Domande generali

D: Che cos'è AWS Elastic Beanstalk?

AWS Elastic Beanstalk permette agli sviluppatori di distribuire e gestire rapidamente applicazioni nel cloud AWS in modo ancora più semplice. Gli sviluppatori devono semplicemente caricare la propria applicazione perché Elastic Beanstalk gestisca automaticamente tutti i dettagli correlati a provisioning della capacità, bilanciamento del carico, dimensionamento automatico e monitoraggio dello stato dell'applicazione.

D: A chi è rivolto AWS Elastic Beanstalk?

A chiunque desideri distribuire e gestire le proprie applicazioni nel cloud AWS in pochi minuti. Per poter iniziare, non è necessaria alcuna familiarità con il cloud computing. AWS Elastic Beanstalk supporta applicazioni Web Java, .NET, PHP, Node.js, Python, Ruby, Go e Docker.

D: Quali linguaggi e stack di sviluppo sono supportati da AWS Elastic Beanstalk?

AWS Elastic Beanstalk supporta i linguaggi e gli stack di sviluppo seguenti:

Apache Tomcat per applicazioni Java

Apache HTTP Server per applicazioni PHP

Apache HTTP Server per applicazioni Python

Nginx o Apache HTTP Server per applicazioni Node.js

Passenger o Puma per applicazioni Ruby

Microsoft IIS 7.5, 8.0 e 8.5 per applicazioni .NET

Java SE

Docker

Go

Consulta la sezione Supported Platforms per un elenco completo e aggiornato di linguaggi e stack di sviluppo supportati.

D: AWS Elastic Beanstalk supporterà altri linguaggi in futuro?

Sì. AWS Elastic Beanstalk è progettato per poter essere esteso in modo da supportare più stack di sviluppo e linguaggi di programmazione in futuro. AWS sta collaborando con alcuni provider di soluzioni allo sviluppo di altre API e funzionalità necessarie per creare offerte Elastic Beanstalk aggiuntive.

D: Quali opportunità non disponibili in passato offre AWS Elastic Beanstalk agli sviluppatori?

AWS Elastic Beanstalk automatizza tutti i dettagli correlati a provisioning della capacità, bilanciamento del carico, dimensionamento automatico e distribuzione dell'applicazione attraverso la creazione di un ambiente in grado di eseguire una versione dell'applicazione. Puoi semplicemente caricare il codice distribuibile, ad esempio un file WAR, e lasciare che AWS Elastic Beanstalk si occupi di tutto il resto. AWS Toolkit for Visual Studio e AWS Toolkit for Eclipse ti permettono di distribuire l'applicazione in AWS Elastic Beanstalk e di gestirla, senza dover uscire dall'IDE. Quando l'applicazione è in esecuzione, Elastic Beanstalk automatizza attività di gestione come monitoraggio, distribuzione delle versioni dell'applicazione e controlli di base dello stato, semplificando l'accesso ai file di log. Usando Elastic Beanstalk, gli sviluppatori possono concentrarsi sullo sviluppo della propria applicazione, senza doversi preoccupare delle attività correlate alla distribuzione, ad esempio provisioning dei server, configurazione del bilanciamento del carico o gestione del dimensionamento.

D: In cosa differisce AWS Elastic Beanstalk rispetto ai contenitori di applicazioni esistenti o alle soluzioni PaaS (Platform-as-a-Service, piattaforma distribuita come un servizio)?

Benché la maggior parte dei contenitori di applicazioni o delle soluzioni PaaS richieda una quantità di programmazione inferiore, riduce significativamente anche la flessibilità e il controllo. Gli sviluppatori sono costretti ad accettare tutte le decisioni predeterminate dal fornitore, con opportunità ridotte o nulle di riprendersi il controllo sulle diverse parti dell'infrastruttura dell'applicazione. Con AWS Elastic Beanstalk, invece, gli sviluppatori mantengono il controllo completo sulle risorse AWS sottostanti alla propria applicazione. Se gli sviluppatori scelgono di gestire alcuni o tutti gli elementi dell'infrastruttura, possono farlo in modo ottimale usando le funzionalità di gestione di Elastic Beanstalk.

D: Quali elementi dell'applicazione è possibile controllare usando AWS Elastic Beanstalk?

