annunciato il nuovo programma AWS Industrial Software Competency, che aiuterà i clienti a identificare e scegliere i migliori partner APN (AWS Partner Network) per i loro progetti e carichi di lavoro in AWS.

    I partner del programma AWS Competency hanno realizzato soluzioni di successo e hanno dimostrato un'elevata specializzazione nel segmento di mercato dei software settoriali, fornendo toolchain complete per progettazione di prodotti, design di produzione e produzione/operations in Amazon Web Services (AWS).

    Con l'aiuto dei partner AWS con competenze di software settoriali, i clienti di AWS potranno eseguire entità di progettazione e di produzione senza dover disporre di data center, per avvalersi delle infrastrutture cloud più sicure, performanti, resilienti ed efficienti per applicazioni di settore create da imprese leader di settore e start-up innovative.

    Le soluzioni dei partner del programma Competency di AWS supportano le tecnologie software più avanzate con un modello completamente scalabile e a costi significativamente inferiori.

    Inizia oggi stesso a collaborare con uno dei nostri partner per software settoriali >>

    Il programma AWS Competency aiuta i clienti a identificare e scegliere i migliori partner APN abbiano dimostrato particolare competenza tecnica e realizzato soluzioni di successo per i propri clienti in aree specifiche.

    Per ottenere una competenza, i partner APN vengono sottoposti a un processo di verifica tecnica rigoroso nell'ambito del settore specifico della tecnologia in questione, e le loro soluzioni per AWS vengono valutate secondo parametri di sicurezza, prestazioni e affidabilità. Grazie a questi processi, i clienti possono scegliere con la massima fiducia la soluzione più adatta a loro tra le decine di migliaia presenti in AWS Partner Network.

  • Amazon ElastiCache per Redis aggiunge il dimensionamento delle repliche di lettura per Redis Cluster

    Inserito il: Sep 19, 2018

    Amazon ElastiCache per Redis introduce il supporto per l’aggiunta e la rimozione di nodi di repliche di lettura per i Redis Cluster partizionati. Ora è più semplice calibrare le risorse delle operazioni di lettura e migliorare la disponibilità degli ambienti cluster Redis senza dover intervenire manualmente o apportare modifiche alle applicazioni. Amazon ElastiCache supporta già l'aggiunta e la rimozione di repliche di lettura per Redis senza sharding (modalità cluster non Redis).

  • Amazon S3 annuncia la replica selettiva in più regioni basata sui tag di oggetti

    Inserito il: Sep 19, 2018

    La replica in più regioni (CRR) di Amazon S3 ora supporta il filtraggio di oggetti basato sui tag di oggetti S3. Questo permette di individuare singoli oggetti utilizzando tag di oggetti S3 per la replica automatica nelle regioni AWS ai fini di conformità e/o protezione dei dati.

  • Le istanze G3 di Amazon EC2 sono ora disponibili nella regione AWS Canada (Centrale)

    Inserito il: Sep 19, 2018

    A partire da oggi, le istanze G3 di Amazon EC2 sono disponibili nella regione AWS Canada (Centrale).

  • Amazon RDS per MySQL e MariaDB supportano ora i tipi di istanza M5

    Inserito il: Sep 18, 2018

    È ora possibile avviare istanze M5 con Amazon Relational Database Service (RDS) per MySQL e Amazon RDS per MariaDB. Le istanze M5 di Amazon EC2 rappresentano la generazione più recente di istanze di calcolo di Amazon EC2 per uso generico. Offrono il giusto bilanciamento di elaborazione, memoria e rete per un'ampia gamma di carichi di lavoro di database. 

  • Risparmia tempo e denaro filtrando i volti durante le operazioni di indexing con Amazon Rekognition

    Inserito il: Sep 18, 2018

    Amazon Rekognition è un servizio di analisi di immagini e video basato sull'apprendimento profondo che permette di identificare oggetti, persone, testo, scenari e attività e di riconoscere contenuti inappropriati. Con la nuova funzionalità di filtraggio dei volti di Amazon Rekognition, puoi ora ottenere il controllo sulla qualità e la quantità di volti indicizzati per il riconoscimento facciale, per un conseguente risparmio di costi, riduzione dei tempi di sviluppo e miglioramento della precisione del riconoscimento facciale.

  • AWS Server Migration Service aggiunge il supporto per la migrazione di volumi di dati più grandi

    Inserito il: Sep 18, 2018

    AWS Server Migration Service ora supporta la migrazione di macchine virtuali locali con volumi di dati fino a 16 TB. Questo consente ai clienti di effettuare la migrazione dei propri database e server di gestione dei contenuti di grandi dimensioni in AWS con la semplicità e la facilità di utilizzo offerta da Server Migration Service.

  • La soluzione data lake ora si integra con Microsoft Active Directory

    Inserito il: Sep 18, 2018

    Il team di soluzioni AWS ha aggiornato la soluzione data lake , un'implementazione di riferimento automatica che distribuisce un'architettura di data lake altamente disponibile e a costi contenuti sul Cloud AWS insieme a una console intuitiva per la ricerca e la richiesta dei set di dati. La soluzione ora include un modello federato che consente di avviare una versione della stessa, pronta per l'integrazione con Microsoft Active Directory.  

  • Programma la tua migrazione con AWS Application Discovery Service Data Exploration

    Inserito il: Sep 18, 2018

    AWS Application Discovery Service (ADS), che aiuta i clienti aziendali a pianificare i progetti di migrazione raccogliendo informazioni sui loro data center locali, ha lanciato la funzionalità Data Exploration. Questa nuova funzionalità consente di eseguire con facilità query dei dati che gli agent ADS estraggono dai tuoi server in locale in un’unica posizione, offrendoti l’opportunità di valutare e programmare al meglio il tuo progetto di migrazione.

  • AWS Storage Gateway è ora disponibile come appliance hardware

    Inserito il: Sep 18, 2018

    AWS Storage Gateway è ora disponibile preinstallato in un’appliance hardware acquistabile direttamente da amazon.com e gestibile dalla console AWS. L’appliance si basa su un server Deli EMC PowerEdge con configurazione convalidata e fornisce un’opzione di distribuzione aggiuntiva alle macchine virtuali VMware ESXi, Microsoft Hyper-V o Amazon EC2 disponibili oggi.

  • Amazon Elasticsearch Service ora supporta le comunicazioni crittografate tra nodi Elasticsearch

    Inserito il: Sep 18, 2018

    Amazon Elasticsearch Service ora supporta la crittografia da nodo a nodo, consentendo alle organizzazioni di effettuare l’hosting di carichi di lavoro sensibili con rigidi requisiti di sicurezza e conformità. La funzionalità di crittografia da nodo a nodo offre un livello di sicurezza aggiuntivo, implementando Transport Layer Security (TLS) per tutte le comunicazioni tra le istanze Elasticsearch in un cluster. Garantisce che qualsiasi dato inviato al dominio Amazon Elasticsearch Service tramite HTTPS rimanga crittografato in transito mentre viene distribuito e replicato tra i nodi. La crittografia da nodo a nodo completa le funzionalità esistenti fornite dal servizio, quali la crittografia HTTPS da client a cluster, la crittografia a riposo e la sicurezza e l’isolamento a livello di rete basati su VPC (Virtual Private Cloud) per la comunicazione da nodo a nodo. Tutti i certificati vengono distribuiti e ruotati automaticamente dal servizio per l’intera durata del dominio, senza alcun costo operativo aggiuntivo. 

  • Amazon WorkSpaces ora permette di monitorare gli eventi di accesso utilizzando Amazon CloudWatch Events

    Inserito il: Sep 17, 2018

    Ora puoi utilizzare Amazon CloudWatch Events per visualizzare, cercare, scaricare, archiviare, analizzare e rispondere agli accessi corretti ai tuoi Amazon WorkSpaces. Con questa release, puoi monitorare le informazioni su indirizzi IP WAN client, sistemi operativi, ID WorkSpaces e ID directory per gli accessi a WorkSpaces da parte degli utenti.  

  • Distribuzione di WordPress High Availability by Bitnami con il nuovo AWS Quick Start

    Inserito il: Sep 17, 2018

    Questo Quick Start distribuisce WordPress High Availability by Bitnami, che include WordPress con Amazon Aurora, in un ambiente ad elevata disponibilità su AWS in circa 40 minuti.

  • Amazon Aurora con compatibilità PostgreSQL supporta la versione secondaria 9.6.9

    Inserito il: Sep 14, 2018

    Amazon Aurora con compatibilità PostgreSQL è stato aggiornato alla versione 1.3 in favore del rilascio 9.6.9 del database PostgreSQL. Questo rilascio include miglioramenti dell'affidabilità e delle prestazioni insieme a diverse correzioni di errori.

  • Amazon Polly aggiunge il supporto in cinese mandarino

    Inserito il: Sep 14, 2018

    Amazon Polly è un servizio che trasforma il testo in una conversazione reale. Oggi, siamo entusiasti di annunciare Zhiyu, il primo assistente vocale in cinese mandarino. Zhiyu è una voce femminile chiara, vivace e naturale.

  • Amazon AppStream 2.0 ora supporta la condivisione di immagini

    Inserito il: Sep 14, 2018

    Adesso è possibile condividere le immagini dell'applicazione AppStream 2.0 con altri account AWS nella stessa regione AWS. Questo consente di mantenere una versione dell'immagine dell'applicazione e fornire ad altri account AWS un accesso sicuro ad essa. Ad esempio, i produttori di software possono ora creare un'immagine con le loro applicazioni installate e condividerla con i propri clienti, come parte di una soluzione SaaS o di una versione di prova, mantenendo il controllo dell'immagine di origine. Oppure le aziende possono impostare immagini nei loro account di prova e condividerle con i loro account di produzione. È possibile verificare quando il destinatario usa l'immagine con i suoi parchi istanze o per creare nuove immagini, oppure quando si verificano entrambi i casi, così come revocare l'accesso in qualsiasi momento.

    Per iniziare, seleziona Immagini, Registro delle immagini nella console di AppStream 2.0. Seleziona l’immagine che desideri condividere, quindi Azioni, Condividi. Scegli Add account e inserisci l'ID account di AWS con cui desideri condividere l’immagine. Per interrompere la condivisione di un'immagine, seleziona la scheda Autorizzazioni e scegli Modifica per l'ID account di AWS da cui desideri rimuovere l'autorizzazione. Per ulteriori informazioni sulla condivisione di immagini, consulta Amministra le immagini di Amazon AppStream 2.0.  

    È possibile condividere immagini per gli utenti senza alcun costo aggiuntivo in tutte le regioni AWS in cui è disponibile AppStream 2.0. Le tariffe di AppStream 2.0 sono basate sull'uso effettivo. Consulta lapagina dei prezzi di Amazon AppStream 2.0 per ulteriori informazioni e per provare applicazioni di esempio.

  • AWS CodeBuild è ora disponibile nella regione AWS Cina (Pechino), gestita da Sinnet, e nella regione AWS Cina (Ningxia), gestita da NWCD

    Inserito il: Sep 13, 2018

    AWS CodeBuild è ora disponibile per i clienti della regione AWS Cina (Pechino), gestita da Sinnet, e nella regione AWS Cina (Ningxia), gestita da NWCD 

  • Competenza sugli strumenti di gestione del cloud AWS

    Inserito il: Sep 13, 2018

    Presentazione del programma di competenza sugli strumenti di gestione del cloud (CMT) di AWS, che permette ai clienti di identificare i partner APN che li aiutino ad accelerare l’adozione di AWS offrendo best practice di esecuzione e di governance.

    Per le organizzazioni IT è importante offrire i vantaggi di una strategia cloud: agilità, scalabilità, resilienza e risparmi, mantenendo al tempo stesso governance, conformità e un utilizzo efficiente delle risorse. I partner degli strumenti di gestione del cloud AWS hanno realizzato soluzioni di successo che offrono entrambi i vantaggi. I loro clienti possono gestire con fiducia gli ambienti AWS utilizzando “barriere di protezione” mentre monitorano eventuali attività non conformi. Questi partner sono specializzati nel fornire soluzioni in amministrazione e provisioning, governance del cloud e ottimizzazione delle risorse e dei costi. 

    Consulta la pagine dei partner di competenza sugli strumenti di gestione del cloud AWS

  • AWS Firewall Manager supporta lo scoping per account nelle policy

    Inserito il: Sep 12, 2018

    AWS Firewall Manager supporta ora l'inclusione e l'esclusione di account al momento della definizione dello scoping di una policy. In questo modo i clienti possono applicare regole di AWS WAF solo su un sottoinsieme di account in AWS Organizations.

  • Amazon CloudFront lancia la seconda edge location a New Delhi, in India

    Inserito il: Sep 12, 2018

    Dettagli: Amazon CloudFront ha annunciato l'aggiunta di una seconda edge location a New Delhi, in India. Questa aggiunta raddoppia la capacità di CloudFront in tale area, sia per l'elaborazione delle richieste degli utenti sia per il caching locale dei contenuti. Per una panoramica della rete globale di CloudFront, consulta la pagina dei dettagli del servizio.

  • Crittografia su dati inattivi di Amazon DynamoDB disponibile in nuove regioni

    Inserito il: Sep 12, 2018

    La crittografia su dati inattivi aiuta a migliorare la protezione dei dati contenuti in Amazon DynamoDB perché permette di crittografarli utilizzando la chiave di default di AWS Key Management Service. La crittografia su dati inattivi riduce in modo significativo il carico operativo e la complessità connessi alla protezione di dati sensibili.

  • Programma AWS Serverless Navigate

    Inserito il: Sep 12, 2018

    Il nuovo programma AWS Serverless Navigate consente ai partner APN di ottenere conoscenze più approfondite sulla piattaforma AWS Serverless, compresi AWS Lambda, Amazon API Gateway, AWS Step Functions e Amazon Cognito.

    I contenuti educativi per Serverless includono argomenti quali modalità di interazione reciproca dei servizi, best practice, modalità di identificazione di potenziali carichi di lavoro e modalità di posizionamento corretto di Serverless durante gli interventi tecnici e di vendita con i clienti.

    Maggiori informazioni su AWS Serverless Navigate >>

  • Amazon Connect aggiunge una nuova API Contact per impostare gli attributi di un contatto

    Inserito il: Sep 12, 2018

    Amazon Connect offre ora la nuova API Contact, con cui è possibile aggiornare o aggiungere attributi a un contatto. Gli attributi di un contatto sono coppie chiave-valore, ad esempio il nome dell'autore della chiamata, il motivo della chiamata o la qualità del servizio ricevuta. Finora, questi attributi potevano essere impostati esclusivamente nell'ambito di un flusso di contatti precedente alla connessione della chiamata all'agente. Con questa API, è possibile aggiungere o aggiornare attributi in modo programmatico dalle app aziendali (ad esempio dagli strumenti CRM), durante o dopo l'interazione con il cliente. Ad esempio, un agente può aggiungere un attributo per indicare che l'utente dovrà essere richiamato, oppure un manager può aggiornare un attributo al termine di una chiamata per valutare la qualità del servizio. È anche possibile aggiornare gli attributi di un contatto dopo alcuni mesi per segnalare contatti a scopo legale o di formazione. Per ulteriori informazioni, consulta la documentazione sulle API.

  • Distribuzione di SIOS Protection Suite for Linux in AWS con un nuovo Quick Start

    Inserito il: Sep 12, 2018

    Questo nuovo Quick Start distribuisce SIOS Protection Suite for Linux nel cloud Amazon Web Services (AWS). È stato creato da SIOS, un partner APN, in collaborazione con AWS.

  • AWS Config aggiunge il supporto per AWS CodePipeline

    Inserito il: Sep 12, 2018

    Ora puoi usare AWS Config per registrare le modifiche di configurazione in AWS CodePipeline, un servizio di integrazione e distribuzione continua. Con AWS Config, puoi monitorare le modifiche della configurazione della pipeline, come l’ubicazione degli elementi, le fasi, le azioni incluse in una fase e gli elementi in ingresso e in uscita. AWS Config conserva questo storico delle modifiche della configurazione, al quale si può accedere tramite la console o le API. Conservare lo storico delle modifiche può essere di aiuto in caso di audit o di requisiti di conformità.

  • Amazon Neptune ottiene la conformità alla normativa HIPAA

    Inserito il: Sep 12, 2018

    Amazon Neptune è ora un servizio idoneo ai fini HIPAA e rientra nel Business Associate Addendum (BAA) di AWS.

  • AWS Lambda supporta PowerShell Core

    Inserito il: Sep 11, 2018

    È ora possibile sviluppare funzioni AWS Lambda in PowerShell Core 6.0 utilizzando il runtime .NET Core 2.1. Gli sviluppatori PowerShell developer potranno gestire le risorse AWS e creare script di automazione dettagliati all'interno dell'ambiente PowerShell con AWS Lambda. 

  • Presentazione di Systems Manager Session Manager

    Inserito il: Sep 11, 2018

    AWS Systems Manager Session Manager è una nuova interfaccia a riga di comando e shell che aiuta a gestire le istanze EC2 Windows e Linux in modo sicuro e controllato. Con Session Manager non è più necessario aprire porte specifiche in ingresso, gestire chiavi SSH o impiegare bastion host.

  • AWS CloudHSM supporta ora l'eliminazione di backup on demand

    Inserito il: Sep 10, 2018

    I clienti di AWS CloudHSM ora possono eliminare in sicurezza i propri backup on demand in CloudHSM, grazie ad AWS SDK e CLI. I backup selezionati per l’eliminazione vengono conservati in deposito per un periodo di 7 giorni, offrendo ai clienti l’opportunità di ripristinare dati fondamentali prima che vengano eliminati in modo permanente. Le chiamate di eliminazione e ripristino di backup vengono registrate in CloudTrail. Questa caratteristica è disponibile in tutte le aree geografiche in cui è possibile usare CloudHSM.

  • AWS Fargate supporta ora l'autenticazione di registri privati

    Inserito il: Sep 10, 2018

    È ora possibile autenticare le immagini di container da qualsiasi registro privato per eseguire attività con AWS Fargate.

    In precedenza, per eseguire un'attività di Amazon Elastic Container Service (Amazon ECS) che utilizzasse immagini da un registro privato, era possibile avvalersi della configurazione di lancio di EC2. Questo perché il tipo di lancio EC2 permetteva di autenticare l'istanza a un registro privato tramite la modifica delle variabili di ambiente. Poiché Fargate permette di eseguire container senza doverne gestire le istanze EC2, non era possibile autenticarle a un registro privato, se non ad Amazon Elastic Container Registry (Amazon ECR).

