Site-Merch_PAC_EC2-Spot_Editorial

Con le istanze Spot di Amazon EC2, è possibile ottenere istanze di Amazon EC2 riducendo i costi di elaborazione e migliorando il throughput delle applicazioni. È possibile fare richiesta di istanze Spot utilizzando la relativa console di gestione, l'interfaccia a riga di comando, l'API o la stessa interfaccia con cui vengono avviate le istanze on demand; è sufficiente indicare l'opzione Spot. La richiesta sarà soddisfatta quando è presente capacità disponibile.

Analogamente a quanto avviene per le istanze on demand, è possibile inoltre selezionare un modello di avvio oppure un'AMI (Amazon Machine Image) preconfigurata o personalizzata, configurare la sicurezza e l'accesso alla rete sull'istanza Spot, scegliere tra più tipi di istanze e percorsi, impiegare endpoint IP statici e collegare storage a blocchi persistenti alle istanze Spot. Il prezzo Spot è determinato da trend a lungo termine di offerta e domanda di capacità EC2 inutilizzata. I costi addebitati sono quelli del prezzo Spot valido all'inizio di ogni ora di utilizzo dell'istanza, fatturati al secondo.

Amazon EC2 offre caratteristiche e strumenti per permetterti di ottimizzare i risparmi di costi e le prestazioni delle applicazioni con le istanze Spot.


Caratteristiche principali del prodotto

Integrazione della funzione Run Instances on demand

Le istanze Spot possono essere avviate tramite l'API RunInstances con un solo parametro. Le istanze Spot lanciate tramite questa funzione sono identiche a ogni altra istanza di EC2; offrono stessa affidabilità, sicurezza, prestazioni, controllo ed elasticità di Amazon EC2 ai prezzi più bassi disponibili sul mercato. È sufficiente specificare l'opzione Market su Spot al momento della richiesta di capacità. Scopri di più su come lanciare istanze spot tramite l'API RunInstances.

Trova capacità EC2 a costi inferiori con il parco istanze Spot ed EC2

Con una singola chiamata API, un parco istanze di Amazon EC2 permette di allocare capacità di elaborazione su più tipi di istanza EC2, zone di disponibilità e modelli di tariffazione per aiutare l'ottimizzazione di scalabilità, prestazioni e costi. È possibile specificare la capacità di istanze on demand o Spot da avviare. Inoltre, è possibile stabilire una preferenza sui tipi di istanza da utilizzare e definire il fattore a cui collegare la scalabilità: core, istanze o memoria. Leggi questo blog AWS per ulteriori informazioni.

I parchi istanze Spot offrono inoltre la stessa funzionalità. Scopri di più sui parchi istanze Spot qui.

Mantieni la disponibilità delle istanze Spot Amazon EC2 con il parco istanze EC2

Il parco istanze EC2 rileva le istanze Spot con guasti o terminate manualmente e le sostituisce in automatico, per garantire sempre la capacità di elaborazione necessaria per l'applicazione. Il parco istanze EC2, inoltre, consente di effettuare il provisioning di capacità di istanze Spot su più pool di istanze, migliorando la disponibilità dell'applicazione e riducendo i costi operativi sul lungo periodo. Scopri di più sui parchi istanze Spot.

Interruzione/ibernazione e ripristino di carichi di lavoro

La capacità Spot permette di ibernare o interrompere le istanze in caso di interruzioni, per non doverle arrestare quando non è più disponibile capacità. Le istanze verranno ripristinate allo stato precedente appena è disponibile nuova capacità, riprendendo il carico di lavoro con maggiore rapidità. Scopri di più su interruzione, ibernazione e ripristino.

Monitoraggio di inizio e fine dell'esecuzione delle istanze Spot

Con le istanze Spot, non sarà mai addebitata una cifra superiore al prezzo massimo specificato. Se il prezzo Spot supera la cifra massima che si è disposti a spendere per una determinata istanza, oppure quando non è più presente capacità disponibile, l'istanza verrà terminata automaticamente (oppure interrotta/ibernata, se è selezionata questa opzione per la richiesta persistente). L'uso di istanze Spot offre tre funzioni che aiutano a controllare quando le istanze vengono avviate e terminate (o interrotte/ibernate).

