Creazione di un cluster di database a disponibilità elevata

con Amazon Aurora

Con questo tutorial imparerai a configurare un cluster Amazon Aurora per creare un database ad alta disponibilità. Un database ad alta disponibilità consiste di nodi di calcolo replicati su molteplici zone di disponibilità per aumentare la scalabilità di lettura e la protezione da failover. 

Amazon Aurora è un servizio di database relazionale con edizioni compatibili con MySQL e PostgreSQL, che offre prestazioni e disponibilità dei database aziendali a costi molto ridotti. Per la maggior parte dei carichi di lavoro di produzione, vorrai impostare il database con un'elevata disponibilità.

Per impostazione predefinita, un cluster Amazon Aurora ha una sola istanza di calcolo primaria che esegue operazioni di lettura/scrittura. Aggiungendo una o più repliche di Aurora al cluster, guadagnerai scalabilità di lettura e alta disponibilità per il tuo cluster di database. Se l'istanza primaria nel cluster dà un errore, Aurora promuove automaticamente una replica esistente a nuova istanza primaria.

Generalmente, vorrai creare repliche di Aurora in una zona di disponibilità (AZ) diversa dall’istanza primaria. In questo modo, il tuo database può rapidamente eseguire il failover sulla replica nell’altra AZ in caso di problemi di infrastruttura nella AZ primaria.

A livello di storage, Aurora protegge sempre i tuoi dati replicandoli per sei volte sulle tre zone di disponibilità. Tuttavia, se non hai aggiunto repliche di Aurora al cluster, dovrai attendere che Aurora crei una nuova istanza primaria di rimpiazzo quando viene individuato un errore, e ciò potrebbe richiedere più tempo.

Questo tutorial utilizzerà Amazon Aurora compatibile con MySQL. Creerai un cluster Aurora attraverso la Console di gestione Amazon RDS, aggiungerai una replica di Aurora, testerai uno scenario di failover e poi arresterai l’ambiente tutorial.

Questo tutorial non rientra nel piano gratuito e avrà un costo inferiore a 1 USD, se segui i passi indicati nel tutorial ed arresti le risorse alla chiusura del tutorial.

Informazioni sul tutorial
Durata 10 minuti                                           
Costo Meno di 1 USD
Caso d'uso Database
Prodotti Amazon Aurora, Amazon RDS
Destinatari Amministratori di database, sviluppatori
Livello Intermedio
Ultimo aggiornamento 12 aprile 2019

1. Registrati ad AWS

Per seguire questo tutorial devi disporre di un account AWS. Registra un account selezionando “Registrati ad AWS” 

Fase 2 - Entrare nella console di Amazon RDS

Amazon Aurora è un database relazionale compatibile con MySQL e PostgreSQL creato per il cloud. È un motore di Amazon Relational Database Service (Amazon RDS). In questa fase, entrerai nella console di Amazon RDS.

Apri la Console di gestione AWS e tieni sotto mano questa guida dettagliata. Quando viene caricata la schermata, inserisci nome utente e password per iniziare. Seleziona Servizi > RDS per entrare nella console di gestione RDS.

Fase 3 - Creare un cluster di Amazon Aurora

In questa fase creerai un cluster di Amazon Aurora inclusivo di un’istanza database Aurora.

a. Nell'angolo superiore destro della console di Amazon RDS, selezionare la regione in cui si desidera creare l'istanza database, poi selezionare Crea database.

b. Nella pagina Seleziona motore, seleziona Amazon Aurora. Poi seleziona l’edizione desiderata e Successivo.

c.  Ora puoi configurare il database. Per il tipo di capacità e la versione del motore DB, lascia le impostazioni predefinite. Su Classe di istanza DB, selezionerai la capacità di calcolo e di memoria dell’istanza DB. I costi di Amazon Aurora vengono addebitati per ora e per tipo di istanza; ai fini del presente tutoria, seleziona db.t2.small (1 vCPU, 2 GiB RAM) per mantenere i costi bassi.

In Implementazione Multi-AZ, seleziona No. Sebbene Amazon Aurora offra l’implementazione Multi-AZ come opzione predefinita, questo tutorial ti accompagnerà nella creazione di repliche nella zona di disponibilità di tua scelta. 

d.  Inserisci un nome per l’identificatore istanze DB, nome utente master e password. Seleziona Successivo.

e.  Esistono molte opzioni di configurazione avanzata per Amazon RDS. Ai fini del presente tutorial, lascia le configurazioni predefinire e seleziona Crea database.

A seconda della classe dell'istanza database, prima che l'istanza database sia disponibile possono trascorrere diversi minuti. Seleziona Vedi dettagli dell’istanza di database

f. La nuova istanza database Aurora viene visualizzata nell'elenco di Database della console di RDS. Lo stato dell'istanza database sarà in creazione fino a quando l’istanza sarà pronta per essere impiegata e lo stato passerà a disponibile. Se lo stato non cambia entro pochi minuti, aggiorna la pagina.