    Ora, con i lanci di tipo Fargate o EC2 è possibile utilizzare qualsiasi registro privato. Sarà tuttavia necessario prima memorizzarne le credenziali in AWS Secrets Manager. Quindi, occorrerà fornire il codice ARN o il nome segreto come parametro a livello di container durante la registrazione della definizione di attività. Per ulteriori informazioni su come utilizzare registri privati con AWS Fargate, consulta la documentazione o leggi il blog.

    Consulta la tabella delle regioni AWS per informazioni sulle regioni AWS in cui è disponibile Amazon Fargate.

  • Chainer 4.4 e Theano 1.0.2 nelle AMI di apprendimento profondo di AWS

    Inserito il: Sep 10, 2018

    Le AMI di apprendimento profondo di AWS per Ubuntu e Amazon Linux sono dotate, da oggi, delle nuove versioni di Chainer 4.4 and Theano 1.0.2. Analogamente a quanto avviene per gli altri framework, le AMI di apprendimento profondo offrono build di Chainer 4.4 e Theano 1.0.2 ottimizzate e configurate appositamente per fornire elevate prestazioni alle attività di apprendimento profondo in istanze CPU e GPU di Amazon EC2. Le AMI di apprendimento profondo distribuiscono automaticamente le build del framework ottimizzate per le istanze EC2 in uso al momento della prima attivazione del relativo ambiente virtuale.

  • Amazon EMR supporta ora le istanze C5d, M5d, R5 e R5d

    Inserito il: Sep 7, 2018

    È ora possibile avviare cluster Amazon EMR con la nuova generazione di istanze C5d ottimizzate per il calcolo, istanze M5d per uso generico e istanze R5 e R5d ottimizzate per la memoria, tutte comprese nella famiglia di istanze Amazon EC2. Queste istanze sono disponibili per i cluster Amazon EMR a partire dalla release 5.13.0. Le istanze C5d ottimizzate per il calcolo offrono processori a prestazioni elevate e prezzi contenuti e sono dotate di storage locale SSD basato su NVMe. Sono ideali per applicazioni di Big Data con elevate esigenze di elaborazione che richiedono storage locale con latenza molto bassa. Le istanze per uso generico M5d offrono il giusto bilanciamento di elaborazione, memoria e rete e sono dotate di storage locale SSD basato su NVMe a elevato throughput per essere utilizzate con un'ampia gamma di carichi di lavoro. Le istanze R5 ottimizzate per la memoria offrono un rapporto memoria/vCPU elevato e sono ideali per carichi di lavoro di analisi con requisiti di memoria elevati. Le istanze R5d hanno le stesse specifiche delle istanze R5 ma includono anche storage locale SSD basato su NVMe. Tutte le istanze sono disponibili in diversi tagli. Per ulteriori informazioni, consulta la pagina delle istanze Amazon EC2. Per informazioni sulle tariffe, consulta la pagina dei prezzi di Amazon EMR.

    Amazon EMR supporta queste istanze nelle seguenti regioni:

    Le istanze C5d e M5d sono disponibili nelle regioni Stati Uniti orientali (Virginia settentrionale), Stati Uniti orientali (Ohio), Stati Uniti occidentali (Oregon), UE (Irlanda) e Canada (Centrale).

    Le istanze R5 sono disponibili nelle regioni Stati Uniti orientali (Virginia settentrionale), Stati Uniti orientali (Ohio), Stati Uniti occidentali (Oregon) e UE (Irlanda).

    Le istanze R5d sono disponibili nelle regioni Stati Uniti orientali (Virginia settentrionale), Stati Uniti orientali (Ohio) e Stati Uniti occidentali (Oregon).

     

  • Amazon ECS consente ora altri tre flag Docker

    Inserito il: Sep 6, 2018

    È ora possibile specificare tre nuovi flag Docker come parametri nella propria definizione di attività Amazon Elastic Container Service (ECS). Questi flag sono sysctl (controlli di sistema), interattivi e tty (pseudo-terminali). È anche possibile specificare flag interattivi e tty nelle proprie definizioni di attività AWS Fargate.

    Il parametro sysctl consente di disporre di un controllo a grana fine sui parametri kernel con namespace della propria applicazione. È possibile, pertanto, ottimizzare il comportamento di kernel in base alle esigenze della propria applicazione senza dover configurare quei parametri a livello di host e senza preoccuparsi di influire su altre applicazioni.

    I parametri interattivi e tty consentono di distribuire applicazioni in contenitori che richiedono l’allocazione di un parametro stdin o tty. Ciò consente di eseguire alcune applicazioni legacy che richiedono questi flag se si intende distribuirle in contenitori.

    Questa funzione è attualmente supportata con tipo di lancio EC2. Per ulteriori informazioni sull’uso dei parametri Docker nelle definizioni delle attività, consulta la documentazione di Amazon ECS.

    Per l’elenco delle zone in cui è disponibile Amazon ECS, visita la tabella dei Paesi.  

  • Presentazione delle macro di AWS CloudFormation

    Inserito il: Sep 6, 2018

    Le macro di AWS CloudFormation eseguono elaborazione personalizzata su modelli CloudFormation da semplici azioni come trova e sostituisci, fino alla trasformazione di interi modelli. Le macro di CloudFormation utilizzano la stessa tecnologia alla base delle trasformazioni di AWS::Include e AWS::Serverless. Le trasformazioni di CloudFormation aiutano a semplificare l’authoring dei modelli condensando l’espressione dell’infrastruttura AWS come codice e consentendo il riutilizzo dei componenti dei modelli.

    In precedenza, era possibile utilizzare le trasformazioni di AWS::Include e AWS::Serverless per elaborare i modelli in hosting da parte di CloudFormation. Ora, puoi utilizzare le macro di CloudFormation per creare le tue trasformazioni personalizzate. Ad esempio, puoi creare funzioni di stringhe comuni per i modelli o definire sintassi di abbreviazione per le risorse CloudFormation comuni. Fai clic qui per maggiori informazioni sulle macro campione di riferimento.

    Per ulteriori informazioni sulle macro di CloudFormation, visita la documentazione di AWS CloudFormation.

    Le macro di CloudFormation sono disponibili in tutte le regioni AWS dotate di AWS Lambda. Per la lista completa delle regioni AWS dove AWS Lambda è disponibile, visita la nostra tabella delle regioni.

  • AWS Batch ora supporta i tipi di istanze z1d, r5d, r5, m5d, c5d, p3 e x1e

    Inserito il: Sep 6, 2018

    A partire da oggi, AWS Batch supporta i carichi di lavoro in esecuzione nelle istanze EC2 z1d, r5d, r5, m5d, c5d, p3 e x1e.

  • Amazon SageMaker supporta TensorFlow 1.10

    Inserito il: Sep 6, 2018

    Amazon SageMaker supporta ora la versione 1.10 nei container TensorFlow integrati. Questo semplifica l'esecuzione degli script TensorFlow, sfruttando al contempo le funzionalità offerte da Amazon SageMaker, tra cui una libreria di algoritmi ad alte prestazioni, formazione gestita e distribuita con ottimizzazione automatica dei modelli, distribuzione con un solo clic e hosting gestito.

  • Amazon API Gateway aggiunge il supporto per AWS X-Ray

    Inserito il: Sep 6, 2018

    È ora possibile abilitare AWS X-Ray per le API in Amazon API Gateway, facilitando il monitoraggio e l’analisi delle richieste degli utenti mentre viaggiano tra le API fino ai servizi pertinenti.

  • AWS AppSync è ora disponibile nella regione Asia e Pacifico (Seoul)

    Inserito il: Sep 6, 2018

    AWS AppSync è un back-end senza server per applicazioni Web e mobili che supporta la sincronizzazione dei dati in tempo reale e le funzionalità offline su scala enterprise. AWS AppSync semplifica l’accesso ai dati sui vari servizi AWS a un singolo endpoint e supporta più opzioni di storage dei dati, tra cui fonti di dati Amazon DynamoDB, Amazon Elasticsearch Service, AWS Lambda, Amazon RDS (utilizzando i resolver Lambda) e HTTP. AWS AppSync si basa su GraphQL, uno standard aperto che consente alle applicazioni di richiedere, modificare e iscriversi ai dati specifici necessari in una singola richiesta di rete.

    Con il lancio di oggi, AWS AppSync è ora disponibile in 10 regioni AWS: Stati Uniti orientali (Virginia), Stati Uniti orientali (Ohio), Stati Uniti occidentali (Oregon), Asia e Pacifico (Mumbai), Asia e Pacifico (Seoul), Asia e Pacifico (Singapore), Asia e Pacifico (Sydney), Asia e Pacifico (Tokyo), UE (Francoforte) e UE (Irlanda).

    Per maggiori informazioni, consulta la pagina Web di AWS AppSync.

  • Le istanze C5d di Amazon EC2 sono disponibili nelle regioni Tokyo e Sydney

    Inserito il: Sep 5, 2018

    A partire da oggi, le istanze C5d sono disponibili nelle regioni AWS Asia Pacifico (Sydney) e Asia Pacifico (Tokyo). Le istanze C5d di Amazon EC2 sono state introdotte a maggio 2018 e forniscono istanze C5 dotate di storage locale a livello di blocco in SSD basati su NVMe fisicamente connessi al server host. Queste istanze forniscono storage a blocchi ad alte prestazioni per applicazioni che richiedono storage locale ad alta velocità e a bassa latenza, ad esempio codifica di video, modifica di immagini e altre forme di elaborazione multimediale. Potranno risultare utili anche per le applicazioni che necessitano di storage temporaneo dei dati, ad esempio come l'elaborazione in batch e di log e le applicazioni che necessitano di cache e file di memoria virtuale.

  • Le istanze M5d di Amazon EC2 sono disponibili in nuove regioni

    Inserito il: Sep 5, 2018

    A partire da oggi, le istanze M5d sono disponibili nelle regioni AWS Asia Pacifico (Seoul), Asia Pacifico (Singapore), Asia Pacifico (Sydney), Asia Pacifico (Tokyo) e UE (Londra). Le istanze M5d di Amazon EC2 sono state introdotte a giugno 2018 e forniscono istanze M5 dotate di storage locale a livello di blocco in SSD basati su NVMe fisicamente connessi al server host. Le istanze M5d sono l'ideale per i carichi di lavoro che richiedono un giusto bilanciamento tra risorse di calcolo e memoria, con storage a blocchi locale a bassa latenza e prestazioni elevate che comprenda registrazione di log dei dati ed elaborazione di file multimediali.

  • AWS Config annuncia nuove regole gestite

    Inserito il: Sep 5, 2018

    AWS Config, un servizio che permette di eseguire audit, verificare e valutare le configurazioni delle risorse AWS, annuncia sette nuove regole gestite per aiutare a verificare che la configurazione delle risorse AWS in un account siano conformi alle best practice. In questo modo è più semplice controllare la conformità, analizzare la sicurezza, gestire le modifiche e risolvere i problemi operativi.

  • Amazon EKS disponibile in Irlanda

    Inserito il: Sep 5, 2018

    Amazon Elastic Container Service for Kubernetes (EKS) è ora disponibile nella regione AWS UE (Irlanda).

  • Amazon ElastiCache per Redis è ora conforme al programma FedRAMP e disponibile nella regione AWS GovCloud (Stati Uniti)

    Inserito il: Sep 5, 2018

    Amazon ElastiCache per Redis è ora conforme al programma FedRAMP con un'autorizzazione operativa provvisoria (P-ATO) con livello di impatto High fornita dal Joint Authorization Board (JAB). I clienti dell'amministrazione statunitense e i relativi partner potranno utilizzare la versione più recente di ElastiCache per Redis per trattare e memorizzare sistemi, dati carichi di lavoro mission critical con livello di impatto High secondo il programma FedRAMP nella regione AWS GovCloud (Stati Uniti), e con livello di impatto Moderate nelle regioni Stati Uniti orientali e occidentali.

  • Amazon AppStream 2.0 supporta ora impostazioni utente delle applicazioni persistenti

    Inserito il: Sep 5, 2018

    A partire da oggi, è possibile abilitare impostazioni persistenti per gli utenti di Windows e delle applicazioni in AppStream 2.0. Con questa novità, i plug-in, le impostazioni della barra degli strumenti, i preferiti dei browser, i profili di connessione delle applicazioni e altre impostazioni saranno salvate e applicate ogni volta che un utente avvia la propria sessione di streaming. Ad esempio, un utente può configurare plug-in e barra degli strumenti per applicazioni CAD/CAM, conservandole ogni volta che avviano l'applicazione. Le impostazioni vengono memorizzate in un bucket S3 nell'account AWS.

    Per iniziare, seleziona Stacks nella console di AppStream 2.0. Sotto l'elenco di stack, seleziona User Settings, quindi Application Settings Persistence e infine Edit. Nella finestra di dialogo Application Settings Persistence, seleziona Enable Application Settings Persistence. Per ulteriori informazioni sulle impostazioni persistenti nelle applicazioni, consulta il documento Enable Application Settings Persistence for Your AppStream 2.0 Users.

    Le impostazioni persistenti possono essere personalizzate gratuitamente in tutte le regioni AWS in cui è disponibile AppStream 2.0. Tuttavia, saranno addebitati i costi per lo storage in S3 utilizzato per memorizzare i dati degli utenti. Per utilizzare questa caratteristica, la data di creazione dell'agent di AppStream 2.0 deve essere successiva al 29 agosto 2018. Le tariffe di AppStream 2.0 sono basate sull'uso effettivo. Consulta lapagina dei prezzi di Amazon AppStream 2.0 per ulteriori informazioni e per provare applicazioni di esempio.

  • Amazon S3 annuncia una nuova funzione per S3 Select

    Inserito il: Sep 5, 2018

    Amazon S3 annuncia caratteristiche migliorate per S3 Select. S3 Select è una nuova funzionalità di Amazon S3 progettata per estrarre da un oggetto solo i dati richiesti, consentendo di migliorare sensibilmente le prestazioni e ridurre il costo relativo alle applicazioni che devono accedere ai dati in S3.

    Oggi, Amazon S3 Select opera su oggetti memorizzati in formato CSV e JSON. Grazie al continuo feedback dei clienti, siamo lieti di annunciare il supporto di S3 Select per il formato Apache Parquet, le matrici JSON e la compressione BZIP2 per oggetti CSV e JSON. Inoltre, è stato aggiunto il supporto per i parametri CloudWatch per S3 Select, con cui è possibile monitorare l'utilizzo di questo servizio per le applicazioni. 

  • Nuova funzione di Amazon Kinesis Data Analytics per l'analisi di serie temporali

    Inserito il: Sep 5, 2018

    È ora disponibile una nuova funzionalità per l'aggregazione continua di dati e la configurazione di finestre di scaglionamento in applicazioni Amazon Kinesis Data Analytics. Le finestre di scaglionamento permettono di generare risultati SQL tempestivi e accurati anche in presenza di dati in ritardo.

  • Annuncio: aggiornamenti importanti a 3 corsi di formazione con lezioni frontali

    Inserito il: Sep 5, 2018

    Abbiamo aggiornato tre dei nostri corsi di formazione con gli ultimi aggiornamenti dei servizi, best practice più recenti e domini di esame. I corsi sono tenuti da istruttori accreditati da AWS, per apprendere le best practice e risolvere immediatamente tutti i dubbi. 

  • Amazon S3 aggiunge il supporto per Amazon Glacier e S3 One Zone - IA ai parametri di storage di Amazon CloudWatch nella regione AWS GovCloud (Stati Uniti)

    Inserito il: Sep 4, 2018

    I parametri di Amazon CloudWatch per Amazon S3 ora includono parametri di storage per le classi di storage Amazon Glacier e S3 One Zone - IA nella regione AWS GovCloud (Stati Uniti). Gli elementi caricati in S3 One Zone - IA o trasferito dalle classi di storage S3 Standard o S3 Standard - IA nelle classi S3 One Zone - IA o Amazon Glacier tramite le policy sul ciclo di vita di S3 saranno disponibili nei parametri di storage di CloudWatch. Questi parametri di storage includeranno anche i byte di overhead applicati agli oggetti in Amazon Glacier e i piccoli oggetti in S3 Standard - IA e S3 One Zone - IA.

  • Application Auto Scaling ora disponibile nella regione AWS GovCloud (Stati Uniti)

    Inserito il: Sep 4, 2018

    Application Auto Scaling è ora disponibile nella regione AWS GovCloud (Stati Uniti)

  • Amazon S3 aggiunge il supporto per Amazon Glacier e S3 One Zone - IA ai parametri di storage di Amazon CloudWatch nella regione AWS GovCloud (Stati Uniti)

    Inserito il: Sep 4, 2018

    I parametri di Amazon CloudWatch per Amazon S3 ora includono parametri di storage per le classi di storage Amazon Glacier e S3 One Zone - IA nella regione AWS GovCloud (Stati Uniti). Gli elementi caricati in S3 One Zone - IA o trasferito dalle classi di storage S3 Standard o S3 Standard - IA nelle classi S3 One Zone - IA o Amazon Glacier tramite le policy sul ciclo di vita di S3 saranno disponibili nei parametri di storage di CloudWatch. Questi parametri di storage includeranno anche i byte di overhead applicati agli oggetti in Amazon Glacier e i piccoli oggetti in S3 Standard - IA e S3 One Zone - IA. 

  • Amazon SageMaker supporta una nuova intestazione personalizzata per l'operazione API InvokeEndPoint

    Inserito il: Sep 4, 2018

    Amazon SageMaker supporta ora una nuova intestazione HTTP per l'operazione API InvokeEndPoint, denominata CustomAttributes, che può essere utilizzata per fornire informazioni aggiuntive su una richiesta o una risposta di inferenza. Tale intestazione semplifica l'inoltro di informazioni personalizzate, ad esempio identificatore di tracciamento e identificatore specifico dell'applicazione o altri metadati nella richiesta o nella risposta relative all'inferenza. I clienti potranno così tenere sotto controllo richieste e risposte a scopo di audit o di monitoraggio dei parametri.

  • AWS Glue ora supporta la crittografia dei dati inattivi

    Inserito il: Sep 4, 2018

    AWS Glue ora supporta la crittografia dei dati inattivi per processi ETL e endpoint di sviluppo. È possibile configurare i processi ETL e gli endpoint di sviluppo affinché utilizzino le chiavi di AWS Key Management Service (KMS) per scrivere dati inattivi con crittografia. Inoltre, è possibile crittografare i metadati memorizzati nel catalogo dati di Glue utilizzando chiavi gestite con AWS KMS. Infine, è possibile utilizzare le chiavi di AWS KMS per crittografare preferiti di processi e log generati da crawler e processi ETL.