Con AWS Elastic Beanstalk puoi:

Selezionare il sistema operativo corrispondente ai requisiti della tua applicazione, ad esempio Amazon Linux o Windows Server 2012 R2

Scegliere tra diversi database e opzioni di storage disponibili

Consentire l'accesso a istanze Amazon EC2 per la risoluzione immediata e diretta dei problemi

Migliorare rapidamente l'affidabilità dell'applicazione tramite l'esecuzione in più zone di disponibilità

Incrementare la sicurezza dell'applicazione tramite l'abilitazione del protocollo HTTPS nel sistema di bilanciamento del carico

Accedere al monitoraggio di Amazon CloudWatch integrato e ottenere notifiche sullo stato dell'applicazione e altri eventi importanti

Modificare le impostazioni del server di applicazioni, ad esempio le impostazioni JVM, e passare variabili di ambiente

Eseguire altri componenti dell'applicazione, come il servizio di caching di memoria, in modalità affiancata in Amazon EC2

Accedere ai file di log senza accedere ai server di applicazioni

D: Quali sono le risorse cloud su cui si basano le applicazioni AWS Elastic Beanstalk?

AWS Elastic Beanstalk usa servizi e funzionalità di AWS comprovati, tra cui Amazon EC2, Amazon RDS, Elastic Load Balancing, Auto Scaling, Amazon S3 e Amazon SNS, per creare un ambiente in grado di eseguire la tua applicazione. L'attuale versione di AWS Elastic Beanstalk usa l'AMI Amazon Linux o l'AMI Windows Server 2012 R2.

D: Quali tipi di applicazioni sono supportati da AWS Elastic Beanstalk?

AWS Elastic Beanstalk supporta Java, .NET, PHP, Node.js, Python, Ruby, Go e Docker ed è ideale per le applicazioni Web. Grazie all'architettura aperta di Elastic Beanstalk, tuttavia, anche le applicazioni non Web possono essere distribuite usando Elastic Beanstalk. Prevediamo di supportare ulteriori tipi di applicazioni e linguaggi di programmazione in futuro. Consulta la pagina Piattaforme supportate per ulteriori informazioni.

D: Quale sistema operativo usa AWS Elastic Beanstalk?

AWS Elastic Beanstalk può essere eseguito nell'AMI Amazon Linux e nell'AMI Windows Server 2012 R2. Entrambe le AMI sono supportate e gestite da Amazon Web Services e sono progettate per offrire un ambiente di esecuzione stabile, sicuro e ad alte prestazioni per il cloud computing di Amazon EC2.

Nozioni di base

D: Come ci si registra ad AWS Elastic Beanstalk?

Per eseguire la registrazione ad AWS Elastic Beanstalk, seleziona il pulsante Registrati ora nella pagina dei dettagli di Elastic Beanstalk. Per accedere al servizio, devi avere un account Amazon Web Services. In caso contrario, ti verrà richiesto di crearne uno all'inizio del processo di Elastic Beanstalk. Al termine della registrazione, consulta il documento AWS Elastic Beanstalk Getting Started Guide.

D: Perché viene chiesto di verificare il numero di telefono durante la registrazione ad AWS Elastic Beanstalk?

Per la corretta registrazione ad AWS Elastic Beanstalk, devi fornire un numero di telefono e un indirizzo e-mail validi per permetterci di contattarti ogni volta che è necessario. La convalida del numero di telefono richiede soltanto qualche minuto: durante la procedura di registrazione riceverai una telefonata automatica e dovrai inserire un numero PIN mediante la tastiera del telefono.

D: Come si inizia a usarlo dopo aver eseguito l'accesso?

Il modo migliore per iniziare a usare AWS Elastic Beanstalk consiste nel seguire le istruzioni del documento AWS Elastic Beanstalk Getting Started Guide, incluso nella documentazione tecnica. Entro pochi minuti sarai in grado di distribuire e usare un'applicazione di esempio o caricare la tua applicazione.

D: È disponibile un'applicazione di esempio da usare per provare AWS Elastic Beanstalk?

Sì. AWS Elastic Beanstalk include un'applicazione di esempio che puoi usare per eseguire versioni di test dell'offerta ed esplorarne le funzionalità.

Database e storage

D: AWS Elastic Beanstalk archivia contenuti in Amazon S3?