Avvisi di arresto
Se è necessario salvare lo stato, caricare i file di log finali o rimuovere le istanze Spot da Elastic Load Balancer prima dell'interruzione, è possibile usare avvisi di arresto, che vengono inviati due minuti prima dell'interruzione dell'istanza. Ulteriori informazioni sulla gestione delle interruzioni.

Richieste persistenti
È possibile decidere di mantenere aperte le richieste per avviare una nuova istanza in sostituzione di quella interrotta. È anche possibile ottenere l'arresto di un'istanza basata su Amazon EBS al momento dell'interruzione, per poi riavviarla quando è disponibile capacità Spot sufficiente al prezzo indicato. Scopri di più su richieste persistenti e richieste singole.

Blocchi di intervalli di tempo
Se è necessario eseguire carichi di lavoro continui per periodi compresi tra 1 ora e 6 ore, al momento della richiesta di istanze Spot è anche possibile specificare dei requisiti di durata. Scopri di più sui blocchi di intervalli di tempo per istanze Spot. 

Amazon EMR Integration

I clienti di Amazon Web Services possono eseguire cluster Amazon Elastic MapReduce (EMR) su istanze Spot, riducendo in modo significativo i costi di elaborazione di enormi volumi di dati su cluster Hadoop gestiti. I clienti possono eseguire i propri cluster EMR combinando facilmente istanze Spot con istanze on demand e/o riservate tramite la caratteristica che prevede l'uso di più gruppi di istanze. Per ulteriori informazioni sulla configurazione di un cluster EMR con Spot, vedi la Amazon EC2 User Guide.

Integrazione con Amazon CloudFormation

AWS CloudFormation semplifica l'organizzazione e la distribuzione di raccolte di risorse AWS, incluse le istanze Spot EC2, consentendo di descrivere eventuali dipendenze o parametri speciali da passare in fase di runtime. Per un esempio di framework High Performance Computing (HPC) che usa CloudFormation con istanze Spot, guarda la Demo su cfncluster. Per ulteriori informazioni sulla configurazione di CloudFormation con Spot, vedi la Amazon EC2 User Guide.

Integrazione di Amazon EC2 Auto Scaling

Un gruppo Amazon EC2 Auto Scaling può essere utilizzato per avviare e gestire le istanze Spot, mantenere la disponibilità dell'applicazione e aumentare o ridurre automaticamente la capacità Spot di Amazon EC2 in base alle condizioni e ai prezzi dell'offerta definita. Ulteriori informazioni sull'utilizzo di Auto Scaling con le istanze Spot sono disponibili nella Auto Scaling Developer Guide. Per ricalibrare altri servizi oltre a EC2, è possibile utilizzare AWS Auto Scaling.

Integrazione con Amazon ECS

I clienti di Amazon Elastic Container Service (ECS) possono eseguire cluster Amazon ECS su istanze Spot per ridurre i costi operativi di applicazioni in container. La console di Amazon ECS si integra inoltre con le istanze Spot Amazon EC2, perciò è possibile utilizzare la procedura guidata Create Cluster per configurare con la massima semplicità un cluster ECS con istanze Spot. Per ulteriori informazioni su questo prodotto, consulta la pagina di Amazon ECS.

Integrazione con Amazon Batch

AWS Batch pianifica programma ed esegue carichi di lavoro in batch in AWS. AWS Batch può inoltrare automaticamente richieste di istanze Spot, riducendo ulteriormente il costo di esecuzione dei processi in batch. Per ulteriori informazioni su questo prodotto, consulta la pagina di prodotto di AWS Batch.

Integrazione con ThinkBox Deadline

Thinkbox Deadline semplifica la creazione di render farm in EC2 con parchi istanze Spot tramite il portale AWS. È possibile scegliere un prodotto di terze parti, ad esempio Autodesk Maya o Autodesk 3dsMax, e avviarlo in un parco istanze EC2. Deadline 10 include un file system con cui sincronizzare automaticamente i file di asset con Amazon S3. Per ulteriori informazioni su Deadline, consulta Thinkbox Deadline.

