Domande generali

D: Cos'è Amazon Lightsail?

Amazon Lightsail è il modo più semplice per iniziare a utilizzare AWS, dedicato a sviluppatori, piccole aziende, studenti e altri utenti che necessitano di una soluzione per creare e ospitare le proprie applicazioni nel cloud. Lightsail fornisce agli sviluppatori le capacità di calcolo, storage e rete e le funzionalità necessarie per distribuire e gestire siti e applicazioni Web nel cloud. Lightsail offre tutto l'occorrente per lanciare rapidamente un progetto: macchine virtuali, container, database, CDN, sistemi di bilanciamento del carico, gestione di DNS ecc., a prezzi mensili contenuti e prevedibili.

D: Cosa è possibile fare con Lightsail?

Puoi ottenere piani preconfigurati per server virtuali privati che forniscono tutto ciò di cui hai bisogno per distribuire e gestire l'applicazione. Lightsail è ideale per i progetti che richiedono alcuni server virtuali privati e per gli utenti che preferiscono un'interfaccia di gestione semplice. I casi di utilizzo comune di Lightsail includono l'esecuzione di siti e applicazioni Web, blog, siti di e-commerce, software semplici e molto altro.

D: In cosa consiste un piano Lightsail?

Definito anche come pacchetto, un piano Lightsail include un server virtuale con una quantità di memoria fissa (RAM) e calcolo (vCPU), storage basato su SSD (dischi) e una quota gratuita per il trasferimento dei dati. I piani Lightsail offrono inoltre indirizzi IP statici (5 per account) e gestione DNS (3 zone di domini per account). I piani Lightsail vengono fatturati su base oraria on demand, perciò paghi esclusivamente per l'effettivo utilizzo.

D: Cos'è un'istanza Lightsail?

Un'istanza Lightsail è un server virtuale privato (VPS) ospitato nel Cloud AWS. Utilizza le tue istanze Lightsail per archiviare dati, eseguire codice e creare siti o applicazioni basate sul Web. Le tue istanze possono collegarsi tra loro e ad altre risorse AWS tramite reti pubbliche (Internet) e private (VPC). Puoi creare, gestire e collegare facilmente le istanze dalla console Lightsail.

D: Quali software posso eseguire sulle mie istanze?

Lightsail offre una gamma di modelli di sistemi operativi e applicazioni che vengono installati automaticamente quando crei una nuova istanza Lightsail. I modelli di applicazione includono WordPress, Drupal, Joomla!, Ghost, Magento, Redmine, LAMP, Nginx (LEMP), MEAN, Node.js, Django e molti altri.

Puoi installare software aggiuntivi sulle tue istanze utilizzando l'SSH nel browser o il tuo client SSH.

D: Come si crea un'istanza Lightsail?

Dopo avere effettuato l'accesso a Lightsail, puoi utilizzare la console Lightsail, l'interfaccia a riga di comando (CLI) o l'API per creare e gestire le istanze.

La prima volta che accedi alla console, seleziona Create Instance (Crea istanza). La pagina di creazione dell'istanza ti consente di scegliere il software, l'ubicazione e il nome della tua istanza. Una volta selezionato Create (Crea), la nuova istanza verrà avviata automaticamente in pochi minuti.

D: Lightsail offre un'API?

Sì. Tutto ciò che fai sulla console Lightsail si appoggia su un'API disponibile al pubblico. Scopri come installare e utilizzare CLI e API di Lightsail.

D: Come ci si registra a Lightsail?

Per cominciare a utilizzare Lightsail, seleziona Get Started (Inizia) e accedi. Per accedere a Lightsail, utilizza il tuo account Amazon Web Services; se non ne possiedi uno, avrai la possibilità di crearlo.

Risorse Lightsail

D: Come funzionano le istanze Lightsail?

Le istanze Lightsail sono specificatamente sviluppate da AWS per casi d'uso come server Web, ambienti di sviluppo e piccoli database. Questi carichi di lavoro non utilizzano completamente la CPU spesso o in maniera regolare, ma occasionalmente necessitano di un incremento delle prestazioni. Le istanze di Lightsail sono istanze a prestazioni espandibili che forniscono un livello base di prestazioni della CPU e, in aggiunta, la possibilità di superare temporaneamente tale livello. La progettazione delle istanze consente di ottenere le prestazioni di cui hai bisogno al momento giusto, proteggendo l'ambiente dalla variabilità delle prestazioni o dagli altri effetti collaterali tipici dell'oversubscription. Per ulteriori informazioni sulle prestazioni espandibili, visita questa pagina.

Se hai bisogno di ambienti altamente configurabili e istanze con prestazioni della CPU costantemente elevate per applicazioni come quelle di codifica video o HPC, ti raccomandiamo di utilizzare Amazon EC2.

D: Come ci si collega a un'istanza Lightsail?

Lightsail offre il collegamento sicuro con 1 clic al terminale della tua istanza direttamente dal browser, supportando l'accesso SSH per le istanze basate su Linux/Unix e l'accesso RDP per le istanze basate su Windows. Per utilizzare i collegamenti con 1 clic, lancia le schermate di gestione delle istanze, fai clic su Connect using SSH (Connettiti tramite SSH) oppure Connect using RDP (Connettiti tramite RDP). Si aprirà una nuova finestra del browser che si collega automaticamente alla tua istanza.

Se preferisci collegarti all'istanza basata su Linux/Unix utilizzando il tuo client, Lightsail si occuperà di archiviare la chiave SSH e del lavoro di gestione, fornendoti una chiave sicura da utilizzare nel tuo client SSH.

D: Come si usano gli IP in Lightsail?

Ogni istanza Lightsail ottiene automaticamente un indirizzo IP privato e uno pubblico. Puoi utilizzare l’indirizzo IP privato per trasmettere dati tra le istanze Lightsail e le risorse di AWS in modo privato, gratuitamente. Puoi utilizzare l’indirizzo IP pubblico per connetterti alla tua istanza da Internet, da un nome di dominio registrato o tramite una connessione RDP o SSH dal computer locale. Puoi anche associare un indirizzo IP all’istanza, che sostituisce l’indirizzo IP pubblico con un indirizzo IP che non cambia anche se l’istanza viene interrotta e avviata.

D: Cos'è un IP statico?

Un IP statico è un IP fisso, pubblico, dedicato al tuo account Lightsail. Puoi assegnare un IP statico a un'istanza sostituendo l'IP pubblico. Se decidi di sostituire la tua istanza con un'altra, puoi riassegnare l'IP statico alla nuova istanza. In questo modo, non hai bisogno di riconfigurare eventuali sistemi esterni (come i record DNS) per indirizzare a un nuovo IP ogni volta che vuoi sostituire l'istanza.

D: Cosa sono i record DNS?

Il DNS è un servizio distribuito globale che traduce nomi comprensibili come www.esempio.com in indirizzi IP numerici come 192.0.2.1, utilizzati dai computer per connettersi tra loro. Con Lightsail, puoi mappare facilmente i nomi dei tuoi domini registrati come photos.example.com agli IP pubblici delle tue istanze Lightsail. In questo modo, quando gli utenti inseriscono nomi leggibili come example.com nel browser, Lightsail traduce automaticamente l'indirizzo nell'IP dell'istanza verso la quale desideri indirizzare i tuoi utenti. Ciascuna di queste traduzioni viene definita come query DNS.

Occorre sapere che per utilizzare un dominio in Lightsail è necessario prima registrarlo. Puoi registrare nuovi domini utilizzando Amazon Route 53 oppure un registrar DNS a tua scelta.

D: Posso gestire le impostazioni del firewall per la mia istanza?

Sì. Puoi controllare il traffico dati delle tue istanze utilizzando il firewall di Lightsail. Dalla console Lightsail, puoi impostare regole riguardo a quali porte della tua istanza siano accessibili pubblicamente per i diversi tipi di traffico.

D: Cosa sono gli snapshot?

Gli snapshot sono backup temporizzati di istanze, database o dischi di storage di blocchi. Puoi creare uno snapshot delle tue risorse in qualsiasi momento, oppure puoi abilitare gli snapshot automatici su istanze e dischi per fare in modo che Lightsail li crei per te. È possibile utilizzare gli snapshot come baseline per creare nuove risorse o eseguire il backup dei dati. Uno snapshot contiene tutti i dati necessari per ripristinare la risorsa (dal momento in cui è stato creato lo snapshot). Quando si ripristina una risorsa creandola da uno snapshot, la nuova risorsa inizia come una replica esatta della risorsa originale utilizzata per creare lo snapshot.

È possibile creare manualmente snapshot delle istanze, dei dischi e dei database di Lightsail oppure utilizzare gli snapshot automatici per indicare a Lightsail di scattare automaticamente snapshot giornalieri delle istanze e dei dischi. Per ulteriori informazioni, vedi Snapshot in Amazon Lightsail.

D: Cosa sono gli snapshot automatici?