Sì. AWS Elastic Beanstalk archivia i tuoi file dell'applicazione e, facoltativamente, i file di log dei server in Amazon S3. Se usi la Console di gestione AWS, AWS Toolkit for Visual Studio o AWS Toolkit for Eclipse, verrà creato un bucket di Amazon S3 nel tuo account e i file caricati verranno automaticamente copiati dal client locale in Amazon S3. Se lo desideri, puoi configurare Elastic Beanstalk in modo da copiare ogni ora i file di log del server in Amazon S3. A questo scopo, devi modificare le impostazioni di configurazione dell'ambiente.

D: È possibile usare Amazon S3 per memorizzare i dati di un'applicazione, ad esempio le immagini?

Sì. Puoi usare Amazon S3 per lo storage dell'applicazione. Il modo più semplice a questo scopo consiste nell'includere l'SDK AWS come parte del file distribuibile dell'applicazione. Ad esempio, puoi includere l'SDK AWS per Java come parte del file WAR dell'applicazione.

D: Quali soluzioni di database è possibile usare con AWS Elastic Beanstalk?

AWS Elastic Beanstalk non impone limitazioni riguardo ad alcuna tecnologia di persistenza specifica. Puoi scegliere di usare Amazon Relational Database Service (Amazon RDS) o Amazon DynamoDB, oppure Microsoft SQL Server, Oracle o altri database relazionali in esecuzione in Amazon EC2.

D: Come si configura un database per l'uso con AWS Elastic Beanstalk?

Elastic Beanstalk può effettuare automaticamente il provisioning di un'istanza database Amazon RDS. Le informazioni sulla connettività all'istanza database vengono esposte all'applicazione tramite variabili di ambiente. Per ulteriori informazioni su come configurare istanze database RDS per l'ambiente, consulta il documento Elastic Beanstalk Developer Guide.


D: Questo significa che è necessario modificare il codice dell'applicazione quando si passa da un ambiente di test a uno di produzione?

Non con AWS Elastic Beanstalk. Con Elastic Beanstalk puoi specificare le informazioni di connessione nella configurazione dell'ambiente. Estraendo la stringa di connessione dal codice dell'applicazione, puoi configurare in tutta semplicità ambienti Elastic Beanstalk specifici in modo da usare database diversi.

 

Sicurezza

D: Come si rende privata un'applicazione?

Per impostazione predefinita, la tua applicazione è pubblicamente disponibile per l'accesso da parte di chiunque all'indirizzo app.elasticbeanstalk.com. Puoi usare Amazon VPC per effettuare il provisioning di una sezione privata e isolata della tua applicazione in una rete virtuale da te definita. Questa rete virtuale può essere resa privata tramite specifiche regole di gruppi di sicurezza, liste di controllo accessi (ACL) di rete e tabelle di routing personalizzate. Puoi controllare facilmente la distribuzione o meno di ogni tipo di traffico in ingresso specifico, ad esempio il traffico SSH, nei server di applicazioni modificando le impostazioni del gruppo di sicurezza di EC2.

D: È possibile eseguire un'applicazione in un ambiente Virtual Private Cloud (VPC)?

Sì, puoi eseguire le tue applicazioni in un cloud VPC. Per ulteriori informazioni, consulta il documento AWS Elastic Beanstalk Developer Guide.

D: Dove posso trovare ulteriori informazioni su sicurezza ed esecuzione di applicazioni in AWS?

Per ulteriori informazioni sulla sicurezza in AWS, consulta il documento Amazon Web Services: Overview of Security Processes e visita il Centro di Sicurezza.

D: È possibile usare Identity & Access Management (IAM) con AWS Elastic Beanstalk?

Sì. Gli utenti di IAM dotati delle autorizzazioni appropriate possono ora interagire con AWS Elastic Beanstalk.

D: Perché è utile usare IAM con AWS Elastic Beanstalk?

IAM ti permette di gestire utenti e gruppi in modo centralizzato. Puoi controllare gli utenti di IAM che hanno accesso ad AWS Elastic Beanstalk e limitare le autorizzazioni all'accesso in sola lettura ad Elastic Beanstalk per gli operatori che non devono poter eseguire operazioni su risorse Elastic Beanstalk. Tutta l'attività degli utenti nell'ambito del tuo account viene riunita in un'unica fattura AWS.

