Nozioni di base su Amazon API Gateway

Crea un account gratuito

Il piano gratuito di Amazon API Gateway include un milione di chiamate API al mese, fino a 12 mesi.

D: Cos'è Amazon API Gateway?

Amazon API Gateway è un servizio completamente gestito che semplifica agli sviluppatori la pubblicazione, la manutenzione, il monitoraggio e la protezione delle API su qualsiasi scala. Bastano pochi clic sulla Console di gestione AWS per creare un'API che agisca come porta d'entrata attraverso la quale le applicazioni possono accedere a dati, logica di business o funzionalità dei servizi di back-end, ad esempio le applicazioni in esecuzione su Amazon Elastic Compute Cloud (Amazon EC2), il codice in esecuzione su AWS Lambda o le applicazioni Web. Amazon API Gateway gestisce tutte le attività di accettazione ed elaborazione relative a centinaia di migliaia di chiamate API simultanee, inclusi gestione del traffico, controllo di accessi e autorizzazioni, monitoraggio e gestione delle versioni delle API. Amazon API Gateway non prevede alcuna tariffa minima né investimenti iniziali. Vengono addebitati solo i costi delle chiamate API in ricezione e dei dati trasferiti in uscita.

D: Perché usare Amazon API Gateway?

Amazon API Gateway fornisce agli sviluppatori un servizio semplice, flessibile, completamente gestito e con tariffazione in base al consumo che si fa carico di tutti gli aspetti legati a creazione e funzionamento di API stabili per back-end di applicazioni. Con Amazon API Gateway, è possibile avviare nuovi servizi più rapidamente e con meno investimenti, e quindi di concentrarsi maggiormente sui servizi essenziali della propria attività. Amazon API Gateway è stato creato per semplificare la creazione e la gestione di API da diversi punti di vista:

1) Misurazione: API Gateway aiuta a definire piani di utilizzo con cui monitorare e limitare l'accesso di sviluppatori di terze parti alle API. Puoi definire un insieme di piani di utilizzo o configurare il throttling e le quote per ogni singola chiave API. API Gateway monitora automaticamente il traffico verso le tue API e consente di estrarre dati di utilizzo per ciascuna chiave API.

2) Sicurezza : API Gateway fornisce diversi strumenti per regolare gli accessi autorizzati alle API e controllare gli accessi alle operazioni dei servizi. Amazon API Gateway consente di sfruttare gli strumenti di sicurezza e amministrazione di AWS quali AWS Identity and Access Management (IAM) e Amazon Cognito per autorizzare gli accessi alle API. Amazon API Gateway verifica a tuo nome le chiamate API con firma utilizzando lo stesso metodo che AWS impiega per le proprie API. Utilizzando protocolli di autorizzazione personalizzati come funzioni AWS Lambda, API Gateway può anche semplificare la verifica dei token di connessione in entrata, sollevando il codice del back-end dal carico delle autorizzazioni.

3) Resilienza : Amazon API Gateway facilita la gestione del traffico mediante la limitazione delle richieste, che consente ai sistemi back-end di affrontare i picchi di traffico. Amazon API Gateway, inoltre, consente di migliorare le prestazioni delle API e la latenza percepita dagli utenti finali memorizzando nella cache l'output delle chiamate API per evitare che venga contattato il back-end ogni volta.

4) Monitoraggio : quando un'API è stata pubblicata e viene utilizzata dagli utenti, API Gateway ti fornisce un pannello di controllo con i parametri che ti consentono di monitorare le chiamate ai tuoi servizi. Il pannello di controllo di Amazon API Gateway, grazie all'interazione con Amazon CloudWatch, offre i parametri di prestazioni del back-end relativi a chiamate API, latenza e percentuali di errore. È possibile abilitare parametri per ogni metodo all'interno delle API, ottenendo anche log di errori, accessi e debug in CloudWatch Logs.

5) Gestione del ciclo di vita: dopo la pubblicazione di un'API, spesso è necessario crearne e testarne nuove versioni in cui sono state aggiunte o migliorate determinate funzionalità. Amazon API Gateway consente di avviare diverse versioni dell'API e diverse fasi di sviluppo per ciascuna versione in modo simultaneo, così le applicazioni esistenti possono inviare chiamate alle versioni precedenti anche dopo la pubblicazione delle nuove versioni.

6) Ideale per gli sviluppatori: Amazon API Gateway consente di creare API in modo rapido, assegnando loro contenuti statici per le risposte, in modo da ridurre il lavoro di sviluppo distribuito su più team e il time-to-market delle applicazioni. I team che dipendono dalle API possono iniziare lo sviluppo già durante la realizzazione dei processi di back-end.