Collegamento all'avvio di volumi EBS crittografati

È possibile specificare uno snapshot non crittografato al momento del lancio e richiedere la creazione di uno o più volumi EBS crittografati al momento del lancio di un'istanza. Per utilizzare questa nuova caratteristica è sufficiente specificare "Encrypted: true" come comportamento di crittografia nella mappatura dei dispositivi a blocchi al momento dell'invio di una richiesta Spot. Se è già un uso un volume EBS crittografato, è possibile specificare l'ID dello snapshot senza il contrassegno "Encrypted"; l'istanza Spot continuerà a creare volumi crittografati nella snapshot EBS crittografata esistente.

Controllo del budget per le istanze Spot

Al momento della richiesta di un'istanza Spot, il prezzo on demand diventerà il prezzo massimo che si è disposti a spendere per un'ora di utilizzo di istanze Spot. Inoltre, è possibile esercitare un ulteriore controllo sul budget specificando nella propria richiesta il prezzo massimo che si è disposti a spendere per un'ora di utilizzo. I costi addebitati saranno quelli del prezzo Spot in corso di validità durante l'esecuzione delle istanze. Se il prezzo Spot aumenta oltre quello massimo specificato, l'istanza sarà automaticamente terminata, interrotta o ibernata. Ulteriori informazioni sul modello di tariffazione Spot.

Integrazione con prodotti di terze parti

È possibile utilizzare il plug-in Spot Fleet per Jenkins e Atlassian Bamboo per eseguire attività di integrazione continua su istanze Spot.


Casi d'uso

Le istanze Spot sono adatte per una varietà di carichi di lavoro. Maggiore è il livello di distribuzione, scalabilità e tolleranza ai guasti di un'applicazione, più sarà facile risparmiare sui costi e migliorare le prestazioni.

AWSMP_AI-Data-Solutions_100x100_Color

Big Data e analisi
Big data fast track, machine learning e carichi di lavoro NLP con istanze Spot. Le istanze Spot offrono accelerazione, dimensionamento e un risparmio sostanziale in termini di costi per l'esecuzione di carichi di lavoro strategici hyper-scale e analisi dei dati tempestiva. Utilizza le istanze Spot con Amazon EMR, Hadoop o Spark per elaborare quantità significative di dati.

AWSMP_AI-ML-DataScience_100x100_Color

High Performance Computing
Accelera l'elaborazione di carichi di lavoro significativi come la sequenza genomica, il CFD e il trading algoritmico eseguendo processi paralleli. Le istanze Spot sono integrate con AWS Batch, AWS CloudFormation e altri servizi AWS che offrono una soluzione completa per vari carichi di lavoro di calcolo.
 

100x100_benefit_build

CI/CD e test
Configura Jenkins con il plug-in EC2 Spot per dimensionare automaticamente un parco di istanze Spot a seconda del numero di processi da completare. Riduci maggiormente i costi sfruttando istanze di generazioni precedenti per CI, poiché questi processi non richiedono molta energia per l'esecuzione. Le istanze Spot offrono vantaggi in termini di elasticità e risparmio anche per quanto riguarda i test di carico, integrazione, valori prestabiliti e sicurezza.

 

100x100_benefit_simple

Carichi di lavoro containerizzati
Esegui cluster di container su scala con istanze Spot a un costo decisamente inferiore. I container sono stateless, con tolleranza ai guasti e adatti alle istanze Spot. Crea cluster Spot con Amazon ECS o Kubernetes per eseguire carichi di lavoro containerizzati a qualsiasi livello.
 

100x100_APN_marketing-commerce

Servizi Web
Risparmia fino al 90% sui servizi e sulle applicazioni Web grazie alle istanze Spot. Distribuisci un parco istanze EC2 Spot con un sistema di bilanciamento del carico per dimensionare decine di migliaia di istanze e servire miliardi di richieste di servizio con le istanze Spot.

 

100x100_APN_managed-service

Rendering di immagini e video
Il settore media e intrattenimento può gestire carichi di lavoro di rendering in modo efficiente da un punto di vista dei costi grazie alle istanze Spot, al dimensionamento in locale o alle infrastrutture cloud con capacità quasi illimitate, secondo quanto richiesto da progetti e tempistiche. Bring Your Own Licence (BYOL) o sfrutta le licenze basate sull'uso per i software di creazione dei contenuti e di rendering più diffusi come Autodesk Maya, Autodesk Arnold, Vray, Redshift e altri tramite Thinkbox Marketplace.