D: Come si creano utenti di IAM?

Per effettuare il provisioning di utenti di IAM, puoi usare la console, l'interfaccia a riga di comando o l'API di IAM. Per impostazione predefinita, gli utenti di IAM non hanno accesso ai servizi AWS fino a quando non ricevono le autorizzazioni necessarie.

D: Come si concede l'accesso ad AWS Elastic Beanstalk a un utente di IAM?

Per concedere l'accesso ai servizi a un utente di IAM, puoi usare policy. Per semplificare il processo di concessione dell'accesso ad AWS Elastic Beanstalk e le operazioni iniziali, puoi usare uno dei modelli di policy nella console di IAM. Elastic Beanstalk offre due modelli, uno di accesso in sola lettura e uno di accesso completo. Il primo modello offre accesso in lettura a risorse Elastic Beanstalk. Il secondo modello offre accesso completo a tutte le operazioni di Elastic Beanstalk, nonché le autorizzazioni necessarie per la gestione delle risorse dipendenti, come Elastic Load Balancing, Auto Scaling e Amazon S3. Puoi anche usare il generatore di policy AWS per creare policy personalizzati. Per ulteriori informazioni, consulta il documento AWS Elastic Beanstalk Developer Guide.

D: È possibile limitare l'accesso a risorse AWS Elastic Beanstalk specifiche?

Sì. Puoi concedere o negare autorizzazioni a risorse AWS Elastic Beanstalk specifiche, come applicazioni, versioni delle applicazioni e ambienti.

D: A chi vengono fatturate le risorse AWS create da un utente di IAM?

Tutte le risorse create da utenti di IAM nell'ambito di un account root sono di proprietà dell'account root e vengono fatturate a tale account.

D: Chi ha accesso a un ambiente AWS Elastic Beanstalk avviato da un utente di IAM?

L'account root ha accesso completo a tutti gli ambienti AWS Elastic Beanstalk avviati da qualsiasi utente di IAM nell'ambito dell'account. Se usi il modello di Elastic Beanstalk per concedere accesso in sola lettura a un utente di IAM, questo utente potrà visualizzare tutti gli ambienti, le applicazioni e le versioni delle applicazioni, nonché tutte le risorse associate in tale account. Se usi il modello di Elastic Beanstalk per concedere accesso completo a un utente di IAM, questo utente potrà creare, modificare e terminare qualsiasi risorsa Elastic Beanstalk nell'ambito di tale account.

D: Un utente di IAM può accedere alla console di AWS Elastic Beanstalk?

Sì. Un utente di IAM può accedere alla console di AWS Elastic Beanstalk con il proprio nome utente e la password.

D: Un utente di IAM può chiamare l'API di AWS Elastic Beanstalk?

Sì. Un utente di IAM può usare la chiave di accesso e la chiave segreta per eseguire operazioni tramite l'API di Elastic Beanstalk.

D: Un utente di IAM può usare l'interfaccia a riga di comando di AWS Elastic Beanstalk?

Sì. Un utente di IAM può usare la chiave di accesso e la chiave segreta per eseguire operazioni tramite l'interfaccia a riga di comando di AWS Elastic Beanstalk.

Aggiornamenti gestiti della piattaforma

D: In che modo è possibile mantenere la piattaforma dell'ambiente in cui è in esecuzione l'applicazione automaticamente aggiornata?

È possibile aggiornare automaticamente gli ambienti AWS Elastic Beanstalk con la versione più recente della piattaforma in uso che esegue le applicazioni durante finestre di manutenzione predefinite. Elastic Beanstalk rilascia regolarmente nuove versioni delle piattaforma supportate (Java, PHP, Ruby, Node.js, Python, .NET, Go e Docker) con aggiornamenti per sistema operativo, server Web e di applicazioni, linguaggi e framework.

D: In che modo si usano gli aggiornamenti gestiti della piattaforma?

Per consentire ad Elastic Beanstalk di gestire automaticamente gli aggiornamenti della piattaforma, è necessario abilitare gli aggiornamenti gestiti della piattaforma nella scheda relativa alla configurazione della console di Elastic Beanstalk, oppure utilizzare l'interfaccia a riga di comando o l'API di EB. Una volta abilitata la funzione, è possibile configurare quali tipi di aggiornamento consentire e quando questi possono essere applicati.

