Implementazione di un'applicazione Web di container su Amazon Lightsail

GUIDA ALLE OPERAZIONI DI BASE

Modulo 2: Creazione di un servizio container

In questo modulo, scopriremo come creare un servizio container di Lightsail.

Introduzione

Un servizio container di Amazon Lightsail è una risorsa di calcolo in cui è possibile implementare le immagini Docker. Quando le immagini vengono implementate nel servizio container Lightsail, il servizio viene avviato automaticamente ed esegue i container nella propria infrastruttura AWS.

È possibile pensare al servizio container Lightsail come a un ambiente di calcolo che consente di eseguire i container sull'infrastruttura AWS utilizzando le immagini create. Oltre alle risorse di calcolo, i servizi container allocano un nome DNS, un certificato TLS e un bilanciatore del carico di rete facoltativo per distribuire il traffico di rete tra più istanze dei container.

gsg-build-lightsail-2

Quando si crea un servizio container Lightsail, viene scelta innanzitutto la regione AWS in cui creare il servizio, quindi la capacità di calcolo necessaria all'applicazione. È possibile scegliere una qualsiasi capacità compresa tra 1 e 20 nodi, ognuno dei quali con 0,25 vCPU e 4vCPU, oltre a 512 Mb e 8 Gb di RAM,

È possibile modificare il numero di nodi e la dimensione dei nodi in qualsiasi momento, a seconda dell'utilizzo dell'applicazione.

Argomenti affrontati

  • Come installare le estensioni di Amazon Lightsail in AWS CLI.
  • Come creare un servizio container.

 Tempo richiesto per il completamento

10 minuti

 Prerequisiti del modulo

  • Account AWS con accesso da amministratore**
  • Browser consigliato: l'ultima versione di Chrome o Firefox

[**]Gli account creati nelle ultime 24 ore potrebbero non avere ancora accesso a tutti servizi richiesti per questo tutorial.

Implementazione

Installazione dell'estensione Lightsail per AWS CLI

Per interagire con i container Amazon Lightsail, sarà necessario installare AWS CLI e il plug-in del servizio container, un set di estensioni che consentono a Lightsail di manipolare i container Docker. Questa è una configurazione una tantum.

Se la CLI Lightsail o il plug-in del servizio container non sono installati, è possibile seguire le istruzioni riportate qui per il sistema operativo in uso.

Creazione del servizio container

Per implementare il nostro container, per prima cosa creeremo un servizio container Lightsail. Il servizio container è l'infrastruttura di calcolo richiesta per implementare ed eseguire i container.

Un servizio container è costituito da nodi di calcolo, un certificato TLS, un nome dominio DNS e un bilanciatore del carico facoltativo.

Ci sono tre parametri da decidere prima di creare un servizio container:

  • La regione AWS in cui si desidera implementare i container. Di solito si sceglie una regione vicina (dal punto di vista geografico) a dove si trovano i clienti.
  • La dimensione dei nodi di calcolo. Le dimensioni sono espresse come le taglie delle t-shirt, ovvero Nano (0,25 vCPU e 512 Mb RAM) e XLarge (4 vCPU e 8 Gb RAM)
  • Il numero di nodi da allocare, compreso tra 1 e 20.

Per creare il servizio container Lightsail, aprire un terminal e digitare il seguente comando:

aws lightsail create-container-service \
    --region eu-west-3                 \
    --service-name signup-application  \
    --power nano                       \
    --scale 1

Qui abbiamo deciso di implementare nella regione AWS Europa (Parigi) (eu-west-3), con un nodo di calcolo Nano.

Il comando restituisce un messaggio JSON come il seguente:

{
    "containerService": {
        "containerServiceName": "signup-application",
        "arn": "arn:aws:lightsail:eu-west-3:012345678901:ContainerService/528a0bcf-fd14-42d4-a09a-943a241adc51",
        "createdAt": "2021-07-17T13:38:40+02:00",
        "location": {
            "availabilityZone": "all",
            "regionName": "eu-west-3"
        },
        "resourceType": "ContainerService",
        "tags": [],
        "power": "nano",
        "powerId": "nano-1",
        "state": "PENDING",
        "scale": 1,
        "isDisabled": false,
        "principalArn": "",
        "privateDomainName": "signup-application.service.local",
        "url": "https://signup-application.me04fvc6dbk4e.eu-west-3.cs.amazonlightsail.com/"
    }
}

Notare lo "stato": "IN SOSPESO". Dopo un po' di tempo, lo stato diventa PRONTO. È possibile controllare lo stato del servizio container utilizzando il seguente comando:

aws lightsail get-container-services  \
    --region eu-west-3                \
    --service-name signup-application \
    --query "containerServices[].state"
[
    "READY"
]

È possibile modificare il numero di nodi e la dimensione dei nodi in qualsiasi momento, a seconda dell'utilizzo dell'applicazione. Di seguito è riportato un esempio per cambiare la scala da uno a due:

aws lightsail update-container-service \
    --region eu-west-3                 \
    --service-name signup-application  \
    --scale 2   

Congratulazioni, a questo punto il tuo servizio container è pronto per ospitare i container.

Conclusioni

In questo modulo abbiamo imparato come creare un servizio container di Amazon Lightsail. Nel modulo successivo implementeremo il servizio su cloud e scopriremo come aggiornare l'app in caso di modifiche.

A seguire: Implementazione del container

Facci sapere com'è andata.

Grazie per il tuo feedback
Siamo contenti che questa pagina ti sia stata d’aiuto. Vuoi condividere ulteriori dettagli per aiutarci a continuare a migliorare?
Chiudi
Grazie per il tuo feedback
Ci dispiace che questa pagina non ti sia stata d'aiuto. Vuoi condividere ulteriori dettagli per aiutarci a continuare a migliorare?
Chiudi