Gli snapshot automatici sono un modo per pianificare snapshot quotidiani delle tue istanze Linux/Unix in Amazon Lightsail. Puoi scegliere l'ora del giorno e Lightsail scatterà automaticamente uno snapshot per te ogni giorno all'ora che hai scelto e manterrà sempre i tuoi sette snapshot automatici più recenti. L'abilitazione degli snapshot è gratuita: paghi solo lo storage effettivo utilizzato dai tuoi snapshot.

D: Quali sono le differenze tra gli snapshot manuali e gli snapshot automatici?

Gli snapshot automatici non possono essere taggati o esportati direttamente su Amazon EC2. Tuttavia, gli snapshot automatici possono essere copiati e convertiti in snapshot manuali. Per copiare uno snapshot automatico in uno snapshot manuale, scegli Conserva dal menu contestuale dello snapshot automatico per copiarlo come snapshot manuale.

D: Come si esegue il backup delle istanze?

Se desideri eseguire il backup dei dati, puoi utilizzare la console Lightsail o l'API per acquisire uno snapshot della tua istanza. In caso di guasto o errore nella distribuzione del codice, potrai utilizzare lo snapshot dell'istanza per crearne una nuova. Raccomandiamo di interrompere temporaneamente la tua istanza quando acquisisci lo snapshot, per assicurarti che i dati siano completi e non siano in alcun modo corrotti.

D: Qual è la differenza tra l'interruzione e l'eliminazione dell'istanza?

Quando interrompi l'istanza, questa viene disattivata nello stato in cui si trova e rimane pronta per riprendere l'attività in qualsiasi momento. L'interruzione dell'istanza ne libera l'IP pubblico, perciò si raccomanda di utilizzare IP statici per le istanze che devono mantenere lo stesso IP dopo l'interruzione.

Quando elimini l'istanza, esegui un'operazione distruttiva. A meno che non abbia effettuato uno snapshot dell'istanza, tutti i dati in essa contenuti verranno persi e non è possibile recuperarli. Anche gli IP pubblici e privati dell'istanza verranno rilasciati. Se stavi utilizzando un IP statico con quell'istanza, l'IP statico viene scollegato, ma rimane nel tuo account.

D: Posso aggiornare il mio piano?

Sì. È possibile effettuare uno snapshot dell'istanza e utilizzare l'API per lanciare una nuova istanza più grande. Puoi lanciare nuove istanze dallo snapshot utilizzando la console Lightsail o la CLI. Le istruzioni su come utilizzare la CLI sono disponibili qui.

D: Come si collegano le istanze Lightsail alle altre risorse nel mio account AWS?

Puoi connettere privatamente le istanze Lightsail alle risorse VPC nel tuo account AWS utilizzando il peering VPC. Basta selezionare Enable VPC peering (Abilita peering VPC) sulla pagina del tuo account e Lightsail si occuperà di tutto. Una volta abilitato il peering VPC, puoi indirizzare altre risorse AWS nel tuo VPC AWS predefinito utilizzando gli IP privati. Le istruzioni sono disponibili qui.

Tieni presente che devi disporre di un VPC di default impostato nel tuo account AWS per consentire il funzionamento del peering VPC con Lightsail. Gli account AWS creati prima di dicembre 2013 non dispongono di un VPC di default ed è necessario impostarne uno. Scopri maggiori informazioni sull'impostazione del tuo VPC predefinito qui.

D: In quali regioni è disponibile Lightsail?

Lightsail è attualmente disponibile in tutte le zone di disponibilità nelle seguenti regioni AWS:

Stati Uniti orientali (Virginia)
Stati Uniti orientali (Ohio)
Stati Uniti occidentali (Oregon)
Canada (Centrale)
Europa (Francoforte)
Europa (Irlanda)
Europa (Londra)
Europa (Parigi)
Asia e Pacifico (Mumbai)
Asia e Pacifico (Singapore)
Asia e Pacifico (Sydney)
Asia e Pacifico (Tokyo)
Asia Pacifico (Seoul)

D: Cosa sono le zone di disponibilità?

Le zone di disponibilità sono raccolte di data center in esecuzione su un'infrastruttura fisica, distinta e indipendente e sono progettate in modo da essere altamente affidabili. Le fonti più comuni di guasto, come generatori e apparecchiature di raffreddamento, non sono condivise tra le zone di disponibilità. Inoltre, le zone di disponibilità sono fisicamente separate, in modo tale che anche eventi estremi molto rari, come incendi, trombe d'aria o inondazioni possano colpire solo una sola zona di disponibilità.

D: Quali sono le quote di servizio di Lightsail?

Per informazioni sulle quote di servizio di Lightsail più recenti e anche per sapere quali quote potrebbero aumentare, consulta le quote di servizio di Lightsail in AWS General Reference. Se devi aumentare una quota, crea un caso con il servizio clienti.

D: Come posso ricevere maggiore assistenza?

Siamo qui per te. Quick Assist di Lightsail offre immediatamente utili suggerimenti per le operazioni sulla console. Dalla console Lightsail, puoi anche accedere a una raccolta di guide alle operazioni di base, panoramiche e istruzioni. E se desideri utilizzare l'API o la CLI, Lightsail offre una Guida di riferimento alle API completa per tutti i linguaggi di programmazione supportati. Puoi inoltre utilizzare le risorse di supporto Lightsail:

In aggiunta, AWS Support offre una gamma di piani a pagamento per soddisfare le tue esigenze personali.

D: Quali sistemi operativi posso utilizzare con Amazon Lightsail?

Lightsail supporta attualmente 6 distribuzioni Linux o simili a Unix (Amazon Linux, Debian, FreeBSD, OpenSUSE e Ubuntu) e 3 versioni di Windows Server (2012 R2, 2016 e 2019).

D: Cosa sono i tag?

Un tag è un'etichetta che assegni a una risorsa di Lightsail. Ogni tag consiste di una chiave e di un valore, entrambi personalizzabili. Il valore di un tag è facoltativo, quindi puoi scegliere di creare tag con sole chiavi per filtrare le risorse nella console di Lightsail.

D: Per quale scopo posso utilizzare i tag in Lightsail?

I tag hanno numerosi scopi di utilizzo: ti permettono di raggruppare e filtrare le tue risorse nella console Lightsail e nelle API, tracciare e organizzare le spese all'interno della tua fattura e definire chi può visualizzare o modificare le tue risorse attraverso delle regole per la gestione degli accessi. Taggando le tue risorse puoi:

  • Organizzare: utilizza i filtri della console di Lightsail e delle API per visualizzare e gestire le risorse in base alle tag che hai assegnato loro. Questa funzionalità è molto utile quando hai tante risorse dello stesso tipo: puoi rapidamente individuare una risorsa specifica in base ai tag assegnati.
  • Allocare i costi: traccia e gestisci i costi attraverso diversi progetti o utenti taggando le tue risorse e creando delle tag apposite per l’allocazione dei costi all’interno della tua console di fatturazione. Per esempio, puoi dividere la tua fattura e comprenderne i costi singoli per progetto o cliente.
  • Gestire gli accessi: controlla come gli utenti con accesso al tuo account AWS possono modificare, creare ed eliminare risorse di Lightsail utilizzando le policy di AWS Identity and Access Management (IAM). Ciò ti permette di collaborare in modo più semplice con altri senza la necessità di dover dare loro pieno accesso alle tue risorse di Lightsail.

Per ulteriori informazioni sui tag in Lightsail >>

D: Quali risorse possono essere taggate?

Di seguito sono riportate le risorse che è possibile taggare in Lightsail:

  • Istanze (Linux e Windows)
  • Servizi container
  • Dischi di storage a blocchi
  • Sistemi di bilanciamento del carico
  • Database
  • Zone DNS
  • Snapshot di istanze, dischi e database

Gli snapshot manuali supportano anche i tag e ricevono automaticamente gli stessi tag della risorsa di origine. Puoi modificare i tag quando utilizzi uno snapshot per creare una nuova istanza, un nuovo disco o un nuovo database.

D: Come posso taggare gli snapshot in Lightsail?

La console Lightsail tagga automaticamente gli snapshot utilizzando gli stessi tag della risorsa padre. Tuttavia, i tag non vengono copiati automaticamente da una risorsa ai suoi snapshot automatici. Se utilizzi l'API Lightsail per creare uno snapshot, puoi scegliere quale tag applicare allo snapshot.

Importante: al momento i tag degli snapshot di database non sono inclusi nei report di fatturazione (tag per l'allocazione dei costi).

D: Qual è la differenza tra i tag che contengono una chiave e un valore e i tag che contengono solo una chiave?

I tag di Lightsail sono costituiti da un valore e una chiave, così da permetterti di organizzare le risorse come le istanze attraverso categorie differenti (per esempio: project:Blog, project:Game, project:Test). Ciò ti permette anche di avere pieno controllo su qualsiasi utilizzo delle tag, come l’organizzazione delle risorse, la creazione di report di fatturazione e la gestione degli accessi. La console di Lightsail, inoltre, ti consente di utilizzare tag composti solo da una chiave per permetterti di filtrare le risorse all'interno della console in modo più semplice.