  • AWS CodeBuild aggiunge la possibilità di creare progetti di compilazione con più origini di input ed elementi in uscita

    Inserito il: Sep 4, 2018

    AWS CodeBuild ora supporta progetti di compilazione con più origini di input ed elementi in uscita. I progetti possono ora usare una o più origini da Amazon S3, AWS CodeCommit, GitHub, GitHub Enterprise o Bitbucket e possono caricare più set di elementi in uno o più bucket di Amazon S3. Puoi anche configurare il progetto in modo che non presenti nessuna origine di input. Ora hai la possibilità di usare l'integrazione AWS CodePipeline con CodeBuild per creare una pipeline con più elementi in ingresso e in uscita per un progetto CodeBuild.

  • Kit SDK Producer Amazon Kinesis Video Streams per Microsoft Windows disponibile al pubblico

    Inserito il: Aug 31, 2018

    Il kit Producer Amazon Kinesis Video Streams per Microsoft Windows è disponibile al pubblico: semplifica lo streaming di video in AWS a partire da sorgenti quali webcam, videocamere USB e videocamere di rete con protocollo RTSP connesse a una macchina con Microsoft Windows.

    Amazon Kinesis Video Streams semplifica lo streaming di video da milioni di dispositivi connessi in AWS per apprendimento automatico in tempo reale, storage, elaborazione in batch e analisi. Inoltre, permette di memorizzare, crittografare e indicizzare in modo duraturo i dati video dei flussi, consentendone l'accesso tramite API intuitive.

    Amazon Kinesis Video Streams fornisce kit SDK Producer in C++ e Java che è possibile lanciare, configurare e installare sui dispositivi. In questo modo è più semplice eseguire lo streaming di video in AWS in modo sicuro frame per frame e in tempo reale. Il kit SDK Producer C++ è ora disponibile, oltre che per Mac OS, Android, Linux e Raspbian, anche per Microsoft Windows. Gli sviluppatori potranno così utilizzare l'ambiente Minimalist GNU for Windows (MinGW) o il compilatore C++ di Microsoft Visual Studio (MSVC) per creare il kit SDK Producer da una sorgente e iniziare lo streaming di videocamere connesse a una macchina Microsoft Windows. Inoltre, il plug-in GStreamer per Windows del kit SDK Producer è disponibile sotto forma di immagine Docker, perciò sarà sufficiente eseguire un pull in Docker per avviare lo streaming in pochi minuti. Per ulteriori informazioni, consulta la documentazione.

    Consulta la tabella delle regioni AWS per verificare la disponibilità di Amazon Kinesis Video Streams a livello regionale. 

  • AWS WAF lancia la nuova funzionalità di registrazione completa

    Inserito il: Aug 31, 2018

    AWS WAF supporta adesso la registrazione completa di tutte le richieste Web controllate dal servizio. I clienti possono archiviare tali log in Amazon S3 per motivi di conformità e di audit, nonché se necessari per il debug e per ulteriori analisi forensi. I log consentiranno ai clienti di comprendere quali sono le regole attivate e perché alcune richieste Web vengono bloccate. I clienti possono inoltre integrare i log con i propri dati SIEM e i propri strumenti di analisi dei log. 

  • Il rilevamento dei servizi Amazon ECS è ora disponibile nelle regioni di Francoforte, Londra, Tokyo, Sydney e Singapore.

    Inserito il: Aug 30, 2018

    Amazon Elastic Container Service (Amazon ECS) adesso include l’integrazione di rilevamento dei servizi nelle regioni UE (Francoforte), UE (Londra), Asia Pacifico (Tokyo), Asia Pacifico (Sydney) e Asia Pacifico (Singapore).

    Il rilevamento dei servizi Amazon ECS semplifica il rilevamento e il collegamento tra servizi in contenitori. Amazon ECS crea e gestisce un registro di nomi di servizi utilizzando l'API Route 53 Auto Naming, in modo da creare nel codice riferimenti ai servizi per nome e scrivere query DNS che risolvano il nome all'endpoint corrispondente in fase di runtime.

    Adesso, il rilevamento dei servizi è disponibile per tutte le modalità di rete per il tipo di lancio EC2 o con AWS Fargate.

    Per ulteriori informazioni, consulta la documentazione del rilevamento dei servizi Amazon ECS.  

    Puoi utilizzare il rilevamento dei servizi Amazon ECS in tutte le regioni AWS dove Amazon ECS e la nomenclatura automatica di Amazon Route 53 sono disponibili. Attualmente sono incluse le regioni UE (Francoforte), UE (Londra), Asia Pacifico (Tokyo), Asia Pacifico (Sydney) e Asia Pacifico (Singapore), in aggiunta alle regioni degli Stati Uniti orientali (Virginia settentrionale), Stati Uniti orientali (Ohio), Stati Uniti occidentali (Oregon) e UE (Irlanda) dove il rilevamento dei servizi ECS è già disponibile.

  • Amazon MQ è ora disponibile nella regione Asia Pacifico (Singapore)

    Inserito il: Aug 30, 2018

    Amazon MQ è ora disponibile in sette regioni con l'aggiunta della regione Asia Pacifico (Singapore). 

  • Amazon EKS supporta Horizontal Pod Autoscaling con parametri personalizzati

    Inserito il: Aug 30, 2018
  • Introduzione alla piattaforma Amazon EKS versione 2

    Inserito il: Aug 30, 2018

    La versione della piattaforma Amazon Elastic Container Service for Kubernetes (EKS) eks.2 è ora disponibile. Questo aggiornamento permette l’aggregazione di API per cluster EKS, aggiungendo supporto per Horizontal Pod Auto Scaling e Kubernetes Metrics Server.

  • L'interfaccia a riga di comando di AWS SAM ora consente di testare ed eseguire il debug delle funzioni Go per oltre 50 eventi

    Inserito il: Aug 30, 2018

    L'interfaccia a riga di comando di AWS Serverless Application Model (SAM) consente di creare build, testare ed eseguire il debug in locale di applicazioni serverless secondo i modelli di SAM AWS. Ora puoi usare l'interfaccia a riga di comando SAM per eseguire il debug delle funzioni Lambda scritte in Go oltre a quelle scritte in Java, Python e Node.js. Puoi anche usare il comando sam local generate-event per generare payload di esempio per oltre 50 eventi.

  • La nomenclatura automatica di Amazon Route 53 disponibile in cinque regioni aggiuntive

    Inserito il: Aug 30, 2018

    La nomenclatura automatica di Amazon Route 53 è ora disponibile in quattro regioni AWS aggiuntive: UE (Francoforte), UE (Londra), Asia Pacifico (Sydney), Asia Pacifico (Tokyo) e Asia Pacifico (Singapore).

    La nomenclatura automatica di Amazon Route 53 semplifica la gestione dei nomi DNS e dei controlli dello stato generale dei microservizi eseguiti su AWS al momento del loro dimensionamento. Puoi chiamare le API di nomenclatura automatica per creare un servizio e poi registrare le istanze di quel servizio con una chiamata API singola. La nomenclatura automatica di Amazon Route 53 popoleranno automaticamente i record del DNS e creeranno facoltativamente un controllo dello stato per l'endpoint del servizio. Quando viene registrata l'istanza di un nuovo servizio, è possibile accedervi con una semplice query DNS del nome del servizio.

    L'API di nomenclatura automatica di Amazon Route 53 alimenta la funzionalità di rilevamento dei servizi Amazon Elastic Container Service (Amazon ECS) e abilita il rilevamento di servizi unificato per i servizi gestiti da Amazon ECS e Kuberneetes.

    L'API di nomenclatura automatica di Amazon Route 53 può essere usato nelle regioni AWS seguenti: Stati Uniti orientali (Virginia settentrionale), Stati Uniti orientali (Ohio), Stati Uniti occidentali (California settentrionale), Stati Uniti occidentali (Oregon), UE (Irlanda), UE (Francoforte), UE (Londra), Asia Pacifico (Tokyo), Asia Pacifico (Sydney) e Asia Pacifico (Singapore). Per ulteriori informazioni sulle regioni e i servizi AWS, consulta la tabella delle regioni AWS.

    Per ulteriori informazioni sull'auto-denominazione di Amazon Route 53 fai riferimento alla nostra documentazione e alla pagina di prodotto.

  • Amazon GuardDuty è ora conforme alla normativa HIPAA

    Inserito il: Aug 29, 2018

    Amazon GuardDuty è un servizio gestito di rilevamento delle minacce che esegue un monitoraggio costante per individuare comportamenti maligni o non autorizzati, per aiutarti a proteggere i tuoi carichi di lavoro e account AWS. Amazon GuardDuty è ora un servizio conforme alla normativa HIPAA.  

  • AWS IoT Core aggiunge nuovi endpoint distribuendo certificati firmati Amazon Trust Services (ATS) per evitare che i clienti diffidino di Symantec CA.

    Inserito il: Aug 29, 2018

    A partire da oggi, AWS IoT Core permette ai clienti di creare endpoint AWS IoT Core aggiuntivi per i loro account in tutte le regioni dove sono distribuiti certificati firmati Amazon Trust Services (ATS) invece di certificati firmati VeriSign. Usare endpoint ATS aiuterà i clienti a evitare potenziali problemi derivanti dalla diffidenza imminente riguardo Symantec Certificate Authorities (CA) di Google (annuncio), Apple (annuncio) e Mozilla (annuncio), in quanto i CA con root ATS hanno la fiducia di default nei browser e sistemi operativi più popolari. Per maggiori informazioni sulle nozioni di base degli endpoint ATS, consulta questo post del blog.

  • AWS X-Ray aggiunge supporto al controllo della velocità di campionamento dalla console X-Ray

    Inserito il: Aug 29, 2018

    Ora sei in grado di controllare la velocità in cui la tua applicazione registra le richieste di servizio mediante la console X-Ray, SDK AWS e API X-Ray. Ciò ti permette di controllare i costi e di modificare la velocità di campionamento durante un evento operativo senza dover ridistribuire o riavviare l’applicazione. 

  • Usa AWS Secrets Manager per modificare periodicamente le credenziali di tutti i tipi di database di Amazon RDS, tra cui Oracle

    Inserito il: Aug 29, 2018

    Da oggi puoi usare AWS Secrets Manager per modificare periodicamente e in modo automatico le credenziali di Oracle, Microsoft SQL Server o database MariaDB ospitati su Amazon Relational Database Service (Amazon RDS). La modifica periodica delle credenziali è una best practice che ti consente di soddisfare i requisiti di sicurezza e conformità.

  • AWS Fargate ora supporta la pianificazione di attività basate sull'orario e sull'evento

    Inserito il: Aug 28, 2018
  • La crittografia lato server Amazon SQS è ora disponibile nella regione di AWS GovCloud (Stati Uniti)

    Inserito il: Aug 28, 2018

    È ora possibile utilizzare Amazon Simple Queue Service (SQS) con code crittografate nella regione di AWS GovCloud (Stati Uniti). L'introduzione della crittografia lato server (SSE) consente di proteggere i dati sensibili tramite code crittografate.  

  • AWS Elemental MediaPackage supporta contenuti ridondanti per canali live

    Inserito il: Aug 28, 2018

    AWS Elemental MediaPackage consente di configurare un canale video live con due sorgenti in entrata. Supportando un output del canale live a disponibilità elevata e un'esperienza utente più affidabile, MediaPackage passa da un input all'altro qualora venga rilevato un problema. Per ulteriori informazioni su come funziona la ridondanza di input, leggi la documentazione di AWS Elemental MediaPackage.

  • La caratteristica di aggiornamento Over-the-Air di Amazon FreeRTOS è

    Inserito il: Aug 28, 2018

    Amazon WorkSpaces Web Access è ora disponibile per WorkSpaces con Windows 10, precedentemente disponibile solo per Windows 7.. È possibile accedere a WorkSpaces con Windows 10 tramite browser Web Chrome o Firefox in esecuzione su Windows, Mac OS, Linux o Chrome OS. Web Access ti consente di non dover scaricare o installare nulla garantendoti accesso sicuro a WorkSpace da un computer pubblico senza alcun dato privato o memorizzato nella cache.

  • AWS Serverless Application Repository aggiunge la funzionalità di ordinamento e migliora l’esperienza di ricerca

    Inserito il: Aug 28, 2018

    AWS Serverless Application Repository consente agli sviluppatori che fanno parte di team e organizzazioni di scoprire, distribuire, memorizzare e condividere app serverless. Abbiamo aggiunto la funzionalità di ordinamento e migliorato l’algoritmo di posizionamento della ricerca: in questo modo puoi trovare applicazioni predefinite adatte al tuo caso d’uso molto più velocemente di prima.

  • AWS Systems Manager Automation ora supporta le chiamate alle API AWS

    Inserito il: Aug 28, 2018

    AWS Systems Manager, che fornisce un'interfaccia utente unificata e consente di automatizzare le attività delle risorse AWS, supporta ora le chiamate a un'ampia gamma di API di AWS nei flussi di lavoro di Systems Manager Automation. È così possibile creare flussi di lavoro usando le tre nuove operazioni API di AWS (Execute, Assert e Wait) sfruttando i vantaggi del servizio di automazione, ad esempio operazioni sicure su larga scala con approvazioni.

  • Condivisione con un solo clic con Amazon WorkDocs Companion

    Inserito il: Aug 28, 2018

    Gli utenti di Amazon WorkDocs possono ora condividere file da Microsoft Windows con un solo clic.

  • Performance Insights supporta Amazon Relational Database Service (RDS) per MySQL

    Inserito il: Aug 28, 2018

    Performance Insights di Amazon RDS, una funzionalità avanzata di monitoraggio delle prestazioni del database che semplifica la diagnosi e la risoluzione di problematiche legate alle prestazioni, è ora generalmente disponibile per Amazon Relational Database Service (RDS) per MySQL. Questa versione supporta la versione 5.7.22 o successiva di MySQL.

  • AWS Direct Connect ora a Dubai

    Inserito il: Aug 28, 2018

    AWS Direct Connect è ora in diretta nel suo primo sito in Medio Oriente a Dubai, negli Emirati Arabi Uniti presso Equinix DX1. Questo sito si trova nella sua regione di origine dell'UE (Irlanda), all’interno della Console di gestione. I clienti in Medio Oriente possono ora stabilire una connessione di rete dedicata dalla loro sede ad AWS. Con l'accesso globale per AWS Direct Connect, questo sito può raggiungere le risorse AWS in qualsiasi regione AWS utilizzando i VIF pubblici globali e Direct Connect Gateway. Se si effettua la connessione a qualsiasi regione AWS al di fuori del percorso più breve alla regione AWS desiderata, i dati non passeranno dalla regione di origine dell’UE (Irlanda).

  • Amazon DynamoDB Global Tables è ora disponibile in altre regioni

    Inserito il: Aug 27, 2018

    Amazon DynamoDB Global Tables è ora disponibile nelle regioni UE (Londra) e Stati Uniti occidentali (California settentrionale). Con Global Tables, puoi consentire alle applicazioni globali dimensionate massivamente l’accesso locale a una tabella Amazon DynamoDB per prestazioni rapide di lettura e scrittura. È anche possibile utilizzare Global Tables per eseguire la replica dei dati in una tabella DynamoDB in altre regioni AWS per aumentarne la disponibilità.

    Global Tables sfrutta la portata globale di DynamoDB per fornire un database multi-regionale e multi-master completamente gestito. Global Tables ti consente di eseguire automaticamente la replica degli aggiornamenti delle tabelle nelle regioni AWS selezionate e impostarle con pochi clic nella Console di gestione AWS o utilizzando i kit SDK AWS. Non sono previste tariffe minime né impegni a lungo termine. I prezzi sono calcolati in base alle risorse effettive di cui è stato effettuato il provisioning.

    Con questo lancio, DynamoDB Global Tables è ora disponibile nelle regioni Stati Uniti orientali (Ohio), Stati Uniti orientali (Virginia settentrionale), Stati Uniti occidentali (Oregon), Asia Pacifico (Tokyo), Asia Pacifico (Seul), Asia Pacifico (Singapore), Asia Pacifico (Sydney), UE (Francoforte), UE (Irlanda) e UE (Londra).

    Per conoscere i prezzi di Global Tables nelle regioni UE (Londra) e Stati Uniti occidentali (California settentrionale), consulta la sezione Prezzi di Global Tables.

  • Le nuove aree geografiche di AWS Direct Connect includono ora Parigi e Taipei

    Inserito il: Aug 27, 2018

    AWS Direct Connect ha aggiunto nuove aree geografiche quali Parigi presso Interxion PAR7 e Taipei presso la Chunghwa Telecom. All’interno della Console di gestione, questi siti si trovano nelle rispettive regioni di appartenenza: UE occidentale (Parigi) e Asia Pacifico (Tokyo). Con l'abilitazione dell'accesso globale per AWS Direct Connect, questi siti possono raggiungere le risorse AWS in qualsiasi regione AWS utilizzando i VIF pubblici globali e Direct Connect Gateway. Se i clienti effettuano la connessione a qualsiasi regione AWS al di fuori del percorso più breve alla regione AWS desiderata, i loro dati non passeranno dalle loro regioni di origine.

  • AWS IoT Device Management offre ora un’indicizzazione dei gruppi Things

    Inserito il: Aug 27, 2018

    Ora è possibile indicizzare i tuoi gruppi Things all'interno dei tuoi indici delle flotte di AWS IoT Device Management e questo ti consentirà di trovare rapidamente i tuoi gruppi Things per nome, attributo, descrizione e/o nome del gruppo padre. Ad esempio, è possibile eseguire query sul tuo indice delle flotte per trovare i gruppi con attributo di versione del firmware compreso tra V1-V4 o tutti i gruppi figlio all’interno del gruppo padre "TestDevices".

  • Novità nelle AMI di apprendimento approfondito di AWS: TensorFlow 1.10, PyTorch con CUDA 9.2 e altro ancora

    Inserito il: Aug 27, 2018

    Le AMI di apprendimento approfondito di AWS per Ubuntu e Amazon Linux ora sono dotate di versioni più recenti dei seguenti framework e interfacce di apprendimento approfondito: TensorFlow 1.10 ottimizzato per AWS per prestazioni superiori, Horovod 0.13.11 con OpenMPI 3.1.0 ottimizzato per la formazione TensorFlow multi-GPU nelle istanze P3 di Amazon EC2, PyTorch con CUDA 9.2 ottimizzato per l’addestramento di modelli nelle istanze P3 di Amazon EC2, Chainer 4.3.1 e Keras 2.2.2.  

