“I servizi gestiti, ad esempio ElastiCache, ci hanno consentito di concentrarci sulle finalità essenziali della nostra attività. Il nostro team operativo è composto solo da due tecnici a tempo pieno,” racconta Tobi Knaup, responsabile dell’ufficio tecnico di Airbnb. “La gestione di un sito come quello di Airbnb con un team così ridotto sarebbe impossibile senza il supporto di servizi come ElastiCache. Questi servizi semplificano e velocizzano l’avvio e la gestione dei nodi nel nostro cluster.”

“Utilizziamo ElastiCache come componente principale nei nostri sistemi di raccolta dei dati distribuiti. Questi sistemi analizzano oltre 7 milioni di annunci pubblicitari contestualizzati a pagamento al giorno per proteggere i nostri clienti da usi illeciti di brand e marchi da parte di concorrenti e affiliati,” spiega Andy Skalet, CTO di BrandVerity. “Abbiamo utilizzato Memcached su EC2, ma siamo passati a ElastiCache perché questa soluzione ci ha permesso di liberarci dalla necessità di gestire l’infrastruttura di cache. Dal momento che ElastiCache è compatibile con Memcached, per la migrazione è stato sufficiente eseguire l’aggiornamento degli endpoint dei nodi di cache nella nostra configurazione del sistema. ElastiCache garantisce prestazioni ottimali ed elevata disponibilità dei nodi di cache.”

“Attualmente utilizziamo Memcached e Redis per vari tipi di servizi di caching. A fronte di una maggiore diversità a livello di applicazioni e velocità di accesso, è aumentato anche il numero di istanze per questi server di caching. Sono pertanto aumentati anche i nostri costi di amministrazione. ElastiCache è un servizio indicato per ridurre i costi nell’ambito della gestione di snapshot e host automatici.”

“Utilizziamo ElastiCache per memorizzare nella cache i dati e le mappe degli utenti in ArcGIS, la nostra applicazione di mappatura collaborativa basata sul Web,” spiega Andrea Rosso, Senior Architect presso Esri, il più grande provider al mondo di software GIS (Geographic Information Systems). "ElastiCache è una soluzione completamente gestita compatibile con Memcached ed è in grado di semplificare le operazioni di integrazione, distribuzione e monitoraggio di un cluster di cache multi-nodo nel nostro ambiente di produzione. ElastiCache ha ridotto il carico dei nostri database e ci ha consentito di mantenere un’elevata reattività del servizio, anche a fronte di un aumento del traffico.”

“Utilizziamo ElastiCache Redis per un’applicazione che raccoglie i dati per i nostri esperimenti di test e apprendimento ed elabora circa 200 milioni di messaggi al giorno. Utilizziamo DynamoDB come datastore principale abbinato a ElastiCache Redis,” spiega Kuldeep Chowhan, direttore tecnico. “Grazie a ElastiCache Redis siamo in grado di ridurre del 90% la nostra capacità DynamoDB assegnata, e pertanto di abbassare di sei volte il costo totale del database. Si tratta di una soluzione completamente gestita in grado di offrirci tutti i vantaggi richiesti, ad esempio metriche standard e implementazioni Multi-AZ. Anche se non abbiamo ancora avuto bisogno di ricorrere al fallback su una replica di lettura, per noi è importante sapere che, in caso di problemi, verrà automaticamente eseguita la promozione di ruolo della replica di lettura in modo da ridurre l’eventuale impatto negativo sulla nostra applicazione.”


“ServiceHub, cuore della nostra architettura basata su eventi e orientata ai servizi, deve essere in grado di trasmettere i messaggi con una latenza pressoché in tempo reale. Per questo motivo, deve essere supportato da un datastore di messaggi residenti in memoria (per garantire una latenza sufficientemente bassa), ma deve anche essere affidabile e persistente. ElastiCache ci consente anche di far quadrare i conti alla perfezione e siamo molto felici di aver scelto questa soluzione. Inoltre, l’esecuzione di script LUA atomici supportata da ElastiCache Redis è ideale per piccole sezioni di codice critico che gestiscono la manipolazione dei dati nelle code dei broker di messaggi.”

