Configurare e connettersi al database serverless MySQL

con Amazon Aurora Serverless

In questo tutorial, imparerai a configurare a a connetterti a Amazon Aurora Serverless.

Amazon Aurora è un servizio di database relazionale con edizioni compatibili con MySQL e PostgreSQL, che offre prestazioni e disponibilità dei database aziendali a costi molto ridotti. Aurora Serverless è una nuova configurazione a dimensionamento automatico on demand per Aurora, adesso disponibile globalmente per l’edizione compatibile con Aurora MySQL. Con Aurora Serverless, il tuo database verrà avviato, arrestato e ridimensionerà automaticamente la capacità in base alle esigenze della tua applicazione, quindi non pagherai mai per ciò che non utilizzi, beneficiando comunque dell'alta disponibilità, del ridimensionamento e della velocità.

Tradizionalmente, l'amministrazione del database richiede una discreta quantità di congetture: anticipare la crescita di calcoli e archiviazione sconosciuta e talvolta volatile per nuove applicazioni, gestire carichi di lavoro variabili come database di sviluppo e test e mantenere online una grande capacità di database, solo per essere usati di rado. Con Aurora Serverless, potrai eliminare tutte queste supposizioni. Aurora Serverless aumenta l'archiviazione del database e la capacità di calcolo quando l'applicazione ne ha bisogno e le riduce quando l'app richiede meno. Le tariffe sono calcolate al secondo e conteggiano solo il tempo in cui la capacità è in uso e il database attivo, passando da configurazioni standard a serverless con pochi comandi della Console di gestione AWS.

Nei prossimi minuti, creerai e configurerai un nuovo cluster Aurora Serverless DB. Per accedere al nuovo cluster Aurora Serverless, dovrai creare un ambiente Cloud9 e quindi abilitare il traffico di rete al cluster dal tuo ambiente Cloud9. Usando lo strumento della riga comandi MySQL installato nel tuo ambiente Cloud9, accederai al tuo cluster. Infine, eliminerai i dati non necessari e terminerai l'ambiente Cloud9 e il cluster Aurora Serverless DB.

Questo tutorial non rientra nel piano gratuito e avrà un costo inferiore a 1 dollaro, se segui i passi indicati nel tutorial e interrompi le risorse alla chiusura del tutorial.

Questo tutorial richiede un account AWS

Questo tutorial non è disponibile con il piano gratuito. Avrà un costo inferiore a 1 dollaro, se segui i passi indicati nel tutorial e interrompi le risorse alla chiusura del tutorial.


Fase 1. Passaggio alla console RDS

In questa fase passerai alla console Relational Database Service (RDS) in modo da poter creare un cluster Aurora Serverless DB.


a.  Apri la Console di gestione AWS e tieni sotto mano questa guida dettagliata. Quando viene caricata la schermata, inserisci nome utente e password per iniziare. Quindi digita RDS nella barra di ricerca e seleziona RDS per aprire la console di servizio.

aurora-serverless-1a
aurora-serverless-1a

(fai clic per ingrandire l'immagine)


Fase 2. Creazione di un cluster Aurora Serverless DB

In questa fase utilizzerai Amazon RDS per creare un cluster Aurora Serverless DB.


a. Dalla barra di navigazione sulla sinistra della schermata Amazon RDS, seleziona Cluster.

aurora-serverless-2a
aurora-serverless-2a

(fai clic per ingrandire l'immagine)


b. In RDS > Cluster seleziona Crea database.

aurora-serverless-2b
aurora-serverless-2b

(fai clic per ingrandire l'immagine)


c.  Nella schermata Seleziona motore, seleziona Amazon Aurora. Tra i pulsanti di opzione Edition seleziona Compatibile con MySQL 5.6. Al momento con Aurora Serverless è disponibile soltanto MySQL 5.6.

Seleziona Successivo.

aurora-serverless-2c
aurora-serverless-2c

(fai clic per ingrandire l'immagine)


d.  Nella schermata Specifica dettagli DB, in Tipo di capacità, selezionare il pulsante d’opzione Serverless.

Nel riquadro Impostazione, nel campo Identificatore cluster DB digitare MyClusterName.

Specificare i valori per Nome utente master e Password master con i valori desiderati e memorizzarli per un uso successivo.

aurora-serverless-2d
aurora-serverless-2d

(fai clic per ingrandire l'immagine)


e.  Nella pagina Configura impostazioni avanzate, nel riquadro Impostazione capacità, potrai modificare le impostazioni per l’unità di capacità minima e massima di Aurora.

Ciascuna unità di capacità di Aurora è equivalente a una configurazione specifica di calcolo e memoria. Aurora Serverless scalerà automaticamente tra le impostazioni di capacità minima e massima in base all'utilizzo della CPU del cluster, alle connessioni e alla memoria disponibile.