  • La caratteristica di aggiornamento over-the-Air (OTA) di Amazon FreeRTOS è disponibile al pubblico

    Inserito il: Aug 27, 2018

    La caratteristica di aggiornamento over-the-Air (OTA) di Amazon FreeRTOS è ora disponibile al pubblico È possibile utilizzare gli aggiornamenti OTA per distribuire aggiornamenti di sicurezza, correzioni di bug e nuovi aggiornamenti del firmware in dispositivi sul campo.

  • Amazon SageMaker supporta ora TensorFlow 1.9

    Inserito il: Aug 27, 2018

    Amazon SageMaker supporta ora la versione 1.9 nei container TensorFlow integrati. Questo semplifica l'esecuzione degli script TensorFlow, sfruttando al contempo le funzionalità offerte da Amazon SageMaker, tra cui una libreria di algoritmi ad alte prestazioni, formazione gestita e distribuita con ottimizzazione automatica dei modelli, distribuzione con un solo clic e hosting gestito.  

  • Annuncio della toolchain dell’interfaccia a riga di comando (CLI) di AWS Amplify

    Inserito il: Aug 27, 2018

    Disponibile a partire da oggi, oltre a una libreria JavaScript, AWS Amplify offre ora una toolchain dell’interfaccia a riga di comando (CLI) completa per lo sviluppo di applicazioni mobili e Web nel cloud, con componenti back-end serverless. Queste caratteristiche consentono agli sviluppatori di creare, personalizzare e distribuire applicazioni in uno stile familiare e basato sulle categorie con best practice di architettura incorporate.

  • Istanze T2 Unlimited di Amazon EC2 è ora disponibile nella regione degli Stati Uniti occidentali di AWS GovCloud

    Inserito il: Aug 27, 2018

    A partire da oggi, le istanze T2 unlimited di Amazon EC2 sono disponibili nella regione AWS GovCloud (Stati Uniti occidentali).

  • Distribuzione di tre nuove integrazioni di Amazon Connect da CallMiner, Aspect Software e Acqueon

    Inserito il: Aug 24, 2018

    Il team e i solutions architect di AWS Quick Start, in collaborazione con i partner AWS, sono lieti di annunciare tre nuove integrazioni di Amazon Connect.

  • Annuncio: nuova caratteristica di analisi personalizzata per AWS IoT Analytics con esecuzione di container personalizzati per analisi continua

    Inserito il: Aug 23, 2018

    È ora possibile containerizzare codice di analisi personalizzato, automatizzarne l'esecuzione in base a una determinata pianificazione e analizzare solo i dati incrementali quando necessario.  

  • Amazon Rekognition annuncia la gestione semplificata di raccolte di volti

    Inserito il: Aug 23, 2018

    Amazon Rekognition è un servizio di analisi di immagini e video basato sull'apprendimento profondo che permette di identificare oggetti, persone, testo, scenari e attività e di riconoscere contenuti inappropriati. Amazon Rekognition include ora l'API DescribeCollection, che permette di individuare informazioni sulle raccolte di volti per semplificarne la gestione, tra cui il numero di volti memorizzati e la versione del modello in uso. Per un dato identificatore di raccolta di volti, denominato CollectionId, l'API DescribeCollection restituisce le seguenti informazioni:

  • AWS Elemental MediaLive introduce il supporto per l’inserimento di un marcatore SCTE-35 e sovrapposizioni grafiche statiche

    Inserito il: Aug 27, 2018

    AWS Elemental MediaLive consente di inserire marcatori SCTE-35 nella sorgente di un canale live. I marcatori SCTE-35 sono utilizzati per segnalare opportunità di inserimento di annunci o programmazione locale in streaming. È inoltre possibile aggiungere e rimuovere sovrapposizioni grafiche statiche sui canali. Queste sovrapposizioni possono essere utilizzate per aggiungere allo schermo elementi grafici digitali, come i loghi dei canali o streaming in tempo reale.

  • Nuova AMI ottimizzata per Amazon EKS e modello di CloudFormation per provisioning di nodi worker

    Inserito il: Aug 23, 2018

    Amazon Elastic Container Service for Kubernetes (EKS) dispone ora di un'Amazon Machine Image (AMI) ottimizzata per EKS e di un nuovo modello di CloudFormation che semplificano il provisioning di nodi worker per cluster di Amazon EKS in AWS.

  • Amazon EKS supporta le istanze EC2 dotate di GPU

    Inserito il: Aug 23, 2018

    Amazon Elastic Container Service for Kubernetes (EKS) supporta ora l'esecuzione di istanze EC2 dotate di GPU.

  • Amazon Lightsail annuncia una riduzione del 50% del prezzo di due nuove dimensioni di istanza

    Inserito il: Aug 23, 2018

    Oggi, Amazon Lightsail annuncia una riduzione del 50% del prezzo dei piani di server virtuali. È così possibile eseguire un server virtuale completo dotato di disco SSD e ampia quota di trasferimento dati gratuito a partire da 3,50 USD al mese. Per i clienti di Lightsail, i nuovi prezzi ridotti saranno applicati automaticamente. La nuova tariffa si applica a tutte le istanze Lightsail a partire dal primo agosto 2018.

  • Distribuzione di un ambiente cloud AWS per workstation VFX con il nuovo Quick Start

    Inserito il: Aug 22, 2018

    Questo Quick Start consente di distribuire una workstation per effetti speciali o VFX con i servizi AWS e il software Teradici nel cloud AWS in circa 30.

  • AWS CloudFormation supporta ora AWS PrivateLink

    Inserito il: Aug 22, 2018

    A partire da oggi, AWS CloudFormation supporta AWS PrivateLink, consentendo così di impiegare le API di CloudFormation in Amazon Virtual Private Cloud (VPC) e di instradare i dati tra un cloud privato virtuale e CloudFormation interamente all'interno della rete AWS.

    Con AWS PrivateLink, è possibile allocare e impiegare endpoint VPC per accedere ai servizi supportati in hosting nel Cloud AWS. AWS PrivateLink è una tecnologia creata appositamente per ottenere accesso altamente disponibile e scalabile ai servizi Amazon mantenendo il traffico nell'ambito della rete AWS. L'utilizzo di CloudFormation con endpoint di Amazon VPC consente alle risorse di un cloud privato virtuale di comunicare con CloudFormation tramite la rete AWS e facilita la soddisfazione di requisiti normativi e di conformità limitando le connessioni pubbliche a Internet.

    Il supporto di CloudFormation per AWS PrivateLink è disponibile nelle regioni Stati Uniti orientali (Virginia settentrionale), Stati Uniti orientali (Ohio), Stati Uniti occidentali (Oregon), Stati Uniti occidentali (California settentrionale), Canada (Centrale), Asia Pacifico (Mumbai), Asia Pacifico (Seoul), Asia Pacifico (Singapore), Asia Pacifico (Sydney), Asia Pacifico (Tokyo), UE (Francoforte), UE (Irlanda), UE (Londra), UE (Parigi) e Sud America (San Paolo).

    Per ulteriori informazioni su PrivateLink, consulta la sezione Accessing Services Through AWS PrivateLink nel documento Amazon VPC User Guide. Per ulteriori informazioni su come creare un endpoint VPC, consulta la sezione Interface VPC Endpoints (AWS PrivateLink) nel documento Amazon VPC User Guide.

    Per ulteriori informazioni su AWS CloudFormation, consulta la pagina relativa alla documentazione.
     

  • Utilizzo di Amazon DynamoDB in locale semplificato con nuova immagine Docker

    Inserito il: Aug 22, 2018

    È sempre più semplice utilizzare la versione scaricabile di Amazon DynamoDB in locale e sviluppare e testare applicazioni DynamoDB, grazie alla nuova immagine Docker.

    Con questa nuova immagine, è possibile creare e prototipare applicazioni con la massima rapidità utilizzando una versione di DynamoDB eseguita nell'ambiente di sviluppo, con tutte le dipendenze e le configurazioni necessarie già integrate. La nuova immagine Docker permette inoltre di includere la versione locale di DynamoDB nelle build in container nell'ambiente di testing in continua integrazione. L'utilizzo di questa versione di DynamoDB non richiede una connessione a Internet per funzionare ed è compatibile con le chiamate API DynamoDB esistenti. Non sono previste tariffe per capacità di throughput assegnata, storage o trasferimento di dati.

    La versione locale di DynamoDB è disponibile per il download come immagine Docker autonoma o file .jar eseguibile in Microsoft Windows, Linux, MacOS e altre piattaforme che supportano Java.

    Per ulteriori informazioni sulla nuova immagine Docker per la versione locale di DynamoDB, consulta il repository pubblico locale di DynamoDB in Docker Hub.

  • L'applicazione Web di Amazon Chime può ora effettuare chiamate telefoniche per le riunioni

    Inserito il: Aug 22, 2018

    La funzione di chiamata di Amazon Chime è una novità che semplifica la partecipazione alle riunioni in Chime tramite linea telefonica. Tramite questa caratteristica, infatti, è sufficiente digitare il proprio numero di telefono nell'applicazione Web di Chime per farsi chiamare e aggiungere a una riunione, indipendentemente dalla propria posizione e dal dispositivo in uso. Inoltre, permette di partecipare alle riunioni sempre in perfetto orario anche utilizzando la linea telefonica, senza utilizzare l'applicazione di Chime. Chime, infine, memorizzerà gli ultimi numeri utilizzati, perciò non sarà necessario digitarli nuovamente in occasione delle riunioni future.

  • AWS Key Management Service incrementa i limiti di richieste al secondo delle API

    Inserito il: Aug 21, 2018

    AWS Key Management Service (KMS) ha incrementato il limite di frequenza delle richieste per una serie di operazioni di base delle API KMS, tra cui Decrypt, Encrypt, GenerateDataKey, GenerateDataKeyWithoutPlaintext, GenerateRandom e ReEncrypt. I limiti di frequenza delle richieste sono stati aumentati da 1.200 a 10.000 richieste al secondo nelle regioni degli Stati Uniti orientali (Virginia settentrionale), Stati Uniti occidentali (Oregon) e dell'UE (Irlanda). Questi limiti vengono incrementati fino a raggiungere 5.500 richieste al secondo in tutte le altre regioni in cui KMS è disponibile. Questi aumenti dei limiti facilitano la scalabilità delle tue operazioni KMS.

  • Presentazione delle istanze di Amazon EC2 T3

    Inserito il: Aug 21, 2018

    Amazon Web Services (AWS) presenta le istanze espandibili per utilizzo generico di nuova generazione Amazon Elastic Compute Cloud (EC2), T3. Le istanze T3 offrono equilibrio di risorse di calcolo e memoria di rete e sono ideate per fornire prestazioni di base della CPU, con la possibilità di incrementare le prestazioni oltre tale livello. Le istanze T3 sono supportate dal Sistema Nitro che comprende un hypervisor leggero accelerato via hardware, in grado di fornire tutte le risorse di memoria ed elaborazione dell'hardware host alle istanze. Inoltre, le istanze T3 includono gli ultimi processori Intel Xeon Scalable ad alta frequenza che, uniti al Sistema Nitro AWS, comportano un incremento pari fino al 30% del rapporto prezzo/prestazioni rispetto alle istanze T2. Questi nuovi processori Xeon Scalable presentano nuove istruzioni AVX-512 che possono accelerare ulteriormente le prestazioni. Le istanze T3 supportano il servizio Enhanced Networking che include fino a 5 Gbps di larghezza di banda, usando Elastic Network Adaptor di Amazon.

  • Amazon Athena rilascia un driver JDBC aggiornato con prestazioni migliorate durante il recupero dei risultati

    Inserito il: Aug 20, 2018

    Amazon Athena è un servizio di query interattivo che semplifica l’analisi di dati in Amazon S3 tramite SQL standard. Athena è un servizio senza server, quindi non c'è da gestire alcuna infrastruttura e si paga solo in base al tempo di query. Oggi, lanciamo una nuova versione (2.0.5) del driver JDBC che, rispetto alla versione anteriore, è in grado di offrire prestazioni fino a 2 volte migliori durante il recupero di risultati inferiori a 10.000 righe e 5-6 volte più potenziate durante il recupero di risultati superiori a 10.000 righe. La caratteristica è abilitata per default.

  • Amazon ElastiCache for Redis offre ora supporto per gli aggiornamenti della versione sul posto per Redis Cluster

    Inserito il: Aug 20, 2018

    Amazon ElastiCache offre ora supporto per gli aggiornamenti della versione sul posto per Redis Cluster nonché Redis partizionati e a disponibilità elevata. È possibile ora aggiornare gli ambienti Redis Cluster alla versione più recente senza passaggi manuali o modifiche alle applicazioni. Amazon ElastiCache supporta già gli aggiornamenti della versione sul posto per la modalità Redis non-cluster.

  • Quattro servizi AWS aggiuntivi offrono ora endpoint conformi allo standard FIPS in AWS GovCloud (Stati Uniti)

    Inserito il: Aug 20, 2018

    Il Federal Information Processing Standard (FIPS) Publication 140-2 è uno standard del governo degli Stati Uniti che specifica i requisiti di sicurezza previsti per i moduli crittografici che proteggono informazioni sensibili. I moduli crittografici convalidati FIPS vengono utilizzati per fornire endpoint conformi a FIPS 140-2. FIPS è anche importante per supportare i carichi di lavoro FedRAMP High, poiché la crittografia deve essere utilizzata in modo conforme a FIPS in tutta la soluzione FedRAMP nel cloud.

    I seguenti servizi AWS offrono ora endpoint conformi a FIPS 140-2 nella regione AWS GovCloud (Stati Uniti)
    • Amazon Polly
    • AWS Lambda
    • Amazon Server Migration Service (SMS)
    • Amazon API Gateway

    Consulta la pagina web della FIPS 140-2 per un elenco completo dei servizi AWS con endpoint conformi a FIPS 140-2.

    Ottieni ulteriori informazioni con il Programma di convalida del modulo crittografico e la Documentazione FIPS di AWS GovCloud (Stati Uniti).  

  • AWS Systems Manager offre informazioni approfondite e remediation rapida per facilitare la raccolta di inventario

    Inserito il: Aug 16, 2018

    AWS Systems Manager supporta ora informazioni di approfondimento e offre maggiore visibilità sullo stato di inventario delle istanze gestite.

  • Amazon Aurora con compatibilità per PostgreSQL supporta le repliche di Auto Scaling

    Inserito il: Aug 16, 2018

    A partire da oggi, è possibile utilizzare Auto Scaling di Amazon Aurora per aggiungere o rimuovere automaticamente le repliche di Aurora in risposta alle variazioni dei parametri prestazionali. Questa caratteristica è disponibile nella versione di Amazon Aurora con compatibilità per PostgreSQL.

  • AWS Device Farm permette ora di personalizzare gli ambienti di testing

    Inserito il: Aug 16, 2018

    AWS Device Farmora consente di personalizzare l'ambiente di esecuzione del test in base alle esigenze specifiche. È ora possibile specificare le dipendenze necessarie per i tuoi progetti e i comandi specifici da eseguire durante l'esecuzione di test, per ottenere un ambiente fedele a quello locale. Device Farm, inoltre, offre ora streaming video e log in tempo reale per fornire feedback istantanei sui test.

  • AWS CloudFormation supporta i parametri di stringa sicura di AWS Systems Manager nei modelli di CloudFormation

    Inserito il: Aug 16, 2018

    AWS CloudFormation supporta ora parametri di stringa sicura dal Parameter Store di AWS Systems Manager. Il parametro di stringa sicura è costituito da dati sensibili che devono essere archiviati e cui è necessario fare riferimento in modo sicuro. È ora possibile utilizzare la sezione Parametri dei modelli CloudFormation come riferimento dinamico alle stringhe sicure nei tuoi modelli, ogni volta che crei o aggiorni lo stack senza esporre i valori in chiaro. Quando necessario, CloudFormation recupera il valore del parametro stringa sicura specificato dal Parameter Store e lo utilizza durante le operazioni di stack.

    Per ulteriori informazioni su riferimenti dinamici e risorse CloudFormation che supportano riferimenti dinamici per il parametro di stringa sicura dal Parameter Store di AWS Systems Manager, consulta la documentazione di AWS CloudFormation.

    Il supporto di AWS CloudFormation per il parametro di stringa sicura è disponibile nelle seguenti regioni: Stati Uniti orientali (Virginia settentrionale), Stati Uniti orientali (Ohio), Stati Uniti occidentali (Oregon), Stati Uniti occidentali (California settentrionale), Canada (Centrale), Asia Pacifico (Sydney), Asia Pacifico (Mumbai), Asia Pacifico (Singapore), Asia Pacifico (Seul), Asia Pacifico (Tokyo), UE (Francoforte), UE (Irlanda), UE (Londra), UE (Parigi), Sud America (San Paolo) e AWS GovCloud (Stati Uniti).
     

  • Il servizio di filtraggio dei messaggi Amazon SNS aggiunge il supporto per AWS CloudFormation

    Inserito il: Aug 16, 2018

    È ora possibile utilizzare i modelli di AWS Cloudformation per implementare rapidamente soluzioni che usano il servizio di filtraggio dei messaggi di Amazon Simple Notification Service (SNS). 

  • AWS Elastic Beanstalk permette ora di rivedere le modifiche alla configurazione

    Inserito il: Aug 16, 2018

    È ora possibile utilizzare la console di Elastic Beanstalk per rivedere le modifiche alle opzioni di configurazione in sospeso prima di applicarle all'ambiente applicativo.

  • Distribuzione di Corda Enterprise in AWS con un nuovo Quick Start

    Inserito il: Aug 16, 2018

    Questo nuovo Quick Start distribuisce un nodo Corda Enterprise nel cloud Amazon Web Services (AWS). È stato creato dal partner APN R3 in collaborazione con AWS.

  • Con AWS Shield Advanced è ora possibile creare regole basate sul tasso e avvisi Amazon CloudWatch facilmente.

    Inserito il: Aug 16, 2018

    A partire da oggi, AWS Shield Advanced consente di creare facilmente regole basate sul tasso (RBR) con pochi clic nella sua procedura guidata di aggiornamento aggiornata. Inoltre, la procedura guidata consente di monitorare meglio le risorse protette consentendo di impostare rapidamente gli allarmi di Amazon CloudWatch sulle metriche DDoS (Distributed Denial of Service) pubblicate dal servizio. 

  • Amazon Quicksight lancia il supporto per report di posta ed etichette dati

    Inserito il: Aug 16, 2018

    È ora possibile creare report di posta per QuickSight. I clienti potranno inviare in modo automatico eleganti report direttamente alle caselle di posta degli utenti a cadenza quotidiana, settimanale o mensile per tenerli aggiornati. Utenti author e reader potranno accedere alle loro informazioni direttamente dalla casella di posta. Sarà sufficiente selezionare l'account QuickSight per approfondire ed esplorare i loro pannelli di controllo interattivi. I report di posta sono disponibili da oggi per tutti i clienti di Enterprise Edition.