“Utilizziamo ElastiCache per memorizzare nella cache i risultati delle ricerche dell’API Geocoder HERE, un servizio Web che consente di cercare un indirizzo o risolvere il processo di geolocalizzazione di un indirizzo. L’API Geocoder HERE gestisce oltre 400 milioni di richieste al giorno. L’utilizzo di ElastiCache ci ha consentito di ridurre in modo significativo i tempi medi di risposta, una caratteristiche che è critica per i nostri clienti, indipendentemente dalla tipologia delle loro richieste. Allo stesso tempo abbiamo ridotto i costi operativi trasferendo il carico da istanze ottimizzate in base alla CPU particolarmente costose a istanze di nodi di cache caratterizzate da costi più bassi,” spiega Wiebke Krasting, software architect capo presso HERE, una società Nokia leader nel settore della business intelligence per servizi di mapping e localizzazione.

“Mapbox è una piattaforma di mapping per sviluppatori in grado di semplificare l’integrazione della posizione in applicazioni mobile e online. Siamo presenti in 9 regioni AWS e disponiamo di centinaia di TB di mappe che devono essere fornite ai clienti in modo rapido e uniforme. Grazie a ElastiCache siamo in grado di dimezzare la latenza per l’utente finale e di risparmiare l’85% sui costi di gestione delle richieste provenienti da DynamoDB e S3.”

"Amazon ElastiCache ci ha consentito di semplificare in modo significativo il processo di distribuzione e gestione del nostro ambiente Memcached distribuito. Ora siamo in grado di configurare e avviare in pochissimi minuti ambienti di caching multi-nodo,” spiega Jon Brendsel, vice-presidente dello sviluppo del prodotto presso PBS. “Amazon ElastiCache è inoltre in grado di gestire le funzioni amministrative ricorrenti, tra cui il ripristino da errore e l’applicazione di patch, consentendoci in questo modo di fornire un’esperienza Web ottimale a tutti i nostri utenti.”

“La rete di app per dispositivi mobili di Tapjoy interessa oltre 9.000 applicazioni e 250 milioni di utenti globali su smartphone e dispositivi tablet. Siamo in grado di memorizzare nella cache le statistiche e i metadati in tempo reale associati alle applicazioni per dispositivi mobili in modo da garantire un accesso più rapido. Amazon ElastiCache ha ridotto in modo significativo l’esposizione agli errori dei nodi di cache grazie al monitoraggio continuo dello stato del cluster di cache e alla sostituzione automatica dei nodi in errore,” afferma Ryan Johns, vice-presidente del reparto tecnologico di Tapjoy. “Siamo entusiasti delle funzionalità di gestione di Amazon ElastiCache e utilizziamo questa soluzione nel nostro ambiente di produzione per potenziare le applicazioni mission critical caratterizzate da throughput elevatissimi.”

“Una parte della nostra attività si basa sulle offerte in tempo reale. Pertanto dobbiamo garantire non solo un’elevata reattività, ma anche una gestione ottimale del costo dei prodotti,” spiega Markus Ostertag, responsabile dello sviluppo presso Team Internet, un importante provider di servizi nel settore della ricerca basata sulla navigazione diretta. “Elasticache Redis fornisce uno strumento semplificato per risparmiare soldi, consentendoci di ridurre le query sui database fino al 95% grazie alla memorizzazione nella cache. Siamo inoltre in grado di velocizzare l’intero processo di elaborazione grazie all’aggiunta di alcune semplici righe di codice. Questa soluzione completamente gestita consente al nostro team di concentrarsi sul prodotto e pertanto creare prodotti finalizzati ai nostri clienti. Siamo entusiasti del servizio Elasticache e intendiamo implementarlo laddove possibile in tutte le nostre soluzioni.”

“La nostra attività è incentrata sulla vendita di biglietti per eventi molto popolari in tutto il mondo. Per questo motivo la nostra applicazione deve essere molto precisa e affidabile. Amazon ElastiCache ci consente di implementare e ridimensionare i cluster di cache distribuiti nel giro di pochissimi minuti,” afferma Keith Fitzgerald, vice-presidente del reparto tecnico presso TicketLeap. “In futuro abbiamo intenzione di utilizzare questo servizio per adattare rapidamente il footprint della cache in base ai requisiti della nostra applicazione. Le funzionalità di monitoraggio dettagliato ci aiuteranno a velocizzare il processo di diagnostica e risoluzione dei problemi a livello di throughput o latenza.”