D: Come si inizia a usare Amazon API Gateway?

Creare un'API personalizzata è semplice e veloce con Amazon API Gateway. Per creare il classico esempio di "Hello World", è sufficiente seguire i passaggi indicati:

1.  Aprire la console di Amazon API Gateway.

2. Selezionare un'API REST esistente o crearne una nuova immettendo un nome per l'API.

3.  Nella visualizzazione a struttura dell'API REST, fare clic su "Create Resource".

4. Scegliere un nome per la risorsa, ad esempio "cars".

5. Selezionare la nuova risorsa, fare clic sul pulsante per creare un nuovo metodo e selezionare il verbo HTTP associato al metodo, ad esempio GET.

6.   Selezionare il tipo di integrazione, ad esempio HTTP Proxy, quindi immettere l'URL su cui Amazon API Gateway deve effettuare la chiamata.

7.  Definire come richieste e risposte vadano trasformate utilizzando un modello di mappatura, oppure accettare le impostazioni di default per far passare tutti i dati di richiesta e risposta senza applicare alcuna trasformazione.

8. Configurare le impostazioni di sicurezza del metodo.

9.  Distribuire la nuova API in una determinata fase.

10. Nella schermata Stage management, configurare le opzioni di caching e di limitazione delle richieste.

11. Nella scheda Client Platforms della console di Amazon API Gateway, fare clic sul pulsante per scaricare il kit Android o iOS oppure la libreria JavaScript che contiene i metodi helper che consentono di eseguire la chiamata all'operazione sayHello. La libreria SDK rende la chiamata all'API simile alla chiamata verso un metodo locale. Il client SDK gestisce automaticamente i nuovi tentativi, informando lo sviluppatore di eventuali condizioni di errore di rete o di altro tipo. La libreria SDK include la logica necessaria per autenticare l'applicazione client all'API.

12. Integrare il kit SDK scaricato nell'applicazione mobile. Scrivere il codice per invocare l'API personalizzata. Ad esempio, per invocare l'API getCar(int carId) in un'applicazione iOS, il codice sarà il seguente:

–(void)getSampleCar

{

NSString *response = [MyServiceClient getCar:1323];

NSLog( @”Response was [%@]”, response );

}

13. Eseguire l'applicazione.

D: È possibile creare endpoint HTTPS?

Sì, tutte le API create con Amazon API Gateway si collegano solo a endpoint HTTPS. Amazon API Gateway non supporta gli endpoint non crittografati (HTTP). Di default, Amazon API Gateway assegna un dominio interno alle API che utilizzano automaticamente il certificato di Amazon API Gateway. Quando le API vengono configurate per funzionare con un nome di dominio personalizzato, è possibile fornire il proprio certificato per il dominio.

D: Quali tipi di dati è possibile usare con Amazon API Gateway?

Le API create su Amazon API Gateway accettano qualsiasi payload inviato tramite HTTP. I formati di dati più comuni sono JSON, XML, parametri stringa query e intestazioni delle richieste. È possibile dichiarare qualsiasi tipo di contenuto per le risposte delle API, utilizzando quindi modelli di trasformazione per convertire la risposta del back-end nel formato desiderato.

D: Con quali back-end può comunicare Amazon API Gateway?

Amazon API Gateway è in grado di eseguire funzioni AWS Lambda nel tuo account, avviare stati macchina di AWS Step Functions ed effettuare chiamate ad endpoint HTTP in hosting su AWS Elastic Beanstalk e Amazon EC2, nonché ad attività in hosting non su AWS basate su HTTP, purché pubblicamente accessibili tramite Internet. API Gateway consente inoltre di specificare un modello di mappatura che generi contenuti statici per rispondere alle richieste, in modo da simulare le API finché non è pronto il back-end. È anche possibile integrare API Gateway direttamente con altri servizi AWS; ad esempio è possibile richiamare un metodo API in API Gateway che invii dati direttamente ad Amazon Kinesis. 

D: Per quali piattaforme client Amazon API Gateway crea kit SDK?

API Gateway genera kit SDK personalizzati per lo sviluppo di app mobili con Android e iOS e di app Web con JavaScript. Una volta definite le API e i relativi modelli in API Gateway, è possibile usare la console di AWS o le API di API Gateway per generare e scaricare un kit SDK client.

D: In quali regioni AWS è disponibile Amazon API Gateway?

