Lambda@Edge

Offri i vantaggi del serverless agli utenti

Personalizza la distribuzione di contenuti riducendo il carico all'origine

Cloud AWS
Prova Lambda@Edge

Lambda@Edge consente di eseguire codice con facilità sulle tutte le location di AWS per offrire sempre agli utenti finali la latenza più bassa. Il codice viene attivato da eventi di Amazon CloudFront quali richieste di contenuti da o verso server di origine e visualizzatori. Una volta caricato il codice Node.js in AWS Lambda, il servizio si prende carico delle operazioni necessarie per replicarlo, instradarlo e ricalibrarne le risorse con la massima disponibilità in una location AWS vicina all'utente finale. Le tariffe sono calcolate in base ai tempi di elaborazione, perciò non viene addebitato alcun costo quando il codice non è in esecuzione.

Video Lambda@Edge
46:47
Panoramica e dimostrazioni di Lambda@Edge
Approfondimento Lambda@Edge

Globale

Lambda@Edge esegue il codice in una location AWS vicina all'utente finale, facilitando la fornitura di contenuti più ricchi e personalizzati agli utenti finali, con una minore latenza.

Ridimensionamento continuo

Lambda@Edge ridimensiona automaticamente le risorse dell'applicazione eseguendo il codice in risposta a ogni trigger da parte di eventi Amazon CloudFront. Il codice viene eseguito in parallelo ed elabora ciascun trigger separatamente, ricalibrando le risorse in base al carico di lavoro.

Riduzione del carico di origine

Lambda@Edge esegue automaticamente il codice senza dover effettuare il provisioning né gestire server in diverse location. È sufficiente compilare il codice Node.js e caricarlo in AWS Lambda; verrà eseguito in una location di AWS vicina all'utente finale.

Misurazioni in millisecondi

La tariffa di Lambda@Edge è calcolata per ogni 50 millisecondi di esecuzione del codice e per il numero di volte in cui viene attivato. Quando il codice non è in esecuzione non viene addebitato alcun costo.


Siti Web altamente personalizzati

Lambda@Edge consente di aggiungere funzionalità uniche di distribuzione di contenuti ai siti Web (ad es., siti di notizie, meteo, sport). È possibile distribuire contenuti unici in base alla posizione dell'utente finale e al tipo di dispositivo utilizzato per accedere al sito Web. Il rilevamento/raggruppamento dispositivi personalizzato consente l'invio di oggetti diversi agli utenti finali che accedono al sito Web, sulla base dell'agente utente.

Generazione di risposte alle richieste degli utenti

È possibile generare una risposta HTTP alle richieste degli utenti finali in arrivo presso le location AWS a livello globale. Ad esempio, è possibile reindirizzare utenti non autenticati a una pagina di accesso creata su richiesta. È inoltre possibile generare pagine di errore personalizzate o pagine Web statiche direttamente dalla location AWS più vicina all'utente finale.

Riscritture di URL

È possibile riscrivere l'URL visualizzato dagli utenti finali in modo che corrisponda alla struttura di origine delle directory prima dell'invio. In questo modo è possibile offrire un'esperienza fluida agli utenti finali senza rendere pubbliche la struttura interna o le modalità di gestione dei contenuti.

Controllo degli accessi a livello di edge location

Gli sviluppatori possono compilare una funzione Lambda che utilizzi cookie HTTP per controllare gli accessi ai contenuti dopo il primo accesso degli utenti, consentendo l'autenticazione di richieste future a livello di edge location.

Chiamate di rete remote

Con Lambda@Edge, è possibile effettuare chiamate a servizi aggiuntivi tramite Internet per accedere a ulteriori risorse e ottimizzare i contenuti o prendere decisioni relative a eventi rivolti a origine o utenti.

Test comparativi

Lambda@Edge permette di testare diverse versioni della homepage (ad es. per siti di e-commerce) con utenti finali reali senza dover impostare reindirizzamenti o modificare l'URL del sito Web.

Selezione delle origini dinamica basata sui contenuti

È possibile instradare le richieste in modo dinamico a diversi server di origine in base agli attributi delle singole richieste, ad esempio posizione e tipo di dispositivo dell'utente, intestazioni HTTP, percorso URL, stringa di query e cookie. Ad esempio, nell'ambito di una configurazione con diverse origini distribuite in più aree geografiche, le funzioni Lambda a livello di edge location possono analizzare gli attributi delle richieste (cookie, intestazioni e così via) per instradare gli utenti all'origine più performante in base alla posizione geografica dell'utente, alla posizione dei dati, alle informazioni della sessione dell'utente, a test comparitivi e così via.


Registrati per creare un account AWS

Registrati per creare un account AWS

 

                          Apprendi con la nostra documentazione                                                

Prova Lambda@Edge
Inizia a lavorare con AWS

Inizia a lavorare con AWS