Questo tutorial da 10 minuti illustra come archiviare i file nel cloud con Amazon EFS. Creerai un file system Amazon EFS, avvierai una macchina virtuale Linux in Amazon EC2, monterai il file system, creerai un file, terminerai l’istanza ed eliminerai il file system.

Tutte le operazioni mostrate in questo tutorial possono essere eseguite nell'ambito del piano gratuito.

Gestisci le tue risorse AWS

Accedi alla console

Crea con la massima facilità un file system di rete scalabile e altamente disponibile dalla console di Amazon EFS.


a. Facendo clic qui, verrà aperta la console di gestione AWS in una nuova scheda del browser, consentendoti in tal modo di mantenere aperto questo tutorial. Una volta caricata la schermata, specifica nome utente e password per iniziare. Quindi cerca EFS in Storage e fai clic per aprire la console EFS.

EFS TMT main console start

(fai clic per ingrandire)

EFS TMT main console start

b. Nella console Amazon EFS, fai clic su Crea file system.

01-create-file-system

(fai clic per ingrandire)

01-create-file-system

c. Se nel campo VPC non è selezionato il VPC predefinito, fai clic sulla freccia verso il basso e seleziona il VPC predefinito. Accetta tutti i valori predefiniti in Fase 1: Configurazione dell’accesso al file systeme fai clic su Fase successiva.

02-create-file-system-step-1a

(fai clic per ingrandire)

02-create-file-system-step-1a

d. Accetta tutti i valori predefiniti in Fase 2: Configurazione delle impostazioni facoltative e fai clic su Fase successiva.

03-create-file-system-step-2

(fai clic per ingrandire)

03-create-file-system-step-2

e. Accetta tutti i valori predefiniti in Fase 3: Revisione e creazione quindi fai clic su Crea file system.

04-create-file-system-step-3

(fai clic per ingrandire)

04-create-file-system-step-3

Per accedere al file system, è sufficiente montare il file system in un'istanza Amazon EC2 basata su Linux. In questa fase, creerai e configurerai un'istanza di Amazon EC2.


a. Fai clic qui per aprire la console di Amazon EC2, quindi seleziona Avvia istanza per creare e configurare la macchina virtuale.

05-launch-instance

(fai clic per ingrandire)

05-launch-instance

b. Con Amazon EC2 puoi indicare il software e le specifiche dell'istanza che desideri utilizzare. In questa schermata, sono visualizzate le opzioni di scelta di un'Amazon Machine Image (AMI), ovvero un modello che contiene la configurazione software (cioè un sistema operativo, un server di applicazioni e delle applicazioni). 

Da un'AMI è possibile lanciare un'istanza che sia una copia dell'AMI in esecuzione come server virtuale nel cloud.

Per questo tutorial, individua l’AMI Amazon Linux e fai clic su Seleziona.

06-select-ami

(fai clic per ingrandire)

06-select-ami

c. Ora è necessario scegliere un tipo di istanza. I differenti tipi di istanza contengono diverse combinazioni di CPU, memoria, storage e funzioni di rete, consentendoti in tal modo di scegliere la combinazione più adatta alle tue applicazioni. Per ulteriori informazioni, consulta Tipi di istanze in Amazon EC2.

L'opzione predefinita è t2.micro e viene automaticamente selezionata. Questo tipo di istanza è incluso nel piano gratuito e offre una capacità di elaborazione sufficiente a gestire carichi di lavoro semplici. Fai clic su Verifica e avvia nella parte inferiore della pagina.

07-review-and-launch

(fai clic per ingrandire)

07-review-and-launch

d. A questo punto è possibile riesaminare le impostazioni di configurazione, storage, tag e sicurezza selezionate per l'istanza. Anche se è possibile personalizzare queste opzioni, per questo tutorial consigliamo di accettare i valori di default.

Fai clic su Lancia nella parte inferiore della pagina.

08-launch-instance-end

(fai clic per ingrandire)

08-launch-instance-end

e. Nella schermata seguente, verrà chiesto di scegliere una coppia di chiavi esistente, oppure di creare una nuova coppia di chiavi. Una coppia di chiavi serve per accedere all'istanza e funziona esattamente come una qualsiasi chiave di casa.

Seleziona Scegli una coppia di chiavi esistente e seleziona la coppia oppure seleziona Crea una nuova coppia di chiavie assegnale il nome MyKeyPair. Fai quindi clic sul pulsante Scarica una coppia di chiavi. Salva la coppia di chiavi in un percorso sicuro sul computer.

Utenti Windows: consigliamo di salvare la coppia di chiavi nella directory utente, in una sottocartella rinominata .ssh (ad es. C:\user\{nomeutente}\.ssh\MyKeyPair.pem).

Nota: non è possibile usare Esplora file di Windows per creare una cartella con un nome che inizi con un punto, tranne nel caso in cui il nome termini anche con un punto. Dopo aver immesso il nome (.ssh.), il punto finale viene rimosso automaticamente.

Utenti Mac/Linux: consigliamo di salvare la coppia di chiavi in una sottocartella rinominata .ssh della directory principale (ad es. ~/.ssh/MyKeyPair.pem).