D: Quali tipi di aggiornamenti di versione della piattaforma è possibile applicare con gli aggiornamenti gestiti di piattaforma?

Elastic Beanstalk può effettuare automaticamente gli aggiornamenti della piattaforma in presenza di nuove patch e di versioni secondarie della piattaforma. Elastic Beanstalk non installerà automaticamente aggiornamenti a versioni principali della piattaforma (ad esempio da Java 7 Tomcat 7 a Java 8 Tomcat 8), perché possono includere modifiche non retrocompatibili e perciò possono richiedere testing aggiuntivo. In questi casi, l'aggiornamento va avviato manualmente.

D: In che modo AWS Elastic Beanstalk distingue tra versioni "principali", "secondarie" e "patch"?

Le versioni delle piattaforme AWS Elastic Beanstalk vengono nominate secondo il seguente formato: PRINCIPALE.SECONDARIA.PATCH (ad es. 2.0.0). Il tipo di aggiornamento dipende dai seguenti fattori:

PRINCIPALE: una versione con modifiche non retrocompatibili.

SECONDARIA: una versione con nuove funzionalità retrocompatibili.

PATCH: una versione con correzioni di bug retrocompatibili.

D: Quando e in che modo è possibile applicare aggiornamenti principali?

È possibile applicare aggiornamenti principali in qualsiasi momento tramite la console di gestione, l'API o l'interfaccia a riga di comando di AWS Elastic Beanstalk. Per applicare l'aggiornamento di una versione principale è possibile:

Applicare l'aggiornamento in un ambiente esistente. Consulta la pagina Updating Your Elastic Beanstalk Environment's Platform Version.

Creare un clone di un ambiente esistente con la nuova versione della piattaforma. Consulta la pagina Clone an Environment per ulteriori informazioni.

D: In che modo Elastic Beanstalk applica gli aggiornamenti gestiti di piattaforma?

Gli aggiornamenti vengono applicati utilizzando un meccanismo di distribuzione non modificabile che garantisce che non siano apportate modifiche all'ambiente esistente finché un parco istanze di Amazon EC2 parallelo in cui siano installati gli aggiornamenti non sarà pronto per sostituire le istanze esistenti (le quali saranno terminate). Inoltre, se il sistema di controllo di Elastic Beanstalk rileva problemi durante l'aggiornamento, il traffico viene reindirizzato verso un parco istanze esistente, per ridurre al minimo le ripercussioni sugli utenti finali dell'applicazione.

D: L'applicazione sarà disponibile durante la finestra di manutenzione?

Poiché gli aggiornamenti gestiti di piattaforma utilizzano un meccanismo di distribuzione non modificabile per applicare gli aggiornamenti, l'applicazione sarà disponibile durante la finestra di manutenzione e gli utenti finali dell'applicazione non noteranno alcuna differenza durante l'aggiornamento.

D: Quanto costa la funzione di aggiornamento gestito di piattaforma?

Non sono previsti costi aggiuntivi per l'utilizzo della funzione di aggiornamento gestito di piattaforma. Vengono solo addebitati i costi per le istanze EC2 aggiuntive utilizzate per applicare le nuove versioni durante il processo di aggiornamento.

D: Che cos'è una finestra di manutenzione?

Una finestra di manutenzione è un intervallo di tempo della durata di due ore, che si verifica una volta alla settimana, durante il quale AWS Elastic Beanstalk avvia gli aggiornamenti di piattaforma se la funzione di aggiornamento gestito di piattaforma è abilitata e sono presenti nuove versioni della piattaforma. Ad esempio, se scegli di impostare una finestra di manutenzione che inizia ogni domenica alle 2 del mattino, AWS Elastic Beanstalk avvia l'aggiornamento tra le 2 e le 4 del mattino tutte le domeniche. Nota bene: a seconda della configurazione dell'applicazione, gli aggiornamenti potrebbero essere completati al di fuori della finestra di manutenzione.