  • Espansione geografica di Amazon Data Lifecycle Manager

    Inserito il: Aug 16, 2018

    A partire da oggi, Amazon Data Lifecycle Manager (DLM) per Snapshot EBS è disponibile in altre 11 regioni AWS. DLM fornisce un modo semplice e automatico per eseguire il backup dei dati memorizzati sui volumi Amazon EBS. Grazie a questa caratteristica, non dovrai più affidarti a script personalizzati per creare e gestire i backup. 

  • Distribuisci Amazon SageMaker e un data lake in AWS per analisi predittive dei dati con il nuovo Quick Start

    Inserito il: Aug 15, 2018

    Con Quick Start è possibile creare un ambiente di data lake per la creazione, la formazione e l'implementazione di modelli di apprendimento automatico (ML) con Amazon SageMaker nel cloud di Amazon Web Services (AWS). La distribuzione richiede circa 10-15 minuti e avviene tramite l’uso di servizi AWS quali Amazon Simple Storage Service (Amazon S3), Amazon API Gateway, Amazon Kinesis Data Stream e Amazon Kinesis Data Firehose.

  • Amazon Comprehend è ora disponibile nella regione AWS dell’Asia Pacifico (Sydney).

    Inserito il: Aug 15, 2018

    Amazon Comprehendè un servizio di elaborazione del linguaggio naturale che adotta l'apprendimento automatico per trovare informazioni e relazioni in un testo. A partire da oggi, Amazon Comprehend è disponibile nella regione AWS dell’Asia Pacifico (Sydney). 

  • I pannelli di controllo Amazon CloudWatch sono ora disponibili nella regione AWS GovCloud (Stati Uniti)

    Inserito il: Aug 15, 2018

    I pannelli di controllo Amazon CloudWatch sono ora disponibili nella regione AWS GovCloud (Stati Uniti) Ciò consente di creare grafici riutilizzabili e di ottenere visualizzazioni operative unificate tra le risorse e le applicazioni cloud. 

  • Log di audit di AWS CloudHSM ora disponibili in Amazon CloudWatch

    Inserito il: Aug 13, 2018

    AWS CloudHSM offre ora i log di audit per i comandi di gestione eseguiti su istanze CloudHSM. I log vengono generati su tutte le istanze HSM e vengono inoltrati automaticamente in Amazon CloudWatch. Per ulteriori informazioni sul monitoraggio dei log di audit di AWS CloudHSM in Amazon CloudWatch Logs, consulta questa pagina.

    Se il provisioning del cluster AWS CloudHSM è stato effettuato prima del 20 gennaio 2018, sarà necessario configurare un ruolo collegato ai servizi per poter inoltrare i log di audit in Amazon CloudWatch. Per istruzioni su come creare un ruolo collegato ai servizi per CloudHSM, consulta questa pagina. Per attivare la ricezione di log non è necessaria alcuna altra operazione manuale.

    I log di audit di CloudHSM sono complementari ai due tipi di log di CloudHSM esistenti. Il primo è costituito dai log di AWS CloudTrail, che registra le chiamate API effettuate verso il servizio AWS CloudHSM, ad esempio create-cluster e delete-hsm. Il secondo è composto dai log client di AWS CloudHSM, che registrano le operazioni sulle istanze tramite il client CloudHSM.

    Questa funzionalità si applica esclusivamente al nuovo servizio CloudHSM e non è compatibile con CloudHSM Classic.

  • AWS Elastic Beanstalk aggiunge il supporto per PHP 7.2

    Inserito il: Aug 15, 2018

    È possibile sviluppare applicazioni AWS Elastic Beanstalk utilizzando PHP 7.2. La versione più recente di PHP include numerosi miglioramenti e nuove caratteristiche, ad esempio la possibilità di contare oggetti non conteggiabili, typehint di oggetti, nuove estensioni sodium e valori constants to sane TLS migliorati. Per un elenco completo delle caratteristiche di PHP 7.2 e una guida alla migrazione in PHP, consulta l'annuncio ufficiale del rilascio di PHP 7.2. L'ambiente PHP AWS Elastic Beanstalk esistente può essere aggiornato utilizzando la console di Elastic Beanstalk, l'interfaccia a riga di comando di AWS e l'API Elastic Beanstalk. Consulta il documento Migrating an Environement to a New Configuration per ulteriori dettagli.

  • AWS Elemental MediaPackage ora disponibile nella regione Stati Uniti occidentali (California settentrionale)

    Inserito il: Aug 15, 2018

    MediaPackage è un servizio di creazione di origini e pacchetti video just-in-time che permette ai distributori di contenuti video di offrire contenuti in streaming in modo sicuro e affidabile in modo scalabile. A partire da un singolo input video, AWS Elemental MediaPackage permette di creare flussi video nei formati ideali per essere riprodotti su smart TV, smartphone, computer, tablet e console. In questo modo è più semplice implementare le stesse caratteristiche che è possibile trovare nei videoregistratori digitali, ad esempio autoplay, pausa e rewind. Il servizio permette inoltre di proteggere i contenuti utilizzando sistemi Digital Rights Management (DRM).

  • AWS IoT Core e AWS IoT Device Management ora disponibili nella regione AWS GovCloud (Stati Uniti)

    Inserito il: Aug 15, 2018

    AWS IoT Core e AWS IoT Device Management sono ora disponibili nella regione AWS GovCloud (Stati Uniti).

  • Amazon CloudFront esteso nelle regioni del nord con le prime edge location in Norvegia e Danimarca

    Inserito il: Aug 15, 2018

    Dettagli: Amazon CloudFront annuncia due nuove edge location, a Oslo, in Norvegia, e a Copenhagen, in Danimarca. In entrambi i casi si tratta della prima edge location nei rispettivi paesi, con un miglioramento della capacità di CloudFront in tali regioni del 55%. L'ampliamento di Amazon CloudFront nell'Europa del Nord migliora ulteriormente la disponibilità e le prestazioni della distribuzione di contenuti agli utenti della regione. Rispetto a prima dell'aggiunta delle nuove edge location, la riduzione prevista di latenza nella distribuzione di contenuti per gli utenti finali di CloudFront in Norvegia e Danimarca è del 35%.

    L'elenco completo di edge location di CloudFront in tutto il mondo è disponibile nella pagina Web dei dettagli di CloudFront.

  • AWS Snowball ora disponibile nella regione Asia Pacifico (Singapore)

    Inserito il: Aug 15, 2018

    Amazon Elastic File System (Amazon EFS) è ora disponibile nella regione Asia Pacifico (Singapore)

  • Presentazione dell’ultima versione 10.0.19 di AWS Thinkbox Deadline che supporta Clarisse CNode

    Inserito il: Aug 14, 2018

    Siamo lieti di annunciare la disponibilità globale dell'ultima versione 10.0.19.di AWS Thinkbox Deadline. Questa versione include, per i clienti di tutto il mondo, il supporto alle licenze basate sull’utilizzo (UBL, Usage Based Licensing) tramite AWS Thinkbox Marketplace. Clarisse CNode è parte della suite di prodotti Clarisse che aiuta i professionisti del 3D a creare ed elaborare contenuti di computer grafica (CG). Con l’aggiunta di Clarisse CNode, i clienti espandono le opzioni di rendering delle applicazioni, con la possibilità di eseguire il provisioning di centinaia o migliaia di nodi di rendering di Clarisse CNode in modo rapido e senza la necessità di dover disporre di infrastrutture e licenze permanenti. Con AWS Thinkbox Deadline, i clienti possono aggregare le licenze software esistenti alle licenze basate sull'utilizzo, acquistate ogni ora nel Thinkbox Marketplace e misurate al minuto.

    Per scaricare l’ultima versione di Deadline, visita la pagina Download. Per ulteriori dettagli su questa versione, consulta le note di rilascio della versione 10.0.19 di Deadline.

  • Le API Amazon SageMaker sono ora completamente supportate da AWS PrivateLink

    Inserito il: Aug 14, 2018

    Tutte le API Amazon SageMaker sono ora completamente supportate da AWS PrivateLink, consentendo di migliorare la sicurezza dei dati condivisi con applicazioni basate sul cloud e ridurre l'esposizione dei dati su Internet. Tutte le comunicazioni tra le applicazioni e Amazon SageMaker possono essere protette in un cloud privato virtuale di VPC.

  • AWS AppSync aggiunge Quick Start ad Amazon Aurora

    Inserito il: Aug 14, 2018

    Oggi, AWS AppSync ha lanciato un nuovo quick start che ti guida attraverso il collegamento di AppSync al tuo database Amazon Aurora per creare una nuova applicazione per il blog. AWS AppSync è un servizio di backend senza server per applicazioni Web e mobili che supporta la sincronizzazione dei dati in tempo reale e le funzionalità offline. AppSync supporta più opzioni di archiviazione dati, tra cui Amazon DynamoDB, Amazon ElasticSearch Service, AWS Lambda e origini dati HTTP.

  • Lambda@Edge fornisce ora accesso al corpo delle richieste per l'elaborazione POST/PUT HTTP

    Inserito il: Aug 14, 2018

    Lambda@Edge consente ora di accedere a vari attributi HTTP quali URI, intestazioni e stringhe di query per personalizzare i contenuti distribuiti agli utenti finali. A partire da oggi, è anche possibile accedere al corpo delle richieste HTTP nelle funzioni Lambda, permettendo di eseguire logica personalizzata e generare una risposta direttamente dalla edge location.

    Gli sviluppatori in genere raccolgono dati dagli utenti finali e li elaborano presso i server di origine impiegando moduli Web/HTML e Web beacon o bug. Grazie all'accesso al corpo delle richieste per le funzioni Lambda, è possibile delegare la logica sull'edge e migliorare la latenza per gli utenti finali. Ad esempio, in un sito Web statico con un modulo di contatto, è possibile effettuare una chiamata di rete a una Global Table di Amazon DynamoDB per salvare i dati da una funzione Lambda. Oppure, in un sito in cui vengono raccolti dati sui comportamenti degli utenti finali tramite un Web beacon, è possibile registrare le informazioni acquisite su un endpoint di Amazon Kinesis Firehose a partire da una funzione Lambda, semplificando l'infrastruttura di origine.

    Per l'uso di questa funzionalità non sono previsti costi aggiuntivi. Per ulteriori informazioni su Lambda@Edge, visita la pagina di prodotto. Per ulteriori informazioni su come utilizzare questa nuova caratteristica, consulta le risorse di seguito:

    • Per iniziare, consulta le funzioni Lambda di esempio che mostrano come visualizzare e modificare il corpo della richiesta
    • Leggi questo post del blog per informazioni su come creare un passthrough di acquisizione dati globale con Amazon CloudFront, Lambda@Edge e Amazon Kinesis Firehose
    • Per ulteriori informazioni, consulta la documentazione
  • Backup e ripristino in Amazon DynamoDB disponibili nella regione AWS Cina (Pechino) gestita da Sinnet

    Inserito il: Aug 14, 2018

    La caratteristica di backup e ripristino di Amazon DynamoDB offre la possibilità di creare backup continui e on demand delle tabelle DynamoDB e di ripristinarli con la massima semplicità. È possibile eseguire il backup di tabelle con dimensioni comprese tra pochi megabyte e centinaia di terabyte senza alcun impatto sulle prestazioni e sulla disponibilità delle applicazioni in produzione.

    Con backup e ripristino on demand, è possibile creare backup completi delle tabelle DynamoDB per archiviazione e recupero dei dati, consentendo di soddisfare più facilmente i requisiti normativi e aziendali. Il ripristino point-in-time fornisce backup continui dei dati nelle tabelle DynamoDB e forniscono protezione da sovrascritture o eliminazioni accidentali. Una volta abilitato il ripristino point-in-time, è possibile ripristinare una tabella da un backup risalente a fino a 35 giorni prima (purché successivo all'attivazione della funzionalità).

    Backup e ripristino di Amazon DynamoDB sono ora disponibili in 16 regioni AWS: Stati Uniti orientali (Virginia settentrionale), Stati Uniti orientali (Ohio), Stati Uniti occidentali (California settentrionale), Stati Uniti occidentali (Oregon), Asia Pacifico (Mumbai), Asia Pacifico (Seoul), Asia Pacifico (Singapore), Asia Pacifico (Sydney), Asia Pacifico (Tokyo), Canada (Centrale), UE (Francoforte), UE (Irlanda), UE (Londra), UE (Parigi), Sud America (San Paolo) e Cina (Pechino) gestita da Sinnet.

    È possibile abilitare backup e ripristino per i dati nelle tabelle DynamoDB con un semplice clic nella console di gestione AWS, una chiamata API o tramite l'interfaccia a riga di comando. Per ulteriori informazioni sulla funzionalità, consulta Backup e ripristino.
     

  • Amazon Elasticsearch Service annuncia il supporto per le versioni 5.6 e 6.3 di Elasticsearch

    Inserito il: Aug 14, 2018

    Amazon Elasticsearch Service supporta ora le versioni 5.6 e 6.3 sia per Elasticsearch che per Kibana, entrambe open source. Elasticsearch 5.6 include una serie di correzioni di bug e ottimizzazioni per migliorare le prestazioni di ricerca. Elasticsearch 6.3 offre il completamento automatico delle query di Kibana e miglioramenti nell’aggregazione e classificazione delle API. 

  • Amazon Elasticsearch Service supporta ora i tempi di inattività azzerati, e upgrade di versione sul posto

    Inserito il: Aug 14, 2018

    Amazon Elasticsearch Service permette ora di effettuare l’upgrade dei cluster Elasticsearch a versioni più recenti senza alcun tempo di inattività grazie agli upgrade sul posto. Con questa nuova caratteristica, non sarà più necessario acquisire manualmente gli snapshot, ripristinarli in un nuovo cluster con la versione più recente di Elasticsearch e aggiornare tutti gli endpoint. Sarà sufficiente attivare l’upgrade di versione sul posto per consentire ad Amazon Elasticsearch Service di prendere in carico le varie attività in background, senza arrestare l’operatività durante il processo. 

  • AWS Direct Connect ora in Kansas City, MO

    Inserito il: Aug 13, 2018

    AWS Direct Connect è ora disponibile in Kansas City, MO presso la struttura Netrality Properties 1102 Grand. Questo sito è disponibile nella rispettiva regione di origine Stati Uniti orientali (Ohio) nella Console di gestione AWS. Con l'accesso globale per AWS Direct Connect, questo sito può raggiungere le risorse AWS in qualsiasi regione AWS utilizzando i VIF pubblici globali e Direct Connect Gateway. Se si effettua la connessione a qualsiasi regione AWS al di fuori della regione di origine Stati Uniti orientali (Ohio), il traffico seguirà il percorso più breve alla regione AWS desiderata senza passare necessariamente dalla regione Stati Uniti orientali (Ohio).

  • Amazon Inspector aggiunge il supporto CIS Benchmark per sistemi operativi Linux aggiuntivi

    Inserito il: Aug 13, 2018

    Amazon Inspector espande il supporto dei CIS (Centro di sicurezza Internet) Benchmark per Amazon Linux (v2018.03 e precedenti), Red Hat Enterprise Linux (v6 e 7), CentOS Linux (v6 e 7) e Ubuntu Linux (v14.04 e 16.04). Ora è possibile eseguire valutazioni CIS Inspector su queste distribuzioni Linux per verificare la configurazione delle istanze di Amazon EC2 rispetto alle best practice di configurazione della sicurezza sviluppate dal CIS.  

  • AWS Elemental MediaConvert ora supporta la codifica QVBR (Quality-Defined Variable Bitrate)

    Inserito il: Aug 13, 2018

    AWS Elemental MediaConvert ora supporta una nuova modalità di controllo della frequenza video, la codifica QVBR (Quality-Defined Variable Bitrate). Il QVBR è progettato per fornire esperienze di visualizzazione video di alta qualità in modo uniforme, mantenendo il budget di bit degli utenti sotto controllo e permettendo un risparmio di fino al 50% sui costi di storage e distribuzione. Il QVBR può essere utilizzato in modalità a 1 e 2 passi, con tutte le impostazioni e risoluzioni di qualità. È supportato dai codec AVC e HEVC ed è disponibile senza costi aggiuntivi. Per ulteriori informazioni, consulta la pagina di documentazione QVBR.

  • AWS IoT Core aumenta le restrizioni predefinite

    Inserito il: Aug 10, 2018

    AWS IoT Core ha il piacere di annunciare l'aumento delle restrizioni predefinite per tutti i clienti in tutte le regioni. I clienti potranno ora usufruire di 20.000 richieste di pubblicazione in ingresso al secondo, mentre in predenza la limitazione era di 10.000 richieste. L'elenco completo delle restrizioni di AWS IoT Core si trova alla pagina AWS Service Limits. I clienti per cui queste limitazioni sono ancora troppo restrittive potranno richiedere un ulteriore aumento tramite il centro di supporto nella Console di AWS.

  • Amazon Aurora Serverless porta l'elaborazione serverless nei database relazionali

    Inserito il: Aug 9, 2018

    Amazon Aurora Serverless è una nuova opzione di distribuzione che avvia, ricalibra e arresta automaticamente un database Amazon Aurora. Offre capacità di database senza dover allocare e gestire server di database né ricalibrarne le risorse. Aurora Serverless rende più semplice e meno costosa l'esecuzione di applicazioni con modelli di utilizzo irregolari o ciclici; da oggi è disponibile al pubblico per Amazon Aurora con compatibilità per MySQL.

  • Amazon ECS supporta ora i volumi Docker e i relativi plug-in

    Inserito il: Aug 9, 2018

    Ora è possibile configurare con facilità le applicazioni in compartimenti per accedere ai volumi di storage con backup nello storage locale immediato, volumi Amazon Elastic Block Storage (EBS) o Amazon Elastic File System (EFS) con l'utilizzo dei driver di volumi Docker e relativi plug-in quali Rex-Ray e Portworx.

    In precedenza, se si volevano distribuire applicazioni in compartimenti che richiedevano accesso ai volumi di storage, era necessario gestire manualmente il volume di storage utilizzando strumenti personalizzati come script bash, funzioni Lambda e configurazione manuale di volumi Docker.

    Ora, grazie al supporto dei volumi Docker, è possibile distribuire applicazioni stateful e intensive in termini di storage su Amazon ECS. Questa soluzione offre la flessibilità per configurare il ciclo di vita del volume Docker e indicare se si tratta di un volume con spazio di storage temporaneo per una singola istanza di un'attività o di un volume persistente che rimane oltre il ciclo di vita di un'unica istanza dell'attività. Inoltre, è possibile scegliere di utilizzare un volume Docker pre-distribuito, creato prima del lancio dell'attività.