D: Amazon Lightsail supporta le funzionalità di monitoraggio e avviso?

Sì. Con Amazon Lightsail puoi raccogliere parametri su varie risorse, tra cui istanze, sistemi di bilanciamento del carico e database. Per tutte le risorse individuali, puoi configurare due soglie di allarme per ogni parametro. Al superamento della soglia di allarme, riceverai una notifica nella console Lightsail e, in alternativa, puoi scegliere di ricevere un messaggio di posta elettronica e/o un SMS. Non ti verranno addebitati costi aggiuntivi per la funzionalità di monitoraggio e avviso in Lightsail. Tuttavia, potrebbero venirti addebitati costi aggiuntivi dall'operatore mobile per l'invio di SMS.

Fatturazione e gestione dell'account

D: Quanto costano i piani Lightsail?

I piani Lightsail sono fatturati in base a una tariffa oraria on demand, perciò paghi soltanto in base all'utilizzo effettivo. Per ciascun piano Lightsail che utilizzi, ti fatturiamo la tariffa oraria fissa, fino al costo massimo mensile del piano. Il piano Lightsail più economico parte da 0,0047 USD/ora (3,50 USD/mese). I piani Lightsail che includono una licenza di Windows Server partono da una tariffa di 0,01075 USD/ora (8 USD/mese).

D: Quando si paga per il piano?

Le istanze Lightsail vengono fatturate solo quando sono in esecuzione o in stato di interruzione. Se elimini la tua istanza Lightsail prima della fine del mese, ti addebiteremo un costo ripartito proporzionalmente, in base al numero totale di ore in cui hai utilizzato la tua istanza Lightsail. Ad esempio, se utilizzi il piano Lightsail meno costoso per 100 ore al mese, ti verranno addebitati 47 centesimi (100 * 0,0047).

D: Quanto costano gli IP statici di Lightsail?

Sono gratuiti per Lightsail, a condizione che li utilizzi. Non devi pagare per un IP statico se questo è collegato a un'istanza. Gli IP pubblici sono una risorsa scarseggiante e Lightsail si impegna a promuoverne un utilizzo efficiente, perciò applichiamo una piccola tariffa di 0,005 USD/ora per gli IP statici non collegati a un'istanza per più di 1 ora.

D: Quanto costa il trasferimento dati?

Il tuo piano include una quota gratuita per il trasferimento dati. I trasferimenti di dati in ingresso e in uscita dalla tua istanza sono conteggiati rispetto alla quota di trasferimento dati. Per le distribuzioni della rete per la distribuzione rapida di contenuti (CDN) di Lightsail, sono conteggiati solo i trasferimenti di dati in uscita rispetto alla quota.

Se superi la quota di trasferimento dati, ti verranno addebitati solamente i dati trasferiti IN USCITA da un'istanza Lightsail verso Internet o le risorse AWS se utilizzi l'indirizzo IP pubblico dell'istanza. I trasferimenti dati sia IN INGRESSO sia IN USCITA da istanze Lightsail sono gratuiti anche oltre la quota di trasferimento dati se si utilizza l'indirizzo IP privato dell'istanza. Per le distribuzioni CDN di Lightsail, tutti i trasferimenti di dati in uscita della tua distribuzione incorreranno in un addebito se verrà superata la quota di trasferimento dei dati.

D: Qual è la quota gratuita di trasferimento dati prevista dal mio piano?

Ciascun piano Lightsail include anche una sostanziosa quota gratuita per il trasferimento dati IN INGRESSO e IN USCITA. Ad esempio, utilizzando il pacchetto di istanze Lightsail meno costoso, puoi inviare e ricevere fino a 1 TB di dati da Internet al mese, senza costi aggiuntivi.

D: Come funziona la mia quota per il trasferimento dati?

Qualsiasi tipo di trasferimento dati che consumi è coperto dal tuo piano Lightsail ed è conteggiato nella quota di trasferimento dati. Se il trasferimento dati della tua istanza rientra nella quota del piano, non ti verranno addebitati costi aggiuntivi. La tua quota di trasferimento dati si azzera ogni mese e puoi utilizzarla in qualsiasi momento nel corso del mese. Se elimini la tua istanza prima della fine del mese e ne crei un'altra, la quota per il trasferimento dati viene condivisa tra le due istanze.

D: Cosa succede se supero la quota gratuita di trasferimento dati prevista dal mio piano?

Abbiamo concepito i nostri piani per il trasferimento dati in modo tale che la grande maggioranza dei clienti sarà coperta dalla quota gratuita e non dovrà sostenere costi aggiuntivi. Anche se superi la quota per il trasferimento dati, alcuni tipi di trasferimento restano gratuiti. Il trasferimento dei dati IN INGRESSO nelle istanze Lightsail è sempre gratuito. Anche il trasferimento dei dati IN USCITA da un'istanza Lightsail a un'altra istanza Lightsail o risorsa AWS nella stessa regione è gratuito se si utilizzano indirizzi IP privati.

D: Quali tipi di trasferimenti dati mi vengono fatturati?

Se superi la quota gratuita mensile di trasferimento dati prevista dal tuo piano, ti verranno addebitati solamente i dati trasferiti IN USCITA da un'istanza Lightsail verso Internet, verso un'altra regione AWS o verso le risorse AWS nella stessa regione utilizzando indirizzi IP pubblici. Il costo previsto per questi tipi di trasferimento dati oltre la quota gratuita è il seguente:

  • Stati Uniti orientali (Virginia settentrionale): 0,09 USD/GB
  • Stati Uniti orientali (Ohio): 0,09 USD/GB
  • Stati Uniti occidentali (Oregon): 0,09 USD/GB
  • Canada (Centrale): 0,09 USD/GB
  • Europa (Francoforte): 0,09 USD/GB
  • Europa (Irlanda): 0,09 USD/GB
  • Europa (Londra): 0,09 USD/GB
  • Europa (Parigi): 0,09 USD/GB
  • Asia Pacifico (Mumbai): 0,13 USD/GB
  • Asia Pacifico (Singapore): 0,12 USD/GB
  • Asia Pacifico (Sydney): 0,17 USD/GB
  • Asia Pacifico (Tokyo): 0,14 USD/GB
  • Asia Pacifico (Seul): 0,13 USD/GB

Le istanze create in differenti zone di disponibilità possono comunicare tra le zone in maniera privata e gratuita ed è molto raro che riportino problemi di funzionamento nello stesso momento. Le zone di disponibilità ti consentono di creare applicazioni e siti Web ad elevata disponibilità senza aumentare il costo dei trasferimenti dati, né compromettere la sicurezza dell'applicazione.

Quando superi la quota di trasferimento dei dati del tuo piano di distribuzione CDN di Lightsail, ti vengono addebitati tutti i trasferimenti dei dati IN USCITA. Il costo del trasferimento dei dati oltre la quota di distribuzione è diversa dalle istanze Lightsail e corrisponde a:

  • Asia Pacifico: 0,13 USD/GB
  • Australia: 0,17 USD/GB
  • Canada: 0,09 USD/GB
  • Europa: 0,09 USD/GB
  • India: 0,13 USD/GB
  • Giappone: 0,14 USD/GB
  • Medio Oriente: 0,11 USD/GB
  • Sudafrica: 0,11 USD/GB
  • Sud America: 0,11 USD/GB
  • Stati Uniti: 0,09 USD/GB

D: Come variano le quote di trasferimento dati del mio piano in base alla regione?

Tutte le regioni AWS dispongono della stessa quota di trasferimento dati prevista dal piano indicata alle pagine amazonlightsail.com e amazonlightsail.com/prezzi, ad eccezione delle regioni Asia Pacifico (Mumbai) e Asia Pacifico (Sydney). In queste due regioni AWS, le quote per il trasferimento dati previste dai piani sono le seguenti:

  • Piano da 512 MB: 500 GB
  • Piano da 1 GB: 1 TB
  • Piano da 2 GB: 1,5 TB
  • Piano da 4 GB: 2 TB
  • Piano da 8 GB: 2,5 TB
  • Piano da 16 GB: 3 TB
  • Piano da 32 GB: 3,5 TB

D: Come funziona la mia quota per il trasferimento dati con i sistemi di bilanciamento del carico?

Il sistema di bilanciamento del carico non consuma la quota di trasferimento dati. Il traffico tra il sistema di bilanciamento del carico e le istanze di destinazione viene misurato e conteggiato rispetto alla quota per il trasferimento dati delle tue istanze o distribuzioni, allo stesso modo in cui il traffico in ingresso e in uscita verso Internet viene conteggiato rispetto alla quota per il trasferimento dati delle istanze Lightsail non coperte da un sistema di bilanciamento del carico. Il traffico in ingresso e in uscita dal sistema di bilanciamento del carico verso Internet non viene calcolato rispetto alla quota per il trasferimento dati delle istanze.

D: Quanto costa la gestione DNS di Lightsail?