Per ulteriori informazioni sulla disponibilità dei servizi di Amazon API Gateway, consulta la sezione relativa a prodotti e servizi per regione.

D: Cosa è possibile gestire usando la console di Amazon API Gateway?

Tramite la console di Amazon API Gateway è possibile definire le API REST e i relativi metodi e risorse associati, gestire il ciclo di vita delle API, generare kit SDK client e visualizzare i parametri delle API. È anche possibile usare la console di API Gateway per definire i piani di utilizzo delle API, gestire le chiavi API degli sviluppatori e definire throttling e quote. Le stesse azioni sono disponibili tramite le API di API Gateway.

D: Cos'è un'API REST?

In Amazon API Gateway, le API REST sono un gruppo di risorse e metodi, ovvero endpoint. Le API REST possono essere distribuite in diverse fasi di sviluppo e clonate su nuove versioni.

D: Cos'è una risorsa?

Una risorsa è un oggetto con tipo che fa parte del dominio dell'API. A ogni risorsa possono essere associati un modello di dati e relazioni con altre risorse; inoltre può rispondere a diversi metodi.È anche possibile definire le risorse come variabili per intercettare le richieste destinate a diverse risorse figlio.

D: Cos'è un metodo?

Ogni risorsa in un'API REST può supportare uno o più metodi HTTP standard. Puoi definire quali verbi saranno supportati per ciascuna risorsa (GET, POST, PUT, PATCH, DELETE, HEAD, OPTIONS) con le relative implementazioni. Ad esempio, un verbo GET associato alla risorsa "cars" restituisce un elenco di automobili. Per connettere tutti i metodi all'interno di una risorsa a un singolo endpoint di back-end, API Gateway supporta inoltre il metodo speciale "ANY". 

D: Cos'è un piano di utilizzo?
I piani di utilizzo aiutano a restringere l'accesso degli sviluppatori di terze parti a solo determinate API, definendo inoltre throttling e quote massime di richieste associati alle chiavi API. È anche possibile estrarre i dati di utilizzo per ogni singola chiave, in modo da analizzare l'uso delle API e generare documenti di fatturazione. Ad esempio, puoi creare un piano di utilizzo di base, uno per professionisti e uno per aziende, configurando ciascun piano affinché consenta fino a 1.000 richieste al giorno e fino a 5 richieste al secondo.

D: Qual è il ciclo di vita di un'API di Amazon API Gateway?

Con Amazon API Gateway, ogni API REST può attraversare diverse fasi di sviluppo. Le fasi di sviluppo semplificano il ciclo di vita dello sviluppo di un'API; ad esempio, dopo aver creato le API e averle distribuite nella fase di "sviluppo", oppure quando sono pronte per la produzione, è possibile distribuirle nella fase di "produzione".

D: Cos'è una fase di sviluppo?

In Amazon API Gateway, le fasi sono simili a tag. Definiscono il percorso lungo il quale è possibile accedere allo sviluppo. Ad esempio è possibile definire una fase di sviluppo e distribuirvi l'API "cars" relativa alle automobili. La risorsa sarà accessibile all'indirizzo https://www.lemieapi.com/dev/cars. È anche possibile impostare nomi di dominio personalizzati per reindirizzare direttamente a una fase specifica, per non dover utilizzare ulteriori parametri nel percorso. Se ad esempio il sito lemieapi.com porta direttamente nella fase di sviluppo, per accedere alla risorsa "cars" è sufficiente visitare https://www.lemieapi.com/cars. Per configurare le fasi, è possibile impiegare variabili a cui accedere dalla configurazione dell'API o da modelli di mappatura.

D: Cosa sono le variabili di una fase?
Le variabili di una fase consentono di definire le coppie chiave-valore dei valori di configurazione associati con una fase. Questi valori, analogamente a quanto avviene per le variabili ambientali, possono essere utilizzati nella configurazione dell'API. Ad esempio, è possibile definire l'endpoint HTTP per l'integrazione di un metodo come variabile di una fase e utilizzare la variabile nella configurazione dell'API, evitando di intervenire nel codice dell'endpoint; in questo modo potrai usare un diverso endpoint per ciascuna fase (ad esempio fase di sviluppo, beta e produzione) con la stessa configurazione API. È possibile accedere alle variabili di una fase anche tramite i modelli di mappatura, e possono essere usate per inoltrare parametri di configurazione a back-end Lambda o HTTP.

D: Cosa accade se un'API viene distribuita nella fase di sviluppo sbagliata?

