Domande generali

D: Cos'è Amazon AppFlow?

Amazon AppFlow è un servizio di integrazione completamente gestito che ti consente di trasferire i dati in sicurezza tra le applicazioni Software-as-a-Service (SaaS) come Salesforce, Marketo, Slack e ServiceNow, e i servizi AWS come Amazon S3 e Amazon Redshift, in pochi clic. Con AppFlow, puoi eseguire flussi di dati di qualsiasi portata alla frequenza che stabilisci: pianificata, in risposta a un evento aziendale oppure on demand. AppFlow consente ora di configurare potenti funzioni di trasformazione dei dati come filtro e convalida per generare dati ricchi e pronti all'uso nell'ambito del flusso stesso, senza passaggi aggiuntivi. AppFlow crittografa automaticamente i dati in movimento e consente agli utenti di limitare il flusso dei dati su Internet pubblico per le applicazioni SaaS integrate con AWS PrivateLink, riducendo l'esposizione alle minacce di sicurezza.

D: Quali sono i vantaggi di AWS AppFlow?

Grazie ad AppFlow, non avrai bisogno di impiegare tempi notevoli e uno staff di sviluppatori altamente qualificati per creare e manutenere connettori API personalizzati per i servizi AWS per scambiare dati con le applicazioni SaaS. Gli amministratori di applicazioni SaaS e gli analisti aziendali possono implementare rapidamente la maggior parte delle integrazioni di cui hanno bisogno, senza dover attendere mesi affinché il team informatico completi i progetti di integrazione. Nello specifico, i vantaggi includono:

  • Velocità e flessibilità: Amazon AppFlow ti consente di integrare applicazioni in pochi minuti, senza più dover attendere per giorni o settimane la codifica di connettori personalizzati. Funzionalità come impaginazione dei dati, creazioni di log di errore e nuovi tentativi di connessione alla rete sono incluse per impostazione predefinita, perciò non è richiesta alcuna codifica o gestione. Con Amazon AppFlow, la qualità del flusso di dati è integrata e puoi arricchirlo attraverso mascheramento, mappatura, unione, filtraggio e convalida rendendoli parte del flusso stesso.
  • Privacy e sicurezza: AppFlow crittografa i dati a riposo e in movimento. Puoi crittografare i dati con chiavi gestite da AWS o utilizzando chiavi personalizzate. In questo modo, gli utenti possono inoltre limitare il flusso dei dati sulla rete Internet pubblica utilizzando endpoint Amazon VPC abilitati da AWS PrivateLink. Questo permette di minimizzare la minaccia di attacchi condotti attraverso Internet e il rischio di fuga di dati sensibili.
  • Scalabilità: AppFlow è in grado di aumentare facilmente la capacità senza il bisogno di pianificare o effettuare il provisioning delle risorse, in modo da consentirti di spostare grandi quantità di dati senza suddividerli in più batch. Utilizzando AppFlow, puoi trasferire facilmente milioni di record Salesforce o ticket Zendesk, il tutto mentre esegui un solo flusso.
  • Affidabilità: AppFlow utilizza un'architettura altamente disponibile, con risorse ridondanti e isolate per prevenire qualsiasi singolo punto di errore durante l'esecuzione all'interno dell'infrastruttura resiliente di AWS.

D: Come si inizia a usare AWS AppFlow?

Vai alla Console di gestione AWS e seleziona AppFlow nel menu Servizi. In questo modo avvierai la home page di AppFlow. Un utente IAM autorizzato può creare e configurare un flusso utilizzando i seguenti passaggi:

  • Connetti l'origine dati alla destinazione: assegna un nome al flusso e scegli tra le origini e destinazioni delle applicazioni integrate per iniziare.
  • Scegli il trigger del flusso di dati: i flussi on demand vengono eseguiti una volta immediatamente, i flussi pianificati vengono eseguiti a intervalli specificati e i flussi basati su eventi vengono eseguiti in risposta a eventi aziendali, come la creazione di un'opportunità di vendita o un cambiamento dello stato di un ticket di supporto.
  • Mappa i campi di origine alla destinazione: configura la mappatura dei campi all'interno di AppFlow, oppure, per i set di dati che includono numerosi campi, carica un file csv con una mappatura dei campi in blocco. Puoi anche aggiungere trasformazioni dei campi dei dati, come il mascheramento di informazioni finanziarie sensibili o la combinazione di nomi e cognomi.
  • Aggiungi filtri e convalide dei dati: aggiungi filtri opzionali dei dati, come includere nel flusso solo campi nuovi o selezionati dei dati, e convalide, per esempio verificare che i campi numerici dei dati contengano numeri.
  • Completa: fai clic su Create Flow e i dati inizieranno a scorrere in base ai trigger che hai impostato. Puoi esaminare i flussi di dati e risolvere i problemi a essi relativi in qualsiasi momento ritornando al pannello di controllo.