La gestione DNS è gratuita all'interno di Lightsail. Puoi creare fino a 3 zone DNS e tutti i record che vuoi per ciascuna zona DNS. Hai inoltre a disposizione una quota mensile di 3 milioni di query DNS al mese per le tue zone. Superati i 3 milioni di query al mese, ti verranno fatturati 0,40 USD/milione di query DNS.

D: Quanto costano gli snapshot di Lightsail?

Gli snapshot di Lightsail costano 0,05 USD/GB al mese, sia per le istanze, sia per il disco. Questo significa che se acquisisci uno snapshot della tua istanza SSD da 30 GB e lo conservi per un mese, alla fine del mese pagherai 1,50 USD.

Se acquisisci numerosi snapshot in sequenza della stessa istanza, Lightsail ne ottimizza automaticamente il costo. Per ogni nuovo snapshot che acquisisci, dovrai pagare solo per la parte dell'istanza che è cambiata. Nell'esempio precedente, se l'istanza cambia solo di 2 GB, il secondo snapshot costerà solo 0,10 USD al mese.

D: Quanto costa lo storage a blocchi di Lightsail?

Lo storage a blocchi di Lightsail costa 0,10 USD per GB al mese.

D: Quanto costano i sistemi di bilanciamento del carico di Lightsail?

I sistemi di bilanciamento del carico di Lightsail costano 18 USD al mese.

D: Quanto costa la gestione dei certificati?

I certificati e la gestione dei certificati di Lightsail sono gratuiti con l'utilizzo di un sistema di bilanciamento del carico Lightsail.

D: Posso provare Lightsail gratuitamente?

Sì! Indipendentemente dal fatto che tu sia già cliente AWS o un nuovo cliente, riceverai 750 ore di utilizzo gratuito del piano Lightsail da 512 MB. Puoi inoltre provare i piani Lightsail che includono una licenza Windows Server gratuita utilizzando le stesse dimensioni del piano.

Puoi utilizzare le 750 ore gratuite impiegando il numero di istanze che vuoi. Ad esempio, puoi eseguire una singola istanza Lightsail per tutto il mese, oppure 10 istanze Lightsail per 75 ore. L'offerta per la prova gratuita è applicabile esclusivamente all'utilizzo entro il primo mese di calendario dall'iscrizione a Lightsail.

D: Come si gestisce l'account AWS?

Lightsail è un servizio AWS e viene eseguito sull'infrastruttura cloud AWS affidabile e comprovata. Per accedere a Lightsail e alla Console di gestione AWS si utilizzano lo stesso account e le stesse credenziali AWS.

Puoi gestire il tuo account AWS, inclusa la modifica di password, nome utente, informazioni di contatto o di fatturazione dalla console di gestione dei costi e fatturazione di AWS.

D: Quali sono le condizioni legali di utilizzo di Lightsail?

Lightsail è un servizio Web di Amazon, pertanto per utilizzarlo è necessario prima acconsentire al Contratto con il cliente AWS e ai Termini del servizio. Quando crei istanze Lightsail, accetti inoltre che il tuo utilizzo del software è soggetto all'accordo di licenza con l'utente finale del venditore, che puoi rivedere sulla pagina di creazione dell'istanza.

D: Come si paga la fattura di Lightsail?

Puoi pagare e gestire la tua fattura attraverso la console di fatturazione e gestione costi AWS. AWS accetta gran parte delle carte di credito più comuni. Scopri di più sulla gestione dei metodi di pagamento.

Storage a blocchi di Lightsail

D: Cosa è possibile fare con lo storage a blocchi di Lightsail?

Lo storage a blocchi di Lightsail fornisce volumi di storage aggiuntivi (chiamati "dischi collegati" in Lightsail) che puoi applicare alla tua istanza Lightsail, come una sorta di disco rigido. I dischi collegati sono utili per applicazioni e software che necessitano di separare dati specifici dal servizio principale e proteggere i dati delle applicazioni in caso di guasto o di altri problemi delle istanze o del disco di sistema. I dischi collegati offrono le prestazioni costanti e la bassa latenza necessarie per le applicazioni o i software che accedono di frequente ai dati archiviati.

Lo storage a blocchi di Lightsail impiega volumi a stato solido (SSD). Questo tipo di storage a blocchi consente di bilanciare prezzi convenienti e buone prestazioni ed è concepito per supportare la grande maggioranza di carichi di lavoro in esecuzione su Lightsail. Ai clienti con applicazioni che richiedono prestazioni IOPS elevate, quantità notevoli di throughput per disco, o che eseguono database di grandi dimensioni come MongoDB, Cassandra, ecc., consigliamo di utilizzare EC2 con GP2 o storage Provisioned IOPS (SSD) piuttosto che Lightsail.

D: Quanto può essere grande il disco collegato?

Ciascun disco collegato può raggiungere i 16 TB.

D: Quanti dischi posso collegare per istanza Lightsail?

È possibile collegare fino a 15 dischi per istanza Lightsail.

D: Posso collegare un disco a più di 1 istanza?

No, i dischi possono essere collegati a una sola istanza alla volta.

D: Il mio disco deve essere collegato a un'istanza?

No, puoi scegliere di non collegare un disco all'istanza. Il disco rimane nel tuo account in stato non collegato. Non c'è differenza di prezzo se il disco non è collegato a un'istanza.

D: Posso aumentare le dimensioni del mio disco collegato?

Sì, puoi aumentare le dimensioni del disco acquisendo uno snapshot e creando un nuovo disco più grande da quest'ultimo.

D: Lo storage a blocchi di Lightsail offre la crittografia?

Sì, per mantenere al sicuro i tuoi dati, tutti i dischi collegati a Lightsail e gli snapshot dei dischi sono criptati da inattivi per default, utilizzando chiavi che Lightsail gestisce per te. Lightsail fornisce inoltre la crittografia dei dati che si spostano tra le istanze Lightsail e i dischi collegati.

D: Che disponibilità posso attendermi dallo storage a blocchi di Lightsail?

Lo storage a blocchi di Lightsail è progettato per assicurare disponibilità e affidabilità elevate. Ogni disco collegato viene automaticamente replicato all'interno della sua zona di disponibilità per proteggere l'utente dai guasti dei componenti. Nonostante Lightsail non garantisca contratti sul livello di servizio, i dischi di storage a blocchi Lightsail sono progettati per offrire il 99,99% di disponibilità e un tasso di guasti annuale inferiore allo 0,2%. Lightsail supporta inoltre gli snapshot dei dischi per consentire il backup regolare dei dati.

D: In che modo è possibile eseguire il backup del disco collegato?

Puoi eseguire il backup del disco acquisendo uno snapshot del disco stesso. Puoi inoltre eseguire il backup dell'intera istanza e di eventuali dischi collegati acquisendo uno snapshot dell'istanza.

D: In che modo i dischi collegati differiscono dallo storage incluso nel mio piano Lightsail?

Il disco di sistema incluso nel tuo piano Lightsail è il dispositivo root della tua istanza. Se arresti la tua istanza, anche il disco di sistema verrà eliminato. Se si verifica un guasto dell'istanza, il disco di sistema potrebbe esserne influenzato. Inoltre, non è possibile scollegare il disco di sistema o eseguirne il backup separatamente dall'istanza. I dati archiviati su un disco collegato permangono indipendentemente dall'istanza. I dischi collegati possono essere distaccati e spostati tra le istanze, ed è possibile eseguirne il backup indipendentemente dall'istanza utilizzando lo snapshot del disco. Per proteggere i dati, raccomandiamo di utilizzare il disco di sistema dell'istanza Lightsail solo per i dati temporanei. Per i dati che necessitano di un livello più elevato di durabilità, raccomandiamo di utilizzare i dischi collegati e di eseguirne regolarmente il backup acquisendo gli snapshot dei dischi o delle istanze.

Sistema di bilanciamento del carico Lightsail

D: Cosa è possibile fare con i sistemi di bilanciamento del carico Lightsail?

I sistemi di bilanciamento del carico Lightsail ti consentono di creare siti Web e applicazioni ad elevata disponibilità. Distribuendo il traffico tra le istanze in diverse zone di disponibilità e indirizzandolo solo verso le istanze di destinazione funzionanti, i sistemi di bilanciamento del carico Lightsail riducono il rischio di interruzione delle applicazioni a causa di un problema dell'istanza o in caso di mancata disponibilità del data center. Con i sistemi di bilanciamento del carico Lightsail e istanze di destinazione multiple, il tuo sito Web o la tua applicazione possono supportare gli aumenti di traffico Web e mantenere buone prestazioni per i visitatori durante i picchi di carico.

In aggiunta, puoi utilizzare i sistemi di bilanciamento del carico Lightsail per creare applicazioni sicure e ricevere traffico HTTPS. Lightsail elimina la difficoltà di richiedere, effettuare il provisioning e mantenere i certificati SSL/TSL. La gestione dei certificati integrata richiede e rinnova i certificati al posto tuo e li aggiunge automaticamente al sistema di bilanciamento del carico.

