Con le istanze Spot di Amazon EC2, è possibile ottenere istanze di Amazon EC2 riducendo o costi di elaborazione e migliorando il throughput delle applicazioni. È possibile fare richiesta di istanze Spot utilizzando la relativa console di gestione, l'interfaccia a riga di comando, l'API o la stessa interfaccia con cui vengono avviate le istanze on demand; è sufficiente indicare l'opzione Spot. La richiesta sarà soddisfatta quando è presente capacità disponibile. Analogamente a quanto avviene per le istanze on demand, è possibile selezionare un modello di avvio oppure un'AMI (Amazon Machine Image) preconfigurata o personalizzata, configurare la sicurezza e l'accesso alla rete sull'istanza Spot, scegliere tra più tipi di istanze e percorsi, impiegare endpoint IP statici e collegare storage a blocchi persistenti alle istanze Spot.

Il prezzo Spot è determinato da trend a lungo termine di offerta e domanda di capacità inutilizzata. I costi addebitati sono quelli del prezzo Spot valido all'inizio di ogni ora di utilizzo dell'istanza, fatturati al secondo.

Amazon EC2 offre caratteristiche e strumenti per permetterti di ottimizzare i risparmi di costi e le prestazioni delle applicazioni con le istanze Spot.

Avvia un'istanza di Amazon EC2 gratuitamente

Prova Amazon EC2 gratis

Il piano gratuito di AWS include 750 ore mensili di istanze t2.micro Linux e Windows per un anno. Per poter rientrare nel piano gratuito, è possibile usare solo istanze Micro di EC2.

Visualizza i dettagli del piano gratuito di AWS »


Le istanze Spot possono essere avviate tramite l'API RunInstances con un solo parametro. Le istanze Spot lanciate tramite questa funzione sono identiche a ogni altra istanze Spot di EC2; offrono la stessa affidabilità, sicurezza, prestazioni, controllo ed elasticità di Amazon EC2 ai prezzi più bassi disponibili sul mercato. È sufficiente specificare l'opzione Market su Spot al momento dell'inoltro di una richiesta. Scopri di più su come lanciare istanze spot tramite l'API RunInstances. 

I parchi istanze consentono di richiedere automaticamente istanze Spot con il miglior rapporto tra costo e unità di capacità. È sufficiente inviare una richiesta di parco istanze Spot che indichi i tipi di istanza che possono essere usati e la capacità necessaria in base ai requisiti dell'applicazione (con qualsiasi unità di misura, ad esempio istanze, vCPU, memoria, storage o throughput di rete). Scopri di più sui parchi istanze Spot.

I parchi istanze Spot rilevano le istanze con guasti o terminate manualmente e le sostituiscono in automatico, per garantire sempre la capacità di elaborazione necessaria per l'applicazione. I parchi istanze Spot, inoltre, consentono di effettuare il provisioning di capacità di istanze Spot su più pool di istanze, migliorando la disponibilità dell'applicazione e riducendo i costi operativi sul lungo periodo. Scopri di più sui parchi istanze Spot.

La capacità Spot permette di ibernare o interrompere le istanze in caso di interruzioni, per non doverle arrestare quando non è più disponibile capacità. Le istanze verranno ripristinate allo stato precedente appena è disponibile nuova capacità, riprendendo il carico di lavoro con maggiore rapidità. Scopri di più su interruzione, ibernazione e ripristino.

Con le istanze Spot, non sarà mai addebitata una cifra superiore al prezzo massimo specificato. Se il prezzo Spot supera la cifra massima che si è disposti a spendere per una determinata istanza, oppure quando non è più presente capacità disponibile, l'istanza verrà terminata automaticamente (oppure interrotta/ibernata, se è l'opzione selezionata). L'uso di istanze Spot offre tre funzioni che aiutano a controllare quando le istanze vengono avviate e terminate (o interrotte/ibernate).

Avvisi di arresto
Se è necessario salvare lo stato, caricare i file di log finali o rimuovere le istanze Spot da Elastic Load Balancer prima dell'interruzione, è possibile usare avvisi di arresto, che vengono inviati due minuti prima dell'interruzione dell'istanza. Ulteriori informazioni sulla gestione delle interruzioni.

Richieste persistenti
È possibile decidere di mantenere aperte le richieste per avviare una nuova istanza in sostituzione di quella interrotta. È anche possibile ottenere l'arresto di un'istanza basata su Amazon EBS al momento dell'interruzione, per poi riavviarla quando è disponibile capacità Spot sufficiente al prezzo indicato. Scopri di più su richieste persistenti e richieste singole.

Blocchi di intervalli di tempo
Se è necessario eseguire carichi di lavoro continui per periodi compresi tra 1 ora e 6 ore, al momento della richiesta di istanze Spot è anche possibile specificare dei requisiti di durata. Scopri di più sui blocchi di intervalli di tempo per istanze Spot

I clienti di Amazon Web Services possono eseguire cluster Amazon Elastic MapReduce (EMR) su istanze Spot, riducendo in modo significativo i costi di elaborazione di enormi volumi di dati su cluster Hadoop gestiti. I clienti possono eseguire i propri cluster EMR combinando facilmente istanze Spot con istanze on demand e/o riservate tramite la caratteristica che prevede l'uso di più gruppi di istanze. Per ulteriori informazioni sulla configurazione di un cluster EMR con Spot, vedi la Amazon EC2 User Guide.

AWS CloudFormation semplifica l'organizzazione e la distribuzione di raccolte di risorse AWS, incluse le istanze Spot EC2, consentendo di descrivere eventuali dipendenze o parametri speciali da passare in fase di runtime. Per un esempio di framework High Performance Computing (HPC) che usa CloudFormation con istanze Spot, guarda la Demo su cfncluster. Per ulteriori informazioni sulla configurazione di CloudFormation con Spot, vedi la Amazon EC2 User Guide.