Amazon API Gateway salva uno storico delle distribuzioni. Usando le API o la console di Amazon API Gateway, è possibile riportare a una fase differente una distribuzione già completata.

D: È possibile eseguire diverse versioni della stessa API REST?

Sì. Con Amazon API Gateway puoi clonare un'API esistente. Quando desideri iniziare a lavorare sulla versione successiva della tua API, potrai modificare simultaneamente la nuova versione e quella precedente.

D: È possibile usare definizioni API Swagger?

Sì. Puoi usare il nostro strumento di importazione Swagger open source per importare le definizioni API Swagger in Amazon API Gateway. Con lo strumento di importazione Swagger puoi creare e distribuire nuove API e aggiornare quelle esistenti.

D: In che modo è possibile monetizzare le API in API Gateway?
Per monetizzare le API in API Gateway, è possibile pubblicarle come prodotti in AWS Marketplace. Sarà prima necessario registrarsi come venditore in AWS Marketplace, inviando i propri piani di utilizzo in API Gateway come prodotti. Leggi questa pagina per ulteriori informazioni sulla monetizzazione delle API.

D: In che modo è possibile documentare un'API in Amazon API Gateway?

API Gateway offre la possibilità di creare, aggiornare ed eliminare la documentazione associata a ciascuna porzione dell'API, ad esempio metodi e risorse. Puoi accedere alle API relative alla documentazione tramite kit SDK AWS, interfaccia a riga di comando, chiamate RESTful o modificando direttamente le stringhe della documentazione nella console di API Gateway. La documentazione può anche essere importata come file Swagger, insieme all'API o separatamente, consentendoti di aggiungere elementi o aggiornare la documentazione senza intervenire sulla definizione dell'API. API Gateway è conforme alle specifiche Open API relative alla documentazione importata da o esportata in file Swagger. 

D: In che modo è possibile evitare di creare copie ridondanti di messaggi di errore e altra documentazione che ricorre con frequenza nell'API?
Oltre ad offrire supporto per documentazione di API conforme agli standard, API Gateway ne supporta anche l'ereditarietà, perciò è semplice definire una stringa di documentazione da utilizzare in più posizioni. L'ereditarietà semplifica il processo di definizione della documentazione dell'API e può essere convertita alla rappresentazione standard al momento dell'esportazione dell'API come file Swagger.

Torna all'inizio >>

D: Come si stabiliscono le autorizzazioni in accesso alle API?

Con Amazon API Gateway, è possibile impostare metodi API per richiedere l'autorizzazione. Per impostare un metodo che richieda un'autorizzazione, è possibile impiegare la versione 4 del protocollo di firma di AWS, oppure protocolli di autorizzazione personalizzati che supportino la tua strategia di autorizzazione dei token di connessione.

D: Come funziona il protocollo di firma di AWS versione 4?

Le credenziali di AWS (chiavi segrete e di accesso) possono essere impiegate per firmare le richieste verso i servizi e autorizzare gli accessi come qualsiasi altro servizio AWS. La firma di una richiesta API di Amazon API Gateway viene gestita dal kit SDK personalizzato di API Gateway generato per il tuo servizio. Puoi recuperare le credenziali temporanee associate con un ruolo nel tuo account AWS tramite Amazon Cognito.

D: Cos'è un protocollo di autorizzazione personalizzato?

I protocolli di autorizzazione personalizzati sono funzioni di AWS Lambda. Con un protocollo di autorizzazione personalizzato, potrai regolare le autorizzazioni di accesso delle API usando token di connessione ad esempio di OAuth. Quando viene richiamata un'API, API Gateway verifica se il protocollo di autorizzazione personalizzato è configurato, quindi richiama la funzione Lambda a cui corrisponde il token di autorizzazione in entrata. Potrai usare Lambda per implementare varie strategie di autorizzazione (ad esempio verifica tramite JWT, o callout di fornitori OAuth) che restituiscano policy di IAM utilizzate per autorizzare una richiesta. Se la policy restituita dal protocollo di autorizzazione è valida, API Gateway memorizzerà nella cache la policy associata con il token in entrata per un massimo di 1 ora.

D: Amazon API Gateway può generare chiavi API per sviluppatori di terze parti?

Sì. API Gateway può generare chiavi API e associarle con piani di utilizzo. Le chiamate ricevute da ciascuna chiave API vengono monitorate e incluse in Amazon CloudWatch Logs, attivabile per ogni fase di sviluppo. Tuttavia l'uso delle chiavi API per definire le autorizzazioni è sconsigliato. È più conveniente usare le chiavi API per monitorare l'utilizzo da parte degli sviluppatori di terze parti e stabilire le autorizzazioni sfruttando meccanismi più sicuri, ad esempio le chiamate API firmate oppure OAuth.