D: Posso utilizzare i sistemi di bilanciamento del carico con istanze in diverse regioni AWS o in diverse zone di disponibilità?

Non è possibile utilizzare i sistemi di bilanciamento del carico con istanze in esecuzione in diverse regioni AWS. È tuttavia possibile utilizzare istanze di destinazione di diverse zone di disponibilità con il sistema di bilanciamento del carico. In effetti, raccomandiamo di distribuire le istanze di destinazione tra le zone di disponibilità per ottimizzare la disponibilità della tua applicazione.

D: Come vengono gestiti i picchi di traffico dal sistema di bilanciamento del carico di Lightsail?

I sistemi di bilanciamento del carico si dimensionano automaticamente per gestire i picchi di traffico nella tua applicazione senza che tu debba regolarli manualmente. Se la tua applicazione registra un temporaneo picco di traffico, il sistema di bilanciamento del carico di Lightsail si dimensiona automaticamente per continuare a dirigere efficacemente il traffico verso le tue istanze Lightsail. Nonostante il sistema di bilanciamento del carico di Lightsail sia concepito per gestire con facilità i picchi di traffico, le applicazioni che registrano volumi estremamente elevati di traffico potrebbero riportare il degrado delle prestazioni o throttling. Se prevedi che la tua applicazione debba gestire costantemente oltre 5 GB/ora di dati o un numero elevato di connessioni (>400k nuove connessioni/ora, >15k connessioni contemporaneamente attive), ti raccomandiamo di utilizzare Amazon EC2 con Application Load Balancer.

D: In che modo i sistemi di bilanciamento del carico Lightsail dirigono il traffico verso le mie istanze di destinazione?

I sistemi di bilanciamento del carico Lightsail dirigono il traffico verso le istanze di destinazione funzionanti sulla base di un algoritmo round robin.

D: In che modo Lightsail può sapere se le mie istanze di destinazione sono funzionanti?

Durante la creazione del sistema di bilanciamento del carico, ti sarà richiesto di specificare un percorso (un file comune o l'URL di una pagina Web) per il ping di Lightsail. Se l'istanza di destinazione può essere raggiunta utilizzando questo percorso, Lightsail vi indirizzerà il traffico. Se una delle istanze di destinazione non risponde, Lightsail non indirizzerà il traffico verso quella istanza. Se necessario, è possibile aggiornare il percorso del controllo dello stato tramite le schermate di gestione del sistema di bilanciamento del carico.

D: Qual è la differenza tra i tag che contengono una chiave e un valore e i tag che contengono solo una chiave?

I tag di Lightsail sono costituiti da un valore e una chiave, così da permetterti di organizzare le risorse come le istanze attraverso categorie differenti (per esempio: project:Blog, project:Game, project:Test). Ciò ti permette anche di avere pieno controllo su qualsiasi utilizzo delle tag, come l’organizzazione delle risorse, la creazione di report di fatturazione e la gestione degli accessi. La console di Lightsail, inoltre, ti consente di utilizzare tag composti solo da una chiave per permetterti di filtrare le risorse all'interno della console in modo più semplice.

D: Posso assegnare un'istanza a più sistemi di bilanciamento del carico?

Sì, Lightsail supporta l'aggiunta di istanze come istanze di destinazione a più di un sistema di bilanciamento del carico, se richiesto.

D: Cosa succede alle mie istanze di destinazione quando viene eliminato il sistema di bilanciamento del carico?

Se elimini il sistema di bilanciamento del carico, le istanze di destinazione collegate continuano a funzionare normalmente e appaiono nella console Lightsail come normali istanze Lightsail. Tieni presente che potrebbe essere necessario aggiornare i tuoi record DNS per dirigere il traffico verso una delle tue istanze di destinazione precedenti una volta eliminato il sistema di bilanciamento del carico.

D: Cos'è il salvataggio permanente della sessione?

Il salvataggio permanente della sessione consente al sistema di bilanciamento del carico di associare la sessione di un visitatore alla specifica istanza di destinazione. Questo garantisce che tutte le richieste dall'utente durante la sessione vengano inviate alla stessa istanza di destinazione. Lightsail supporta il salvataggio permanente della sessione per le applicazioni che richiedono ai visitatori di utilizzare le stesse istanze di destinazione per la coerenza dei dati. Ad esempio, molte applicazioni che richiedono l'autenticazione dell'utente possono trarre vantaggio dall'utilizzo del salvataggio permanente della sessione. È possibile attivare il salvataggio permanente della sessione per uno specifico sistema di bilanciamento del carico tramite le schermate di gestione del sistema di bilanciamento del carico dopo la creazione.

D: Che tipi di connessioni sono supportati dai sistemi di bilanciamento del carico Lightsail?

I sistemi di bilanciamento del carico Lightsail supportano le connessioni HTTP e HTTPS.

Gestione dei certificati

D: Come si utilizzano i certificati forniti da Lightsail?

I certificati SSL/TLS sono usati per stabilire l'identità del tuo sito Web o della tua applicazione e proteggere le connessioni tra i browser e il tuo sito Web. Lightsail fornisce un certificato firmato da utilizzare con il sistema di bilanciamento del carico, mentre quest'ultimo fornisce la terminazione SSL/TSL prima di instradare il traffico verificato alle tue istanze di destinazione attraverso la rete AWS sicura. I certificati Lightsail possono essere utilizzati esclusivamente con sistemi di bilanciamento del carico Lightsail e non con le singole istanze Lightsail.

D: In che modo si convalida il certificato?

I certificati Lightsail sono convalidati dal dominio, cioè occorre fornire una prova dell'identità confermando di possedere o avere accesso al dominio del sito Web prima che il certificato possa essere fornito dall'autorità pertinente. Quando richiedi un nuovo certificato, Lightsail ti chiederà di aggiungere un CNAME alla/e zone/e DNS del dominio o dei domini che stai convalidando. Aggiungerai questo CNAME ovunque gestisci le zone DNS, sia che si tratti della gestione DNS di Lightsail o di un fornitore di hosting DNS esterno (ad es. Route 53, GoDaddy, Namecheap, ecc.). Una volta convalidato il certificato, è possibile rimuovere il record CNAME dalla zona DNS.

D: Cosa succede se non riesco a convalidare il mio dominio?

Per motivi di sicurezza, devi essere in grado di confermare che possiedi un dominio. Ciò significa che se tu o altri nella tua organizzazione non riuscite per qualsiasi motivo ad aggiungere un record DNS per convalidare il certificato, non sarai in grado di utilizzare un sistema di bilanciamento del carico abilitato con HTTPS per Lightsail.

D: Quanti domini e sottodomini posso aggiungere al mio certificato?

Puoi aggiungere fino a 10 domini o sottodomini per certificato. Lightsail attualmente non supporta domini con caratteri jolly.

D: Come posso modificare i domini associati al mio certificato?

Per modificare (aggiungere/eliminare) i domini associati al tuo certificato, occorre inviare nuovamente il certificato e convalidare di nuovo la proprietà dei domini. Seguire i passaggi contenuti nelle schermate di gestione dei certificati per rigenerare il certificato e aggiungere o rimuovere i domini quando richiesto.

D: In che modo si rinnova il certificato?

Lightsail si occupa della gestione del rinnovo dei certificati SSL/TLS. Ciò significa che Lightsail tenta di rinnovare automaticamente i certificati prima della scadenza, senza che tu debba intervenire. Il tuo certificato Lightsail deve essere effettivamente associato a un sistema di bilanciamento del carico prima di potere essere rinnovato automaticamente.

D: Cosa succede al mio certificato quando viene eliminato il sistema di bilanciamento del carico?

Se si elimina il sistema di bilanciamento del carico, anche il certificato viene eliminato. Se dovrai utilizzare un certificato per lo stesso dominio in futuro, sarà necessario richiedere e convalidare un nuovo certificato.

D: Posso scaricare il mio certificato fornito da Lightsail?

No, i certificati Lightsail sono associati al tuo account Lightsail e non possono essere rimossi e utilizzati all'esterno di Lightsail.

Upgrade a EC2

D: Cos'è l'upgrade a EC2?

L'upgrade a EC2 è una funzione che ti permette di creare una copia della tua istanza Lightsail su Amazon EC2. Una volta effettuato l'aggiornamento a EC2, potrai scegliere tra la vasta gamma di tipi di istanze, configurazioni e modelli di pagamento che EC2 offre, oltre ad avere un controllo ancora più dettagliato del tuo ambiente di reti, storage e computazione.

D: Perché dovrei utilizzare l'upgrade a EC2?

Lightsail ti consente di eseguire e ridimensionare in modo semplice una vasta scelta di applicazioni basate sul cloud con pacchetti di costi ridotti e prevedibili. Lightsail inoltre applica automaticamente le configurazioni del tuo ambiente cloud come quelle relative alla gestione delle reti e degli accessi.