Fase 4 - Creare una replica di Aurora ad alta disponibilità

Ogni istanza Amazon Aurora offre automaticamente una forte protezione dei dati. Puoi aumentare la disponibilità di calcolo aggiungendo repliche di lettura in diverse zone di disponibilità (AZ) all’interno di una regione AWS. In una AZ su cui si estende un cluster DB all'interno di una regione possono essere distribuite fino a 15 repliche Aurora. 

a.  Nella console Amazon RDS, l’istanza primaria (di scrittura) nel nostro cluster Aurora sarà elencata in Database. Seleziona il nome dell’istanza e prendi nota della zona di disponibilità in Reti.

b. Seleziona il pulsante radio per il cluster e crea una replica di Aurora selezionando Azioni > Aggiungi reader.

c. Seleziona una diversa Zona di disponibilità dall’istanza db primaria o master. Per le Specifiche di istanza, seleziona una classe d’istanza simile come istanza primaria (in questo esempio, db.t2.small), così non vedremo alcun cambiamento nelle prestazioni del database in caso di failover. In Impostazioni, inserisci un nome univoco per l’istanza db della replica di lettura di Aurora.

Seleziona Aggiungi reader.

d. Nell’elenco di database, vediamo che la nuova replica è stata creata con il ruolo di Reader. Scorri a destra fino a vedere la proprietà Multi-AZ: ora vedrai 2 zone, ciò indica che il cluster è distribuito in due zone di disponibilità (a livello di calcolo). 

Hai raggiunto un'elevata disponibilità a livello di calcolo. Testeremo successivamente il processo di failover db.

Fase 5 - Impostare il cluster database per il failover

Per aumentare l’alta disponibilità, puoi usare le repliche di Aurora come target del failover. Se l’istanza primaria mostra un errore, una replica di Aurora viene promossa a istanza primaria. Le repliche vengono usate sia per scalabilità che per disponibilità di lettura. In questa fase, imposterai l’ordine di priorità con cui le repliche di Aurora vengono usate per il failover.

 

a.  Seleziona il pulsante radio vicino alla tua istanza DB Reader e seleziona Modifica.

b.  Durante un failover, Amazon RDS promuoverà la replica con la priorità più alta (iniziando dal piano 0) per farla diventare la nuova istanza primaria. In questo esempio, non abbiamo repliche esistenti, quindi imposteremo la replica alla priorità più alta. In Failover, seleziona Piano-0.

Se due o più repliche hanno pari priorità, Amazon RDS promuoverà una replica con le stesse dimensioni dell'istanza da sostituire.

Seleziona Continua, poi Modifica istanza DB.

Fase 6 - Testare il failover del database

a.  Seleziona un pulsante radio sull’istanza target. Poi seleziona Azioni > Failover. Questo farà sì che la replica venga promossa a nuova istanza primaria (o di scrittura) e che la vecchia istanza primaria (o di scrittura) diventi una nuova replica di lettura.

 

b. Seleziona Failover.

c. Il tempo necessario per il completamento del failover dipende dal volume di attività del database nel momento del failover, ma di solito è sotto i 60 secondi. Puoi monitorare il processo di failover in Registro ed eventi > Eventi recenti.

Il failover è trasparente per l'applicazione utilizzando gli endpoint. Mentre il cluster e gli endpoint di lettura vengono usati come DNS per il database, il collegamento dell’istanza rimarrà lo stesso e utilizzerà automaticamente la nuova istanza db. 

7. Arresta le risorse

In questa fase, arresterai l’ambiente del cluster DB Aurora.

Importante: l'interruzione delle risorse che non vengono utilizzate attivamente consente di ridurre i costi e costituisce una best practice. La mancata interruzione delle risorse potrebbe determinare costi non desiderati.

a. Seleziona il nome del tuo cluster Amazon Aurora da arrestare e fai clic sul nome del cluster per visualizzare un elenco di tutte le istanze cluster. Seleziona il pulsante radio sull’istanza db con ruolo di lettura e seleziona Azioni > Elimina.

 

b. Inserisci la frase eliminami e seleziona Elimina per confermare l’eliminazione. Vedrai lo stato passare a In cancellazione.


c. Ripeti le fasi 6a-b con l’istanza db di scrittura. Come best practice, ti verrà chiesto di fare uno snapshot finale prima di eliminare. Essendo questo il tuo cluster db di test, deseleziona l’opzione Crea snapshot finale e seleziona la conferma. Inserisci eliminami e seleziona Elimina. Questa fase eliminerà il cluster Aurora, compreso lo storage e tutti i backup di db automatizzati.

Congratulazioni

Hai imparato a impostare un cluster di database Amazon Aurora ad alta disponibilità utilizzando la Console di gestione AWS. Ora puoi servirti dell’alta disponibilità, le prestazioni e la durabilità di Amazon Aurora per le tue applicazioni più importanti.

Questo tutorial è stato utile?

Grazie
Facci sapere cosa ti è piaciuto.
Spiacenti di non esserti stati d'aiuto
C'è qualcosa di obsoleto, ambiguo o approssimativo? Aiutaci a migliorare questo tutorial con il tuo feedback.