Nota: nel caso in cui non ricordi la posizione di salvataggio della chiave privata SSH, non potrai accedere alla macchina virtuale.

Dopo aver memorizzato la coppia di chiavi, fai clic su Avvia un’istanza per avviare l'istanza Linux.

Nota: l'avvio dell'istanza richiederà qualche minuto.

09-create-keypair-launch

(fai clic per ingrandire)

09-create-keypair-launch

f. Fai clic su Visualizza istanze nella schermata successiva per visualizzare tutte le istanze e consultare lo stato dell'istanza appena lanciata.

10-view-instance

(fai clic per ingrandire)

10-view-instance

g. Prendi nota dell'indirizzo IP pubblico dell'istanza AWS, in quanto sarà necessario per connettere l'istanza nella fase 4c.

Nota: se l'istanza è ancora in fase di avvio, l'indirizzo IP pubblico potrebbe non essere ancora visualizzato. La colonna Instance State mostrerà se l'istanza è già in esecuzione, mentre la colonna Status Checks indicherà se l'istanza ha superato 2 controlli e ha quindi completato il provisioning. È possibile aggiornare questi valori premendo il pulsante Aggiorna sulla destra, sopra la tabella.

11-ip-address

(fai clic per ingrandire)

11-ip-address

h. Assegna all’istanza l’accesso di rete al file system. Con l’istanza selezionata, fai clic su Azioni > Rete > Modifica gruppi di sicurezza.

12-change-security-groups-animated

(fai clic per ingrandire)

12-change-security-groups-animated

i. Seleziona al casella di spunta per il gruppo di sicurezza VPC predefinito e fai clic su Assegna gruppi di sicurezza.

Nota: a questo punto, dovresti avere due gruppi di sicurezza selezionati, il gruppo launch-wizard-1 e il gruppo di sicurezza VPC predefinito.

13-assign-security-groups

(fai clic per ingrandire)

13-assign-security-groups

Dopo aver lanciato l'istanza Amazon EC2, è necessario connetterla.

Utenti Windows: seleziona Windows in basso per consultare le istruzioni su come installare Git Bash.

Utenti Mac/Linux: seleziona Mac/Linux in basso per consultare le istruzioni su come aprire una finestra del terminale.

  • Windows

    a. Scarica Git per Windows qui. Esegui il programma di installazione scaricato e accetta le impostazioni di default; verrà installato anche Git Bash in quanto parte di Git.

    Getting-Started-VM1

    (fai clic per ingrandire)

    Getting-Started-VM1

    b. Fai clic destro sul desktop (non su un'icona o su un file) e seleziona Git Bash disponibile qui per aprire un prompt dei comandi di Git Bash.

    Getting-Started-VM2

    (fai clic per ingrandire)

    Getting-Started-VM2
  • Mac/Linux

    Il tuo computer Mac o Linux probabilmente includerà un client SSH di default. È possibile verificare la presenza di un client SSH digitando ssh nella riga di comando. Se il computer non riconosce il comando, il progetto OpenSSH ti consente di scaricare un'implementazione gratuita della sua suite completa di strumenti SSH.

    a. Utenti Mac: apri una finestra terminale premendo Comando + Spazio e digita terminal nella finestra di ricerca. Quindi premi Invio per aprire la finestra terminale.

    Utenti Linux: apri una finestra terminale.

    Getting-Started-CLI-OSX1

    (fai clic per ingrandire)

    Getting-Started-CLI-OSX1

    b. Usa il comando chmod per assicurare che il file della chiave privata non sia visualizzabile pubblicamente, immettendo il comando: chmod 400 ~/.ssh/mykeypair.pem per limitare le autorizzazioni alla chiave SSH privata.

    Nota: non è necessario eseguire queste operazioni ogni volta che occorre connettersi all'istanza, ma solo una volta per ogni chiave SSH.

    Getting-Started-VM3

    (fai clic per ingrandire)

    Getting-Started-VM3

c. Usa il protocollo SSH per connetterti all'istanza. In questo caso il nome utente è ec2-user, la chiave SSH è memorizzata nella directory in cui è stata salvata nella fase 2 alla parte d, e l'indirizzo IP corrisponde a quello del punto 2 alla parte f. Il formato è ssh -i {percorso completo del file .pem} ec2-user@{indirizzo IP istanza}.

Utenti Windows: digita ssh -i 'c:\Users\nomeutente\.ssh\MyKeyPair.pem' ec2-user@{indirizzo_IP} (ad esempio, ssh -i 'c:\Users\adamglic\.ssh\MyKeyPair.pem' ec2-user@52.27.212.125)

Utenti Mac/Linux: digita ssh -i ~/.ssh/MyKeyPair.pem ec2-user@{indirizzo_IP} (ex. ssh -i ~/.ssh/MyKeyPair.pem ec2-user@52.27.212.125)

Nota: se l'istanza Linux avviata non è un'istanza Amazon Linux, il nome utente potrebbe essere differente. I nomi utente comuni includono ec2-user, root, ubuntu e fedora. In caso di dubbi riguardanti il nome utente, contatta il provider dell'AMI.