L’aggiornamento a EC2 ti permette di eseguire le tue applicazioni su una gamma più vasta di istanze, che variano dalle istanze di macchine virtuali con più potere di calcolo, memoria e networking, a istanze specializzate o accelerate con FPGA e GPU. Inoltre, EC2 svolge meno operazioni di gestione automatica e di configurazione, permettendoti di aver maggior controllo su come configuri il tuo ambiente cloud, come con la tua VPC.

D: Come funziona?

Per iniziare, hai bisogno di esportare lo snapshot manuale della tua istanza Lightsail. Utilizzerai quindi la procedura guidata Aggiorna a EC2 per creare un'istanza in EC2.

Chi già conosce EC2 potrà quindi utilizzare il wizard di creazione o l’API di EC2 per creare nuove istanze EC2 con la stessa procedura con cui si crea un’istanza dal proprio AMI EC2 esistente. Oppure, è possibile seguire la guida sulla console di Lightsail per creare una nuova istanza EC2.

Nota: l’esportazione degli snapshot manuali delle istanze Ghost e Django in Amazon EC2 non è attualmente supportata. Ci scusiamo per l’inconveniente.

D: Qual è il costo?

Puoi utilizzare Upgrade a EC2 gratuitamente. Una volta completata l’esportazione degli snapshot su EC2, ti verrà addebitato il costo dell’immagine EC2 separatamente e in aggiunta al tuo snapshot Lightsail. Anche qualsiasi nuova istanza di EC2 che è stata lanciata sarà addebitata da EC2 includendo il rispettivo volume di storage di EBS e il trasferimento dei dati. Fai riferimento alla pagina dei prezzi di EC2 per maggiori informazioni sul costo delle nuove istanze e risorse. Il costo delle risorse di Lightsail ancora in esecuzione sul tuo account Lightsail sarà addebitato secondo le normali tariffe fino a quando non saranno eliminate.

D: Posso esportare gli snapshot di un database gestito o di disco?

La funzione di aggiornamento consente di esportare snapshot manuali di disco di Lightsail ma al momento non supporta snapshot di database gestiti. Gli snapshot di disco possono essere ri-alimentati come volumi EBS dalla console EC2 o dall'API.

D: Quali risorse di Lightsail possono aggiornare?

L'upgrade a EC2 è progettato per permetterti di esportare istanze Linux e Windows e il relativo storage di blocco (se presente) su EC2. Inoltre, supporta anche l’esportazione di dischi di storage di blocchi non collegati su EBS. Al momento, non supporta l'esportazione di sistemi di bilanciamento del carico, database, IP statici o record DNS.

Database gestiti

D: Cosa sono i database gestiti di Lightsail?

I database gestiti di Lightsail sono istanze dedicate a database in esecuzione e non ad altri carichi di lavoro come server Web, server di posta, ecc. Un database di Lightsail può contenere più database creati dagli utenti a cui è possibile accedere utilizzando gli stessi strumenti e le stesse applicazioni che si utilizzerebbero con un database a sé stante. Lightsail si occupa di gestire la sicurezza e il corretto funzionamento dell’infrastruttura sottostante e del sistema operativo del tuo database, così che tu possa eseguirne uno senza dover disporre di approfondite conoscenze nella gestione delle infrastrutture.

Come ogni istanza di Lightsail normale, i database di Lightsail sono forniti con una quantità fissa di memoria, potenza di computazione e storage basato su SSD che puoi aumentare nel tempo. Lightsail installerà e configurerà automaticamente il database scelto una volta che è stato creato.

D: Come posso utilizzare i database gestiti?

I database gestiti di Lightsail forniscono un modo semplice che richiede poca manutenzione per archiviare i tuoi dati nel cloud. Puoi eseguire i database di Lightsail sia come nuovi database, sia come database locali o ospitati successivamente migrati sul cloud, quindi, su Lightsail.

Inoltre, separando il tuo database in istanze dedicate puoi scalare la tua applicazione per accettare quantità maggiori di traffico e carichi di lavoro più intensivi. I database di Lightsail sono particolarmente utili per applicazioni stateful (come WordPress e i CMS più comuni) che richiedono di sincronizzare i dati quando effettui il ridimensionamento su una singola istanza. È possibile applicare ai database di Lightsail un sistema del bilanciamento del carico di Lightsail e due o più istanze di Lightsail per creare un’applicazione forte e scalabile. Utilizzando il piano di Elevata disponibilità di Lightsail puoi anche aggiungere una ridondanza al tuo database, così da garantire tempi di attività elevati per la tua applicazione.

D: Quali sono le funzioni gestite all'interno dei database gestiti di Lightsail?

Lightsail si occupa di una sere di attività di manutenzione e sicurezza all'interno del tuo database e la sua infrastruttura sottostante. Lightsail effettua automaticamente il backup del tuo database offrendoti opzioni di ripristino basato su punti nel tempo precisi nell’arco degli ultimi 7 giorni di utilizzo del database, così da evitare errori nel componente o perdita di dati. Inoltre, Lightsail effettua automaticamente la crittografia dei tuoi dati inattivi o in transito per aumentare i livelli di sicurezza, e ripristina la password del tuo database per permetterti di connetterti in modo sicuro allo stesso. Dal punto di vista della manutenzione, Lightsail si occupa di eseguirne le operazioni durante le finestre di manutenzione da te impostate. Tali operazioni includono l'aggiornamento automatico alla versione di database minore e più recente e tutte le attività di gestione dell'infrastruttura sottostante e del sistema operativo del database.

D: Quali piani gestiti offre Lightsail?

Lightsail offre 4 dimensioni di database nei piani Standard e Elevata disponibilità. Ciascun piano offre una quantità fissa di storage e una quota mesile per il trasferimento dei dati. È inoltre possibile aumentare il proprio piano nel tempo, a seconda delle necessità, e passare da un piano Standard a un piano Elevata disponibilità. I piani di Elevata disponibilità offrono le stesse risorse offerte dai piani Standard e includono un database standby eseguito su una zona di disponibilità separata dal tuo database primario così da permettere ridondanza.

D: Cos'è un piano di Elevata disponibilità?

I database gestiti sono disponibili nei piani Standard e di Elevata disponibilità. I piani Standard e di Elevata disponibilità offrono le stesse risorse di memoria e storage, e la stessa quota di trasferimento dei dati. I piani di Elevata disponibilità ti permettono inoltre di disporre di un database ridondante e durevole, poiché offrono un database standby creato automaticamente in una zona di disponibilità separata dal tuo database primario su cui vengono replicati i dati in sincrono e che offre meccanismi di failover in caso di errore nell’infrastruttura e durante la manutenzione, così che tu possa assicurarti di disporre del massimo di uptime anche quando il database viene aggiornato o mantenuto in automatico da Lightsail. Suggeriamo di utilizzare piani di Elevata disponibilità per applicazioni o software di produzione in esecuzione che richiedono tempi di attività elevati.

D: Come posso ridimensionare il mio database gestito?

Per aumentare le risorse del tuo database utilizzando uno snapshot dello stesso e creandone un altro più grande oppure utilizzando la funzionalità di ripristino di emergenza. Inoltre, puoi anche passare da un piano Standard a un piano di Elevata disponibilità e viceversa utilizzando uno dei due metodi. Non è possibile diminuire il proprio database. Per ulteriori informazioni, consulta la pagina Creare un database da uno snapshot su Amazon Lightsail.

D: Come posso effettuare il backup del mio database gestito?

Lightsail effettua il backup dei tuoi dati in modo automatico e ti permette di ripristinarli su un nuovo database scegliendo un punto nel tempo specifico. I backup automatici sono un servizio gratuito per i tuoi database, ma i dati salvati sono quelli relativi agli ultimi 7 giorni. Se elimini il tuo database, tutti i dati dei backup automatici saranno eliminati e non sarà più possibile effettuarne il ripristino. Per conservare i dati di backup in seguito all’eliminazione del proprio database o per archiviare dei dati relativi a un periodo maggiore di 7 giorni è necessario utilizzare degli snapshot manuali.

È possibile creare degli snapshot manuali del tuo database gestito di Lightsail dalle pagine di gestione del database. Gli snapshot manuali contengono tutti i dati all’interno del tuo database e possono essere utilizzati come backup dei dati che desideri archiviare in modo permanente. Puoi anche utilizzare gli snapshot manuali per creare un nuovo database di maggiori dimensioni o passare da un piano Standard a un piano Elevata disponibilità. Gli snapshot manuali vengono conservati fino all'eliminazione manuale e il loro costo è pari a 0,05 USD/GB al mese.

D: Cosa accade ai miei dati quando elimino un database gestito?

Quando un database gestito viene eliminato, sia il database che tutti i suoi backup automatici saranno ugualmente eliminati. Non vi sono modi per poter ripristinare i dati eliminati, a meno che non si utilizzi uno snapshot manuale prima dell’eliminazione del database. Durante la fase di eliminazione del database, Lightsail offre un’opzione che ti permette di effettuare uno snapshot manuale dei dati con un clic, così da permetterti di proteggerti dalla perdita accidentale di dati. Anche se facoltativo, raccomandiamo vivamente di effettuare uno snapshot manuale dei dati prima dell’eliminazione di un database. Puoi eliminare gli snapshot manuali in futuro nel caso non abbia più bisogno dei dati conservati.

