Genera un ecosistema digitale per creare resilienza nella catena di distribuzione

Genera un ecosistema digitale per creare resilienza nella catena di distribuzione

Conversazione con Dave Evans, Cofondatore e CEO di Fictiv

 Dave Evans, Cofondatore e CEO di Fictiv

La resilienza nella catena di distribuzione è diventata una questione importante ai livelli dirigenziali durante la pandemia. Un evento positivo per Dave Evans, ingegnere che ha fondato Fictiv nel 2013 in seguito alla frustrazione dovuta a lunghe ore trascorse a cercare e gestire i fornitori mentre era alla guida dello sviluppo di nuovi prodotti in Ford. La sua risposta è stata quella di creare un ecosistema di produzione digitale che potesse consegnare parti 5 volte più velocemente delle opzioni di approvvigionamento tradizionali e spostare la produzione da un luogo all'altro in un attimo. Dave ha recentemente parlato nel podcast AWS Industrial Insights di come questa agilità abbia portato vantaggio ai clienti di Fictiv tra le chiusure di fabbrica e le carenze di prodotti durante la pandemia da COVID-19.

Ascolta l'intervista sul podcast AWS Industrial Insights

Citazione

Durante la pandemia, l'agilità della catena di distribuzione è passata da una questione funzionale a una questione di livello dirigenziale. Improvvisamente, i CEO, i CFO e i membri del consiglio di amministrazione si sono chiesti: "Perché non arrivano entrate?" I leader della catena di distribuzione si sono svegliati e ora affermano che i loro ecosistemi hanno bisogno di una migliore tracciabilità, trasparenza e agilità".

Partita a scacchi con il virus

Partita a scacchi con il virus

Quali sono state alcune delle sfide che avete affrontato durante la pandemia, e come le avete affrontate?

Dave Evans: In Fictiv, scriviamo software che collega gli ordini dei clienti con la capacità produttiva inattiva a livello globale. Immaginiamo che una macchina in una fabbrica in Cina o in Texas non funzioni. Come possiamo permettere a un ingegnere che lavora alla Honeywell di Phoenix di ordinare pezzi da quella macchina inattiva? Durante la pandemia, quando il nostro team Asia-Pacifico (APAC) è stato colpito dal virus, abbiamo dovuto spostare il 30% della nostra produzione fuori dalla Cina e instradarla verso gli Stati Uniti, l'India e Taiwan. Ma, grazie al nostro ecosistema digitale, questo processo si è rivelato molto efficiente e abbiamo perso solo tre giorni di produzione. Poi è accaduto il contrario: l'APAC si è riattivata e gli Stati Uniti sono stati colpiti. Così, abbiamo spostato la produzione nella regione APAC con un solo giorno di inattività. Poi il virus ha colpito l'India, dove abbiamo un team di produzione considerevole. Così abbiamo spostato la produzione fuori dall'India e l'abbiamo indirizzata verso altre aree della regione APAC.

Le persone vengono prima del prodotto

Le persone vengono prima del prodotto

Dal punto di vista della leadership, di quale mentalità c'è stato bisogno per ottenere questo tipo di impatto?

Dave Evans: Per molti dei miei colleghi, che sono anche fondatori, il prodotto è l'unica cosa importante. Cosa sto creando? Come realizzo un prodotto migliore per i clienti? Il mio mantra è persone, persone, persone. Sono le persone che costruiscono il prodotto, e quel prodotto è ciò che serve al cliente. Quindi la nostra base di business è sempre stata: come aiutiamo le persone a lavorare al loro meglio, che stiano con noi per un anno oppure per 10?

Citazione

Ho notato più volte che, quando le persone realizzano cosa stanno cercando di cambiare, i risultati sono migliori di quelli di chi dice: 'Dobbiamo fare l'industria 4.0!'".

I parametri sono meglio delle tendenze

Come avete aiutato le persone a lavorare al loro meglio?

Dave Evans: Quando stavamo costruendo l'azienda, ci siamo chiesti: "Cosa stiamo cercando di cambiare?". E ci siamo accordati su due semplici parametri: volevamo fare le cose a una velocità 100 volte superiore e a un decimo del costo. Semplici parametri operativi, ma con enormi implicazioni per il modo in cui si assistono i clienti, dove si investe in tecnologia e come si costruisce la rete di partner.

