Modeling di flussi di lavoro

Una pipeline definisce il flusso di lavoro di un processo di rilascio e descrive in che modo una modifica al codice avanza attraverso tale processo. È composta da una serie di fasi (build, test e distribuzione) che fungono da divisioni logiche in un flusso di lavoro. Ogni fase è costituita da una sequenza di operazioni, ovvero attività quali la creazione di codice o la distribuzione in ambienti di test. AWS CodePipeline fornisce un'interfaccia utente grafica con cui creare, configurare e gestire la pipeline e relative fasi e operazioni, consentendo di visualizzare e modificare con semplicità il flusso di lavoro del processo di rilascio.

Esecuzione in parallelo
CodePipeline può essere utilizzato per definire le operazioni di build, test e distribuzione in modo che vengano eseguite in parallelo per accelerare il flusso di lavoro.

Integrazioni di AWS

AWS CodePipeline può estrarre il codice sorgente per una pipeline direttamente da AWS CodeCommit o Amazon S3. Può inoltre creare build e eseguire testing in AWS CodeBuild. CodePipeline può distribuire le modifiche utilizzando AWS CodeDeploy, AWS Elastic Beanstalk, Amazon Elastic Container Service e AWS OpsWorks.

È possibile impostare operazioni di AWS CloudFormation che consentano di allocare, aggiornare ed eliminare risorse AWS durante il processo di rilascio. Questo consentirà di distribuire in maniera continuativa applicazioni serverless create utilizzando AWS Lambda, Amazon API Gateway e Amazon DynamoDB con AWS Serverless Application Model.

È inoltre possibile attivare funzioni personalizzate definite dal codice in qualsiasi fase della pipeline utilizzando l'integrazione di CodePipeline con AWS Lambda. Ad esempio, è possibile attivare una funzione Lambda che verifica se un'applicazione Web è stata distribuita correttamente.

CodePipeline consente di configurare una pipeline che collega questi servizi con strumenti di sviluppatori di terze parti e sistemi personalizzati.

Plug-in predefiniti

AWS CodePipeline permette di integrare strumenti di sviluppatori terzi, ad esempio GitHub o Jenkins, in qualunque fase del processo di rilascio con un solo clic. È possibile utilizzare strumenti di terze parti per controllo del codice sorgente, creazione di build, testing e distribuzione. Ulteriori informazioni sulle integrazioni sono disponibili in questa pagina.

Plug-in personalizzati

AWS CodePipeline permette anche di integrare sistemi personalizzati. È possibile registrare un'operazione personalizzata che permetta di collegare i server alla pipeline integrando l'agente open source di CodePipeline con essi. È anche possibile avvalersi del plug-in Jenkins di CodePipeline per registrare con la massima semplicità i server di build esistenti attraverso un'operazione personalizzata.

Modelli dichiarativi

AWS CodePipeline permette di definire la struttura di una pipeline utilizzando un documento JSON dichiarativo che illustri flusso di lavoro di rilascio e relative fasi e operazioni. Questi documenti consentono di aggiornare le pipeline esistenti e offrono modelli con cui creare nuove pipeline.

Controllo degli accessi

AWS CodePipeline impiega AWS IAM per definire quali utenti possono apportare modifiche a un flusso di lavoro di rilascio e quali lo controllano. È possibile concedere l'accesso utilizzando utenti IAM, ruoli IAM e le directory integrate con SAML.

Ulteriori informazioni sui prezzi di AWS CodePipeline

Visita la pagina dei prezzi
Ti senti pronto?
Inizia a usare AWS CodePipeline
Hai altre domande?
Contattaci