D: Come è possibile risolvere o prevenire minacce o usi illeciti delle API?

Amazon API Gateway supporta la configurazione di limitazioni alle richieste per ciascun metodo nell'API. È possibile impostare un limite standard e un limite temporizzato al secondo per ogni metodo nell'API REST. Inoltre, Amazon API Gateway protegge automaticamente i sistemi back-end dagli attacchi DDoS (Distributed Denial of Service) provenienti da richieste contraffatte, di livello 7, oppure attacchi SYN flood (livello 3).

D: Amazon API Gateway è compatibile con Amazon VPC?

No. Gli endpoint di Amazon API Gateway sono sempre pubblicamente disponibili su Internet. Anche le richieste proxy per attività di back-end devono essere accessibili tramite Internet. Tuttavia, puoi generare un certificato SSL lato cliente in Amazon API Gateway per verificare che le richieste inviate ai tuoi sistemi di back-end provenienti da API Gateway utilizzino la chiave pubblica del certificato.

D: È possibile verificare le chiamate di API Gateway dal back-end
Sì. Amazon API Gateway può generare un certificato SSL lato cliente e rendere disponibile a te la chiave pubblica per tale certificato. Le chiamate al back-end possono essere inoltrate con il certificato generato, e potrai verificare le chiamate provenienti da Amazon API Gateway utilizzando la chiave pubblica del certificato.

D: È possibile usare AWS CloudTrail con Amazon API Gateway?

Sì. Amazon API Gateway si integra con AWS CloudTrail per fornire uno storico completo e disponibile per l'audit delle modifiche alle API REST. Tutte le chiamate API effettuate verso le API di Amazon API Gateway per creare, modificare, eliminare o distribuire API REST vengono registrate su CloudTrail nell'account AWS.

Torna all'inizio >>

D: Come si monitorano le API di Amazon API Gateway?

Amazon API Gateway registra le chiamate API, la latenza e le percentuali di errore in Amazon CloudWatch nell'account AWS. I parametri sono inoltre disponibili tramite la console di Amazon API Gateway nel pannello di controllo relativo alle API REST. API Gateway, inoltre, monitora l'utilizzo da parte di sviluppatori di terze parti; i dati risultati sono disponibili nella console di API Gateway o tramite le API.

D: È possibile impostare allarmi con i parametri di Amazon API Gateway?

Sì, Amazon API Gateway invia i dati di log e i parametri ad Amazon CloudWatch. È possibile utilizzare la console di Amazon CloudWatch per impostare allarmi personalizzati.

D: Come si impostano i parametri per Amazon API Gateway?

Di default, Amazon API Gateway monitora il traffico a livello di API REST. Eventualmente, è possibile abilitare parametri dettagliati per ciascun metodo nell'API REST tramite le API di configurazione della distribuzione o dalla console. I parametri dettagliati vengono anche registrati su Amazon CloudWatch; vengono applicate le tariffe di CloudWatch.

D: È possibile determinare quale versione dell'API sta eseguendo un cliente?

Sì. I parametri includono API REST e fase di sviluppo. Inoltre, è possibile abilitare i parametri per ogni metodo all'interno dell'API REST.

D: Amazon API Gateway supporta la registrazione di log?

Sì. Amazon API Gateway si integra con Amazon CloudWatch Logs. È anche possibile abilitare la registrazione di log per ogni fase di sviluppo dell'API. Per ogni metodo all'interno dell'API REST, puoi stabilire il livello di dettaglio del log e se devono essere inclusi tutti i dati della richiesta e della risposta.

D: Dopo quanto tempo sono disponibili i log?

Log, allarmi, percentuali di errore e altri parametri vengono salvati in Amazon CloudWatch e sono disponibili quasi in tempo reale.

Torna all'inizio >>

D: Come si possono proteggere i sistemi back-end dai picchi di traffico?

Amazon API Gateway offre limitazione delle richieste a più livelli, anche a livello globale o per chiamata di servizio. Le restrizioni consentite da questa funzione prevedono frequenze standard ed eventuali picchi. Ad esempio il proprietario di un'API può limitare le richieste a 1.000 al secondo per un determinato metodo sulle API REST, configurando anche Amazon API Gateway in modo che gestisca i picchi fino a 2.000 richieste al secondo per alcuni secondi. Amazon API Gateway monitora il numero di richieste al secondo. Qualsiasi richiesta oltre il limite riceve una risposta HTTP 429. Quando riceve questo tipo di risposta, il kit SDK client generato da Amazon API Gateway tenta automaticamente nuove chiamate.