In che modo?

Dave Evans: Diciamo che vogliamo portare un nuovo paese online o investire in una particolare tecnologia. La prima domanda che il mio team si pone è: "Saremo in grado di fare le cose 100 volte più velocemente che con la soluzione tradizionale?" o "Possiamo farlo a un decimo del costo?". Ho visto più volte che quando le persone capiscono cosa stanno cercando di cambiare, i risultati sono migliori di quelli di chi dice: 'Dobbiamo fare l'industria 4.0!'". In fin dei conti, siamo responsabili della consegna di pezzi che vanno su aerei, dispositivi medici e veicoli autonomi. Abbiamo un livello di responsabilità elevato, e disporre di parametri chiari ci aiuta ad adempiere a questo compito.

Citazione

La nostra base di business è sempre stata: come aiutiamo le persone a lavorare al loro meglio, che stiano con noi per un anno oppure per 10?”

Una piattaforma per creare superpoteri

Una piattaforma per creare superpoteri

Di fronte alle avversità, come siete stati in grado di rispettare i vostri parametri operativi?

Dave Evans: La tecnologia è il motore dell'efficienza per noi. Ma non basta schioccare le dita, la tecnologia non fa tutto il lavoro. C'è bisogno di persone per approntare le procedure operative standard (SOP) e sviluppare la tecnologia, che è ciò che ottimizza il flusso di lavoro. Il modo in cui lo descrivo ai responsabili dell'approvvigionamento e ai responsabili operativi è: pensate al team di manager dell'approvvigionamento strategico, ingegneri della qualità e specialisti dell'approvvigionamento che avete costruito. Io ho queste persone in Fictiv, ma la differenza è che loro hanno dei superpoteri. Se le persone di altre aziende possono gestire solo cinque fornitori perché lavorano con e-mail e PowerPoint, la nostra azienda può gestirne 500. E la ragione per cui possono farlo è la nostra tecnologia. AWS è stato un partner favoloso per noi in questo ambito. Questa combinazione di software e operazioni di produzione di riunioni digitali è matura per essere stravolta.

Su cosa vi concentrate per essere sicuri di consegnare ai clienti?

Dave Evans: Non possediamo un solo stabilimento di produzione. Abbiamo una rete altamente controllata e gestita di partner di produzione che consideriamo il nostro Ecosistema. Quell'Ecosistema è costituito da tre componenti. Il primo è la nostra piattaforma: tutta la tecnologia che scriviamo, tutti i nodi che colleghiamo, è basata su AWS e i dati. Il secondo sono i nostri partner che si integrano con la nostra tecnologia, e quando hanno la capacità disponibile, si occupano effettivamente della costruzione del pezzo di metallo o di plastica del caso. Il terzo, che considero il più importante, sono le persone. L'Ecosistema è gestito da persone come quelle che monitorano la progettazione per la produzione e ispezionano la qualità del lavoro dei nostri partner. Ma loro hanno dei superpoteri: hanno la grande leva dei nostri partner e della piattaforma digitale.

Avevamo un centro di qualità negli Stati Uniti dove una squadra controllava tutti i prodotti prima che andassero ai nostri clienti. Avevamo scritto delle SOP su come farlo. Il nostro team di ingegneri ha preso quell'insieme di processi, ovvero l'intero processo di qualità, e li ha digitalizzati. Hanno fatto foto, misure, raccolto i dati, creando un sistema che ci ha permesso di fare tutto digitalmente in una dashboard, come una torre di controllo del traffico aereo. Pensavamo di tornare ad avere quel centro di distribuzione dopo la fine della pandemia. Ma abbiamo visto migliori consegne puntuali e meno difetti di prodotto con quell'implementazione tecnologica rispetto a quando li osservavamo fisicamente.

Diventare agente del cambiamento

Diventare agente del cambiamento

Parlando dei cambiamenti fatti durante la pandemia che intendete mantenere, cosa devono fare i leader per essere preparati alla prossima crisi?