Espandere la sezione Configurazione dimensionamento aggiuntivo. Puoi disabilitare le pause del cluster deselezionando la casella di spunta Interrompi capacità di calcolo in caso di inattività. Utilizzando le caselle di riepilogo a discesa di ore, minuti e secondi, è possibile modificare la durata del tempo di inattività fino alla pausa del cluster. Per impostazione predefinita, il cluster andrà in pausa dopo 5 minuti consecutivi di inattività.

Per questo tutorial, lascia pure questi valori predefiniti.

aurora-serverless-2e
aurora-serverless-2e

(fai clic per ingrandire l'immagine)


f. Nel riquadro Rete e sicurezza, dall’elenco Virtual Private Cloud (VPC) seleziona Crea nuovo VPC.

Nell’elenco Gruppo di sottorete, seleziona Crea nuovo gruppo di sottorete DB.

In Gruppi di sicurezza VPC, seleziona Crea nuovo gruppo di sicurezza VPC. Modificherai questo nuovo gruppo di sicurezza per consentire al traffico di rete dal tuo client di database di accedere al tuo nuovo cluster Aurora Serverless in un passaggio successivo.

Seleziona Crea database.

aurora-serverless-2f
aurora-serverless-2f

(fai clic per ingrandire l'immagine)


g.  Sarà visualizzata la schermata RDS > Cluster e il tuo cluster MyClusterName apparirà in fase di creazione. Fai clic su MyClusterName nell’elenco di cluster per accedere alle informazioni dettagliate.

aurora-serverless-2g
aurora-serverless-2g

(fai clic per ingrandire l'immagine)


h.  Sarà visualizzata la schermata dei dettagli di MyClusterName. Questa schermata contiene informazioni di monitoraggio, tra cui il grafico Capacità database serverless che riporta il numero di unità di capacità di Aurora in uso nel tempo e il riquadro Eventi recenti che mostra i dettagli del dimensionamento e della pausa/ripresa degli eventi.

Scorrere fino al riquadro Dettagli. Registrare il valore di VPC e i valori di Endpoint database da utilizzare successivamente in questo tutorial.

aurora-serverless-2h
aurora-serverless-2h

(fai clic per ingrandire l'immagine)


Fase 3. Creazione di un ambiente client con Cloud9

Dopo aver creato il cluster MyClusterName, dovrai creare un client di database all’interno dello stesso VPC. Per completare questa attività, dovrai creare un ambiente Cloud9 da utilizzare come client di database.


a.  Dal menu Console Web AWS in alto, seleziona Servizi. Quindi inizia a digitare Cloud9 e seleziona Cloud9 per aprire la console di servizio.

aurora-serverless-3a
aurora-serverless-3a

(fai clic per ingrandire l'immagine)


b. Nella schermata AWS Cloud9 seleziona Crea ambiente.

aurora-serverless-3b
aurora-serverless-3b

(fai clic per ingrandire l'immagine)


c.  Nella schermata Assegna al tuo ambiente il nome, nel campo Nome digita MyCloud9Env e seleziona Fase successiva.

aurora-serverless-3c
aurora-serverless-3c

(fai clic per ingrandire l'immagine)


d.  Nella schermata Configura impostazione, lasciare il tipo di ambiente come Crea una nuova istanza per l’ambiente (EC2) e Tipo di istanza come t2.micro.

aurora-serverless-3d
aurora-serverless-3d

(fai clic per ingrandire l'immagine)


e.  Poiché i cluster Aurora Serverless DB non hanno endpoint a cui si può accedere pubblicamente, sarà possibile accedere al tuo MyClusterName solo dall’interno dello stesso VPC.

Per posizionare MyCloud9Env nello stesso VPC di MyClusterName, scorri verso il basso la schermata Configura impostazione ed espandi la sezione Impostazioni di rete (avanzate). Dall’elenco a discesa Rete (VPC), seleziona il VPC di MyClusterName registrato nella fase 2h.

Seleziona Fase successiva.

Nella pagina Revisione, seleziona Crea servizio.

Una volta creato il tuo nuovo ambiente Cloud9, potrai passare alla fase successiva.

aurora-serverless-3e
aurora-serverless-3e

(fai clic per ingrandire l'immagine)


Fase 4. Abilitazione dell’accesso di rete al client al cluster serverless

In questa fase, consentirai l’accesso di rete dall’ambiente Cloud9 al cluster DB serverless. Per eseguire questa attività, aggiungere il gruppo di sicurezza assegnato a MyCloud9Env come sorgente di traffico per il gruppo di sicurezza assegnato a MyClusterName Un gruppo di sicurezza è un firewall virtuale che controlla il traffico sulla tua rete.


a.  Per facilitare la navigazione, carica la Console Web AWS in un’altra scheda del browser facendo clic qui. Nella nuova finestra del browser, dalla barra dei menu in alto, seleziona Servizi quindi digita VPC nella barra di ricerca e seleziona VPC dall’elenco.

aurora-serverless-4a
aurora-serverless-4a

(fai clic per ingrandire l'immagine)


b.  Nella pagina Dashboard VPC nell’area di navigazione a sinistra seleziona Gruppi di sicurezza.