D: È possibile limitare le chiamate API di singoli sviluppatori?
Sì. Con i piani di utilizzo puoi impostare il throttling per le singole chiavi API.

D: Quali sono i vantaggi della limitazione delle richieste?

La limitazione delle richieste mantiene il traffico dell'API sotto controllo per aiutare i servizi di back-end a mantenere prestazioni e disponibilità elevate.

D: A quali livelli Amazon API Gateway limita il traffico API in entrata?

Le impostazioni di limitazione possono essere configurate a livello di metodo. È possibile modificare i limiti nelle impostazioni del metodo tramite le API o la console di Amazon API Gateway.

D: In che modo vengono applicate le regole di throttling?
In primo luogo, API Gateway verifica i limiti associati all'account AWS. Se il traffico è inferiore al limite relativo all'account, verifica il limite definito a livello di fase o di metodo. Se il traffico è inferiore al limite impostato a livello di fase, applica le limitazioni dei piani di utilizzo configurati per ciascuna chiave API.

D: Amazon API Gateway consente di memorizzare nella memoria cache i risultati delle API?

Sì. È possibile aggiungere la funzione di memorizzazione nella cache alle chiamate API facendone richiesta tramite Amazon API Gateway e specificandone le dimensioni in gigabyte. La cache viene assegnata a una fase di sviluppo specifica dell'API. In questo modo le prestazioni risultano migliorata e il traffico in invio al back-end è alleggerito. Le impostazioni della cache consentono di controllare come viene creata la chiave di cache e il time-to-live (TTL) dei dati salvati per ogni metodo. Amazon API Gateway fornisce inoltre API di gestione che aiutano a invalidare la cache per ciascuna fase.

D: Cosa accade se un numero elevato di utenti finali cerca contemporaneamente di invocare un'API?

Se la memorizzazione nella cache non è stata abilitata e non è applicata alcuna restrizione, tutte le richieste raggiungeranno il servizio di back-end finché non vengono raggiunti i limiti di richieste dell'account. Se le limitazioni alle richieste sono attive, Amazon API Gateway filtrerà un certo numero di richieste in modo che solo il numero desiderato raggiunga il servizio di back-end. Se è stata impostata la memorizzazione nella cache, Amazon API Gateway invierà una risposta memorizzata nella cache alle richieste duplicate per la quantità di tempo configurata, ma solo secondo le impostazioni di limitazione configurate. Questo equilibrio tra back-end e client garantisce le prestazioni ottimali dell'API per le applicazioni che supporta. Le richieste respinte a causa della limitazione verranno automaticamente ripetute dal kit SDK lato client generato da Amazon API Gateway. Di default, Amazon API Gateway non imposta memorizzazione nella cache sui metodi dell'API.

D: Di quale scalabilità dispongono le API?

Amazon API Gateway agisce come proxy nei confronti delle attività di back-end configurate. Amazon API Gateway ridimensiona automaticamente le risorse per gestire il traffico in entrata dell'API. Amazon API Gateway non applica alcuna limitazione o restrizione arbitrarie alle chiamate verso il back-end; tutte le richieste che non vengono intercettate dalle impostazioni di limitazione delle richieste o di memorizzazione nella cache nella console di Amazon API Gateway vengono inviate ai sistemi di back-end.

Torna all'inizio >>

D: Quali costi vengono addebitati per Amazon API Gateway?

Amazon API Gateway prevede una tariffa di 3,50 USD per milione di chiamate API, più il costo del trasferimento dati in uscita, in gigabyte. L'eventuale spazio di caching per l'API prevede una tariffa oraria. Per ulteriori informazioni sui costi del trasferimento di dati e della cache, consulta le pagine dei prezzi di API Gateway.

D: A chi vengono addebitati i costi delle API di Amazon API Gateway generati da sviluppatori di terze parti?

Le chiamate sono addebitate al proprietario dell'API.

D: Se una risposta API viene servita dai dati memorizzati nella cache, vale come chiamata API ai fini della fatturazione?

Sì. Le chiamate API vengono conteggiate per la fatturazione sia quando la risposta viene gestita dalle attività del back-end, sia quando viene gestita dalle attività di memorizzazione nella cache di Amazon API Gateway.

Torna all'inizio >>