D: Come posso utilizzare le istanze di Lightsail per i miei database gestiti?

Una volta creato un database gestito, puoi cominciare immediatamente a utilizzarlo con la tua applicazione utilizzando le istanze di Lightsail come server Web o altri carichi di lavoro dedicati per la tua applicazione. Per connettere un’istanza Lightsail al tuo database, utilizza l’endpoint dello stesso e immetti la tua password conservata in modo sicuro per poter configurare il database come datastore all’interno del codice della tua applicazione. Puoi trovare i dati relativi alla connessione all’interno delle schermate di gestione del database. Il nome e la posizione del file per la configurazione del tuo database variano a seconda dell’applicazione. Nota: puoi connettere più istanze allo stesso database attraverso le stesse tabelle o utilizzandone altre.

Distribuzioni CDN Lightsail

D: Cosa è possibile fare con le distribuzioni CDN Lightsail?

Le distribuzioni della rete per la distribuzione rapida di contenuti (CDN) di Lightsail facilitano la consegna rapida dei contenuti ospitati sulle risorse Lightsail archiviandoli e servendoli sulla rete di distribuzione globale di Amazon CloudFront. Le distribuzioni ti permettono anche di abilitare il tuo sito Web per supportare il traffico HTTPS fornendo la creazione e l'hosting di semplici certificati SSL. Infine, possono aiutarti a ridurre il carico sulle risorse Lightsail e permettere al sito Web di gestire alti picchi di traffico. Come in tutte le funzionalità di Lightsail, le impostazioni possono essere completate con pochi clic e il costo è una quota mensile.

D: Che tipo di risorse posso utilizzare come origine per le mie distribuzioni?

Le distribuzioni Lightsail ti permettono di utilizzare le istanze Lightsail e i sistemi di bilanciamento del carico come origini. I container Lightsail non sono attualmente supportati come origini. Le risorse esterne a Lightsail, come i bucket S3, non sono supportate.

D: Devo collegare un'IP statico alla mia istanza Lightsail per poterla utilizzare come origine per la distribuzione Lightsail?

Sì. È necessario collegare IP statici alle istanze specificate come origini.

D: Come si imposta una distribuzione Lightsail con il mio sito Web WordPress?

Basta creare la distribuzione, selezionare l'istanza WordPress come origine e scegliere il piano. Le distribuzioni Lightsail configurano automaticamente le impostazioni di distribuzione per ottimizzare le prestazioni per la maggior parte delle configurazioni WordPress.

D: Posso collegare più origini?

Anche se non è possibile collegare più origini alla distribuzione Lightsail, puoi collegare più istanze a un sistema di bilanciamento del carico Lightsail e specificarlo come origine della distribuzione.

D: Le distribuzioni Lightsail supportano la creazione dei certificati?

Sì. Le distribuzioni Lightsail facilitano la creazione, la verifica e il collegamento di certificati direttamente dalla pagina di gestione della distribuzione.

D: È necessario un certificato?

È necessario un certificato solo se vuoi utilizzare il nome del tuo dominio personalizzato con la tua distribuzione. Tutte le distribuzioni Lightsail sono create con un solo nome del dominio Amazon CloudFront abilitato per HTTPS. Tuttavia, se vuoi utilizzare il tuo dominio personalizzato con la tua distribuzione, dovrai collegare un certificato per il dominio personalizzato nella distribuzione.

D: C'è un limite al numero di certificati che posso creare?

Sì. Per ulteriori informazioni, fai riferimento alle quote del servizio di Lightsail.

D: Come posso configurare la mia distribuzione per reindirizzare le richieste da HTTP a HTTPS?

Le distribuzioni Lightsail reindirizzano automaticamente tutte le richieste da HTTP a HTTPS per assicurare che il contenuto venga fornito in modo sicuro.

D: Come posso configurare il mio dominio apex in modo che punti alla mia distribuzione Lightsail?

Per fare in modo che il dominio apex punti alla distribuzione CDN, devi creare un record ALIAS nel Domain Name System (DNS) del tuo dominio che mappi il dominio apex nel dominio predefinito della distribuzione. Se il fornitore di hosting DNS non supporta i record ALIAS, puoi utilizzare le zone DNS Lightsail per configurare facilmente il tuo dominio apex in modo che punti al dominio della distribuzione.

D: Quali sono le differenze tra le quote di trasferimento dei dati delle istanze di Lightsail e le quote di trasferimento dei dati della distribuzione?

Mentre i trasferimenti di dati IN INGRESSO e IN USCITA vengono conteggiati rispetto alla quota di trasferimento dati dell'istanza, solo il trasferimento di dati IN USCITA viene conteggiato rispetto alla quota della distribuzione. Inoltre, tutti i trasferimenti di dati IN USCITA che superano la quota di distribuzione vengono addebitati secondo una tariffa in base all'eccesso, ma alcuni tipi di trasferimento dati IN USCITA sono gratuiti per le istanze. Infine, le distribuzioni Lightsail utilizzano diversi modelli di eccesso regionali, ma la maggior parte delle tariffe è uguale a quelle addebitate per il superamento del trasferimento di dati dell'istanza.

D: Posso cambiare il piano associato alla mia distribuzione?

Sì. Puoi cambiare il piano della distribuzione una volta al mese. Se vuoi cambiare il piano in un secondo momento, devi aspettare l'inizio del mese successivo.

D: Come posso assicurarmi che la mia distribuzione funzioni?

Le distribuzioni Lightsail forniscono una grande varietà di parametri che tracciano le prestazioni della distribuzione, ad esempio il totale del numero di richieste ricevute, la quantità di dati inviati ai client e all'origine e la percentuale di richieste che hanno portato a errori. Inoltre, puoi creare degli avvisi collegati ai parametri di distribuzione.

D: Quando devo utilizzare le distribuzioni Lightsail piuttosto che le distribuzioni Amazon CloudFront?

Le distribuzioni Lightsail sono create specificatamente per gli utenti che ospitano siti Web e applicazioni Web sulle risorse Lightsail, come le istanze e i sistemi di bilanciamento del carico. Se utilizzi un altro servizio in AWS per ospitare il tuo sito Web o la tua app, hai necessità di configurazione complesse o hai un carico di lavoro che coinvolge un gran numero di richieste per secondo o una grande quantità di streaming video, ti consigliamo di utilizzare Amazon CloudFront.

D: Come dovrebbe essere utilizzata la CDN Lightsail?

Le distribuzioni CDN Amazon Lightsail sono create utilizzando bundle di trasferimento dati a prezzi fissi per rendere il costo dell'utilizzo del servizio semplice e prevedibile. I bundle della distribuzione sono progettati per coprire il valore mensile di utilizzo. L'utilizzo dei bundle di distribuzione per evitare costi aggiuntivi (ad esempio, ma non solo, l'upgrade o il downgrade frequenti dei bundle o l'utilizzo di un numero eccessivamente grande di distribuzioni per una singola origine) va ben oltre l'obiettivo di utilizzo e non è permesso. Inoltre, i carichi di lavoro che coinvolgono un alto numero di richieste per secondo o una grande quantità di streaming video non sono permessi. Questi comportamenti possono portare al throttling o alla sospensione dei servizi dei dati o dell'account.

D: Posso spostare la distribuzione della rete per la distribuzione rapida di contenuti (CDN) di Lightsail in Amazon CloudFront?

Sì. Puoi spostare la distribuzione Lightsail creando una distribuzione configurata in modo simile in CloudFront. Tutte le impostazioni che possono essere configurate in una distribuzione Lightsail possono essere configurate anche in una distribuzione CloudFront. Completa i seguenti passaggi per spostare la tua distribuzione in CloudFront:

1. Fai uno snapshot della tua istanza Lightsail che è configurata come origine della distribuzione. Esporta lo snapshot in Amazon EC2 e crea una nuova istanza dallo snapshot in EC2. Per ulteriori informazioni, vedi Esportazione degli snapshot di Amazon Lightsail.

Nota: Crea un Application Load Balancer in Elastic Load Balancing se hai bisogno di un bilanciamento del carico nel tuo sito Web o nella tua applicazione Web. Per maggiori informazioni, consulta la guida per l'utente di Elastic Load Balancing.

2. Disattiva i domini personalizzati per la tua distribuzione di Amazon Lightsail per scollegare i certificati che potresti già aver collegato. Per ulteriori informazioni, consulta Disabilitazione dei domini personalizzati per le distribuzioni Amazon Lightsail.

3. Utilizzando l'interfaccia a riga di comando (CLI) di AWS, esegui il comando get-distributions per ottenere una lista delle impostazioni della tua distribuzione Lightsail. Per ulteriori informazioni, consulta get-distributions nella documentazione di riferimento della CLI di AWS.