La finestra di manutenzione viene impostata in base all'ambiente, consentendo di configurare finestre di manutenzione diverse per i differenti componenti dell'applicazione. Gli aggiornamenti dell'ambiente possono in questo modo essere scaglionati per evitare che diversi componenti dell'applicazione vengano aggiornati nello stesso momento. Se abiliti gli aggiornamenti gestiti di piattaforma senza specificare una finestra di manutenzione, all'ambiente sarà assegnata una finestra settimanale di default della durata di 2 ore. Se desideri modificare i tempi in cui viene eseguita la manutenzione per tuo conto, puoi modificare la configurazione dell'aggiornamento gestito nella Console di gestione AWS o tramite l'API UpdateEnvironment.

D: In che modo viene notificata la disponibilità di nuove versioni di piattaforma?

La disponibilità di nuove versioni di piattaforma verrà notificata tramite la Console di gestione AWS, annunci suoi forum e note di rilascio.

D: Dove si trovano le novità e le modifiche di una nuova versione di piattaforma?

Per consultare i dettagli concernenti le modifiche presenti in una nuova versione di piattaforma, vai alla pagina delle note di rilascio di AWS Elastic Beanstalk.

D: Quali operazioni è possibile eseguire sull'ambiente durante un aggiornamento gestito?

L'unica azione che è possibile eseguire durante un aggiornamento gestito di piattaforma è l'annullamento. Questa operazione consente di interrompere immediatamente l'aggiornamento e tornare alla versione precedente.

D: Quale versione di piattaforma può essere installata se sono state rilasciate diverse nuove versioni tra due finestre di manutenzione?

L'ambiente sarà sempre aggiornato alla versione più recente disponibile in base al livello selezionato (versione secondaria e patch o solo patch).

D: Dove si trovano i dettagli di tutti gli aggiornamenti gestiti di piattaforma eseguiti su un ambiente?

I dettagli su tutti gli aggiornamenti gestiti di piattaforma sono disponibili nella pagina relativa agli eventi; il tipo di evento corrisponde al tag "MAINTENANCE".

D: Con quale frequenza vengono rilasciati gli aggiornamenti di versione di piattaforma?

Il numero di versioni in un determinato anno può variare in base alla frequenza e al contenuto delle versioni e delle patch rilasciate dal fornitore o dal core team del linguaggio o del framework, oltre che dagli esiti di un'approfondita valutazione di tali versioni e patch da parte del nostro team di tecnici.

Fatturazione

D: Quanto costa AWS Elastic Beanstalk?

Non vengono addebitati costi aggiuntivi per AWS Elastic Beanstalk: pagherai solo le risorse AWS effettivamente usate per archiviare ed eseguire la tua applicazione. I nuovi clienti AWS idonei per il piano di utilizzo gratuito di AWS possono distribuire un'applicazione in esecuzione nell'ambito di questo piano usando le impostazioni predefinite di Elastic Beanstalk.

D: Quanto costano le risorse AWS su cui si basa un'applicazione in AWS Elastic Beanstalk?

Pagherai solo le risorse che usi e non è prevista alcuna tariffa minima per l'uso delle risorse AWS. Per informazioni sui prezzi di Amazon E2, visita la sezione relativa ai prezzi della pagina dei dettagli di EC2. Per informazioni sui prezzi di Amazon S3, visita sezione relativa ai prezzi della pagina dei dettagli di S3. Puoi usare il calcolatore di costo AWS per ottenere una stima della tua fattura per applicazioni di dimensioni diverse.

D: Come si verifica la quantità di risorse AWS usate da un'applicazione e come si accede alla fattura?

Puoi controllare i consumi per il periodo di fatturazione corrente in qualunque momento nel sito Web di Amazon Web Services, accedendo al tuo account Amazon Web Services e quindi facendo clic su Account Activity in Your Web Services Account.

Supporto

D: AWS Support include AWS Elastic Beanstalk?

Sì. AWS Support include il supporto per i problemi correlati all'uso di AWS Elastic Beanstalk. Per ulteriori dettagli e informazioni sui prezzi, consulta la pagina di AWS Support.

D: Quali altre opzioni di supporto sono disponibili?

Puoi attingere alle innumerevoli informazioni esistenti della community di AWS per ottenere supporto per la distribuzione tramite il forum di discussione su AWS Elastic Beanstalk.

Ulteriori informazioni sui prezzi di AWS Elastic Beanstalk

Visita la pagina dei prezzi di AWS Elastic Beanstalk
Sei pronto per iniziare?
Registrati
Hai ulteriori domande?
Contattaci