Sarà visualizzata una risposta simile alla seguente:

The authenticity of host 'ec2-198-51-100-1.compute-1.amazonaws.com (10.254.142.33)' can't be established. RSA key fingerprint is 1f:51:ae:28:df:63:e9:d8:cf:38:5d:87:2d:7b:b8:ca:9f:f5:b1:6f. Are you sure you want to continue connecting (yes/no)?

Digita yes e premi Invio.

Getting-Started-VM4

(fai clic per ingrandire)

Getting-Started-VM4

Sarà visualizzata una risposta simile alla seguente:

Warning: Permanently added 'ec2-198-51-100-1.compute-1.amazonaws.com' (RSA) to the list of known hosts.

Viene quindi visualizzata la schermata di benvenuto dell'istanza; la connessione alla macchina virtuale Linux di AWS nel cloud è stata completata.

Getting-Started-VM7

(fai clic per ingrandire)

Getting-Started-VM7

Per accedere al file system, è sufficiente montare il file system utilizzando il comando di montaggio standard di Linux e il nome DNS del file system. Una volta completata l’operazione, potrai lavorare su file e directory nel file system secondo le stesse modalità applicate per i file system locali. Amazon EFS usa il protocollo NFSv4.1.


a. Fai clic qui per aprire la console Amazon EFS quindi seleziona il pulsante d’opzione accanto al file system di cui visualizzare i dettagli.


b. Seleziona il link di istruzioni per il montaggio di Amazon EC2.

17-mount-instructions

(fai clic per ingrandire)

17-mount-instructions

c. Dalla finestra delle istruzioni di montaggio Amazon EC2 consulta la sezione Configurazione dell’istanza EC2. In questa sezione sono riportate le operazioni necessarie per installare il client nfs nell’istanza EC2. Il client nfs è già installato nell’istanza EC2 avviata pertanto è possibile passare alla fase successiva.

17.5-mount-instructions

(fai clic per ingrandire)

17.5-mount-instructions

d. Crea una nuova directory nell’istanza copiando il comando sudo mkdir efs.

18-mount-instructions-mkdir

(fai clic per ingrandire)

18-mount-instructions-mkdir

e. Incolla ed esegui il comando sudo mkdir efs nella finestra SSH.

19-ssh-mkdir-efs

(fai clic per ingrandire)

19-ssh-mkdir-efs

f. Torna alla finestra di istruzioni per il montaggio di Amazon EC2. Monta il file system come nuova directory.

Copia l’intero comando sudo mount –t nfs4… .

Fai clic su Chiudi nella parte inferiore della finestra.

20-mount-instructions-mount

(fai clic per ingrandire)

20-mount-instructions-mount

g. Incolla ed esegui l’intero comando sudo mount –t nfs4… nella finestra SSH.

21-ssh-mount

(fai clic per ingrandire)

21-ssh-mount

h. Verifica che il file system sia stato montato correttamente eseguendo il comando: 

df -h 

22-ssh-df-h

(fai clic per ingrandire)

22-ssh-df-h

i. Crea un file di test nel nuovo file system eseguendo un semplice comando dd per generare un file da 1GB nella nuova directory. Esegui il seguente comando dd nella tua finestra SSH:

sudo dd if=/dev/zero of=~/efs/1GiB bs=1M count=1024 status=progress

Puoi facilmente arrestare la tua macchina virtuale e il file system dalla Console di gestione AWS. Anzi, terminare le istanze non più in uso è una best practice consigliata per evitare di pagare per risorse inutilizzate.


a. Per prima cosa, dovrai arrestare la tua istanza Amazon EC2. Fai clic qui per aprire la console Amazon EC2, quindi seleziona la casella accanto all’istanza creata. Quindi fai clic sul pulsante Azioni, passa a Stato delle istanze e seleziona Termina.

Ti verrà chiesto di confermare l'arresto dell'istanza; seleziona Sì, termina.

Nota: il completamento di questo processo richiederà diversi secondi. Una volta terminata l'istanza, lo stato dell’istanza nella console EC2 sarà “arrestata”.

23-terminate-instance-animated

(fai clic per ingrandire)

23-terminate-instance-animated

b. A questo punto dovrai eliminare il file system dalla console Amazon EFS. Fai clic qui per aprire la console Amazon EFS quindi seleziona il pulsante d’opzione accanto al file system creato. Seleziona il pulsante Azioni, quindi fai clic su Elimina file system.

Conferma che desideri realmente eliminare il file system digitando l’ID file system nella casella di testo. Fai clic su Elimina file system.

24-delete-file-system-animated

(fai clic per ingrandire)

24-delete-file-system-animated

Congratulazioni! Hai creato il tuo primo file system di rete nel cloud. Amazon EFS è un file system condiviso semplice e scalabile che cresce e si riduce automaticamente quando aggiungi e rimuovi file, consentendoti di pagare solo la quantità di spazio di archiviazione che stai utilizzando.

Ora che hai imparato a creare un file system di rete utilizzando Amazon EFS dalla console di gestione, approfondisci Amazon EFS guardando una tech talk online AWS. Guarda l’approfondimento su Amazon EFS >>

No