    Per iniziare a utilizzare questa funzionalità, occorre installare prima il plug-in del volume Docker di preferenza (se necessario) e semplicemente indicare il nome del volume, il driver del volume e i parametri durante la configurazione della definizione di un'attività tramite la Console di gestione AWS, interfaccia a riga di comando (CLI) o SDK.

    Per ulteriori informazioni, consulta la documentazione di Amazon ECS.  

    Consulta la tabella delle regioni AWS per informazioni sulle regioni AWS in cui è disponibile Amazon ECS.
     

  • AWS Config aggiunge il supporto per la conformità alle patch e alle associazioni di AWS Systems Manager

    Inserito il: Aug 9, 2018

    Ora puoi registrare le modifiche agli stati di conformità delle patch e delle associazioni delle istanze gestite da AWS Systems Manager utilizzando AWS Config. In precedenza, era possibile visualizzare solo lo stato più recente di una conformità di patch o associazione per un'istanza gestita. Ora con AWS Config puoi mantenere una cronologia di tutte le modifiche apportate a questi dati nel tempo e utilizzarla per le tue esigenze di verifica e conformità.

  • AWS Direct Connect disponibile in Danimarca e Norvegia

    Inserito il: Aug 9, 2018

    AWS Direct Connect è da oggi disponibile in due nuove edge location: a Copenhagen, in Danimarca, e a Oslo, in Norvegia. In entrambi i casi si tratta di una novità per i rispettivi paesi. A Copenhagen, AWS Direct Connect è gestito da Interxion CPH2; a Oslo da DigiPlex Ulven. Nella Console di gestione, queste edge location saranno disponibili sotto la regione UE (Francoforte). Grazie all'accesso globale per AWS Direct Connect, questi siti possono raggiungere le risorse AWS in qualsiasi regione utilizzando interfacce virtuali pubbliche e gateway Direct Connect.

  • Amazon DynamoDB Accelerator (DAX) aggiunge il supporto per la crittografia a riposo

    Inserito il: Aug 9, 2018

    Amazon DynamoDB Accelerator (DAX) ora supporta la crittografia a riposo per nuovi cluster DAX per aiutarti ad accelerare le letture dalle tabelle Amazon DynamoDB in applicazioni che richiedono un'elevata sicurezza e che soggette a rigorosi requisiti normativi e di conformità.

    DAX è un sistema di cache in memoria completamente gestito, a disponibilità elevata, che permette di migliorare fino a 10 volte le operazioni di lettura dalle tabelle DynamoDB, anche quando le richieste superano il milione al secondo. È possibile utilizzare DAX senza apportare modifiche alla logica di applicazione esistente e utilizzando le chiamate API DynamoDB esistenti. DAX gestisce l'invalidazione della cache e la popolazione di dati per conto dell'utente. Con il nuovo supporto della crittografia a riposo, puoi inoltre crittografare lo storage dei tuoi cluster DAX per meglio proteggere i dati sui tuoi nodi DAX, come i file di configurazione e di log. Questi dati vengono crittografati con AWS Key Management Service (AWS KMS).

    DAX è disponibile nelle regioni Stati Uniti orientali (Virginia settentrionale), Stati Uniti orientali (Ohio), Stati Uniti occidentali (Oregon), Stati Uniti occidentali (California settentrionale), Sud America (San Paolo), UE (Irlanda), Asia Pacifico (Singapore), Asia Pacifico (Tokyo), Asia Pacifico (Sydney) e Asia Pacifico (Mumbai).

    Per ulteriori informazioni su DAX e crittografia a riposo, vedere Crittografia DAX a riposo.
     

  • Amazon CloudTrail aggiunge il supporto agli endpoint VPC per AWS PrivateLink

    Inserito il: Aug 9, 2018

    È ora disponibile l'accesso ad AWS CloudTrail tramite cloud privato virtuale di VPC attraverso AWS PrivateLink. In questo modo, è possibile collegare AWS CloudTrail e instradarne i dati utilizzando indirizzi IP privati in un cloud privato virtuale tramite la rete Amazon.

  • Amazon Inspector ora supporta le valutazioni di sicurezza per Debian

    Inserito il: Aug 9, 2018

    Amazon Inspector ha ampliato le valutazioni di sicurezza per includere Debian 8 e Debian 9 per le vulnerabilità e le esposizioni comuni (CVE) e le migliori pratiche di sicurezza. Per eseguire le valutazioni sulla sicurezza basta installare l'agente di Amazon Inspector nelle istanze Amazon EC2 desiderate, configurare la valutazione nella console di Inspector ed eseguire la valutazione.
     

  • AWS Systems Manager aggiunge tag e mappa di destinazione per le esecuzioni di automazione

    Inserito il: Aug 9, 2018
  • Amazon Pinpoint annuncia l'API Events Ingestion con funzionalità di inoltro in batch

    Inserito il: Aug 9, 2018

    È ora possibile registrare eventi di analisi e messaggistica direttamente utilizzando l'API Events Ingestion di Amazon Pinpoint. Questa API supporta l'invio di eventi singoli o in batch, aggiornando gli endpoint utente insieme agli eventi generati dagli utenti dal back-end e agli eventi registrati dall'applicazione client.

  • Automatizza facilmente la gestione delle chiavi segrete con AWS Secrets Manager eliminandole senza una finestra di recupero

    Inserito il: Aug 9, 2018

    A partire da oggi, AWS Secrets Manager ti consente di eliminare le chiavi segrete senza bisogno di una finestra di recupero. Con questa funzionalità, ora puoi eliminare e ricreare le chiavi segrete, rendendo più semplice la tua gestione dei lavori di automazione che creano chiavi segrete.

  • Amazon Rekognition è ora disponibile nelle regioni Asia Pacifico (Seoul) e Asia Pacifico (Mumbai)

    Inserito il: Aug 8, 2018

    Amazon Rekognition è ora disponibile nelle regioni Asia Pacifico (Seoul) e Asia Pacifico (Mumbai).

  • Istanze M5d di Amazon EC2 ora disponibili in nuove regioni

    Inserito il: Aug 8, 2018

    A partire da oggi, le istanze M5d sono disponibili anche nelle regioni AWS Stati Uniti occidentali (California settentrionale) e UE (Francoforte). Le istanze M5d sono state introdotte nel giugno del 2018 e offrono istanze M5 dotate di storage a livello di blocco in SSD basati su NVMe fisicamente connessi al server host. Le istanze M5d sono ideali per i carichi di lavoro che richiedono un equilibrio tra le risorse di calcolo e memoria, con storage a blocchi locale a bassa latenza e prestazioni elevate che includa log dei dati ed elaborazione multimediale.

  • Istanze C5d di Amazon EC2 ora disponibili in nuove regioni

    Inserito il: Aug 8, 2018

    A partire da oggi, le istanze C5d sono disponibili nelle regioni AWS Stati Uniti occidentali (California settentrionale), Asia Pacifico (Seoul), Asia Pacifico (Singapore), UE (Francoforte) e UE (Londra). Le istanze C5d sono state introdotte nel maggio del 2018 e offrono istanze C5 dotate di storage a livello di blocco in SSD basati su NVMe fisicamente connessi al server host. Queste istanze forniscono storage a blocchi ad alte prestazioni per applicazioni che richiedono storage locale ad alta velocità e a bassa latenza, ad esempio codifica di video, modifica di immagini e altre forme di elaborazione multimediale. Potranno risultare utili anche per le applicazioni che necessitano di storage temporaneo dei dati, ad esempio come l'elaborazione in batch e di log e le applicazioni che necessitano di cache e file di memoria virtuale.  

  • Amazon QuickSight supporta ora calcoli in tabella e aggregazione a livello di minuto

    Inserito il: Aug 8, 2018

    Amazon QuickSight permette ora di creare parametri e calcoli per pannelli di controllo con la massima semplicità, senza dover creare istruzioni SQL complesse e elaborare preliminarmente i dati all'origine. Gli utenti del servizio potranno creare campi calcolati e calcoli in tabella per valutare una somma di misurazioni, partizionate in base alla dimensione e ordinate in modo specifico, e calcolare le percentuali del totale all'interno di una delle partizioni di dimensioni. Analogamente, potranno creare campi personalizzati che misurano il valore o la percentuale di differenza tra parametri precedenti e successivi, partizionandoli in base alla dimensione. Infine, potranno ordinare i parametri o le dimensioni secondarie all'interno di una delle partizioni. Altre funzioni permetteranno agli utenti di calcolare somma, media, conteggio, valori minimi e massimi e visualizzare indicatori leading e lagging con uno scarto di un'unità in una determinata partizione. Tutte queste funzioni sono disponibili per set di dati sia SPICE sia non-SPICE.

  • Log di flusso di Amazon VPC possono inoltrabili in S3

    Inserito il: Aug 8, 2018

    I log di flusso di Amazon Virtual Private Cloud (VPC) possono ora essere inoltrati direttamente in Amazon Simple Storage Service (S3) utilizzando l'interfaccia a riga di comando oppure la console di Amazon EC2 o VPC. Potranno così essere inoltrati sia in S3 sia in CloudWatch Logs.

    Inoltra i log di flusso di VPC in S3 per archiviare in modo semplice e poco costoso gli eventi di log. È possibile sfruttare le diverse classi di storage di S3, ad esempio Amazon S3 Standard-Infrequent Access, oppure scrivere applicazioni di elaborazione di dati personalizzate utilizzando altre soluzioni, ad esempio Amazon Athena.

    Inoltra i log di flusso di VPC in CloudWatch Logs per monitorare sistemi e applicazioni. È possibile generare e visualizzare parametri utilizzando stringhe di filtro parametrico e pannelli di controllo CloudWatch, impostare avvisi legati a parametri basati su log, oppure effettuare ricerche tra gli eventi di log utilizzando CloudWatch Logs per la risoluzione dei problemi.

    Per informazioni sui prezzi di esportazione dei log di flusso di Amazon VPC in S3 o in CloudWatch Logs, consulta questa pagina. Per informazioni su come inoltrare log di flusso di VPC in S3 e CloudWatch Logs, consulta questa pagina.

  • AWS Elemental MediaLive ora disponibile nella regione Asia Pacifico (Mumbai)

    Inserito il: Aug 8, 2018

    AWS Elemental MediaLive è un servizio di elaborazione di video in diretta di qualità televisiva. Permette di creare flussi video in diretta di alta qualità per la distribuzione su piattaforme televisive o dispositivi multiscreen connessi a Internet, ad esempio smart TV, tablet, smartphone e set-top box.

  • Amazon Redshift abilita automaticamente l'accelerazione di short query

    Inserito il: Aug 8, 2018

    Amazon Redshift permette ora l'accelerazione di short query per velocizzare le query di breve durata, ad esempio report, pannelli di controllo e analisi interattive. Questa funzionalità usa l'apprendimento automatico per offrire migliori prestazioni, risultati più rapidi e maggiore prevedibilità nei tempi di esecuzione delle query. 

  • Amazon Redshift annuncia il supporto per dati nidificati con Redshift Spectrum

    Inserito il: Aug 8, 2018

    È ora possibile utilizzare Amazon Redshift per interrogare direttamente dati nidificati in file in formato Apache Parquet, Apache ORC, JSON e Amazon Ion, memorizzati in tabelle esterne di Amazon S3. Redshift Spectrum, una caratteristica di Amazon Redshift, permette di utilizzare gli strumenti di business intelligence esistenti e le intuitive estensioni di SQL per analizzare dati sia scalari sia nidificati memorizzati in data lake Amazon S3.

  • AWS accetta ora i pagamenti tramite addebito diretto ACH

    Inserito il: Aug 8, 2018

    A partire da oggi, è possibile pagare le fatture AWS utilizzando conti bancari abilitati all'uso di ACH negli USA. Aggiungere i dati bancari è molto semplice. È sufficiente aprire la pagina dei metodi di pagamento nella console di fatturazione di AWS e indicare il numero di conto, il numero di registrazione, l'indirizzo di fatturazione e il numero della patente di guida (per le persone fisiche) oppure il numero identificativo delle imposte federali (per le aziende).

  • AWS Config permette ora di specificare una policy di retention dei dati per gli elementi di configurazione

    Inserito il: Aug 7, 2018

    AWS Config permette ora di eliminare i dati specificando un periodo di retention per gli elementi di configurazione. AWS Config conserverà gli elementi per il periodo di retention specificato. L'intervallo di tempo deve essere compreso tra 30 giorni e 7 anni (2.557 giorni). AWS Config elimina automaticamente gli elementi di configurazione che superano il periodo di retention specificato. Se non viene specificato un periodo di retention, AWS Config conserverà gli elementi per il periodo massimo predefinito di 7 anni (2.557 giorni).

  • AWS Config aggiunge il supporto per AWS Shield

    Inserito il: Aug 7, 2018

    È ora possibile registrare le modifiche di configurazione apportate in AWS Shield con AWS Config. AWS Shield è un servizio gestito di protezione da attacchi di tipo DDoS (Distributed Denial of Service) che protegge le applicazioni in esecuzione in AWS. Con config, è possibile tenere traccia delle modifiche alle impostazioni di protezione, ad esempio le risorse protette, e utilizzare tali informazioni per conservare uno storico delle modifiche delle configurazioni per audit e risoluzione dei problemi operativi.

  • Lancio di AWS Nonprofit Competency

    Inserito il: Aug 7, 2018

    Presentiamo il Programma AWS Nonprofit Competency per aiutare i clienti a sfruttare la tecnologia in modo rapido, conveniente e sicuro per ricalibrare l’impatto delle missioni e promuovere il cambiamento sociale. 

    Il Programma AWS Nonprofit Competency riconosce i partner AWS Partner Network (APN) che hanno dimostrato eccellenza tecnica e storie di successo dei clienti comprovate per i clienti di organizzazioni no profit. 

    I clienti possono ora esplorare le soluzioni dei partner con gli strumenti di gestione donatori e marketing, raccolta fondi e operazioni e i partner di consulenza. 

    Scopri i nostri partner AWS Nonprofit Competency

  • Le istanze P3 di Amazon EC2, tra le più potenti istanze GPU nel cloud, ora disponibili in 6 nuove regioni

    Inserito il: Aug 7, 2018

    Le istanze P3 di Amazon EC2 sono ora disponibili nelle regioni AWS UE (Francoforte), UE (Londra), Canada (Centrale), Asia Pacifico (Sydney), Asia Pacifico (Singapore) e Cina (Ningxia); il numero di regioni in cui sono disponibili sale così a 14.

  • Amazon Redshift annuncia il supporto per riferimenti alias a colonne laterali

    Inserito il: Aug 7, 2018

    Amazon Redshift permette ora di scrivere query riferite ad alias di colonne nella stessa query immediatamente dopo la dichiarazione, migliorando la leggibilità delle query SQL più complesse.

  • AWS Personal Health Dashboard supporta ora il controllo granulare degli accessi tramite condizioni di policy di IAM

    Inserito il: Aug 6, 2018

    AWS Personal Health Dashboard supporta ora il controllo granulare degli accessi per impostare le autorizzazione in base a metadati di eventi. In questo modo è possibile consentire o rifiutare l'accesso a un utente AWS Identity and Access Management (IAM) in base ad attributi quali tipi di evento, tipi di evento di un determinato servizio o altri attributi basati sul ruolo.

  • AWS Glue è ora disponibile nella regione AWS Canada (Centrale)

    Inserito il: Aug 6, 2018

    È ora possibile utilizzare AWS Glue nella regione AWS Canada (Centrale).

  • Amazon RDS per MySQL supporta ora la replica con ritardo

    Inserito il: Aug 6, 2018

    Amazon RDS per MySQL supporta ora la replica con ritardo, che permette di impostare un intervallo di attesa configurabile prima dell'esecuzione di una replica di database. In una configurazione di replica MySQL standard, lo scarto temporale tra origine e replica è minimo. La replica con ritardo consente di configurare un ritardo personalizzabile strategicamente utile per il disaster recovery.

  • Amazon RDS supporta ora le versioni secondarie di MySQL 5.6.40 e 5.7.22

    Inserito il: Aug 6, 2018

    Amazon RDS per MySQL supporta ora le versioni secondarie di MySQL Community Edition 5.6.40 e 5.7.22 in tutte le regioni AWS. In queste nuove versioni è inclusa una serie di correzioni e di miglioramenti delle funzionalità per il motore di database MySQL.

  • Amazon Rekognition migliora la precisione della funzionaltà Text in Image

    Inserito il: Aug 6, 2018

    Amazon Rekognition ha lanciato alcuni miglioramenti per la funzione Text in Image, che migliorano la precisione di rilevamento del testo ed estendono il supporto per testi ruotati di 90° rispetto all'asse orizzontale.

  • Performance Insights disponibile per Amazon Aurora con compatibilità per MySQL

    Inserito il: Aug 6, 2018

    Performance Insights di Amazon RDS, una caratteristica avanzata di monitoraggio delle prestazioni dei database che semplifica la diagnosi e la risoluzione delle problematiche legate alle prestazioni sui database Amazon Relational Database Service (RDS), è ora disponibile per Amazon Aurora con compatibilità per MySQL. Questa caratteristica offre un piano gratuito con retention dei dati di 7 giorni e un'opzione di conservazione a lungo termine a pagamento.

  • Amazon Aurora è disponibile nella regione AWS Cina (Ningxia), gestita da NWCD.

    Inserito il: Aug 6, 2018

    Amazon Aurora è ora disponibile per i clienti della regione AWS Cina (Ningxia), gestita da NWCD. Aurora è un database relazionale compatibile con MySQL e PostgreSQL creato per il cloud che unisce le prestazioni e la disponibilità dei database commerciali di fascia alta alla semplicità e al costo ridotto dei database open source.

  • Amazon SageMaker supporta ora Apache MXNet 1.2

    Inserito il: Aug 6, 2018

    Amazon SageMaker offre ora la versione più recente di Apache MXNet, la 1.2. Il container MXNet integrato in Amazon SageMaker semplifica l'esecuzione di script di apprendimento profondo grazie alle funzionalità offerte dal servizio, ad esempio addestramento distribuito e gestito e distribuzione in tempo reale di modelli di apprendimento automatico.

  • NICE DCV offre ora un client nativo per Linux, reindirizzamento di mouse 3D e dispositivi di storage USB, blocco automatico di sessioni Windows e supporto per Ubuntu

    Inserito il: Aug 6, 2018

    Siamo lieti di annunciare il rilascio della versione 2017.1 di NICE DVC (Desktop Cloud Visualization).