Un Amazon EC2 Auto Scaling group può essere utilizzato per avviare e gestire le istanze Spot, mantenere la disponibilità dell'applicazione e aumentare o ridurre automaticamente la capacità Spot di Amazon EC2 in base alle condizioni e ai prezzi dell'offerta definita. Ulteriori informazioni sull'utilizzo di Auto Scaling con le istanze Spot sono disponibili nella Auto Scaling Developer Guide. Per ricalibrare altri servizi oltre a EC2, è possibile utilizzare AWS Auto Scaling.  

I clienti di Amazon Elastic Container Service (ECS) possono eseguire cluster Amazon ECS su istanze Spot per ridurre i costi operativi di applicazioni in container. La console di Amazon ECS si integra inoltre con le istanze Spot Amazon EC2, perciò è possibile utilizzare la procedura guidata Create Cluster per configurare con la massima semplicità un cluster ECS con istanze Spot. Per ulteriori informazioni su questo prodotto, consulta la pagina di Amazon ECS.

AWS Batch pianifica programma ed esegue carichi di lavoro in batch in AWS. AWS Batch può inoltrare automaticamente richieste di istanze Spot, riducendo ulteriormente il costo di esecuzione dei processi in batch. Per ulteriori informazioni su questo prodotto, consulta la pagina di AWS Batch.

Thinkbox Deadline semplifica la creazione di render farm in EC2 con parchi istanze Spot tramite il portale AWS. È possibile scegliere un prodotto di terze parti, ad esempio Autodesk Maya o Autodesk 3dsMax, e avviarlo in un parco istanze EC2. Deadline 10 include un file system con cui sincronizzare automaticamente i file di asset con Amazon S3. Per ulteriori informazioni su Deadline, consulta il sito di Thinkbox Deadline.

È possibile specificare uno snapshot non crittografato al momento del lancio e richiedere la creazione di uno o più volumi EBS crittografati al momento del lancio di un'istanza. Per utilizzare questa nuova caratteristica è sufficiente specificare "Encrypted: true" come comportamento di crittografia nella mappatura dei dispositivi a blocchi al momento dell'invio di una richiesta Spot. Se è già un uso un volume EBS crittografato, è possibile specificare l'ID dello snapshot senza il contrassegno "Encrypted"; l'istanza Spot continuerà a creare volumi crittografati nella snapshot EBS crittografata esistente.

Al momento della richiesta di un'istanza Spot, il prezzo on demand diventerà il prezzo massimo che si è disposti a spendere per un'ora di utilizzo di istanze Spot. Inoltre, è possibile esercitare un ulteriore controllo sul budget specificando nella propria richiesta il prezzo massimo che si è disposti a spendere per un'ora di utilizzo. I costi addebitati saranno quelli del prezzo Spot in corso di validità durante l'esecuzione delle istanze. Se il prezzo Spot aumenta oltre quello massimo specificato, l'istanza sarà automaticamente terminata, interrotta o ibernata. Scopri di più sul modello di tariffazione Spot.

È possibile utilizzare il plug-in Spot Fleet per Jenkins e Atlassian per eseguire attività di integrazione continua su istanze Spot.


Le istanze Spot sono adatte per una varietà di carichi di lavoro. Maggiore è il livello di distribuzione, scalabilità e tolleranza ai guasti di un'applicazione, più sarà facile risparmiare sui costi e migliorare le prestazioni.

Analisi
Le analisi complesse, ad esempio la scansione di log o le simulazioni, spesso eseguite in batch, possono essere completate con istanze Spot per garantire un notevole risparmio. Scopri di più sull'elaborazione in batch.

Analisi e modelli finanziari
Le società di servizi finanziari usano le istanze Spot per ridurre il tempo e i costi richiesti per l'esecuzione di analisi complesse, dalle simulazioni di gestione patrimoniale alle analisi di valore della controparte.

Rendering di immagini e video
Le aziende del settore media e intrattenimento possono eseguire il rendering e la codifica degli asset multimediali a prezzi competitivi, grazie al dimensionamento dell'infrastruttura in base alle esigenze. Per ulteriori informazioni e per visualizzare architetture di riferimento, visita il nostro blog.

Test
Le istanze Spot offrono vantaggi in termini di elasticità e risparmio anche per quanto riguarda i test di carico, integrazione, valori prestabiliti e sicurezza. Ulteriori informazioni.

Big Data
Le istanze Spot possono essere usate con strumenti come Amazon Elastic MapReduce per applicazioni che richiedono di elaborare enormi quantità di dati, da quelli relativi alla mappatura del genoma umano fino all'acquisizione dei flussi di dati da Twitter. Ulteriori informazioni.

Analisi geospaziale
I provider di sistemi informativi geografici, o GIS (Geographic Information System), usano le istanze Spot per migliorare le prestazioni e ridurre i costi dei processi di elaborazione in batch quali il rendering e l'elaborazione di immagini satellitari. Scopri di più sull'elaborazione in batch.

Elaborazione di dati scientifici
I ricercatori spesso necessitano di risorse di elaborazione ad alte prestazioni a costi non proibitivi per eseguire simulazioni in ambito farmaceutico (per la creazione di nuovi farmaci) e scientifico (ad esempio per le ricerche di genomica). Ulteriori informazioni.

Web crawling
I processi di Web crawling possono essere ricalibrati con la massima semplicità in base alle istanze Spot, sfruttando Amazon Elastic MapReduce o altri servizi per completare le attività più rapidamente e con meno costi.