4. Registrati nella console di Amazon CloudFront e crea una distribuzione con le stesse impostazioni di configurazione della distribuzione Lightsail. Per ulteriori informazioni, consulta Creazione di una distribuzione nella Guida per gli sviluppatori di Amazon CloudFront.

5. Crea un certificato in AWS Certificate Manager (ACM) che collegherai alla distribuzione CloudFront. Per ulteriori informazioni, consulta Richiedi un certificato pubblico nella guida per l'utente di ACM.

Aggiorna la tua distribuzione CloudFront per utilizzare il certificato ACM che hai creato. Per ulteriori informazioni, consulta la sezione Aggiornamento della distribuzione CloudFront nella guida per l'utente di CloudFront.

Container

D: Cosa è possibile fare con i servizi container di Lightsail?

I servizi container di Lightsail forniscono un modo semplice per eseguire applicazioni containerizzate nel cloud. È possibile eseguire una varietà di applicazioni su un servizio container, da semplici app Web a micro servizi multilivello. Devi solo specificare l'immagine del container, la potenza (CPU, RAM) e la scalabilità (numero di nodi) necessarie per il tuo servizio container. Lightsail esegue il servizio container senza che tu debba gestire alcuna infrastruttura sottostante. Lightsail ti fornirà un endpoint TLS con bilanciamento del carico per accedere all'applicazione in esecuzione sul servizio container.

D: Il servizio container di Lightsail può eseguire container Docker?

Sì. Lightsail supporta i container Docker basati su Linux. I container Windows non sono attualmente supportati.

D: Come posso utilizzare le immagini del container Docker con il servizio container di Lightsail?

Puoi utilizzare le immagini del container su registri come Docker Hub oppure puoi creare la tua immagine personalizzata e inviarla a Lightsail in pochi semplici passaggi, utilizzando l'interfaccia a riga di commando (CLI) di AWS. Per ulteriori informazioni, consulta Esecuzione del push e gestione delle immagini dei container sui servizi container di Amazon Lightsail.

D: Posso estrarre le immagini del mio container da un registro di container privato?

Attualmente, solo i registri di container pubblici sono supportati dai servizi container di Lightsail. In alternativa, puoi eseguire il push delle immagini personalizzate del container dal tuo computer locale a Lightsail per mantenerle private.

D: Posso modificare la potenza e la scalabilità del mio servizio in base alla domanda?

Sì, la potenza e la scalabilità del servizio container possono essere modificate in qualsiasi momento, anche dopo la creazione del servizio.

D: Posso personalizzare il nome dell'endpoint HTTPS creato dal servizio container di Lightsail?

Lightsail fornisce un endpoint HTTPS per ogni servizio container nel formato "<service-name>.<random-guid>.<aws-region-name>.cs.amazonlightsail.com". Solo il nome del servizio può essere personalizzato. In alternativa, puoi utilizzare un nome di dominio personalizzato. Per ulteriori informazioni, consulta Abilitazione e gestione di domini personalizzati per i servizi container di Amazon Lightsail.

D: Posso utilizzare domini personalizzati per l'endpoint HTTPS di un servizio container di Lightsail?

Sì. Puoi creare e allegare un certificato SSL/TLS con nomi di dominio personalizzati al tuo servizio container dall'interno di Lightsail. I certificati devono essere convalidati dal dominio. Se gestisci il tuo dominio tramite il DNS di Lightsail, puoi creare la mappatura dei record CNAME ai tuoi servizi container. La creazione di un record A per un servizio container durante l'utilizzo delle zone DNS di Lightsail non è attualmente supportata. In alternativa, puoi utilizzare un provider DNS che supporta l'aggiunta di record ALIAS, mappando il tuo dominio apex al nome host predefinito del servizio container di Lightsail. Per ulteriori informazioni, consulta Abilitazione e gestione di domini personalizzati per i servizi container di Amazon Lightsail.

D: Quanto costano i servizi container di Lightsail?

I servizi container di Lightsail sono fatturati in base a una tariffa oraria on demand, perciò paghi soltanto in base all'utilizzo effettivo. Per ciascun servizio container di Lightsail che utilizzi, ti addebitiamo il prezzo orario fisso, fino al prezzo massimo mensile del servizio. Il prezzo massimo mensile del servizio può essere calcolato moltiplicando il prezzo base della potenza del tuo servizio per la sua scalabilità. Ad esempio, un servizio di potenza Micro e scalabilità 2 costerà un massimo di 10*2 USD = 20 USD/mese. Il servizio container più economico di Lightsail parte da 0,0094 USD/ora (7 USD/mese). Potrebbero essere applicati costi aggiuntivi per il trasferimento di dati in caso di utilizzo oltre la quota gratuita di 500 GB al mese per ogni servizio.

D: Mi verrà addebitato il costo per l'intero mese anche se eseguo il servizio container solo per alcuni giorni?

I costi per i tuoi servizi container di Lightsail vengono addebitati solo quando tali servizi sono in stato di esecuzione o disabilitati. Se elimini il tuo servizio container di Lightsail prima della fine del mese, ti verrà addebitato un costo ripartito proporzionalmente in base al numero totale di ore in cui hai utilizzato il servizio. Ad esempio, se utilizzi il tuo servizio container di Lightsail con una potenza Micro e una scalabilità 1 per 100 ore in un mese, ti verranno addebitati 1,34 USD (0,0134 USD* 100).

D: Mi verrà addebitato il trasferimento dei dati in entrata e in uscita dal servizio container?

Ogni servizio container include una quota di trasferimento di dati (500 GB al mese). Tale quota comprende il trasferimento dei dati sia in entrata che in uscita dal servizio. Quando superi la quota, ti verrà addebitato il trasferimento di dati in uscita da un servizio container di Lightsail verso Internet, un'altra regione AWS o verso le risorse AWS nella stessa regione quando utilizzi indirizzi IP pubblici. Il costo previsto per questi tipi di trasferimento dati oltre la quota gratuita è il seguente:

  • Stati Uniti orientali (Virginia settentrionale): 0,09 USD/GB
  • Stati Uniti orientali (Ohio): 0,09 USD/GB
  • Stati Uniti occidentali (Oregon): 0,09 USD/GB
  • Canada (Centrale): 0,09 USD/GB
  • Europa (Francoforte): 0,09 USD/GB
  • Europa (Irlanda): 0,09 USD/GB
  • Europa (Londra): 0,09 USD/GB
  • Europa (Parigi): 0,09 USD/GB
  • Asia Pacifico (Mumbai): 0,13 USD/GB
  • Asia Pacifico (Singapore): 0,12 USD/GB
  • Asia Pacifico (Sydney): 0,17 USD/GB
  • Asia Pacifico (Tokyo): 0,14 USD/GB
  • Asia Pacifico (Seul): 0,13 USD/GB

D: Qual è la differenza tra l'interruzione e l'eliminazione del servizio container?

Quando disabiliti il servizio container, i nodi del container sono in uno stato disabilitato e l'endpoint pubblico del servizio restituisce un codice di stato HTTP "503". L'abilitazione del servizio ripristina l'ultima distribuzione attiva. Vengono mantenute anche le configurazioni di potenza e scalabilità. Il nome dell'endpoint pubblico non cambia dopo la riabilitazione. La cronologia di distribuzione e le immagini del container vengono conservate.

Quando elimini il tuo servizio container, esegui un'operazione distruttiva. Tutti i nodi container del servizio verranno eliminati definitivamente. Verranno eliminati definitivamente anche l'indirizzo dell'endpoint pubblico HTTPS, le immagini del container, la cronologia di distribuzione e i registri associati al servizio. Non sarà possibile recuperare l'indirizzo dell'endpoint.

D: Mi verranno addebitati costi se il mio servizio container è in uno stato disabilitato?

Sì, i costi vengono addebitati in base alla configurazione di potenza e scalabilità del servizio container, anche quando è disattivato.

D: Posso utilizzare i servizi container come origine per le mie distribuzioni CDN (Rete per la distribuzione di contenuti) di Lightsail?

I servizi container non sono attualmente supportati come origini per le distribuzioni CDN Lightsail.

D: Posso utilizzare i servizi container come destinazioni per il mio sistema di bilanciamento del carico di Lightsail?

No. I servizi container non sono attualmente disponibili come destinazioni per i sistemi di bilanciamento del carico di Lightsail. Tuttavia, gli endpoint pubblici dei servizi container sono dotati di bilanciamento del carico integrato.

D: Posso configurare l'endpoint pubblico del mio servizio container per reindirizzare le richieste HTTP a HTTPS?

Gli endpoint pubblici del servizio container di Lightsail reindirizzano automaticamente tutte le richieste HTTP a HTTPS per garantire che i tuoi contenuti siano gestiti in modo sicuro.

D: I servizi container supportano il monitoraggio e gli avvisi?

I servizi container forniscono parametri per l'utilizzo della CPU e della memoria tra i nodi del servizio. Gli avvisi basati su questi parametri non sono attualmente supportati.

Prova gratuitamente Lightsail per 1 mese!