  • Amazon Connect permette ora di trasferire automaticamente le chiamate da una coda all'altra

    Inserito il: Aug 4, 2018

    Amazon Connect permette ora di trasferire automaticamente le chiamate da una coda all'altra in un flusso di contatti. In questo modo è possibile ridurre i tempi di attesa del contact center, ottimizzando le variazioni in modo dinamico o assegnando le chiamate ad agenti maggiormente qualificati. È possibile utilizzare specifici parametri, ad esempio la disponibilità di un agente o il numero di chiamate in coda, per determinare in quali code instradare le chiamate.

  • Creazione automatica di distribuzioni Amazon CloudFront per canali AWS Elemental MediaPackage dalla Console di gestione AWS

    Inserito il: Aug 3, 2018

    Con AWS Elemental MediaPackage, è possibile ora creare distribuzioni Amazon CloudFront per canali in diretta dalla Console di gestione AWS. MediaPackage facilita la preparazione e la protezione di video per la pubblicazione su Internet. A partire da un singolo input video, MediaPackage permette di creare flussi video con funzionalità di videoregistratore digitale e DRM nei formati ideali per essere riprodotti su smart TV, smartphone, computer, tablet e console. È ora possibile aggiungere a questi vantaggi la sicurezza, le prestazioni elevate e la portata globale a costi ridotti di Amazon CloudFront per la distribuzione di video in diretta.

  • AWS Single Sign-On aggiunge nuove applicazioni aziendali preintregrate

    Inserito il: Aug 3, 2018

    È ora possibile utilizzare AWS Single Sign-On (SSO) per gestire l'accesso SSO a nuove applicazioni aziendali preintegrate quali SmartSheet, Trello ed Expensify. Queste applicazioni vanno ad aggiungersi a quelle già preintegrate, ad esempio Salesforce, Google Suite e Office 365. Per un elenco completo delle applicazioni aziendali preintegrate con AWS SSO, consulta le applicazioni supportate.

  • Alexa for Business permette agli amministratori IT di monitorare quando viene annullata la registrazione di dispositivi condivisi nell'account

    Inserito il: Aug 3, 2018

    Alexa for Business permette ora agli amministratori IT di monitorare quando viene annullata la registrazione di dispositivi condivisi nell'account. I dispositivi condivisi possono essere collocati in aree comuni quali sale conferenze e lobby e vengono gestiti in modo centralizzato con la console di Alexa for Business. Quando sono disponibili informazioni sui dispositivi di cui è stata annullata la registrazione, è possibile intraprendere azioni correttive ed eliminare tali dispositivi dalla console.  

  • AWS IoT Device Defender – Disponibile al pubblico

    Inserito il: Aug 2, 2018

    Al re:Invent 2017 abbiamo annunciato AWS IoT Device Defender, un servizio completamente gestito che aiuta a proteggere i parchi dispostivi di IoT. Oggi, siamo lieti di annunciare che AWS IoT Device Defender è disponibile al pubblico. Questo servizio può essere utilizzato per applicare le best practice consigliate sulla sicurezza, per monitorare in modo continuo il comportamento dei dispositivi e per ricevere avvisi quando è necessario approfondire e mitigare eventuali problemi.

  • Amazon Polly aggiunge il supporto bilingue per inglese indiano/hindi

    Inserito il: Aug 2, 2018

    Amazon Polly è un servizio AWS che trasforma il testo in una conversazione reale. Siamo lieti di annunciare il supporto per l'hindi e il rilascio della prima voce bilingue. Aditi è una voce femminile che parla hindi e inglese indiano.

  • Supporto per Flink 1.5.0 e Livy 0.5.0 in Amazon EMR release 5.16.0

    Inserito il: Aug 2, 2018

    È ora possibile impiegare Apache Flink 1.5.0 e Apache Livy 0.5.0 in Amazon EMR release 5.16.0. Flink 1.5.0 offre diverse nuove caratteristiche, tra cui un nuovo modello di sviluppo che supporta l'allocazione dinamica di risorse in YARN per un utilizzo più efficiente delle risorse, supporto per uno stato di trasmissione che permette replica di pattern e regole di configurazione a tutte le istanze in parallelo di una funzione, un nuovo client SQL CLI con cui eseguire query ad hoc sui flussi di dati, la possibilità di memorizzare le informazioni di stato su dischi locali per ripristinarle più rapidamente dopo un errore e altri aggiornamenti a prestazioni e throughput per processi di streaming. Livy 0.5.0 offre il supporto per un interprete SparkSQL per l'esecuzione di query SQL interattive, la possibilità di utilizzare diverse sintassi e condividere SparkContext in una singola sessione, condividere variabili su più processi e altri miglioramenti. Inoltre, è possibile utilizzare la versione aggiornata di Apache Hadoop 2.8.4, Apache Spark 2.3.1, Presto 0.203, Apache Phoenix 4.14.0 e Apache MXNet 1.2.0.

    Con la release 5.16.0 è possibile creare un cluster Amazon EMR scegliendo l'etichetta "emr-5.16.0" tramite Console di gestione AWS, interfaccia a riga di comando o kit SDK. È possibile scegliere Flink, Livy, Hadoop, Spark, Presto, Phoenix e MXNet per l'installazione di applicazioni al momento del lancio del cluster EMR. Per ulteriori informazioni su questi servizi, consulta le relative pagine nella documentazione di Amazon EMR: EMR release 5.16.0, Flink 1.5.0, Livy 0.5.0, Spark 2.3.1, Presto 0.203, Hadoop 2.8.4, Phoenix 4.14.0 e MXNet 1.2.0

    Amazon EMR versione 5.16.0 è ora disponibile in tutte le regioni supportate per Amazon EMR.

  • Streaming di dati più rapido del 65% con fan-out 5 volte più rapido grazie alle nuove caratteristiche di Kinesis Data Streams

    Inserito il: Aug 2, 2018

    Amazon Kinesis Data Streams offre due nuove caratteristiche che migliorano le prestazioni delle applicazioni: una nuova API per il recupero di dati HTTP/2 e fan-out migliorato.

  • AWS Storage Gateway espande il supporto per AWS Key Management Service con migliori funzionalità di crittografia

    Inserito il: Aug 1, 2018

    I clienti potranno ora utilizzare AWS Key Management Service (KMS) per gestire la crittografia dei dati memorizzati nel cloud da AWS Storage Gateway.  AWS KMS è un servizio gestito che semplifica la creazione e il controllo di chiavi di crittografia per la codifica dei dati. Storage Gateway supporta ora AWS KMS per la crittografia dei dati memorizzati in AWS da tutti i tipi di gateway. Sono inclusi i nastri virtuali gestiti da Tape Gateway, i volumi nel cloud e gli snapshot EBS creati da Volume Gateway e i file memorizzati come oggetti in Amazon Simple Storage Service (S3) da File Gateway. 

  • Amazon Chime aggiunge l'integrazione per Okta con Single Sign-On

    Inserito il: Aug 1, 2018

    Amazon Chime permette ora di scegliere Okta per la configurazione della funzione SSO. È così possibile aggiungere e rimuovere utenti e modificare le autorizzazioni di Chime utilizzando la directory Okta. Le variazioni apportate in Okta sono sincronizzate automaticamente in Chime, semplificando l'amministrazione degli utenti. Con Okta, gli utenti potranno accedere in una qualsiasi delle app client di Amazon Chime utilizzando le credenziali aziendali e sarà possibile applicare le policy di password esistenti.

  • AWS Certificate Manager Private Certificate Authority è disponibile nella regione UE (Londra)

    Inserito il: Aug 1, 2018

    AWS Certificate Manager (ACM) Private Certificate Authority (CA) è ora disponibile nella regione UE (Londra); le regioni AWS in cui ACM Private CA è disponibile salgono così ora a dieci. L'espansione in una nuova regione permette di avere più opzioni di provisioning per utilizzare un'autorità di certificazione privata con altri servizi AWS.

  • AWS Greengrass ora disponibile nella regione UE (Irlanda)

    Inserito il: Aug 1, 2018

    AWS Greengrass è ora disponibile nella regione UE (Irlanda). 

    AWS Greengrass è un software che offre funzionalità locali di elaborazione, messaggistica, caching dei dati, sincronizzazione e inferenza ML per dispositivi connessi in tutta sicurezza. Con AWS Greengrass, i dispositivi connessi possono eseguire funzioni AWS Lambda, mantenere sincronizzati i dati dei dispositivi e comunicare in maniera sicura con altri dispositivi, anche quando non connessi a Internet. Utilizzando AWS Lambda, Greengrass consente ai tuoi dispositivi IoT di rispondere rapidamente agli eventi locali, utilizzare funzioni Lambda in esecuzione su Greengrass Core per interagire con risorse locali, funzionare con connessioni intermittenti, rimanere aggiornati con aggiornamenti over the air e ridurre al minimo il costo di trasmissione dei dati IoT nel cloud. Per ulteriori informazioni su AWS Greengrass, consulta questa pagina. Per informazioni sulla disponibilità locale del prodotto, consulta la tabella delle regioni AWS.

  • Amazon Transcribe identifica ed etichetta gli interlocutori in base al canale audio

    Inserito il: Aug 1, 2018

    Amazon Transcribe è un servizio di riconoscimento vocale automatico che permette di aggiungere funzionalità di conversione di voce in testo alle applicazioni. Amazon Transcribe supporta ora una caratteristica chiamata Channel Identification, che elabora l'audio a più canali trascrivendo le conversazioni in un unico documento e annotando il canale utilizzato.

  • AWS Config supporta ora AWS PrivateLink

    Inserito il: Jul 31, 2018

    A partire da oggi, AWS Config supporta AWS PrivateLink, che consente di instradare i dati tra Amazon Virtual Private Cloud (VPC) e AWS Config senza esporre a Internet le sottoreti VPC.

  • Amazon MQ supporta ora Amazon CloudWatch Logs

    Inserito il: Jul 31, 2018

    È ora possibile monitorare e risolvere i problemi dei broker di messaggi di Amazon MQ in tempo reale pubblicandone i log in Amazon CloudWatch Logs.  

  • Il motore di regole di AWS IoT supporta ora le operazioni di Step Functions

    Inserito il: Jul 31, 2018

    Il motore di regole di AWS IoT è ora in grado di attivare flussi di lavoro creati con AWS Step Functions tramite apposite operazioni. Grazie a questa funzionalità, il motore di regole supporta ora 15 tipi di azione.

  • AWS Security Token Service supporta ora AWS PrivateLink nella regione Stati Uniti occidentali (Oregon)

    Inserito il: Jul 31, 2018

    A partire da oggi, AWS Security Token Service supporta AWS PrivateLink nella regione Stati Uniti occidentali (Oregon), consentendo così di instradare i dati tra un cloud privato virtuale di Amazon VPC e Security Token Service interamente all'interno della rete AWS.

  • L'applicazione Web di Amazon Chime supporta ora le videoconferenze in Google Chrome

    Inserito il: Jul 31, 2018

    A partire da oggi, l'app Web di Amazon Chime supporta le videoconferenze nel browser Google Chrome. Quando una riunione di persona non è possibile, l'audio e il video di alta qualità offerti da Chime garantiscono una comunicazione naturale e coinvolgente. Con questo aggiornamento, i partecipanti a una riunione possono utilizzare il proprio brower e ottenere la stessa qualità video disponibile con il client scaricabile di Chime. Inoltre, poiché l'applicazione Web è disponibile per diverse piattaforme, è possibile avviare videoconferenze anche con contatti che usano Linux o ChromeOS.

    Ogni partecipante potrà avviare o interrompere la trasmissione di video mediante i controlli dell'applicazione. Inoltre, è possibile visualizzare i video di fino a 16 partecipanti all'interno della finestra di Chime. Il layout dei riquadri è ottimizzato automaticamente in base al numero di flussi, alle dimensioni della finestra e alla presenza di contenuti condivisi. Per ulteriori informazioni sull'applicazione Web di Amazon Chime, visita la pagina della documentazione di Amazon Chime.

    Amazon Chime è un servizio di comunicazione in tempo reale sicuro che semplifica videoconferenze, riunioni online, chiamate e chat. Con Chime non sono previsti pagamenti anticipati e non è necessario distribuire un'infrastruttura. È possibile provare gratuitamente Chime per 30 giorni. Per ulteriori informazioni sulla prova gratuita, consulta la pagina dedicata.

  • Supporto per AWS PrivateLink esteso ad Amazon Kinesis Data Streams

    Inserito il: Jul 31, 2018

    Le applicazioni di streaming dei dati possono ora impiegare AWS PrivateLink e Amazon Kinesis Data Streams nelle regioni AWS Stati Uniti occidentali (California settentrionale), Asia Pacifico (Seoul), Asia Pacifico (Mumbai), Asia Pacifico (Singapore), Asia Pacifico (Sydney), Canada (Centrale), UE (Francoforte), UE (Londra) e Sud America (San Paolo).

  • Amazon WorkSpaces supporta ora gli accessi tramite URI (Uniform Resource Identifier)

    Inserito il: Jul 31, 2018

    Amazon WorkSpaces supporta ora gli URI (Uniform Resource Identifier) per semplificare l'accesso degli utenti. Grazie a questa novità, i clienti genereranno automaticamente un collegamento personalizzato che consentirà agli utenti di accedere alle proprie istanze WorkSpaces senza dover digitare le informazioni di autenticazione. Questo collegamento include informazioni di login come codice di registrazione dell'istanza WorkSpaces, nome utente e credenziali di autenticazione a più fattori. La funzionalità consente di sviluppare flussi di lavoro di onboarding e accesso in cui gli utenti non dovranno digitare le proprie credenziali.

  • Amazon AppStream 2.0 supporta ora Microsoft OneDrive for Business

    Inserito il: Jul 31, 2018

    Amazon AppStream 2.0 supporta Microsoft OneDrive for Business come opzione di storage per gli utenti. È possibile integrare il proprio account OneDrive for Business con AppStream 2.0; gli utenti potranno collegare i loro account per e accedere ai file in AppStream 2.0 su Mac, PC e Chromebook. Per ulteriori informazioni su come utilizzare Microsoft OneDrive for Business con AppStream 2.0, leggi il post del blog Amazon AppStream 2.0 aggiunge il supporto per OneDrive for Business.

  • Risoluzione dei problemi per domini Amazon Elasticsearch Service con log di errore

    Inserito il: Jul 31, 2018
  • Le istanze Amazon EC2 basate sul sistema Nitro supportano ora le istanze ottimizzate per Amazon EBS

    Inserito il: Jul 31, 2018

    Le istanze C5/C5d e M5/M5d di Amazon EC2 sono basate sul sistema Nitro, una raccolta di componenti hardware e software di AWS che consentono prestazioni, disponibilità e sicurezza elevate e opzioni Bare Metal per eliminare le complessità della virtualizzazione. Con l'ultimo set di miglioramenti al sistema Nitro, è stata aumentata la larghezza di banda massima delle istanze ottimizzate per EBS da 9 Gb/s e 10 Gb/s rispettivamente per le istanze C5/C5d e M5/M5d a 14 Gb/s. Sono anche state aumentate le operazioni IOPS massime per le istanze ottimizzate per EBS da 64.000 IOPS e 65.000 IOPS rispettivamente per le istanze C5/C5d e M5/M5d a 80.000 IOPS. Inoltre, sono state potenziate le prestazioni espandibili rispettivamente da 2,25 Gb/s e 2,12 Gb/s per le istanze C5/C5d e M5/M5d large, xlarge e 2xlarge a 3,5 Gb/s.

  • Amazon Connect ora con API User Management

    Inserito il: Jul 31, 2018

    Da oggi, Amazon Connect offre una nuova API per la gestione degli utenti che permette di automatizzare creazione ed eliminazione di account utente, modifica alle configurazioni e aggiornamento delle impostazioni di sicurezza in base alle esigenze aziendali. Inoltre, l'API può essere utilizzata per apportare modifiche ai profili di instradamento assegnati agli utenti, con cui è possibile trasferire gli agenti su code più affollate durante i picchi di chiamate.  Per ulteriori informazioni, consulta la documentazione sulle API.

  • Amazon Connect supporta ora l'utilizzo in più regioni di bot di Amazon Lex

    Inserito il: Jul 30, 2018

    A partire da oggi, è possibile aggiungere bot di Amazon Lex da tutte le regioni in cui il servizio è disponibile in qualsiasi istanza Amazon Connect. È pertanto possibile utilizzare i bot anche nelle regioni AWS UE (Francoforte) e Asia Pacifico (Sydney). In precedenza, potevano essere utilizzati solo se venivano creati nella stessa regione dell'istanza.

  • I backup di AWS CloudHSM possono ora essere copiati in regioni diverse

    Inserito il: Jul 30, 2018

    AWS CloudHSM ora consente di copiare i backup di un cluster CloudHSM da una regione all'altra a scopo di disaster recovery. Le copie possono essere utilizzate per creare cloni dei cluster originali in una nuova regione. Questa funzionalità permette di semplificare lo sviluppo di carichi di lavoro ridondanti distribuiti a livello globale o su più regioni.

    AWS CloudHSM è un modulo di sicurezza hardware o HSM (Hardware Security Module) basato sul cloud che permette di generare e utilizzare chiavi di gestione nel cloud AWS. Si tratta di un servizio completamente gestito che automatizza le attività di amministrazione lunghe e complesse quali provisioning di hardware, applicazione di patch del software, elevata disponibilità e backup. CloudHSM inoltre, permette di ricalibrare rapidamente le risorse aggiungendo e rimuovendo capacità on demand senza alcun costo anticipato.

    I backup di AWS CloudHSM possono essere copiati solo su regioni diverse di tipo commerciale. Gli utenti nella regione AWS GovCloud (Stati Uniti) non potranno trasferire copie all'interno o all'esterno di tale regione. Non è previsto alcun costo per la copia dei backup su regioni diverse o per la creazione di cluster a partire da tali copie in una nuova regione. Le istanze HSM vengono fatturate su base oraria. Per ulteriori informazioni sulla copia dei backup di CloudHSM su più regioni, consulta questa pagina. Per informazioni su come sincronizzare le chiavi tra cluster cloni, consulta questa pagina.  

  • Amazon Redshift annuncia nuovi parametri per l'ottimizzazione delle prestazioni dei cluster

    Inserito il: Jul 30, 2018

    È ora possibile ottenere una visualizzazione dettagliata delle prestazioni di un cluster Amazon Redshift con il grafico Workload Execution Breakdown nella pagina Database Performance della console o utilizzando il parametro QueryRuntimeBreakdown in Cloudwatch. Questi parametri possono essere utilizzati per ottimizzare le prestazioni di un cluster e ottenere throughput più elevato e risultati più rapidi. 

