Oracle® Database è un sistema di gestione per database relazionali sviluppato da Oracle. Amazon RDS consente di configurare, utilizzare e ricalibrare le distribuzioni di database Oracle nel cloud con la massima semplicità. Con Amazon RDS, è possibile distribuire diverse edizioni dei database Oracle in pochi minuti, allocando capacità hardware ridimensionabile a costi ridotti. Amazon RDS semplifica lunghe e complesse attività di amministrazione di database, ad esempio provisioning, backup, applicazione di patch software, monitoraggio e ricalibrazione dell'hardware, consentendo di concentrarti sullo sviluppo delle applicazioni.


logo_oracle_sm

Inizia a usare AWS gratis

Crea un account gratuito

Il piano gratuito di AWS include 750 ore di istanze database Micro ogni mese per un anno, 20 GB di storage e 20 GB di backup con Amazon Relational Database Service (RDS).

Visualizza i dettagli del piano gratuito di AWS »

È possibile eseguire Amazon RDS per Oracle secondo due diversi modelli di licenza: "Licenza inclusa" e "Bring-Your-Own-License (uso di licenze proprie)". Con il modello di servizio "Licenza inclusa" non occorre acquistare separatamente le licenze Oracle; la licenza per il software del database Oracle viene infatti concessa da AWS. I prezzi "Licenza inclusa" partono da 0,04 USD all'ora e includono il software, le relative risorse hardware e le funzionalità di gestione di Amazon RDS. Se invece disponi già delle licenze per il database Oracle, puoi usare il modello "BYOL" ed eseguire database Oracle in Amazon RDS a partire da 0,025 USD. Il modello "BYOL" è stato ideato per i clienti che preferiscono utilizzare le licenze per i database Oracle già in loro possesso, o comunque acquistare nuove licenze direttamente da Oracle. Per ulteriori informazioni, consulta Licensing Amazon RDS for Oracle.

Puoi sfruttare tutti i vantaggi della tariffazione oraria senza anticipi o impegni anticipati. Hai inoltre la possibilità di acquistare istanze database riservate con una durata di prenotazione da uno a tre anni. Grazie alle istanze database riservate, è possibile effettuare un unico pagamento anticipato con importo ridotto per ciascuna istanza database, e quindi pagare tariffe orarie scontate, fino a risparmiare anche il 48% sui costi netti.

È possibile effettuare il provisioning delle istanze database di Amazon RDS per Oracle con storage standard o storage Provisioned IOPS. Provisioned IOPS di Amazon RDS è un'opzione di storage creata per fornire prestazioni di I/O rapide, prevedibili e costanti, ed è ottimizzata per carichi di lavoro di database transazionali (OLTP) con intenso traffico di I/O.

Inoltre, Amazon RDS per Oracle semplifica l'uso della replica per aumentare la disponibilità e l'affidabilità per carichi di lavori di produzione. L'opzione di implementazione Multi-AZ consente di eseguire carichi di lavoro mission critical con elevata disponibilità e failover automatizzato integrato dal database primario su un database secondario replicato in modo sincrono in caso di guasto. Come per tutti i servizi Amazon Web Services, non ci sono costi aggiuntivi e si pagano solo le risorse effettivamente utilizzate.


Amazon RDS per Oracle Database è una soluzione ideata per sviluppatori e aziende che vogliono sfruttare tutte le funzionalità e caratteristiche dei database Oracle, oppure che desiderano eseguire la migrazione degli strumenti e delle applicazioni esistenti che utilizzano un database Oracle. Amazon RDS per Oracle Database offre accesso diretto ai software di database Oracle già presenti dall'edizione in uso, garantendo una perfetta integrazione con le applicazioni aziendali.

  • Parametri preconfigurati: le distribuzioni di Amazon RDS per Oracle sono preconfigurate con un set di parametri e impostazioni appositamente pensati per l'edizione del database Oracle e le classi di istanze database selezionate. È così possibile avviare un'istanza database Oracle e collegarla all'applicazione in pochi minuti senza ulteriore configurazione. Per chi desidera disporre di maggiore controllo, è possibile utilizzare i gruppi di parametri di database.
  • Monitoraggio e parametri: Amazon RDS fornisce parametri Amazon CloudWatch per le distribuzioni di istanze database senza alcun costo aggiuntivo. È possibile visualizzare i parametri operativi chiave delle distribuzioni di istanze database, inclusi l'utilizzo della capacità di elaborazione, memoria e storage, l'attività I/O e le connessioni dell'istanza database, usando la Console di gestione AWS.
  • Notifiche di eventi del database: Amazon RDS offre le notifiche di Amazon SNS tramite e-mail o SMS per le distribuzioni di istanze database. È possibile utilizzare la Console di gestione AWS o le API di Amazon RDS per ricevere le notifiche relative a oltre 40 eventi del database associati con le distribuzioni Amazon RDS.
  • Patch per il software: con Amazon RDS, il software del database Oracle che sostiene la distribuzione sarà sempre aggiornato con le patch più recenti poco tempo dopo che sono state rilasciate. È possibile avere un maggiore controllo sul processo di applicazione delle patch all'istanza database usando la funzionalità di gestione delle versioni del motore di database.
  • General Purpose (SSD): lo storage a uso generico (SSD) di Amazon RDS fornisce una base costante di 3 IOPS per GB assegnato e offre la possibilità di aumentare le prestazioni fino a 3.000 IOPS.