Dave Evans: Durante la pandemia, l'agilità della catena di distribuzione è passata da una questione funzionale a una questione di livello dirigenziale. Improvvisamente, i CEO, i CFO e i membri del consiglio di amministrazione si sono chiesti: "Perché non arrivano entrate?" I leader della catena di distribuzione si sono svegliati e ora affermano che i loro ecosistemi hanno bisogno di una migliore tracciabilità, trasparenza e agilità.

Stiamo vedendo molta innovazione in un breve lasso di tempo che mi rende molto entusiasta e incentivato. Non c'è mai stato un momento migliore per affermare che dobbiamo concentrarci sul digitale e guidare la vera resilienza nella nostra catena di distribuzione. Venivo dalla Ford, dove sei sempre un piccolo ingranaggio in una grande ruota, non importa quale sia il tuo titolo. Quindi penso che non importa chi sia all'ascolto: è possibile essere un agente del cambiamento. È la cosa più importante: essere un campione del cambiamento.

Citazione

I miei dipendenti sanno che se vogliono perseguire un nuovo progetto, devono spiegare come l'investimento aumenterà la velocità o i risparmi sui costi".

Come si fa a diventare un campione del cambiamento in mezzo a priorità contrastanti?

Dave Evans: Ci sono alcuni ottimi whitepaper che si concentrano sul modello di valore economico, come ad esempio qual è l'impatto dell'adozione del digitale e dell'implementazione della resilienza, in dollari, sulla propria organizzazione. Noi accompagniamo i clienti in questo cammino. Chiediamo quali tipi di ritardi vedono nella linea di produzione, quanto è grande il loro team, o se passassero al digitale, quanto più velocemente potrebbero realizzare ricavi? A quanto aumenterebbe la resa dei loro prodotti? Possiamo aiutare a costruire questo ragionamento. Un'altra cosa su cui concentrarsi sono i parametri. Quali sono i parametri che stanno a cuore all'organizzazione e che si ritiene di poter influenzare? I miei dipendenti sanno che se vogliono perseguire un nuovo progetto, devono spiegare come l'investimento aumenterà la velocità o i risparmi sui costi. Diventano parametri chiari per qualsiasi individuo e guidano il cambiamento organizzativo, dalla persona delle risorse umane che si occupa dell'inserimento dei dipendenti al chief architect.

Condividi questa storia


Le persone che servono per avere successo sono già in azienda
eBook | Lettura di 5 minuti
Le persone che servono per avere successo sono già in azienda
Esplora le conoscenze istituzionali e le pratiche culturali già esistenti
Scopri di più 
Resta competitivo investendo nelle competenze cloud
eBook | Lettura di 5 minuti
Resta competitivo investendo nelle competenze cloud
Le competenze cloud sono l'investimento più importante che puoi fare
Scopri di più 
Un piano in 10 passi per la trasformazione dei talenti
Infografica | Lettura di 2 minuti
Un piano in 10 passi per la trasformazione dei talenti
Come pianificare, evolvere e ottimizzare le proprie prassi di gestione finanziaria IT
Scopri di più 

Informazioni sul nostro ospite

Dave Evans, Cofondatore e CEO, Fictiv

Dave Evans
Cofondatore e CEO, Fictiv

In qualità di CEO di Fictiv, Dave Evans è fautore della visione dell'azienda, ovvero mettere nelle mani degli innovatori le migliori capacità produttive e di catena di distribuzione, senza vincoli. Prima di fondare Fictiv, Dave è stato il primo assunto al Silicon Valley Innovation Lab di Ford, sotto la divisione Global Research e Advanced Engineering di Ford. Dave ha conseguito la laurea triennale in ingegneria meccanica alla Stanford University.

Collegati

Newsletter
Newsletter di Executive Insights
Ottieni le ultime informazioni e prospettive dagli esecutivi all'interno e all'esterno di AWS direttamente nella tua posta in arrivo
Iscriviti alla newsletter 
Blog
Blog di Enterprise Strategy
Scopri come i dirigenti hanno gestito personalmente la trasformazione alimentata dal cloud
Leggi il blog 
Social
AWS Executive Connection
Prospettive sull'abilitazione dell'innovazione e della trasformazione grazie a cultura, talento e leadership
Seguici su LinkedIn