Nella colonna Nome gruppo, individua il gruppo di sicurezza che inizia con aws-cloud9-MyCloud9Env. Prendi nota dell’ID gruppo di questo gruppo di sicurezza.

Come esempio, nello screenshot sulla destra, prendi nota del gruppo di sicurezza che termina con 7431. Il tuo ID gruppo sarà diverso da quello riportato nello screenshot.

aurora-serverless-4b
aurora-serverless-4b
aurora-serverless-4b

(fai clic per ingrandire l'immagine)


c.  Dall’elenco di gruppi di sicurezza, seleziona il gruppo che inizia con RDS-Launch-Wizard.

Quindi seleziona la scheda Regole in entrata.

Seleziona Modifica.

aurora-serverless-4c
aurora-serverless-4c

(fai clic per ingrandire l'immagine)


d.  Nella scheda Regole in entrata, seleziona Aggiungi un’altra regola.

Dalla colonna Tipo seleziona MySQL/Aurora (3306) dall’elenco a discesa.

Quindi fai clic nella colonna Origine per visualizzare un elenco a discesa. Seleziona l’ID gruppo di sicurezza annotato nella fase 4b. Quindi fai clic su Salva.

Come esempio, nello screenshot sulla destra, selezioni dall’elenco il gruppo di sicurezza che termina con 7431. Il tuo ID gruppo specifico sarà diverso da quello riportato nello screenshot.  

aurora-serverless-4d
aurora-serverless-4d

(fai clic per ingrandire l'immagine)


Fase 5. Connessione al tuo cluster DB Aurora Serverless

In questa fase, accederai al tuo cluster DB Aurora Serverless dall’ambiente Cloud9.


a.   Torna alla finestra del browser di MyCloud9Env.

Nella scheda del terminale bash in MyCloud9Env, digitare il comando riportato di seguito. Sostituisci il nome utente master e l’endpoint del database per i valori nel comando, quindi premi Invio.

mysql --user=[your Master username] --password -h [your database endpoint]

Quando richiesto, specifica la password master e premi Invio.

A questo punto, dovresti essere collegato al cluster DB MyClusterName di Aurora Serverless! 

aurora-serverless-5a
aurora-serverless-5a

(fai clic per ingrandire l'immagine)


b. Tramite questa connessione stabilita, potrai emettere comandi al cluster DB Aurora Serverless. Ad esempio, potrai visualizzare i database sul server incollando il seguente comando nella scheda bash di MyCloud9Env:

show databases;
aurora-serverless-5b
aurora-serverless-5b

(fai clic per ingrandire l'immagine)


Fase 6. Arresto delle risorse

In questa fase, arresterai il cluster DB Aurora e l’ambiente Cloud9.

Importante: l'interruzione delle risorse che non vengono utilizzate attivamente consente di ridurre i costi e costituisce una best practice. La mancata interruzione delle risorse potrebbe determinare costi non desiderati.


a.  Dal menu principale, seleziona Servizi, quindi inizia a digitare RDS nella barra di ricerca. Seleziona RDS per tornare alla Console Amazon RDS.

aurora-serverless-1a
aurora-serverless-1a

(fai clic per ingrandire l'immagine)


b.  Dalla pagina della console di Amazon RDS , seleziona Cluster dall’elenco di navigazione sulla sinistra. Seleziona myclustername dall’elenco Cluster. Dal menu Azioni seleziona Elimina cluster.

Quando richiesto di eliminare myclustername, seleziona Elimina cluster DB.

aurora-serverless-6a
aurora-serverless-6a

(fai clic per ingrandire l'immagine)


c.  Dal menu Console Web AWS in alto, seleziona Servizi. Quindi inizia a digitare Cloud9 e seleziona Cloud9 per aprire la console di servizio.

aurora-serverless-3a
aurora-serverless-3a

(fai clic per ingrandire l'immagine)


d. Dalla schermata Ambienti seleziona MyCloud9Env quindi fai clic su Elimina. Conferma l’eliminazione di MyCloud9Env.

aurora-serverless-6d
aurora-serverless-6d

(fai clic per ingrandire l'immagine)


Complimenti!

Hai creato, ti sei collegato e hai arrestato un cluster DB Aurora Serverless. Per sfruttare i vantaggi effettivi di Aurora Serverless, collegalo alle tue applicazioni con ambienti di sviluppo/test variabili o poco frequenti, applicazioni multi-tenant e altre app che possono trarre vantaggio dal dimensionamento automatico on demand.

Maggiori informazioni sull’uso di Aurora Serverless per la tua prossima app »

Ora che hai imparato come creare e connettersi a un cluster di database Aurora Serverless, puoi passare alla guida per l'utente di Aurora Serverless, da cui potrai imparare a ripristinare, modificare, visualizzare e impostare la capacità dei tuoi database Aurora Serverless.

Uso di Amazon Aurora Serverless »