AppFlow trasferisce dati tra l'origine dati e la destinazione dati, esegue le trasformazioni selezionate e monitora l'elaborazione. Per ottenere automazione, sicurezza e monitoraggio, AppFlow si integra con i servizi AWS di base, inclusi AWS PrivateLink, AWS KMS e Amazon CloudTrail.

D: Quali servizi AWS supporta Amazon AppFlow?

I servizi supportati al lancio includono Amazon S3 e Amazon RedShift e continuiamo ad aggiungerne altri.

D: Quali sono alcuni esempi di flussi che posso configurare utilizzando AppFlow?

AppFlow offre la flessibilità per configurare flussi personali. Alcuni esempi di flussi includono:

  • Creare una copia di un oggetto Salesforce (cioè opportunità, caso, campagna) in Amazon S3.
  • Inviare ticket di casi da Zendesk a una tabella Amazon RedShift
  • Inviare record da un file CSV presente in Amazon S3 a un account, contatto o oggetto lead di Salesforce.
  • Trasferire risultati, per esempio punteggi di lead e punteggi di rischio di abbandono, da Amazon S3 a Salesforce

D: Quali sono i meccanismi di attivazione disponibili per i flussi?

Puoi eseguire flussi on demand, in base a eventi aziendali o secondo una pianificazione:

  • On demand: esegui flussi on demand appena fai clic su "Run Flow" (Esegui flusso) per effettuare trasferimenti o test in blocco,
  • In base a eventi: esegui flussi di dati in risposta a eventi aziendali come la creazione di un'opportunità di vendita, il cambiamento dello stato di un ticket di supporto o il completamento di un modulo di registrazione.
  • Pianificati: esegui flussi di dati secondo una pianificazione di routine all'intervallo di tempo scelto per mantenere i dati sincronizzati, oppure esegui flussi con regolarità.
D: AppFlow offre un contratto sul livello di servizio (SLA)?
 
R: Sì. AWS intraprenderà ogni sforzo commercialmente ragionevole per mantenere AppFlow disponibile per una percentuale di tempo di attività non inferiore al 99,9% nel corso di qualunque ciclo di fatturazione mensile in ogni regione AWS. Per ulteriori informazioni, consulta il contratto sul livello di servizio di AppFlow.

Integrazioni SaaS

D: Sono disponibili attualmente API pubbliche per le mie applicazioni SaaS? Quale valore aggiuntivo offre AppFlow?

Gli sviluppatori possono utilizzare API pubbliche delle applicazioni SaaS per ottenere o inviare dati, ma AppFlow aiuta i clienti a risparmiare tempo consentendo a chiunque preferisca evitare di scrivere codici e studiare la documentazione delle API di tutte le diverse applicazioni SaaS di implementare una gamma di attività di integrazione comuni. AppFlow è un servizio di integrazione API totalmente gestito che sostituisce i connettori personalizzati. Effettua il provisioning di calcolo, storage, e risorse di rete per organizzare ed eseguire i flussi, gestisce l'autorizzazione API tramite l'applicazione SaaS, gestisce il ciclo di vita dei token di accesso e delle chiavi API ed elabora i dati come parte del flusso.

D: Quali integrazioni SaaS sono supportate come origini e destinazioni?

AppFlow supporta origini come Amazon S3, Salesforce, Marketo, Zendesk, Slack e molte altre. Supporta Amazon S3, Amazon RedShift, Salesforce e Snowflake come destinazioni per i flussi. Per maggiori informazioni, visita la pagina integrazioni AppFlow.

D: Vorrei che AppFlow supportasse un'altra integrazione SaaS. Come posso richiederlo?

