SPEKE: API Secure Packager e Encoder Key Exchange

Cos'è SPEKE?

SPEKE è l'acronimo di Secure Packager ed Encoder Key Exchange (SPEKE), un’API open source specifica ed esente da royalty che definisce lo standard per la comunicazione crittografata tra codificatori video, transcoder, server di origine e server delle chiavi del sistema di gestione dei diritti digitali (DRM) per video in diretta e in streaming on demand.

SPEKE si basa sulla specifica Content Protection Information Exchange (CPIX) sviluppata dal DASH Industry Forum (DASH-IF) e aggiunge specifiche non incluse nello standard CPIX, tra cui i metodi per l'autenticazione e la comunicazione tra server di chiavi e componenti di crittografia.

L’API Secure Packager ed Encoder Key Exchange nasce con un unico scopo, ovvero semplificare quanti più processi complessi possibile. In breve, SPEKE segue questo processo.

  • SPEKE semplifica la crittografia dei contenuti e sostituisce centinaia di combinazioni di integrazioni API proprietarie tra i server di chiavi di fornitori multi-DRM e i componenti di crittografia con un'unica API aperta basata su standard.
  • SPEKE offre agli operatori video multimediali e di intrattenimento una maggiore flessibilità e un’ampia scelta di fornitori.
  • SPEKE supporta più schemi DRM, oltre a molti formati di pacchettizzazione per diversi tipi di dispositivi di visualizzazione.

SPEKE – Democratizzazione del flusso di lavoro video

Provider di contenuti

(Multichannel video programming distributor (MVPD) e distributori di contenuti)

  • Facilita l’adozione di provider di soluzioni DRM
  • Opportunità di risparmio sui costi con un'integrazione più rapida
  • Capacità di espandere la copertura del pubblico/dispositivo

Componenti di crittografia

(Codificatori, transcoder e packager)

  • Applicazione solida e leggera
  • Riduce tempo, sforzi e costi dell’integrazione API personalizzata nel sistema DRM (4 settimane)
  • Riduzione di costi e sforzi durante la fase di test (circa il 17% di riduzione per quanto riguarda l’impegno)
  • Maggiore attenzione alle funzionalità di base
  • Capacità di eseguire il test sul flusso di lavoro DRM con server di riferimento

Provider di soluzioni DRM

  • Facilita l’adozione
  • Costi di integrazione personalizzati e riduzione di costi
  • Capacità di stabilire flussi di lavoro comprovati

Quali vantaggi offre SPEKE?

Elenco breve dei vantaggi di SPEKE:

  • API singola per codificatori video, transcoder, packager e server di chiavi
  • Basato su standard
  • Supporta diversi DRM
  • Semplifica l’integrazione
  • Riduce il processo di test della versione del fornitore
  • Distribuibile per flussi di lavoro locali, ibridi e in ambiente cloud
  • Accelera la distribuzione dei clienti

Una panoramica approfondita del supporto che SPEKE offre:

SPEKE semplifica le complesse sfide "handshake" con un'unica interfaccia comune per l'integrazione di qualsiasi transcoder video o server di origine con server di chiavi qualunque, sia in esecuzione in locale in un data center o come servizi cloud. SPEKE è progettato per flussi di lavoro Video-on-Demand (VOD) e in diretta streaming che utilizzano una chiave statica (la più adatta al VOD) o una chiave in rotazione.

SPEKE utilizza la specifica Content Information Information Format Format (CPIX) per standardizzare il metodo di trasmissione delle informazioni su chiavi e DRM. Questo consente la crittografia e la protezione dei contenuti video e aggiunge specifiche per l'autenticazione e altri comportamenti significativi oltre alla specifica CPIX. Basato sulla tecnologia di DASH Industry Forum, lo standard CPIX è pensato per l’efficienza operativa e la riduzione di costi e time-to-market dei servizi video OTT.

Inoltre, SPEKE incorpora i ruoli AWS Identity and Access Management (IAM) per allocare policy di autorizzazione flessibili ma sicure che possono essere delegate a utenti, applicazioni o servizi per abilitare in modo sicuro lo scambio di chiavi tra un fornitore multi-DRM e un fornitore di transcodifica o di pacchettizzazione. Gli operatori video possono utilizzare i ruoli IAM indipendentemente dal fatto che server di chiavi e crittografia siano in esecuzione su AWS, sull'hardware nella headend dell'operatore o sul data, una combinazione di entrambi. Questo si applica persino al server di chiavi e al componente di crittografia in esecuzione su un'infrastruttura cloud diversa.