  • Nuovi gem per il cloud in Lumberyard Beta 1.15 – Disponibili da subito

    Inserito il: Jul 27, 2018

    Siamo lieti di annunciare la disponibilità di Lumberyard Beta 1.15. Con oltre 270 miglioramenti, soluzioni di problemi e nuove caratteristiche, l'integrazione di Lumberyard con AWS permette agli sviluppatori di videogiochi di ogni dimensione di connettere i loro giochi e accelerare lo sviluppo. Tra le caratteristiche più importanti: 

  • Istanze r4 di Amazon DynamoDB Accelerator (DAX) disponibili nella regione Asia Pacifico (Tokyo)

    Inserito il: Jul 26, 2018

    È ora possibile utilizzare le istanze r4 di Amazon DynamoDB Accelerator (DAX) nella regione Asia Pacifico (Tokyo). Si tratta dell'istanza di ultima generazione di nodi DAX, progettata per applicazioni e carichi di lavoro in produzione.

    DAX è un sistema di cache in memoria completamente gestito a disponibilità elevata per DynamoDB che permette di migliorare fino a 10 volte le operazioni di lettura dalle tabelle Amazon DynamoDB, anche quando le richieste superano il milione al secondo. È possibile utilizzare DAX senza apportare modifiche alla logica di applicazione esistente e utilizzando le chiamate API DynamoDB esistenti. DAX gestisce l'invalidazione della cache e la compilazione dei dati automaticamente.

    DAX è disponibile nelle regioni Stati Uniti orientali (Virginia settentrionale), Stati Uniti orientali (Ohio), Stati Uniti occidentali (Oregon), Stati Uniti occidentali (California settentrionale), Sud America (San Paolo), UE (Irlanda), Asia Pacifico (Singapore), Asia Pacifico (Tokyo), Asia Pacifico (Sydney) e Asia Pacifico (Mumbai).

    Per informazioni sui prezzi delle istanze r4 di DAX nella regione Asia Pacifico (Tokyo), consulta la pagina dei prezzi di DAX.

  • I parchi istanze di Amazon EC2 supportano ora due nuove strategie di allocazione: elenchi di priorità on demand e prezzo più basso

    Inserito il: Jul 26, 2018

    I parchi istanze di Amazon EC2 semplificano l'allocazione di capacità in EC2 su diversi tipi di istanza, zone di disponibilità e su modelli di acquisto on demand, riservati e Spot, ottimizzando risorse, prestazioni e costi. Le strategie di allocazione permettono di determinare in che modo un parco istanze debba scegliere tra istanze e zone di disponibilità per soddisfare le richieste. Fino ad oggi, era possibile scegliere il pool di istanze al minor costo per istanze Spot e on demand oppure diversificare le istanze Spot su più tipi di istanze e zone in un parco istanze di EC2.

    A partire da oggi, è possibile utilizzare elenchi di priorità per specificare con precisione l'ordine in cui devono essere effettuati i tentativi di acquisizione di capacità on demand. I parchi istanze di EC2, infatti, lanceranno la capacità richiesta effettuando tentativi sencondo l'ordine di priorità stabilito; se non è possibile acquisire tutte le risorse necessarie con il primo tipo di istanze dell'elenco, procederanno con il secondo della lista. È possibile definire una priorità per tutte le istanze specificate in un parco istanze EC2.

    A partire da oggi, inoltre, è possibile trovare un equilibrio tra costi e disponibilità per le applicazioni impostando i parchi istanze in modo che distribuiscano la capacità Spot su un numero specifico di pool di istanze tra quelli con il prezzo più basso. Per eseguire un processo di elaborazione in batch, ad esempio, è possibile selezionare i 2 pool di istanze con il prezzo più basso per risparmiare il più possibile senza che la coda rimanga a corto di capacità di elaborazione. Se tuttavia è necessario eseguire un servizio Web, è possibile selezionare 10 pool, nel caso uno o più pool siano temporaneamente non disponibili.

    Queste nuove strategie di allocazione sono disponibili anche nei parchi di istanze Spot. Per ulteriori informazioni sugli elenchi di priorità nei parchi istanze di EC2, consulta questa pagina; per informazioni su come scegliere il numero ottimale di tipi di istanza a basso prezzo, consulta questa pagina. Leggi questo post del blog per ulteriori informazioni sui parchi istanze di EC2.

  • La nuova versione di AWS Greengrass distribuisce codice eseguibile scritto in C, C++ e altre sintassi che importano librerie per C

    Inserito il: Jul 26, 2018

    AWS Greengrass permette ora di distribuire eseguibili scritti in C, C++ e altre sintassi che supportano l'importazione di librerie per C. L'utilizzo di codice eseguibile offre diversi vantaggi: favorisce il supporto per applicazioni legacy, perché i clienti potranno riutilizzare con maggiore semplicità codice già scritto in C o C++, alleggerisce il carico di lavoro poiché non occorre alcun programma interprete e riduce al minimo la latenza di elaborazione per i casi d'uso ad alte prestazioni quali visione artificiale e trading algoritmico. A partire da oggi, il codice eseguibile potrà essere impiegato come una funzione AWS Lambda: può essere invocato da un evento o invocare altre funzioni Lambda e può sfruttare altre funzionalità di Greengrass quali l'accesso alle risorse locali. È possibile unire e far corrispondere codice eseguibile proveniente da funzioni Lambda, scritto in sintassi interpretate quali Python o Node.js.

  • Plugin CNI Amazon VPC versione 1.1

    Inserito il: Jul 26, 2018

    Il plugin Container Networking Interface (CNI) di Amazon VPC versione 1.1 è ora disponibile al pubblico.

  • Parameter Store di AWS Systems Manager si integra con AWS Secrets Manager e aggiunge le etichette per semplificare gli aggiornamenti di configurazione

    Inserito il: Jul 26, 2018

    Parameter Store di AWS Systems Manager permette ora di recuperare le chiavi segrete gestite in AWS Secrets Manager. Grazie a questa novità, è possibile utilizzare un solo set di API per recuperare i parametri gestiti in Parameter Store e le chiavi segrete gestite in Secrets Manager. Per ulteriori informazioni sul recupero di chiavi segrete di Secrets Manager con Parameter Store, consulta la documentazione.

  • AWS Batch è ora disponibile nella regione Sud America (San Paolo)

    Inserito il: Jul 26, 2018

    A partire da oggi, AWS Batch è disponibile nella regione Sud America (San Paolo). Inoltre, i clienti potranno utilizzare la console di AWS Batch per l'esecuzione di processi a partire dal primo di agosto.

  • Amazon Redshift offre ora suggerimenti personalizzati sulle best practice con Advisor

    Inserito il: Jul 26, 2018

    Amazon Redshift annuncia Advisor, una nuova caratteristica che offre suggerimenti automatici per favorire l'ottimizzazione delle prestazioni di database e la riduzione dei costi operativi. Advisor è disponibile tramite la console di Amazon Redshift senza alcun costo aggiuntivo.

  • Amazon Redshift supporta ora il percorso di manutenzione aggiornato o differito

    Inserito il: Jul 26, 2018

    Amazon Redshift può essere utilizzato con due cicli di rilascio: un percorso di manutenzione aggiornato e un percorso di manutenzione differito. Con il percorso di manutenzione aggiornato sarà installata la versione certificata più recente della release con tutte le ultime funzionalità, gli aggiornamenti di sicurezza e i miglioramenti delle prestazioni. Con il percorso di manutenzione differito sarà installata la release certificata precedente. 

  • AWS Service Catalog lancia il supporto per i set di modifiche di CloudFormation

    Inserito il: Jul 25, 2018

    AWS Service Catalog è un servizio utilizzato da grandi imprese, integratori di sistemi e provider di servizi gestiti per l'organizzazione, la governance e l'allocazione di risorse cloud in AWS, e ora supporta i set di modifiche di CloudFormation. È anche incluso CloudFormation Transforms, che offre funzionalità per Serverless Application Model (SAM).

  • Amazon GuardDuty è ora disponibile nella regione AWS GovCloud (Stati Uniti)

    Inserito il: Jul 25, 2018

    Amazon GuardDuty, un servizio di rilevamento delle minacce, è ora disponibile nella regione AWS GovCloud (Stati Uniti). È così possibile usufruire di rilevamento di minacce alla sicurezza e monitoraggio continui anche in questa regione, per proteggere account e carichi di lavoro in AWS.

  • Amazon RDS per PostgreSQL supporta le nuove versioni secondarie 10.4, 9.6.9, 9.5.13, 9.4.18, e 9.3.23 per le regioni di tipo commerciale

    Inserito il: Jul 25, 2018

    Dopo l'annuncio degli aggiornamenti al database di PostgreSQL, abbiamo aggiornato Amazon RDS for PostgreSQL per supportare le versioni di PostgreSQL secondarie 10.4, 9.6.9, 9.5.13, 9.4.18 e 9.3.23. Questo rilascio risolve alcune vulnerabilità della sicurezza di PostgreSQL incluse nelle versioni secondarie correnti e precedentidalla community di PostgreSQL e contiene miglioramenti e risoluzioni di errori aggiuntivi.

    Con questo aggiornamento, è stato aggiunto il supporto per la replica logica nativa di PostgreSQL 10, che utilizza il modello pub/sub consentendo repliche granulari tra istanze RDS per PostgreSQL o tra un database PostgreSQL distribuito esternamente a RDS (ad es. gestito manualmente in EC2 o in locale) e un’istanza RDS per PostgreSQL e viceversa. Inoltre, l'estensione pg_repack è stata aggiornata alla versione 1.4.3 in PostgreSQL 10.4 e 9.6.9, mentre l'estensione PL/v8 è stata aggiornata alla versione 2.1.2 in PostgreSQL 10.4, 9.6.9, 9.5.13, 9.4.17 e 9.3.23.

    Amazon RDS per PostgreSQL consente di configurare, operare e ricalibrare le distribuzioni PostgreSQL nel cloud con la massima semplicità. Per ulteriori informazioni sull'aggiornamento delle istanze database, leggi la Guida per l’utente Amazon RDS. Consulta la pagina dei prezzi di Amazon RDS per PostgreSQL per verificare la disponibilità a livello regionale.

  • AWS Elastic Beanstalk aggiunge il supporto per la personalizzazione del monitoraggio di integrità

    Inserito il: Jul 25, 2018

    È ora possibile configurare gli ambienti Elastic Beanstalk in modo che ignorino le risposte HTTP con codice di stato 4xx durante il monitoraggio avanzato dell'integrità. Questa caratteristica permetterà di evitare che gli errori lato client provochino problemi allo stato di integrità degli ambienti Elastic Beanstalk.

  • Amazon MQ è ora disponibile nelle regioni Asia Pacifico (Seoul) e Asia Pacifico (Tokyo)

    Inserito il: Jul 25, 2018

    Amazon MQ è ora disponibile in nove regioni, di cui due nuove: Asia Pacifico (Seoul) e Asia Pacifico (Tokyo). Il servizio era già disponibile nelle regioni Stati Uniti orientali (Virginia settentrionale), Stati Uniti orientali (Ohio), Stati Uniti occidentali (Oregon), Stati Uniti occidentali (California settentrionale), UE (Irlanda), UE (Francoforte) e Asia Pacifico (Sydney). 

  • Presentazione del Serverless Bot Framework

    Inserito il: Jul 25, 2018

    Il Serverless Bot Framework è una soluzione che aiuta i clienti AWS a implementare chatbot in altre lingue senza dover sviluppare piattaforme di back-end con analisi e astrazione del linguaggio e senza alcun tipo di formazione linguistica. Questa soluzione si integra con i servizi gestiti come AWS Lambda per applicare algoritmi di apprendimento automatico e Amazon Polly per leggere il testo con una voce naturale.

    La soluzione distribuisce un endpoint Amazon API Gateway a cui i clienti possono inviare le richieste, funzioni AWS Lambda che applicano algoritmi di apprendimento automatico, Amazon Polly per leggere il testo con una voce naturale, una tabella Amazon DynamoDB per memorizzare i log delle conversazioni e il contesto delle interazioni e bucket Amazon S3 per memorizzare i file di configurazione. La soluzione include inoltre un'applicazione Web di esempio da utilizzare come riferimento per creare un'app personalizzata in base alle esigenze aziendali. Per ulteriori informazioni, consulta la pagina Web della soluzione.

    Il team di soluzioni AWS comunica le best practice architetturali di AWS e sviluppa soluzioni automatizzate e standardizzate per la piattaforma. Le nostre offerte sono attualmente disponibili alla pagina web risposte di AWS, in cui i clienti possono eseguire una ricerca delle domande più comuni per categoria e trovare le risposte sotto forma di brevi Solution Brief o soluzioni complete, cioè implementazioni di riferimento, chiavi in mano, automatizzate e verificate da AWS, in grado di rispondere a esigenze aziendali specifiche.

  • Elastic Load Balancing annuncia il supporto per reindirizzamenti e risposte fisse per Application Load Balancer

    Inserito il: Jul 25, 2018

    Application Load Balancer supporta ora due nuove operazioni: il reindirizzamento e le risposte fisse. Queste operazioni possono essere configurate durante l'impostazione di regole di instradamento basate sul contenuto, permettendo di delegare questa funzionalità al sistema di bilanciamento del carico. Le distribuzioni saranno più semplici grazie a scalabilità, disponibilità e affidabilità garantite dal servizio.

    Con le operazioni di reindirizzamento, il sistema di bilanciamento del carico reindirizza le richieste in entrata da un URL a un altro. In questo modo è possibile girare richieste HTTP in richieste HTTPS, facilitando il raggiungimento degli obiettivi di conformità in relazione a esplorazione, posizionamento nei motori di ricerca e livello di protezione SSL/TLS dei siti Web. È anche possibile utilizzare questa funzionalità per inoltrare gli utenti su un sito Web differente, ad esempio per facilitare l'utilizzo di una versione obsoleta di un'applicazione.

    Grazie alle risposte fisse, è possibile controllare quali richieste del client devono essere servite dalle applicazioni. In questo modo il sistema di bilanciamento del carico può rispondere alle richieste in entrata con codici di errore corrispondenti a errori HTTP o con messaggi di errore personalizzati, senza inoltrare tutte le richieste all'applicazione.

    Impiegando entrambe le operazioni in Application Load Balancer, è possibile migliorare l'esperienza utente e la sicurezza delle richieste. Per ulteriori informazioni su queste caratteristiche, consulta la pagina con le demo di Elastic Load Balancing.

    Le operazioni di reindirizzamento e risposta fissa sono disponibili per Application Load Balancer in tutte le regioni AWS. Per ulteriori informazioni visita la pagina della documentazione di Elastic Load Balancing.

  • AWS Elemental MediaTailor ora disponibile nella regione Stati Uniti occidentali (Oregon)

    Inserito il: Jul 25, 2018

    AWS Elemental MediaTailor è un servizio di personalizzazione e monetizzazione dei contenuti che permette di pubblicare video con annunci mirati conservando un livello qualitativo elevato in applicazioni video multiscreen.

  • Amazon RDS offre ora suggerimenti sulle best practice

    Inserito il: Jul 25, 2018

    Amazon RDS offre ora suggerimenti automatici sulle best practice per risorse di database. Questi suggerimenti forniscono linee guida sulle best practice mediante l'analisi di configurazione e parametri di utilizzo delle istanze database. Il risultato viene mostrato nell'interfaccia intuitiva della console di AWS.  

  • Amazon DynamoDB Global Tables disponibile in tre nuove regioni dell'area Asia Pacifico

    Inserito il: Jul 25, 2018

    È ora possibile usare Amazon DynamoDB Global Tables in tre nuove regioni AWS dell'area Asia Pacifico: Asia Pacifico (Tokyo), Asia Pacifico (Seoul) e Asia Pacifico (Sydney).

    Global Tables sfrutta la portata globale di DynamoDB per fornire un database multi-regionale e multi-master completamente gestito. Consente di eseguire repliche automatiche degli aggiornamenti delle tabelle su tutte le regioni AWS selezionate. Con questa funzionalità, è possibile garantire ad applicazioni globali a scalabilità elevata l'accesso in locale alle tabelle Amazon DynamoDB e ottenere elevate prestazioni di lettura e scrittura. È anche possibile utilizzare Global Tables per eseguire la replica dei dati in una tabella DynamoDB in altre regioni AWS per aumentarne la disponibilità.

    Con questo lancio, DynamoDB Global Tables è ora disponibile nelle regioni Asia Pacifico (Tokyo), Asia Pacifico (Seoul), Asia Pacifico (Sydney), Asia Pacifico (Singapore), UE (Francoforte), UE (Irlanda), Stati Uniti occidentali (Oregon), Stati Uniti orientali (Ohio) e Stati Uniti orientali (Virginia settentrionale).

    Per informazioni sui prezzi di questa funzionalità nelle regioni Asia Pacifico (Tokyo), Asia Pacifico (Seoul) e Asia Pacifico (Sydney), consulta la pagina dei prezzi.

  • Presentazione delle istanze R5 di Amazon EC2, la nuova generazione di istanze ottimizzate di memoria

    Inserito il: Jul 25, 2018

    Le istanze R5 di Amazon EC2 offrono processori Intel Xeon Platinum della serie 8000 con una frequenza all core che arriva a 3.1 GHz e fino al 50% di vCPU nonché al 60% di memoria in più rispetto alle istanze R4. Le istanze R5 offrono il 5% di memoria aggiuntiva in più per vCPU e il 10% di prezzo in meno per GiB rispetto alle istanze R4. Queste nuove istanze sono ideali per applicazioni quali database ad elevate prestazioni, cache distribuita in memoria, database in memoria e analisi di Big Data.

  • Presentazione delle istanze z1d di Amazon EC2 con frequenza all core costante fino a 4,0 GHz

    Inserito il: Jul 25, 2018

    Le istanze z1d di Amazon EC2 offrono una frequenza core costante fino a 4,0 GHz, la più alta tra le istanze nel cloud. Le istanze z1d sono dotate di un processore Intel® Xeon® Scalable personalizzato in grado di eseguire tutti i core fino a 4,0 GHz in modo costante. Inoltre, includono fino a 1,8 TB di storage di istanze locali, sono disponibili in 6 dimensioni e forniscono fino a 48 vCPU e 384 GiB di memoria per istanza. A breve sarà disponibile il supporto per le istanze z1d Bare Metal.

  • Le AMI di apprendimento profondo di AWS supportano ora interoperabilità di framework con ONNX

    Inserito il: Jul 25, 2018