Contattaci per comunicarci il nome del fornitore SaaS e il tuo caso d'uso.

D: Sono un fornitore SaaS e vorrei effettuare l'integrazione con AppFlow. Che cosa devo fare in seguito?

Siamo sempre interessati ad estendere il supporto a nuovi fornitori SaaS. Contattaci per comunicarci il caso d'uso richiesto dai tuoi clienti e inizieremo il processo.

Privacy e sicurezza

D: È necessario AWS PrivateLink per connettere AppFlow a un'applicazione SaaS?

No. AppFlow si integra con gli endpoint delle API pubbliche delle applicazioni SaaS non compatibili con AWS PrivateLink.

D: Come si configurano le chiavi di crittografia?

Con AppFlow, i dati sono sempre crittografati a riposo e in transito. Per impostazione predefinita, AppFlow utilizza per la crittografia la chiave master del cliente (CMK, customer master key) gestita da AWS. Per la crittografia, puoi anche scegliere chiavi gestite da te (CMK gestite dal cliente). Crea le tue chiavi personalizzate in AWS Key Management Service (KMS). Una volta configurata, la tua chiave personalizzata diventa automaticamente utilizzabile nella creazione dei flussi.

Servizi AWS

D: In quali casi è indicato utilizzare AppFlow e in quali AWS Glue?

AWS Glue fornisce un servizio ETL gestito che semplifica per i data engineer la preparazione e il caricamento di dati archiviati su AWS per effettuare analisi. Crea un catalogo di dati da origini dati conformi a JDBC (cioè database) che rende i metadati disponibili per effettuare operazioni ETL e per inoltrare query tramite Amazon Athena, Amazon EMR e Amazon Redshift Spectrum. AppFlow si connette a origini dati basate su API e consente agli utenti delle linee aziendali di creare un'integrazione di dati senza scrivere codici.

D: In quali casi è indicato utilizzare AppFlow e in quali AWS DataSync?

AWS DataSync è pensato per spostare grandi quantità di dati tra origini dati in locale e AWS Cloud al fine di effettuare migrazioni di dati in blocco, elaborazioni e backup o disaster recovery. AWS DataSync è la scelta ideale se si eseguono abitualmente trasferimenti unici o periodici di decine o centinaia di terabyte. Su tale scala, è necessario utilizzare in maniera efficiente la larghezza di banda della rete e ottenere un throughput elevato. AppFlow, invece, è utilizzato per scambiare dati tra applicazioni SaaS e servizi AWS. AppFlow è progettato per i flussi di dati operativi che possono essere attivati da una persona, un evento o una pianificazione.

D: In quali casi è indicato utilizzare AppFlow e in quali Amazon EventBridge?

Amazon EventBridge consente agli sviluppatori di creare applicazioni basate su eventi che interagiscono con le applicazioni SaaS e i servizi AWS. Le applicazioni SaaS integrate con EventBridge inviano al bus di eventi del cliente eventi che possono successivamente essere instradati verso destinazioni come istanze Amazon EC2 e funzioni Lambda per essere elaborati. AppFlow supporta il trasferimento bidirezionale di dati tra applicazioni SaaS e servizi AWS che può essere avviato da persone utilizzando un'interfaccia utente, una pianificazione o degli eventi, il tutto tramite un'interfaccia punta e clicca.

D: AppFlow può essere distribuito attraverso modelli di CloudFormation?

No, ma il supporto è previsto in futuro.

D: AppFlow supporta CloudTrail?

Sì. Per ricevere uno storico di tutte le chiamate delle API di AppFlow effettuate sul tuo account, è sufficiente attivare CloudTrail nella Console di gestione AWS.

Product-Page_Standard-Icons_01_Product-Features_SqInk
Ulteriori informazioni sui prezzi

Visita la pagina dei prezzi di Amazon AppFlow.

Ulteriori informazioni 
Product-Page_Standard-Icons_02_Sign-Up_SqInk
Ulteriori informazioni sono disponibili nella documentazione

Approfondisci la conoscenza di Amazon AppFlow nella guida per gli sviluppatori.

Ulteriori informazioni 
Product-Page_Standard-Icons_03_Start-Building_SqInk
Inizia a lavorare nella console

Inizia subito a utilizzare Amazon AppFlow nella Console di gestione AWS.

Accedi