Se il DASH Industry Forum ha sviluppato originariamente lo standard CPIX per contenuti MPEG-DASH, ora offre supporto anche per il protocollo HLS. Con il suo set completo di funzionalità, SPEKE funziona come un singolo formato per MPEG-DASH, HLS, Microsoft Smooth Streaming e tecnologie di pacchettizzazione in arrivo, inoltre, offre supporto per molti DRM tra cui Microsoft PlayReady, Google Widevine, Apple FairPlay Streaming, AES-128 e soluzioni proprietarie DRM. SPEKE supporta la trasmissione di trasferimento HLS di Apple, MP4 frammentato e CMAF. Inoltre, SPEKE supporta chiavi statiche e rotazione delle chiavi.

SPEKE semplifica i processi ai clienti di servizi multimediali e provider tecnologici. Combina una singola API comune per qualsiasi transcoder, packager e server di chiavi, la specifica CPIX per MPEG-DASH e HLS e i meccanismi di autenticazione. Questa combinazione offre tempi di integrazione significativamente più rapidi, cicli di test notevolmente ridotti e un ecosistema esteso di transcoder integrati, packager e soluzioni multi-DRM. Inoltre, consente la tracciabilità operativa per la risoluzione dei problemi.

Questo ricco ecosistema offre ai clienti decine di soluzioni preintegrate, un ime-to-market più rapido e una maggiore flessibilità nella selezione di combinazioni di elaborazione video e soluzioni multi-DRM che soddisfino le proprie esigenze. Inoltre, supporta architetture locali, ibride e in ambiente cloud.

Quali vantaggi offre SPEKE ai provider di video, fornitori e clienti?

La complessità della frammentazione tecnologica ostacola la protezione di video e impone enormi sfide tecniche e riduzione di risorse per la codifica, la transcodifica, la pacchettizzazione video, cosi come di fornitori multi-DRM. SPEKE si distingue nella risoluzione delle sfide della frammentazione tecnologica.

I clienti di servizi multimediali traggono vantaggio dalla possibilità di combinare perfettamente qualsiasi prodotto di codifica, transcodifica, pacchettizzazione e multi-DRM abilitati con SPEKE. I clienti possono inoltre trarre vantaggio dalle best practice di sicurezza basate sui ruoli e dall'autenticazione reciproca, insieme all'implementazione basata su standard pensata espressamente per la specifica CPIX per MPEG-DASH e HLS. Poiché queste integrazioni funzionano con qualsiasi transcoder video, server di origine o server di chiavi preintegrati, i clienti di servizi multimediali godono inoltre di flessibilità di gestione dei flussi di lavoro video che siano essi interamente nel cloud, in data center in locale o flussi di lavoro ibridi. Ciò consente ai clienti di migrare i flussi di lavoro multimediali in grande sicurezza verso il cloud. Questa migrazione prevede più fasi al fine di massimizzare i risparmi sui costi, la scalabilità e la disponibilità globale del cloud mantenendo le relazioni con i fornitori integrati con SPEKE. Il risultato è un time-to-market molto più rapido e la semplificazione dell’adozione dei nuovi sistemi DRM: questo si traduce in un pubblico potenziale superiore.

I fornitori multi-DRM traggono vantaggio sia dall'integrazione dei loro server di chiavi con SPEKE che dall'accesso a un ampio ecosistema di partner di elaborazione video grazie a questa singola integrazione. Inoltre, SPEKE offre un protocollo unico di scambio di chiavi e riduce l'impatto di risorse di test durante l’esecuzione di test di integrazioni di diversi prodotti per più fornitori.

I fornitori di transcodifica e di origine traggono vantaggio sia dall'integrazione dei loro server di chiavi con SPEKE che dall'accesso a fornitori di server di chiavi preintegrati e soluzioni multi-DRM. Questo elimina la necessita di integrazione separata con API proprietarie tra dozzine di fornitori multi-DRM. Inoltre, riduce notevolmente i tempi di sviluppo e di test per l'integrazione con i fornitori di DRM, il che consente a queste società di dedicarsi al potenziamento di funzionalità fondamentali e arricchire i propri sistemi con più caratteristiche.

Per informazioni specifiche riguardanti il ​​cloud o le applicazioni locali, consulta la pagina di supporto SPEKE per servizi e prodotti AWS.

Webcast SPEKE

Secure Packager ed Encoder Key Exchange (SPEKE) è una specifica API aperta ed espandibile, sviluppata per ottimizzare l'integrazione del sistema di gestione dei diritti digitali (DRM) con codificatori video, transcoder e server di origine (componenti di crittografia).

Webcast SPEKE di AWS (30:30)

Inizia

Possiamo offrirti una consulenza dell'ufficio commerciale e del team di progettisti oppure puoi iniziare oggi stesso con un progetto pilota.