    È possibile passare da storage su supporti magnetici a storage a uso generico (SSD), con solo un minimo impatto sulla disponibilità.

    Per ulteriori informazioni sullo storage a uso generico (SSD) di Amazon RDS e per iniziare a usarlo, consulta la sezione General Purpose (SSD) Storage della guida per l'utente di Amazon RDS.

  • Provisioned IOPS (SSD): è possibile effettuare il provisioning di un massimo di 16 TB di storage e 40.000 IOPS per istanza database. Le operazioni al secondo ottenute variano rispetto al volume assegnato in base a carico di lavoro del database, tipo di istanza e motore di database. Per ulteriori informazioni, consulta la sezione Factors That Affect Realized IOPS della guida per l'utente di Amazon RDS.

È possibile passare dallo storage standard allo storage IOPS con provisioning per ottenere throughput costante e latenza I/O inferiore. L'impatto dell'operazione sulla disponibilità è minimo. È possibile ricalibrare operazioni al secondo (con incrementi di 1.000) e spazio di storage in modo indipendente e in qualsiasi momento, senza interrompere l'attività. Le operazioni al secondo possono essere calibrate in base a vari fattori, ad esempio alle fluttuazioni stagionali del traffico delle applicazioni.

Per ulteriori informazioni sullo storage Provisioned IOPS (SSD) di Amazon RDS e per iniziare a usarlo, consulta la sezione Provisioned IOPS Storage della guida per l'utente di Amazon RDS.

  • Backup automatici: la funzionalità di backup automatico di Amazon RDS è attiva per default e consente il ripristino point-in-time dell'istanza database. Amazon RDS eseguirà il backup di database e log delle transazioni, archiviando entrambi per un periodo di retention stabilito dall'utente. In questo modo sarà possibile ripristinare l'istanza database a qualsiasi punto nel tempo compreso nel periodo di retention, fino agli ultimi cinque minuti. Il periodo di retention dei backup automatici può essere configurato per un intervallo di tempo massimo di 35 giorni.
  • Snapshot di database: gli snapshot di database sono backup avviati manualmente dall'utente dell'istanza database. Questi backup completi del database saranno conservati da Amazon RDS fino a esplicita richiesta di rimozione da parte dell'utente. È possibile creare una nuova istanza database da uno snapshot DB in qualsiasi momento.
  • Classe di istanza database: per ridimensionare le risorse di calcolo e di memoria che sostengono la distribuzione sono sufficienti pochi clic sulla Console di gestione AWS, oppure le API di Amazon RDS. Le operazioni di ricalibrazione vengono solitamente completate in pochi minuti.
  • Storage e IOPS: con il variare delle esigenze di storage è possibile effettuare il provisioning di spazio di storage aggiuntivo in qualsiasi momento e senza tempi di inattività. Se usi lo storage Provisioned IOPS di RDS, puoi calibrare il throughput dell'istanza database specificando il volume di operazioni al secondo, da 1.000 a 40.000 IOPS con incrementi di 1.000, e lo storage, da 100 GB a 16 TB.
  • Sostituzione automatica degli host: in caso di guasti hardware, Amazon RDS sostituisce automaticamente l'istanza di calcolo che sostiene la distribuzione.
  • Implementazioni Multi-AZ: un'opzione di implementazione per le istanza database di produzione che incrementa la disponibilità del database e protegge gli aggiornamenti più recenti dalle interruzioni. Quando viene creata o modificata un'istanza database per essere eseguita come distribuzione Multi-AZ, automaticamente Amazon RDS effettua il provisioning e gestisce una replica in "standby" in una zona di disponibilità differente, ovvero in un'infrastruttura separata, fisicamente situata in una sede distinta. Gli aggiornamenti del database vengono eseguiti simultaneamente sulle risorse primarie e su quelle in standby per evitare lo sfasamento della replica. Se si verifica un'interruzione causata da manutenzione programmata del database, da un errore dell'istanza database o da un guasto nella zona di disponibilità, Amazon RDS esegue automaticamente il failover verso le risorse in standby più aggiornate, consentendo una rapida ripresa delle attività senza l'intervento di un amministratore. Non è possibile accedere alle risorse in standby né utilizzarle per il traffico in lettura prima dell'esecuzione del failover.

Utilizzando Amazon VPC, è possibile isolare le istanze database nella propria rete virtuale e collegarle all'infrastruttura IT esistente mediante VPN IPsec con crittografia standard di settore. Per ulteriori informazioni su Amazon RDS nella VPC, consulta la Amazon RDS User Guide. Utilizzando Amazon RDS, inoltre, è possibile configurare le impostazioni del firewall e controllare l'accesso alla rete da parte delle istanze database.

Amazon RDS per Oracle supporta inoltre crittografia trasparente dei dati e crittografia nativa di rete, parte dell'opzione Advanced Security di Oracle per la Enterprise Edition del database Oracle. Nella crittografia trasparente dei dati, la gestione di Oracle Wallet e della chiave principale di cifratura per l'istanza database è a carico di Amazon RDS. Il supporto per la crittografia trasparente dei dati è integrata con AWS CloudHSM, che permette di generare, archiviare e gestire in modo sicuro le proprie chiavi crittografiche in applicazioni Hardware Security Module (HSM) single-tenant all'interno del cloud AWS.